Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''oooohgrulliecelodurifasciodestri''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Passione Libri
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

58 risultati

  1. come si cambia a CHIACCHIERE PER IMBONITI Debora Serracchiani Nel 2008 Matteo Salvini votó a favore del cosiddetto "Salva Benetton", che diede al gruppo le concessioni molto vantaggiose per Autostrade. (Il PD, invece, votó in blocco contro questo decreto). Salvini Governava con Berlusconi, ora non se lo ricorda più? Meglio rinfrescargli la memoria: ‬ https://parlamento16.openpolis.it/…/conversione-in-le…/18648
  2. Comunque i conti dei grilli ancora non si sono visti e non si sa chi abbia finanziato la loro campagna elettorale.. ah già politica a costo zero come i rimborsi a piè di lista...
  3. GRILLINO TI VOGLIO DIRE...TU SOSTIENI UN PREGIUDICATO,CONDANNATO PIU' VOLTE. Licenza media, VII Commissione (Cultura, Scienza e Istruzione) #SergioBattelli M5S
  4. Già colpa del PIDDI e di Renzi... ma aiutiamoli a casa loro alla moda fascista...come dice il salvini https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/12/caporalato-e-sfruttamento-delle-risorse-in-africa-lemergenza-migranti-e-colpa-nostra/4546787/ .........Il mal d’Africa che tormenta l’Occidente, quella fame onnivora di risorse e di uomini, non riguarda però solo multinazionali troppo grandi da immaginare ma anche la piccola imprenditoria italiana “brava gente”. L’indice per misurarlo, in questo caso, è molto più alla nostra portata: tra i 3 e i 4 euro, la paga media per un’ora di lavoro sotto il sole tagliente nei campi del Bel paese. Il caporalato, quella vergogna avida di cui ci ricordiamo solo quando i furgoncini carichi di schiavi si ribaltano, esiste da anni ed esiste ogni giorno. E può essere anche peggiore di così. Secondo il quarto rapporto Agromafie e Caporalato della Flai-Cgil, il salario può scendere anche a 1 euro l’ora, a cui vanno sottratti 5 euro di trasporto per arrivare al campo, 3 euro per un pasto e 1,5 euro per una bottiglietta d’acqua da pagare direttamente al caporale che spesso, nel caso di stranieri, è un capo-etnia. Un business che vale quasi 5 miliardi di euro e che mette a rischio circa 400 mila lavoratori, oltre a 220 mila stranieri in nero.
  5. Dopo un pregiudicato piduista ora un autodefinitosi *** al governo voluti dai maldestri povera Italia..... Era ora che anche Salvini dimostrasse un minimo di onestà intellettuale. Poche ore fa ha ammesso di essere un ***, sebbene molti di noi se ne fossero accorti a prescindere da questa ufficialità. Ha detto testualmente che chi lancia le uova è un ***, una cosa oltretutto sull quale qualsiasi persona di buon senso è d'accordo CON LUI. Nel 1999 Matteo Salvini venne condannato a 30 giorni di reclusione per oltraggio a pubblico *** mediante lancio di uova. La fonte è sicura al 100% venendo dalla stessa Lega dei Giovani Padani http://web.archive.org/…/www.giovanipadani.lega…/salvini.asp DIAMO IL GIUSTO PESO A UN AVVERSARIO CHE DAVANTI AL POPOLO ITALIANO RICONOSCE PUBBLICAMENTE DI ESSERE UN ***!
