diana-pi

  • Numero messaggi

    564
  • Registrato

  • Ultima Visita

Messaggi pubblicate da diana-pi


  1. Leggo su un blog che: "C’è una donna, bionda, magra, di mezza età, completamente nuda e scalza che da qualche giorno gira nel centro di Milano, da piazza Scala per poi andare verso il Duomo. Fa il suo giro e sparisce, forse trovando riparo dove spesso sostano i senzatetto, che magari le hanno sottratto i vestiti.

    Non si tratta di un’esibizionista, che vuole sfondare sui social, ma pare essere una persona che non sta bene e che ha bisogno di aiuto: gira spaesata, persa, sembra anche impaurita.

    Le foto e il video sono state postate sulle pagine facebook di MilanoBellaDaDio (independent media, Il bello e il brutto di Milano in un’unica pagina). Com’è possibile che la povera donna giri spogliata senza meta tra passanti e turisti increduli? E nessuno se ne occupa. La denuncia corre ormai sul web: «Aiutatela». Non avrà una casa? Qualcuno la starà cercando? È sola e malata?"

    Ma come si fa a non soccorrere subito una donna in tale difficoltà? Cosa sta succedendo a Milano? Meno male è partito un passaparola Social vediamo se si smuovono, poveretta..
    donnanudamilano.JPG 
     


  2. Mario Balotelli, ha due figli: Pia, 9 anni, nata dalla relazione con Raffaella Fico, e Lion, che ha avuto nel settembre del 2017 dalla ex fidanzata Clelia svizzera di origine.

    In questi giorni Balotelli si è espresso molto duramente contro la madre del suo secondo figlio Lion, tutto si è svolto sui social dove Mario ha scritto: “La legge dovrebbe impedire alle donne interessate ai soldi di avere bambini contro il volere degli uomini solo per avere denaro, questo è diabolico, triste e immorale. La famiglia nasce dall’amore e non dalla convenienza. Se tu sei single, ti diverti e non puoi provvedere a te stesso, non usare terze persone come un bancomat, trova un lavoro prima di avere figli. Anche se la legge a volte non è giusta, Dio lo è… E la punizione alla fine sarà eterna."

    Clelia ha subito risposto: “Non ha rispetto delle madri. L’unica cosa che fa, è mentire. Sono una sua vittima fisicamente e mentalmente… Non si ferma mai”.

    Anche con Raffaella Fico c'erano state tante liti, Balotelli non voleva riconoscere la bambina e lo aveva fatto solo in un procedimento giudiziario. Ora con la Fico i rapporti sono buoni speriamo tornino ad esserlo anche con Clelia per il bene di Lion

    ballotelliclelia.JPG
     


  3. E' il nostro allenatore della nazionale, Roberto Mancini ci ha portato a vincere gli Europei ed è davvero sexy, ma per essere così a 56 anni ci vuole molto lavoro, non è mica gratis una tale forma fisica...  beata la moglie, oggi Mancini è sposato con una bella avvocatessa: Silvia Fortini ma ha avuto un precedente matrimonio con Federica Morelli e tre figli: Filippo,  Andrea e Camilla. 

    Soprannominato il Mancio, è stato uno dei migliori centrocampisti offensivi nella storia del calcio italiano

    Tra il 1984 e il 1994 ha fatto parte della nazionale italiana.
    Appena ritiratosi dal calcio è rimasto nei quadri della Lazio e nel 2000 ha iniziato la carriera di allenatore come vice di Eriksson, vincendo subito la Supercoppa italiana al fianco del tecnico svedese e poi una serie di successi fino a quello di ieri agli Europei

    Ecco il Mancio, ditemi se c'è un allenatore più bello di lui...

    mancini1.JPG

     

     


  4. Certi video o selfie estremi sono costati anche la vita a chi aspirava a diventare influencer e purtroppo si è messo in situazioni di pericolo per avere più like e ha avuto incidenti gravissimi, ma quello che è accaduto a Giulia Provvedi è uno di quegli incidenti stupidi dalle conseguenze pesanti, una di quelle cose che a ricordare le raccomandazioni delle mamme... non sarebbe accaduta... mai correre con una bottiglia di vetro in mano!

