diana-pi

  • Numero messaggi

    490
  • Registrato

  • Ultima Visita

Messaggi pubblicate da diana-pi


  1. Tutto il mondo piange Maradona dice Conte,  mica tanto, io perlomeno non lo considero un eroe e trovo la santificazione che si sta facendo davvero esagerata e fuori luogo, mi spiace certo, è morto presto forse per i suoi eccessi, ma questi eccessi li portava anche in campo, 
    Io credo che uno sportivo sia portatore di valori e quando questi valori vengono traditi nella competizione sportiva non sia certo da definire un eroe, Maradona tutti lo sappiamo era un cocainomane e scendeva in campo drogato o dopato è stato squalificato per due anni dai campi di calcio per questo. 
    Era un grandissimo calciatore ma esaltava le sue doti fisiche e mentali con sostanze quando era in campo, vi sembra davvero un eroe da celebrare come un mito dello sport?
    A me no, a questo proposito vi voglio raccontare una storia che lo riguarda, quando Maradona giocò per Pablo Escobar.
    Tutti sappiamo che Escobar è stato il più grande narcotrafficante di tutti i tempi, appassionato di calcio, invitò Maradona a giocare per lui quando era in galera, una galera dorata... Maradona stava scontando i due anni di squalifica dopo esser risultato positivo alla cocaina nei test anti-doping. La cifra offerta da Escobar era troppo alta per rifiutare., traggo dall'articolo qui sotto, poi se volete saperne di più leggetelo:
    "El pibe de oro dichiarò in seguito di aver accettato senza sapere per chi stesse andando a giocare e che si preoccupò molto quando si trovò di fronte ad una prigione. Insieme a lui c’era un altro campione sud-americano, il portiere Renè Higuita, lì per lo stesso motivo. Escobar accolse entrambi con calore e li accompagnò nel campo da calcio allestito nella prigione. Furono formate due squadre composte dai sicari del narcotrafficante: in una giocava Maradona, nell’altra Higuita... La mattina dopo l’argentino ricevette il suo compenso e se ne andò col saluto amichevole di Pablo Escobar."

    Qualche tempo dopo lo intervistarono su quell'episodio e lui disse: “Alla fine dei conti, Escobar fabbricava un prodotto clandestinamente e lo vendeva a gente che lo chiedeva, nessuno veniva obbligato, no? Non lo rubava a nessuno. D’altra parte, i politici vengono eletti e rubano il denaro al popolo, alzando le tasse  a una madre che compra il latte per i suoi figli. Quindi, chi è il peggiore eticamente?”

    Che ne pensate?

    https://www.vesuviolive.it/sport/calcio-napoli/243901-maradona-escobar/

    Maradona-Pablo-Escobar-600x450.jpg

     


  2. Iva Zanicchi annuncia così la morte per Covid del fratello Antonio: «Ciao fratello mio, ti ho amato come un figlio». 

    Anche lei ne era stata colpita ed era stata ricoverata in ospedale, ora sta bene ma aveva raccontato del contagio in famiglia, che anche i suoi fratelli si erano ammalati dopo una riunione familiare per la comunione di un nipote e che era preoccupata per le condizioni di uno di loro cardiopatico ancora ricoverato, Purtroppo Antonio non ce l'ha fatta.

    Mi spiace molto per questo grande dolore di Iva

    https://www.instagram.com/p/CIA6RncJHSj/?utm_source=ig_embed

    fratelloiva.JPG


  3. Hai detto bene, una dipendenza non è amore, è qualcosa che ti fa essere in balia di un altro, ti fa perdere la dignità, ti rende infelice, che aspetti a liberartene? Se non la smetti di pensare a lui, se non lo cancelli dalla tua vita non ti potrà piacere nessun altro, comodo per un uomo sposato avere una ragazza di 30 anni da usare a suo piacimento, ma tu? Ti sei chiesta cosa vuoi tu dalla vita? Chiudila, vedrai che ti cercherà, gli fai comodo, resisti non rispondergli e dimenticalo, riscopri la vita e l'amore di un uomo che ti rispetta


  4. Gianni Benardinello era conosciuto da tutti come Berni in Paolo Sarpi a Milano per il pane e le brioche che sfornava tutti i giorni. Quando è arrivato il Covid e il lockdown, aveva deciso di regalare i suoi prodotti a chi ne aveva bisogno.

