nextext

  • Numero messaggi

    94
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

7 Calma piatta

1 Follower

Su nextext

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. È in gravi condizioni il giornalista italiano ferito nell'attentato di Strasburgo. Antonio Megalizzi, 28 anni, residente a Trento dove ha studiato all'università, è stato ferito alla testa alle 20 di martedì 11 dicembre, da un uomo, identificato poi come il 29enne Chérif Chekatt. già segnalato con il "fichè S" per radicalizzazione, in rue Orfèvres nella città francese sede del Parlamento Europeo. L'attentatore è un terrorista islamico nordafricano cresciuto in Francia ma lo chiamano "uomo radicalizzato" e pochi dicono davvero chi è https://www.repubblica.it/esteri/2018/12/12/news/strasburgo_gravissimo_il_giornalista_ferito_raggiunto_da_um_colpo_alla_testa-214052653/
  2. Tutti abbiamo potuto notare che nei primi due episodi de L’amica genialefa da sfondo alla storia di Lila e Lenù il quartiere in cui vivono le due bambine, poi adolescenti. Nel romanzo di Elena Ferrante, scrittrice misteriosa della fortunata saga, la storia si sviluppa nel Rione Luzzati, e proprio questa scelta avrebbe condotto alla scoperta della vera identità dell’autrice. Il giallo sull’identità di Elena Ferrante dura da 26 anni, dalla prima pubblicazione de L’amore molesto. Nel corso del tempo la critica ha avanzato varie ipotesi sull’identità della scrittrice senza mai arrivare a una conclusione definitiva. Attraverso il metodo comparativo gli studiosi hanno individuato alcuni possibili candidati in alcuni autori napoletani, quindi di genere maschile. Sono stati avanzati i nomo di Erri de Luca, Francesco Piccolo, Michele Prisco, ma anche autrici non partenopee come Michela Murgia e Melania Mazzucco. Nella lista, abbastanza lunga, c’è un nome che però oggi emerge con forza proprio in seguito alla messa in onda della serie tv. Si tratta di Domenico Starnone. Come ha rivelato al Mattino la cugina dello scrittore, Nunzia Mattiacci, 75 anni: “Domenico da ragazzino frequentava il rione. Veniva spessissimo a trovare i parenti, che abitavano qui… ricordo che aveva sempre con sé un quaderno sul quale disegnava e prendeva appunti di ogni tipo. Eravamo ragazzini, ma non avevamo dubbi sul fatto che da grande sarebbe diventato uno scrittore“. A favore di questa accreditata ipotesi c’è anche un altro fattore ovvero la presenza nell’ombra della moglie di Starnone, Anita Raja, traduttrice di Christa Wolf per la stessa casa editrice di Elena Ferrante. Non mancano infatti ipotesi che vedono nella Ferrante un lavoro a quattro mani dello scrittore e della moglie. https://www.vocedinapoli.it/2018/12/10/lidentita-di-elena-ferrante-lautrice-misteriosa-de-lamica-geniale/
  3. Quando fantasia e voglia di lavorare producono una bella attività Servire il caffè, preparato al momento rigorosamente con la tipica caffettiera napoletana, la cuccuma cara a Eduardo De Filippo, girando per le strade della città. Giuseppe Schisano, classe 1993, un giovane dei Quartieri Spagnoli, grazie alla sua creatività e al supporto ricevuto dall'associazione IF-Imparare.fare di Marco Rossi-Doria nell'ambito del progetto «Cambia», è riuscito a realizzare il suo sogno e divenire imprenditore : è sua l'idea di Don Cafè, un cargo-bike, una bicicletta con pedalata assistita su cui è montato un piano d'acciaio con un fornello a gas omologato. https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/napoli_spopola_il_caffe_on_the_road_preparato_al_momento-4138031.html
  4. Protagoniste due ragazzine minorenni, i quartieri della Roma "bene" si tingono di prostituzione, soldi, vestiti griffati e ideali stravolti: ecco il cocktail esplosivo in Baby, la nuova serie Netflix, liberamente ispirata dagli episodi di cronaca del 2014, che sarà in onda dal 30 Novembre in 6 episodi. La finzione della serie televisiva si sovrapporrà dunque su quelli che sono stati gli avvenimenti reali, finiti in una pagina nera della cronaca romana, quella in cui due ragazzine di 14 e 15 anni, Agnese e Angela, si prostituivano volontariamente in uno scantinato del quartiere Parioli per soldi, vestiti e cocaina. La serie, ambientata nell'immaginario Liceo Collodi, racconta la vicenda vista con gli occhi dei ragazzi. Chissa' la Mussolini come ne sarà contenta... http://www.romatoday.it/eventi/cultura/baby-serie-netflix.html
