diana-pi

  • Numero messaggi

    268
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da diana-pi

  1. Dalle stelle alle stalle Sylvie Lubamba, l’ex showgirl di origini congolesi resa celebre da Piero Chiambretti, dopo aver scontato 3 anni di galera per aver usato in più occasioni carte di credito falso ora chiede di essere mantenuta dallo stato, ma non si tratta di una povera immigrata, Sylvie è nata a Firenze da genitori congolesi originari di Kinshasa, a loro volta figli della medio borghesia francofona. Dopo la maturità all'ITC dei padri Scolopi - Scuole Pie Fiorentine, è stata indossatrice. Nel 1992 è stata eletta Miss Toscana, ed ha acquisito così il diritto di partecipare Miss Italia, diventando la prima concorrente di colore al concorso, venendo però poi squalificata per aver posato nuda in un servizio fotografico. Nel 1998, dopo alcune apparizioni in spot pubblicitari (Kimbo Caffè), ha iniziato la carriera televisiva nel programma Guida al campionato condotto da Alberto Brandi. Nel 2004 ha avuto il suo momento di maggior successo come soubrette del programma Markette condotto da Piero Chiambretti su LA7. Nel 2005 ha partecipato a un reality show, La Talpa, e al programma Lucignolo in veste di inviata. Poi si è data all'uso di carte di credito false nel gennaio 2006 è stata condannata dal tribunale di Grosseto a cinque mesi e venti giorni per uso indebito di carte di credito. Nel marzo del 2008 ha patteggiato una pena di 6 mesi e 10 giorni davanti al gup del tribunale di Tempio Pausania per aver pagato una vacanza in Costa Smeralda con carte di credito rubate. Il 7 agosto 2014 è stata arrestata per i medesimi reati. Il 2 aprile 2015 è fra i detenuti ai quali papa Francesco lava i piedi durante la Messa in coena Domini celebrata nel carcere di Rebibbia. Il 25 dicembre 2017 torna in libertà dopo aver scontato 3 anni e 4 mesi di carcere. Ora ci fa sapere di avere problemi economici e vuole essere mantenuta dallo stato... “Ho fatto richiesta del reddito di cittadinanza – aggiunge – ed attendo risposta, sono in graduatoria per la casa popolare e sto anche cercando un lavoro normale; sento spesso che la gente fa fatica ad arrivare a fine mese, io invece faccio fatica ad arrivare alla terza settimana, ma non mi lamento, voglio dirlo solo per far capire alla gente comune che anch’io ho le stesse difficoltà loro, che anch’io sono una del popolo come loro, nonostante la mia popolarità! Ringraziando il cielo mia madre mi aiuta e mi nutro quotidianamente dell’affetto di amici, famiglia e nipoti che mi amano!” Che ne pensate? https://www.blitzquotidiano.it/tv/sylvie-lubamba-reddito-cittadinanza-casa-popolare-3102994/
  2. Burioni a "Che tempo che fa" ospite da Fazio parla del suo libro: “Omeopatia. Bugie, leggende e verità” e dice che nelle diluizione omeopatiche non è presente alcun principio attivo, le persone che affermano di stare meglio sono quelle che hanno malattie che guariscono da sole come l'influenza che passa in 5 giorni qualunque cosa si prenda, vitamine, preparati omeopatici o che ascolti le canzoni di Julio Iglesias. Ma passano da sole le influenze senza complicazioni. Bisogna anche tener conto dell'effetto placebo, di quanto la mente possa fare molto per far sentire meglio un malato. Gli studi attualmente ci dicono che l'efficacia dei prodotti omeopatici è zero, chi li prende non rischia perchè è acqua, ma rischia se trascura cure efficaci che gli sono necessarie in caso di molte malattie. Qui il video di tutta l'intervista https://www.youtube.com/watch?v=oOi6_R6eYpo Tu che ne pensi? La usi? Curi i tuoi figli con l'omeopatia?
