frittomesto

  • Numero messaggi

    110
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

6 Calma piatta

1 Follower

Su frittomesto

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha fatto preparare un banchetto alla Casa Bianca con centinaia di hamburger, patatine fritte e altro cibo proveniente da alcuni fast food di Washington, dicendo di averlo dovuto fare perché a causa della parziale chiusura del governo (“shutdown”), non era disponibile il normale servizio di catering. L’evento è stato organizzato per accogliere i Clemson Tigers, i vincitori del Campionato nazionale di football per college. Ai giornalisti, Trump ha detto di avere pagato personalmente il conto dei vari fast food, ma non ha specificato quanto avesse speso. Durante l’evento, Trump ha detto: “Abbiamo le pizze, 300 hamburger, tantissime patatine fritte, tutto il vostro cibo preferito. Voglio vedere che cosa resterà, perché penso non avanzerà molto”. Cibo non proprio sano, ma sicuramente gradito ai giovani ospiti https://www.ilpost.it/2019/01/15/trump-fast-food-casa-bianca/
  2. La Spagna è col fiato sospeso per una vicenda che fa rivivere quella del piccolo Alfredino Rampi di Vermicino, avvenuta nei pressi di Frascati nel giugno del 1981. Yulen, un bimbo di 2 anni e mezzo, è caduto ieri nel primo pomeriggio in un pozzo di prospezione largo 25 cm e profondo 110 metri, mentre giocava nella proprietà di un familiare nella Sierra di Totalan, vicino a Malaga. Per tutta la notte oltre 100 persone fra vigili del fuoco, protezione civile, guardia civile, hanno cercato di contattare il bimbo. Il robot sceso con le telecamere non è riuscito ad andare oltre i 78 metri, a causa di una frana, e ha intercettato questa mattina solo il sacchetto di caramelle che il bambino aveva con sé al momento della caduta. Le dimensioni ridotte della circonferenza del pozzo impediscono ai soccorritori di calarsi all'interno. I genitori, José Roselló e Victoria Garcia, due ventenni di Malaga, al momento dell'accaduto erano con alcuni parenti a preparare una paella. Secondo testimonianze di membri delle squadre di salvataggio, citate dai media, il pianto flebile del bambino, inizialmente udibile, è cessato. "Non saranno risparmiati mezzi nell'operazione di salvataggio", ha dichiarato ai media il viceprefetto di Malaga, Maria Gamez. "Con l'aiuto dei tecnici valutiamo tutte le alternative per salvare il bambino e rimuovere il tappo di terreno del pozzo, provocato a un'ottantina di metri probabilmente da una frana". La terribile vicenda fa subito pensare a quella di Alfredino Rampi che purtroppo nessuno riuscì a salvare https://www.repubblica.it/esteri/2019/01/14/news/bimbo_di_due_anni_caduto_in_pozzo_artesiano_spagna_in_ansia_per_salvataggio-216531638/
  3. Un’antica tradizione, avvalorata da alcune scoperte archeologiche, darebbe un nome e un cognome al padre del Salvatore, riscrivendo tutta la storia della cristianità a partire dalle origini, se ne hanno testimonianze in Celso, che nel suo Discorso Veritiero, volto a screditare la nuova religione cristiana, tira fuori questa vecchia storia: “Di essere nato da una vergine te lo sei inventato tu, Gesù”, spiega. “In realtà sei nato in un villaggio della Giudea, da una donna del luogo, una povera filatrice a giornata. Fu scacciata dal marito, un carpentiere, per comprovato adulterio. Dopo il ripudio, fu ridotta a vagabondare per il Paese e, in gran segreto, ti partorì”. Versione molto diversa da quella del presepio. Ma non è finita. “A causa della tua povertà, hai lavorato come salariato in Egitto, dove sei diventato esperto di alcuni poteri, di cui vanno fieri gli egiziani. Poi sei tornato e, reso superbo proprio da questi poteri, ti sei proclamato figlio di Dio”. Ricapitolando, “Tua madre, fu scacciata dal falegname, che l’aveva chiesta in moglie, perché colpevole di adulterio e fu resa incinta da un soldato di nome Pantera”. Non c’è solo Celso a dirlo. Altre tracce di questa tradizione si trovano nel Talmud (dove però ha un altro nome, Stadha) e, in un certo senso, anche nell’archeologia. Il ritrovamento a Bingen, in Germania, di una lapide romana intitolata a Tiberio Giulio Abdes Pantera, nato a Sidone (attuale Libano) e morto a 62 anni nel 40 d.C., dopo 40 anni di onorato servizio come vessillifero tra gli arcieri