  5. Love is a gift, l'amore è un dono Il giorno di Natale, il protagonista ascolta un nastro registrato da sua madre, morta molti anni prima: si tratta dell’ultima cassetta che la donna ha lasciato a suo figlio e contiene un messaggio speciale per lui. La realizzazione di questo video spot di Natale è costata solo 50 sterline (circa 56 euro), ma la clip in pochi giorni ha totalizzato oltre 5 milioni di visualizzazioni su Youtube. L’autore è il filmmaker britannico Phil Beatstall, 32 anni. L’attore protagonista si chiama Chris Ilston. https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=JHX0btJYcyI
  6. Trystan racconta: "sono semplicemente tran s. Significa che sono nato donna e sono cresciuto come tale. Da adolescente, il modo migliore per spiegare quello che mi stava succedendo era scherzare definendomi un uomo gay intrappolato in un corpo di donna. Ho iniziato ad assumere il testosterone che mi ha dato l'aspetto che ho adesso, quello di qualunque altro uomo gay di Portland. Ma, a quanto pare, sono quel tipo di tran s a cui andava bene limitarsi agli ormoni. Ho deciso di non sottopormi ad altre operazioni: significa che ho un utero perfettamente funzionante e ovuli sanissimi, ho smesso di prendere gli ormoni e abbiamo iniziato a provare ad avere un figlio con il mio compagno e sono rimasto incinta. Noi non abbiamo mai pensato che essere un uomo in gravidanza fosse una cosa straordinaria, ma tutti gli altri sì. Non so se si dica ancora "diventare virali", ma è proprio quello che ci è successo. In pratica, da un giorno all'altro, "l'uomo incinto" era ovunque: Yahoo News, CNN, Washington Post. Credevo che fosse un bene, che la gente fosse pronta per la successiva evoluzione della condizione di tran s e del suo significato. La gente mi diceva che non ero un uomo, ma solo una donna pelosa e molto brutta, e che avrei partorito un mostro. Poi, una donna mi ha inviato un messaggio che diceva: "Da Cristiana, spero che darai alla luce un bambino morto perché per lui sarà meglio la morte che nascere da uno come te".... Sono andato avanti fino a che ho dato alla luce un bellissimo bambino." https://www.huffingtonpost.it/2018/11/16/non-credevo-che-essere-un-uomo-incinta-fosse-una-cosa-straordinaria-poi-sono-diventato-virale_a_23591215/
  7. Il ministro dei Beni culturali sta preparando un decreto per stabilire che i film italiani escano prima al cinema e poi sulle altre piattaforme, il riferimento chiaro è a Netflix che ha distribuito il film da loro prodotto, sul caso Cucchi, in contemporanea al cinema e in streaming. Ora si muovono i politici per regolare e costringere chi produce un prodotto a distribuirlo come e quando dicono loro, qualcosa di assurdo... andrà a finire che Netflix manderà tutto e solo in streaming in Italia, con buona pace di chi vive in posti dove i cinema non ci sono... e chi vorrà vedere i film prodotti da Netflix sarò costretto ad abbonarsi, così il cinema che si vuole proteggere perderà ancora più pubblico... https://www.ilfoglio.it/cinema/2018/11/14/video/prima-in-sala-e-poi-in-streaming-come-andra-a-finire-la-crociata-anti-netflix-di-bonisoli-224514/
  8. Forse sarà per il suo nome, “Oumuamua”, che può richiamare una civiltà aliena sperduta in qualche remoto angolo dell’Universo. Certamente la sua forma, un po’ particolare, di sigaro. Sta di fatto che ormai, tra le molte fantasie che spesso popolano il web, sono in molti a pensare che Oumuamua sia un oggetto alieno, una vera e propria astronave extraterrestre. Si tratta di un oggetto, classificato 2017 U1, scoperto da Rob Weryk, dal complesso di telescopi Pan-STARSS, che si trova alle Hawaii. Per una parte del popolo della rete è un oggetto alieno. Anche perché ad accendere la fantasia di coloro che credono che sia un oggetto artificiale, sono stati due astronomi dell’Harvard Smithsonian Center for Astrophysics i quali, interrogandosi sulle traiettorie, in certi momenti anomale, di Oumuamua, hanno avanzato l’ipotesi di una sua possibile origine artificiale. Sarà davvero così? Evidentemente no. Spiega Elisabetta Dotto, ricercatrice dell’Istituto nazionale di astrofisica (INAF): «Come scienziati abbiamo il compito di esplorare campi non battuti, anche avanzando ipotesi non convenzionali. Ma solitamente la soluzione più plausibile è anche quella più semplice: nel caso di Oumuamua, i suoi strani comportamenti possono essere spiegati già con l’ipotesi della cometa extrasolare, formata da ghiaccio e rivestita da una crosta scura di materiale organico. Il suo passaggio ci ha dimostrato per la prima volta che simili oggetti extrasolari possono arrivare vicino al Sole, portando materiale organico da un sistema planetario all’altro». Astronave aliena? In realtà l’unico dubbio che resta, in attesa di nuovi studi è: Oumuamua è un asteroide o una cometa? Affascinante no? https://www.lastampa.it/2018/11/07/scienza/oumuamua-fa-sognare-il-web-asteroide-o-oggetto-alieno-e3nVT2ZkkfvjjQAkHfbGSM/pagina.html