  3. Il tempio del Can Can compie 130 anni. Per celebrare questo compleanno oltre 60 ballerine hanno eseguito la famosa danza accompagnate da musica, fuochi d'artificio e uno spettacolo di luci proiettato sulla facciata del famoso mulino simbolo del locale parigino. Una decina di minuti di stupore regalati al grande pubblico, per festeggiare, in un clima all'insegna del divertimento, 130 anni di storia, 130 anni di successi, di creazione, di glamour e di festa. Il Moulin Rouge è nato a Parigi il 6 ottobre 1889 grazie a due impresari parigini, Charles Zidler e Joseph Oller, che pensarono di creare un cabaret proprio ai piedi di Montmartre, e di costruirvi sopra un mulino di colore rosso E' il locale dove non si può non andare se si va Parigi, offre due spettacoli a sera per tutto l'anno. Stelle come Edith Piaf, Maurice Chevalier, Liza Minnelli, Frank Sinatra si sono esibite sul suo palco Buon Compleanno Moulin Rouge! E voi ci siete andati nel vostro viaggio a Parigi? Magari anche solo a vederlo da fuori Qui il video della festa https://www.youtube.com/watch?v=lqUz7e5q1iE
  4. E' bella, preparatissima, tenace, a 31 anni è diventata la preside più giovane d'Italia. Originaria della provincia di Avellino, dopo la laurea in Scienze della formazione primaria a Napoli e alcune esperienze lavorative importanti tra Milano e la Campania, Maria Luisa D'Onofrio è arrivata in Emilia-Romagna grazie al bando 2017 del Ministero dell'Istruzione. "Dopo due anni di studio e sacrifici ho visto realizzarsi il mio sogno -dice-. C'ho creduto dal primo giorno, soprattutto ho creduto nelle mie capacità e nella voglia di progredire dal punto di vista professionale". "Spero di essere un esempio per tanti miei coetanei" dice la dirigente scolastica dell'Istituto Comprensivo 2 Nord di Sassuolo, nel Modenese. Insomma si può fare, non bisogna per forza avere i capelli bianchi e anni e anni di insegnamento alle spalle per fare la preside, anche perchè sono ruoli completamente diversi che richiedono competenze diverse. I presidi di oggi sono dei manager del plesso scolastico, brava Maria Luisa che altri giovani davvero prendano di esempio https://www.fanpage.it/attualita/maria-luisa-a-31-anni-e-la-preside-piu-giovane-ditalia-allestero-sarebbe-normale/
  5. Pensate chi era agli Uffizi la scorsa settimana, oltre ad ammirare meravigliose opere d'arte avrebbe potuto ammirare prima Kylie Minogue e poi Nicole Kidman, che lo visitavano insieme al direttore del museo. Venerdì pomeriggio la popstar Minougue ha avuto il privilegio di poter fare un tour completo della Galleria durato circa due ore. Il giorno successivo è stata la volta dell'attrice Kidman arrivata agli Uffizi in compagnia del consorte, il cantautore country rock, anche lui australiano. Ma che bella la Kidman in jeans e giacca nera!! E voi ci siete mai andati? Vale la pena, scherzi a parte, per le innumerevoli e preziose opere d'arte che contiene
  6. Ha patteggiato due anni, pena sospesa, un padre di 47 anni, di Pisa, che imponeva ai figli di pregare altrimenti niente cena. Per questo l’uomo, di religione cristiana, è stato condannato per maltrattamenti in famiglia. I figli hanno 12 e 13 anni e avrebbero subito la sua punizione se non avessero pregato abbastanza. Tutte le sere il rosario prima di cena. Secondo quanto ricostruito dalla procura l’uomo obbligava i figli a pregare ogni giorno e in modo sempre più ferreo fino a degenerare in urla di rimprovero e in qualche caso anche in condotte violente verso i figli. L’indagine è scattata in seguito alla querela della madre e agli atti del processo è stata considerata come forma di maltrattamento anche la pratica imposta in casa dall’ormai ex marito di far alimentare solo con il latte i due figli il venerdì santo, giorno in cui il padre osservava il digiuno del periodo di Quaresima. Inoltre, la moglie ha chiesto nel frattempo la separazione e l’iter è in corso, mentre i figli non vogliono più vedere il padre. https://www.giustizianews24.it/2019/09/20/padre-minacciava-i-figli-se-non-pregate-non-cenate-condannato-a-2-anni-a-pisa/ Davvero pazzesco, ma quanti fanno così? Nel chiuso delle loro case e non solo cattolici
  7. Pochi giorni fa è stato il venticinquesimo anniversario della morte di Moana Pozzi, indimenticabile attrice a luci rosse e donna di grande bellezza e intelligenza, morì a soli 33 anni, una morte misteriosa, c'è chi dice per un tumore al fegato, chi di aids, ma c'è anche chi dice che sia viva e felice in un'isola della Polinesia. Paolo Villaggio in una intervista su di lei raccontò: "Un giorno eravamo al Ritz di Madrid. Moana va in bagno e torna con un solo slip in dosso. Mi ha detto che io e lei non avremmo mai fatto l’amore. ‘Ti voglio bene ma sono sieropositiva’ . Si commosse quando le sono corso incontro.” E poi: “La cosa più curiosa è che Moana odiava il sesso. Faceva un mestiere che lei odiava a morte. Tutto quello che faceva lo faceva con rabbia. Neanche lei aveva capito qual era la strada giusta della felicità. Voleva fare solo soldi, era nata in un quartiere povero e non aveva dimenticato la povertà” . Voi ci credete? Io credo che fosse una donna molto libera, non so se amava il sesso o meno, forse ha contratto qualche malattia nel mondo del porno, allora non c'era attenzione e protezione per le malattie che si potevano trasmettere, sicuramente fu donna molto intelligente e carismatica per quel poco che ha vissuto poveretta.
