passolesto

  • Numero messaggi

    117
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

8 Calma piatta

1 Follower

Su passolesto

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Raggirato e frodato da quello che non era solo il suo manager, ma anche un suo amico. Corrado Guzzanti sarebbe rimasto vittima di una presunta truffa andata avanti per dieci anni. Questa almeno è la versione del comico che si è sfogato al Corriere della Sera. Non una cifra da nulla: si parla di ben 400mila euro ma potrebbe essere molto più alta. Tanto che il debito che il comico e attore si è ritrovato sulle spalle a un certo punto avrebbe toccato anche i 900mila euro. Guzzanti si sarebbe visto anche pignorare dalla banca la casa di proprietà. In tribunale il comico e attore ha raccontato del terribile periodo vissuto in seguito a questa vicenda, degli incubi e delle lacrime nel sonno. "Ero in difficoltà anche a fare la spesa", ha affermato Guzzanti come si legge sul 'Corriere della Sera. Ha perso tutto, oggi lo racconta nel processo, il trauma emotivo per il tradimento dell'amico è stato fortissimo http://www.today.it/rassegna/guzzanti-truffato.html
  2. Tom Ballard, 30 anni, era il figlio della scalatrice britannica Alison Hargreaves, la prima donna a scalare l’Everest da sola. È morta a 33 anni durante la discesa dalla cima del K2 nel 1995. Il figlio era un abile scalatore che aveva seguito le sue orme. La sorella di Ballard, Kate, il padre Jim e la fidanzata italiana Stefania Pederiva avevano atteso nell’ansia e nell’apprensione più totale di ricevere notizie sui due dopo la notizia del fatto che erano dispersi. Ballard era nato a Derbyshire ma si era trasferito in Scozia nello stesso anno in cui la madre è morta sul K2. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, la madre era incinta di 6 mesi di Tom quando ha scalato il versante nord dell’Eiger. Ballard aveva solo 6 anni quando la madre ha perso la vita ma ha avuto la stessa passione per l’alpinismo. Anche la sorella è una scalatrice. Con i suoi 8.126 metri di altezza il Nanga Parbat è la nona vetta più alta del mondo. La montagna è conosciuta anche come “Diamir”, termine locale che significa il “Re delle montagne”. Il soprannome di Montagna Killer deriva dalle decine e decine di persone che hanno perso la vita nel tentativo di scalarla. Nel 1985, lo scalatore britannico Albert F. Mummery ha guidato il primo tentativo di ascesa della montagna innevata, ma ha perso la vita nel farlo. Da allora, almeno altri 30 scalatori sono morti sulla montagna a causa delle avverse condizioni meteo e delle frequenti valanghe. Nel 1953 lo scalatore austriaco Hermann Buhl era riuscito a raggiungere con successo la cima del Nanga Parbat. http://www.meteoweb.eu/2019/03/nanga-parbat-tom-ballard-madre-morta-k2/1234669/
  3. Leonardo Pieraccioni ancora una volta stupisce i suoi fan. L’attore e regista ha dato una decisa svolta al suo look, scegliendo di tagliarsi la barba. Pieraccioni ha pubblicato la foto sbarbato su Instagram, dove sembra una persona davvero molto diversa. Ironico come sempre, il regista e attore ha accompagnato la foto del nuovo look con un semplice: “Basta barba, no?”. D’altronde era dal 1995, più precisamente dal film Laureati, che la barba faceva parte di lui. Quasi 25 anni insieme alla propria barba, per un uomo, sono decisamente abbastanza. Molto diverso e così sembra decisamente più giovane, vi piace? https://www.blitzquotidiano.it/tv/leonardo-pieraccioni-irriconoscibile-foto-barba-3007615/
  4. Un "santone" è diventato famoso dopo questo video girato in Sudafrica. L'uomo, di fronte a un centinaio di persone, ha annunciato un rito, quello della resurrezione. Un ragazzo steso in una bara ritrova la vita grazie ad Alph Lukau. Quest'ultimo, ovviamente, è diventato un mito sui social tanto da scatenare la reazione divertita degli utenti. Ed ecco nascere il #ResurrectionChallenge... Qui il video https://www.leggo.it/esteri/news/morto_resuscitato_video-4343359.html
