gianni47guelfi

  • Numero messaggi

    7
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

0 Calma piatta

Su gianni47guelfi

  • Rank
    Utente nuovo
  • Compleanno
  1. Lo è per davvero. Grazie, sei gentile
  2. Provo a spiegartelo con altre parole: 1) il fatto che la disoccupazione giovanile sia aumentata, è semplicemente dovuto a quelle migliaia di giovani che sono tornati ad iscriversi alle liste di collocamento. L' Istat li ha registrati come nuovi disoccupati, ma in realtà lo erano anche prima solo che non apparivano. 2) Un partito anticasta c' è già, Renzi si illude se pensa di togliergli voti facendo antipolitica anche lui. 3) D' Alema vuole solo un partito tutto per lui, è questo il vero motivo per cui minaccia di andarsene dal PD. Perchè se la ragione fosse che quello non è più un partito di sinistra, ebbene potrebbe traslocare in Sinistra italiana anziché fare un altro partitino di cui non si sentiva davvero il bisogno
  3. Il libro è già sorpassato, perché dopo al polmone il tumore le è venuto alla testa. Però entrambe le volte è stato asportato con successo. Ora dovranno passare almeno 5 anni prima che possa considerarsi fuori pericolo. Grzie tante degli auguri
  4. Grazie a Valeria Scafetta, bravissima e sensibile scrittrice, che ha voluto raccontare la storia di mia figlia e di come ha affrontato, con coraggio ed ironia, una malattia terribile come un tumore al polmone. "Finche', grazie alla mia esperienza, potro` aiutare qualcuno, tutta la mia sofferenza avra` trovato significato" Nikki Guelfi http://www.alteregoedizioni.it/la-zampata-della-tigre/
  5. La disoccupazione giovanile è aumentata perché molti dei giovani fino a ieri inattivi, vale a dire che non studiavano né cercavano lavoro, sono "emersi" iscrivendosi alle liste di collocamento. *********************** Quello delle pensioni dei parlamentari, alcuni li chiamano ancora vitalizi, è da sempre un cavallo di battaglia dei 5S. Renzi sbaglia se crede che andando ad elezioni a giugno, la gente gli riconoscerà il merito di aver impedito di erogarne altre 600 (tanti sono i neoparlamentari). I cittadini preferiranno sempre l' originale alla copia. *********************** Meglio primo in un villaggio della Gallia che secondo a Roma, affermava Giulio Cesare. Anche D' Alema la pensa cosi. Se il PD non gli va più bene perché secondo lui poco di sx, potrebbe benissimo accasarsi in Sel. Ma li sarebbe secondo o terzo. Meglio allora fare un altro partitino su misura, per essere finalmente primo.
  6. Proprio un bello scherzo da prete quello rifilatoci dalla Consulta con l' abolizione del ballottaggio. Se il risultato delle elezioni rispecchierà quello degli ultimi sondaggi, non solo nessun partito arriverà al 40%, ma per formare una maggioranza del 51% non basteranno le larghe intese. Ne occorreranno di larghissime. Ipotizzando che la sera del voto le percentuali siano quelle dell' ultimo sondaggio della 7, l' unica coalizione che arriverebbe a sfiorare la maggioranza (49.8%), sarà una formata da M5S-LN-FDI-NCD. Invece una formata da PD-FORZA ITALIA-SI-NCD si fermerebbe al 49.1%. Sono calcoli di pura fantasia naturalmente, perché Sinistra Italiana non entrerà mai in una coalizione con F.I. e i 5 Stelle non faranno alleanze con nessuno. Men che meno col partito di Alfano. E allora come lo si risolverà il problema? Forse potremmo chiederlo al prof. Zagrebelsky, lui che nell' incontro con Renzi disse peste e corna del ballottaggio. Proprio un bello scherzo da prete quello rifilatoci dalla Consulta con l' abolizione del ballottaggio. Se il risultato delle elezioni rispecchierà quello degli ultimi sondaggi, non solo nessun partito arriverà al 40%, ma per formare una maggioranza del 51% non basteranno le larghe intese. Ne occorreranno di larghissime. Ipotizzando che la sera del voto le percentuali siano quelle dell' ultimo sondaggio della 7, l' unica coalizione che arriverebbe a sfiorare la maggioranza (49.8%), sarà una formata da M5S-LN-FDI-NCD. Invece una formata da PD-FORZA ITALIA-SI-NCD si fermerebbe al 49.1%. Sono calcoli di pura fantasia naturalmente, perché Sinistra Italiana non entrerà mai in una coalizione con F.I. e i 5 Stelle non faranno alleanze con nessuno. Men che meno col partito di Alfano. E allora come lo si risolverà il problema? Forse potremmo chiederlo al prof. Zagrebelsky, lui che nell' incontro con Renzi disse peste e corna del ballottaggio.