albertofabbri0

  • Numero messaggi

    5
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

0 Calma piatta

Su albertofabbri0

  • Rank
    Utente nuovo
  • Compleanno
  1. Non funziona, compare un messaggio di errore 25119/1 Robyrossa vada lei a farsi visitare prima di mandarci me!!! io mi preoccupo per mio figlio, sono a postissimo con il cervello e sto solo cercando opinioni costruttive, quindi lei si tenga le sue critiche bislacche non richieste e si tolga dalle mie palle! grazie e non a riverderci. Contrappassi sapientina, mi spiega secondo quale logica sarebbe ammissibile uno scappellotto seppure leggerissimo? quella di insegnare ad alzare le mani dopo con un pugno. Mani in tasca sempre e comunque. La informo che la violenza è anche solo il gesto. Eviti di farmi la predica e legga nontogliermiilsorriso prima di legittimare qualsiasi forma di violenza anche se apparentemente inesistente!!!!
  2. Voglio che sia cancellato questo thread visto che non sapete dire altro che stupidaggini prefatte e non so come si fa a cancellarlo.
  3. Ma lo scappellotto se lo tiri lei, possibilmente fortissimo, perché un bambino non lo si tocca neanche simbolicamente. E anche alzargli la voce è una violenza. Tenga le mani in tasca, e si vergogni prima di venire a dire a me come si educa!
  4. Scusate, ma i miei mi hanno dato contro e non so a chi rivolgermi, io sono in crisi con mia moglie che è andata dai suoi con mio figlio e mi impedisce di andare là per chiarire nuovamente, ma non voglio rivolgermi alla polizia, voglio che torni qua e si sforzi di capire perchè io voglio solo la nostra pace. La cosa è successa lunedi perchè mio figlio aveva rotto il vetro dello smarphone e lei gli ha detto che stavolta se lo sarebbe tenuto così, che non gliene avremmo comprato un altro ancora. Lui ha avuto un momento di ira, come è normale nei bimbi della sua età, e le ha urlato una frase brutta, più o meno così: sei una puttan@ che succhia i cazz1 di tutti. Allora lei gli ha detto che per punizione non poteva uscire a giocare e ha chiuso a chiave la porta di casa sennò lui sarebbe uscito lo stesso. E allora lui le ha tirato il telefono addosso, ma a quel punto è successo l'impensabile perchè lei se lo ha preso col sedere fuori sulle ginocchia e l'ha sculacciato, e quando io sono intervenuto per stoppare questo dramma abbiamo litigato io e lei, cioè lei gli stava facendo male, lo stava picchiando dicendogli una serie esagerata di comportamenti che il bimbo non aveva corretto da tempo, e aveva le natiche rosse e le lacrime che gli scendevano dagli occhi. Cioè capitemi, io capisco uno sbrocco, ma quello non era un urlo con lo schiaffo o lo sculacciotto che può scappare a tutti per l'esasperazione con un bimbo di 8 anni un po' vivace perchè noi genitori siamo umani e possiamo sbagliare nell'alzare la mano purchè dopo ci scusiamo col figlio, quello era un maltrattamento a freddo in cui lei non ha urlato o perso le sfaffe ma picchiato duramente il bimbo umiliandolo e stressandolo con un elenco di colpe e anche con una certa cattiveria in quanto gli ha detto cose dure più o meno così: dato che non le hai mai prese ora te le do tutte insieme, le cose le capisci, da oggi si cambia registro. E anche le parole possono ferire un bimbo perchè i capricci non sono veri capricci, bisogna sapere ascoltare le sue esigenze. Io sono intervenuto troppo tardi per salvarlo perchè ero rimasto spiazzato di fronte alla violenza educativa che da lei non me l'aspettavo, io sono contrario alle punizioni severe perchè i figli si educano con il dialogo, le ricompense, non con le mani che le usa solo chi non sa usare la testa, ma con l'empatia e la pazienza, e nostro figlio ha solo 8 anni, non può capire che le parole che le ha detto hanno un significato inopportuno verso la mamma e le avrà sentite in giro, non da me, quindi sarebbe bastato contare a mente fino a dieci e poi insegnargli che non sono cose belle da dire alla mamma invece di punirlo e fargli del male. Mia madre non mi ha mai alzato le mani e mia moglie dovrebbe prendere esempio invece di dirmi che l'ho distrutta difendendo mio figlio in quella circostanza. Cosa gli ha insegnato lei con la sculacciata? che il più forte comanda e sottomette il più debole, non il rispetto ma la sopraffazione! Consigliatemi, per piacere, io non posso accettare che lei mi stia distante.