Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''che schifo''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Mondiali di Calcio 2018
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Passione Libri
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

4 risultati

  1. Sono esterrefatto e indignato. Ieri sera la terza notizia del Tg2 di Telerenzi, ex Rai, non era la strage di giornalisti ad opera dell'Isis in Afghanistan, e nemmeno le minacce del guerrafondaio sionista Netanyahu all'Iran reo, secondo lui, di progettare segretamente bombe atomiche quando Israele ne ha già costruite segretamente e in barba a ogni trattato almeno 80 e, caso unico al mondo, non le ha mai neanche dichiarate. Ebbene, la terza notizia del Tg2 era il caso della presunta colf in nero della compagna del presidente della Camera Roberto Fico. Roba da matti! Ma che cavolo ci azzecca Fico con la colf della compagna? Il presidente ha la residenza a Roma dove ha una colf assunta con regolare contratto e, se la sua compagna, che risiede a Napoli in una casa intestata a lei, ha una colf in nero, sono cavoli suoi. Un uomo politico di questa importanza non ha certo tempo da perdere dietro i contratti delle colf che lavorano a casa della compagna, o della mamma o della nonna. Tra l'altro una coppia di fatto senza figli, a meno che non abbia firmato un contratto di convivenza secondo la recente normativa, non ha nessuno status giuridico. Quindi Fico non risponde in nessun modo delle scelte e delle eventuali irregolarità della compagna. Così come un Matteo Renzi non ha tempo da perdere e non c'entra nulla con le frequentazioni e gli affari di suo padre e di sua madre. Infatti i tg non ce ne informano, neppure quando queste frequentazioni e questi affari sono oggetto di indagini della magistratura. E allora perché il senatore Renzi va in tv in prima serata a dire che il caso della colf della compagna del presidente Fico è "grave" e il presidente deve chiarire personalmente in aula? Ve lo dico io: perché ha una enorme faccia di bronzo. Altrimenti prima di sedersi a un tavolo con un delinquente fresco di condanna definitiva e che non aveva neppure iniziato a scontare la pena, gli avrebbe detto: caro Silvio, truffare il fisco per milioni di euro è grave, e io non posso collaborare con te per cambiare la Costituzione. Leggo che addirittura i dem e i forzidioti sarebbero sul punto di presentare una mozione per le dimissioni del presidente della Camera. É appena il caso di ricordare che il Pd ha un ministro in carica indagato (lui personalmente, non una sua amica) per un gravissimo reato nell'ambito dell'inchiesta Consip. E chissà perché le Iene, che hanno sollevato il polverone su Fico, non vanno a indagare anche sulle colf degli altri 900 e passa parlamentari, a partire ovviamente dalla presidente del Senato. Secondo le associazioni di categoria, su oltre 2 milioni tra colf e badanti in Italia, almeno il 55% lavora in nero (e in molti casi si tratta anche di immigrati irregolari). Con questo non voglio affatto giustificare il lavoro nero, ma solo dire che il caso montato e ingigantito ad arte su questa colf della compagna di Fico è, con tutta evidenza, un attacco strumentale diretto a screditare il Movimento che ha vinto le elezioni. Un caso, non certo il primo, di sciacallaggio politico allo stato puro, non molto dissimile dal famigerato metodo Boffo. Ma gli sciacalli e le iene, che non sono solo quelle pagate da Mediaset, non si fermano davanti a nulla, neppure davanti a un triste caso umano. Infatti Selvaggia Lucarelli ha rivelato che la compagna di Fico è seriamente malata. Forse, come si evincerebbe anche da una foto recente dove appare con capelli molto corti, si sottopone a chemioterapia e le Iene di Mediaset lo sapevano. A questo punto lasciatemi dire che questi sono animali che speculano sulle disgrazie altrui, mentre io non ci vedrei nulla di male né di illegale se una donna malata di cancro si facesse aiutare in casa da una sua amica, magari versandole una piccola somma a titolo di riconoscenza o di rimborso spese. E in effetti sembra che la colf in oggetto sia un'amica di vecchia data della compagna di Fico. Il quale, ripeto, con questa faccenda in ogni caso non c'entra nulla e non deve rispondere di nulla. PS. mi devo correggere: non è vero che le Iene non si fermano davanti a nulla e nessuno. Si fermano quando ci sono in ballo un certo sindaco di Firenze e le sue note spese, e quando l'ordine di fermarsi e di non mandare in onda viene dall'alto, cioè dai vertici di Mediaset: https://www.ilfattoquotidiano.it/2015/11/26/le-iene-e-gli-scontrini-di-renzi-ecco-cosa-ce-nel-servizio-che-mediaset-ha-fatto-saltare/2255950/
  2. In un paese dove si tollerano e si perpetuano i piccoli privilegi si finisce per tollerare e perpetuare anche quelli grandi (vedasi le "eterne" concessioni televisive di Berlusconi). E in quel paese le disuguaglianze sono destinate a crescere. Perfino più penose e più gravi dei privilegi sono le bugie che i politicanti si inventano per giustificarli. Poi si finisce per tollerare anche le bugie più colossali (Enrico stai sereno; se perdo il referendum lascio la politica). Questa storia fiorentina è davvero penosa: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/20/firenze-pass-per-parcheggiare-ovunque-ad-agnese-renzi-nardella-richiesta-della-prefettura-che-smentisce-non-ci-risulta/4174762/