romani, sembra una conferma. Non di tutta la storia, certo. Ma almeno del fatto che, in quell’epoca e in quella zona, c’era almeno un soldato romano che si chiamava Pantera. Nel 4 d.C. la città di Zippori, a sei chilometri da Nazareth, venne distrutta dalle truppe romane guidate da Publio Quintilio Varo come punizione per una ribellione. Lo stesso Publio Quintilio Varo morirà, pochi anni dopo, nella battaglia di Teutoburgo, in Germania. È possibile immaginare che uno dei suoi uomini, durante la conquista di Zippori, avesse messo incinta una donna della zona, cioè Maria (la tradizione cristiana vedrebbe Gioacchino, Anna e Maria originari di quella città) e sia ripartito con il suo comandante verso il centroeuropa, dove sarebbe morto (e la lapide lo testimonierebbe). Il fatto che si conosca il nome del soldato, Pantera appunto, viene spiegato così: in almeno una occasione – è dato immaginare – l’uomo avrebbe cercato di fare una proposta di matrimonio a Maria, anche per riparare al disonore della gravidanza. O, visto che per i legionari romani non era possibile prendere moglie prima del congedo, si sarebbe limitato a garantire protezione e denaro alla donna per tutto il tempo della sua permanenza nell’area. Del resto, sulla base delle datazioni, sarebbe stato in Palestina per almeno 15-16 anni, a partire dal 10 a.C. Proprio nel periodo in cui sarebbe nato Gesù. In ogni caso si sarebbe reso noto alla gente del villaggio, che avrebbe appreso e tramandato il suo nome. Dopo la partenza (e non è chiaro se il figlio fosse già nato o no) il vecchio Giuseppe si sarebbe offerto, per evitare eventuali disonori, di sposare la donna. Possibile? Vero? Chi lo sa A me sembra una storia credibile, certo più di quella sulla verginità della Madonna, gli angeli ecc... https://www.linkiesta.it/it/article/2018/12/22/il-padre-di-gesu-si-chiamava-pantera-ed-era-un-soldato-romano/40514/
  4. Vi piace la mortadella ma siete a dieta? Sappiate che la mortadella può rientrare anche in una dieta ipocalorica, visto che una porzione ha calorie analoghe a una porzione di filetto di spigola. In quarant'anni, grazie a tecniche di produzione e selezione della materia prima, il contenuto in grassi è passato dal 40 al 25% la Mortadella Bologna Igp è un grande classico della salumeria italiana, conosciuta in tutto il mondo. Come altri insaccati soffre la nomea di essere grassa e ricca di colesterolo dannoso per il sistema cardiovascolare, ma si tratta di un mito da sfatare. Infatti 100 grammi di mortadella hanno lo stesso contenuto di colesterolo di 100 grammi di spigola o di pollo senza pelle e meno di un formaggio fresco. La Mortadella Bologna Igp, in base al rapporto tra proteine e grassi nelle carni ha visto ridursi il proprio contenuto di grassi dal 40% degli anni ‘70, al 28% del 1993, al 25% del 2011. I grassi insaturi (comunemente definiti buoni) sono ora pari al 67% del totale e una porzione da 50 grammi copre il 17% di un adeguato apporto giornaliero di omega3. Nel tempo anche le calorie si sono ridotte, di circa il 10%, arrivando a 288 per 100 grammi. Interessante pure il contenuto di vitamine, specialmente quelle del gruppo B, e di sali minerali quali fosforo, potassio, ferro, zinco e magnesio. Vado a farmi un panino con la mortadella... http://www.teatronaturale.it/tracce/salute/26778-la-mortadella-e-troppo-grassa-ha-lo-stesso-contenuto-in-colesterolo-della-spigola.htm
  5. Addio a Totogol e Totocalcio. Con un emendamento dei relatori alla manovra, non ancora votato in commissione Bilancio al Senato, arriva una riforma dei «concorsi pronostici sportivi». Non si potrà quindi far più “trecidi”. Il Totocalcio nacque come concorso a premi nel 1946 grazie all’idea di un giornalista della Gazzetta dello Sport, Massimo Della Pergola. La versione originaria del concorso prevedeva di pronosticare 12 risultati di altrettante partite di calcio, fu aggiunta una tredicesima partita a partire dal concorso numero 20 della stagione 1950-1951 (da cui nacque l’espressione fare tredici al Totocalcio), mentre dal 2003 ne venne inserita una quattordicesima. Credo che molti lo rimpiangeranno, simbolo di un' Italia che non c'è più https://www.laprovinciadisondrio.it/stories/Cronaca/addio-al-totocalcio-la-fine-di-unepoca_1297378_11/