    Una delle Donatella’s invece, voleva girare un video ironico per Instragram e correva sulla spiaggia con una bottiglia di birra in mano, è caduta in terra e ha sbattuto la bocca contro la bottiglia rompendosi un dente, quello che si vede per primo quando si sorride.. per fortuna la bottiglia non si è rotta altrimenti la avrebbe pure ferita in viso

    È lei stessa a mostrare le conseguenze della caduta: un dente rotto e continua a scherzare: "La mia situazione sentimentale del 2021 in un video"

    Ora tante spese di dentista e spero che abbia imparato la lezione, che ne pensi?

    provedibirra.JPG

    provvedidenterotto.JPG


  5. Quando tutti scappano dalla spiaggia, lei va e si gode il mare in tempesta e il cielo grigio, dice che è: “lo spettacolo gratuito più figo dell’universo”.
    Ha un fisico invidiabile a 44 anni è perfetta in bikini e regala corse e selfie anche del lato B, è davvero bellissima magra, tonica, non è solo dna, alla sua età non più giovanissima c'è una grande cura e lavoro in palestra per una tale forma

    Si alza il vento… inizia a piovere, il mare si agita e prende una forma magnifica. Lo temo molto lo rispetto e mi attrae come se fosse un magnete!” scrive Michelle 

    Fisico atletico, addominali scolpiti, “ciapet” d’acciaio… grande Michelle! Che ne pensi?

    michelle1.jpg


  6. Luis Enrique da calciatore è stato un grande centrocampista ha vinto numerosi campionati, due Liga, due coppe di Spagna  una supercoppa UEFA e anche una Olimpiade.
    Nel luglio 2018 è stato nominato commissario tecnico della nazionale spagnola e si è dimesso inaspettatamente a giugno del 2019 per motivi familiari, solo dopo si saprà che lo aveva fatto per stare con la figlia Xana, di 9 anni che combatteva una grave forma di tumore osseo,  purtroppo la bambina non ha vinto la sua battaglia e per Enrique è stato un lutto terribile, ma ha saputo rialzarsi ed è tornato ad allenare la nazionale spagnola.
    Enrique ha rivoluzionato la squadra puntando su giocatori giovani e non ha sbagliato: la Spagna ha un incredibile possesso palla ed è fortissima, lo abbiamo visto nella semifinale con noi, ma abbiamo anche visto un Luis Enrique che ride e abbraccia i giocatori Italiani, che stempera le tensioni, un vero signore del calcio, che, nonostante la sua squadra abbia dominato ma perso ai rigori, ha detto a fine partita che farà il tifo per noi alla finale con l’Inghilterra.

    Insomma un grande giocatore e allenatore ma soprattutto un grande uomo, un uomo che ha conosciuto il dolore vero e ha saputo rialzarsi sapendo quali sono le cose davvero importanti della vita, che ne pensate?

    Questa bellissima vignetta è per lui, la stanno condividendo tantissimi sui social.  Chapeau Luis.

    enrique.jpg


  7. Ormai non ci si salva più dalle videocamere, una coppia di turisti austriaci credevano di essere totalmente isolati in alta montagna nel Parco Nazionale delle Nock Mountain (la catena montuosa più occidentale e più alta delle Alpi Gurktal, in Austria) ma c'era una webcam, che non hanno visto quando si sono lasciati travolgere dalla passione e si sono spogliati e hanno fatto sesso sul prato.

    La webcam trasmette in diretta scatti fotografici ogni 20 minuti, quindi sono state trasmesse tutte le evoluzioni del momento di passione da quando ammiravano il panorama seduti a quando si sono sdraiati poi spogliati ecc...  E quei venti minuti di foto sono stati messi in rete da qualcuno che seguiva la webcam e si è accorto di quello che stava accadendo, i poveretti ignari di tutto sono finiti in un video virale sequenza delle foto scattate, riconosciuti e individuati dalla polizia non sono stati sanzionati, perlomeno quello, poveracci, che ne pensate?

    webcam1.JPG
     


  8. Giuliana Danzè, la giovane cantante di Benevento che ha partecipato a All together now 2 e The Voice, ha pubblicato un video su fb per far vedere come la ha ridotta il suo fidanzato che la ha riempita di botte picchiandola in faccia e addosso, ha lividi dapertutto.
    Lei stessa dice che l'immagine è forte, magari potrebbe dare fastidio a qualcuno, ma lo fa per dare un esempio a tutte le donne che subiscono queste violenze e quando vanno al pronto soccorso dicono di essere cadute... la speranza è che trovino il coraggio di denunciare per uscire dalla spirale della violenza: "I social vengono utilizzati impropriamente da tante persone, io oggi voglio metterci la faccia per denunciare pubblicamente quanto mi è capitato. 