  6. Peccato che se ne sia accorto tardi ma purtroppo ce ne sono ancora troppi che credono agli asini che volano.... "Il Movimento ha usato la mia popolarità di sportivo internazionale per vincere la campagna elettorale" L'accusa di Mura al M5S: http://fanpa.ge/mZw0Z
  7. Già silenzio ha parlato l'altro guru evidentemente si è sentito con l'altro capo dei 5ss, ma sempre lo stesso pensiero la Costituzione vale zero oggi... a parte che con i suoi che sono oggi in Parlamento è già stata attuata scelti da alcuni click mai certificati... "La democrazia è superata. Probabilmente deve essere sostituita con qualcos’altro, magari con un’estrazione casuale". La "proposta" di Beppe Grillo è destinata a far discutere:http://fanpa.ge/GIvBG FANPAGE.IT Grillo: “La democrazia è superata, va sostituita con un’estrazione casuale dei parlamentari”
  8. #maidiremai 🤔 #romaisnotinpadania #dubbiamletici Nel 2000, Salvini, diversamente da quanto accaduto ieri, tifava Francia. Ma non contro la Croazia, contro la nazionale italiana. Erano in corso gli europei in Belgio/Olanda e lui conduceva una trasmissione su Radio Padania dal provocatorio titolo “Mai dire Italia” (un po’ una versione padana di “Mai dire gol”, solo che si occupava principalmente di insultare i terr*ni). Trezeguet segnò il gol decisivo all’ultimo minuto, facendo esplodere di gioia Salvini in diretta radio. Erano i tempi di “PADANIA IS NOT ITALY”, i tempi in cui i nemici erano i meridionali e “Roma Ladrona”. La Francia era quella dei Galli e dei Celti e, del colore della pelle di Trezeguet, Henry, Vieira, Zidane e compagni, a Teo non fregava assolutamente nulla. A lui interessava che perdesse l’odiata Italia. Vabbè, mi direte voi, erano 18 anni fa. Ma Teo ha una lunghissima storia di razzismo contro gli italiani. Una cosa durata molto più di 20 anni. I ne*ri sono un “nemico” relativamente recente, prima lui odiava e incitava ad odiare proprio voi che, oggi, lo votate entusiasti. Vi schifava con tutto il cuore e non faceva nulla per nasconderlo. Nel 2009 erano ancora i tempi in cui lui, a Pontida, ballava e cantava “Senti che puzza - scappano anche i cani - stanno arrivando i napoletani”. Nel 2013, 5 anni fa, erano ancora i tempi di “NORD INDIPENDENTE”, dei “terr*ni che non vogliono lavorare”, dei “parassiti del sud”, di “Roma Ladrona”. Quella stessa Roma dove, un mese fa, ha giurato sulla Costituzione Italiana. Ma a voi davvero sta bene di farvi prendere per il *** da uno così? Sul serio? Non vi sentite dannatamente stupidi?
  9. A MONTECITORIO,SI DOVEVANO DISCUTERE MISURE PRO TERREMOTATI. NON SI È POTUTO. MANCAVA IL GOVERNO!#PrimagliItaliani#SiStaMinchia
  10. Mi sembra che ci sia ancora in carica la sindaca grillina di Anguillara condannata e questo invece ? Loro naturalmente sono gli onesti , a proposito dopo non essersi presentata in tribunale la magnifica sindaca di Roma che cosa pensa di fare per l' onestaà che non sta quà ? Resistenza Antigrillina MATTEODERRICO.IT IL PM CHIEDE UN ANNO DI RECLUSIONE PER L’EX SINDACO GRILLINO DI ASSEMINI ACCUSATO DI *** D’UFFICO - matteoderrico *** d’ufficio, questa l’accusa per l’ex sindaco…
  11. Ecco cosa dicevano prima del 4 marzo non si possono acquistare con quei soldi si aiuta " PRIMA GLI ITAgLIANI " beh coerenza e onestà non è qua... Ma questa ministra Trenta per chi lavora? Ricorda la storia dei Trenta Denari… http://coscienzeinrete.net/politica/item/3215-ma-questa-ministra-trenta-per-chi-lavora-ricorda-la-storia-dei-trenta-denari Il Ministro della Difesa pentastellato Trenta ha dichiarato delle cose veramente “oscene” in America sulla conferma degli F-35 e sull'aumento enorme delle spese militari, ed è stata poi costretta a fare una parziale frenata in Italia. Ma a ben guardare solo parziale, ed anche debolissima.
