pm610

  • Numero messaggi

    27863
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da pm610

  1. I sondaggi le hanno dato alla testa ops ma c'è ? Poi parla di confronto politico democratico TSO immediato prego...
  2. Mentre diretoinreto continua con le sue BUFALE sugli immigrati , STOMACHEVOLE si ignorano questi che si sono fatti che riguardano la vita di tutti... https://contropiano.org/regionali/piemonte/2019/12/20/torino-arrestato-assessore-regionale-per-ndrangheta-anche-lui-e-di-fratelli-ditalia-0122180?fbclid=IwAR0SG6Koy813mDCsiVPq-3z35mN6Div-NoxiXRiZXjkVAQYZEZ5dn_qv4rs Torino. Arrestato assessore regionale per N’drangheta. Anche lui è di Fratelli d’Italia
  3. Vale per il Tunnel da Berna al GranSasso , con i confini dell ' Emilia con Il Trentino ed i porti delle Marche o Novi Ligure che sta in Liguria ...
  4. tutto in silenzio sia mai...non è di sx , se lo fosse si salvi chi può... I ladroni che prima gli italiani Giuliano Pazzaglini, senatore della Lega ed ex sindaco di Visso, è stato rinviato a giudizio per truffa, peculato e abuso d’ufficio *** su questo sito web FANPAGE.IT Terremoto, truffa dei “pacchi solidali”: rinviato a giudizio il senatore della Lega Pazzaglini
  5. Se il virus tornerà sapremo con chi prendercela” dicono oggi i sovranisti riferendosi a immigrati e governo. Facciamo allora due conti. I dati appena resi noti dell’indagine seriologica condotta da Istat, Ministero della Salute e Croce Rossa hanno rilevato che il numero di persone che ha contratto il coronavirus in Italia è, in realtà, 6 volte la cifra accertata con i tamponi. Quindi non 260 mila, bensì 1,5 milioni di persone. Ovvero, per ogni persona infetta rilevata col tampone (perché magari ha avuto sintomi) ce ne sono state 6 asintomatiche che hanno avuto il coronavirus, sono state contagiose, ma non lo hanno mai saputo. Questo vuol dire che da mesi, anche dopo il lock down, decine se non centinaia di migliaia di italiani asintomatici, sono andati e vanno in giro con il virus addosso, senza nemmeno saperlo. Rischiando, inconsciamente, di contagiarne altri. In questi stessi due mesi, con questa impressionante mole di mine vaganti, un politico ha tenuto ogni giorno assembramenti in ogni angolo d’Italia. Centinaia se non migliaia di persone a cui ovviamente nessuno faceva test o tamponi all'ingresso, ma a cui lui stringeva e baciava mani, passava cellulari, toccava il viso. Ora. Quanti sono gli italiani attualmente positivi al virus e quindi potenzialmente contagiosi? Sono 12.482. Si tratta di cittadini a cui è stato fatto il tampone e che ora si trovano in isolamento o in ospedale. Ma abbiamo anche detto che per ogni positivo accertato e in isolamento, ce ne sono almeno altri 6 che sono positivi senza saperlo. E quindi, oggi, abbiamo circa 50 mila italiani positivi che vanno in giro inconsapevoli di essere potenzialmente contagiosi. Magari pure ai comizi. Ripeto: 50 mila. Sapete quanti sono, tra i 6 mila sbarcati a luglio, quelli risultati attualmente positivi? In realtà di preciso non lo sa nessuno, ma indicativamente parliamo dell’1,5%. Quindi appena alcune decine di persone. Ma esageriamo: facciamo centinaia. Ebbene, secondo voi a cosa dovremo una eventuale seconda ondata? Ai 50 mila italiani positivi che nemmeno sanno di esserlo e vanno comprensibilmente in giro, in discoteca e ai comizi? Ovviamente no. Sarà tutta colpa dei migranti. Che, a differenza di quanto avviene per i comizi, appena sbarcano vengono sottoposti a test e/o tampone, quindi individuati, isolati e controllati. O di qualcuno di loro che riesce a fuggire. In fondo si sa: un solo africano contagia più di 50 mila italiani. E’ scienza.
