anniblu

  • Numero messaggi

    254
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

25 Sono il Re del Forum

1 Follower

Su anniblu

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. A me una volta è successo, il problema è che non era successa la stessa cosa a lui e così l'ho sognato per mesi ma niente da fare... E voi? vi siete mai innamorati di un illustre sconosciuto o sconosciuta che magari trovate tutte le mattine sul percorso che fate per andare a lavoro, o al bar quando andate a bervi un caffè, o di una persona che avete visto passare per strada? Magari ci parlate cinque minuti, tornate a casa e non riuscite più a smettere di pensare a lui o lei. Il colpo di fulmine non è solo emotivo. La scienza è riuscita a calcolare il tempo esatto dell’innamoramento. Secondo una ricerca pubblicata sul The Journal of the sexual medicine, ci vuole solo un quinto di secondo per fare scattare la reazione chimica. Mentre, secondo uno studio uscito sul Personality and Social Psychology Bulletin, per innamorarsi di un perfetto sconosciuto servono un’ora e 36 domande intime. Gli uomini tendono a rivelare i loro sentimenti prima delle donne, con uno scarto di sei settimane. sono i primi a dire «ti amo», affermazione che smentisce il classico cliché amoroso secondo cui sono le donne a cedere per prime Insomma il colpo di fulmine esiste, che sia una persona che conosciamo da anni oppure da tre ore, il cervello, che è fisiologicamente orientato alla riproduzione, riconosce uno stato di euforia, il culmine di diverse reazioni chimiche. Una volta che le aspettative sono state soddisfatte, gli ormoni connessi con l’amore si chiedono: e adesso? Ecco perché alcune persone, più di altre, hanno bisogno di ingannare la loro mente cercando continuamente nuovi partner. «Dopo che l’eccitazione si è esaurita, il cervello si concentra sul bisogno insoddisfatto, il partner potrebbe avere 500 buone qualità, ma il cervello si concentrerà su quelle 10 che non ha». Ragionamento che porta a vedere l’erba del vicino sempre più verde. Il segreto? Dare continuamente una sferzata di dopamina-ossitocina-serotonina all’interno della relazione, così da moltiplicare all’infinito le sensazioni dell’innamoramento. Insomma non vi rilassate in coppia bisogna sempre tenere vivo l'amore.
  2. Meno male che Altroconsumo ha pensato di fare una serie di test su varie marche di creme solari e ha scoperto che due sono a rischio. Dei 16 prodotti considerati, tutti con protezione 50 dichiarata, due arrivavano a malapena a 21. Per questo, sottolinea l'associazione in difesa dei consumatori, "abbiamo provveduto alla segnalazione al Ministero della Salute e ne abbiamo chiesto il ritiro dal mercato". Si tratta di Rilastil Baby transparent spray wet skin e di Isdin Transparent spray wet skin. Rilastil Baby con Spf 50+ ha raggiunto solo una protezione media con Spf 20,9. Altroconsumo ha ripetuto le analisi in un secondo laboratorio distinto e indipendente ottenendo addirittura 16,3. Per la seconda crema, Isdin, invece, 16,5 è l’Spf registrato al primo test, mentre 14,1 il risultato della controprova nel laboratorio indipendente. Siccome tra i fattori di rischio per lo sviluppo dei tumori della pelle in età adulta c’è l'intensa esposizione al sole in età infantile, è bene usare una crema ad alta protezione e limitare l'esposizione diretta nelle ore in cui i raggi Uv sono più forti, quindi dalle 11 alle 16. Queste creme dovrebbero proteggere sia dai raggi Uvb (che possono causare eritemi) che dai raggi Uva (i più penetranti e pericolosi). Oltre a non proteggere nel modo corretto, Altroconsumo sottolinea che alcuni prodotti conterrebbero anche sostanze sconsigliate. Rilastil, si legge nella nota pubblicata sul loro sito, "così come altri prodotti testati come Bilboa, Chicco, Coop e Uriage, contiene il filtro solare ethylhexyl methoxycinnamate, che è un potenziale interferente endocrino. Isdin contiene invece cyclopentasiloxane, un ingrediente che, secondo il comitato scientifico europeo per la sicurezza dei consumatori, non è raccomandato proprio nei solari in formulazione spray". Ci sarebbero, dunque, degli interferenti endocrini, proprio come l'ethylhexyl methoxycinnamate, che potrebbero alterare l’equilibrio ormonale dei bambini e che per questo sarebbero ulteriormente sconsigliati. Voi proteggete la pelle dei vostri bimbi? Fate bene attenzione magari fatevi consigliare dal pediatra, questa notizia comunque è sconfortante, possibile che non ci si possa fidare di brand famosi e alla portata di tutti?