    Volevo ricordare che l’amore non è violenza, è sostegno reciproco. E ricordate che non è colpa vostra, io non mi sento in colpa, non ho nemmeno paura, che mi spaccassero la faccia un’altra volta. Lotterò affinché nessuna persona si senta come me. La violenza, psicologia e fisica, non dovrebbe esistere per nessuno. 

    Spero che il mio coraggio sia di ispirazione. Sto guarendo velocemente perché dentro di me ho una forza che va contro ogni logica e ogni legge. Amatevi, rispettatevi e non abbiate paura: io tornerò più forte di prima, piena di amore e di voglia di vivere e tornerò a cantare e a vivere la musica ancora con più passione. Ricordate che chi resta in silenzio è complice, chi non parla è complice. Siate forti, che le vostre anime possano purificarsi. E a tutte le donne: credete in voi stesse e non abbiate paura".

    Spero molto che il suo appello e il suo coraggio siano di esempio, che ne pensate?

    danzè.JPG

     

     

     


  9. Renzi e famiglia in vacanza in un superyacht, che a comprarlo costerebbe quasi due milioni di euro ma lui lo ha affittato e sta facendo una crociera con tutta la famiglia fra le isole pontine, Capri e Ischia, posti da sogno.
    Lo hanno paparazzato in costume insieme alla moglie Agnese che è in splendida forma mentre lui un pò meno... la pancia deborda dal costume azzurro che indossa

    Con loro ci sono anche i tre figli di Renzi, Francesco, 20 anni, Emanuele, 18 anni, ed Ester, 16. Il primogenito è una promessa della Pistoiese Calcio 

    Insomma Renzi dovrebbe forse leggere meno il giornale e fare più sport con la moglie che fa grandi nuotate e sta davvero molto bene fisicamente, che ne pensi?

    renzicapri.JPG


  10. La storia del bimbo del Mugello ha molti aspetti da chiarire, il primo è che i genitori hanno dichiarato di averlo messo a dormire e che lui arrivava a malapena alla maniglia delle porte si è alzato ed è uscito di casa, ma come ha fatto un bambino di 21 mesi, di meno di 2 anni a mettersi e chiudersi quei sandaletti con i quali è stato ritrovato? Chiunque abbia avuto un figlio può ricordare cosa riesce a fare a 21 mesi e almeno il mio non ci riusciva di certo, provate a pensare a un bimbo piccolo che si sveglia la notte e va in cerca della mamma, scende dal letto a piedini nudi non pensa certo e non riesce a mettersi quel tipo di scarpe.
    C'è un'altra cosa incredibile in questa storia: 2 genitori che si accorgono a mezzanotte che il bambino è sparito e chiedono aiuto solo la mattina dopo, abitando in un posto impervio in mezzo ai boschi con animali e dirupi il padre ha dichiarato che lo hanno cercato loro, non rispondeva e hanno pensato che si fosse addormentato in qualche prato e aspettato la mattina dopo, una cosa folle, insensata e assurda così come sembra un miracolo che un bambino così piccolo possa sopravvivere due notti in un dirupo senza mangiare e bere.
    Io sarei impazzita dalla preoccupazione e avrei allertato tutte le forze possibili per cercarlo subito e voi? Che ne pensate?

    sandalimugello.JPG


  11. Mi ricorda la storia piuttosto squallida di Brosio con la giovane in cerca di notorietà che dopo molte comparsate dalla D'Urso dove giurava di essere innamorata di un uomo che poteva essere quasi il nonno, ha rotto la relazione, si vede che il suo obiettivo era stato raggiunto... ora vediamo che succede per questa storia dove Amedeo Goria, 67 anni, dice di aver trovato l'amore con una modella, fra i due ci sono 31 anni di differenza ma lui in una intervista ha dichiarato: "La differenza d’età non è un problema, soprattutto per l’intimità. Lo facciamo cinque volte in un giorno. Posso ritenermi fortunato perché l’età non ha intaccato la mia virilità"

