bollaciao

  • Numero messaggi

    199
  • Registrato

  • Ultima Visita

bollaciao è il vincitore del giorno novembre 18 2017

bollaciao ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

16 Potrei diventare famoso

Su bollaciao

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Sul profilo instagram dell’attrice Laura Chiatti, madre felice di due bambini, Enea, di 4 anni, e Pablo, di 3, avuti dal marito, il collega Marco Bocci: non c’è praticamente foto che ritragga uno solo o entrambi i bambini che non sia bersaglio di commenti poco piacevoli. Nel mirino, in particolare, la scelta dell’abbigliamento, delle acconciature e dei giochi dei bambini: entrambi portano i capelli lunghi, spesso sciolti sulle spalle, a volte raccolti, e la madre mostra di non dare troppo peso ai colori, scegliendo per loro anche ciucci rosa e facendoli giocare anche con lo smalto delle unghie. Scelte personali, condivisibili o meno, ma che, a detta di alcuni, li farebbero sembrare più femmine che maschi, alimentando, sempre secondo tali commentatori, confusione di identità in loro stessi: « Lasciargli i capelli così lunghi non è sicuramente una scelta del bimbo ma della mamma che pensa di essere alternativa... in realtà, come tutti noi abbiamo difficoltà a capire se maschio o femmina pensate tra bimbi di 4 anni...che associano dei capelli lunghi all’esser femminucce ovviamente ... e dicono quella bambina non so quanto possa esser contento il figlio di esser sempre scambiato sempre per una femminuccia... » è uno degli ultimi commenti del genere. Ma è pazzesco quanto le persone credono di poter dire e criticare tutti! http://www.sanihelp.it/news/28010/-mamma-capelli--figli/1.html
  2. A Napoli, Tullio Foa e sua madre vengono aiutati da un Commissario di Polizia. A Roma, Lia Levi e sua madre ospitate in un convento; uno dei tanti istituti religiosi che durante la guerra diedero rifugio agli ebrei. A Pisa, il piccolo Guido Cava, nascosto in campagna insieme al padre e colpito dalla polmonite, viene salvato da un medico fascista che, pur sapendo la famiglia ebra, rischia la propria vita per curarlo. A Milano per Liliana Segre il destino è più crudele. Lei e suo padre, arrestati mentre cercano di fuggire in Svizzera, vengono deportati. Separata dal genitore, Liliana riesce a sopravvivere da sola nel campo di concentramento di Auschwitz e alla "marcia della morte". Figli del Destino è la docu-fiction- in onda mercoledì 23 gennaio alle ore 21.25 nella settimana del Giorno della Memoria (27 gennaio) - che ricostruisce le storie di quattro bambini italiani ebrei vittime dell'orrore e della vergogna delle leggi razziali. Un racconto, che si mescola con le toccanti interviste dei quattro protagonisti oggi, con la regia di Francesco Miccichè e Marco Spagnoli. La voce narrante che intreccia le storie è di Neri Marcorè attraverso il quale si snodano gli eventi più significativi che hanno portato l'Italia dentro una vergognosa pagina di storia. http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/tv/2019/01/21/in-tv-figli-destino-storia-4-bambini_3d1fc889-e7e2-420b-9eb3-76aa3553b128.html
  3. Un ragazzo di 17 anni si svegliato dopo un mese di coma, il giorno del compleanno di sua madre e le ha fatto gli auguri di compleanno. "Cosa ho provato in quel momento forse non riuscirò mai a descriverlo veramente. Ero senza parole e i battiti del cuore avevano rallentato quando mi sono avvicinata di scatto al suo letto e ho chiesto: Samy, cosa hai detto? Ripetilo!E lui, con una voce flebile, che arrivava da lontanissimo: Auguri mamma. Mio figlio di 17 anni era in stato vegetativo da oltre un mese, vittima di un incidente stradale e di un pirata che non lo aveva soccorso dopo un investimento. In quel momento, davanti a me, si stava risvegliando dal coma: il giorno del mio compleanno, il 19 dicembre! E le sue prime parole sono state gli auguri per sua madre! Un miracolo? Ne ha tutte le caratteristiche" dice la madre. Il 17 novembre il ragazzo poco prima delle 4 di notte stava tornado a casa a Desio in sella alla sua moto, una 125, dopo una serata trascorsa con i compagni di classe (frequenta un liceo linguistico dove la madre insegna spagnolo, ndr) quando venne investito da un 32enne alla guida di una Fiat coupé, sbalzato con violenza sul tetto dell'auto e poi buttato fuori strada. L'auto aveva invaso la sua carreggiata: si scoprirà più tardi che il giovane uomo al volante aveva una percentuale di tasso alcolemico nel sangue cinque volte superiore a quella consentita. L'investitore era quindi fuggito, lasciando sull'asfalto oltre al povero Samuele, pezzi di carrozzeria e frammenti di vernice. http://www.ilgiornale.it/news/politica/samuele-si-risveglia-coma-tantissimi-auguri-mamma-1630570.html