  8. Mi sa che ci sono andati con la mano troppo dura a Roma ieri , c'era un presidio di Roma Metropolitane e la polizia ha ferito alcuni lavoratori, dirigenti sindacali e esponenti politici, fra i quali Stefano Fassina. "Gravissimo quanto accaduto a Roma Metropolitane. Ancor più grave e inspiegabile l'atteggiamento delle forze dell'ordine contro pacifici manifestanti, tra cui un parlamentare della Repubblica Stefano Fassina, costretto a ricorrere a cure mediche. Presenteremo una interrogazione" afferma il capogruppo di LeU a Montecitorio, Federico Fornaro. Fassina è poi stato dimesso dall'ospedale San Giovanni: gli sarebbe stato diagnosticato un trauma toracico, mentre non avrebbe riportato fratture o incrinature. Secondo quanto ricostruito, il capogruppo di Sinistra Italiana in Campidoglio è rimasto ferito a seguito di uno scontro avvenuto davanti alla sede di Roma Metropolitane, dove un collaboratore dell'assessore capitolino alle Partecipate, Gianni Lemmetti, tentava di entrare nel palazzo che ospita la società. L'ingresso del Palazzo era presidiato da una cinquantina di lavoratori a rischio licenziamento. La polizia ha tentato di aprire un varco per il passaggio al collaboratore di Lemmetti. Alcuni manifestanti, sindacalisti e consiglieri comunali del Pd e di Sinistra italiana sono stati travolti e schiacciati. Vicenda che ha dell'incredibile, per far passare un collaboratore dell'Assessore hanno picchiato tutti? Possibile? http://www.today.it/citta/scontri-roma-metropolitane.html#_ga=2.202375891.312662337.1570010654-34970002.1552043429
  9. La Mattel azienda produttrice della barbie, sta lanciando sul mercato il progetto Creatable World: una linea di bambole “gender neutral” che possono essere personalizzate dai bambini. Si potrà scegliere tra la gonna, i pantaloni o entrambi, ma anche tra capelli corti o lunghi. In pratica tra renderle femmine, maschi o entrambe le cose insieme. Secondo una nota diffusa dall’azienda, Creatable World offre ai bambini e alle bambine una “tela bianca” su cui creare i propri personaggi: “I giocattoli sono il riflesso della cultura e, dal momento che il mondo continua a celebrare l’impatto positivo dell’inclusività, abbiamo sentito che era arrivato il momento di creare una linea di bambole libera da ogni etichetta” ha affermato Kim Culmone Senior Vice President di Mattel Fashion Doll Design. Mattel ha lavorato al progetto affiancata da un team dedicato di esperti, genitori, medici e, ciò che più conta, di bambini, per creare quest’esperienza di gioco unica nel suo genere, e che consente di giocare come più si preferisce. Insomma si tratta di una bambola neutra con una serie di accessori che la possono rendere un maschio o una femmina, a seconda dei capelli, dei vestiti ecc.. Che ne pensate? Comprereste ai vostri figli una bambola così? https://dilei.it/mamma/arrivano-le-bambole-gender-neutral-maschio-femmina-o-entrambi/639622/
  10. Una hostess ha rivelato in un’intervista che ci sono scarse condizioni igieniche a bordo degli aerei. Jamila Hardwick, ha lavorato per diverse compagnie aeree (non svela quali) e come prima cosa ha detto che né lei nè i suoi colleghi bevono bevande calde quando sono in volo. Il motivo? “La cosa peggiore del caffè e del tè è che i serbatoi dell’acqua non vengono puliti quasi mai“, ha spiegato. La hostess consiglia anche di portarsi qualcosa per coprirsi per non utilizzare le coperte fornite dalle compagnie aeree: “Si lavano, ma non sono sicura che vengano lavate molto bene“, ha svelato aggiungendo che “lo stesso vale anche per i cuscini“. Infine parlando delle pulizie generali a bordo degli aerei ha detto: “È disgustoso! Quando il personale addetto alle pulizie entra nella cabina, non ha il tempo di abbassare ogni tavolo e pulirlo uno per uno, quindi raccomando l’uso di salviette per pulire la sua superficie prima di mettere qualcosa lì”. E per lo stesso motivo sconsiglia di viaggiare seduti vicino al finestrino, perché il personale delle pulizie difficilmente arriva fino a quell’ultimo sedile.