  6. Come non bastasse i virus che sta seminando , ovvero odio e paure e tante bufale che attecchiscono in menti labili e analfabeti funzionali Cervia 2020 In barba a tutte le norme covid. Salvini: "se riparte la pandemia sappiamo chi denunciare." Mi creda Senatore Salvini, lo sappiamo anche noi..
  7. Ma come fa a stare ancora in piedi , e i celoduri di cervello come possono ancora affidarsi a questo tizio ? in meno di 36 ore ha cambiato versione tre volte .... come fate a starci dietro alle sue FANDOGNE mente anche su SBARCHI e su contagi da galera se fosse un cittadino normale .... Dopo l'apprezzabile avvicinamento di ieri al mondo mascherine, alcuni chiarimenti extra quest'oggi dal diretto interessato. Discussioni soprattutto a proposito di "distanziamento sociale" Passo indietro di Salvini su RTL 102.5 a proposito di mascherine, aggiungendo che l'emergenza non c'è più oggi 4 agosto *** su questo sito web BUFALE.NET Dietrofront Salvini su RTL 102.5 parlando di mascherine: "Emergenza non c'è più, italiani sotto ricatto"
  8. “Se il virus tornerà sapremo con chi prendercela” dicono oggi i sovranisti riferendosi a immigrati e governo. Facciamo allora due conti. I dati appena resi noti dell’indagine seriologica condotta da Istat, Ministero della Salute e Croce Rossa hanno rilevato che il numero di persone che ha contratto il coronavirus in Italia è, in realtà, 6 volte la cifra accertata con i tamponi. Quindi non 260mila, bensì 1,5 milioni di persone. Ovvero, per ogni persona infetta rilevata col tampone (perché magari ha avuto sintomi) ce ne sono state 6 asintomatiche che hanno avuto il coronavirus, sono state contagiose, ma non lo hanno mai saputo. Questo vuol dire che da mesi, anche dopo il lock down, decine se non centinaia di migliaia di italiani asintomatici, sono andati e vanno in giro con il virus addosso, senza nemmeno saperlo. Rischiando, inconsciamente, di contagiarne altri. In questi stessi due mesi, con questa impressionante mole di mine vaganti, un politico ha tenuto ogni giorno assembramenti in ogni angolo d’Italia. Centinaia se non migliaia di persone a cui ovviamente nessuno faceva test o tamponi all'ingresso, ma a cui lui stringeva e baciava mani, passava cellulari, toccava il viso. Ora. Quanti sono gli italiani attualmente positivi al virus e quindi potenzialmente contagiosi? Sono 12.482. Si tratta di cittadini a cui è stato fatto il tampone e che ora si trovano in isolamento o in ospedale. Ma abbiamo anche detto che per ogni positivo accertato e in isolamento, ce ne sono almeno altri 6 che sono positivi senza saperlo. E quindi, oggi, abbiamo circa 50 mila italiani positivi che vanno in giro inconsapevoli di essere potenzialmente contagiosi. Magari pure ai comizi. Ripeto: 50 mila. Sapete quanti sono, tra i 6 mila sbarcati a luglio, quelli risultati attualmente positivi? In realtà di preciso non lo sa nessuno, ma indicativamente parliamo dell’1,5%. Quindi appena alcune decine di persone. Ma esageriamo: facciamo centinaia. Ebbene, secondo voi a cosa dovremo una eventuale seconda ondata? Ai 50 mila italiani positivi che nemmeno sanno di esserlo e vanno comprensibilmente in giro, in discoteca e ai comizi? Ovviamente no. Sarà tutta colpa dei migranti. Che, a differenza di quanto avviene per i comizi, appena sbarcano vengono sottoposti a test e/o tampone, quindi individuati, isolati e controllati. O di qualcuno di loro che riesce a fuggire. In fondo si sa: un solo africano contagia più di 50 mila italiani. E’ scienza.