  6. "Cesare Battisti deve essere arrestato per evitare il pericolo di fuga in vista di un'eventuale estradizione". Il nuovo corso voluto da Jair Bolsonaro ha avuto conseguenze immediate sulla vicenda dell'ex terrorista dei Pac. A ordinarne l'arresto, con un provvedimento immediatamente esecutivo, è stato un magistrato del Supremo Tribunale Federale (Stf) brasiliano, Luis Fux. Il presidente eletto, Jair Bolsonaro, ha assicurato molte volte - l'ultima ieri, ricevendo l'ambasciatore italiano in Brasile - che intende concedere l'estradizione di Battisti, che considera un "piccolo regalo" per il popolo italiano. Un atteggiamento che è stato molto apprezzato da Matteo Salvini. I media brasiliani danno per scontato che i legali di Battisti presenteranno un ricorso contro la decisione di Fux, chiedendo un parere dell'intero Srf. Ma l'ex terrorista dovrà aspettare la decisione dietro le sbarre. Finalmente, era l'ora ora speriamo che non proteggano più davvero questo assassino criminale! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2018/12/14/brasile-ordinato-larresto-di-battisti_f1f1cc35-c4b5-40a3-9ec6-62ebda0390bb.html
  7. storia incredibile, approfondirò
  8. Benedetto XVI potrebbe ancora essere il papa regnante. La rinuncia? Nulla. La geopolitica e i rapporti con Putin e Obama avrebbero giocato un ruolo fondamentale nelle dimissioni. Le tesi contenute nell'ultimo libro di Antonio Socci Ratzinger continua ad abitare presso il Vaticano, insiste nel chiamarsi 'papa emerito', indossa gli abiti di un pontefice, avrebbe più volte sottolineato il carattere imperituro del papato e così via. Ma soprattutto, prendendo per buona un'interpretazione giuridica, le dimissioni sarebber impugnabili alla stregua di un atto nullo Il papato dell'ex arcivescovo di Buenos Aires costituirebbe "fonte di immensa confusione tra i fedeli", tanto che uno dei rischi palesatesi nel corso di questi cinque anni sarebbe l'ipotesi di uno scisma. Benedetto XVI avrebbe tenuto la barra dritta nei confronti del relativismo e del politically correct. Da Bergoglio in poi, invece, la situazione sarebbe precipitata. Fondamentale sarebbe stata pure la presidenza targata Barack Obama, che per Socci ha dato vita a uno scontro "intorno ai matrimoni omosessuali, all’aborto, alla ricerca sulle cellule sta- minali". I vescovi di tutto il mondo, insomma, avrebbero iniziato a discutere di aperture dottrinali, adagiandosi sul filone obamiano. Ma come viene collegato tutto questo alle dimissioni dell'ex prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede? Socci scrive di aver sempre ritenuto che "Benedetto XVI sia stato in- dotto all’abdicazione da una macchinazione complessa, ordita da chi aveva interesse a bloccare la riconciliazione con l’ortodossia russa, pilastro religioso di un progetto di progressiva convergenza tra l’Europa continentale e Mosca. http://www.ilgiornale.it/news/cronache/perch-ancora-papa-libro-sui-segreti-benedetto-xvi-1607898.html
  9. Niente condono fiscale per Pippo Baudo sull'avviso di accertamento con cui l'Agenzia delle Entrate gli ha intimato di pagare 257.538 euro per Irpef e Ilor evase nel 1996. Lo ha deciso la Cassazione che ha accolto il ricorso del Fisco contro il presentatore. La Commissione tributaria regionale della Sicilia, nel 2010, aveva invece concesso a Baudo il diritto al condono, nonostante il conduttore televisivo fosse stato condannato per reati tributari. Ma ora i Supremi giudici hanno annullato, senza rinvio, il via libera al condono e quindi Baudo dovrà pagare. https://tg24.sky.it/cronaca/2018/11/22/pippo-baudo-no-condono-fiscale-cassazione.html
  10. Ricerca di nuove figure professionali da inserire nelle diverse realtà del Resort di Castelfalfi. Martedì 27 novembre, a partire dalle ore 10.00, presso l’hotel La Tabaccaia, i futuri candidati incontreranno i Manager della Tenuta, che all’interno del comune di Montaione racchiude un Borgo medievale, due hotel 4 e 5 stelle, tre ristoranti, alcuni casali ristrutturati per la vendita o per l’affitto, il più grande campo da golf della Toscana e un’azienda agricola con vigne e oliveti. Una realtà ricca e complessa in continua evoluzione, che rappresenta per la popolazione locale, e non solo, una preziosa occasione di occupazione. Le posizioni aperte sono circa 20 e riguardano l’inserimento di figure professionali, quali personale di sala, camerieri per i bar, camerieri ai piani, chef de partie e sous-chef, caddy master per il golf, lavoratori agricoli, ecc. La conoscenza delle lingue inglese e tedesco costituisce titolo preferenzialehttps://www.gonews.it/2018/11/20/offerte-di-lavoro-a-castelfalfi-20-posizioni-aperte/