    Aveva messo delle grandi ceste fuori dal negozio con questo messaggio "Per andare incontro a chi ha bisogno. Servitevi pure e pensate anche agli altri".

    Purtroppo però la seconda ondata di questo maledetto virus l'ha portato via. Aveva 76 anni.Milano, è morto per Covid Berni, il fornaio che durante il lockdown  regalava il pane ai poveri

    Cinquanta tipi di pane diversi ma un solo metodo per fare i biscotti su ricetta della sua bisnonna. Ora continuerà la sua famiglia, Samuela, una delle figlie, ha dichiarato che "papà sognava che Paolo Sarpi diventasse la strada più bella di tutta Milano. Lavoreremo anche per questo, dal nostro forno di famiglia".

    Un grande gesto veramente bello di solidarietà in questi tempi così difficili che ne pensi?

    Covid: è morto Berni, il fornaio del pane ai poveri in Paolo Sarpi a Milano
     

     


  5. Fabrizio Corona ha scritto la sua autobiografia: 'Come ho inventato l’Italia' e in una intervista per l'uscita del libro ha detto: "Se non fossi un dio, ora sarei, brutto, grasso, finito. Invece, continuo ad andare in tv e fare cinque punti di share, ogni anno faccio un marchio diverso e la gente lo compra e, se non fossi ai domiciliari, sarei ancora il più richiesto nei locali. Se tornassi a fare Fabrizio Corona sarei ancora un uomo da tre milioni di euro l’anno".

    Poi racconta di due albanesi che un giorno arrivano nel suo ufficio per un chiarimento su una somma di denaro e di un tale che lo informa su una pistola

    "Un tale mi dice che c’è uno pesante di una famiglia balorda che mi vuole parlare. Mi dice: sono venuti due albanesi per comprare una pistola e noi, prima di vendere una pistola, vogliamo sapere a che servirà. A che serviva? A spararmi. Immagino a gambizzarmi. Io penso che morirò ammazzato. Ho fatto sei anni di carcere, anche in quelli di criminali efferati. Ora, magari arrivano e dicono: prestami diecimila euro. E io: ‘sto cavolo. E questa è gente che se la prende. Tanti mi vorrebbero morto".

    Quanto ai suoi amori dice:

    "Sono progetti anche gli amori. Confondi le cose. Ti innamori degli altri che si innamorano della tua storia. Io, più Belén Rodriguez o Nina Moric diventavano famose, più le amavo. Ma ora so che non era vero amore. Se ami, non potresti fare quello che fai alle persone con cui stai. Tipo ho venduto le foto di me e Belén che facevamo l’amore alle Maldive e ho finto di cercare, disperato, chi aveva osato scattarle."

    Un delirio di onnipotenza e un cinismo che sgorga da ogni frase e atteggiamento, non guarirà mai, che ne pensi? Ti piace Corona? A me sembra una personalità criminale

    Corona e gli anni con Belen«Noi come Bonnie e Clyde» - Il Mattino.it

    Fabrizio Corona deve scontare di nuovo nove mesi passati in affidamento:  "Pronto a tutto anche a sacrificare la mia vita" - Il Fatto Quotidiano



     

     

     


  6. Tutti ne parlano, c'è chi si è già divorato tutta la mini-serie su Netflix e ne parla benissimo e chi la sta vedendo e ne dice altrettanto bene, stregato da lei la protagonista: Anya Taylor-Joy una splendida attrice che interpreta Beth Harmon un genio imbattibile fin da ragazzina al gioco degli scacchi.