  3. E' vero grazie questo è un consiglio utile per chi sta nei condomini dove arrotolano gli zerbini io in villetta a schiera lo zerbino lo levo
  4. Quando si parte bisogna proteggere la casa dai ladri si sa.. diciamoci i nostro trucchi che così ci difendiamo meglio. Io faccio così: Ho un piccolo giardino, lo affido a un giardiniere perchè un giardino trascurato fa pensare ai ladri che i proprietari siano fuori Faccio svuotare la cassetta della posta alla mia vicina e io faccio lo stesso con lei quando parte, posta accumulata è un altro segnale che la casa è vuota I preziosi li metto in cassetta di sicurezza, i ladri sono esperti nel rovistare e anche il miglior nascondiglio che si può pensare lo trovano Ho l'allarme e le inferriate perchè sto a piano terra e mi sono entrati in passato, ma si arrampicano pure ai piani alti meglio proteggere gli ingressi con inferriate e allarmi Ho anche la porta blindata e fate attenzione alla serratura della porta blindata ci sono quelle per le quali non si può andare dal ferramenta a duplicare la chiave senza un tesserino Non dico che vado in vacanza sui social e non pubblico inequivocabili foto delle mie giornate in spiaggia, è come dire ai ladri "vieni a rubare che non ci siamo... " meglio condividere le foto al rientro E voi che fate?
  5. San Francisco ha deciso di vietare tutti i tipi di sigaretta elettronica. Lo ha comunicato l’amministrazione della città. “Nessuno deve vendere o diffondere le sigarette elettroniche a San Francisco”. La violazione del divieto sarà punibile con una multa fino a 1.000 dollari, ma San Francisco da anni ha legalizzato la vendita di marijuana. Quindi, sigaretta elettronica no, “canne” sì. Il comune dice di aver deciso di bandire le sigarette elettroniche, per l’allarmante boom nella diffusione tra i teenager. Secondo le ultime statistiche ufficiali il numero di giovani americani che hanno iniziato a fumare sigarette elettroniche è aumentato di un milione e mezzo nel 2018, vanificando di fatto anni di campagne di sensibilizzazione contro il fumo. Io penso che fumare droga non può fare meno male di fumare una sigaretta elettronica, strana contraddizione, che ne dite?
  6. Mamme attenzione a distrarvi con il cellulare bastano pochi secondi con un bambino piccolo, guardate cosa è successo a Palermo, un video da brividi. La madre arriva sul pianerottolo col figlio per mano. Poi, però, si distrae al telefono e perde per pochissimo secondi l'attenzione sul bambino che viene attratto dalle scale. Quando lei se ne accorge, il figlio sta già per cadere. Così si butta a terra e lo afferra al volo. Qui il video https://www.youtube.com/watch?time_continue=12&v=X0aLspwwl7o A voi è capitata una distrazione che ha messo a rischio vostro figlio? Il racconto può essere utile ad altre mamme
  7. Sta circolando moltissimo sui social network e i giornali di tutto il mondo una fotografia che mostra un uomo salvadoregno annegato con la figlia di quasi due anni nel fiume Rio Grande a Matamoros, mentre cercava di attraversare il confine e arrivare in Texas, negli Stati Uniti, dal Messico. L’uomo e la bambina sono mostrati di spalle, hanno entrambi la schiena scoperta e il viso affondato nell’acqua, vicino alla riva; la bambina è infilata dentro la maglietta del padre e ha un braccio attorno al suo collo. La foto è impressionante, non la pubblico, ma tutti la stanno facendo girare. L’immagine, scattata dalla fotografa Julia Le Duc del giornale messicano La Jornada, è cruda e straziante ed è una delle testimonianze più vivide della sofferenza e dei rischi che affrontano le migliaia di persone che dal Centro America cercano di arrivare negli Stati Uniti, spesso per fare domanda di asilo, scappando da violenze, povertà e persecuzioni. L’amministrazione di Donald Trump – eletto