    Lei si chiama Vera Miales ed è una modella moldava e vorrebbe un figlio, ma lui ha svelato: "Pensava di essere rimasta incinta ma non era così. Me ne ha parlato e mi ha detto che vorrebbe un figlio con me, ma io le ho risposto che, se questo è il suo desiderio, dovrebbe cercarsi un altro uomo. La paternità per me è un capitolo chiuso"
    E poi specifica: "Toglietemi tutto ma non la possibilità di tradire! Non sono capace di essere fedele"

    Insomma a 67 anni si comporta come un ragazzino sotto tutti i punti di vista... che ne pensate?

    goria.JPG


  12. La figlia maggiore di Cesare Bocci si chiama Mia ed è una splendida ragazza, il padre è uno degli interpreti più amati in Italia è Mimì Augello vice del commissario Montalbano, ma ha una storia di vita molto complicata e difficile perchè poco dopo la nascita di Mia la madre è stata colpita da grave un malore, che l’ha condotta al coma, per quasi un mese, per una embolia post parto. 
    Così ne ha parlato Cesare Bocci: “Dani rimase in coma per 20 giorni, poi due mesi in neurologia, infine in una clinica di riabilitazione. Non riusciva neanche ad alzarsi. Ma, a dispetto di ciò che dicevano i medici, ero sicuro si sarebbe ripresa, so che è una combattente” . Nei primi anni di vita di Mia quindi si è occupato lui a tempo pieno della bambina mentre la moglie lottava per riprendersi. In seguito la coppia ha avuto un altro figlio: Filippo

    Una storia bellissima di vita dura e di tanto amore familiare, che ne pensi?

    mia bocci.JPG

     


  13. Nel giugno del 1981 accadde una tragedia che tenne incollati davanti alla tv milioni di Italiani per 3 giorni:  Alfredino Rampi, un bimbo di 6 anni cadde in un pozzo artesiano a Vermicino, e per 3 giorni lo sentimmo piangere sempre più flebilmente mentre alcuni uomini cercavano di raggiungerlo per tirarlo fuori ma purtroppo non riuscirono e il bimbo morì. La Rai a un certo punto decise di chiudere la diretta ma fu subissata di proteste e dovette ripristinarla, così tutta Italia assistette alla tragica fine di Alfredino mentre sperava di vederlo uscire vivo da quel fango.

    La madre di Alfredino dice oggi che:  "manca ancora a livello diffuso la cultura della prevenzione in Italia". 

    Franca ebbe un comportamento in quei giorni che tanti non compresero, dice uno psicanalista: "Anche se in realtà Franca Rampi davanti a quelle telecamere non accettò di esibire il proprio dolore e proprio per questo fu trattata male da una certa stampa conformista dell'epoca. Reagì al dolore con grande forza: fece subito un appello per mobilitarsi come cittadini e istituzioni, fondò dopo poco l'associazione a nome del figlio perché nessuna mamma dovesse vivere il dramma che aveva vissuto lei. Fu l'unica diretta di tre giorni che raccontò davvero la realtà: in cui si vide la confusione, la disorganizzazione, la pressione psicologica sui soccorritori e il paese ne rimase traumatizzato. Fu davvero un racconto della realtà, mentre i reality oggi sono solo finzione".

    Ma come ci ha mostrato la strage della funivia del Mottarone, Franca Rampi ha proprio ragione, manca ancora la cultura della prevenzione, mentre dopo Vermicino sono molte migliorate le procedure del soccorso, siamo bravissimi nel soccorso ma ancora c'è molto da fare sulla prevenzione, che ne pensi?

    alfredino.JPG


  14. Sabina Began ha fatto una intervista esplosiva qualche giorno fa su rai2 nel programma "Le Belve", la ricordate? Era stata soprannominata l'ape regina, perchè si diceva fosse l'amante preferita di Berlusconi, è stata condannata a 1 anno e 4 mesi di reclusione per induzione e sfruttamento della prostituzione in relazione allo scandalo escort.