    La storia già affascinante di per se, perchè la piccola Beth è orfana e impara a giocare a scacchi nell'orfanotrofio dove vive, di nascosto guardando e poi giocando con il custode, appassionato scacchista, poi prosegue tratteggiando una adolescente e in seguito una donna tormentata dai fantasmi del passato, non dico altro per non rovinare la sorpresa e il gusto di vedere questa serie con una attrice magnifica e una grande regia che vi terrà incollati allo schermo.

    Il tutto è condito da una grande cura nel rappresentare il gioco degli scacchi con espertissimi consulenti, grandi maestri come Bruce Pandolfini che ha insegnato ai membri del cast come giocare, prestando anche la sua visione e la sua esperienza di vita a favore di una rappresentazione molto realistica dei fatti narrati, dato che ha frequentato il mondo degli scacchi di alto livello negli stessi anni della storia.

    Sempre grazie a Bruce Pandolfini i creatori hanno avuto modo di avvalersi di altri esperti come Garri Kasparov il quale, “è probabilmente il più grande giocatore di scacchi di tutti i tempi. La cosa bella di Kasparov è che non solo si è consultato con noi sugli scacchi reali nello show, ma la sua autobiografia imita il personaggio principale”.

    Chi l'ha vista? Che ne pensate? Io l'ho proprio amata

    Qui il trailer:
    https://www.youtube.com/watch?v=Ya1MgSu8Pxc&feature=emb_logo

    La regina degli scacchi - Teaser e data d'uscita della nuova serie Netflix  | MegaNerd.it

    La Regina degli scacchi, la vera storia dietro questo capolavoro

    La Regina degli Scacchi: i look più belli della serie di Netflix

     

     

     


  7. E' successo in provincia di Bologna a Castel Maggiore, lui è positivo al Covid ma decide di andare a trovare l'amante, la quale sa della sua situazione di salute e siccome lui continua a suonare al campanello e insiste per entrare, lei chiama i carabinieri.
    Ora ha una denuncia per violazione di isolamento fiduciario e dovrà passare la quarantena in casa con la moglie dove lo hanno riaccompagnato i carabinieri... una prece... :-)

    Che ne pensi? Secondo me l'amante ha fatto benissimo, in un colpo solo si è liberata di un amante e di un incosciente egoista coi fiocchi

    (la foto non è dei protagonisti della vicenda)

    Tener hambre te hace más agresivo a la hora de discutir según estudio

    https://www.ilmessaggero.it/italia/positivo_covid_amante_bologna_carabinieri_ultime_notizie-5587346.html
     

     


  8. Non sapevo che dopo lo speronamento della nostra motovedetta, la Rackete, ex-capitana della 'Sea Watch' fosse tornata a una sua vecchia passione, l'ambientalismo.
    In Germania devono ampliare una autostrada e per farlo devono abbattere un bosco di querce secolari in Assia, il gruppo ambientalista di Carola ha quindi occupato una piattaforma nel bosco, dove tutti vestiti da pinguini, non ho capito il motivo... cercavano di bloccare questa operazione, hanno anche lanciato petardi e fumogeni contro la polizia, sono stati quindi fermati.
    La protesta era iniziata a settembre, in un video la Rackete denunciava la situazione in cui versano molte foreste del pianeta: "Qui la società civile ora dice basta! In Germania ci sono centinaia di progetti di costruzione di strade. E' insensato nel contesto di crisi climatica".

    Insomma dai migranti agli alberi, solo che in Germania li fermano prima che facciano danno, che ne pensi?