anche grazie alla promessa di costruire un muro al confine per separare i due paesi – ha peggiorato la situazione dei migranti, aumentando i controlli nei punti di passaggio: le lunghe attese nelle pericolose città messicane convincono molti a tentare di entrare illegalmente attraversando zone desertiche o guadando i fiumi. La moglie di Martínez racconta che il marito aveva visto il fiume e aveva deciso di provare ad attraversarlo. La donna ha raccontato che Martínez era riuscito a portare la figlia sulla riva statunitense, poi era tornato indietro per accompagnare anche lei ma la bambina era entrata in acqua per seguirlo; il padre aveva cercato di salvarla ma entrambi erano stati trascinati via dalla corrente. I soccorsi hanno cercato i corpi con torce e barche fino alle 23, un pompiere li ha ritrovati solo la mattina dopo, verso le 10; sul posto c’era anche Le Duc, che ha scattato le foto. Storie terribili, la foto sicuramente colpisce e diffonde la notizia, ma tu la avresti fatta girare? Io no
  8. Cosa pensi sia meglio? Fare come la Toffa che condivide tutto della sua malattia o come la Caselli che oggi svela di aver combattuto e vinto la sua malattia, ma durante il percorso non ha detto niente, ha indossato una parrucca e ha vissuto la sua malattia in privato, oggi però lo dice dando un forte messaggio di speranza https://www.corriere.it/sette/incontri/19_giugno_14/caterina-caselli-7-ho-combattuto-cancro-sono-tornata-nuovo-numero-edicola-oggi-2dff0dc4-8dec-11e9-bd73-fad8388dc5ff.shtml
  9. Buone notizie sul fronte del lavoro. Tra giugno e luglio si registrano quasi 934 mila nuovi ingressi nel mercato del lavoro secondo le previsioni di assunzione programmate dagli imprenditori italiani. Lo afferma la Cgia di Mestre secondo cui tra questi, 2 su 3 ossia circa il 66% troveranno lavoro in una piccola impresa con meno di 50 dipendenti. Con gran sorpresa, è il Sud a segnare il maggior numero di neo assunti con oltre 258mila assunzioni, pari al 27,6% del totale. Il settore che vedrà il maggior numero di neo assunti è quello dei servizi (677.550 addetti), il 20% nell’industria (186.580 unità) e, infine, il rimanente 7,5 per cento nelle costruzioni (69.890 lavoratori). A livello regionale sarà la Lombardia a assicurare le maggiori opportunità di impiego (165.400), a seguire scorgiamo il Lazio (88.190) e il Veneto (87.950). Tra le province, invece, svetta Milano (70.240) e subito dopo individuiamo Roma (69.590) e Napoli (32.340). “Ancora una volta sono le piccole aziende a dare una risposta importante a chi aspira a trovare un posto di lavoro. E nei prossimi mesi lo faranno soprattutto quelle presenti nel Mezzogiorno. In Calabria, ad esempio, l’85,1 per cento dei nuovi ingressi sarà garantito da queste realtà produttive, in Puglia dal 77,6 per cento e in Sicilia e in Campania dal 75,4 per cento. Risultati straordinari che dimostrano che anche nelle regioni maggiormente in difficoltà economica, la stragrande maggioranza dei piccoli imprenditori sono in grado di offrire una chance soprattutto ai giovani”. Forza ragazzi! E' il vostro momento per cominciare e fare esperienza https://www.wallstreetitalia.com/lavoro-in-estate-boom-di-assunzioni-specie-al-sud/
  10. Sara Tommasi è incinta. Il periodo buio è ufficialmente finito e a sugellare la sua rinascita ora arriva anche il primo figlio. A rivelare della gravidanza di Sara Tommasi è stata Debora Cattoni, manager e amica della 38enne che le è rimasta sempre accanto: è stato solo grazie all'affetto della famiglia e dei buoni amici come Debora che la Tommasi è riuscita a mettersi alle spalle quattro anni di autodistruzione tra video *** e esuberanze di ogni sorta. E ha trovato l'amore di Angelo, un imprenditore 46enne legato al mondo delle acque minerali. Sara Tommasi ha scoperto