  12. La magnifica del Bello bello bello lo saprà o sarà ancora a sua insaputa ? Anzichè risolvere il problema delle buche ( Marino dimettiti ) si risolve chi le buche le segnala... siamo alla demenza totalitaria... Se vero siamo al delirio totale! M.ILGIORNALE.IT Roma, multe a chi segnala le buche per salvare i motociclisti La polizia municipale ricorda che chi sarà sorpreso a "segnalare" le buche pericolose con la vernice spray verrà colpito da 168 euro di sanzione
  13. Sì, è lungo e pieno di numeri. I fatti sono fatti così, del resto. Però forse converrebbe discutere (anche su posizioni diverse) almeno partendo dai fatti, reali. Invece delle bugie. Decine di bugie ripetute milioni di volte. Mandate a memoria e sparate a palle incatenate per concimare la paura e consequenzialmente aumentare il bacino di voti. La propaganda su cui si poggia il dibattito sul tema dell’immigrazione ha fondamenta di fango ma la tossicità è una coltre che sembra difficile spazzare. (il testo è qui https://www.linkiesta.it/…/per-una-manciata-di-voti-…/38691/)
  14. Mille difetti di Renzi ma mai contro la Costituzione o la Magistratura cosa invece che fanno quotidianamente grulli e celoduri... PERCHÉ RENZI È RENZI Se il Pd ha un leader, quello è lui, non altri, cacciatori seriali di poltrone. di GIUSEPPE TURANI | 07/07/2018 Che cosa farà Renzi? Non lo so, non ho contatti. I nemici di Renzi pensano che io sia un suo sodale (forse anche pagato), e mi querelano pure. Gli amici di Renzi mi guardano con qualche sospetto perché ogni tanto sollevo qualche critica. Oggi mi sono ascoltato tutto l’intervento di Renzi all’assemblea del Pd. E non c’è dibattito: se oggi quel partito ha un leader, quel leader è lui. Ha la politica nel Dna. Si sa spiegare, sa convincere, sa argomentare. Non credo che farà mai “En marche”, come tanti amici vorrebbero (me compreso). Mi rendo conto che tollerare uno come Emiliano (o anche uno assai più educato come Cuperlo) richieda dosi di pazienza immani. Ma la storia della sinistra è anche questa, nel bene e nel male, forti passioni e forti risse. Da certi congressi locali del Psi si scappava quando cominciavano a volare le sedie. Non cambierà mai, purtroppo. Penso che Renzi resti nel Pd e che vinca il prossimo congresso. Mi auguro solo che, questa volta, abbia il coraggio di rottamare di più. Il dibattito è bello, è divertente, ma non si può vivere di dibattiti. C’è un momento in cui le discussioni devono finire, e si deve fare. Emiliano, e altri, sono incompatibili con il Pd renziano da tempo, forse da sempre (come metà dei dirigenti a sud di Roma). Devono essere messi nelle condizioni di andarsene. Oppure esiste sempre la vecchia espulsione per indegnità politica, un po’ leninista-staliniana come misura, ma utile in certi casi. L’ho già scritto altre volte, e quindi un po’ mi ripeto. A Renzi dobbiamo almeno due intuizioni politiche che hanno segnato il nostro tempo: 1- Una sinistra moderna ha senso solo se è liberal-democratica, competitiva, aperta, lanciata verso il futuro. In questo è arrivato anche prima di Macron. 2- Il populismo (che è di destra, e non di sinistra) è il nemico da battere. Ma allora, si dirà, che cosa vogliono Martina, Zingaretti e compagnia cantando? Vogliono l’Italia come è sempre stata. Vogliono, cioè, un’Italia consociativa. Un’Italia dove magari vince uno o vince l’altro, ma alla fine ci si spartisce educatamente il potere. Oggi il paese è dove si trova (cioè nei guai) perché è sempre stato amministrato così. Abbiamo 2300 miliardi di debiti che rischiano di affossarci alla prima crisi congiunturale, ma nessuno di noi ha mai visto cortei contro gli eccessi della spesa pubblica. E non li abbiamo mai visti perché nell’Italia consociativa funziona così: io regalo una pensione facile a te, e tu mi regali un ponte al mio paesello o un ospedale inutile. O addirittura un’università: ne abbiamo un centinaio, 90 potrebbero essere chiuse domani mattina dai carabinieri senza alcun danno visibile per la cultura. I nemici di Renzi vogliono tornare a questo tipo di Italia. Un’Italia in cui, se sei nei piani alti, non sei mai escluso del tutto. Mal che vada ti danno un ente da dirigere, ben sapendo che, se vincerai le prossime elezioni, restituirai il favore. I nemici di Renzi, viste come sono andate le cose, hanno in testa un piano molto semplice e quasi elementare: far litigare Salvini e Di Maio, e poi proporsi a Di Maio al posto di Salvini. Come nel ballo con le quattro sedie. Oplà, si cambia. Fuori