rivaviva

  • Numero messaggi

    233
  • Registrato

  • Ultima Visita

rivaviva è il vincitore del giorno marzo 14

rivaviva ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

38 Sono il Re del Forum

4 Followers

Su rivaviva

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Questa è l'Italia che non mi piace, quella dove nessuno vuole complicazioni, dove non c'è comprensione e solidarietà per chi è in difficoltà, a te proprietario di casa, che problema crea una ragazza in sedia a rotelle? "Nessun'altra studentessa prenderà una stanza qui se sa che ci sei tu disabile" le rispondono e non le affittano la stanza. Si questa è proprio l'Italia brutta, c'è qualcuno di Bari che possa non far rinunciare al suo sogno, questa ragazza? https://www.fanpage.it/attualita/la-denuncia-di-donatella-studentessa-disabile-di-bari-nessuno-vuole-affittarmi-una-stanza-aiuto/
  2. Ministro con la terza media, le polemiche: “Per insegnare serve la laurea, per governare basta l’esperienza?” Sui social si sprecano i commenti indignati di quanti considerano la terza media di Teresa Bellanova, neoministra per le Politiche Agricole, del Governo Conte Bis, inadeguata al ruolo per cui è stata nominata. Bellanova è stata bracciante agricola e si è battuta come sindacalista per difenderne i diritti. Tra i commenti ci sono anche quelli dei docenti infuriati, soprattutto diplomati magistrale che si sono visti “togliere il lavoro” per il mancato possesso della laurea. “per insegnare non basta il diploma, per governare un paese è sufficiente la terza media?” Il PD si erge a difesa a cominciare dal segretario generale Nicola Zingaretti che sui suoi profili social ha immediatamante scritto: “Con @TeresaBellanova. Senza se e senza ma. Io e tutto il @pdnetwork”. Seguito dal vicesegretario Andrea Orlando: “Orgoglioso del Pd che porta al governo una ex bracciante al governo del Paese. Bellanova ha la terza media ma ha studiato all’università della lotta sociale. Ha spesso idee molto diverse dalle mie ma le ragioni per cui la state insultando sono quelle per cui la rispetto di più”. L'università della lotta sociale? Che titolo di studio offre?
  3. Disavventura pazzesca per una famiglia di Caserta: «Quando gioco a casa con papà mi fa la pipì in testa». Sono le parole che una bimba di 4 anni, figlia di una coppia casertana, avrebbe pronunciato su una nave da crociera durante le ore di gioco con due animatori, uno del Brasile e un'altra di El Salvador, che non parlavano italiano. I due animatori la riportano al capitano della nave il quale, anziché allertare le autorità italiane (dal momento che il reato ipoteticamente sarebbe stato commesso in Italia), allerta la capitaneria greca, fa arrestare l’uomo al rientro dalla gita a Rodi e lascia a terra, nel pieno della notte, la moglie e la bambina senza soldi e alcuna tutela. Iniziano quattro mesi di detenzione, un incubo vissuto lontano da casa, senza potersi difendere in alcun modo, con l'accusa più infamante: abusi sessuali sulla figlia. Lui, architetto 51 enne della Provincia di Caserta, e la moglie insegnante, avevano deciso di trascorrere le vacanze in crociera con la piccola. Viste le temperature molto alte, decidono di lasciare la bambina sulla nave affidata a degli animatori. Il tempo di una escursione nella città vecchia di Rodi, poi riprendere il viaggio. Una vicenda che ha dell'incredibile e che per fortuna si è conclusa dopo un anno con la richiesta di archiviazione emessa dal pm del Tribunale di Napoli Nord, Manuela Esposito, per il quale “il fatto non sussiste”. Non solo. Nella richiesta si parla espressamente di “maledetto errore”, di un fraintendimento che ha causato dolore, angoscia e vergogna in una famiglia rispettabile. Famiglia che ora vuole passare al contrattacco e chiedere il risarcimento alla nota compagnia di navigazione. Ma quello che è più grave è che la bambina, durante un colloquio con la Ctu greca, aveva più volte detto che quella frase era stato uno scherzo all’animatore. Ma non è stata tenuta in considerazione.