proprio in quel periodo di soffrire di bipolarismo, la diagnosi della malattia è stata fondamentale per rinascere. «Questa malattia non dà lucidità, non dà energie ed è come fossi un automa, una marionetta», ha raccontato di recente in un'intervista a Le Iene e ha ripercorso quei quattro anni in cui pensava di poter morire da un momento all'altro: «Quelle cose non mi appartengono, al massimo avrei fatto una copertina sexy. Non ero io e non ricordo nulla di quel periodo buio di 4 anni. Non parlavo bene, non mi ricordavo le frasi. I farmaci hanno permesso che io tornassi lucida». Ne sono davvero felice per lei, si era persa, era finita in pessime mani, poi la diagnosi, la cura, l'amore dei familiari hanno fatto il miracolo, può accadere a tanti, prendiamo esempio da lei! https://www.leggo.it/gossip/sara_tommasi/sara_tommasi_incinta_ultime_notizie-4546589.html
  11. “Harvey ha superato i limiti e ha filtrato pesantemente con me quando lavoravamo insieme”, con queste parole Madonna accusa Weinstein nel corso di una intervista al New York Times Magazine. “Lui era sposato e io di certo non ero interessata”. I fatti sono risalenti al 1991 quando la cantante, allora 32enne, lavorava con il produttore al documentario “A letto con Madonna”. Per Madonna la causa di questi comportamenti era imputabile all’enorme potere di cui disponeva Weinstein: “Pensavamo tutti che Harvey lo facesse perché aveva un enorme potere ed era uomo di grande successo. I suoi film andavano talmente bene che tutti volevamo lavorare con lui”. Sono 80 le donne che finora hanno denunciato Weinstein di stupri e molestie sessuali. Lo statunitense ha sempre smentito di aver avuto rapporti sessuali non consenzienti, ma nel 2017 è stato licenziato dal consiglio di amministrazione della sua compagnia e in seguito arrestato. “Quando i suoi abusi sono venuti alla luce non ho esultato, ma mi sono sentita sollevata. Non gioisco mai di fronte alla rovina di qualcuno, non credo faccia bene al karma”, queste le parole della regina del pop che sta per pubblicare il suo quattordicesimo album, Madame X, in uscita il 14 giugno. Possibile che tutte dopo tanti anni si siano decise a parlare e denunciare? https://www.huffingtonpost.it/entry/ha-superato-i-limiti-anche-con-me-le-parole-con-cui-madonna-accusa-harvey-weinstein_it_5cfa10c4e4b06af8b50656fe
  12. Premesso che i vaccini in Italia sono obbligatori, ma è possibile che si faccia rischiare la vita o invalidità a un figlio pur di non vaccinarlo? Io a mio figlio ho fatto fare tutte le vaccinazioni e voi? Questa famiglia invece non ha fatto fare nessun vaccino ai 4 figli e sicuramente ha dichiarato il falso per farli andare a scuola, La scorsa settimana il bambino ha iniziato ad accusare i primi sintomi che, però, i genitori hanno scambiato per quelli molto simili e riconducibili a un banale raffreddore. Col passare dei giorni, però, la situazione è continuata a peggiorare fino a quando il neonato ha iniziato ad avere difficoltà respiratorie. E' stato il pediatra, contattato dai genitori, a sospettare che si potesse trattare di pertosse, una malattia infettiva che si trasmette attraverso un batterio, ma che si può combattere e prevenire attraverso la vaccinazione. E' scattata la corsa in ospedale dove, i medici, sono riusciti a capovolgere una situazione che oramai era alquanto critica. Neonato di una famiglia no vax salvato in ospedale dalla pertosse. Superata la fase peggiore, i sanitari hanno chiesto ai genitori quali vaccinazioni avesse fatto il piccolo e, loro, hanno candidamente ammesso di non aver sottoposto il neonato a nessuna terapia. Stesso discorso per gli altri tre figli della coppia, il più grande dei quali ha 15 anni. E' così partita la segnalazione agli organi competenti coi sanitari che hanno offerto ai genitori le vaccinazioni obbligatorie per tutti i figli. Adesso hanno tempo 90 giorni per effettuarle passati i quali, se la situazione dovesse rimanere invariata, scatteranno le sanzioni del caso https://www.riminitoday.it/cronaca/neonato-rischia-di-morire-di-pertosse-i-genitori-sono-dei-no-vax.html