  9. Certo se li togli questo argomento su cui dire e costruire una montagna di BUFALE che si bevono i celoduri di cosa potrebbero parlare ?
  10. Certo è che il marito , padre maschilista schifoso non ha idee di sinistra.... "Vorrei una pizza baby per mio figlio, all’indirizzo…”. No, quello che state leggendo non è il racconto di un vero e proprio ordine a domicilio. È la storia di Vincenzo Maria Tripodi, un giovane servitore dello Stato di 27 anni che, in appena due minuti e cinquanta secondi, è stato in grado di salvare la vita di una donna e del figlioletto dalla violenza e dalle botte del fidanzato. Siamo in provincia di Torino, è domenica sera e il 112 riceve una chiamata insolita. È quella di una madre, Angela, che, con la voce quasi rotta dal pianto, telefona alla Polizia per ordinare, almeno apparentemente, una pizza. In realtà lei e il suo bambino erano stati appena picchiati dal compagno a causa di un guasto del televisore. "Signora, lei sa con chi sta parlando?". Alla risposta affermativa della donna, Vincenzo Maria Tripodi capisce immediatamente che c'era qualcosa che non andava, che quella chiamata non era né un errore né uno scherzo. Inizia quindi a rivolgerle delle domande che possano prevedere solamente un "sì" o un "no" come risposta, compresa quella più importante: "Signora Angela, lei è in pericolo?". La chiamata si interrompe: nuove percosse, tra i lamenti e le urla della donna. L'intervento delle Forze dell'Ordine è immediato: in appena due minuti e cinquanta secondi, erano già lì, di fronte all'ingresso dell'abitazione, pronti ad arrestare quell'uomo e a fermare la sua barbarie. Grazie all'intelligenza di due persone straordinarie: di Angela, che ha avuto la prontezza, la fermezza e il coraggio di inventare questo escamotage, e dell'agente Vincenzo Maria Tripodi, che queste situazioni le aveva studiate in specifici corsi di formazione. Ci batteremo sempre, con la legge e con la cultura, affinché la violenza di genere e i femminicidi vengano estirpati per sempre dalla società. Mapi (Foto da Corriere della Sera)
  11. Certo se li togli questo argomento su cui dire e costruire una montagna di BUFALE che si bevono i celoduri di cosa potrebbero parlare ?
  12. Certo che la propaganda celodura fa molte vittime , cervelli all'ammasso...che dire il più civile e che certamente non ha nulla da imparare dal padre è il piccolo di 8 anni . Cavolo un bel esempio di vita civile ha avuto il piccolino come quello invitato dal coso sul palco a togliersi la mascherina non vi pare ? Grosseto: aggressione razzista sulla spiaggia. Mamady è un ragazzo di 25 anni. Da 4 anni vive in Italia, un lavoratore. In questo periodo di caldo voleva approfittare del suo tempo libero per trovare un po’ di pace e stare al fresco al mare come tutti. Il ragazzo, dopo aver poggiato il suo telo sotto un gazebo per stare un po' all'ombra, è stato insultato e picchiato da un bagnante. "*** qui non ci puoi stare, voi venite a stuprare le nostre bimbe, portate il covid19. Voi *** andatevene". Poi dopo le offese verbali è passato all'aggressione fisica con un pugno in faccia che subito l'ha fatto cadere a terra ferito. Interviene il figlio dell'aggressione, avrà pressoché 8 anni, chiede al padre di calmarsi e che tutti possono stare in spiaggia. Malgrado l'intervento delle persone sulla spiaggia, si è aggiunto il pugno di un amico dell'aggressore che era giunto poco dopo. Dopo l’intervento dei carabinieri e l’identificazione degli aggressori. Uno di loro si avvicina per fare pace e offrirgli il pranzo dopo averlo picchiato e umiliato. Violenza repressa e cattiveria gratuita. Vanno isolati e puniti perché non ci può essere alcuna tolleranza con gli intolleranti
  13. Certo se li togli questo argomento su cui dire e costruire una montagna di BUFALE che si bevono i celoduri di cosa potrebbero parlare ?