  3. Non mi riferisco ai fattacci di Terni (arrestati sindaco e assessore ai lavori pubblici, ambedue del Pd). Su migliaia di Comuni amministrati alcune mele marce ci possono essere. Però l'inchiesta di Terni era partita a novembre con una perquisizione al Comune. Chi di voi ne sapeva qualcosa? Immaginate se fossero stati indagati due amministratori grillini: ne parlerebbero tutti i tg tutti i giorni da 5 mesi. E nel giorno degli arresti tutti i tg avrebbero aperto con la notizia bomba: arrestato sindaco e assessore del M5s per associazione a delinquere finalizzata a truccare gli appalti pubblici! Invece oggi zero tituli di apertura nei tg di Telerenzi (ex Rai). Per il Tg2 una mostra su opere minori di Raffaello merita un titolo d'apertura, gli arresti di due politici piddini no. Qui voglio parlare di una cosa molto più grave degli appalti truccati. Il Pd continua ancora a truccare il voto dei cittadini e con ciò non solo ferisce la legalità ma ferisce la democrazia. E ancora una volta viene sputtanato dai benemeriti ficcanaso di Fanpage, che non finiremo mai di ringraziare. Ieri a Napoli, come hanno dimostrato e filmato gli inviati di Fanpage, è stato possibile a uno stesso elettore votare 4 volte in un'ora per le primarie del Pd. E se lo stesso trucco fosse venuto in mente a qualche sostenitore di Renzi (o di uno degli altri candidati)? http://youmedia.fanpage.it/video/al/WQeF9OSwbyChUeMj Ma quello che è successo a Ercolano è davvero incredibile, vergognoso, vomitevole. Una sessantina di immigrati sono stati prelevati da un centro di accoglienza, muniti di 2 euro e documento e mandati a votare per le primarie, e con una precisa indicazione di voto. Prima di guardare l'intervista provate a indovinare quale. http://youmedia.fanpage.it/video/al/WQity-Sw0vnOh2yG Per la cronaca, l'organizzatore di questa squallida operazione, il sindaco di Ercolano, è un buon amico di uno dei tre candidati (indovinate di chi) nonché un frequentatore della Leopolda nel ruolo di showman: http://www.huffingtonpost.it/2015/12/10/leopolda6-buonajuto-presentatore-pd_n_8771340.html
  4. 25 aprile, Festa della Liberazione, festa nazionale, la nostra festa, la festa degli italiani liberi. La sezione romana dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI) invita alle manifestazioni nella capitale una rappresentanza del Popolo Palestinese. Un popolo tuttora in lotta per la libertà, un gesto di altissimo valore simbolico. Nessun popolo potrà dirsi veramente libero fino a quando nel mondo ci sarà un popolo oppresso. Naturalmente l'ANPI invita, come sempre, anche la comunità ebraica di Roma. Quale occasione migliore per vedere sfilare insieme ebrei e palestinesi affratellati dai valori universali della libertà e della pace? Ma scopriamo purtroppo che per la comunità ebraica di Roma, o meglio per i suoi ottusi e indegni dirigenti, le divisioni storiche e gli odi contingenti contano più dei valori universali. Squallidi farisei ipocriti, che si spacciano per religiosi osservanti ma che sono più miscredenti degli atei. Sepolcri imbiancati ma corrosi dall'odio, bestie che offendendo l'uomo e i suoi valori offendono Dio, e che della parola religione ignorano perfino il significato. La giustificazione addotta nel declinare l'invito dell'ANPI è a dir poco risibile: i palestinesi che sfileranno a Roma il 25 aprile sarebbero gli "eredi" (sic) di quel Gran Mufti di Gerusalemme che negli anni '40 si alleò con Hitler. Questi poveracci ignorano pure la Storia. Dimenticano che il Gran Mufti di Gerusalemme era uno stretto alleato pure di Mussolini. Cosa aspettano a togliersi dai piedi e a trasferirsi in un paese non abitato dagli "eredi" di Mussolini? Diserterà il corteo dell'ANPI anche il Pd. Meglio così. Sapevamo già, fin dalla campagna referendaria e dagli squallidi attacchi della ministra Boschi, che questo Pd e l'ANPI sono politicamente e idealmente agli antipodi. Il Pd voleva sfasciare la Costituzione, i partigiani lottarono e morirono per farla nascere. Ed è proprio la Costituzione nata dalla Resistenza che l'ANPI pone al centro di questo 25 aprile: http://www.anpi.it/articoli/1736/appello-dellanpi-per-il-25-aprile-attuare-la-costituzione-per-cambiare-litalia Naturalmente questa scelta del Pd toglierà l'ultimo dubbio anche agli ultimi ingenui: IL PD DI RENZI NON E' UN PARTITO DI SINISTRA. Potranno pensarla diversamente solo i decerebrati bisognosi di cure psichiatriche. Il Pd con questa scelta si colloca fuori dalla sinistra anche sul piano storico e internazionale. Superfluo precisare che il Pd non sta con gli ebrei, ma sta con i sionisti. Non sta con i popoli oppressi, ma sta vigliaccamente con uno Stato oppressore che occupa militarmente le terre di un altro popolo in violazione di decine di risoluzioni dell'ONU. Il Pd è contro le Nazioni Unite. Questo Pd è indegno di celebrare la festa del 25 aprile. Tuttavia io sono sicurissimo che centinaia di cittadini romani, ebrei ed elettori del Pd, se ne infischieranno altamente delle direttive dall'alto e sfileranno insieme ai partigiani e ai palestinesi per le vie della capitale. Loro, a differenza dei vertici della comunità ebraica e del Pd, sono cittadini liberi, sono veri ebrei e veri italiani di sinistra. Allego un video a beneficio dei più giovani, che potranno apprezzare la differenza tra uno statista di sinistra e un tappetaro di destra e senza palle. Se io potessi scegliere un presidente del Consiglio tra Craxi e Renzi, preferirei il ladrone tutta la vita.