  4. “Tu sei intelligente, ma non sei buona”. L’ambiziosa Perele si vede respinta dal fidanzato Moshe Mordecai, un giovane assai dotato e promettente, anzi un autentico geni o, predestinato a una fulgida carriera di rabbino. Perele non dimenticherà mai l’umiliazione subìta. “La moglie del rabbino” rappresenta un’importante novità letteraria: introduce per la prima volta al pubblico italiano Chaim Grade (Vilna 1910 – New York 1982) autore di vasta notorietà in molti paesi, ma sconosciuto da noi. La moglie del rabbino rivela un grande scrittore, abilissimo nel tratteggiare il profilo psicologico dei personaggi, e nel rievocare un mondo che di lì a poco sarà spazzato via brutalmente e per sempre. Qui la recensione completa http://littacontinua.blogspot.com/2019/08/la-moglie-del-rabbino-di-chaim-grade.html E come dice la casa editrice in Italia, questo libro sta diventando un caso letterario, sono arrivati alla quarta edizione https://www.facebook.com/Giuntina/photos/a.227214477289101/2799563823387474/?type=3&theater
  5. Decisamente poco valorizzante per qualunque viso, la “mullet bangs”, “chunky bangs” o “helmets bangs”, come è stata variamente chiamata dall’influencer americana Reese Blutstein in un’intervista al portale The Cut, per quanto importabile e davvero bruttina per non dire orrenda, sta lentamente conquistando migliaia di account Instagram, rubando lo scettro alla frangia vera e propria come accessorio di stagione, che pur era considerata il must have dell’estate, proposta anche in moltissime sfilate, da Prada a Philip Lim, da Temperley London a Moncler, corta o lunga, liscia o riccia. Per quanto, ripetiamo, risulti poco gestibile e meno ancora portabile, ha qualcosa in sé, di attrattivo e si sta diffondendo molto. Donne non fatelo... è veramente brutto, che ne pensate?
  6. Questo è il periodo delle vacanze, un tempo si diceva quando la moglie va in vacanza, il marito resta in città e se la spassa con l'amante, era il miglior periodo dell'anno per una amante innamorata, a luglio il marito è in città, ad agosto raggiunge la moglie. Oggi le abitudini sono molto cambiate, anche le donne lavorano e le vacanze si fanno insieme una ventina di giorni fra luglio e agosto, e il marito che ha detto all'amante che è separato in casa, che la moglie non la sopporta più, che non può lasciarla per i bambini piccoli o perchè è una pazza inaffidabile, tutte instabili sono le mogli di questo mariti fedifraghi.... insomma il marito parte con la moglie pazza che non sopporta e l'amante resta con un palmo di naso, ad aspettare ad accontentarsi delle briciole, a subire. Stessa cosa a parti inverse ovviamente, ci sono mogli che mollano l'amante a casa e si fanno un bel viaggio col marito che non potevano vedere fino al giorno prima... Al rientro delle vacanze tutto torna come prima, false promesse all'amante, false attenzioni alla moglie per non farla sospettare e si resta belli comodi a casa in famiglia con giovane amante di accessorio fregata e manipolata la maggior parte delle volte. Quando l'amante avanza delle richieste, comincia a stancarsi, la tecnica è dire che si hanno maggiori impegni o che la moglie sospetta, si diradano gli incontri, fino a farsi lasciare per cominciare con un'altra che almeno per i primi 6 mesi non chiede niente... Avete fatto esperienze di questo tipo? mi rivolgo a uomini e donne, qui siamo anonimi, possiamo raccontarle