    Carola Rackete arrestata in Germania per l'opposizione all'abbattimento di  una foresta | L'HuffPost

    https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/germania-protesta-contro-il-taglio-degli-alberi-fermata-carola-rackete_25382521-202002a.shtml

     


  9. Il 9 Novembre in occasione del compleanno (80 anni) della madre Patrizia De Blank, chiusa nella casa del Grande Fratello, la figlia Giada è andata a trovarla e tutti hanno potuto vedere il suo attuale aspetto, Giada che ha 39 anni è notevolmente ingrassata e i social si sono riempiti di critiche per la sua trasformazione, anche commenti pesanti, vero e proprio body shamimg, ai quali Giada ha replicato così:

    “Giudico disumano offendere una persona perché in sovrappeso. Parolacce e insulti legati al mio presunto lievitamento derivano da un sistema in cui conta più apparire che essere. Non ci sto: sono una donna tutta vera. Io sono contenta di essere una curvy, nel senso che ho decolleté e sedere rotondi. Sono miei di natura perché non mi sono mai fatta ritoccare, a differenza di certe celebrità, vere o presunte, che ogni tanto perdono le protesi."

    Ha ragione che cosa odiosa, che ne pensi?

    Ecco come è cambiata

    giadaprima e dopo.jpg


  10. La storia della serata di violenza contro la ragazzina di 18 anni a Milano in casa del fondatore di Facile.it  Alberto Genovese, si fa sempre più incredibile: in quel palazzo abita anche Roberto Bolle étoile internazionale della danza che all'1.30 di notte, chiama la polizia per gli schiamazzi e la musica ad alto volume che non faceva dormire nessuno nel palazzo.

    Gli agenti vanno a bussare alla porta di Genovese e un cameriere li assicura che la festa è finita e se ne vanno, non  possono sapere o immaginare quello che sta accedendo in una stanza della casa, in quel momento la ragazza è in balia di Genovese che da ore le sta usando violenza. Pazzesco! Se solo fossero entrati a dare un'occhiata la avrebbero salvata da quell'orrore.

    Ora Genovese è in carcere, forse sono implicati altri uomini nella violenza e altre ragazze in altre occasioni la hanno subita in queste feste con droga e alcol, senza però denunciare.
    Intanto Facile.it ha comunicato che Genovese non ha alcun ruolo da loro è completamente estraneo all'azienda

    Case di ricchi che si sentono intoccabili, brava e coraggiosa la ragazzina di 18 anni che ha denunciato, ha salvato altre ragazze dalla furia di quest'uomo violento che usava droga per stuprare le ragazze che invitava alle sue feste. Che ne pensi?

    Alberto Genovese e la violenza sessuale alla festa: la polizia arrivò  chiamata da Roberto Bolle- Corriere.it

    https://www.today.it/cronaca/alberto-genovese-roberto-bolle.html

     

     


  11. Alberto Genovese, 43 anni, è stato arrestato a Milano per violenza sessuale, spaccio di droga e sequestro di persona.

    La vittima è una ragazza di 18 anni invitata ad una sua festa a base di droga e alcol. Alcuni testimoni hanno raccontato che “Alle sue feste c’erano sempre cocaina e 2CB a disposizione gratuitamente degli invitati”.  2CB è un droga che si ottiene mixando cocaina e anfetamine.

    La ragazza sarebbe stata drogata, chiusa in camera da letto, mentre un bodyguard sorvegliava la porta. Le violenze sarebbero andate avanti a lungo: la ha ammanettata, legata, e violentata, mentre gridava aiuto.

    La casa è piena di telecamere e l'imprenditore avrebbe chiesto ad un suo collaboratore di cancellarne le immagini consapevole di “aver esagerato”. Ma queste immagini sono state recuperate e costituiscono una prova importante.
    Siccome Alberto Genovese stava per scappare con un suo jet privato, lo hanno arrestato.

    Intanto Facile.it ha precisato che l'imprenditore ha lasciato l'azienda nel 2014 e non ha alcun ruolo al suo interno ne è suo proprietario.

