ilsauro24ore

  • Numero messaggi

    1125
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

30 Sono il Re del Forum

1 Follower

Su ilsauro24ore

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. voltagabbana

    Ad avere bisogno di un dizionario è il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 che, dimostrando un supremo disprezzo del ridicolo, continua a blaterare senza avere capito quanto sentenziato dalla Corte Costituzionale https://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2014&numero=1 Le parole della Corte Costituzionale sono chiarissime: questa Corte ha da tempo ricordato che l’Assemblea Costituente, «pur manifestando, con l’approvazione di un ordine del giorno, il favore per il sistema proporzionale nell’elezione dei membri della Camera dei deputati, non intese irrigidire questa materia sul piano normativo, costituzionalizzando una scelta proporzionalistica o disponendo formalmente in ordine ai sistemi elettorali, la configurazione dei quali resta affidata alla legge ordinaria» (sentenza n. 429 del 1995). Pertanto, la «determinazione delle formule e dei sistemi elettorali costituisce un ambito nel quale si esprime con un massimo di evidenza la politicità della scelta legislativa» (sentenza n. 242 del 2012; ordinanza n. 260 del 2002; sentenza n. 107 del 1996). Il principio costituzionale di eguaglianza del voto – ha inoltre rilevato questa Corte – esige che l’esercizio dell’elettorato attivo avvenga in condizione di parità, in quanto «ciascun voto contribuisce potenzialmente e con pari efficacia alla formazione degli organi elettivi» (sentenza n. 43 del 1961), ma «non si estende […] al risultato concreto della manifestazione di volontà dell’elettore […] che dipende […] esclusivamente dal sistema che il legislatore ordinario, non avendo la Costituzione disposto al riguardo, ha adottato per le elezioni politiche e amministrative, in relazione alle mutevoli esigenze che si ricollegano alle consultazioni popolari» (sentenza n. 43 del 1961). A fare incassare al cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 l'ennesima figura da somaro è la Corte Costituzionale , non l'umile docgalileo (ora denominato ilsauro24ore). Rimane fermo l'amichevole invito a recensire la pizza di Michele e a prendere urgentemente appuntamento con uno psichiatra (serio). Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti
  2. voltagabbana

    Al cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 non rimane altro che continuare a blaterare con supremo disprezzo del ridicolo. La Corte Costituzionale si è pronunciata nella sentenza 1/2014 https://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2014&numero=1 con parole chiarissime: questa Corte ha da tempo ricordato che l’Assemblea Costituente, «pur manifestando, con l’approvazione di un ordine del giorno, il favore per il sistema proporzionale nell’elezione dei membri della Camera dei deputati, non intese irrigidire questa materia sul piano normativo, costituzionalizzando una scelta proporzionalistica o disponendo formalmente in ordine ai sistemi elettorali, la configurazione dei quali resta affidata alla legge ordinaria» (sentenza n. 429 del 1995). Pertanto, la «determinazione delle formule e dei sistemi elettorali costituisce un ambito nel quale si esprime con un massimo di evidenza la politicità della scelta legislativa» (sentenza n. 242 del 2012; ordinanza n. 260 del 2002; sentenza n. 107 del 1996). Il principio costituzionale di eguaglianza del voto – ha inoltre rilevato questa Corte – esige che l’esercizio dell’elettorato attivo avvenga in condizione di parità, in quanto «ciascun voto contribuisce potenzialmente e con pari efficacia alla formazione degli organi elettivi» (sentenza n. 43 del 1961), ma «non si estende […] al risultato concreto della manifestazione di volontà dell’elettore […] che dipende […] esclusivamente dal sistema che il legislatore ordinario, non avendo la Costituzione disposto al riguardo, ha adottato per le elezioni politiche e amministrative, in relazione alle mutevoli esigenze che si ricollegano alle consultazioni popolari» (sentenza n. 43 del 1961). A sbugiardare il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 non è l'umile docgalileo, ora denominato ilsauro24ore. Provvede la Corte Costituzionale a sbugiardare senza appello l'asinata ragliata dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 in data 23 gennaio 2021 (ore 12.57): il sistema proporzionale puro è l'unico che rispetta sia lo spirito che la lettera della Costituzione, perché l'art.48 sancisce che il voto dei cittadini deve essere "eguale" Il ridicolo tentativo di salvarsi dall'ennesima figura di medda induce il cialtronissimo pracottaro seriale fosforo31 a fare la lezioncina alla Corte Costituzionale! Lo psichiatra cosa dice a tal proposito, oltre all'ovvio consiglio di limitarsi a parlare della pizza di Michele? Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti
  3. voltagabbana

