Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''a occhio e croce''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Segnala Abuso
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Aforismi e Meme
    • Passione Libri
    • Donna
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Cucina e ristoranti
    • Scienza
    • Lifestyle
    • Sport
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Trucchi & consigli
    • Musica
    • Ambiente
    • Animali
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio
    • Politica Copia

3 risultati

  1. Viene spontanea una domanda: di cosa stiamo parlando? Siete tutti testimoni di quanto il sottoscritto ebbe a dire un attimino prima dello spoglio elettorale: ne vedremo delle belle.... E infatti la sensazione è che si sa chi ha perso ma non si capisce ancora bene chi ha vinto, Detto questo, pare abbastanza evidente che mai nessun giocatore di scacchi è riuscito a vincere una partita in posizione di stallo. Se ne esce se si hanno mosse a disposizione altrimenti, se è stallo, stallo è è basta. Brutto quando sei in stallo, non cambia molto neanche se fai finta di non esserlo, anzi peggio perché a quel punto non puoi neanche iniziare una nuova partita. Un c.asino insomma. La cosa brutta è anche che la legge elettorale è stata votata da tutti, esclusi m5s e fdi.... e quindi? Posizione del PD: tutto si può dire però nessuno può accusare chi dice "abbiamo perso, riconosciamo la sconfitta, stiamo all'opposizione non chiediamo nulla, ora fate voi il governo". Almeno teoricamente cosa si può eccepire? Poi però si assiste a Salvini che chiede responsabilità al PD e così pure Di Maio. E poi invece Salvini ci ripensa e dice "mai col Pd". Uno potrebbe anche pensare che sia come quando si fa la corte a una donna, questa risponde no e poi si dice che....tanto era brutta. Ma, a parte queste considerazioni in libertà, questo benedetto o maledetto governo (ovviamente dei vincitori) si fa o non si fa? E a chi l'onere di farlo? Giusto o sbagliato che sia, il pd dice "a voi la prima mossa" e allora? Rimane l'alleanza Salvini-Di Maio o i mitici e tanto vituperati "responsabili", tutto il contrario insomma di quanto sventolano in campagna elettorale in merito ai voltagabbana. E allora? E allora al sottoscritto viene qualche pensiero. Siamo sicuri che, in questa situazione di stallo conclamato, convenga a qualcuno prendersi davvero l'onere di governare o che non sia invece più conveniente stare all'opposizione e dare la colpa agli altri dei mancati risultati? L'impressione è che, comunque si cerchi di uscire dall'angolo, questa legislatura sia destinata a durare poco. E le promesse sono state tante, tante, tante... Lo scopriremo vivendo.
  2. Viene spontanea una domanda: di cosa stiamo parlando? Siete tutti testimoni di quanto il sottoscritto ebbe a dire un attimino prima dello spoglio elettorale: ne vedremo delle belle.... E infatti la sensazione è che si sa chi ha perso ma non si capisce ancora bene chi ha vinto, Detto questo, pare abbastanza evidente che mai nessun giocatore di scacchi è riuscito a vincere una partita in posizione di stallo. Se ne esce se si hanno mosse a disposizione altrimenti, se è stallo, stallo è è basta. Brutto quando sei in stallo, non cambia molto neanche se fai finta di non esserlo, anzi peggio perché a quel punto non puoi neanche iniziare una nuova partita. Un c.asino insomma. La cosa brutta è anche che la legge elettorale è stata votata da tutti, esclusi m5s e fdi.... e quindi? Posizione del PD: tutto si può dire però nessuno può accusare chi dice "abbiamo perso, riconosciamo la sconfitta, stiamo all'opposizione non chiediamo nulla, ora fate voi il governo". Almeno teoricamente cosa si può eccepire? Poi però si assiste a Salvini che chiede responsabilità al PD e così pure Di Maio. E poi invece Salvini ci ripensa e dice "mai col Pd". Uno potrebbe anche pensare che sia come quando si fa la corte a una donna, questa risponde no e poi si dice che....tanto era brutta. Ma, a parte queste considerazioni in libertà, questo benedetto o maledetto governo (ovviamente dei vincitori) si fa o non si fa? E a chi l'onere di farlo? Giusto o sbagliato che sia, il pd dice "a voi la prima mossa" e allora? Rimane l'alleanza Salvini-Di Maio o i mitici e tanto vituperati "responsabili", tutto il contrario insomma di quanto sventolano in campagna elettorale in merito ai voltagabbana. E allora? E allora al sottoscritto viene qualche pensiero. Siamo sicuri che, in questa situazione di stallo conclamato, convenga a qualcuno prendersi davvero l'onere di governare o che non sia invece più conveniente stare all'opposizione e dare la colpa agli altri dei mancati risultati? L'impressione è che, comunque si cerchi di uscire dall'angolo, questa legislatura sia destinata a durare poco. E le promesse sono state tante, tante, tante... Lo scopriremo vivendo.
  3. Viene spontanea una domanda: di cosa stiamo parlando? Siete tutti testimoni di quanto il sottoscritto ebbe a dire un attimino prima dello spoglio elettorale: ne vedremo delle belle.... E infatti la sensazione è che si sa chi ha perso ma non si capisce ancora bene chi ha vinto, Detto questo, pare abbastanza evidente che mai nessun giocatore di scacchi è riuscito a vincere una partita in posizione di stallo. Se ne esce se si hanno mosse a disposizione altrimenti, se è stallo, stallo è è basta. Brutto quando sei in stallo, non cambia molto neanche se fai finta di non esserlo, anzi peggio perché a quel punto non puoi neanche iniziare una nuova partita. Un c.asino insomma. La cosa brutta è anche che la legge elettorale è stata votata da tutti, esclusi m5s e fdi.... e quindi? Posizione del PD: tutto si può dire però nessuno può accusare chi dice "abbiamo perso, riconosciamo la sconfitta, stiamo all'opposizione non chiediamo nulla, ora fate voi il governo". Almeno teoricamente cosa si può eccepire? Poi però si assiste a Salvini che chiede responsabilità al PD e così pure Di Maio. E poi invece Salvini ci ripensa e dice "mai col Pd". Uno potrebbe anche pensare che sia come quando si fa la corte a una donna, questa risponde no e poi si dice che....tanto era brutta. Ma, a parte queste considerazioni in libertà, questo benedetto o maledetto governo (ovviamente dei vincitori) si fa o non si fa? E a chi l'onere di farlo? Giusto o sbagliato che sia, il pd dice "a voi la prima mossa" e allora? Rimane l'alleanza Salvini-Di Maio o i mitici e tanto vituperati "responsabili", tutto il contrario insomma di quanto sventolano in campagna elettorale in merito ai voltagabbana. E allora? E allora al sottoscritto viene qualche pensiero. Siamo sicuri che, in questa situazione di stallo conclamato, convenga a qualcuno prendersi davvero l'onere di governare o che non sia invece più conveniente stare all'opposizione e dare la colpa agli altri dei mancati risultati? L'impressione è che, comunque si cerchi di uscire dall'angolo, questa legislatura sia destinata a durare poco. E le promesse sono state tante, tante, tante... Lo scopriremo vivendo.