    Nel 2012 dichiarò: "Sono innamorata di Berlusconi e voglio un figlio da lui". Nell'intervista ne ha parlato a lungo:  "Io gli ho detto che mi sarebbe piaciuto avere un bambino. “sto con te ,non sto con altri uomini, sei solo tu il mio uomo”. E lui mi ha detto “sì sarò io il padre”. Siccome non avevo più rapporti con lui, non facevo più sesso perché gli avevo detto che non mi avrebbe più toccata, lui mi ha rispettata. Perché io avevo dato un morso a una delle ragazze sul seno gli ho quasi staccato un capezzolo dalla gelosia. Lui mi ha detto “ma perché lo hai fatto? “Perché sono arrabbiata e adesso non mi toccherai ma più”. E non mi sono mai più fatta toccare però volevo fare questo figlio con lui". 

    La conduttrice Francesca Fagnani allora le chiede:  "Però insomma la domanda è che sicuramente lei lo voleva e sicuramente era una proiezione e un momento disperato per lei. Però non è mai esistito questo bambino?". 
    Ma la Began insiste e dice di aver tentato con la fecondazione artificiale: "Lui me l’ha fatta fare, mi ha organizzato tutto ma poi non è andata. Io mi sono fatta fare tanti ormoni, ero diventata gonfia poi piangevo giorno e notte perché questi ormoni mi facevano diventare pazza. Però lui è stato meraviglioso, lui prima mi diceva sempre bugie, con tanti “non posso…”. Ma nella fase in cui cercavo di restare incinta mi riceveva tutti i giorni, si prendeva cura di me. 
    L'intervistatrice chirisce: "Comunque era un'eterologa, non c'entrava niente Berlusconi" e la Began risponde: "Sì, ma lui mi aveva detto che sarebbe diventato suo figlio", 
    L'attrice ha poi parlato di quanto si drogava e di come è cambiata oggi che segue un percorso spirituale, è diventata mussulmana e dice di non avere avuto più uomini da anni, termina l'intervista scoppiando in un pianto dirotto. Hai visto l'intervista? Che ne pensi?
    Ecco come è oggi...

    began.JPG

    began1.JPG





     


  15. Sono stati arrestati questa notte a Verbania il gestore dell’impianto Luigi Nerini, titolare della Ferrovie del Mottarone, il direttore dell’esercizio Erico Perocchio e il responsabile del servizio, l’ingegnere Gabriele Tadini per  omicidio colposo plurimo, disastro colposo e rimozione degli strumenti atti a prevenire gli infortuni aggravato dal disastro e lesioni gravissime, sulla cabina precipitata era stata messa una “forchetta”, cioè un dispositivo che disattiva il freno d’emergenza per ovviare a un guasto più grave che avrebbe altrimenti impedito la riapertura dell’impianto, pensando che il cavo non si sarebbe rotto hanno deciso di mettere una “forchetta” che divaricava le ganasce dei freni. Un rimedio che ha permesso di rimettere in attività la funivia, nonostante ci fossero delle anomalie che avevano bisogno di un intervento lungo, un blocco di alcuni mesi dell’impianto
    Che gli vogliamo fare adesso a questi criminali che hanno provocato la morte di 14 persone? La galera non lenirà mai il dolore enorme dei loro parenti e amici, mentre scrivo mi sale una indicibile rabbia, avevano la responsabilità della vita di tutti quelli che sono saliti su quella cabina e se ne sono fregati per qualche corsa in più
    mottarone.jpg


  16. Violentatore vigliacco, uomo della peggiore specie, incontra ragazze con l'inganno, le narcotizza e le stupra quando sono totalmente indifese, questo ha fatto e chissà quante altre volte, un famoso imprenditore di 50 anni di Milano Antonio Di Fazio amministratore della Global Farma. Naturalmente immortalava le sue vittime con foto ed è per questo che dopo la denuncia di una ragazza di 21 anni, i carabinieri hanno visto che le vittime sono molte di più e le hanno invitate a denunciare, sarebbero almeno altre quattro e non sono state ancora identificate. Di Fazio aveva in casa anche una pistola finta, un lampeggiante e un tesserino del Ministero dell’Interno. 

    Nel suo cellulare c'è una galleria fotografica, è scritto nell’ordinanza di misura cautelare del gip, «degna di un novello Barbablù».

