Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''dignità e diritti''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Segnala Abuso
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Aforismi e Meme
    • Passione Libri
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Scienza
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio
    • Politica Copia

1 risultato

  1. Chi ha visto venerdì scorso la puntata di Crozza ed era poco informato su certe cose (o era informato dai tg di Telerenzi, ex Rai) ha incassato un pugno nello stomaco. Ma purtroppo siamo al punto che le notizie scomode (per la feccia di abusivi che ci governa) riesce a darcele solo un comico, ed è tutto un dire. La trasmissione è iniziata parlando della cosiddetta "Buona Scuola", la riformaccia renziana che, se l'avesse fatta tal quale la destra, il Pd (quello di una volta beninteso) sarebbe andato in piazza ad alzare barricate insieme a studenti e professori. È stata mostrata una foto vergognosa per un paese civile: una ragazza, una studentessa, messa a pulire un cesso, e a pulirlo gratis, nell'ambito della demenziale alternanza obbligatoria scuola-lavoro (o meglio: scuola-sfruttamento di manodopera minorile non pagata) prevista dalla riformaccia. In un recente post al quale rimando avevo sottolineato l'estrema ignoranza di chi l'ha concepita. Asini promossi ministri e che ignorano perfino il significato e l'etimologia della parola scuola. Poi Crozza ha citato il caso di un'altra studentessa, mandata a lavorare in Sardegna in uno stabilimento balneare che aveva appena licenziato dipendenti. E ha ricordato che nel 2018 saranno un milione e mezzo gli studenti delle superiori obbligati a lavorare gratis, per circa mezzo miliardo di ore complessive. Queste in Italia corrispondono alle ore lavorate in un anno da circa 280.000 lavoratori a tempo pieno. Quanti di questi e quanti precari rischieranno di dover cedere il posto agli studenti-schiavi? Che vergogna e che schifo! Naturalmente nessun lavoro onesto è vergognoso, ma chi lavora DEVE ESSERE PAGATO, specie chi pulisce i cessi o le spiagge. Altrimenti non solo siamo fuori da ogni cultura di sinistra, ma fuori dallo Stato di diritto, fuori dalla civiltà. Il 13 ottobre prossimo milioni studenti e professori manifesteranno in tutto il paese contro la riformaccia renziana, invito anche i genitori a scendere in piazza. Poi Maurizio ha parlato dell'ILVA di Taranto. La cordata multinazionale (comprendente anche Marcegaglia e Intesa) che ha rilevato l'acciaieria ha imposto ai lavoratori condizioni durissime: 4000 esuberi e assunzione ex novo tramite Jobs act per i restanti 10.000 dipendenti che dovranno firmare un atto di rinuncia a tutti i diritti acquisiti nella carriera pregressa (art.18, scatti di anzianità, etc.). Ecco a cosa ci ha ridotti il Jobs act: un miliardario indiano viene qui a prendersi a prezzo di saldo la più grande acciaieria d'Europa, che negli anni ha succhiato miliardi di denaro pubblico, e ci tratta come se fossimo noi il Terzo Mondo. Naturalmente per i sindacati la proposta è irricevibile, mentre il caudillo Renzi e il governo (che conosceva il piano industriale e ha dato il via libera a questi vampiri) tacciono. VERGOGNA!