    Quando fare una valanga di soldi e vivere di rendita ti porta a riempirti la vita di droga e abusi e ti fa delirare di onnipotenza... quelle povere ragazze, perchè non è stata la sola, resteranno segnate per sempre, che ne pensi? Un uomo giovane e ricco come lui avrebbe potuto avere tutte le donne che desiderava e invece... 
    Mi domando avranno arrestato anche la guardia del corpo che era dietro la porta, non ha soccorso la ragazza e ha impedito a chiunque di entrare?

    Un'altra giovane accusa Alberto Genovese di stupro | L'HuffPost
     

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/11/08/ragazza-drogata-stuprata-e-segregata-fermato-lex-ceo-di-facile-it-alberto-genovese-voleva-scappare-in-sudamerica-col-suo-jet-privato/5996017/
     

     


     

     


  12. Se ne è andata ‘Nonna Jana‘, la simpaticissima nonna diventata famosa grazie alle dirette social che il nipote Francesco era solito condividere. Era così simpatica che era diventata la nonna di tutti, si è quindi diffusa in un lampo la notizia della sua scomparsa con migliaia di manifestazioni di cordoglio 

    Il nipote aveva scritto: "Con la rabbia nell’anima e la tristezza nel cuore devo purtroppo dirvi che NONNA JANA non è più con noi. È doveroso ringraziarvi e se potessi lo farei di persona abbracciandovi uno per uno. Avete dimostrato tanto calore nei suoi confronti ad ogni sua apparizione in questo gruppo. Ieri sera le accarezzavo i capelli in quel letto d’ospedale e le ho detto che se era stanca poteva andare. So che l’amore che ci legava poteva farla stare ancora un pò con me, ma la dignità e l’anima vanno rispettate e se una persona è stanca bisogna lasciarla andare… Se ami devi lasciare andare 🖤Grazie a tutti"

    Qui potete rivedere i video della sua vita con il nipote, la conoscevate? Io si e mi mancheranno quelle simpatiche scene di quotidianità e di affetto nonna nipote.

    Buon viaggio nonna Jana

    https://www.facebook.com/francesco.battisti.31

    Fano piange “Nonna Jana”, la nonnina di tutti resa celbre dal web


  13. 15 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

    Visto che anche Bernie Sanders nel 2024 sarà troppo vecchio, mi auguro anch'io che l'America abbia la sua prima presidente donna. Ma in questo caso come chiameranno il marito? First gentleman? First lord o first che?   

    Forse semplicemente marito?


  14. Giorgio Palù, past president delle Società italiana ed europea di virologia ha detto in una intervista:
    "Ormai siamo nella seconda ondata di Covid-19: ma quanto durerà? Quando finirà? La premessa è che questo è il primo virus pandemico della famiglia dei coronavirus, quelli del raffreddore infatti sono con noi da millenni e fanno meno danni. Dunque ci sono molte cose che non sappiamo. Ma da virologo posso dire che, seguendo le mutazioni di Sars-CoV-2, in questi mesi è aumentata la contagiosità ma non la sua letalità, questo patogeno si sta adattando all'uomo: la letalità secondo tutti gli studi oscilla tra 0,25 e 0,6%. Certo dovevamo attenderci una recrudescenza del virus in autunno e preparaci: a gennaio-febbraio di solito c'è il picco di questi virus respiratori. Dunque, a situazione invariata, possiamo attenderci un incremento dei casi ad inizio anno

    E se c'è già chi preconizza una terza, una quarta o una quinta ondata, noi non abbiamo conoscenza di una pandemia che sia durata più di 2 anni. Lascio ai politologi le analisi sui provvedimenti, ma ricordo quello che abbiamo appreso dalla Spagnola del 1918, dall'Asiatica del '57, da quella di Hong Kong del '68 e dalla Suina del 2009: nessuna pandemia è durata più di 2 anni.

