frittomesto

  • Numero messaggi

    133
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

10 Potrei diventare famoso

1 Follower

Su frittomesto

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Ogni volta la stessa storia, quando c'è vento forte e mare mosso i bagnini mettono la bandiera rossa ma tanti se ne fregano e rischiano la vita oltre a farla rischiare ai soccorritori, sopratutto quelli improvvisati se non ci sono bagnini con l'adeguata attrezzatura per il salvataggio, ma anche i bagnini stessi rischiano, anni fa un bagnino è morto sul litorale toscano perchè il pattino di salvataggio si è rovesciato con una ondata colpendolo alla testa, un altro bagnino a Fano ha perso la vita dopo aver salvato un padre e i due figli che si erano tuffati con la bandiera rossa, purtroppo è successo più volte. In Sicilia ad esempio per le spiagge del palermitano c'è una ordinanza di quest'anno che dice: "All'ingresso delle strutture balneari ed in prossimità delle postazioni di salvataggio, dovrà essere esposta una tabella in lingua italiana ed inglese, francese e tedesco, con i significati delle bandiere issate al pennone. I gestori dei lidi che non espongono in modo corretto le indicazioni e le bandiere rischiano una multa da 1.032 euro, ma anche i bagnanti che vengono sorpresi a tuffarsi con bandiera rossa rischiano una multa da 200 euro", L'ordinanza di prevede che se c'è bandiera rossa e un bagnante decide imprudentemente di tuffarsi, il bagnino non ha l'obbligo di tuffarsi. Resta il fatto che: "I bagnini debbono scoraggiare l'ingresso in mare dei bagnanti e se dovesse succeder una disgrazia la magistratura procederà per omissione di soccorso anche se avrà come attenuante il fatto che era stata esposta dal lido la bandiera rossa". Insomma la smettiamo di tuffarci con bandiera rossa? Forse le multe dovrebbero essere più alte... vista l'imprudenza di tanti
  2. Come Santa madre Russia riconosce i suoi eroi..... poveretto. È stata la figlia Gaukhar a spiegare i motivi del suicidio del padre: “Abbiamo visto tutti la serie di Chernobyl. Papà osservava le scene e ricordava con dolore tutti i momenti che ha dovuto attraversare. C’erano le lacrime nei suoi occhi mentre guardava il film” Tutti quelli che lo conoscevano pensano che Nagashibay abbia deciso di uccidersi a 61 anni perchè aveva prestato servizio come liquidatore nel reattore numero quattro di Chernobyl, era stato tra i primi a raggiungere il luogo della tragedia con lo scopo di limitare al massimo la diffusione di radiazioni. Nonostante la sua abnegazione Nagashibay Zhusupov non aveva avuto il riconoscimento che si aspettava ed era caduto in povertà, senza riuscire ad ottenere una casa popolare ma vedendosi costretto a vivere in un dormitorio in precarie condizioni di salute e sperava di avere diritto, come molti altri veterani, a un appartamento e a una pensione. Invece la casa non arrivò e fu costretto a trasferirsi, insieme alla moglie e ai loro cinque bambini, in uno squallido ostello. La serie ha fatto riemergere la rabbia a lungo sopita dice la figlia: "Il governo ha rifiutato di concederci uno dei suoi alloggi popolari e questo lo ha ferito in maniera irreparabile”. Il lavoro a Chernobyl inoltre aveva anche avuto pesanti ripercussioni sulla sua salute, era tormentato da frequenti mal di testa e improvvisi crolli, e trascorreva sempre più tempo in ospedale. La sua pensione, incluse le indennità di invalidità, non superava l’equivalente di 39 euro a settimana.