  14. Certo se li togli questo argomento su cui dire e costruire una montagna di BUFALE che si bevono i celoduri di cosa potrebbero parlare ?
  15. ma chi voleva quadri e statue con le nudità coperte era stato un maldestro dimenticato ?
  16. Dice Trump che chi usa la mascherina è un vero patriota. Dice Salvini che bisogna usare la testa (è credibile come un bradipo che ci insegna come correre lesti) e che bisogna mettere la mascherina nei posti chiusi. Contrordine camerati! La mascherina non è più la spada con cui il sovranismo combatte la sua sacra guerra contro l’ordine mondiale e ora di colpo si diventa tutti responsabili. Bellissimi i messaggi disorientati di quelli che hanno creduto al Covid come una messinscena e avevano trovato i loro falsi profeti. Non hanno mica capito che Trump, Salvini e compagnia cantante hanno come arma di propaganda quella di *** i complotti ma poi non hanno nemmeno il coraggio di cavalcarli davvero, con la faccia tosta di chi ci mette almeno la faccia. No, Salvini butta l’amo e poi lo ritira subito, giusto in tempo per pescare in superficie i pesci che abboccano. Non hanno idee: sono opinioni omeopatiche che durano il tempo di qualche mi piace su Facebook o di qualche retweet ma poi sono pronti a cambiare fronte se i sondaggi scendono. E così quando i collaboratori del Trump originale e del nostro Trump in versione discount gli hanno fatto notare che con questa storia della mascherina stavano perdendo voti (presumibilmente anche solo quelli dei malati, dei famigliari delle vittime e degli amici dei malati, che nel nord Italia e che negli USA sono numeri considerevoli) allora hanno inforcato la retromarcia. E così il loro bullismo suona ancora più goffo, più stonato, risibile e estremamente pericoloso. Avere dei leader di partito che come giochetto non fanno nient’altro che dire il contrario di quello che dicono i loro avversari politici li costringerà presto a affermare che il nero è bianco, che gli alberi hanno le ruote e che i tram crescono sotto i cavoli. Un trucco di propaganda talmente banale che li mostra per quello che sono: banalissimi propagatori di bufale che devono far credere che un nemico invisibili giochi tutto il giorno per portarli alla sconfitta. La retromarcia sulle mascherine è un manifesto politico: prima era tutto un “non usatele, non usatele, viva la libertà” e ora che si sono ammalati gli altri è tutto un correre ai ripari per salvarsi la pelle. Del resto il vero sovranista ha un’unica Patria: se stesso. E per la propria autopreservazione sono disposti a tutto, anche a apparire più ridicoli di quello che sono già stati. E continueranno così finché ci sarà una nuova bufala da cavalcare per fomentare un po’ di gratuita indignazione. (il mio editoriale per TPI)
  17. L’era salviniana travolge anche la Sardegna, che oggi vede approvata la legge del cemento. La giunta a targa Lega smantella il Piano paesaggistico regionale, introdotto dal centrosinistra e primo in Italia nel tutelare un principio di civiltà vietando la costruzione nella fascia dei 300 metri dalle coste. Sono tanti, troppi, i mega-progetti edilizi, al momento fermi, che potrebbero ripartire. A danno della fascia costiera, delle aree agricole, delle aree archeologiche e dei monumenti. Un patrimonio immenso e unico al mondo. Bene collettivo, di tutti gli italiani, ora minacciato dai costruttori che nell’isola hanno sempre visto profitto per sé, non per la comunità che la vive. La legge appena approvata di fatto estromette il Ministero dal processo di copianificazione, sana gli abusi e consente di ottenere nuove autorizzazioni edilizie. Tanti gli interessi economici in ballo. Poca la coscienza e il rispetto nei confronti dell’isola che si ritrovano a governare senza averne cura. Non serve essere ambientalisti per comprendere la gravità della decisione presa. Basta aver chiare le priorità di un territorio che fa i conti con disoccupazione e spopolamento per capire che la cementificazione è uno schiaffo in faccia ai sardi e a una terra la cui bellezza meriterebbe di essere tutelata e non svenduta.