    Un pò di luce in fondo al tunnel? Che ne pensi? Comunque di Covid si continua a morire quindi attenzione a tutte le regole e proteggiamo i più fragili? I nostri nonni

    Covid, il virologo Palù: «Picco tra gennaio e febbraio, ma nessuna pandemia  dura più di 2 anni»


  15. E' morta a Milano di Covid che le aveva procurato una grave polmonite, Luisa Mandelli, la bellissima moglie di Crepax che con il suo caschetto gli aveva ispirato il famosissimo personaggio di Valentina. Aveva 83 anni.
    Bella, sempre elegante, con i capelli tagliati a caschetto dal parrucchiere Vergottini, era una Valentina in carne ed ossa ovviamente nell'aspetto non per la vita avventurosa che Crepax faceva fare al suo personaggio. E' stata la modella di Crepax e lo ha ispirato per molti racconti parlandogli dei suoi sogni.
    Conosci questo magnifico fumetto? Sapevi che la sua Valentina era stata ispirata dalla moglie? Ben diversa nella vita, moglie e madre dei suoi figli, piuttosto schiva e molto colta.

    Morta Luisa Mandelli, la moglie di Guido Crepax: aveva ispirato la « Valentina» dei fumetti- Corriere.it

    Covid: morta a Milano la moglie di Guido Crepax, era sua Valentina -  Gazzetta di Parma

    Valentina di Crepax, nudità e rivoluzione - Cinema - ANSA

    luisa mandelli valentina guido crepax morta

    Splendida Valentina: una vita con Guido Crepax - Il Mattino di Padova Padova

     




       
     


  16. Carmen e il marito lavorano, viaggiano per lavoro, vedono molte persone, con tutte le precauzioni e la distanza prescritte, ma la paura è tanta, quella di contagiarsi e di passarsi il virus, Carmen quindi ha detto in una intervista:

    "A Tale e Quale Show in Rai facevamo i tamponi tutte le settimane. Se anche uno di noi fosse risultato positivo tutto il programma sarebbe stato sospeso. Enzo Paolo in questo momento va spesso a Palermo per occuparsi della scuola di danza, dunque sarebbe rischioso darci anche un solo bacio. Certo, un po’ mi manca il contatto con mio marito, all’inizio abbiamo anche provato a baciarci con la mascherina ma ci sembrava di soffocare. Enzo Paolo ha anche provato a convincermi a farci delle carezze dopo aver igienizzato le mani, ma io sono una istintiva, tutte queste precauzioni rovinano il momento romantico".

    Quindi astinenza in attesa di momenti migliori. Che ne pensate? Riuscite anche voi se non vivete con la vostra compagna o fidanzato a non baciarvi neanche quando vi vedete, per precauzione?

    Carmen Russo in lacrime a Storie Italiane ed Enzo Paolo Turchi spiega  l'assenza della Bertè a Domenica In Televisione - Brevenews.com


  17. Luca Argentero e Cristina Marino per la prima volta mostrano sui social la figlia di 5 mesi: "Vi presentiamo la piccola Nina sperando che acquistiate qualche copia in meno di questi giornaletti.

    Come sapete parliamo poco in coppia, ma ci teniamo a condividere con voi un accaduto molto spiacevole che ci schifa e ci indigna. Nina è stata pubblicata in maniera molto esposta su un giornale, per la seconda volta. Un paio di settimane fa da Chi e questa settimana da Oggi. Avevamo deciso di fare quel che ca*** ci andava di fare, da madre e da padre siamo legittimati a farlo e secondo noi è giusto per nostra figlia.

    Probabilmente i giornali sono poco informati su cosa è giuridicamento corretto e cosa no. Il viso di un minore non deve avere due pixelini, non deve essere proprio riconoscibile, invece Nina in queste foto lo è.

    Ora abbiamo capito perché tante persone scelgono di pubblicare i propri figli, forse per evitare che ci sia un accanimento in questo senso. Siamo stati privati del diritto di decidere se farlo o meno. Vi presentiamo la piccola Nina sperando che acquistiate una copia in meno di questi giornaletti. Speriamo non accada più, condivideremo con voi un po' di più proprio per questo".

