diana-pi

  • Numero messaggi

    243
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

6 Calma piatta

6 Followers

Su diana-pi

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Ma quale distruggere... le disinfestazioni le hanno sempre fatte, e chi vive li? E chi ha affittato una casa in quelle zone per le vacanze e si ritrova i bambini mangiati dalle zanzare?
  2. Bolle e bubboni sulle gambe dei bagnanti del litorale laziale e toscano. Per giorni le foto hanno fatto il giro della rete, e inizialmente non si capiva da cosa fossero provocati. Qualche bambino è stato anche portato in Pronto Soccorso. Si era pensato a dei morsi di pulci, ma poi è arrivato il verdetto: è una zanzara tigre, la ditteri culicidae, la responsabile di queste bolle, lo ha scoperto l’Istituto zooprofilattico dopo numerose segnalazioni. Il fenomeno dei “bubboni” è dilagato su numerose spiagge, da Sant’Agostino, vicino Tarquinia, nel viterbese, fino a Fregene. Le segnalazioni sono arrivate da Maccarese, Orbetello, Pescia Romana, Marina Velka, Sabbie Nere, Cerenova, Marina di San Nicola. La Asl competente ha diffuso degli accorgimenti per i turisti e per chi vive nella zona. “Al tramonto si raccomanda di indossare pantaloni lunghi e chiari e di utilizzare i repellenti. Gli insetti colpiscono solo all’imbrunire. Vista l’area, le disinfestazioni sarebbero dannose per l’ambiente. Questo tipo di zanzare punge generalmente le parti basse del corpo. Ma... come sarebbe che la disinfestazione sarebbe dannosa per l'ambiente? Della serie arrangiatevi? Io ricordo che negli anni le disinfestazioni le hanno sempre fatte, fra l'altro oltre a queste bolle, che ai bambini soprattutto li rovinano, alcune specie di zanzare trasmettono anche malattie di non poco conto, gli abitanti e i turisti secondo me dovrebbero chiedere a gran voce una disinfestazione
  3. Ciao non mi pare ridimensionato, si non gli facevano le scosse elettriche ma se è vero quello che dicono hanno fatto comunque delle cose orribili rovinando i bambini e devastando famiglie
  4. Nel caso terribile Angeli e Demoni dei bambini strappati alle famiglie e dati in affido con relazioni false, si è parlato prima di elettroshock, poi di scosse elettriche durante la psicoterapia per condizionarli e alterare la loro memoria, la chiamavano macchinetta dei ricordi... in realtà è stato usato l'EMDR che è un metodo innovativo per curare i traumi, qui è spiegato bene come funziona http://www.legnanonews.com/news/psicologia/928770/emdr_metodo_innovativo_in_psicoterapia_per_traumi_ansia_depressione_e_stress# Bisogna essere formati per usarlo e usarlo per curare i traumi non indurli e alterare i ricordi dei bambini come pare abbiano fatto gli psicoterapeuti della onlus che li "curavano" In questa intervista https://www.ultimissimemodena.it/Giudiziaria/3649_Angeli_e_demoni_oggi_sentiti_Carletti_e_Foti.html la presidente dell’associazione per l’EMDR in Italia Isabel Fernandez dice che: “In primis bisogna essere psichiatri o psicologi abilitati alla psicoterapia. E’ poi importante fare una formazione di base su questo tipo di tecnica, formazione che segue standard internazionali di qualità. E bisogna continuare ad aggiornarsi e a formarsi “per sempre”. Quindi è importante far parte dell’Associazione EmDR in Italia perché dà ai professionisti le competenze e garantisce il rispetto degli standard di qualità. Detto questo però, non c’è alcun obbligo”. E il dott. Foti e la sua Onlus fanno parta dell’Associazione di cui lei è presidente? “No” Insomma il caso prende dei contorni sempre più inquietanti, se lo avessero fatto a mio figlio sarei impazzita di rabbia e voi?
  5. Fu un errore di manovra mica li voleva affondare...
  6. Ma certo mica lo fece apposta però fu condannato perchè fece al buio una manovra molto pericolosa e pagò solo lui che aveva eseguito degli ordini, oltre al capitano della nave albanese ovviamente http://espresso.repubblica.it/attualita/2014/05/12/news/strage-dei-migranti-nel-canale-d-otranto-paga-solo-l-ufficiale-1.165027
  7. No certo Orfini e Del Rio non avevano responsabilità dirette ma non ricordo proteste da parte loro per questa tragedia, lei?
