Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''pagliacci''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Passione Libri
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Scienza
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

2 risultati

  1. Prima si fa vedere animalista, con agnello cani ecc, poi piange per i profughi, poi si associa con movimento sociale Italiano, ed in fine con chi odia l extracomunitario. Ma a lui interessa cosa? Daniela, ma dici che riesce sempre a vederle orizzontali ? Ora che ci siano casbalenghe ingnoranti, ci sta...ma questo perseverare lo ritengo Diabolico ! Andate in pace, la messa (inkulo) è finita.. 🤔😂
  2. Non avevo ancora 15 anni, 1974 seconda liceale, bei tempi. Sono passati 43 anni, eppure mi sembra ieri. Durante la pausa di ricreazione io e tre compagni di classe, due del Napoli e due interisti, scommettiamo tra di noi cento lire a testa (equivalenti a circa 70 centesimi di oggi) sul risultato di un Napoli-Inter. Per la cronaca vincemmo 2-1: gol di Clerici su papera di Bordon, poi Mazzola (grandioso tiro al volo), infine Bruscolotti; sulla panchina azzurra sedeva Luis Vinicio, 'o lione. Ma ecco il fattaccio. Un arcigno professore di Storia ci coglie sul fatto. Nota in condotta per tutti e quattro, il riprovevole episodio della scommessa in aula viene stigmatizzato in rosso sul registro di classe. Lo sfortunato che aveva raccolto le puntate (400 lire in tutto) e che aveva a carico qualche altra marachella si beccò il 7 in condotta e, sebbene avesse la piena sufficienza in tutte le materie, perse l'anno. Ma se all'epoca la scuola italiana era molto più seria, molto più severa e meritocratica di oggi, la politica lo era infinitamente di più. Un esempio. Oggi, anzi ieri per l'esattezza, giornata lavorativa, un politico al momento disoccupato, già presidente del Consiglio, è andato in una scuola calcio. Fin qui nulla quaestio, anche se ai miei tempi i politici non mettevano piede nelle scuole, e men che meno per farsi propaganda. Ma lo sfaccendato si è portato dietro il ministro dell'Interno e il ministro dell'Agricoltura - anch'essi non avevano nulla di più importante da fare - nonché un codazzo di giornalisti e telecamere. A un certo punto, dopo avere distribuito battute e pacche sulle spalle, lo sfaccendato chiede un pallone e lancia una scommessa ai ragazzi della scuola calcio. Noi tre, anche se siamo in giacca e cravatta, proviamo a fare 10 palleggi: se ci riusciamo voi ci date 10 euro, se non ci riusciamo ciascuno di noi pagherà 100 euro a voi. Lo sfaccendato si ferma a 9 palleggi (effettuati in stile a dir poco ridicolo), mette mano alla tasca e paga il suo centone; i due ministri, ancora più goffi, fanno anche peggio e pagano pure loro. La pagliacciata si conclude con l'ex premier che si esibisce cantando al karaoke, imitando cioè un suo predecessore pregiudicato (che però canta molto meglio di lui). Naturalmente non possiamo credere che quella fosse una scommessa seria e che tre famosi politicanti pensassero di scucire 10 euro a dei ragazzi. Probabilmente era solo un modo di regalare 300 euro per le spese di quella scuola calcio. Ma non potevano scegliere modo più sbagliato. La beneficenza, specie se fatta a titolo personale, è più serio farla segretamente e non in favore di telecamere, e men che meno la si fa per fini di propaganda politica (lo sfaccendato è agli ultimi giorni di campagna elettorale per le primarie di partito e i due ministri l'accompagnavano infischiandosene del loro ruolo istituzionale). E men che meno si fa propaganda politica strumentalizzando ragazzi e minorenni. Alla presenza dei quali, per nessunissimo motivo al mondo, nemmeno per scherzo, un politico, un ministro, un rappresentante delle istituzioni, può permettersi di parlare di *** a denari e di estrarre dalla tasca bigliettoni da 100 euro. Cari forumisti, in qualsiasi paese serio i tre protagonisti di una pagliacciata diseducativa del genere sarebbero stati bollati duramente dai media, avrebbero scatenato la reazione indignata dell'opinione pubblica, avrebbero subìto un crollo irreversibile di popolarità e di consenso. Ma nel paese di Pulcinella i media sono al 95% controllati dalla politica, l'opinione pubblica non esiste più o è rassegnata al peggio, e la politica - ladrocini e corruzioni a parte, e a parte qualche sempre più rara avis di politico serio - è ridotta a teatrino, a circo, a pagliacciate continue. http://video.repubblica.it/edizione/roma/renzi-martina-e-minniti-palleggiano-a-corviale-l-ex-premier-perde-100-euro/274355/274892?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P6-S1.4-T1