Attività

Questo stream si aggiorna in automatico   

  1. Ultima ora
  2. Anzi molte aziende a carattere artigianale sono iniziate degli anni cinquanta. Non solo nel settore elettrico, ma anche trasporti, come biciclette, ciclomotori, oppure attrezzature di vario tipo.
  3. Anzi molte aziende a carattere artigianale sono iniziate degli anni cinquanta. Non solo nel settore elettrico, ma anche trasporti, come biciclette, ciclomotori, oppure attrezzature di vario tipo.
  4. Mi permetto di ricordare che il settore microbi, virus, epidemie, fa parte del piano di studi della facoltà di veterinaria, solo marginalmente di medicina.
  5. Proviamo a ricordare – Adriano Olivetti e Mario Tchou – interessante e realistico il film realizzato dalla rai dal titolo – la forza di un sogno – anche altri filmati rai sono stati dedicarti ai piccoli e grandi geni della imprenditoria italiana. Possibile non si riesca ad avere degli imprenditori volti al futuro, come capitava un tempo. Negli anni sessanta e settanta vi era il settore elettrodomestici da casa, sia piccolo che grande. Oppure il settore radio televisione, ma è poi sparito. Il solo nome attuale che mi viene in mente è Leonardo Del Vecchio del settore occhiali. Altri nomi attuali non ne ricordo. Mi aiutate e ricordare … grazie da d/b.
  6. Proviamo a ricordare – Adriano Olivetti e Mario Tchou – interessante e realistico il film realizzato dalla rai dal titolo – la forza di un sogno – anche altri filmati rai sono stati dedicarti ai piccoli e grandi geni della imprenditoria italiana. Possibile non si riesca ad avere degli imprenditori volti al futuro, come capitava un tempo. Negli anni sessanta e settanta vi era il settore elettrodomestici da casa, sia piccolo che grande. Oppure il settore radio televisione, ma è poi sparito. Il solo nome attuale che mi viene in mente è Leonardo Del Vecchio del settore occhiali. Altri nomi attuali non ne ricordo. Mi aiutate e ricordare … grazie da d/b.
  7. Mi sembra di ricordare che un lontano discendente del “torinese” abbia organizzato il proprio finto rapimento quando si trovava new york. (forse ricordo male o confusamente). Per il passato nella fabbrich/etta di auto si capiva zero, bloccando ed allontanando le idee migliori. Anche una altra azienda nel settore macchine da scrivere era molto avanzata, ma poi i progetti del futuro computer sono stati bloccati. -
  8. Oggi
  9. Embe’ cosa ?? Ho risposto alla sua amica Trottola che ha fatto una domanda volutamente provocatoria ed e’ stata giustamente punita e sanzionata . Quindi per me nessun problema dal momento che con masanielli e peronisti non vado affatto d’accordo . Con il Cazzaro , su Maradona , sono d’accordo . Stop
  10. Non può dire niente perché non e’ di sua competenza . Mica e’ un idio ta come te che vuoi sempre mettere la 👅 (mhmhmhmhm , ti piace eh ), anche quando dovresti stare zitta !!
  11. Ti accontentino subito , Trottola . Che mi dai l’occasione per ribadire quanto sei fetecchiona . Se tu non lo fossi sapresti che la competenza spetta al Prefetto dopo aver letto la Delibera della Giunta Comunale e della Sopraintendenza . Ergo la Regione c’entra come te c’entri con la intelligenza . Torna nella stalla che le giovenche ti aspettano . Su !! Xxxxxxxxxxxxxxxx 😂😂😂😂Non sa leggere, ridicola marketta pisana? Ho chiesto cosa dice (voce del verbo dire) il governatore De Luca, non ho chiesto di chi è la competenza. Ma perché si fa sempre prendere dalla fretta di fare figure di kakka? Secondo me doveva rispondere dando spazio alla mono laureata che è in lei e quindi scrivere: "Lei che dice trottolina?"
  12. Embè ? Il problema è tutto tuo. Sei tu che solidarizzi coi Peron e i Masaniello. Resta da capire il veleno che sversi sui napoletani Masanielli quando devi sputtanare lo Zolfanello Partenopeo e come si lega ciò con il maradonismo che vi unisce.
  13. Ti accontentino subito , Trottola . Che mi dai l’occasione per ribadire quanto sei fetecchiona . Se tu non lo fossi sapresti che la competenza spetta al Prefetto dopo aver letto la Delibera della Giunta Comunale e della Sopraintendenza . Ergo la Regione c’entra come te c’entri con la intelligenza . Torna nella stalla che le giovenche ti aspettano . Su !! “Il Prefetto autorizza l'attribuzione della denominazione a nuove strade e la variazione del nome di quelle già esistenti, nonché l'apposizione di targhe e monumenti commemorativi, sentito il parere della Soprintendenza ai Beni Culturali Le istanze di nuova intitolazione o variazione di una intitolazione preesistente devono essere inviate alla Prefettura corredate della Deliberazione di Giunta o Consiglio Comunale , con allegata la relativa documentazionecartografica particolareggiata ( planimetria anche in semplice fotocopia) della zona interessata e del curriculum vita del personaggio (che deve essere deceduto da almeno 10 anni) al quale si intenda dedicare la relativa area pubblica comunale. 1) Per le intitolazioni di vie, piazze, monumenti e lapidi, scuole ed aule scolastiche o altri luoghi pubblici a persone decedute da meno di dieci anniche si siano distinte per particolari benemerenze, il Ministero dell'Interno, con Circolare n. 18 del 29 settembre 1992, ha concesso, a norma dell'articolo 4 della predetta legge, la deroga al Prefetto, a decorrere dal 1° gennaio 1993”.
  14. Voglio fare felice una personcina del forum. De Luca che dice?
