anniblu

  • Numero messaggi

    206
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

21 Sono il Re del Forum

1 Follower

Su anniblu

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. “Io ho cominciato a truccarmi ed a mettere dei vestiti femminili a 17 anni. Una volta stavo seduta su una panchina di piazza Cavour, nel centro della mia città, Foggia. Ed in quel momento passava mio padre, insieme ad un amico che mi indicò, dicendo “guarda quello là”. Mio padre si girò è scoprì che quello là era suo figlio. E scopriva che in quel momento ero figlia. Ricordo lo sguardo gelido di mio papà ed io che in quel momento mi si era bloccato il respiro”. A dirlo Valdimir Luxuria, già parlamentare e leader della comunità LGBT italiana, commentando in diretta al Morning Show di Radio Padova, il caso di un ragazzino di Ravenna chiuso a chiave per giorni dalla famiglia che lo aveva minacciato di rimpatriarlo nel Paese d’origine, la Tunisia, per convertirlo da una eventuale omosessualità che il giovane aveva confessato di sentire dentro di sè. Il ragazzino si è rivolto ai carabinieri che ora stanno indagando i genitori per sequestro di persona ed *** dei mezzi di correzione. “Ricordo che a fatica tornavo a casa, non avevo il coraggio di affrontare appunto i miei genitori. Quando sono arrivata a casa ricordo ancora le urla di mio padre contro mia madre: se la prendeva con lei dicendo “è colpa tua perchè l’hai educato così”. E’ brutto quando tu per una tua condizione, che tu non puoi cambiare perchè tu sei così sei nata così, pensi di non meritare più l’amore di chi ti ha messo al mondo. E’ una sensazione bruttissima che per fortuna io ho elaborato, i miei genitori hanno elaborato ed oggi abbiamo un rapporto bellissimo. Bene mi fa piacere per lui, un percorso di sofferenza per chi nasce con il corpo "sbagliato" https://www.padova24ore.it/vladimir-luxuria-diretta-radio-padova-racconta-mio-padre-scopri-ero-sua-figlia/
  2. «Federico lo avevo vaccinato quando era ancora piccolo per il meningococco B, adesso che era adolescente non ci avevamo pensato agli altri tipi di vaccinazioni consigliate ma sulla base degli esami che verranno fuori, spero che la sua morte non sia vana, che i genitori seguano i consigli dei medici anche sulle vaccinazioni non obbligatorie». È distrutta dal dolore mamma Valeria. Piange e si dispera perché il suo Pippi è scomparso dietro una porta del reparto di Terapia Intensiva del policlinico Umberto I, stroncato da una meningitefulminante che non gli ha lasciato scampo. Povera stella, col vaccino si sarebbe salvato https://www.ilmessaggero.it/roma/news/meningite_morto_roma_federico_galluccio-4233503.html
  3. Zahi Hawass, considerato il massimo egittologo al mondo, che per iniziativa di BcSicilia ha tenuto in un'aula gremitissima dell'Università di Palermo una conferenza sulla sua lunga esperienza. Il caso che ha suscitato un grande interesse mediatico è quello della tomba di Cleopatra e di Marco Antonio. Secondo l'egittologo le due sepolture sarebbero nello stesso sito. Hawass sostiene di avere già individuato quella della regina e di essere sulle tracce di quella del suo ultimo amore. I fedelissimi di Cleopatra ne avrebbero occultato il corpo mummificato, seppellendolo con Marco Antonio in un luogo sacro e sicuro: avrebbero così unito simbolicamente un comune destino di morte e di amore. A Giza, lo studioso egiziano ha parlato soprattutto della scoperta di una necropoli con 27 tombe e sulle ultime indagini sulla piramide di Cheope, la più grande di tutte, nella quale si stanno utilizzando sofisticati strumenti di rilevamento. L'impiego di robot ha consentito di individuare stanze segrete e di mappare i corridoi sotterranei. Veramente affascinante! Speriamo che presto venga alla luce la tomba di questa incredibile Regina e del suo amato Antonio