  7. Monica Pirovano, 55 anni, originaria di Milano ma trapiantata in Valle d'Aosta è la prima donna alla guida della Cogne Acciai Speciali, una delle poche amministratrici delegate donne di un'azienda siderurgica in Italia. Qualche settimana fa è finita nei guai, accusata di furto aggravato dalla polizia aeroportuale dello scalo torinese, per aver preso da una vaschetta sul rullo dei controlli di sicurezza dell'aeroporto di Caselle un Rolex Datejust da 8mila euro e un braccialetto Tiffany da mille euro che un'altra turista aveva messo nella vaschetta prima dell'imbarco. Ora l'imprenditrice, che per sei anni ha guidato anche Confindustria Valle D'Aosta dovrà chiarire la sua posizione davanti alla procura. E' assistita dal suo avvocato Maurizio Bortolotto che chiarisce: "E' tutto un equivoco che chiariremo in fretta". La polizia ha trovato gli oggetti in casa dell'imprenditrice. In una intervista su Repubblica risponde così Un'accusa piuttosto imbarazzante per una donna come lei, come si difende? "Sono sorpresa da tutto questo clamore ma si tratta di un grosso equivoco. Io non sono una ladra e non voglio passare come tale. Non ho mai voluto rubare quegli oggetti, piuttosto volevo restituirli alla legittima proprietaria". E perché non lo ha fatto subito? "Ho visto che la signora li aveva dimenticati e li ho presi per riportarglieli ma poi non l'ho più trovata in aeroporto perché avevamo destinazioni diverse. A quel punto ho pensato che avrei potuto tranquillamente portare gli oggetti all'ufficio oggetti smarriti dell'aeroporto al mio ritorno e spiegare la situazione. Quel venerdì ero in partenza per un viaggio nel fine settimana e, di solito, parto tutti i venerdì, quindi sapevo che non sarebbe passato molto tempo prima che potessi ripassare dall'ufficio oggetti smarriti e consegnare Rolex e braccialetto". Voi ci credete? Guardate il video https://webcache2.fss.tiscali.com/flashpdit/cmsv/242f6e40b5aa12b9369a70e0864c5718/0535ddb909358de2d9cca6d0464b5e57.mp4
  8. Dopo anni di lamentele, gli italiani sono finalmente stati ascoltati. La Corte di Cassazione ha legiferato per l’addio al bollo auto, demandando la gestione alle regioni che potranno decidere se abolirlo, aumentarlo o ridurlo. A favore del provvedimento c’è anche di Maio. Inizialmente gli automobilisti avevano accolto la notizia con molta felicità. Successivamente sono sopraggiunti alcuni dubbi sulle tempistiche. Non si è parlato di quando il provvedimento diventerà operativo, in più crescono le preoccupazioni per eventuali aumenti. A questo proposito la Corte ha deciso di porre alcuni limiti. Nel corso degli anni sono stati effettuati molti studi sulla tassa di possesso.Tra i più dettagliati c’è quello di ISTAT, che ha confrontato i prezzi dal 2013 al 2018 e risulta che lo Stato ha incrementato le sue entrate di 200 milioni di euro ogni anno, tassando gli automobilisti. Ma... sarebbe un sogno davvero, è una tassa odiosa e odiata, se continuerete a pagarla o verrà aumentata, sarà stato deciso dalla regione nella quale abitate, da ricordare al momento del voto, più facilmente controllabile. Vi piace l'idea?