  5. Nel '93 diceva di essere "un nullafacente". Oggi è il leader in ascesa della Lega, che macina voti dopo la fine dell'era Bossi. Un Matteo Salvini d'epoca, molto giovane e quasi irriconoscibile, sfoggia una chioma folta come concorrente al telequiz 'Il pranzo è servito' 21 anni fa in un filmato scovato da Striscia La Notizia e ironizza sui politici in un rebus che riesce ad indovinare: "Incassare tangente" è la soluzione. "Vengo da Milano, ne so qualcosa". Davvero interessante il video ripescato da Striscia la Notizia con un Salvini magro e capellone, sentite le risposte nel video http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2014/11/21/salvini-concorrente-a-il-pranzo-e-servito-nel-93-sono-un-nullafacente_6db7f78a-343a-4300-af0a-8dec3c2e653e.html
  6. ''Voglio dire un'ultima cosa per sorridere. Un gruppo di pensionati sardi di recente ha visitato il mio parco. Nell'area delle 120 piante medicinali uno di loro ha scoperto in un riquadro un cartello con la scritta 'viagra'. Alla fine, hanno lasciato il terreno nudo, perché si sono mangiate tutte le foglie o se lo sono portate via...". Non ha resistito, qualcosa di questi argomenti lo deve dire sempre https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2019/02/18/pensionati-sardi-hanno-portato-via-viagra-berlusconi-show_RfCcQJnmC56Px1RbMcVhLN.html
  7. Un fotografo italiano freelance, Gabriele Micalizzi, 34 anni, è rimasto ferito a Deir Ezzor, nell'est della Siria. A quanto si apprende, il giornalista, di origini milanesi, era impegnato in un servizio con un collega della Cnn per documentare l'offensiva delle forze curdo-siriane, appoggiata dagli Usa, contro l'ultima roccaforte dell'Isis, in un fazzoletto di terra nella zona al confine con l'Iraq. Il fotografo non sarebbe in pericolo di vita: sarebbe stato ferito "da scheggie di un razzo", fanno sapere fonti curde. Sarà rimpatriato quanto prima in Italia, riferisce il Rojava Information Center, che fa capo alle forze curdo-siriane che guidano l'offensiva nella zona di Baghuz, sulla riva orientale dell'Eufrate. Gabriele Micalizzi "è già a bordo di un elicottero della Coalizione internazionale in volo verso Baghdad", è "stato ferito gravemente al volto da schegge di Rpg, ma non sembra essere in pericolo di vita": lo riferisce all'ANSA Alessandro Sala, del collettivo CesuraLab, fondato dallo stesso Micalizzi, Luca Santese e Andrea Rocchelli, ucciso durante la guerra in Ucraina nel 2014. L'unità di crisi della Farnesina fa sapere che è al lavoro e sin dal primo momento segue il caso del connazionale ferito in Siria per prestare ogni possibile assistenz a . Reporter coraggioso che rischia la vita per documentarci la guerra contro l'Isis combattuta dai Curdi, una guerra troppo spesso ignorata http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Siria-fotografo-italiano-ferito-a-Deir-Ezzor-d9617ef9-e445-4f94-b129-54a7e673e012.html
  8. "Dopo il mio arresto, con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti, per soli 10 grammi di cocaina, senza nessuna prova oggettiva, hanno fatto di tutto per farmi confessare. Ho subito ricatti e botte atroci", denuncia Sacco. "Hanno costretto anche la mia compagna a spogliarsi nuda davanti a 10 agenti, tutti uomini e ad andare con loro in carcere per una intera notte", aggiunge. Pressioni alle quali l’imprenditore racconta di aver ceduto in cambio "dell’immediato rilascio della sua compagna", confessando il falso e dichiarando di aver importato la droga dall’Italia. Ammissione non banale: negli Emirati il traffico di stupefacenti è punito con la pena capitale. Affetto da microcitemia (una forma di anemia), Sacco afferma che, in mancanza di cure, le sue condizioni nell’ultimo anno si sono aggravate tanto da mettere a serio rischio la sua vita. Ma non è tutto. Dopo la lettera aperta inviata, lo scorso dicembre, dalla sua compagna alle autorità italiane Sacco nel suo recente audio messaggio è tornato a raccontare delle condizioni disumane in cui è detenuto e delle torture subite dalle guardie carcerarie. Racconta di essere stato legato e tenuto nudo per giorni al freddo, di avere le costole incrinate e aver subìto scosse elettriche ai genitali. Un grido di aiuto che Sacco rivolge anche al Papa in vista della sua visita negli Emirati a febbraio. Con queste torture si confessa qualsiasi cosa, questa persona sta rischiando la vita! https://www.quotidiano.net/esteri/massimo-sacco-dubai-1.4404763
