Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''il pd in campania è già morto''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Aforismi e Meme
    • Passione Libri
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Scienza
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

1 risultato

  1. Buongiorno, Mark, nell'altra discussione non ho capito bene e qui ti chiedo cortesemente una spiegazione perché l'argomento lo merita. Non sono mai stato iscritto a un partito e non sapevo che esistessero, in un partito che si fa tuttora chiamare (forse ironicamente) democratico, iscritti maggiori e "iscritti minori" come li definisci tu. Posso solo immaginare che due iscritti maggiori siano, per esempio, i fratelli Roberto e Piero e De Luca. Il primo nominato assessore (per l'esattezza super-assessore con varie deleghe) nella giunta regionale campana, con modalità che a Roberto Saviano ricordano quelle della nomina a senatore del cavallo di Caligola. Il secondo, stando a un articolo del Corriere del 21 febbraio scorso, sarebbe già virtualmente, a un anno dalle elezioni, "il primo deputato Pd della prossima legislatura", ma Repubblica aveva anticipato la cosa già 8 mesi prima, cioè prima che un altro De Luca (non voglio pensar male e non dico che fosse parente del suddetto) si mobilitasse con gran dispiego di mezzi (300 sindaci con le rispettive clientele e perfino "fritture di pesce") per la campagna referendaria. http://napoli.repubblica.it/cronaca/2016/06/14/news/la_dynasty_de_luca_un_figlio_assessore_l_altro_sara_onorevole-141988280/ Aggiungo che su questo fortunato figlio di papà pende una richiesta di rinvio a giudizio per bancarotta fraudolenta. Un tuo commento sui criteri di selezione dei parlamentari del Pd sarebbe forse opportuno. In relazione alla strana faccenda dei candidati a loro insaputa (Listopoli) tu parli di un "iscritto minore del quale oggi vanno accertate le responsabilità". Bene, ma io vorrei sapere da te se sono iscritti maggiori o iscritti minori (o semplicemente minorati mentali) quei militanti di una sezione del Pd napoletano che hanno denunciato il tesseramento di persone sconosciute nonché di sospetti militanti di altra organizzazione denominata Contini. Non voglio pensar male e immagino che sia pura omonimia quella con un noto e potente clan camorristico. http://napoli.fanpage.it/napoli-camorristi-del-clan-piu-potente-in-citta-si-iscrivono-al-partito-democratrico/ Leggo anche che nelle prime 6 settimane del 2017, cioè il periodo in cui - correggimi se sbaglio - parte la campagna di tesseramento e si dovrebbe registrare il maggior numero di iscrizioni, la media a Napoli era di circa 300 iscritti a settimana. Indubbiamente una buona media. Però, con l'avvio della fase congressuale, c'è stato un improvviso boom dei tesseramenti, che hanno raggiunto di colpo la media di ben 15.000 iscritti a settimana. Folle di napoletani improvvisamente conquistati dalla passione politica e che hanno deciso di darsi alla militanza di partito. Pare che, sempre a Napoli, ci fosse anche un tizio - sicuramente tu mi dirai un iscritto minore - che regalava per pura generosità 10 euro a tutti i nuovi tesserati. Ancora una volta non voglio pensar male e non dico che le due cose, il boom dei tesseramenti e il bonus di 10 euro, fossero in relazione. Ma qualche breve spiegazione o un commento da parte tua forse sarebbe utile e opportuno. Grazie e saluti.