  15. Simpatica batteria oramai scarica dal freddo ... cosa pensa del quartetto cetra o di nilla pizzi per il giornalista mario fiume palestinese .... il mio porta lettere lo ignora come indirizzo cordiali saluti e resti al caldo, le batterie soffrono il freddo ed il gelo.
  16. è una questione di serietà e responsabilità, i politici lo sanno bene che andare contro corrente non porta a nulla, la serietà e per i più biechi, la responsabilità per gli allocchi. come potrebbero loro essere seri in una società in cui si va avanti a furia di raccomandazioni e bustarelle, in cui il business è più importante della vita degli altri, in cui il capitalismo la fa da padrone? se vogliono mantenere il potere, d'altronde, non altra scelta, per restare nella loro poltrona devono cedere, la cosa peggiore, è, che non sempre e non a tutti, avere un comportamento ambiguo gli pesa sulla coscienza.
  17. Ed quello che faccio io. Non ho ancora cambiato fornitore.
  18. anche dopo il trentuno dicembre dell'anno del giudizio ... NON esiste alcun obbligo di passare al mercato del libero imbroglio (o del imbroglio libero). Semplicemente enel ed altre società verranno messe all'asta e chi se le compera si porta a casa anche gli iscritti sino a quella data. Conviene NON cambiare gestore, restare con quello familiare, sarà così il nuovo subentrante a dovere fare delle proposte o delle offerte convenienti al cliente "storico" ... il cliente "storico" avrà così maggiore peso nel nuovo contratto.
  19. Stamane, scorrendo i vari notiziari locali e nazionali, ho appreso alcune *** a mio parere sconcertanti, che riguardano la scomparsa del campionissimo del calcio mondiale Maradona. A Napoli si sta preparando velocemente senza aspettare come da regolamenti ufficiali, il cambio di nome dello stadio di calcio S. PAOLO andando a definirlo Diego Armando Maradona. Sindaco e prefetto impegnatissimi a velocizzare le pratiche ( per l'esattezza, da regolamento il tutto dovrebbe avvenire almeno a 10 anni dalla scomparsa della personalità indicata) per far si che il tutto avvenga nel breve periodo. ( mai visto tanta premura per altre piu importanti situazioni da mettere in esecuzione). E sin qui.... forse .... Ma non solo. Si vuole intitolare la piazza antistante allo stadio sempre al campionissimo scomparso. E sin qui.... forse.... Ma poi in fondo al percorso la notizia che mi sconvolge di più è la messa in opera, anche qui velocemente, di una STATUA raffigurante il campionissimo. A questo punto credo che solo in questo Paese ed in particolare in una regione come la Campania possano accadere certe inimmaginabili..... sceneggiate ..... napoletane! Vedete cari amici. Quando si vuole e si ha la volontà di portare avanti certe populiste progettualità la burocrazia non esiste più anzi...... galoppa, eccome se galoppa. Magari qualche napoletano non è riuscito a salvarsi dalla pandemia in corso per inefficienza sanitaria storica ed attuale ma in fondo......
  20. Non c'è niente di strano in questa epidemia, si tratta di un epidemia pura e semplice se così la si può definire, un epidemia reale e con danni reali. Qualcosa di strano sicuramente c'è, ma nei personaggi che la gestiscono.
  21. Bene,questo conferma che in questa epidemia c'è qualcosa di strano,forse hanno veramente ragione i negazionisti? perchè chi sa non parla?
  22. anti influenzali, sempre ammesso di riuscire a farle, quelle gratuite per i "vecchietti" con più di 65 anni occorre il "consenso informato" così poi nel malaugurato caso che tu, nonostante la vaccinazione possa morire di una banale influenza. Così per prevenire situazioni difficili e spiacevoli, per la cronaca e la sanità mazionale enterai ufficialmente a far parte delle nutrita schiera dei morti per Covid.
  23. Ci sono migliaia di aziende che vendono tramite Amazon ed eBay, non so quanto vendano, ma se fanno da sole chiudono nel giro di pochi anni, sig fosforo.
  24. Mai se sentito parlare di un giornalista di nome Mario e di cognome Giordano? Di Milva e Dalida' dico che sono molto invecchiate, si auto da sabbia, colore fucsia.
  25. Uppiamo un po..
  26. Salvini in questo caso ha ragione da vendere anche se scopre l'acqua calda. Quello che conta non sono i nuovi posti di lavoro creati da Amazon in Italia, bensì la somma algebrica dei posti creati nel commercio on line e quelli distrutti nel commercio tradizionale. Secondo l'ISTAT nei primi 7 mesi del 2020: - 8,5% nelle vendite al dettaglio + 28,5% nelle vendite on line A soffrire sono naturalmente soprattutto i piccoli esercenti, ma le cose andranno sempre peggio, anche per le grandi catene di distribuzione tradizionale (che si stanno spostando anch'esse in Rete tagliando posti di lavoro nei centri commerciali). Qui a Napoli certe strade sembrano cimiteri di saracinesche abbassate e arrugginite, benché molti napoletani siano ancora affezionati al piccolo commercio. Se non si interviene con misure drastiche, entro la fine di questo decennio il commercio tradizionale non dico che sparirà ma sarà confinato in una nicchia di mercato. Sopravviveranno solo quello che vendono alimenti freschi, i locali della consumazione diretta (bar, ristoranti e simili se non li uccide la pandemia), barbieri e parrucchieri, forse i concessionari d'auto e qualche negozio nel settore lusso. Io la soluzione ce l'ho ed è molto semplice: raddoppiare (o in certi casi triplicare) l'IVA sulle vendite on line. Questo potrebbe almeno in parte colmare il vantaggio competitivo attualmente schiacciante dei colossi dell'e-commerce.
  1. Carica più attività

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963