Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''instagram''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Segnala Abuso
    • Disturbi dell'alimentazione
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Donna
    • Cinema e tv
    • Musica
    • Passione Libri
    • Sport
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Scienza
    • Animali
    • Aforismi e Meme
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Ambiente
    • Trucchi & consigli
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

4 risultati

  1. lavoro

    Ciao a tutti, sono nuovo quindi mi presento. Mi chiamo Alessandro, ho 23 anni (quasi 24 ) e abito in provincia di Milano. Apro un nuovo argomento per chiedervi un parere sul mio presente e potenziale futuro lavorativo; infatti ho la fortuna di lavorare da circa 3 anni nel settore informatico: ho iniziato come programmatore e col tempo mi sono spostato sul ramo funzionale perchè ritenuto più adatto alla mia "mentalità". In totale ho cambiato 3 aziende e ho avuto la fortuna di trovare sempre aziende corrette, comprensive e senza mettere particolari pressioni (a parte nei periodo più caldi). Dopo essere stato 1 anno e mezzo in una multinazionale, ho deciso di cambiare azienda in quanto in quest'ultima non stavo facendo quello che mi piaceva e mi è sembrato controproducente per la mia crescita professionale; da circa 4 mesi, sono stato assunto in questa nuova azienda (più piccola): ho cambiato quindi colleghi, programma da utilizzare/sviluppare e anche diciamo settore perchè se prima facevo *** ad utenti che utilizzavano un prodotto orientato ai servizi, adesso mi sto occupando di commercio (quindi vendita, acquisto, magazzino, etc.). Fin qua tutto bene, anzi è un bene che impari cose nuove ma c'è un qualcosa dentro di me che non mi permette di essere felice per quello che faccio. Ho pensato che la causa principale era dovuta al fatto del cambio improvviso di colleghi, programma e "settore" (nonostante il nuovo programma sia della stessa famiglia dell'altro) e, a livello di umore, mi sembra di essere tornato nell'ultimo periodo della precedente azienda; infatti non ho voglia di portare a termine le attività, cerco di evitare coinvolgimenti, etc. E' da un periodo che ogni tanto gioco il superenalotto o compro qualche pezzo di bitcoin così da sperare di avere un colpo di fortuna... Insomma qualcosa non va perchè se fossi felice non penserei a questa cosa Mi sono sempre detto che da qui a 10 anni, non lavorerò in azienda; infatti non mi ci vedo come project manager/sviluppatore senior. Sarà che ho sempre avuto una mentalità più imprenditoriale, sarà che la vita aziendale non fa per me però mi piacerebbe avere la forza di mollare tutto e fare una vita totalmente diversa... mi spiego meglio: sono un grande appassionato di fotografia naturalistica e mi piace postare i miei scatti su instagram (ho anche un sito), mi piace informarmi sulle migliori strategie per crescere e penso di essere arrivato al punto di potermi permettere di cercare lavoro come social media manager ma vengono sicuramente pagati meno del mio attuale stipendio e avrei paura a buttarmici a capofitto in questo ambiente vista la sempre più grande offerta. Tornando alla fotografia, visto che ho capito che sulla naturalistica non c'è molta speranza (può tranquillamente rimanere un hobby), pensavo di iniziare da qui quindi potrei propormi a pasticcerie, amanti dei cani, sport, per svolgere servizi di fotografia ed eventualmente stampa e marketing così da unire la mia conoscenza di instagram. Secondo voi è fattibile? Qualcuno lavora nel settore così da darmi qualche dritta? La paura di mollare tutto comunque è immensa, soprattutto in questa società dove bisogna essere tutti normali e avere una vita discreta... Io invece mi vedo ad avere una vita in cui i soldi sono l'ultimo dei miei problemi. Non dico famoso perchè l'ho sempre reputato un ergastolo anti vita però insomma ci siamo capiti... Bello tranquillo in una casetta in montagna, col mio orto a fotografare tutto il giorno
  2. Secondo gli utenti, la foto del lungomare pieno di spazzatura postata sul social dallʼattrice farebbe "una pessima pubblicità" Chi ha ragione? http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/puglia/ambra-angiolini-denuncia-il-degrado-di-barletta-su-instagram-e-riceve-minacce-vai-via-dalla-citta-_3047432-201602a.shtml
  3. direi che il social dedicato alle foto ha oltrepassato un buon traguardo. ieri infatti sono arrivati a 600 milioni di utenti. questo significa che ci saranno da vedere un bel po di foto. escludendo i pessimi, vi posso assicurare che ci sono fotografi dentro che sanno ancora emozionare. Refusi ci sei tu su istagram?
  4. Ecco adesso anche instragram ti permette di fare gli screenshot delle foto altrui. Non c'è più speranza che il copyright venga rispettato, ormai sui social tutto è di tutti. Io, come appassionata di foto non so se userò ancora instagram, non voglio che le mie foto vengano "rubate"! http://www.vanityfair.it/lifestyle/hi-tech/16/11/28/instagram-notifica-screenshot-messaggi-diretti