    Le indagini sono partite dalla denuncia di una studentessa universitaria di 21 anni che aveva raccontato di essere stata invitata ad un incontro di lavoro tra imprenditori per uno stage e di aver perso completamente i sensi dopo aver bevuto un caffè. Si era risvegliata a casa stordita e con addosso i vestiti indossati la sera precedente.

    Durante la perquisizione in casa dell’uomo sono state trovate, nascoste in una nicchia a scomparsa della cucina, due confezioni di un ansiolitico della famiglia delle benzodiazepine e tutto il resto.

    Ora confido che le altre ragazze trovino il coraggio di denunciare questo delinquente. Che ne pensi?

    violentatore.JPG
     


  17. Sandra Milo ha oggi 88 anni ed è ancora bellissima, ha avuto una vita incredibile, forse non tutti sanno che è nata a Tunisi da padre siciliano e madre toscana e ha trascorso l'infanzia a Vicopisano, borgo medievale poco distante da Pisa, dove frequentò le scuole elementari Nel 1948, a 15 anni, sposò il marchese Cesare Rodighiero e rimase incinta, ma il bambino morì alla nascita  I due si separarono dopo 21 giorni dal matrimonio  e poi il cinema a 22 anni e la carriera che tutti conosciamo, oggi ci confessa dettagli dei suoi due grandi amori: Craxi e Fellini.

    Dice Sandrocchia: "Craxi era un uomo molto impegnato, ma la tenerezza invece richiede tempo, però aveva il tempo per l'amore, in questo non si risparmiavaUn amante con la A maiuscolaPerò io, a mia volta, ho sempre preferito amare perché amare mi fa sentire bene."

    E così Sandra è tornata con Federico Fellini, per 17 anni: "lui, ambito da tutto il mondo è venuto a casa mia a implorarmi di essere Carla nel suo 8 e1/2. Io ero in un momento in cui non me la sentivo di ritornare nel cinema, ma non ho potuto resistergli. Tutti lo additavano come quello che cercava sempre le donne con grandi seni, grandi sederi, come se fosse stata una persona attratta solo dal sesso: ma non è vero, nei suoi film lui sa far intendere tanto, tutto, ma non si vede quasi niente di volgare, mai un bacio che non sia a stampo. Solo una grande sensualità. Sapeva suscitare bellezza, desiderio, senza mostrare l'atto che porta al piacere. In che senso? Niente sesso? 'Diciamo diverso da Bettino' "

    Sarebbe da scriverci un libro... che ne pensi?

    milocraxi.JPG

    Gli amori per Craxi e Fellini, la fama e le difficoltà della Milo - Tiscali  Spettacoli

     


  18. Colpo di scena nel caso Grillo:  il presidente del tribunale di Tempio Pausania sarebbe stato iscritto sul registro degli indagati per violenza sessuale ai danni di una collega giudice.
    Si legge sul Giornale che fra Giuseppe Magliulo e la sua collega, sarebbe in corso una battaglia giudiziaria di competenza della Procura di Roma e pare che se ne stia occupando anche il Consiglio superiore della magistratura per un eventuale provvedimento disciplinare.
    Intanto la giudice si è fatta trasferire dalla sede sarda.
    Quello che fa riflettere, al di là delle responsabilità tutte da accertare, è se sia opportuno che un tribunale dove si svolgerà un delicatissimo processo per violenza sessuale di gruppo, quello di Ciro Grillo e dei suoi amici, venga guidato da un magistrato sotto accusa per molestie sessuali. 
    Negli ambienti giudiziari galluresi in molti si domandano questo, che ne pensate?

    tribtempio.JPG


  19. Che fine ha fatto Silvia Romano? Dopo un anno dal suo rientro in Italia, liberata alla fine di un lungo rapimento, si era allontanata da Milano con la famiglia andando a vivere fuori ed ha trovato l'amore, si è sposata con rito islamico con un ragazzo Italiano di origine sarde che si è convertito all'islam come lei

     Silvia e Paolo erano amici d' infanzia: da piccoli trascorrevano sempre del tempo insieme, ma poi ognuno aveva intrapreso la propria strada. Quando la ragazza è stata liberata Paolo ha provato a rimettersi in contatto con lei, hanno ripreso a frequentarsi,  si sono innamorati e Paolo ha deciso di convertirsi per sposarla. 
    Ora Silvia sogna di poter tornare in Africa ma sa che "sua madre morirebbe di paura". 

