etrusco1900

  • Numero messaggi

    4288
  • Registrato

  • Ultima Visita

etrusco1900 è il vincitore del giorno dicembre 2 2019

etrusco1900 ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

332 Sono il Re del Forum

2 Followers

Su etrusco1900

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. come tutti sappiamo nei prossimi anni verrà cambiata la codifica del segnale televisivo e molti televisori non saranno più in grado di funzionare e si dovrà o cambiare televisore o collegarlo a un decoder esterno; per far sapere all'utenza se il proprio televisore è compatibile con la nuova codifica sono partiti due canali test uno sul tasto 100 del telecomando (segnale RAI) e l'altro sul tasto 200 (segnale mediaset) ovviamente per vedere questi due canali bisogna effettuare la risintonizzazione del televisore; se ne parla qui https://www.repubblica.it/economia/2020/01/16/news/nuovo_digitale_terrestre_ecco_i_canali_test_verifica_se_la_tv_va_cambiata_-245899890/?ref=RHPPLF-BH-I245909692-C4-P8-S1.4-T1 interessante seguire anche le discussioni su questo forum https://www.digital-forum.it/showthread.php?203006-Come-verificare-se-il-TV-supporta-il-DVB-T2-per-il-DTT-nel-2022/page61 parrebbe che alcuni televisori venduti in alcune catene lo scorso natale non siano compatibili, come pare ci siano problemi di compatibilità da risolvere con lo con il decoder sky q ( attualmente con lo sky q non si vede )
  2. Basta andare su You Tube e digitare posteggi divertenti
  3. Evidentemente le vive in una grande città; in gran part dei comuni Italiani i distributori di gas per le auto non ci sono; non so se questo sia dipeso a partire dagli anni 50 da politiche dettate dai governi, se scelte delle grandi sorelle interessate a vendere benzina o gasolio o se siano state scelte delle case automobilistiche, resta il fatto che in moltissimi comuni Italiani i distributori di gas non ci sono e se vuole fare il pieno di gas deve andare al distributore più vicino che magari è a 50 chilometri
  4. ci vietano le auto poi però continuano a funzionare i caminetti, le stufe a legna, le stufe a pellet i bruciatori dei condomini a gasolio, vietano le auto per costringere la gente a comperare una macchina nuova o magari due, una con targa pari e l'altra con targa dispari....
  5. diciamo che non si può generalizzare; una cosa è la posizione della donna nelle nazioni scandinave, altra cosa la situazione della donna in certe nazioni arabe ; per quanto riguarda l'Italia non esiste un solo contratto nazionale di lavoro dove a parità di mansione la paga delle donne sia inferiore a quella dell'uomo; è ovvio che una donna che liberamente decide di diventare madre rischia di dovere rinunciare al lavoro o se vuole fare entrambe le cose si trova di fronte a mille difficoltà; visto però che esiste la morte e il naturale avvicendamento della popolazione se non si fanno i figli va in crisi tutto; occorrerebbero decisione coraggiose a tutela delle madri e della famiglia; se lo stato si facesse carico di tutte le madri e a ogni madre fosse dato uno stipendio di maternità (da non confondersi con l'inutile e politicamente propagandistico reddito di cittadinanza) fino alla maggiore età del figlio, molte madri potrebbero liberamente rinunciare a lavorare e la famiglia e la società ne avrebbe un notevole vantaggio; ovviamente ci sono posizioni ideologiche che vanno in direzione opposta e non riconoscono la maternità la famiglia e i figli come un valore, ricordo gli slogan degli anni 60 di certe femministe " madre sposa pros... di questo ruolo sono stufa".... poi però alcune di queste femministe propongono di sostituire i bambini non nati con l'immigrazione come se la maternità delle donne africane avesse meno valore e diritto di tutela della madri nostrane...