  11. Indagati i membri di Medici senza frontiere. Scaricavano in Italia i vestiti infetti dei migranti malati senza segnalarne mai la pericolosità. Scabbia, Hiv, meningite, sifilide e infezioni del tratto respiratorio come la tubercolosi. A bordo delle navi "Aquarius" e "Vos Prudence" l'allerta era massima. Tanto che i S.A.R. Report Rescues sulle condizioni sanitarie degli immigrati assistiti dai volontari della Ong avevano messo nero su bianco i rischi (altissimi) di "trasmissione di virus o agenti patogeni contratti durante il viaggio". Eppure, ben sapendo della pericolosità degli indumenti indossati dagli stranieri e dei rifiuti sanitari, gli indagati (ben ventiquattro) se ne infischiavano e li riversavano in Italia, buttandoli dove capitava nei porti di primo approdo. Chiunque ne fosse venuto in contatto potrebbe ammalarsi di queste malattie gravissime Qui il video http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sui-vestiti-smaltiti-aquarius-infezioni-meningite-hiv-tbc-1604477.html
  12. Alessio, quattordici anni, vive grazie a un cuore artificiale, in attesa di un trapianto è in ospedale da mesi, ha scritto al suo idolo Buffon, chiedendogli di andare a trovare lui e altri amici ricoverati per gravi patologie e il grande campione, anche nella vita, gli ha risposto promettendogli che lo farà e lo ha incoraggiato a non mollare. Qui il video https://www.napolitoday.it/cronaca/buffon-risponde-a-tifoso-malato-di-cuore-video.html Un bel gesto che può significare moltissimo per Alessio e i suoi amici ricoverati
  13. E all'improvviso il geni o! Dice ai rapinatori, non si rapina un negozio alle 3 del pomeriggio, tornate alle 18,30 che ho più soldi in cassa... e loro tornano... Non solo il proprietario ha convinto i rapinatori a tornare più tardi, ma anche la polizia che sarebbero tornati... Si chiama Didier, un mito! Una banda di quattro rapinatori si presenta nel negozio di sigarette elettroniche di Didier. Sono loro a minacciarlo con una pistola quando, dopo una chiacchierata, è il proprietario stesso a spiegare che l'orario per fare una rapina non era dei migliori. Infatti, gli dice che alle 3 del pomeriggio la cassa non è piena e che sarebbe stato meglio per loro passare alle 18.30. Didier nel frattempo chiama la polizia, raccontando del prossimo ritorno dei malviventi. Gli agenti quasi non credevano alle sue parole ma, nel dubbio, hanno preferito assecondarlo. Infatti Didier credeva davvero di averli convinti. E così è stato. https://www.ilmessaggero.it/mondo/rapinatori_polizia_belgio-4061046.html
  14. Ci andrà il grande campione? Vediamo se è un campione anche fuori dal campo di calcio «La mia stanza da letto, di giochi e di studio è diventata una stanza di ospedale - scrive Alessio (14 anni, in attesa di un trapianto di cuore) nella sua lettera - ma per fortuna grazie all’ausilio di un cuore meccanico alberga in me la forte speranza di ritornare al più presto sulla mia amata bici e a correre dietro ad un pallone. Sono da sempre tifoso juventino e un tuo fan. Mi farebbe molto piacere incontrarti con altri due miei amici di viaggio che sono con me in ospedale. Approfittando della tua certa disponibilità promuoveremo insieme una campagna di sensibilizzazione per le donazioni». https://sport.ilmattino.it/sscnapoli/la_lettera_di_alessio_all_idolo_buffon_vienimi_a_trovare_in_ospedale-4088705.html
  15. Nessun salto o comportamento atipico da parte dei tifosi di Cska Mosca. A dimostrarlo ci sarebbe un nuovo video sul crollo della scala mobile nella stazione metropolitana di Repubblica a Roma. Le immagini sono state pubblicate sulprofilo Twitter "Cska fans against racism", pagina social di un gruppo di supporter russi dove ora alcuni utenti chiedono le scuse di Matteo Salvini. Il vicepremier sulla vicenda aveva detto: "C’erano decine di ubriachi che facevano casin o". https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/crollo-della-metro-a-roma-spunta-un-nuovo-video-vedete-non-saltavamo-_3171157-201802a.shtml