  3. Dove sono Maria, Laura Francesca e Angelica Elena? Non si hanno più notizie di mamma Maria e delle due figlie di 8 anni e un anno e mezzo. Il compagno di lei e padre delle due bimbe è disperato e lancia un appello: "Ti prego fatti sentire, fammi sapere almeno se le bambine stanno bene". Maria, che ha il cellulare staccato, intorno alle 14 di ieri ha chiamato un'amica dicendole che sarebbe passata a prendere la figlia più grande. L'ultima volta è stata vista in compagnia delle due figlie mentre scendeva dall'autobus 28, intorno alle 15 dello stesso giorno. Quando il compagno è rientrato dal lavoro, non le ha trovate in casa e sono scattate le ricerche: "Non credo abbia dei soldi con sè" spiega in lacrime Aurelio, che questa mattina ha sporto denuncia ai carabinieri. Perfavore condividete la foto e aiutiamo nella ricerca della mamma e delle due bambine
  4. L'Emdr il metodo usato per condizionare i bambini di Bibbiano, se usato correttamente e non da quei delinquenti, fa guarire dai traumi. E' un metodo che ha aiutato anche Beppe Fiorello a guarire da un forte trauma Beppe Fiorello in una recente intervista ha raccontato di aver rischiato la vita nel 2004, mentre lavorava alle riprese della fiction "Joe Petrosino". L'artista è caduto da una carrozza trainata da quattro cavalli, gli animali gli sono piombati addosso con tutto il loro peso: "Sono sopravvissuto solo perché la ruota ha creato un’intercapedine nel terreno che ha impedito al cocchio di schiacciarmi”, ha raccontato. L'impatto è stato devastante tant'è che Fiorello ha riportato gravi danni fisici e psicologici, quest'ultimi superati grazie ad un intervento di aiuto chiamato "Emdr". "Mi sono rotto il naso e le spalle. Vedevo i movimenti rallentati e per un istante ho pensato fosse la fine. Poi ho sentito l’ambulanza, mi sono detto "Sono vivo". Prima di riprendere a lavorare mi sono rivolto ad uno specialista di Emdr, una tecnica di stimolazione oculare che ti riporta là, al momento della tragedia, e ti aiuta a superarla. Questa terapia mi ha permesso di valorizzare gli aspetti positivi della vicenda. Il passare degli anni ha fatto il resto." Emdr (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) è un approccio psicoterapeutico riconosciuto ufficialmente nel 2010 ed è utilizzato per il trattamento di situazioni legate a traumi, stress e depressione. La tecnica si focalizza sul ricordo dell'esperienza traumatica e si avvale di metodologie che utilizzano movimenti oculari che puntano a desensibilizzare l'evento traumatico. Purtroppo sui bambini di Bibbiano lo hanno usato per alterare la loro memoria e condizionare le loro testimonianze contro i genitori, è terribile manipolare così dei bambini gettando anche discredito su una categoria di professionisti che invece meritano rispetto e gratitudine per quello che fanno, che ne pensate?
  5. Sembra incredibile ma ci sono ancora tante persone che non usano la cintura di sicurezza eppure è stata una invenzione per la nostra sicurezza che non ha uguali. Dobbiamo ringraziare la Volvo per questo, perchè la cintura fu inventata nel 1959, dall'ingegnere Volvo Nils Bohlin. Il progetto venne brevettato, ma la società decise che il brevetto doveva essere lasciato aperto, rendendolo disponibile gratuitamente a tutti i produttori di veicoli. Questa decisione certo non convenzionale, fu presa nel maggiore interesse della sicurezza pubblica, per garantire che tutti, indipendentemente dal fatto che guidassero o meno un veicolo Volvo, potessero essere sicuri nel traffico. Spesso io vedo automobilisti senza cintura o peggio ancora bambini non assicurati ai seggiolini di sicurezza, che sono i primi che volano fuori dall'auto in caso di incidente, ma soprattutto le persone sedute dietro non la mettono. Attenzione perchè in Italia solo il 10% di chi occupa l'auto fa uso delle cinture posteriori. Un numero bassissimo, se si pensa all'importanza che hanno per l'incolumità in caso di incidente. Purtroppo è pensiero diffuso che in realtà servano a poco e siano spesso inutili. Non solo: quasi nessuno sa che l'utilizzo delle cinture di sicurezza posteriori è obbligatorio, in casi di incidenti gravi, oltre il 20% delle morti è causato da passeggeri che vengono sbalzati fuori dall'abitacolo perché non indossano le cinture di sicurezza. E in molti casi si tratta di persone sedute sul sedile posteriore che non avevano inserito le cinture di sicurezza. Secondo l'articolo 172 del Codice della Strada c'è l'obbligo non solo per il conducente, ma anche per i passeggeri, di indossare le cinture di sicurezza pena il pagamento di una sanzione amministrativa che va dai 74 ai 299 euro in caso di sua inosservanza. Tale sanzione verrà pagata dal conducente terzo che viene "beccato" senza la cintura. Ma il Codice dà istruzioni anche al conducente: è lui infatti che deve obbligare, imporre, l'uso delle cinture a tutti i passeggeri, sia quelli che siedono sul sedile anteriore sia per chi siede su quello posteriore. Se qualcuno dei passeggeri si oppone, il conducente può anche rifiutarsi di continuare la marcia o farlo scendere dall'auto. Questa "libertà" deriva dal fatto che, in caso di incidente mortale, è chi guida l'auto che risponde di omicidio colposo e che ha quindi una enorme responsabilità. Tu la usi? La fai mettere alle persone che porti in auto?