  9. Vittorio Sgarbi, parlamentare e sindaco di un paese nel Viterbese, Sutri, ha deciso di dare a Morgan il secondo piano di Palazzo Savorelli a Sutri. Palazzo con un grande parco ed ospita attualmente le iniziative culturali promosse da Sgarbi. «Ho impartito le necessarie direttive ai miei uffici perché, almeno fino alla scadenza del mio mandato (tra 4 anni) Palazzo Savorelli possa ospitare lo studio di Morgan. Qui potrà trasferirsi già nei prossimi giorni. L’arte e la creatività vanno sostenute in maniera concreta. Qui Morgan potrà insegnare il suo magistero ai giovani sensibili alla musica». Contestualmente Sgarbi chiede al governo di apporre un vincolo sulla casa di Monza andata all’asta e dalla quale Morgan è stato sfrattato alcuni giorni fa: «Quella di Morgan è una casa museo». Morgan è stato sfrattato perchè il tribunale di Monza lo ha condannato a risarcire la ex moglie Asia Argento, per non aver pagato gli alimenti alla figlia avuta con lei. Certo se tutti i padri che non pagano gli alimenti e quindi gli viene pignorata la casa, avessero amici politici influenti come lui.... ma vi sembra giusto che un palazzo pubblico venga destinato all'amico del Sindaco?
  10. Una cosa assurda, una donna di 59 anni ha subito l'amputazione di una gamba in seguito a un grave incidente stradale in cui è rimasta coinvolta ieri sera, mentre si recava al concerto di Laura Pausini e Biagio Antonacci allo stadio San Nicola di Bari. Lei e i suoi amici erano in ritardo e hanno pensato di scavalcare un guard rail e di attraversare una provinciale a scorrimento veloce, gli altri ce l'hanno fatta, lei no, è stata travolta da una macchina che le ha amputato la gamba destra, è ricoverata in prognosi riservata. Non erano neanche ragazzini, come si può rischiare la vita per un concerto, una canzone di meno da ascoltare, folli!
  11. La Raggi dice che non è emergenza, ma da tempo si vedono topi, cinghiali ecc.. vicino ai cassonetti e ora, con il caldo tappeti di vermi sui marciapiedi, vicino alle buste dell'umido che evidentemente non vengono ritirate, una cosa davvero schifosa. Le foto diffuse dal Partito democratico, sono state scattate nel VI municipio. "In queste condizioni i lavoratori di Ama sono esposti a pericolose conseguenze per la salute. Il Campidoglio nonostante le evidenze continua a minimizzare e a dire che non siamo in emergenza" commentano la consigliera dem Valeria Baglio e il segretario del PD Ama Flavio Vocaturo. Si ma mica solo i lavoratori, è pericoloso per la salute di tutti i cittadini direi, oltre che orrendo La sindaca ha poi incontrato in giornata il nuovo presidente dell'azienda per l'ambiente di Roma, Luisa Melara, e i rappresentanti sindacali dei lavoratori. "Obiettivi: mettere a punto subito un piano di pulizia straordinaria della città e proseguire nel percorso di risanamento dell'azienda" ha detto Raggi, insistendo sulla teoria dei boicottaggi. Ma i vermi cara Sindaca, non possono essere una forma di boicottaggio, sono il segno di incuria e sporcizia oltre i limiti, è pazzesco, Roma è nel degrado, amici Romani che ne pensate?
  12. Sfera Ebbasta, un nome che significa tragedia per i parenti di Asia Nasoni, Benedetta Vitali, Mattia Orlandi, i tre minorenni deceduti al notte dell’8 dicembre scorso, alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, lì dove il rapper 27enne di Cinisello Balsamo avrebbe dovuto tenere un dj set mai iniziato. Ora gli stessi famigliari hanno scoperto che Sfera Ebbasta sarà uno dei giudici della prossima edizione di X Factor, in onda su Sky nel prossimo settembre. Una madre: "Dov'è la giustizia per Benedetta?" - Il padre di una vittima: "Le stelline di Sfera Ebbasta non ci rappresentano" E’ rimasto molto difficile, il rapporto, sempre mantenuto a distanza, tra il cantante