Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''licenziamenti''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Segnala Abuso
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Disturbi dell'alimentazione
    • Aforismi e Meme
    • Passione Libri
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Scienza
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

3 risultati

  1. c'era una volta la divisione classica fra lavoratori e datori di lavoro; poi c'erano le coop, un mondo parte, ma adesso sembra che anche certe coop siano diventate simili a tutti gli altri datori di lavoro.... http://www.toscanamedianews.it/valdicornia/piombino-unicoop-tirreno-rotte-le-trattative-e-sciopero.htm
  2. VENERDI' 28 LUGLIO 2017, sciopero dei lavoratori Ericsson contro i circa 350 licenziamenti che l’azienda ha messo in essere per l’anno in corso. Lo sciopero è di carattere nazionale. A Milano: manifestazione davanti alla sede del CONSOLATO SVEDESE di Via Agnello 6 MILANO: con ritrovo alle ore 10. A Roma: manifestazione sotti il MINISTERO DEL LAVORO nei pressi di Via Veneto 54, 54C dalle ore 10 L'azienda ha dato seguito alla procedura di licenziamento collettivo già nella giornata di lunedì 25 luglio 2017. Numerose persone (facenti parte dei 182 lavoratori attualmente licenziati), al mattino, si sono trovate negare l'accesso al posto di lavoro a seguito di un email inviata loro il venerdì precedente in tardissima serata come notifica di termine unilaterale del rapporto di lavoro da parte dell'azienda. Obbiettivo dello sciopero è di cercare di dissuadere l'azienda dall'inviare il prossimo 4 agosto le rimanenti lettere di licenziamento che mancano per raggiungere gli obbiettivi di questa procedura che non sarà né ultima né penultima e durante la quale, come nelle precedenti, è stato rifiutato qualsivoglia forma di ammortizzatore sociale o di dialogo.
  3. Se sostenitori e denigratori del Jobs Act, la riforma del lavoro del governo Renzi, si sono spesso sfidati sui numeri dei nuovi occupati, scarsa attenzione è stata invece rivolta ai licenziamenti. I quali sono nettamente aumentati negli ultimi tre anni. Specie quelli disciplinari, non più protetti dal vecchio articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori che rimandava al giudice la decisione sul fatto che un licenziamento avvenisse effettivamente per ragioni disciplinari o meno. Renzi ha tradito i valori della sinistra?