  6. Incredibile vicenda in spiaggia a Jesolo dove una trentina di ragazzini di varie etnie, alcuni trevigiani, hanno picchiato selvaggiamente e vigliaccamente 3 poveri bagnini mandandoli all'ospedale. La loro "colpa"? Alcuni di quei ragazzi avevano occupato le postazioni a torretta che servono ai bagnini per controllare i bagnanti e i bagnini li avevano mandati via, sono tornati in trenta decisi a vendicarsi e lo hanno fatto in pieno giorno seminando il panico fra i bagnanti con una violenza inaudita. Poveri bagnini, i ragazzi pare siano tutti minorenni, se la caveranno con poco? Come al solito...
  7. "Io voglio entrare. Entro nelle acque italiane con la Sea Watch e porto in salvo i migranti a Lampedusa". Carola Rackete, 31enne tedesca capitana dell'imbarcazione della ong olandese in lotta da giorni con Matteo Salvini e il governo italiano per far sbarcare 42 migranti a bordo della nave sceglie Repubblica per lanciare la sua ultima sfida all'Italia. Carola Rackete dice: "Sto aspettando cosa dirà la Corte europea dei diritti dell'uomo. Poi non avrò altra scelta che sbarcarli lì", e rischierà l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, oltre a una multa e alla confisca della Sea Watch. "So anche questo ma io sono responsabile delle 42 persone che ho recuperato in mare e che non ce la fanno più. Quanti altri soprusi devono sopportare? La loro vita viene prima di qualsiasi gioco politico o incriminazione. Non bisognava arrivare a questo punto". La Corte ha detto no e lei è entrata da poco in acque Italiane. Sono giorni e giorni che gira nel mediterraneo, poteva portarli a Malta o in Olanda, ma Malta ha detto no, l'Olanda pure, così come l'Italia, non si capisce perchè se il paese della sua nave dice no, li non li sbarca, se altri paesi dicono no, lì non li sbarca, se noi diciamo no, lei li sbarca lo stesso... Che ne pensate?
  8. Un 2-1 con rimonta alla Bosnia che porta la quarta vittoria in quattro gare. E Roberto Mancini alla fine abbraccia i suoi uno a uno. "Le gare sono tutte difficili, soprattutto a fine campionato, la Bosnia è piena di giocatori di livello, noi nel primo tempo eravamo troppo larghi come squadra, poi siamo migliorati". Si è vista un’Italia dal grande cuore e carattere. "I ragazzi hanno messo dentro tutto, non era semplice ribaltare una gara come questa, abbiamo rischiato qualche contropiede, ma nel secondo tempo il nostro dominio è stato netto. Sì, abbiamo preso troppi rischi nel primo tempo però poi siamo cresciuti. I gol di Insigne e Verratti? Bellissimi". Si il secondo tempo è stato bello, non hanno mollato, anzi, e grandi goal soprattutto l'ultimo, la squadra per ora cresce, a voi è piaciuta? https://www.gazzetta.it/Calcio/Nazionale/11-06-2019/italia-bosnia-2-1-ct-mancini-si-esalta-non-era-facile-rimontare-ma-ripresa-abbiamo-dominato-insigne-verratti-due-gol-bellissimi-3302402334835.shtml
  9. "Non ho mai avuto soldi, regali o altri vantaggi, né ho mai barattato le mie funzioni di magistrato" Sui suoi rapporti con Fabrizio Centofanti aggiunge: "Io sono stato infettato da un'amicizia e per questo posso essere giudicato. Ma ho avuto rapporti con lui, non con il suo mondo, gli avvocati finiti sotto processo e i loro affari". E i viaggi pagati da Centofanti? "Rientrano in un rapporto che risale al 2008, Fabrizio era amico di mia sorella" risponde, e aggiunge: "niente di male né di sospetto, lui non mi ha chiesto niente". Ma i viaggi pagati restano.. "Li ho pagati io e se non ho potuto dare tutte le ricevute e prove dei versamenti è per motivi privati che ho spiegato al pm. Qualcosa ho trovato, continuerò a cercare, ma non si può cucire addosso l'abito del corrotto per questo". L'anello da duemila euro per una sua amica? "Altra vicenda privata che ho potuto chiarire", precisa ancora. Quindi insomma... cherchez la femme... come si suol dire https://www.agi.it/cronaca/palamara_accusa_corruzione-5580769/news/2019-06-01/
  10. Esistono alcune alterazioni dello stato di salute che provocano oscillazioni e cambiamenti delle sostanze chimiche presenti nel sangue e nei tessuti, le quali, una volta arrivate sulla superficie cutanea nel tentativo di essere volatilizzate ed eliminate con la traspirazione, al contatto con l' aria si decompongono, emanando il loro sgradevole odore. Una ricerca condotta presso il dipartimento di Anestesiologia dell' Università della Pennsylvania, a Filadelfia, ha elencato le principali malattie che provocano la comparsa di particolari odori, talmente caratteristici per la loro consistenza e percezione, da ritenere possibile una valutazione medica, addirittura diagnostica, soltanto "annusando" il paziente portatore di quella determinata patologia "maleodorante", che può spaziare dalla comune infezione al cancro. Qui trovi molti esempi utili https://www.liberoquotidiano.it/news/scienze---tech/13463837/salute-odori-corpo-possono-rivelare-gravi-malattie-cancro-tumore.html