uno, dentro un altro. Salvini fa tappezzeria e noi si balla, che bello. E così si torna in gioco: ministero dell’agricoltura, delle pari opportunità, della riforma della PA (tanto non si fa), politiche per il Sud (idem, non si fa). Non male per chi ha perso le elezioni. Ma allora perché puntare su Renzi, ancora? Non ha già fatto troppi errori? Vero. Li ha fatti. Ma non si tratta solo di questo. L’odio per Renzi (totale, insensato, indecente) non nasce dalla sua presunta antipatia, ma da una semplicissima questione politica. Contro di lui si è mobilitato di tutto: gli hanno persino inventato un fratello di nome Gianni (migliaia di like su FB), che non fa un *** e guadagna 53 mila euro al mese. Il vero fratello non si chiama Gianni, fa il medico oncologico, lavora all’estero, e ovviamente non guadagna così tanto. Se vi guardate intorno, vi accorgerete che è l’unico leader politico che davvero vuole smontare (e in parte lo aveva fatto) l’Italia consociativa. E quindi è un leader politico che va estromesso. E’ il granello di sabbia che può rovinare gli oliati meccanismi dell’Italia consociativa. E questo è il reato peggiore per un paese fatto di grandi e piccole lobby. Contro di lui hanno trovato l’accordo destra e sinistra perché entrambi gli schieramenti tengono a conservare l’Italia consociativa, l’Italia in cui non si perde mai davvero e in cui semmai aumenta solo la spesa pubblica. L’Italia in cui ti tieni il tuo taxi e vendi la tua licenza, o ti tieni la tua farmacia e vendi la licenza. L’Italia in cui puoi mettere i cinesi in cantina a lavorare, e poi votare per un esaltato che vuole cacciare tutti gli stranieri, tanto al milione di badanti che si occupano dei nostri vecchi ci pensano i giovani padani con il fazzoletto verde, campioni mondiali di boccette, mai lavorato un solo giorno in vita loro (come Salvini). All’assemblea del Pd Renzi ha detto tante cose, ma su un punto è stato chiarissimo: tutto si può perdonare ai 5 stelle (persino di essere stupidi, questo lo dico io), ma non di aver inquinato la vita politica italiana. Questo non si può perdonare. Ci siamo già dimenticati che avevano chiesto anche l’impeachment (che non esiste nemmeno) per Mattarella? Non si può perdonare loro di aver introdotto il manganellamento personale degli avversari politici (quello che all’estero si chiama character assassination). Con questa gente, per di più dipendente da una S.r.l. privata, non ci possono essere accordi. Questi sono i nemici da battere. Ma un pezzo di Pd dopo nemmeno 120 giorni è già stufo di opposizione, sogna poltrone ministeriali (anche di seconda scelta), uscieri, auto blu, segretarie, viaggi all’estero. E’ talmente affamato di potere, questo pezzo di Pd, che nemmeno si accorge che lo stesso Pd è oggi l’unica barriera possibile contro il populismo. A questa banda di cialtroni la storia ha assegnato un ruolo-chiave e non se ne accorgono, vedono solo le poltrone che non ci sono più, i nastri da tagliare, i discorsi da fare, le interviste ripetute. Lunga vita a Matteo Renzi e, se ne ha ancora voglia, ci dia una mano. En marche, dentro o fuori il Pd.
  15. Fondi Lega, Salvini: "Parlerò con Mattarella - La mia nuova vignetta [05/07/2018]
  16. SIETE RIMBAMBITI DAVVERO ?? i bufalari hanno condiviso a manetta questo post ed hanno commentato preoccupati " e se fosse tutto vero " ?? è il concerto dei Pink Floyd a Venezia 26 anni addietro ma loro lo scambiano per il porto di chissa' dove con immigrati pronti a partire " in gondola" !!! il concertone si tenne il 15 luglio del 1989, ma se ne parlò nei giorni, nelle settimane e negli anni a venire: fu il concerto dei Pink Floyd a Venezia. Un mega concerto gratuito, trasmesso in diretta dalla Rai, che richiamò in Laguna 300 mila persone.
  17. GRILLINO TI VOGLIO DIRE...TU SOSTIENI UN PREGIUDICATO,CONDANNATO PIU' VOLTE. Qualunquemente”, l’ultimo film di Antonio Albanese diretto da Giulio Manfredonia. Lo potremmo definire un film violento, perché non fa sconti e regala al cattivo, il Cetto La Qualunque che abbiamo imparato a conoscere grazie a “Che tempo che fa”, una vittoria su tutta la linea. Il qualunquismo di questo “imprenditore” prestato alla politica, sempre allegro e in movimento da un *** di potere all’altro, menefreghista in teoria e in pratica, dovrebbe essere qualcosa di cui rid... Altro... Qualunquemente”, l’ultimo film di Antonio Albanese diretto da Giulio Manfredonia. Lo potremmo definire un film violento, perché non fa sconti e regala al cattiv... Altro...