dune-buggi

  • Numero messaggi

    353
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da dune-buggi

  1. C’è un tempo per sperare E un tempo per soffrire Un altro per andarsene E uno per restare C’è un tempo in cui ognuno può cambiare direzione A volte basta chiedersi se è tempo di cambiare C’è una strada da imboccare per non sentirsi soli per non franare a valle ora stringiamoci le mani Se questa nostra terra si merita un domani dobbiamo riprometterci che ognuno la consoli Comunque vada, il vento non si fermerà Non c’è più spazio adesso Per l’infelicità. E forse una lacrima sul viso ci sorprenderà Ma poi... Ma noi... Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più C'è un tempo per pensare A ciò che ci fa bene Mettere via l'orgoglio E ritrovarci insieme Afferra la mia mano Finito il temporale Più salde le radici È già risorto il sole. Comunque vada, il tempo non si fermerà Non c’è più spazio adesso Per l’infelicità. E forse una lacrima ancora ci sorprenderà Ma poi... Ma noi... Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più. L'energia dalla tempesta cambia la nostra terra e come una poesia muove coscienza sentila questa brezza che ti accarezza e dopo immagina la sua potenza mentre ci spazza via E riparti adesso ed aiuta chi ha perso l'allegria teniamoci per mano non pensiamo alla nostalgia uniamo le forze creiamo un'empatia a fine giornata una dolce fotografia. Belluno resiste senza far drammi alberi a terra e tu contane gli anni poi chiedilo al vento come domarli siamo figli della roccia come Doro e gli altri siamo diventati grandi e forse troppo scaltri senza mostrarci affranti anzi siamo diventati altri ai piedi delle alpi senza mai fingerci stanchi anzi c'è un mondo sorretto da queste montagne da ricostruire con la nostra nuova forza insieme una cicatrice ha trasportato e trasformato grigia questa valle da cui ripartire facciamo sbocciare questo seme c'è la luce e questa luce noi la vogliamo vedere oltre il temporale che ancora riecheggia nelle sere una terra una terra che ha molto da dare su cui ricominciare. Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più.
  2. Ciao Wolfang da d/b – dal luglio del duemila dieci quando scrivevo su “ge n io” e poi su “fo r um” mi sono accorto che se hai idee diverse dal “sinistro” potere centrale, vieni escluso. Mi associo e mi stacco da questa giostra mono cromatica rossa. Non sono in grado di comunicare il mio ritorno. Le colonne sonore da film mi attendono. Come mi attendono le mie riviste preferite, più volte elencate per il passato. Wolfang, un cordiale saluto dal Veneto.
  3. Sinistri della sinistra, andate a … … andate a studiare … leggete il libro … Luigi Garlando – Camilla che odiava la politica – buona lettura – ed andate a leggere anche articolo cinque della Costituzione. Articolo cinque che voi sinistri della sinistra neppure conoscete. Le autonomie locali sono conosciute, riconosciute, incoraggiate proprio dalla Nostra Costituzione. Ma mettere in atto le autonomie complicherebbe a voi la vita, semplificandola agli altri. Ripeto – andate e leggere e rileggere sia l’ articolo cinque della Costituzione (quello sulle autonomie) e sia il libro sopra citato (Luigi Garlando – Camilla che odiava la politica).-
  4. Ciao a tutte/i – avevo dimenticato … chi sa ascoltare si rende simpatico e dopo un poco riesce ad imparare qualcosa … (sempre che sappia ascoltare) …
  5. Cambiare tutto per non cambiare nulla. Ma il calvo di oggi assomiglia ai gerarchi del passato. Almeno Maurizio Martina aveva barba e capelli normali e delle idee moderne. Siamo tornati ai tempi di nonno “palmiro”.-
  6. Se la terapia anti “barco nauti” funziona … continuare ed intensificare la cura … Bravo Matteo Salvini, continuerò a votare Lega alle prossime elezioni.-
  7. La mia vecchia Fiat centoventisei del settantacinque non esiste più, distrutta in un incidente. Partecipavo ad una rassegna di auto storiche e scontro quasi da ferma è avvenuto il danno. Concorso di colpa poiché eravamo tutti e due in manovra sul piazzale. Ripararla non mi andava e la ho fatta rottamare. Cosa mi consigliate sempre nel settore auto storiche ….
  8. Esiste un simpatico liquore di erbe e si chiama “amaro del capo”. Non fanno riferimento se lo adopera quello che comanda i sinistri o quelli che obbediscono al sinistro. Comunque io preferisco una spremuta di arance, quelle del mio amico Tommaso, siciliano sa sempre.