e le famiglie delle vittime di Corinaldo. Francesco Vitali, è fratello di Benedetta, morta a 15 anni. Lui ha 20 anni, studia Scienze ambientali, ad Ancona. Francesco spiega le sue sensazioni dopo l’annuncio di Sky sul rapper. «Quando ascolto una sua canzone o lo vedo, mi isolo, se posso cambio, faccio di tutto per cercare di non sentirlo, mi ricorda che ho perso una sorella. Che andava al suo concerto, forse lui poteva informarsi un po’ meglio per capire dove quel concerto veniva tenuto...». Aggiunge Irene Ciani, legale che assiste la famiglia Vitali dopo la tragedia: «Resta il peso gravissimo di sei morti rispetto al quale lo staff e il cantante non si è più fatto sentire. Valuterà X Factor che peso dare a questa cosa. Sfera ci inviò una lettera ai famigliari, poi silenzio completo. Questa è la cosa più pesante. Anche da parte delle istituzioni. Corinaldo ha fatto una mega festa di paese a pochi mesi da questa tragedia». Insomma davvero molta insensibilità dopo questa tragedia, ma Sfera Ebbasta ha una qualche responsabilità? Secondo me no e voi che ne pensate? https://www.ilrestodelcarlino.it/fano/cronaca/x-factor-sfera-ebbasta-1.4625148
  13. La campagna si chiama KuToo, gioco di parole tra 'kutsu' (scarpe) e 'kutsuu', (dolore) ed è stata ideata dall’attrice e scrittrice Yumi Ishikawa. Per le attiviste, l’imposizione del tacco è la versione moderna della fasciatura dei piedi in uso nella Cina imperiale. "Abbiamo presentato al governo una petizione che chiede l'introduzione di una legge che vieti ai datori di lavoro di costringere le donne a indossare tacchi alti come forma discriminazione o molestia sessuale", afferma la scrittrice e attrice Yumi Ishikawa, ideatrice della campagna KuToo, gioco di parole tra 'kutsu' che significa scarpe in giapponese e 'kutsuu' che indica il dolore. Era stata lei stessa alcuni mesi fa a lanciare la campagna, postando un tweet dopo che era diventata virale una richiesta di portare tacchi alti per ottenere un posto di lavoro in un hotel. E a voi in Italia, hanno mai chiesto di portare i tacchi sul posto di lavoro? https://tg24.sky.it/mondo/2019/06/03/tacchi-alti-donne-giappone.html
  14. L'ex fidanzato di Pamela Prati, Max Bertolani, racconta delle ‘finte nozze’ vissute con la soubrette. L’uomo è tornato con la mente al 1999 e ha ammesso: “Nel 1999 uscendo da un allenamento ho iniziato a ricevere tanti messaggi con auguri, felicitazioni e complimenti. Non capivo ma una volta arrivato a casa vedo sul letto una copertina: ‘Mi sono sposata’. Io ero senza parole e così le dissi ‘Ma cosa cavolo hai fatto?’, lei mi disse ‘Così almeno non ci fanno più domande’”. Bertolani ha raccontato che in quel giorno, prima di rientrare a casa e scoprire che la sua donna aveva rilasciato numerose dichiarazioni sulle loro nozze mai avvenute, non riusciva a capire i complimenti che le persone gli rivolgevano. Quando ha scoperto la verità, la sua reazione non è stata delle migliori, visto che lui crede fermamente nel matrimonio e non si sarebbe mai aspettato una simile bugia da Pamela. Nonostante tutto, Max pensò che sposarsi realmente fosse l’unica soluzione per rimediare alle dichiarazioni della Prati. Le dissi che aveva fatto una cosa gravissima e che a quel punto ci saremmo sposati perché per me il matrimonio è un valore davvero importante. Io volevo davvero sposarmi ed avere un figlio, ma ero solo io a volerlo a quanto pare. Poi tra noi finì tutto”. La relazione tra Max e Pamela è poi naufragata, facendo saltare le famose nozze. Ma allora è vizio! https://www.style24.it/pamela-prati-ex-fidanzato-nozze/