  13. La vicenda di Marco Carta è sempre più incredibile, ieri è venuto fuori il nome della donna che era con lui, una infermiera Fabiana Muscas, 53 anni, che è stata processata per direttissima sabato scorso con Carta, indicata su diversi siti on line come infermiera del reparto di Cardiologia dell'ospedale Brotzu di Cagliari: quel nome, in effetti, compare in una delibera pubblica del 22 maggio scorso, firmata dal direttore generale facente funzioni dell'Ao Brotzu, con cui si approva l'elenco dei candidati da inserire nell'albo aziendale dei tutor clinici. Il problema è che l'ordine degli infermieri di Cagliari ha fatto delle verifiche e sembra che lei non sia iscritta, Se tale dato venisse confermato, la signora eserciterebbe la professione infermieristica senza il requisito dell'iscrizione all'Albo e quindi al di fuori delle norme vigenti in materia, dice il presidente dell'ordine: "Questo Ordine provvederà a svolgere gli approfondimenti dovuti e, qualora le notizie fornite dovessero trovare conferma, a porre in essere ogni più opportuna iniziativa nelle competenti sedi, seguendo la strada che lo stesso ministro della Salute Giulia Grillo ha indicato ("Pugno duro contro l'abusivismo professionale", sono state le sue recenti parole), sia nei confronti dell'infermiera, sia di chi ha permesso che una persona non in regola con la legge esercitasse e svolgesse ruoli perfino di tutor e di coordinamento". Ma con chi andava in giro Marco Carta? Incredibile, vedremo gli sviluppi https://www.agi.it/cronaca/marco_carta_arresto_infermiera-5593597/news/2019-06-03/
  14. l settimanale Giallo e La Vita in Diretta, hanno fatto emergere le intercettazioni agghiaccianti con le parole delle loro litigate: “DATTI FUOCO” E’ la frase che la Calzolaio dice alla ragazzina, a seguito di un diverbio con una risposta molto secca: “IO NON MI DO FUOCO, DATTI FUOCO TU” Seguite da altre numerose litigate che lasciano intendere un rapporto abbastanza difficile: “MIO PADRE È UNA MARIONETTA NELLE TUE MANI” Tutte intercettazioni che sono state poste in un fascicolo per l’inchiesta in corso di scomparsa. Terribile vicenda, per quella povera donna uccisa dal marito, così hanno stabilito i giudici e i suoi figli nelle mani di quei due https://www.lettoquotidiano.it/roberta-ragusa-lite-figlia-calzolaio/16074/
  15. Cento messaggi, qualche bacio stampato sulle labbra e un nuovo scandalo che travolge una scuola dell'infanzia, con l'insegnante di sostegno di 41 anni che scrive al suo alunno di dieci: "Mi sono innamorata di te". L'innocenza rubata su un banco di quinta elementare, con i telefonini ancora una volta diabolici alleati nell'abbattimento di ogni barriera inibitoria. "Sapessi quanto ti spupazzerei su tutto il mio corpo", scriveva lei l'anno scorso. Con lui, bambino impacciato, che provava a recitare la parte dell'adulto: "Amore mio, voglio toccarti". Il caso è emerso in provincia di Vicenza, come spesso accade grazie a una coppia di genitori che forse hanno barattato la concessione del telefonino a 10 anni con la possibilità di controllare periodicamente le chat sullo smartphone. Così è venuto a galla lo strano rapporto tra quella docente di sostegno e il loro figlio, vicenda che ora è divenuta oggetto di un'inchiesta in Procura a Vicenza. Ma come è possibile? Altra donna pedofil a che lavora con i bambini? https://www.repubblica.it/cronaca/2019/05/31/news/vicenza_indagata_maestra_per_molestie_mi_sono_innamorata_di_te_sapessi_quanto_ti_spupazzerei_-227611852/