  9. Un alberello di chiodi arrugginiti e di lampade bruciate Vi ricordate “expo milano” (anno quindici, mi sembra), provate a vedere i filmati di Maurizio Crozza dedicati a “Massimiliano Fussas” … il tema era “alimentare il mondo” ma nei fatti si sono arricchiti i ricchi ed impoveriti i poveri. Le grosse commerciali che ci giravano attorno sono uscite ancora grasse e grosse. Le piccole imprese artigiane che hanno fornito materiali, personale, ***, … aspettano ancora di essere pagate. Le agricolture di sopravvivenza di certe località africane sono state distrutte per metterci al loro costo “colture” di elevata produttività per certe industrie. (vedi bio carburanti e derivati ed industria tessile). Provate a vedere anche “monsanto” e/o “caffaro”. – oggi sabato due febbraio -
  10. Ho sempre affermato che i miei studi si sono interrotti con la terza media. Per due motivi: ero un poco “crudo” e serviva una seconda busta paga in casa. Anni dopo ho cercato di riprendere gli studi con un “c.f.p.” serale, ma ho frequentato un solo anno. Studiare e la lavorare era troppo impegnativo. Però diversamente da altri (ho scritto altri, non riferito a Lei) sono in grado di avere una cultura su vari settori assai più utili della “sinistra sinistrata”. Torno volentieri alle mie riviste. Provi a leggere “riza psicosomatica”. Sono felice di restare nel mio settore di “anti sinistra” e continuerò a votare per la Lega ed i suoi rappresentanti Veneti. Una sola cosa: vada a leggere l’ articolo cinque della costituzione. (ma dubito sia in grado di comprenderlo, i com uni sti non sono in grado di pensare, ma solo di ubbidire ai poteri centrali). Un felice addio e definitivo addio.-
  11. Ciao “LupoGrigio” da d/b – quando non si parla di politica e di sport riusciamo ad essere allineati nel pensiero. Gradirei, ove possibile, che ti inserissi anche nei settori ambiente, natura, animali, ed anche “memorie storiche (vintage)” su radio, televisione, elettrodomestici, ed altro, che hanno iniziato e contribuito a rendere famosa la piccola imprenditoria italiana. Anche su “ge n io” serve un energico intervento di pulizia di certa pubblicità. Un saluto da d/b, e teniamoci reciprocamente lontani dai nostri rispettivi scritti di politica e sport. Anche ignorandoci su questi due settori, si può andare in sintonia sul resto.
  12. Ciao da d/b e ben sentito (sentita) per la prima volta. – “libertà” e “democrazia” non sono le noccioline dolci o salate che si comperano dentro alla bustina di carta assieme ai palloncini gonfiabili, quando si portano i bambini alle giostre. Prova ad ascoltare alcune interessanti canzoni di Giorgio Gaber (la libertà, la democrazia, il voto, le elezioni). Se preferisci la cultura classica allora Socrate e Platone (conosci la “maieutica” …), bellissimo il brano “sete di libertà”. Oppure gli antichi se sempre validi favolisti “Fedro” e “Esopo”. Prova a visionare il sito “la banda dei sei” e troverai varie proposte di approfondimento. Anche lo scrittore “Leo Longanesi” (una idea che non trova posto a sedere può fare la rivoluzione). Ciao, a presto e ben arrivato in questo luogo di scambio di idee e di esperienze. Un saluto da dune buggi (d/b per gli storici). – oggi lunedì diciotto marzo.-
  13. Vintage radio televisione ed altro - interessante il museo della radio della comunicazione di Bologna (mi sembra si chiami mille voci mille suoni). In giro per l’ Italia ne esistono altri di simili. Interessante vedere anche “radiopistoia e radiocorriere” che offre interessanti collegamenti con il mondo affascinante delle “valvole”. Quanti ricordano gli interessanti progetti della “brionvega” oppure la radio orologio della “europhon”, anche le prime autoradio, prima valvolari e poi a transistori della “voxon” e della “autovox”. Buona visone da dune buggi ed a presto. Oggi lunedì diciotto marzo.-
  14. Nel settore radio e televisioni ritengo la PHILPS la migliore in assoluto. Sia come qualità che come centri di ***. Le vecchie e storiche fabbriche italiane, quelle del bianco / nero e dei primi colori (la Indesit con il sistema ISA la ricordate …) sono purtroppo sparite.
  15. Dio del cielo, Signore delle cime, un nostro amico hai chiesto alla montagna, ma ti preghiamo, ma ti preghiamo, su nel Paradiso, su nel Paradiso, lascialo andare per le tue montagne. Santa Maria, Signora della neve, copri col bianco, soffice mantello, il nostro amico, il nostro fratello, su nel Paradiso, su nel Paradiso, lascialo andare per le tue montagne.
  16. Traffic deadline - la linea del comportamento che se oltrepassata crea la disperazione - evento multimediale su prevenzione e sicurezza stradale - in alcune città venete un gruppo di esperti (medici soccorritori del 118 - vigili del fuoco - istruttori di guida - ecc.) tengono delle conferenze su queste utili tematiche.- provate a visionare il filmato – sicurezza stradale sms alla guida video della polizia inglese – anche impedire alle biciclette di circolare contromano, senza freni, senza logica … costituisce prevenzione e sicurezza.