    Hanno ragione e probabilmente daranno battaglia legale, vedremo... per ora se volete vedere la piccola io la foto non la metto, andate sul loro social. 
    Che ne pensate?

    Argentero e la compagna mostrano la figlia sui social: "Schifati, costretti  a farlo". Ecco perché - L'Unione Sarda.it

     

     

     

     

     

     


  18. Céline Marie Claudette Dion è nata a Charlemagne (nel Canada francofono) il 30 marzo 1968 ed è cresciuta in una famiglia cattolica molto umile, ultima di 14 figli.

    Aveva la musica nel sangue e scrisse la sua prima canzone a 12 anni. Il suo produttore, René Angelil, rimase estasiato nel 1981 dal suo talento, al punto che ipotecò la casa per finanziare il suo album che ebbe subito un grande successo.

    René Angélil è stato anche il suo grande amore, si conobbero che lei aveva 12 anni, lui 38. La loro relazione è iniziata sette anni dopo, nel 1987.

    Celine e René si sono sposati il 17 dicembre 1994 a Montreal e hanno avuto 3 figli, qui con il marito

    Céline Dion tre anni dopo l'addio all'amato Rene Angélil: «Sono più forte  che mai» - Il Decoder

    Nel 2016 Angélil è morto e lei si è letteralmente disperata ha sofferto moltissimo ed è dimagrita in modo tale che molti hanno pensato fosse malata, oggi per fortuna sta bene.

    Ecco la foto di quando era ragazza, aveva i capelli castani e ricci, poi è passata al biondo e liscio

    c%C3%A9line-dion-trasformazione-ieri-oggi-cantante-titanic-638x425.jpg


    Sempre perfetta tanto che era  diventata la regina dello stile couture non solo per gli abiti ma per il suo look impeccabile, oggi sta seguendo la moda delle star over 50 di rivelare il loro lato al naturale.

    Celine ha liberato i suoi capelli ricci e io la trovo molto più bella di prima con i capelli lisci, non sembra una ragazzina? Che ne pensi?
    Celine Dion libera i suoi capelli ricci (e noi approviamo)

     


  19. Tiziano Ferro in una recente intervista parla di se e con poche parole fa un ritratto impietoso di quello che era:  “Alcolista, bulimico, gay, depresso, famoso. Pure questo, famoso, mi sembrava un difetto, forse il peggiore”.

    “Una sera la band mi convinse a bere. E da lì non mi sono fermato più. L’alcolismo ti guarda appassire in solitudine, mentre sorridi di fronte a tutti. Bevevo quasi sempre da solo, l’alcol mi dava la forza di non pensare al dolore e alla tristezza, ma mi portava a voler morire sempre più spesso.

    Non sono mai stato il primo della classe, ero anonimo, non bello, per niente atletico, anzi grasso, timido, i ragazzi mi chiamavano ciccione, femminuccia, sfigato. Aspettavo che qualcuno intervenisse per difendermi, ma non succedeva mai. Vivevo perennemente frustrato, incazzato e anche umiliato. Poi ho cantato per la prima volta e il mondo è cambiato”.

    Il potere di trovare dentro se stessi quello che si vuole fare, Tiziano era un cantautore e quando lo ha capito e ha cominciato a farlo, tutto è cambiato, la sua vita è cambiata, si è curato, è guarito, non beve più e ci offre delle meravigliose canzoni.
    Che ne pensi? 

    Tiziano Ferro vs Ministro Fontana - RDF

     


  20. Nina Zilli si è ammalata, lo ha scritto lei stessa mettendo in dubbio la  validità degli esami che aveva fatto: "Questi esametti sono un po' ballerini. Ma come facciamo a essere sicuri se anche chi come me si tamponava ogni 5 secondi? Li ho sempre pagati di tasca mia, raddoppiandoli quando andavo ospite in TV. Lo facevo per proteggere prima la mia famiglia e poi me. Sappiate che non ha funzionato. Credo di averlo preso a una cena perché al ristorante quando si mangia sono tutti senza mascherina. Vi consiglio di non andare al ristorante, di non stare più in luoghi affollati. Io mi sono messa in quarantena. Ma vi consiglio vivamente di dismettere la vita sociale questa e la prossima settimana. Ho fatto di tutto per non prenderlo, ve lo giuro. Ma sfugge al nostro controllo".
    La Zilli ha raccontato di aver avuto la febbre, di non sentire gli odori e di avere "dolori mortiferi alle ossicine".
    Auguri Nina! Che ne pensate della sua esperienza e consigli?