    E... aggiungo io, siccome non si è mai saputo se sia stato pagato un riscatto ma è molto probabile e questi riscatti finanziano organizzazioni terroristiche che uccidono senza pietà... sarà bene che la ragazza se ne stia a casa dove può fare comunque del bene se vuole. Che ne pensi?

    silvia romano1.JPG



     


  20. Ambra intervistata dalla Venier parla dei suoi amori, della famiglia che è al primo posto per lei, e poi ancora stanca (e con la voce un po’ rauca) per la lunga conduzione del Concertone del 1 Maggio, fatica a trattenere le lacrime rivedendo il suo monologo: "Sono fatta così, questa mia fragilità l’ho sempre considerata un difetto. Almeno fino ai 40 anni, quando poi ho capito che la fragilità è la mia forza"

    Parlando poi della sua vita sentimentale, Ambra si confida: "Tra i miei ex c’è Gerry Calà, dopo la fine della nostra storia ci vogliamo ancora bene, per me è come un fratello". 

    Mara Venier le dice: "Tu hai sempre avuto grandi, lunghe storie d’amore. Non sei una da… (pausa)… flirt". E Ambra replica scherzando: "Dai, dillo, volevi dire ‘una botta e via’. Lo puoi dire".
    Si parla anche di Massimiliano Allegri: "Non ci siamo lasciati e non siamo in crisi, assolutamente no. Ho imparato una cosa: non devo stare con una persona perché non posso vivere senza di lei, ma devo stare con una persona che mi faccia stare bene".

    A me è sempre piaciuta Ambra la trovo molto vera e sincera e mi piace moltissimo anche come attrice, che ne pensi?

    ambraang1.jpg
    ambraang2.JPG

     


  21. Leggo su un blog questa storia incredibile e la solita lentezza e inefficienza della giustizia che solo dopo 32 anni ha capito quello che forse si sarebbe potuto scoprire subito, leggete qui e ditemi che ne pensate...

    Denis Bergamini era un calciatore del Cosenza che morì il 18 novembre 1989 a 27 anni in quello che sembrava essere un suicidio.
    Trentadue anni dopo, invece, si è scoperto essere un omicidio commesso dalla sua ex fidanzata, Isabella Internò, oggi cinquantenne, che è stata rinviata a giudizio per omicidio premeditato.
    La morte di Denis Bergamini, ritrovato esangue su una strada statale di Cosenza, era stato archiviato come suicidio, tesi avvalorata dalla sua fidanzata di allora e unica testimone oculare di quel terribile pomeriggio. A questa ipotesi, però, la famiglia del calciatore non aveva mai creduto, ritenendo che Denis fosse stato vittima di un omicidio. E omicidio fu.

    Isabella Internò all’epoca era una studentessa di 19 anni e in concorso con altre persone aveva premeditato e messo in pratica l’omicidio del giocatore. Prima lo narcotizzò, poi lo asfissiò con una busta di plastica e infine lo adagiò senza più vita su una strada statale con l’intento di farlo investire da un autocarro e far credere a un suicidio.

    Isabella aveva conosciuto Denis pochi mesi  dopo il suo arrivo nella squadra del Cosenza. La loro fu una relazione travagliata andata avanti per tre anni, nel corso della quale la ragazza rimase anche incinta, decidendo di abortire in una clinica di Londra, considerato che al quinto mese di gravidanza non era più possibile farlo legalmente in Italia. Nel 1989 la loro storia finì e la ragazza, soprannominata la mantide, confidò a una sua amica: “Piuttosto che saperlo di un’altra, preferisco che muoia…”.
    Dieci giorni dopo il calciatore sarà effettivamente trovato morto. E adesso si è scoperto che a ucciderlo fu proprio la ragazza. Sorprende però che ci siano voluti trentadue anni prima di scoprire che quello del calciatore del Cosenza non era affatto un suicidio, ma un delitto che doveva essere perfetto. E che per tre decenni perfetto lo è stato per davvero.

    denisbergamini1.JPG

     