  8. Qualcuno ha mai sentito nominare Namik Xhaferi? No? Peccato. Era il capitano di una nave carica di migranti, che fuggivano da un Paese in preda all'anarchia e sull'orlo di una guerra civile. Cercò di entrare nelle acque territoriali di un Paese straniero, che rifiutò di accoglierli, anche se possedeva il porto sicuro più vicino. Lui non si perse d'animo e sfidò il blocco navale ma una corvetta, eseguendo gli ordini di quel governo, speronò la sua nave, affondandola e provocando la morte di 108 persone. Naturalmente, diedero la colpa a lui e anche un po' al capitano della corvetta, perché pagano sempre i pesci piccoli. Fu arrestato e si fece quasi quattro anni di carcere. Il capitano della corvetta due anni. Il capitano albanese non fu considerato un eroe, da nessuno. Non furono fatte raccolte fondi per pagargli le spese legali, nessun politico di nessun partito andò ad abbracciarlo e ad applaudirlo. Era il capitano della Katër i Radës, affondata il 28 marzo del 1997 dalla corvetta Sibilla nel Canale di Otranto. Il governo era guidato da Romano Prodi, il ministro dell'Interno era Giorgio Napolitano. All'epoca c'era chi militava nel PPI, come Graziano Delrio, o nei DS, come Matteo Orfini. Quelli che abbiamo visto salire sulla Sea Watch 3. Ricordate questa tragedia? Che ne pensate?
  9. Che c' entrano i sinistri con questi ragazzini violenti? Direi che c'entrano di più i loro genitori
  10. Filippo Anelli (Ordine dei medici): "Il Ministero fermi la dieta di Panzironi". Il presidente della FNOMCeO commenta "Life 120", il regime alimentare che promette 120 anni di vita Filippo Anelli è preoccupato per il metodo “Life120” un regime alimentare a scarso contenuto di carboidrati basato su integratori alimentari ideato dal giornalista Panzironi. Ieri c'è stato un evento con migliaia di persone arrivate a Roma da tutta Italia. Panzironi promette centoventi anni di vita senza alcuna prova scientifica, per cui c’è un problema etico e di informazione. Questo giornalista, che quindi non ha alcuna formazione medica, propone l’assunzione di cibi consumati nell’epoca paleolitica, a base di proteine vegetali e animali derivate da carne, pesce, verdura, bacche e frutta: ogni tipo di cereale, legume e tubero deve essere evitato e sostituito con specifici integratori a base di vitamine, spezie, olio di pesce e aminoacidi. Da abolire, secondo lui sono il pane, la pasta e il riso, ritenuti responsabili di causare un netto accumulo del grasso corporeo e di aumentare il rischio di sviluppare una serie di malattie. La Dieta Life 120 prevede un consumo molto limitato di latte e di suoi derivati, puntando il dito contro la dieta mediterranea, ritenuta fonte di infiammazioni e disturbi di varia natura. La Dieta Life 120, è lontana dai principi base dell’alimentazione salutare ribaditi in un documento siglato dal CNSA (Comitato Nazionale per la Sicurezza Alimentare), incentrata sulla valutazione della possibile cancerogenicità della carne rossa: a essere raccomandata come fattore preventivo relativo sia ai tumori sia alle patologie cardiovascolari è un’alimentazione proprio ispirata alla dieta mediterranea che eviti il consumo eccessivo di carne rossa riducendo l’apporto di grassi e proteine animali a favore dell’assunzione di cibi ricchi di vitamine e fibre. Il presidente dell'ordine dei medici consiglia prudenza, gli errori sulla salute si pagano! E voi ci credete? Qualcuno è seguace del metodo?
  11. Certamente una donna che non passa inosservata, e fa di tutto per non esserlo, Wanda Nara moglie e manager di Icardi, donna molto intelligente, bravissima manager del marito, ma anche donna che ama mettersi continuamente in mostra in bikini, insomma in foto molto esplicite, che ne pensate? Io ancora non ho ben capito che donna sia, forse un pò cinica ed esibizionista? Guardate la foto del suo buongiorno dalla Polinesia dove si trova in vacanza con Icardi e i commenti che riceve...
  12. Lei vuole essere dimenticata dice il suo avvocato, le sono stati condonati 4 anni su 16, per buona condotta e così dopo 12 anni è uscita di prigione, ma come si può dimenticare? Erano due donne romene, ebbero una discussione sul marciapiede della metro a Roma con una studentessa, Vanessa Russo e Doina Matei le infilò la punta dell'ombrello nell'occhio uccidendola dopo un giorno di agonia. Scapparono ma c'erano le telecamere e così pochi giorni dopo arrestarono Doina Matei. A me 12 anni sembrano pochi per un fatto del genere e voi che ne pensate?