  11. Alle soglie della menopausa il disturbo alimentare più diffuso è proprio l’anoressia, mentre la bulimia è assai meno frequente; quasi sempre chi in questo periodo comincia a mangiare sempre di meno e a contare le calorie (magari con la scusa di contrastare la tendenza all’ingrasso da carenza di estrogeni post-menopausa) è un’anoressica ‘di ritorno’ che anche dopo essere uscita dal tunnel della magrezza eccessiva ha mantenuto qualche difficoltà nel rapporto con il cibo, per esempio è rimasta un po’ fissata con la dieta, è un’iper-salutista oppure addirittura un’ortoressica, che non mangia nulla se non è certa sia più che sano. Spiega Erzegovesi: «Bisogna aver provato in adolescenza o da giovani l’effetto ‘drogante’ del digiuno per ricaderci. Di solito l’elemento scatenante che fa tornare la malattia è una crisi personale o un momento difficile di qualunque genere: un licenziamento, un lutto, un divorzio. Il vero guaio è che a quaranta o cinquant’anni guarire è più difficile: lasciare tutto per ricoverarsi in una struttura specializzata può essere quasi impossibile, se si ha un lavoro e una famiglia, ma soprattutto la richiesta di aiuto è meno reale di quanto possa sembrare. «Apparentemente una donna adulta è più collaborante e sembra volerne uscire per davvero, ma in realtà non è quasi mai così. Le adolescenti percepiscono molto bene quando sono arrivate al limite, quando il corpo è a rischio; le donne mature apparentemente lo comprendono, ma poi la motivazione a cambiare è assai meno profonda perché la personalità è molto più strutturata rispetto a quella di una ragazza. A cinquant’anni si è meno malleabili e si ha meno voglia di affidarsi all’altro per la cura: la richiesta di aiuto è più apparente che realmente sentita», «Purtroppo anche il rischio di un esito fatale è maggiore, perché le riserve vitali di una donna matura sono molto inferiori: una ragazzina ha maggiori energie, può tirare di più la corda senza conseguenze irreversibili. Nelle cinquantenni basta molto poco per rischiare la vita», Quindi chi è vicino a donne adulte e mature anoressiche deve far qualcosa, il rischio è molto più alto, guardate come sta male Celine Dion ad esempio dopo aver perso il suo amato compagno.
  12. Ruth Marianna Handler (nata Mosko) era figlia di immigrati Polacchi negli Usa Nata nel Colorado nel 1916, sposò Elliott Handler, suo fidanzatino dai tempi del liceo. Il marito si mise in affari con Harold Matson, Matt per gli amici, insieme fondarono la Mattel, una piccola compagnia che avrebbe dovuto fabbricare cornici per darsi poi alla produzione di giocattoli e ninnoli. Ruth osservava la figlia Barbara giocare e propose di produrre una bambola con le fattezze di un’adulta, quelle di una bella e seducente giovane donna, ma le risero in faccia, non avrebbe avuto alcuna fortuna nella bigotta America. Ma Ruth Handler ci credeva, sua figlia Barbara, dal cui nomignolo è poi derivato il nome di Barbie, giocava proiettata nel futuro. Fantasticava di matrimoni, amori e figli. Una bambola adulta avrebbe funzionato. E tanta è stata l’insistenza che la Handler riuscì a convincere il marito e Matson a darle una possibilità è fu un successo clamoroso iniziato nel 1959. Ora la figlia vuole raccontare la sua storia e lo farà con un docufilm. Ecco alcune Barbie che sono rimaste nella storia https://www.vanityfair.it/lifestyle/bambini/14/03/barbie-compie-55-anni Voi le avete? Quanto ci avete giocato? Mettete qualche foto delle vostre?