    Nina Zilli positiva al Covid: «Forse l'ho preso al ristorante, evitate  luoghi affollati»- Corriere.it
     


  21. Bertolaso aveva recentemente criticato la Ministra Azzolina per i banchi con le rotelle: “Sono una delle sciocchezze commesse questa estate, forse merita l’oscar per la sciocchezza”. E lo penso anche io, sono stati ordinati banchi inutili, scomodi, troppo piccoli, con i quali è vero gli studenti si divertono, ma a giocare all'autoscontro, non certo per la didattica.

    La Ministra in un suo recente intervento pubblico ne ha riparlato, con giustificazioni risibili, guardate voi stessi, prima dice che ordinando i banchi a rotelle hanno dato da lavorare a tante imprese, ma le imprese si potevano finanziare senza ordini inutili e facendo buttare via un sacco di banchi alle scuole.

    La cosa più assurda poi è come ha motivato l'acquisto a fini didattici: "Servono a lavorare in gruppo e a fare didattica innovativa e diversa rispetto a quella frontale per cui gli studenti sia annoiano a morte. La didattica frontale non funziona più”.
    Nessuno in quel frangente ha chiesto alla Ministra il motivo per il quale la didattica innovativa e non frontale non si potesse fare con i banchi già presenti nelle scuole, semplicemente spostandoli, non sono mica inchiodati al pavimento...

    In tutti i paesi europei, dove non hanno buttato centinaia di milioni di euro, per comprare banchi inutili, hanno adottato disposizioni diverse dei banchi per la sicurezza e il distanziamento, venuta meno quindi questa motivazione con decine di esempi, la Azzolina ha tirato fuori dal cappello il motivo del divertimento degli alunni...   
    Senza parole...  senti con le tue orecchie, che ne pensi?

    https://www.youtube.com/watch?v=wpJpesocdfI

     

    azzolinabanchi.JPG


  22. Purtroppo è appena arrivata una notizia tragica, a soli 52 anni è morta stanotte Jole Santelli Presidente della Calabria.
    Lo ha confermato il sindaco di Cosenza: la presidente Jole Santelli è deceduta nelle scorse ore. Secondo quanto emerso la governatrice, che proprio ieri era stata in Regione ed aveva avuto incontri istituzionali, si è spenta nelle scorse ore. Al momento non è chiara la causa che ha portato al suo decesso ma secondo i primi riscontri si sarebbe trattato di un arresto cardiocircolatorio. La governatrice, come è noto, era malata da tempo ed era affetta da una patologia tumorale e si trovava nella sua casa a Cosenza.

    Jole Santelli aveva 52 anni ed era presidente della Regione Calabria dal 15 febbraio 2020. Deputata dal 2001 al 2020, è stata sottosegretaria di Stato al Ministero della giustizia dal 2001 al 2006 nei governi Berlusconi II e III, nonché sottosegretaria al Ministero del lavoro e delle politiche sociali da maggio a dicembre 2013 nel Governo Letta.

    Sono davvero dispiaciuta, grande e coraggiosa donna, sono sicura che sarà molto rimpianta da tutti i Calabresi

     

    Jole Santelli: "Mi spiace per Conte, ma apro i bar e chiudo i confini" |  L'HuffPost

     

    https://www.quicosenza.it/news/calabria/376226-ultimora-e-deceduta-la-presidente-della-regione-calabria-jole-santelli

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963