  4. Marta Vieira De Silva, detta semplicemente Marta, è la prima donna ad essere ammessa nel "tempio del Calcio", il museo dei più grandi giocatori, allestito nello stadio Maracanà in Brasile. Alla calciatrice, eletta per sei volte la migliore del mondo, attaccante della nazionale brasiliana, è stata dedicata un'area permanente dopo che lo scorso dicembre aveva battuto un altro record entrando nella Hall of Fame del Maracanà e lasciando le sue impronte che si sono aggiunte a quelle di Pelè e Zico sulla Walk of Fame. Anche le donne sono fortissime a calcio! E lei è la più grande http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Marta-al-Maracana-la-prima-donna-ammessa-nel-tempio-del-calcio-79fe0650-449b-478b-97a7-26d224e33e34.html
  5. Il giorno di esordio della 69esima edizione del Festival è il 5 febbraio e cinque sono le serate che, come da tradizione, vengono trasmesse in diretta su Rai Uno. Dalle 15.00 di martedì 8 gennaio alle 12.00 di mercoledì 9 gennaio sono state aperte le richieste di prenotazione degli abbonamenti di platea e galleria per le cinque serate del Festival di Sanremo 2019, con la possibilità di richiedere al massimo due abbonamenti a persona, quindi gli abbonamenti non si possono più fare, comunque per vedere le cinque serate del Festival di Sanremo 2019 seduti in platea al Teatro Ariston ci vogliono 1.290 euro; se invece ci si accontenta della galleria, la visione dell'intero Festival costa 672 euro. Nei giorni immediatamente precedenti l’inizio del Festival di Sanremo 2019 si potranno acquistare nel sito: sanremo2019.aristonsanremo.com i biglietti per le singole serate. Al momento non sono state comunicate le date esatte della messa in vendita, né i costi dei biglietti, che comunque dovrebbero essere i seguenti: per una delle prime quattro serate, 180 euro il prezzo del biglietto in platea e 100 euro in galleria; per la finale, 660 euro il prezzo del biglietto in platea e 320 euro in galleria. Direi piuttosto cari, che ne pensate? Magari può valer la pena se ci sono grandi ospiti http://www.today.it/media/sanremo-2019/biglietti-quanto-costano.html
  6. La villetta del mistero a Gello di Pisa, è lì che con certezza è stata vista per l'ultima volta Roberta Ragusa, la notte fra il 13 e il 14 gennaio del 2012. In casa c'era il marito, Antonio Logli, e i figli. Di lei più nulla, come svanita, oggi son sette anni. Inquisito e processato, Logli è stato condannato in primo grado a venti anni per omicidio e distruzione di cadavere, sentenza che è stato confermata in appello. Ma il marito continua a dire che Roberta è viva, scappata chissà dove, e in attesa della pronuncia della Cassazione lavora come impiegato comunale a San Giuliano Terme, posto ottenuto dopo aver vinto una battaglia legale. Che Roberta sia viva ne è convinto anche il figlio primogenito, che raggiunta la maggiore età non si è sottratto alle telecamere nazionali. Del contrario, che Roberta sia morta, per di più uccisa dal marito, sono invece convinti i giudici che finora hanno esaminato il caso. Così come gran parte dell'opinione pubblica, coinvolta a appassionatasi sin dall'inizio in questo triste giallo pisano. Purtroppo il corpo di Roberta non è stato ancora ritrovato, chi le voleva bene non ha una tomba su cui piangere. https://www.quinewspisa.it/san-giuliano-terme-sette-anni-senza-roberta-ragusa-pisa.htm