  13. Da un blog che seguo perchè mi piace molto: Ho incontrato Daniela all'ora di pranzo più o meno dove lavoro io. Avevo appena finito il panino e stavo prendendo un caffè pensando al pomeriggio che mi aspettava da li a poco. "Ciao Web" mi sento dire alle spalle "Daniela!!" "Ciao" "Bella donna, come andiamo?" "Bene" Ci salutiamo, scambiamo due parole e poi le chiedo: "Come va con il tipo che abita dalle tue parti?" "Lui? Non lo so, non l'ho più sentito dopo quello che gli ho fatto, mi ha anche bloccato al telefono, su WhatsApp e su Facebook" "Come mai?" le chiedo immaginando cosa potesse avergli fatto di così grave per essere bloccarla dappertutto. E così, Daniela mi racconta una storia che a ripensarci ha davvero dell'allucinante e che se qualcuno me la raccontasse farei tanta fatica a crederci. Ma so che è vera perché conosco bene Daniela e so che lei può arrivare anche a questi eccessi. Fino a qualche tempo fa, Daniela frequentava un tipo di qualche anno più grande di lei, uscito da poco da una convivenza di dieci anni. Si vedono, si frequentano e un po' alla volta lui trasferisce armi e bagagli a casa sua. Ma Daniela è anche un animo libero e irrequieto, se non è stimolata si stanca facilmente delle cose e anche delle persone. Non è di facile carattere, diciamo che stare insieme con lei può essere impegnativo per chiunque. Ad un certo punto lui chiede una pausa, la famosa pausa di riflessione, e si lasciano pur restando in contatto e vedendosi ogni tanto a casa di Daniela per fare l'amore. Un giorno, il tipo dice a Daniela che si è rimesso con la sua ex, quella con la quale aveva avuto una convivenza di dieci anni e le dice che da qualche giorno ci è pure andato a convivere. Lei è delusa e furiosa, non immaginava che trasferirsi subito dall'ex rientrasse nella sua "pausa di riflessione" . Le racconta che comunque la sua ex non è come lei, che lui ama ancora lei, che anche se ci è andato a convivere lui pensa ancora a lei, le racconta un sacco di cose, non ultime di quanto a letto la sua ex sia diversa da lei e non gli faccia tutte le cose che lei gli fa (giuro, mi ha detto proprio cosi!) Per Daniela è tutto questo era già troppo e così la sua testolina si è messa in moto fino a partorire la cosa peggiore che poteva venirle in mente. "Lui ha detto che io gli faccio cose diverse dalla sua ex? Bene Web, lo sai che cosa ho fatto? Una sera è venuto a casa mia e mentre era in cucina ho acceso di nascosto il registratore del mio telefonino e l'ho messo in camera da letto, sopra il comodino. Sono tornata in cucina, l'ho portato in camera con me e gli ho fatto tutto quello che in vita sua non ha mai nemmeno immaginato esistesse! Web, l'ho fatto impazzire mentre il telefonino registrava tutto. Quando poi si è messo a dormire mi sono alzata, ho cercato sul suo telefonino il numero dalla ex, di cui conoscevo il nome, e gli ho mandato la registrazione di tutto quello che era successo, scrivendole anche tutto quello che lui mi ha raccontato di lei, di quello che faceva con lei a letto e delle cose che lei non faceva ma faceva con me. Le ho scritto che ascoltasse la registrazione di come lui godeva delle cose che stavamo facendo" "MIO DIO DANIELA !!! Sei stata una carogna!" "Lo so Web, sono stata un po' cattiva! "Nonono, tu non sei stata solo un po' cattiva, tu sei stata una vera carogna!" "E' vero, lo so" "E poi, com'è andata a finire?" "Mi hanno detto che lei l'ha cacciato di casa ma io non so niente, mi ha bloccato su tutto, telefono Facebook, WhatsApp, tutto" "E ci credo Daniela, è il minimo che potesse fare!!! Ma ti rendi conto!!!" Spedire quella registrazione all'ex con la quale il tipo si era rimesso insieme è stata una vera carognata. Parlandoci assieme, credo che in fondo si sia accorta anche lei di aver superato quel limite invisibile che non si può e non si deve mai superare. Anche se, conoscendola un po', se le ricapitasse una situazione simile, non sono poi così tanto sicuro che non rifarebbe ancora una cosa del genere. Voi lo fareste? https://blog.libero.it/weblondon/14500493.html
  14. La polemica che ha scatenato Fabio Volo su un video di Ariana Grande idolo di ragazzine molto giovani, è finita per travolgerlo, Tanti dicono che il popolare scrittore e conduttore radiofonico abbia preso un abbaglio, vi metto il video così potete farvi un'idea https://www.youtube.com/watch?v=QYh6mYIJG2Y In questo articolo https://dilei.it/vip/fabio-volo-rovinare-nostre-figlie-non-e-ariana-grande/636402/ è spiegato il motivo della errata interpretazione del video: "Probabilmente Fabio Volo non ha letto bene il testo di 7 Rings, perché se l’avesse fatto si sarebbe reso conto che è un inno all’emancipazione femminile e alla forza delle donne. Quei sette anelli sono quelli che Ariana riuscì a comprare, dopo il successo, ad alcune sue amiche da Tiffany, dimostrando di avercela fatta e di non avere bisogno di nessun uomo per avere ciò che desiderava. Che a guardare bene quel “l’ho visto, mi piace, lo voglio, ce l’ho/lo prendo” che ha scandalizzato tanto lo scrittore non aveva alcun riferimento sessuale, ma riguardava la possibilità di spendere e acquistare senza problemi grazie alla sua emancipazione. Un segnale forte di empowerment che gli è sfuggito. Ma in fondo la malizia è sempre negli occhi di chi guarda." Voi che ne pensate?