  11. Ma è pazzesca questa vicenda! Un giovane padre di 24 anni era andato al cinema con sua moglie e il figlio quando si è chinato in avanti per cercare il telefono cellulare che era scivolato durante la proiezione. In quel momento però la sua testa è restata incastrata nella poltrona elettrica e per lui non c'è stato nulla da fare. Secondo quanto riporta il Daily Mail i fatti si sono svolti più di un anno fa in un cinema di Birmingham, ma solo in questi giorni si sta svolgendo il processo. L'uomo è rimasto con il collo intrappolato nel poggiapiedi elettrico, la moglie ha subito lanciato l'allarme e a provato a liberare il marito insieme al personale del cinema intervenuto in suo soccorso. Il meccanismo si sarebbe messo in moto automaticamente per rimettersi in posizione, dopo qualche secondo, come se lo spettatore si fosse alzato, schiacciandogli così la testa. Immediatamente è stato portato in ospedale ma le lesioni craniche erano troppo gravi e il 24enne è morto dopo una settimana dal ricovero. La vicenda ora è finita in tribunale dove la moglie della vittima ha ricordato gli ultimi istanti di vita del marito tra le lacrime. La morte certe volte arriva in modo assurdo e totalmente imprevedibile, un poggiapiedi elettrico assassino! https://www.ilmattino.it/primopiano/esteri/papa_incastrato_poltrone_cinema_muore_sotto_occhi_moglie_figlio-4504096.html
  12. Notre Dame il giorno dopo, tutti a mostrare la foto dell'altare e della croce salvi, come se fosse un miracolo, in realtà Il legno prende fuoco ad una temperatura compresa tra i 260° C ed i 315° C, mentre la temperatura di fusione dell'oro è di 1064° C. Se si può parlare di miracolo direi che lo hanno fatto i bravi e coraggiosi pompieri salvando la struttura della Cattedrale http://www.ilgiornale.it/news/mondo/notre-dame-prime-foto-dellinterno-chiesa-salvi-croce-e-1680223.html
  13. Il campione brasiliano ha fatto impazzire il web nelle ultime ore. Niente giochetti di prestigio con un pallone tra i piedi, il merito è tutto di alcuni… tatuaggi. Proprio così: rientrato a Parigi per proseguire nel percorso di riabilitazione, Neymar ha fatto arrivare dal Brasile i suoi tatuatori, ai quali ha commissionato un lavoro spettacolare. Il risultato è stato pubblicato su Instagram: due i nuovi tatuaggi per il campione del PSG, il più grande dei quali sul petto, dove campeggia la testa di un’aquila che osserva un campo da calcio, vicino ad alcune frasi in portoghese. L’altro nuovo tattoo dell’ex attaccante del Barcellona è sulla gamba: Neymar ha deciso di farsi disegnare l’iconico camioncino Volkswagen. Le immagini hanno presto fatto il giro del web, diventando virali sui social. Non amo i tatoo ma questi sono davvero belli https://sport.sky.it/calcio/2019/03/29/neymar-nuovo-tatuaggio-foto.html
  14. E' pazzesco ma è così: Il Salvator Mundi, celebre dipinto attribuito a Leonardo da Vinci, è "disperso". Stando a quanto afferma il Louvre di Abu Dhabi, sarebbe quasi una sorta di intrigo internazionale quello che circonda le sorti del quadro, battuto all'asta da Christie's per la cifra record di 450,3 milioni di dollari nel 2017. L'opera avrebbe dovuto partecipare ad una mostra al Louvre di Abu Dhabi già a fine 2018, ma da mesi non vi è traccia della sua presenza in nessun evento. Secondo quanto riportato dal New York Times, il Louvre di Parigi, che vorrebbe esporre l'opera per le celebrazioni autunnali per i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci, non sarebbe in grado di "rintracciarla". Ora il New York Times rivela che, secondo fonti anonime del Louvre della capitale degli Emirati Arabi Uniti, nessuno abbia idea di dove si trovi attualmente il quadro. Ma come è possibile che sia stato fatto sparire un simile capolavoro? Si sta facendo anche strada l'ipotesi che sia stato comprato per distruggerlo https://www.huffingtonpost.it/2019/04/01/il-salvator-mundi-di-leonardo-e-disperso-lammissione-del-louvre-di-abu-dhabi_a_23703778/