  6. Verissimo e sono deserti dove ogni anno la temperatura supera i 50 gradi; non ci dobbiamo meravigliare se in un clima di quel tipo le foreste possano prendere fuoco non per autocombustione ma per incendi dolosi o accidentali che con alte temperature diventano incontrollabili; che il clima a livello planetario stia cambiando e si comporti in modo diverso rispetto a quanto eravamo abituati a vedere è fuori discussione, resta da vedere per quale percentuale dipenda dall'attività dell'uomo e quanto dipenda invece dal sole e dalla natura; ( per quanto riguarda l'inquinamento questo è tutto un altro discorso rispetto al clima, così come giustamente si dice che si potrebbero usare i deserti dell'Australia per produrre energia elettrica dal sole.) P.S. nel vocabolario esiste la parola "CARESTIA" intendendo periodi di siccità che distruggeva i raccolti e portava la gente alla fame, di carestie ne parla la Bibbia, ne parla la storia, il clima ha sempre fatto degli "scherzi" e gli studiosi del clima cercano adesso di comprendere il perché di queste "anomalie"; una cosa è certa, queste cose avvenivano anche prima che l'uomo iniziasse a immettere anidride carbonica nel pianeta, si parla della Groenlandia chiamata terra verde perché quando fu scoperta non era coperta di ghiacci, si parla di Annibale che attraversò le Alpi con gli elefanti, si parla dei romani che avevano in Libia il loro granaio.. se qualche carestia colpisse adesso l'umanità si darebbe la colpa all'inquinamento umano, ma forse le cause potrebbero anche essere altre.
  7. Non è solo il mare Italiano a costare troppo, è tutto il turismo che soffre di una eccessiva burocrazia e di una eccessiva tassazione che si ripercuote ovviamente sui prezzi; vogliamo parlare del mare? la stagione va da Giugno a fine Agosto perché con la riforma del calendario scolastico le scuole che prima iniziavano a Ottobre adesso iniziano a Settembre e le famiglie con figli al mare a Settembre non ci vanno più; quando si parla di Giugno bisogna parlare di mezzo mese perché fino a metà Giugno ci sono impegni scolastici e le famiglie con figli al mare non ci possono andare; chi vive di turismo ha costi per dodici mesi e ricavi solo per due mesi e mezzo; in questa situazione non ci si deve meravigliare se i prezzi in Italia sono troppo alti. Parlavo di burocrazia; forse molti non sapranno che con le ultime modifiche persino chi da in Affitto un appartamento al mare è costretto a registrare tutti i contratti superiori ai trenta giorni (sono pochi quelli che prendono in affitto un appartamento per un mese intero) mentre tutte le permanenze inferiori ai trenta giorni devono essere comunicate via internet al "portale alloggiati" della pubblica sicurezza fornendo tutte le generalità di chi occupa l'appartamento, inoltre in molte regioni la comunicazione va ripetuta anche alla regione o al comune ai fini del calcolo dell'imposta di soggiorno; un privato cioè che da in affitto il proprio appartamento è sottoposto alle stesse regole degli alberghi o delle pensioni; è ovvio che un singolo privato che da in affitto il suo appartamento sia costretto a rivolgersi a una agenzia per il disbrigo di tutte queste pratiche burocratiche e questo rappresenta ovviamente un costo ; lo stesso ragionamento che si fa per il mare vale anche per gli agro turismi per la montagna e per tutte le altre strutture ricettive, si dice che il turismo è una fonte importante per l'economia nazionale e poi in pratica si fa di tutto per affossarlo e renderlo non competitivo con la concorrenza estera..
  8. Si tratta semplicemente di usare una cosa che si chiama buonsenso gli esempi sono solo esempi , sono "similitudini" per comprendere come da sole le cose nessuna cosa si può fare da sola, dal niente non viene niente , quando ci troviamo di fronte a una cosa ordinata che non è cioè frutto del caso è ovvio che esiste un autore ; negare questo significa solo parlare per principio preso ,significa solo ragionare come un bambino dell'asilo..... e i bambini dell'asilo è ovvio che non abbiano il buonsenso....