  15. Il primo giorno di scuola, il ragazzo si è presentato in assemblea con le treccine blu in testa. Più tardi, mentre i suoi compagni entravano in classe, lui è stato lasciato fuori dall’aula. La madre ha poi raccontato a Repubblica che la preside l’ha contattata personalmente: “Mi ha dato dell’ignorante. Mi sono sentita offesa, sono andata a confrontarmi con lei ma ha chiamato la polizia, dicendo che la volevo aggredire”. La donna ha poi dichiarato: “Mio figlio esprime la sua personalità, è stato discriminato“. “Noi non discriminiamo nessuno”, ha replicato la preside. “Ma educhiamo anche alla serietà. La scuola, come la intendo io, è sacra: possono vestirsi come vogliono ma solo se maggiorenni. Il ragazzo e sua madre sono stati convocati a scuola. Finché non toglierà le treccine, non entrerà in classe per rispetto a chi ha firmato il patto di corresponsabilità”. Sarebbe proprio questo patto, spiega la preside in un’intervista a Repubblica, la ragione dietro la sua scelta e afferma che scriverà al ministro dell’istruzione per spiegare il suo gesto e dimostrare che “dietro ogni regola c’è un valore formativo”. Io sto con la preside, secondo me sta facendo bene, se genitori e alunni hanno sottoscritto il rispetto di alcune regole a scuola, le devono osservare, voi che pensate? https://notizie.virgilio.it/scampia-scuola-treccine-blu-e-polemica-intervista-preside-804203
  16. Levante deve trovare un altro posto dove esibirsi. A Lecce il concerto lo può fare, il 6 agosto, ma non in piazza Duomo. Il motivo? Le sue canzoni non sono adatte al luogo. L'artista ha annunciato le date del suo tour estivo che ha scelto luoghi storici, spesso emblemi delle città che ospitano le varie tappe, e ci ha inserito anche la cattedrale di Lecce. Piazza Duomo, nello specifico, ma quella scelta non sembra essere consona. Ed è la stessa arcidiocesi a spiegare le dinamiche che portano all'autorizzazione di uno spettacolo, musicale o teatrale che sia: "La commissione predisposta dal vescovo, monsignor Michele Seccia, valuta le richieste volta per volta". Il management di Levante ha annunciato la data prima che ci fosse il lasciapassare della Curia. Più che qualche parolaccia contenuta in "Alfonso", il brano che ha fatto conoscere Levante al grande pubblico, a indignare la Curia potrebbe essere stata 'Gesù Cristo sono io': una canzone del 2017 in cui l'ex giudice X Factor in realtà parla della condizione delle donne, del loro essere spesso sottoposte alla presunta supremazia di un uomo, quando non vittime di maltrattamenti e violenze. Trovo questa vicenda incredibile, prima di tutto che una piazza di una città appartenga alla Chiesa e secondo che loro non leggendo neanche il testo di una canzone censurino una cantante https://bari.repubblica.it/cronaca/2019/04/10/news/_levante_non_rispetta_la_sacralita_del_luogo_cosi_la_curia_di_lecce_cancella_il_concerto_in_piazza_duomo-223696701/
  17. “Ci mancavano solo i figli dei politici che fanno la trap. Ho i conati…”. Il noto Fedez contro il trapper sconosciuto – e giovanissimo, appena sedicenne – che ha il torto di essere figlio di un politico che lo stesso Fedez detesta, cioè Ignazio La Russa. Tanto basta per far diventare una discussione privata tra i due il soggetto di una storia su Instagram (poi cancellata) con la quale Fedez dà in pasto il ragazzino (che fa la trap col nome Larus) ai suoi fan. Fedez era rimasto particolarmente infastidito dalla battuta del ragazzo sui suoi tatuaggi: “Voglio vedere quando andrai ai colloqui a scuola di tuo figlio con tutti quei tatuaggi…”. Battuta cui il cantante ha risposto dando dello xenofobo al suo interlocutore. Poi ha raccontato tutto in una storia su Instagram: : “Ho appena avuto una discussione con il figlio di un celebre politico italiano, che penso faccia trap, parlando di quante canne si fuma e di quante ragazze si s…a. Voleva farmi sapere di essere risentito del fatto che io in passato abbia criticato suo padre. […] Ci mancavano solo i figli dei politici italiani che si mettono a fare trap, soltanto a dirlo mi vengono i conati di vomito”. Be diciamo che essere figlio di un politico non vieta certo a nessuno di fare musica, questa Fedez la ha proprio toppata, la discussione poi non era riguardava la musica ma il padre del ragazzo, assurdo prendersela con il figlio https://www.secoloditalia.it/2019/04/fedez-maleducato-con-il-figlio-trapper-di-la-russa-fa-vomitare-poi-cancella-tutto-video/
  18. Sposato e in viaggio di lavoro ha fatto sesso con una donna nella sua camera d'albergo ma poco dopo è stato trovato morto, stroncato da un infarto. La sua morte è stata catalogata come «incidente sul lavoro» da varie sentenze, adesso definitive, quindi la sua azienda dovrà pagare un'enorme somma alla famiglia del dipendente. Xavier era un ingegnere e lavorava per una società francese del campo delle ferrovie: la sua morte risale al 2013, quando si trovava a Meung-sur-Loire. Uscito a cena dopo il lavoro, incontrò una donna e la portò nella sua camera d'hotel per fare sesso, ma quella serata finì in tragedia: l'azienda in tribunale ha tentato in tutti i modi di impedire che si archiviasse il caso come morte sul lavoro, ma varie sentenze dei giudici hanno affermato che «un dipendente in viaggio di lavoro è di responsabilità del suo datore di lavoro», indipendentemente da ciò che fa prima o dopo l'orario di lavoro appunto. La sentenza prevede che la famiglia dell'uomo avrà diritto a beneficiare dallo Stato e dall'azienda un sussidio mensile fino all'80% del suo ultimo stipendio fino all'anno in cui sarebbe andato in pensione. La povera moglie tradita e rimasta vedova quindi non avrò preoccupazioni economiche per la sua famiglia, Xavier ha comunque pensato a loro... che ne dite? E' giusto così?