  9. Si chiama LBD, letteralmente "lanciatore di palle di difesa" ("lanceur de balles de défens"): noto più comunemente come flash-ball, è stato criticato "per la sua imprecisione" ed è stato protagonista di diversi casi di ferimenti e abusi di violenza.L'associazione Désarmons-les parla di un totale di un centinaio di feriti gravi, in maggioranza per colpa degli LBD, di cui 15 ridotti in condizioni di disabilità. Fonti di polizia citate da radio RTL spostano verso il basso questa stima: 4 persone hanno perso un occhio e altre due una mano a causa dei proiettili in gomma LBD da 40 millimetri sparati dagli agenti.Su Twitter compaiono le foto, a volte impressionanti, dei feriti causati dall'LBD. Sono state pubblicate dal giornalista indipendente, David Dufresne, che ha fatto più di 250 segnalazion i. Un pompiere, padre di tre figli, è in coma farmacologico a Bordeaux dopo essere stato colpito alla tempia. Il 12 dicembre scorso, Jean-Marc Michaud, agricoltore di 41 anni, ha subito la deformazione permanente del viso e ha perso l'occhio destro per colpa di una palla di caucciù semi-rigido lanciata a più di 300km/h. Secondo fonti di polizia, nella sola giornata del 12 gennaio ci sono stati almeno 5 manifestanti feriti gravemente "verosimilmente" per colpa degli LBD. Dal 2007 ha fatto la comparsa l'LBD 40, con munizioni da 40mm e un visore elettronico che permette di tirare fino a 30m. Assomiglia a una mitraglietta. Un agente di polizia, dal canto suo, testimonia: "Ci piombano addosso bottiglie di vetro, blocchi di cemento, acido, bulloni. L'LBD incute timore. Se ci venisse portata via, nessun collega vorrà più andare alle manifestazioni". Il ministro dell'Interno, Christophe Castaner,ha difeso l'operato della polizia: se si togliesse l'LBD alle forze dell'ordine, non resterebbe loro che l'uso di pistole o del contatto fisico. Il problema sempre la violenza, da una parte e dall'altra https://it.euronews.com/2019/01/18/gilet-gialli-cos-e-lo-spara-palle-lbd-e-perche-e-al-centro-delle-polemiche
  10. "Sento il dovere di rispondere a tante amiche, a tanti amici, ai miei sostenitori e ai giornalisti che in queste ore chiedono *** riguardo la candidatura annunciata di mio marito nelle file della Lega al Comune di Castelfranco Emilia. Ho sentito anch'io la sua intervista a Radio24, ribadisco e tutelo la sua libertà di candidarsi con chi desidera, una libertà che è garantita dalla nostra Costituzione italiana". Kyenge precisa che tra le uniche novità che quella "che si sta finalmente avvicinando la data dell'udienza davanti al giudice per la fine del nostro matrimonio, udienza da me richiesta ormai mesi addietro". Be certamente con un sistema di valori così opposto, come è possibile andare d'accordo? http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2019/02/05/kyenge-mio-marito-candidato-lega-ultimo-capitolo-copione_51818877-7425-4111-b639-6e52b056ce3e.html
  11. L’autore inglese Thomas Lundmark nel suo libro biografico su Eva Braun, sostiene che la donna sarebbe stata afflitta dalla sindrome di Mayer-Rokitansky-Küster-Hauser (MRKH), che avrebbe reso ogni rapporto sessuale insopportabilmente doloroso. La rara condizione si verifica quando un feto femminile non riesce a sviluppare completamente un sistema riproduttivo, rimanendo con un utero piccolo o assente e un canale vaginale che può essere corto, stretto o totalmente mancante. Secondo Thomas Lundmark, Eva Braun si sarebbe anche sottoposta a un intervento chirurgico ed è stata in cura da un famoso ginecologo, Gustav Scholten, di Monaco di Baviera. Il medico è morto in un incidente stradale, ma l’autore britannico ha rintracciato il figlio che ha confermato la degenza della Braun nella clinica bavarese e un messaggio di ringraziamento da parte di Hitler per un “intervento chirurgico coronato con successo”. Hitler dal canto suo aveva i suoi problemi e malformazioni anche lui, quindi niente sesso e tanta follia e lucida cattiveria http://www.rainews.it/dl/rainews/media/ricerca-Eva-Braun-non-ha-mai-fatto-sesso-con-Hitler-per-una-rara-disfunzione-ginecologica-f0a50c0e-970f-4313-92ab-c47732146ee2.html#foto-1