  22. Francesca Fioretti, la compagna di Davide Astori morto per una improvvisa e prolungata aritmia, dal quale aveva avuto una bambina, ha raccontato della sua vita dopo la scomparsa di Davide,
    E' stato un dolore enorme per quello che è successo tre anni fa ma come mamma ha prima pensato alla loro bambina Vittoria che aveva solo due anni:
    "Alleviare il dolore di Vittoria è stata la mia priorità. Ho capito che non possiamo decidere tutto della nostra vita: a mezzanotte scrivevo un messaggio al mio compagno e alle 9 del mattino non c’era più. Quando Mia figlia mi chiede: ‘Dov’è il mio papà?’, le dico di pensare a un posto bello, il più bello per lei. L’altro giorno mi ha risposto: ‘Il mare’. E io le ho detto che allora lui si trova lì. Anche se poi è sempre qui con noi".

    Francesca è stata forte e coraggiosa, come alcune giovani donne che si ritrovano sole a crescere dei figli dovendo fare i conti anche con il loro dolore fortissimo per la perdita dell'uomo che amano.  I figli sono la priorità e devono crescere amando la vita, se no il loro futuro può essere ancora più difficile, compito arduo per queste mamme che ammiro molto, che ne pensi?
    fioretti2.JPG

     


     

     

     


  23. Non uso mezzi termini. «Mi hanno violentata», «tutti», sono le parole che Silvia, la ragazza che ha denunciato Ciro Grillo e gli altri ragazzi, rivolge all’amica al risveglio: “La Stampa”, basandosi sul fascicolo delle indagini, ricostruisce la serata al Billionaire, la presunta violenza e quello che accadde dopo. Il quotidiano scrive che sono stati sentiti decine di testimoni (tassisti, baristi e il fotografo della discoteca, amici, istruttori sportivi), intercettati i telefoni, recuperati i messaggi e analizzati video e foto. Emerge un bacio tra Ciro e Silvia. Poi l’invito a casa per un piatto di spaghetti. Sono passate le 6 quando l’amica di Silvia va a sdraiarsi sul divano del soggiorno. 

    La ricostruzione del quotidiano parla di diversi tentativi di approccio: uno dei ragazzi chiede a Silvia di dormire insieme ma lei si rifiuta e cerca di svegliare l’amica per andarsene. Questa nel dormiveglia risponde di lasciarla tranquilla e non si alza. Poi avrebbero costretto Silvia a bere della vodka, tenendola per i capelli. Il giorno dopo alle 14.45 l’amica si sveglia e trova l’amica paralizzata. L’articolo riporta le parole del titolare del bed & breakfast dove le due ragazze alloggiavano: «Quel pomeriggio le ragazze non erano più le stesse».

    Sempre secondo la ricostruzione, Silvia chiede in prestito una bici per andare a comprare la pillola del giorno dopo. Quindi va alla lezione di kite surfing. L’istruttore riferisce: «Ricordo che era molto turbata». Infine, il giornale scrive di un messaggio whatsapp: «Ho paura che quella ci ha denunciato».

    Povera stella, ha fatto benissimo a denunciare ora vedremo che succede, che ne pensi?

    silvia figliogrillo.JPG


  24. Thomas Vinterberg è il registra danese che ha vinto l'Oscar per il miglior film straniero: 'Another round'  e lo ha dedicato alla figlia Ida che avrebbe dovuto esserne parte ma purtroppo è morta a soli 19 anni in un incidente stradale provocato da un automobilista distratto dal cellulare.
    Quando il padre è salito sul palco per la premiazione si è commosso, e fra le lacrime ha detto:
    Lei sarebbe stata qui, avrebbe dovuto fare parte del film e adesso avrebbe applaudito e gioito con me. Le avevo mandato la sceneggiatura, dove avrebbe fatto la parte della protagonista. Era entusiasta. Purtroppo è morta. Questo è un miracolo e lei fa parte di questo miracolo
    Un lungo applauso ha accompagnato il dolore di questo padre che ha detto alla figlia: "questo è per te".

    Un momento di grande felicità e di enorme dolore insieme per chi manca a condividere quella felicità, la vita espone anche a questo, che ne pensi?
    Qui il regista cone le figlie Nana e Ida (a destra)
    ida.JPG



     

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963