  19. E si è una nonna, ha 77 anni ma che nonna! Jeanne Socrates, velista inglese, ha appena battuto il record che lei stessa già deteneva: essere la donna più anziana ad aver circumnavigato il globo in solitaria. Il 7 settembre ha raggiunto il porto di Victoria, IN Canada, dopo sette mesi di navigazione solitaria. Durante il suo viaggio ha dovuto affrontare diversi problemi, in particolare una tempesta che ha capovolto la sua imbarcazione. Grande donna, coraggiosa e vitale, a 77 anni è riuscita in una epica impresa, ora non dico di fare tutte così, ma donne non mettetevi in poltrona a fare la calza quando diventate nonne... Chi si ferma è perduto, voi cosa fate per stare in forma? https://notizie.virgilio.it/a-77-anni-ha-girato-il-mondo-da-sola-su-una-barca-a-vela-792158
  20. Caterina de Medici, fiorentina, era figlia di Lorenzo II, duca di Urbino, e di Madeleine de La Tour d’Auvergne, Contessa di Boulogne, che purtroppo morirono entrambi alcune settimane dopo la sua nascita nel 1519. Caterina era una ragazza coraggiosa e determinata diventata donna di potere In Francia ha influenzato la cultura di quel paese. A quattordici anni Caterina si sposò con Enrico II, il futuro re di Francia. Era piccola di statura, quindi chiese ad un artigiano fiorentino di realizzare delle scarpe con il tacco che disegnò con lui. Caterina usò tacchi alti 10 cm quando arrivò in Francia facendo scalpore, ma il problema fu che il suo promesso sposo emanava un così cattivo odore e lei era così disgustata che decise di introdurre il profumo e far diventare popolare la pratica di usare acqua e sapone, pare proprio che abbia insegnato ai Francesi a lavarsi. Caterina non era bellissima e veniva da una famiglia di banchieri, perciò i Francesi di corte la snobbavano, era in carne con gli occhi sporgenti e il naso grande, tipico dei Medici, ma teneva alla sua immagine, quindi oltre alle scarpe con i tacchi inventò il corsetto che riduceva molto il girovita e costrinse le donne di corte ad indossarlo, la cosa ancor più curiosa è che siccome era appassionata di equitazione, inventò le mutande, per poter salire a cavallo senza problemi... Il termine mutande deriva dal latino e significa “ciò che si deve cambiare.” Insomma si può dire che inventò la biancheria intima, andiamo avanti? Quali altri meriti ha avuto questa grande donna, oltre al fatto che come reggente dei suoi figli, alla morte del marito, governò la Francia per 30 anni? Introdusse l’uso della posate specialmente la forchetta ai banchetti che dava a corte, cosa che i fiorentini usavano già a quei tempi, i bicchieri di lusso e le tovaglie ricamate. Insegnò anche ad usare l'olio d’oliva, le crespelle, gli spinaci, i fagioli, i piselli e i carciofi. Gli storici dell’epoca dicono che dopo aver servito il pranzo, arrivavano i dolci, Caterina aveva un vero talento per preparare i sorbetti, la frutta sciroppata, le marmellate e altri dolci come lo Zuccotto e il primo gelato, con l’aiuto di Giuseppe Ruggeri (un macellaio italiano appassionato di cucina!). Insomma una grande donna veramente tutta da scoprire, che ne pensate?