  4. Non sapevo ci fosse questa possibilità, si chiama Parto Segreto e consente alle mamme di mantenere l'anonimato totale e di poter lasciare i bambini alle cure del reparto ospedaliero dove partoriscono, in questo modo lo Stato cerca di combattere l'abbandono e i parti fuori dalle sedi ospedaliere. Soltanto al Ca'Foncello di Treviso ci sono stati ben tre parti segreti nel 2018, in due dei casi le famiglie sono tornate indietro a prendere i propri piccoli e si può fare perchè la legge consente alle mamme e alle famiglie che scelgono il cosiddetto "parto segreto" di pensarci per dieci giorni. La mamma di Treviso che qualche giorno fa aveva deciso di lasciare il figlio in adozione e non aveva neanche voluto vedere il bambino dopo il parto, passati tre giorni ci ha ripensato, ed è tornata in ospedale a prenderlo. Una bella alternativa all'aborto, civile e tutelante di madre e figlio che così nasce e se la madre non lo vuole verrà rapidamente adottato http://www.ilgiornale.it/news/cronache/treviso-bambino-doveva-essere-adottato-mamma-ci-ripensa-1627367.html
  5. Padre è chi procrea o chi cresce i figli? La risposta è facile, chi li cresce, ma capisco lo schock di questo signore, fra l'altro molto ricco, che a 55 anni ha scoperto di essere sterile, ma nel frattempo aveva avuto 3 figli dalla moglie. Ora non li vede più, peccato, che c'entrano i ragazzi? La madre ha fatto vivere tutti in un terribile inganno, avendo avuto i figli da una lunga relazione, inganno del quale le prime vittime sono gli stessi figli. Voi che ne pensate? https://www.ilmessaggero.it/mondo/richard_mason_tradito_figli_non_suoi-4215534.html
  6. Dopo aver ringraziato i suoi fan per il successo della sua prima masterclass, Chiara ha risposto ad alcuni commenti non proprio carini sulle sue orecchie. La prima masterclass di Chiara Ferragni dedicata alla bellezza è stato un vero e proprio successo. La messa in vendita online dei biglietti di un corso intensivo di trucco non ha disatteso le aspettative. Centinaia gli iscritti e i fan che si sono apprestati a comprare i biglietti in rete. E l'influencer più famosa al mondo non poteva che essere contenta del risultato ottenuto. In queste ore attraverso i social ha ringraziato tutto il suo pubblico. Ma gli attenti (e maliziosi) utenti hanno notato un particolare. Dove? In una foto, per qualche utente le orecchie della Ferragni sono troppo grandi per il suo viso. Non bastava il "caso di Stato" sollevato quest'estate per i suoi piedi, ora ci si mettono pure le orecchie. "Tutti a ridere e a scherzare, ma vogliamo parlare delle tue orecchie?", scrive un utente. Probabilmente risentita, Chiara ha replicato: "Povere, ma che cos'hanno le mie orecchie?". In effetti sono grandi...
  7. Ha offerto un lavoro da 1500 euro al mese, con 14 mensilità e a tempo indeterminato, senza riuscire a trovare un candidato adatto: questa è la storia di Francesco Casile, piccolo imprenditore milanese del settore moda che da tempo sta cercando una persona per far crescere la sua azienda. Casile afferma di non aver trovato nessuno che sia in grado di soddisfare le sue esigenze. Molti hanno risposto: "per 1500 euro preferisco il reddito di cittadinanza" ha detto ai microfoni Mediaset, e anche "il colloquio alle 10? È presto, possiamo fare a mezzogiorno?"». Dopo un paio di apparizioni tv in cui ha raccontato la sua storia e la sua difficoltà, ha finito per ricevere oltre 4mila candidature (via mail, sms, *** e Linkedin). Che sia questa la buona occasione per trovare il candidato ideale? https://www.huffingtonpost.it/2018/12/19/imprenditore-offre-lavoro-da-1500-euro-al-mese-ma-non-trova-nessuno-dicono-meglio-il-reddito-di-cittadinanza_a_23622311/
  8. Sono state moltissime le polemiche che si sono scatenate su Instagram in merito al recente look di Antonella Clerici. La conduttrice ha pubblicato in rete una foto nella quale veste una maglia nera molto scollata. I suoi seguaci e ammiratori l’hanno naturalmente fin da subito sostenuta e riempita di ammirazione e commenti positivi. Non tutti gli utenti social però sono stati d’accordo con questo tipo di commenti. Alcuni hanno ritenuto la maglia di Antonella Clerici un po’ troppo scollata e per nulla adatta alla trasmissione Telethon alla quale avrebbe preso parte la scorsa sera. “Ma copriti”, è stato allora il commento di qualcuno in rete al quale molti altri hanno cercato di rispondere difendendo invece la conduttrice. Secondo me non è questione di scandalo ma di buon gusto ed eleganza, cosa della quale la Clerici pur molto simpatica, è decisamente carente https://www.viagginews.com/2018/12/17/antonella-clerici-scollata-instagram/
  9. violenza

