davidgold2018

  • Numero messaggi

    3
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

1 Calma piatta

Su davidgold2018

  • Rank
    Utente nuovo
  • Compleanno
  1. Sono completamente d'accordo con questo ragionamento, oggi le minacce possono arrivare da qualsiasi fronte. Personalmente io sarei per l'opzione lingotti o monete d'oro da investimento da ritirare fisicamente e tenere separati e nascosti in posti diversi e mai in banca, per quanto riguarda il rischio furto chiaramente va calcolato e ognuno deve scegliere cosa rischiare a seconda di come la pensa in merito a banche, furti, ecc. In merito alle banche se proprio dovessi fare una scelta "scommetterei" su quelle appartenenti agli stati che contano di più a livello internazionale, una scelta molto difficile da fare nel vecchio continente visto come sono andate le cose negli ultimi decenni. Comunque sarà molto difficile che la Germania permetta alle proprie banche di fallire per rispettare le regole Euro, sarà molto più facile che questa scelga di far pagare il fio agli altri paesi europei che contano meno di lei...........PURTROPPO.......... Nonostante questo i cittadini tedeschi, che sono piuttosto previdenti, hanno fatto grandi investimenti in oro fisico, parte del quale in monete d'oro da investimento o in lingotti. Un fatto che deve far riflettere visto che quella tedesca è l'economia considerata più virtuosa in europa ma non abbastanza da convincere i tedeschi stessi.
  2. Oggi grazie ad Internet ci sono molteplici scelta potere prendere in considerazione non ultima la possibilità di scegliere una banca estera magari in un paese più solido e virtuoso. Per quanto riguarda i lingotti d'oro restano il miglior investimento dove riporre i propri risparmi che non vogliamo mettere al sicuro dagli effetti della crisi finanziaria in europa.
  3. Il tempo in cui era vigente il Gold Standard è purtroppo ormai molto lontano... da allora l'economia reale ha ceduto la propria sovranità alla finanza la quale senza più vincoli con la realtà ha cominciato a correre libera creando formule e paradigmi impossibili da comprendere e da governare per chiunque (forse anche per gli stessi che la hanno creata inizialmente). Cosa ancora peggiore è che oggi invece di avere una finanza vincolata alla economia reale la governance mondiale sembra voler vincolare l'economia reale ad una finanza basata su conti ed asset astratti assolutamente virtuali che per rimanere stabili e virtuosi devono per forza non tenere conto delle necessità reali delle persone e della economia reale. Detto questo per quanto riguarda l'oro che teoricamente appartiene alla Banca di Italia e che ad oggi pone l'Italia al terzo posto con la Francia tra i paesi con la maggior quantità di oro nel mondo non è ben chiaro se questo sia ancora veramente a disposizione dei governi italiani o se sia già stato impegnato chissà per quale operazione dettata dalle esigenze di una finanza globale ormai fuori controllo e dalla realtà. Non dobbiamo comunque esultare per essere tra i paesi con le maggiori riserve auree in quanto il valore attuale delle riserve d'oro che gli stati hanno accumulato sono ben poca cosa di fronte ai numeri fuori controllo della finanza mondiale che proprio perché libera dal Gold Standard è cresciuta all'infinito senza dover accantonare beni reali che ne garantiscano la stabilità. E se un giorno la governance mondiale decidesse di tornare al Gold Standard esisterebbe abbastanza oro sulla terra per far pari con le valute adesso in circolazione ???? Secondo gli studi di alcuni scienziati sembra di si ma dovremmo prima trovare una tecnologia che ci permettesse di recuperare l'oro nel nucleo della Terra, sembra che in epoche molto lontane dallo spazio sia arrivato tanto oro, sul pianeta bombardato dagli asteroidi, che se potessimo recuperarlo tutto potremmo coprire la superficie della terra con uno strato d'oro alto quattro metri. Dunque c'è ancora speranza ??? Si basta scendere a tre mila chilometri di profondità così potremo definitivamente risolvere i nostri problemi finanziari e diventare tutti come Re Mida, immobili ed inermi come statue dorate ma finalmente ricchi in eterno e soprattutto privati di ogni capacità di poter realizzare strategie finanziarie assurde come quelle attuali.