tappetodintorni

  • Numero messaggi

    1
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

0 Calma piatta

Su tappetodintorni

  • Rank
    Utente nuovo
  • Compleanno
  1. Perché regalarsi un tappeto tecnico/anallergico? Arriva la bella stagione e viene subito voglia di aprire le finestre, far entrare la luce… E di solito la voglia di aria aperta porta allegria e voglia di cambiamento, ed ecco che tutto ad un tratto casa nostra comincia a non piacerci più come durante il lungo inverno… E uno dei primi elementi che ci viene voglia di cambiare é il tappeto… E allora quale scegliere, come farlo, verso cosa orientarsi ? Allora oggi voglio suggerirvi di cogliere al balzo l’occasione e provare a passare ai tappeti tecnici. Ma, direte voi, perché scegliere un tappeto tecnico al posto di un tappeto in lana o peggio ancora in fibra sintetica povera se non ho più figli piccoli in casa e/o animali? Perché se da un lato é verissimo che i tappeti tecnici si fanno maggiormente apprezzare quando la famiglia é ampia e composta anche da bimbi piccoli e/o animali in casa (le loro caratteristiche di robustezza, facilità di aspirazione e lavaggio sono ineguagliabili e nell’uso comune fanno la differenza) é anche vero che esiste un aspetto di questi tappeti che spesso dimentico di evidenziare: i tappeti tecnici sono ampiamente personalizzabili e realizzabili in qualunque forma e dimensione !!! Ecco allora che già che si sta scegliendo un buon tappeto tanto vale farlo una volta per tutte come si deve… E per farlo come si deve intendo realizzarlo in modo che valorizzi al massimo l’ambiente dove andrò a posizionarlo. Molti danno per scontato che i tappeti esistano solo in misure standard (perché questo é quello che offre il mercato consumer) e quindi spesso acquistano il tappeto accettando i vincoli imposti dai rivenditori… Ma da un pò di tempo, per fortuna, esistono aziende e siti dove il tappeto non si sceglie più da un assortimento esistente, bensì si fa realizzare espressamente in base alle proprie necessità…. Può sembrare una cosa complicata, ma credetemi, non lo é. Oggi con pochi passaggi via mail si riescono a definire esattamente le caratteristiche del tappeto ideale e a beneficiarne é il vostro ambiente. Ma come funziona esattamente la scelta di un tappeto “a progetto”? Cercherò di guidarvi con pochi semplici passi… Primo: se non avete particolari capacità di “immaginazione” lasciate fare a chi gli ambienti li progetta per lavoro. Oggi fortunatamente esistono programmi che permettono,tramite la tecnica del rendering, di farvi vedere come verrà esattamente il vostro nuovo tappeto e come esso andrà ad impattare sul vostro ambiente… Secondo: svuotate la mente da idee ed ipotesi che vi siete costruiti e ripartite da un foglio bianco…nel vero senso del termine! Su questo foglio dovrete disegnare un semplice schizzo della stanza interessata, riportando le misure e segnando eventuali ingombri (area di rispetto per l’apertura di porte e finestre, mobili etc)… Terzo: usando un normalissimo smartphone scattate almeno 4/5 foto della stanza,da diverse angolazioni. Ricordate che il tappeto andrà appoggiato al pavimento, sono quindi da privilegiare scatti leggermente orientati verso il basso. Quarto: prendetevi qualche minuto sul web ed individuate chi possa realizzarvi il tappeto dei vostri sogni. Per farlo sul motore di ricerca scrivete tappeti anallergici o tappeti anallergici a progetto… Non occorre (e secondo me nemmeno conviene) evidenziare l’area geografica dove risiedete perché oggi i siti più seri sono attrezzati per consegnare in tutta Italia…. Quinto: nel scegliere l’azienda verificare che A) il servizio di consulenza e progettazione sia gratuito sino al momento di un eventuale ordine B) l’azienda sia attrezzata per inviarvi i campioni dei materiali con cui il vostro futuro tappeto verrà realizzato ( anche in questo caso gratuitamente se possibile)…questo é importante, perché non potendo recarvi di persona in un negozio fisico é necessario che voi possiate in qualche modo toccare con mano i materiali… Sesto: inviate all’azienda la vostra richiesta tramite mail, allegando le foto fatte e la foto del foglio di carta sul quale avete precedentemente disegnato la stanza e segnato le misure. Nella richiesta segnalate che siete alla ricerca di un’idea nuova per un tappeto che valorizzi al meglio il vostro ambiente… io personalmente vi consiglio si segnalare anche eventuali necessità particolari (presenza in casa di bambini piccoli e/o animali domestici, problemi di coibentazione, presenza di eventuali camini etc.) A questo punto mettetevi comodi ed attendete che l’azienda vi rimandi le proposte elaborate…. vi ritroverete nel giro di pochi giorni con diverse ambientazioni che vi permetteranno di vedere con i vostri occhi come il vostro ambiente potrebbe cambiare con poco… Da qui in poi tutto passa nelle vostre mani, perché avendo finalmente degli spunti su cui riflettere potrete cominciare a ragionare su quello che davvero volete. La scelta delle misure, della forma e dell’eventuale disegno del tappeto che andrete a scegliere andranno ovviamente poi ad influenzare la spesa necessaria per realizzare il vostro sogno, ma qui mi sento di rassicurarvi: una cosa bella dei tappeti tecnici é che hanno un costo al metro quadro davvero basso e conveniente, soprattutto se rapportato alle caratteristiche tecniche che offrono !!!