    Rivolgiti subito ad una associazione che tutela le donne ce ne sono in tutte le città, ti daranno *** psicologica e legale, devi sporgere denuncia per queste violenze e minacce, fatti aiutare non sono situazioni che puoi gestire da sola!
  10. Dopo i numerosi casi di avvelenamento da piombo avvenuti a New York City (NYC), le autorità sanitarie hanno scoperto che la causa erano delle spezie da cucina che arrivavano dall’estero – come quelle che importiamo anche noi in Italia. Così, i ricercatori del Dipartimento di Salute e Igiene Mentale di New York hanno condotto uno studio per approfondire la faccenda, scoprendo che proprio alcune delle spezie utilizzate in cucina avevano alti livelli di piombo, un metallo altamente tossico sia per il corpo che per la mente. Nello specifico, sono stati testati quasi 1.500 campioni provenienti da 41 diversi Paesi al mondo. Dai risultati delle analisi è emerso che più della metà dei campioni di spezie presentavano concentrazioni di piombo rilevabili e oltre il 30% aveva concentrazioni di piombo superiori a 2 parti per milione (ppm), che è il limite consentito per il piombo in alcuni additivi alimentari e utilizzato come valore di riferimento dal Dipartimento della salute di New York. «Le più alte concentrazioni di piombo sono state trovate in spezie acquistate in Paesi come Georgia, Bangladesh, Pakistan, Nepal e Marocco», scrivono i ricercatori. Va sottolineato che anche in Italia importiamo le spezie da molti di questi Paesi, compresi i cosiddetti mix come per esempio il Curry. Sapendo cosa si rischia a utilizzare certe spezie, bisognerebbe poter sapere se il prodotto che si sta acquistando è sicuro. Poiché molte spezie arrivano dai Paesi già menzionati, e pertanto a rischio, in mancanza di una chiara dichiarazione dell’azienda produttrice o dell’importatore che questi prodotti sono sicuri e privi di piombo, è forse bene astenersi dal comprarli e utilizzarli. «I professionisti della salute pubblica e gli operatori sanitari dovrebbero anche essere a conoscenza delle spezie come potenziale fattore di rischio per l’esposizione al piombo, e sottoporre a screening i cittadini a rischio», sottolineano gli autori dello studio. https://www.diariodelweb.it/salute/articolo/?nid=20181205-534176
  11. Io si ci credo, sono casi rari e bambini piccolissimi, come può essere tutta una truffa?
  12. Il grande successo della fiction tratta dall'opera di Elena Ferrante è dovuto anche e soprattutto alla scelta del cast. Lenù e Lila sono interpretate da Elisa del Geni o e Ludovica Nasti e proprio quest'ultima, intervistata dal settimanale OGGI, ha rivelato di aver provato rabbia "quando ho dovuto tagliare i capelli perché sono stata calva per tanto tempo e finalmente avevo i capelli lunghi". La piccola infatti ha raccontato di aver combattuto e sconfitto la leucemia. Dai cinque ai dieci anni dentro e fuori dagli ospedali, la mamma racconta al settimanale la loro esperienza. Ludovica ha 12 anni e viene da Pozzuoli, comune flegreo in provincia di Napoli, ha due fratelli e già un passato come modella per i cataloghi di moda. Alla fiction è arrivata grazie un'amica della madre che ha suggerito di mandare le foto della piccola per fare il casting. Viene scelta tra 8mila aspiranti per recitare il ruolo di Lila, ma lei da piccola voleva fare la calciatrice o la ballerina. Adesso però racconta la sua felicità nella nuova strada intrapresa. Questa ragazzina ha uno sguardo incredibile ed è bellissima le auguro tanta felicità dopo un così grande dolore, è una guerriera e si vede https://www.huffingtonpost.it/2018/11/28/ho-sconfitto-la-leucemia-lila-dellamica-geniale-combattente-coraggiosa-anche-nella-vita-reale_a_23603109/