    Le voci di corridoio non descrivono Mattarella ansioso di portarci al voto nazionale. Questo lo scrivi tu che sei un cialtronissimo peracottaro seriale obbligato a falsificare la realtà per farla quadrare con le panzane che inventi Ecco cosa troviamo scritto nell'articolo del Sole: uscire velocemente da una condizione di incertezza: è l’esortazione che il capo dello Stato Sergio Mattarella ha rivolto al premier Giuseppe Conte in un incontro al Quirinale sullo stato dei rapporti nella coalizione che potrebbero portare a breve a una crisi di governo Per quanto riguarda la Corte Costituzionale, è chiarissimo quanto ha scritto nella sentenza 1/2014, che è possibile leggere per esteso https://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2014&numero=1 In particolare interessa quanto segue: questa Corte ha da tempo ricordato che l’Assemblea Costituente, «pur manifestando, con l’approvazione di un ordine del giorno, il favore per il sistema proporzionale nell’elezione dei membri della Camera dei deputati, non intese irrigidire questa materia sul piano normativo, costituzionalizzando una scelta proporzionalistica o disponendo formalmente in ordine ai sistemi elettorali, la configurazione dei quali resta affidata alla legge ordinaria» (sentenza n. 429 del 1995). Pertanto, la «determinazione delle formule e dei sistemi elettorali costituisce un ambito nel quale si esprime con un massimo di evidenza la politicità della scelta legislativa» (sentenza n. 242 del 2012; ordinanza n. 260 del 2002; sentenza n. 107 del 1996). Il principio costituzionale di eguaglianza del voto – ha inoltre rilevato questa Corte – esige che l’esercizio dell’elettorato attivo avvenga in condizione di parità, in quanto «ciascun voto contribuisce potenzialmente e con pari efficacia alla formazione degli organi elettivi» (sentenza n. 43 del 1961), ma «non si estende […] al risultato concreto della manifestazione di volontà dell’elettore […] che dipende […] esclusivamente dal sistema che il legislatore ordinario, non avendo la Costituzione disposto al riguardo, ha adottato per le elezioni politiche e amministrative, in relazione alle mutevoli esigenze che si ricollegano alle consultazioni popolari» (sentenza n. 43 del 1961). La Corte Costituzionale sbugiarda senza appello l'asinata che hai ragliato il giorno 23 gennaio 2021, alle ore 12.57: il sistema proporzionale puro è l'unico che rispetta sia lo spirito che la lettera della Costituzione, perché l'art.48 sancisce che il voto dei cittadini deve essere "eguale" Da quello che vaneggi risulta chiaro che pretendi di fare la lezioncina alla Corte Costituzionale. Lo psichiatra cosa dice a tal proposito? Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti
  4. voltagabbana

    Negativo, caro il mio cialtronissimo cazzaro seriale. Non propongo assolutamente niente. È quello che dispone la vigente Costituzione e corre voce che anche il Presidente della Repubblica la pensi in questo modo https://www.ilsole24ore.com/art/palazzo-chigi-se-renzi-si-sfila-conte-impossibile-nuovo-governo-iv-ADB3A4CB?refresh_ce=1 ... la suprema Corte non si è mai sognata di contestare la lettera dell'art.48 che sancisce in modo lapidario e inequivocabile l'eguaglianza del voto dei cittadini. Negativo, caro il mio cialtronissimo cazzaro seriale. Come al solito salti di palo in frasca. Riporto la discussione su quello di cui stavamo discutendo. Stiamo discutendo di questo il sistema proporzionale puro è l'unico che rispetta sia lo spirito che la lettera della Costituzione, perché l'art.48 sancisce che il voto dei cittadini deve essere "eguale" Trattasi dell'asinata che hai ragliato il giorno 23 gennaio 2021, alle ore 12.57. Asinata che viene sbugiardata dalla sentenza 1/2014 della Corte Costituzionale https://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2014&numero=1 Questa Corte ha da tempo ricordato che l’Assemblea Costituente, «pur manifestando, con l’approvazione di un ordine del giorno, il favore per il sistema proporzionale nell’elezione dei membri della Camera dei deputati, non intese irrigidire questa materia sul piano normativo, costituzionalizzando una scelta proporzionalistica o disponendo formalmente in ordine ai sistemi elettorali, la configurazione dei quali resta affidata alla legge ordinaria» (sentenza n. 429 del 1995). Pertanto, la «determinazione delle formule e dei sistemi elettorali costituisce un ambito nel quale si esprime con un massimo di evidenza la politicità della scelta legislativa» (sentenza n. 242 del 2012; ordinanza n. 260 del 2002; sentenza n. 107 del 1996). Il principio costituzionale di eguaglianza del voto – ha inoltre rilevato questa Corte – esige che l’esercizio dell’elettorato attivo avvenga in condizione di parità, in quanto «ciascun voto contribuisce potenzialmente e con pari efficacia alla formazione degli organi elettivi» (sentenza n. 43 del 1961), ma «non si estende […] al risultato concreto della manifestazione di volontà dell’elettore […] che dipende […] esclusivamente dal sistema che il legislatore ordinario, non avendo la Costituzione disposto al riguardo, ha adottato per le elezioni politiche e amministrative, in relazione alle mutevoli esigenze che si ricollegano alle consultazioni popolari» (sentenza n. 43 del 1961). Ancora una volta invito il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 a limitarsi a recensire la pizza di Michele. Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963