  21. A una certa età, è molto più bello ed elegante il costume intero, comunque se si vuol mettere ancora il due pezzi ce ne sono di tutte le fogge, anche che coprono nei punti giusti e aiutano a nascondere forme un pò troppo straripanti, Romina Power è ancora bellissima ma non certo magra, però usa il tanga... che ne pensate?
  22. Ve la ricordate? Fu bufera su fb dopo l'omicidio a Roma del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, sposato da un mese, quando Eliana Frontini, insegnante di Novara scrisse questo post, tanto che arrivò l'apertura di un provvedimento disciplinare da parte del MIUR, "per avere tenuto una condotta gravemente in contrasto con la funzione educativa e gravemente lesiva dell'immagine della scuola". Ora la Frontini ha consegnato alla commissione, insieme alla memoria difensiva, una dichiarazione di una persona che ha ammesso di essere il responsabile, pare si tratti del marito. Anche e luglio, dopo le primissime scuse a ridosso della bufera, aveva dichiarato di non essere lei l'autrice del post: ora toccherà ora all'ufficio procedimenti disciplinari valutare la strategia difensiva. La decisione dovrà arrivare prima dell'inizio delle lezioni, previsto per il 9 settembre. Voi ci credete? C'è in ballo il posto di lavoro, direi piuttosto comodo dare la colpa al marito, in ogni caso ciascuno di noi è responsabile del proprio account
  23. Questo un suo ritratto dell'epoca, non bella, ma intelligentissima e coraggiosa donna
  24. Noi facciamo di tutto per far sembrare che la casa non è vuota e i ladri si attrezzano per controllare, sapete l'ultima tecnica? Graffette trasparenti alle porte, sentite cosa è successo a questa signora di Firenze... Stava aprendo il portone di casa quando sotto i suoi occhi sono cadute delle graffette trasparenti, e quindi invisibili, di quelle utilizzate dai manolesta sia per marcare le case da svaligiare sia per sapere quasi con certezza se l’appartamento preso di mira è al momento senza proprietari. La donna, che vive nella zona di piazza San Marco, in pieno centro storico, già a conoscenza dell’ultimo trucco dei ladri, allora ha controllato tutti i portoni del palazzo per evitare che gli altri condomini al rientro dalle vacanze fossero accolti dalla spiacevole sorpresa e ne ha trovate altre venti. "Fate attenzione e avvertite polizia e vicini!" Funziona così: le graffette in materiale plastico vengono posizionate nell’apertura delle porte di ingresso alle abitazioni. Case che per esempio danno sulla strada o condomini dove non è difficile penetrare nell’androne o nei pianerottoli. Se le graffette restano al proprio posto dopo ore o giorni, significa che nessuno in quel lasso di tempo ha spalancato la porta. Altissime quindi le probabilità che i residenti siano fuori città. Tradotto: via libera. Nel mese di agosto, uno dei periodi più redditizi per i marioli di professione per via dei palazzi vuoti, a Firenze sono in aumento le segnalazioni di colpi messi a segno con questa particolare tecnica. Passate parola!
  25. Sono arrivati in Italia i genitori del ragazzo che ha ucciso con ferocia inaudita il nostro carabiniere, la madre dice che è un ragazzo riflessivo che ha anche molto sofferto ed è vero che usava la marijuana, che in California è legale e lui la prendeva con la ricetta medica, per alleviare il dolore di una menomazione fisica. Ha perso un dito e ha la mano sinistra in parte paralizzata. E' un incidente che lo ha segnato. La donna dice pure di non essersi mai accorta che il figlio assumesse altre droghe. Per lei la sua azione è inspiegabile. E conclude dicendo: "Non so come descrivere questo momento, ci sembra un incubo da cui ci sveglieremo. Ma sentiamo che il mondo ci è caduto addosso". Non metto in dubbio la sua buona fede e dolore per quanto accaduto, ma possibile che la maggior parte dei genitori quando vengono chiamati in questura perchè i loro figli hanno combinato qualcosa di più o meno grave, cadono sempre dal pero? Possibile che non abbiano capito, che conoscano così poco e male i loro figli? Che ne pensate? e voi, conoscete bene i vostri figli, la vita che fanno, chi frequentano? Gli amici del ragazzo lo hanno descritto così ad esempio: "Macché bravo ragazzo, un piantagrane. Sempre ubriaco. Non siamo sorpresi di quel che è successo". Aggiungendo che fra i coetanei "tutti sanno che spaccia. Ha avuto tanti di quei guai da queste parti! Ma pensa di cavarsela sempre". Nessuno, però, si aspettava che Finn e Gabe potessero spingersi a tanto: "Uccidere un poliziotto in un altro Paese: ma come si fa?", dice un loro compagno.