  17. ... ricordi di storia medioevale … a Triora in provincia di Imperia in Liguria si sono svolti interessanti processi alle “vecchie”, scusate, la “cariatide” di sinistra, quella vestita di nero e con il pugno appoggiato al mento, è forse una delle poche che si è salvata dal rogo di quegli anni …
  18. Ciao Wolfang da d/b – da diversi anni scrivo su “ge n io” e da poco su “fo r um”, i miei settori sono – ambiente, natura, animali – in preferenza, ma anche i vari settori tecnici di - elettricità, meccanica, sicurezza in casa. Numerosi miei scritti sono misteriosamente spariti pur non toccando nulla di compromettente e/o politico. Solo dialogo su tematiche lisce e distensive. Un cordiale saluto al tuo cane simbolo. Ciao da d/b.-
  19. Tra un trasferimento ed un altro … chissà se nei sotterranei dei “negozi al buio”, vengono fuori anche i veri regali e “regalie” degli amici sovietici …. Oppure quello di certi personaggi italiani degli anni passati …..
  20. Sedi ex pci – la vecchia sede dei “negozi al buio” è stata più volte modificata e forse trasferita di strada e/o di quartiere. Domanda e/o proposta … le vecchie e non più utilizzate sedi dell’ ex pci … potrebbero essere usate per ospitarci i vari senza tetto e senza lavoro in giro per le strade … la mia è solo una ipotesi, se volete una proposta … buon lavoro ai restauratori.-
  21. la cosa seria è che da diversi anni si dimenticato dove sono finiti i lingotti d’ oro, quelli del quarantacinque, o forse quelli sono stati dimenticati nei sotterranei dei “negozi al buio”.
  22. Mi sono dimenticato – le varie bollette ed utenze (illuminazione, riscaldamento, acqua fredda e calda, collegamento internet, ed altro ancora) … chi le paga … (grazie per le cortesi risposte).-
  23. Sondaggio – art. cinque costituzione … quanti di voi hanno letto art. cinque della costituzione … sono convinto che il novanta per cento del popolo del “bla/bla”bla” neppure lo conosca e neppure sia in grado di andarlo a leggere … ci ritroviamo tra cento anni (come diceva una celebre canzone).-
  24. ALZIAMO LA VOCE - C’è un tempo per sperare E un tempo per soffrire Un altro per andarsene E uno per restare C’è un tempo in cui ognuno può cambiare direzione A volte basta chiedersi se è tempo di cambiare C’è una strada da imboccare per non sentirsi soli per non franare a valle ora stringiamoci le mani Se questa nostra terra si merita un domani dobbiamo riprometterci che ognuno la consoli Comunque vada, il vento non si fermerà Non c’è più spazio adesso Per l’infelicità. E forse una lacrima sul viso ci sorprenderà Ma poi... Ma noi... Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più C'è un tempo per pensare A ciò che ci fa bene Mettere via l'orgoglio E ritrovarci insieme Afferra la mia mano Finito il temporale Più salde le radici È già risorto il sole. Comunque vada, il tempo non si fermerà Non c’è più spazio adesso Per l’infelicità. E forse una lacrima ancora ci sorprenderà Ma poi... Ma noi... Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più. L'energia dalla tempesta cambia la nostra terra e come una poesia muove coscienza sentila questa brezza che ti accarezza e dopo immagina la sua potenza mentre ci spazza via E riparti adesso ed aiuta chi ha perso l'allegria teniamoci per mano non pensiamo alla nostalgia uniamo le forze creiamo un'empatia a fine giornata una dolce fotografia. Belluno resiste senza far drammi alberi a terra e tu contane gli anni poi chiedilo al vento come domarli siamo figli della roccia come Doro e gli altri siamo diventati grandi e forse troppo scaltri senza mostrarci affranti anzi siamo diventati altri ai piedi delle alpi senza mai fingerci stanchi anzi c'è un mondo sorretto da queste montagne da ricostruire con la nostra nuova forza insieme una cicatrice ha trasportato e trasformato grigia questa valle da cui ripartire facciamo sbocciare questo seme c'è la luce e questa luce noi la vogliamo vedere oltre il temporale che ancora riecheggia nelle sere una terra una terra che ha molto da dare su cui ricominciare. Alziamo la voce la voce contro il vento Quel vento che ci è rimasto dentro Alziamo la testa, non servono parole, ci basta il coraggio e niente di più.
  25. MI SONO DIMENTICATO DI DIRE CHE QUESTO TESTO E LA MUSICA COLLEGATA FA PARTE DI UNA SERIE DI MUSICHE E CANZONI VENETE E DELLA STORIA E CULTURA VENETA