  7. Ma è arte questa? Io trovo orribili, violente, provocatorie ma non certo artistiche queste "opere" di Hermann Nitsch. L’80enne artista viennese, esponente del cosiddetto movimento azionista austriaco, è noto per utilizzare nelle sue installazioni litri di sangue animale e carcasse, ancora calde. Una forma d’arte che anche a Mantova, seppur a scoppio ritardato rispetto alla data di annuncio dell’esposizione, non ha mancato di scatenare la polemica degli animalisti contro Nitsch. Una reazione che accompagna l’artista austriaco ogni volta che viene annunciata una sua mostra. La prossima è programmata in primavera nel complesso museale gonzaghesco. Le associazioni animaliste mantovane e non, quasi una trentina, alzano gli scudi chiedendo il coinvolgimento «non solo di chi ama gli animali, ma anche di chi ama l’arte, quella vera, che usa colori o smalti e non animali o il loro sangue». Per esse risulta «totalmente inaccettabile che vengano pubblicizzate e sostenute iniziative che si basano sulla sofferenza altrui»; le stesse associazioni si appellano pertanto all’autorità cittadina preposta affinché «vieti questa infamia». Il tutto nel presupposto che la stessa amministrazione si è già peraltro pronunciata negativamente anche sugli spettacoli circensi che fanno uso di animali. L’appello conclusivo delle associazioni punta alla Soprintendenza dei beni culturali per «annullare o non autorizzare la mostra», chiedendo altresì «una posizione seria e irrevocabilmente contraria da parte del sindaco, dei destinatari della presente lettera aperta e della città di Mantova». E' la prima volta che concordo con gli animalisti... e voi? https://vocedimantova.it/cronaca/assmann-ancora-sotto-tiro-arriva-lartista-sanguinario/
  8. Cosa si deve fare se non si è obbligati a pagare il canone rai ora che si riceve in bolletta? Bisogna presentare, dal primo Luglio al 30 Gennaio, una dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio televisivo, la dichiarazione va rifatta ogni anno e vale per l'anno successivo. Nessun elemento della famiglia anagrafica per la Agenzia delle Entrate deve possedere un televisore, e la dichiarazione va fatta dagli eredi se la bolletta fosse intestata a persona deceduta. Qui i dettagli https://www.termometropolitico.it/1376612_2019-01-10-canone-rai-2019-rimborso.html
  9. Infermiere del 118 scrive al papà di Camilla: Sei stato un eroe Camilla Compagnucci, la piccola ha perso la vita in un incidente sulle piste da sci Sono l’infermiere che per interminabili istanti ha guidato il papà di quella povera piccola durante la rianimazione telefonica, fino all’arrivo dei primi soccorsi. Vorrei solo dire a quella povera famiglia che il loro dolore mi giunge come una pugnalata. Vorrei che tutto fosse andato diversamente, vorrei abbracciarli forte perché credo che le parole di quell’eroico papà, mentre eseguiva ogni manovra rianimatoria che gli veniva consigliata, non le dimenticherò mai. Le sue grida di dolore mentre invocava il nome della sua piccola, mentre gridava: «Ma è la mia bambina...». Faccio questo lavoro da molti anni ormai e sono papà di un piccolo esserino da tre, e non vedevo l’ora di uscire dal lavoro per tornare a casa ed abbracciarlo. Lavoro sull’elicottero e nella gestione di esso e tutti i miei colleghi e amici coinvolti nella gestione di questo intervento sono tornati a casa con le lacrime agli occhi. Rivestiamo noi stessi di dure corazze ma, come qualcuno mi ha fatto notare, sono solo piene di buchi e lasciano profonde cicatrici che solo chi combatte può avere il diritto di portare. Questa sarà una cicatrice davvero profonda. Addio Camilla, non ti ho conosciuta ma avrei voluto farlo mentre ti vedevo sorridente e felice. Ciao papà, sei stato davvero un eroe, credo difficilmente avrai pace ma sappi che hai fatto tutto quello che potevi nel modo migliore, seguendomi attentamente. Eri i miei occhi e le mie mani e io, per quanto posso, sarò un po’ del tuo cuore e porterò per te un po’ di quell’enorme dolore. Non addossarti colpe, hai avuto la colpa di cercare la sua felicità in ogni atomo. Ciao mamma, nonna, amici, conoscenti, e chiunque in qualche modo, come me, pensa che tutto questo non dovesse succedere. Non so se queste parole arriveranno a qualcuno, vorrei avere la forza e la possibilità di venire ad abbracciarvi ma ho solo paura di contribuire a crearvi ancora più dolore. Vi scrivo piangendo e senza neppure aver la forza di rileggere, non cerco protagonismo ma solo la possibilità che qualcuno vi porti queste parole. Addio Camilla, eri piccola, troppo piccola per lasciare questo mondo senza i tuoi sorrisi. Non sono un fervido credente ma una preghiera ogni sera te la sto dedicando e spero che, ovunque tu sia, sorrida e porti conforto ai tuoi genitori e ai tuoi nonni. Niente altro da aggiungere, bello scoprire che ci sono tante persone dedite agli altri, sensibili e buone come questo infermiere https://www.nurse24.it/infermiere/testimonianze-infermieri/infermiere-118-scrive-cara-camilla-non-scordero-piu-l-urlo-del-tuo-papa.html
