Cerca nella Comunità

Mostra risultati per tag ''go''.

  • Ricerca per Tag

    Tag separati da virgole
  • Ricerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Virgilio Forum
    • Segnala Abuso
    • Disturbi dell'alimentazione
    • Politica
    • Attualità
    • Gossip
    • Amore e Amicizia
    • Donna
    • Cinema e tv
    • Musica
    • Passione Libri
    • Sport
    • Lavoro
    • Hi-tech
    • Scienza
    • Animali
    • Aforismi e Meme
    • Tempo libero
    • Viaggi
    • Ambiente
    • Trucchi & consigli
    • Off-topic
    • Regolamento
    • Archivio

11 risultati

  1. Prosegue la rincorsa del PD a Italia Viva. Quando due settimane fa Renzi annunciò che Italia Viva avrebbe presentato emendamenti migliorativi alla legge di bilancio, mantenendo i saldi finali, apriti cielo !! “Ecco la prova che lavora solo per darsi visibilità, a rischio di far cadere il governo!”, dissero con l’aria infondo compiaciuta di chi si da ragione da se , “ lo vedi come fa? E sempre lo stesso!”. Oggi il PD ha presentato circa mille emendamenti alla legge di bilancio. Visto il numero e la complessità del lavoro è presumibile che, mentre criticavano Renzi, si affrettavano a fare la stessa cosa. Lo vedi, dico io, che se arrivano lo fanno sempre dopo? Ma non vi siete stufati di rincorrere sempre qualcosa o qualcuno? Io mi ero stufato, sì. Ma perché? Perché sì! Stavolta lo dico io !! Saluti
  2. Se ci si imbarcherà, come è possibile, in una causa miliardaria dello Stato contro ArcelorMittal, ma nel frattempo non si riuscisse a trovare un nuovo investitore in grado di impiegare subito miliardi di euro, per dare , contemporaneamente , continuità alla produzione e portare a termine il piano di risanamento ambientale, non vedo altra via d’uscita che un intervento dello Stato sotto una qualche forma transitoria da definire. L’obbiettivo è solo uno: risanare davvero l’azienda, in sicurezza per i lavoratori e i cittadini, per tornare a cercare un compratore affidabile nel mercato, perché aziende in perdita non se le accolla nessun investitore. Soprattutto di questi tempi e in questo quadro internazionale. Se questa transizione fosse l’unica via d’uscita, occorrerà affidare l’ex Ilva ad un commissario , manager di altissimo profilo professionale. Che dire , un Marchionne dell'acciaio , da cercare, se necessario, anche all’estero e nel “privato”, senza lasciare spazio alla contrattazione politica dei curricola. In questa emergenza sarebbe inutile e dannoso inchiodarsi alle ideologie su statalismo o non statalismo. Saluti
  3. Il 20/6/2019 in 14:21 , fosforo41 ha scritto: Che Luigi Di Maio sia un ragazzo intelligente credo sia fuori di dubbio. Lo ha dimostrato, per esempio, nella sua esemplare campagna elettorale per le politiche del 2018 dove diede quasi 20 punti di scarto sia a Salvini che a Renzi. Scommetterei che in un test sul Q.I. infliggerebbe ad ambedue uno scarto analogo. Naturalmente Salvini e Renzi sono molto più furbi, più esperti, più ambiziosi e spregiudicati di Di Maio. E molto, ma molto, più populisti. Certo Luigi può e deve migliorare la sua padronanza del linguaggio. Probabilmente nella sua vita ha dedicato poco tempo alla lettura e ha frequentato per lo più persone semplici e di limitate capacità espressive.
  4. Il 16/3/2019 in 08:29 , fosforo41 ha scritto: Non è più un'ipotesi, gli esami dicono che Imane è stata barbaramente assassinata, ovvero condannata a una morte lenta e atroce, con un mix di isotopi radioattivi: un "lavoro" da costosi professionisti del crimine. Esecutori e mandante DEVONO pagare! La tecnica ricorda molto analoghi omicidi commissionati da un potente "amico" russo di un nostro politico.
  5. fosforo41 123 1410 messaggi Inviata 20 agosto, 2018 (modificato) · Ripeto: con la procedura di revoca di una assai rilevante concessione pubblica è la prima volta, ripeto LA PRIMA VOLTA in Italia, che una forza politica di governo va allo scontro frontale con un vero potere forte. E questo è un fatto STORICO. Io ricordo solo altri governi che si calarono le braghe perfino davanti alla potentissima lobby dei taxisti, o a quella dei tabaccai. Questa revoca, potrebbe essere l'inizio della fine per un capitalismo familista, parassita e ammanicato con la politica, che si sta divorando l'Italia. L'importante è rompere il ghiaccio, poi verranno altre revoche....., Modificato 20 agosto, 2018 da fosforo41