  13. "Abbiamo prenotato per 11 alla trattoria Casa Amaro segnalando la celiachia di uno dei ragazzi - scrive la mamma di uno di loro -. Quando siamo arrivati il titolare si è avvicinato e ci ha detto, in maniera scortese, che dovevamo avvertire della presenza di quattro disabili perché il locale era piccolo, il sabato sera era pieno e loro non sapevano come gestirli". Poi aggiunge : "I nostri ragazzi sono adulti ed educatissimi, mangiamo tutti rigorosamente con coltelli e forchetta. Abbiamo ribadito che l'unica cosa da segnalare l'avevamo detta, ma ci hanno ripetuto per altre due volte la stessa cosa. I ragazzi sono rimasti malissimo e noi tutti peggio di loro. Li abbiamo fatti alzare e ce ne siamo andati". La combriccola si sposta in un altro locale. Ma l'amarezza è tanta: per i giovani e per i loro familiari. Risultato: serata rovinata. La storia rimbalza subito di pagina Facebook in pagina Facebook e la polemica si scatena anche su Tripadvisor, con utenti che invocano la chiusura del locale. "È stato un malinteso, non volevo respingere nessuno, volevo solo capire se c'erano esigenze particolari - spiega il titolare del locale sul suo profilo -. Ho posto male la domanda. Non è che non volessi accogliere il gruppo, ma volevo capire se c'erano esigenze particolari. Con un po' di stress e stanchezza, ci si è trovati davanti a una situazione non bella, soprattutto per i ragazzi che si sono sentiti respinti". Il ristoratore ha chiesto scusa direttamente ad Anna Rita, raggiungedola telefonicamente. "Mi è sembrato sincero. I ragazzi e loro sono molto soddisfatti delle sue parole", ha detto la donna. E così in questa storia con un brutto prologo, sembra arrivare il lieto fine. Ma..... poco dopo tutto cambia: ancora una volta su Facebook, la donna riporta il commento di un avventore della trattoria che avrebbe assistito alla scena. Dopo aver visto i ragazzi down andarsene, il signore perplesso chiede spiegazioni al titolare: "Questo tipo di *** mi rovina la serata, fa rumore, è difficile da gestire. Non posso farli mangiare qua", avrebbe risposto lui. Una nuova delusione per Anna Rita, che chiosa: "Vergona". Ormai è difficile mentire, le testimonianze arrivano quasi in tempo reale, e questo ristoratore ha fatto una pessima figura https://www.quotidiano.net/cronaca/ristorante-down-torino-1.4325716
  14. Lo studio fatto sugli schermi touchscreen adibiti agli ordini della nota catena di fast food McDonald's è stato eseguito dalla London Metropolitan Universityin collaborazione con il sito Metro, che ha poi pubblicato le conclusioni, e svolto in alcuni ristoranti di Londra e dintorni. Sono stati prelevati dei campioni dai touschscreen interessati con dei tamponi, successivamente mandati in analisi, e i risultati che sono emersi sono stati definiti preoccupanti: su tre quarti dei campioni analizzati è stata infatti rilevata la presenza, fra gli altri, di due batteri altamente nocivi per l'essere umano. Si tratta del batterio della Listeria (che può causare danni a livello gastrointestinale e addirittura aborti nelle donne in gravidanza) e batteri del genere Proteus. Questi ultimi in particolare si possono trovare prevalentemente nelle feci di uomini e topi. Altri batteri che sono stati trovati sono lo stafilococco e la Klebsiella, che causa polmoniti e setticemia. Il coordinatore dell'indagine, il dottor Paul Matawele, consiglia di far fronte a questa incresciosa situazione lavandosi assolutamente le mani prima di mangiare. L'azienda ha replicato così: "Gli schermi vengono puliti quotidianamente". Mamma mia bisogna ricordarsi di lavarsi sempre le mani dopo l'ordinazione https://it.blastingnews.com/salute/2018/11/nei-mcdonalds-feci-e-batteri-sugli-schermi-touchscreen-lo-rivela-uno-studio-inglese-002785627.html
  15. Detti, proverbi e modi di dire in milanese sono tanti e molto coloriti. Ecco un sito dove trovarne alcuni. E voi ne conoscete altri? https://www.milanocittastato.it/evergreen/10-modi-dire-divertenti-milano-li-direbbero-gli-stranieri/