  10. Alfonso Signorini ha svelato che la scorsa estate i paparazzi di 'Chi' hanno beccato il figlio di Alessia Marcuzzi e lo hanno immortalato in quella che può essere definita una situazione 'particolare'. A quel punto Signorini avrebbe chiamato telefonicamente la sua amica Alessia per farle presente questa cosa e di comune accordo hanno preferito non far uscire le foto sul numero di 'Chi'. La conduttrice dell'Isola dei famosi ha bloccato però Alfonso Signorini nel suo racconto e gli ha impedito di andare avanti, ricordandogli che Tommaso Inzaghi è ancora minorenne e quindi ha preferito non scendere nei particolari di queste fotografie. https://it.blastingnews.com/tv-gossip/2018/12/alfonso-signorini-rivela-di-aver-ricevuto-foto-sconvenienti-del-figlio-di-alessia-marcuzzi-002801209.html
  11. L’ex sindaco di Catania, Enzo Bianco ha sposato ieri, 15 dicembre, nel castello Chiaramonte di Siculiana ad Agrigento, la manager di origini inglesi, Amanda Jane Succi. A celebrare le nozze con il rito civile, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. In un impeccabile abito blu, Enzo Bianco, al fianco di Amanda in completo pantaloni, ha pronunciato un “si” carico di emozione, davanti all’amico celebrante Lillo Firetto e ai testimoni: l’ex premier Paolo Gentiloni, l’ex ministro Graziano Delrio, Silvia Cornacchia e Rosa Maria Benedetta Messina. «È un giorno speciale! Un passo importante, che mi arricchisce e mi riempie di infinita gioia», ha scritto l'ex primo cittadino di Catania ed ex ministro, sul suo profilo Facebook. Il ricevimento, per una cinquantina di invitati (tra cui il procuratore generale di Roma Gianni Salvi e l'imprenditore Carlo De Benedetti), ha avuto luogo all'interno dello stesso maniero con il menù preparato dallo chef stellato Pino Cuttaia. https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/nozze-vip-enzo-bianco-matrimonio-castello-siculiana-16-dicembre-2018.html
  12. La scena più forte della sesta puntata de “L’Amica Geniale”, dal titolo “L’Isola”, è stata censurata prima di essere trasmessa su Rai1. All’estero, trasmessa da HBO, è andata in onda invece la versione integrale della violenza subita da Lenù per mano di Donato Sarratore. Si tratta di immagini forti, che la rete pubblica italiana ha scelto di tagliare. Il momento decisamente più forte dell’intera puntata, quello che conclude la vacanza di Elena a Ischia, termina sulle lacrime della 15enne, annichilita dalla violenza appena subita da un uomo tanto più grande, mostruoso nella sua veste da viscido incantatore. I frame cui ha assistito il pubblico italiano, tuttavia, risultano edulcorati rispetto alla versione originale trasmessa da HBO. Giusto o sbagliato censurare la crudezza della scena in cui l'amorevole padre di famiglia si trasforma in mostro? https://tv.fanpage.it/la-scena-della-violenza-a-lenu-ne-lamica-geniale-censurata-su-rai1-su-hbo-la-versione-integrale/
  13. "A te che leggi. Grazie per avere tirato fuori mio figlio da quel buco! Non finirò mai di ringraziarti". E' il messaggio che Lucia, la mamma di uno dei ragazzi che sabato notte era all'interno della discoteca di Corinaldo (Ancona), ha postato su Facebook sperando che l'autore del bel gesto, un ragazzo di colore, possa leggerlo. "Vorrei sapere chi è per poterlo ringraziare perché non smetterò mai di farlo", ha scritto la donna. "Sono sconvolta, se penso che era privo di coscienza sopra e sotto ad altre persone... Non so come sia potuto accadere, nemmeno Nicolas se lo ricorda con precisione - ha aggiunto Lucia -. Sappiamo che prima si è aggrappato all'uscita di sicurezza per non cadere, poi ha perso i sensi. Ora è in salvo grazie a uno sconosciuto". La aiutiamo a trovarlo? Condividete questo appello https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/marche/corinaldo-l-appello-di-una-mamma-cerco-il-salvatore-di-mio-figlio_3180001-201802a.shtml
  14. Una nuova moda assurda sta prendendo piede, quella di scalare monumenti e arrivati in cima di farsi un selfie nudi. Recentemente lo ha fatto un fotografo Danese con la sua compagna mimando anche un atto sessuale e facendo indignare le autorità egiziane che hanno avviato una inchiesta. In questa pagina trovate la foto incriminata... https://www.tio.ch/dal-mondo/attualita/1340318/si-fotografano-nudi-in-cima-a-una-piramide-scatta-l-indagine