  6. Ahahahahahaha. Invece fino a 15 ore fa era ancora .... vivo !! Cerca fosforo41 Attività NUMERO MESSAGGI 1551 REGISTRATO 22 giugno, 2018 ULTIMA VISITA 15 ore fa fosforo41 è il vincitore del giorno luglio 21 fosforo41 ha pubblicato il contenuto con più like REPUTAZIONE FORUM 131Sono il Re del Forum Visualizza attività reputazione Su fosforo41 Rank Utente avanzato Compleanno
  7. 9 arresti Cosa Nostra . 5 avevano il reddito di cittadinanza ...Pronostico del Leopoldino azzeccato :” Sarà un regalo alla malavita ed al lavoro nero “
  8. Sembra proprio che le sardine delle imbarcazioni di migranti, tenute sotto sequestro da Salvini, in condizioni disumane ed estreme, si siano ribellate e moltiplicate, riempiendo intere piazze, libere di esprimere la loro indignazione contro la politica dell’odio, che un tale omino sta alimentando nel nostro Paese. Il male che si compie prima o poi torna indietro. Ora staremo a vedere se anche questa volta il Parlamento salverà Salvini, negando l’autorizzazione a procedere nei suoi confronti . Voglio sperare che questa volta Salvini possa spiegare le sue ragioni in un tribunale, con tutte le garanzie di legge, ma senza stringere Rosari tra le mani. Deve dimostrare una sola cosa: non lo spirito di umanità e misericordia per i disgraziati (che non possiede)ma soltanto di aver rispettato le leggi del suo paese. Se sarà assolto bene , altrimenti pagherà per i suoi errori. Qualcosa non va in questa disamina ? Saluti
  9. Dopo Bologna il Pd non si sposta a sinistra. L'orizzonte è più ampio Marina SereniPd - Vice Ministra agli Affari Esteri Zingaretti Tre giorni densi, impossibili da sintetizzare in poche righe. Però qualche considerazione si può tentare. Se, come credo, l’obiettivo di Nicola Zingaretti e del gruppo dirigente del Pd era quello di aprire una stagione completamente nuova nella vita del nostro partito e porre le basi per un campo democratico e progressista forte e plurale, allora credo si possa dire che l’obiettivo è stato raggiunto. Sottolineo i due verbi “aprire” e “porre le basi”. Non un approdo ma una partenza, non un’inaugurazione ma la posa della prima pietra di un edificio che deve essere bello, largo, accogliente,. 10 cose da fare (e sapere) sul Trentino aspettando le Olimpiadi 2026 CONTENUTO OFFERTO DA TRENTINO SVILUPPO Primo: un partito progressista non può fare a meno del dialogo sociale, del confronto con i sindacati, con il mondo delle imprese, con i mondi organizzati nella società civile. C’è qui un punto di rottura culturale da salutare positivamente. Dopo anni in cui si è teorizzata la disintermediazione, la crisi irreversibile dei corpi intermedi, l’inutilità del confronto per assumere decisioni dal governo, abbiamo esplicitamente riconosciuto il valore essenziale degli interlocutori sociali. E non è un caso che, dai leader sindacali al presidente di Confindustria passando per i dirigenti di Acli, Lega Ambiente, Arci, questa novità sia stata colta e sottolineata. Secondo: hanno parlato molte persone non aderenti al Pd, spesso voci critiche, e abbiamo potuto ascoltare contributi di tante competenze ed esperienze diverse. Abbiamo visto un bel po’ di facce nuove, bene. L’apertura del Pd verso tanti mondi che sono fuori di noi è un imperativo per dare credibilità e senso all’idea di un partito che vuole rimettere in moto l’Italia. Se vogliamo combattere la sfiducia nei confronti della politica dobbiamo coinvolgere forze nuove, dare spazio a chi ha voglia e capacità per mettersi in gioco, inventare nuove forme e strumenti di partecipazione. Solo così possiamo contrastare quella che Melloni intervenendo ha chiamato la “fascinazione dell’autoritarismo”. Vogliamo parlare a tutta la società italiana, vogliamo strappare alla destra quegli elettori che, a causa delle paure e delle inquietudini che la crisi ha prodotto e acuito, cercano protezione e speranza per il futuro.