  12. Prosegue ormai da alcuni giorni la misteriosa invasione di ratti bianchi nel Cesenate, tra Cesena e Cesenatico. Nella notte di lunedì sono state diverse le chiamate alla sala operativa del comando provinciale dei Vigili del fuoco da cittadini che riferiscono di roditori "impazziti" e che sono stati trovati anche in case. Centinaia i topi che da giorni si riversano in strada, tanto che è stato necessario l'intervento di Vigili del fuoco, polizia municipale e Asl per rimuovere le carcasse degli esemplari investiti dagli automobilisti. I roditori sono stati visti anche mordersi tra di loro e saltare sulle vetture. Intanto dal Comune è partita un'operazione di disinfestazione. Tra le spiegazioni azzardate per questo inquietante fenomeno, si fa largo quella che riconduce il tutto alla chiusura a fine 2018 di un vicino allevamento di piccioni in stato di abbandono da tempo dove i roditori abitualmente trovavano quel cibo ora costretti a procacciarsi altrove. Ma è terrificante! Scenario da film di Hitchcock https://bologna.repubblica.it/cronaca/2019/01/21/news/cesena_l_invasione_dei_topi_pazzi_continua_saltano_sulle_auto_entrano_in_casa_lottano_tra_di_loro-217111029/
  13. In una intervista a "Porta a Porta", il premier ha dichiarato a Bruno Vespa che in primavera-estate farebbe volentieri un viaggio alla ricerca delle sue radici in Toscana. Dichiarazioni che hanno scatenato più di una polemica. Il premier, su nette posizioni di centro-destra, non è diciamo così graditissimo al centro-sinistra italiano. E non mancano le dichiarazioni dei politici locali. «Il presidente del Brasile, Jail Bolsonaro, è il benvenuto nella nostra terra. Farò tutto il possibile per facilitare il suo arrivo nel nostro paese e nella nostra provincia. Incontrerò presto l'ambasciatore brasiliano. La voglia di conoscere le origini dei nonni materni credo sia un sentimento nobile e da rispettare». Lo afferma il senatore Fi Massimo Mallegni, in merito alla possibile visita del presidente del Brasile. Che ne pensate? https://www.lanazione.it/lucca/cronaca/bolsonaro-visita-lucca-1.4396304
  14. Questa storia è pazzesca e anche ingiusta, Cyntoia è stata condannata all’ergastolo nel 2006 per aver ucciso, due anni prima, con una pistola il 43enne Johnny Mitchell Allen. Lo uccise per evitare l’ennesimo stupro. Era una ragazzina di 16 anni, scappata di casa dopo avere vissuto violenze dai primi anni di vita ed essere finita giovanissima nelle mani dei trafficanti di sesso. Nonostante fosse minorenne fu giudicata come un’adulta e condannata al carcere a vita. Rihanna è stata tra le prime a essersi esposta per lei. Con l’hashtag #FreeCyntoiaBrown, la cantante ha condiviso il lungo messaggio della ragazza: «Immagina di essere stata costretta alla prostituzione a 16 anni da un pappone soprannominato “taglia-gola”. Dopo giorni in cui sei stata ripetutamente drogata e stuprata da uomini diversi, vieni acquistata da un predatore sessuale di bambini che ti porta a casa sua per usarti per il sesso. Finisce che trovi abbastanza coraggio per lottare, gli spari e lo uccidi. Vieni arrestata e conseguentemente processata e condannata come un’adulta a passare tutta la vita in prigione. Questa è la storia di Cyntoia Brown. Potrà chiedere la libertà condizionale quando avrà 69 anni». Una sentenza che trovo davvero ingiusta e che ora stanno rimediando grazie all'interessamento di Rihanna https://www.vanityfair.it/news/diritti/2019/01/08/clemenza-cyntoia-brown-caso-rihanna-kim-kardashian
  15. Il Giappone conta quasi 10 milioni di case vuote sparse in tutto il paese. Case che ora sono in vendita a titolo gratuito o a prezzi stracciati. Sono abitazioni rimaste senza inquilini perché i proprietari (defunti) non avevano eredi, case che non hanno trovato affittuari e che quindi di fatto possono considerarsi abbandonate. Ma non è tutto. La demografia giapponese pare sia in calo, questo significa che nei prossimi anni il numero delle case abbandonate aumenterà sempre di più.Le previsioni dicono che entro il 2040, saranno quasi 900 le città "abbandonate". Tra queste Okutama, nell'area metropolitana di Tokyo, è la città più prossima all'estinzione. Okutama per paura di diventare una città "fantasma" ha deciso quindi di regalare le case rimaste vuote a chiunque ne faccia richiesta, da qualsiasi parte del mondo. L'occasione vale anche per l'Italia. Per ottenere la casa giapponese a titolo gratuito è necessario avere meno di 40 anni, o avere un figlio che abbia meno di 18 anni, o un genitore che ne abbia meno di 50. Le case abbandonate sono in vendita sui database online cercando "akiya banks", in giapponese 'casa vacante'. Le uniche spese da affrontare sono le tasse sull'immobile e le commissioni di agenzia https://www.huffingtonpost.it/2018/12/07/10-milioni-di-case-abbandonate-il-giappone-le-regala-a-chi-ne-fa-richiesta-anche-agli-italiani_a_23611551/ Che occasione! Per chi ama il Giappone