  9. "Con tante di queste persone abbiamo trascorso quasi 40 anni assieme", è racchiusa in questa frase, pronunciata da uno dei soci e fondatori del gruppo, la scelta di destinare un milione di euro a tutti i dipendenti come ultimo atto primo di vendere l'azienda a una multinazionale del settore. Stiamo parlando del gruppo Olsa di Rivoli, nel Torinese, l’azienda di fanali per automotive che è stata ceduta questa estate al colosso canadese della componentistica Magna International. Ogni dipendente avrà uno stipendio in più. "È un premio per dire grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questa avventura di impresa" ha dichiarato al Corriere della sera Massimo Pedrana che insieme ad Alberto Peyrani, Bruno Ressico ed Eugenio Bosco esce di scena per far posto ala multinazionale leader mondiali del settore. "Noi soci siamo tutti over 65: è venuto il momento di avviare un passaggio generazionale e di consentire all’azienda di compiere quel salto dimensionale necessario per meglio competere nel mondo. Ma non dimentichiamo i compagni di questo lungo viaggio" ha aggiunto Pedrana. Una bella e sana azienda Italiana che premia i suoi dipendenti, bellissima storia! https://www.fanpage.it/vendono-lazienda-ma-come-ultimo-atto-regalano-un-milione-ai-dipendenti/
  10. La morte di Marco Pantani nel residence Le Rose di Rimini il 14 febbraio 2004 è stata archiviata come semplice "overdose" da sostanze stupefacenti. Ma sono tanti i dubbi e misteri che ancora circondano la disgrazia. La madre del Pirata è stata intervistata dalla iena Alessandro De Giuseppe e ancora non si da pace per la spiegazione dei fatti: 'È stato ucciso, gli ho promesso la verità'. Proprio Le Iene lanciano una nuova inquietante ipotesi sul 'presunto' suicidio. Il servizio andato in onda durante l'ultima puntata infatti punta il focus su una presunta pallina di cocaina, inquadrata nei video immediatamente successivi alla morte nel camera del residence ma che, a detta dei testimoni oculari intervenuti dopo l'allarme dato, non era presente nei primi istanti sulla scena del suicidio. Anche io ho sempre pensato che lui non si drogasse e voi? Qui il video delle Iene https://it.blastingnews.com/sport/2018/10/marco-pantani-le-iene-tornano-sul-caso-con-spunti-inediti-a-14-anni-dalla-morte-002737769.html
  11. Esiste una vera e propria rarità in un piccolo borgo marino sulla costa occidentale della Sardegna, con 40 case di cui 4 abitate tutto l’anno e soltanto 8 residenti. Questa località si chiama "Su Pallosu" Vicino ad Oristano ed è nota per la presenza di gatti (nati e cresciuti in riva al mare) , si pensa che il loro arrivo risalga ad un secolo fa durante l'attività dell'antica tonnara impiantata nel 1922 e chiusa nel 1940. Attualmente sul luogo è presente l'associazione culturale "Amici di Su Pallosu", che ha Il compito di proteggere e tutelare la colonia dei gatti. La colonia dei gatti non vive solo sulla spiaggia , occupa anche un territorio di circa 300 metri ma loro arrivano tranquillamente sino alle rocce sul mare dando vita a esibizioni incredibili giocando a pochi passi dall'acqua e lungo la spiaggia. Questo luogo è da tempo meta di tanti turisti, fotografi , cineasti e curiosi amanti dei gatti. . Una vera e propria rarità. Votata dai viaggiatori nel 2016 come quinta spiaggia più bella della Sardegna, nonché prima della provincia di Oristano, è principalmente una spiaggia dedicata ai gatti che non hanno paura di fare anche il bagno. Su Pallosu è una delle perle che punteggiano Capo Mannu, estremo limite settentrionale della penisola del Sinis e dell’area marina protetta che la preserva. https://www.sardegnalive.net/news/in-sardegna/23435/l-oasi-felina-di-su-pallosu-ora-e-nella-lista-del-patrimonio-unesco
  12. Un ragazzo del New Jersey, il surfista Fabrizio Stabile, è morto dopo essere stato infettato da un''ameba mangia-cervello', un parassita raro ma altamente mortale, che il giovane di 29 anni avrebbe contratto dopo aver nuotato nella piscina di un resort di Waco, in Texas. Stabile, scrive il 'Daily Mail', lo scorso 16 settembre aveva accusato un forte mal di testa e il giorno dopo non era riuscito ad alzarsi dal letto. Trasportato immediatamente all'ospedale di Pleasantville, i medici avevano iniziato a curarlo pensando che si trattasse di meningite batterica. Le sue condizioni, però, erano precipitate rapidamente. Dopo quattro giorni, i test avevano rivelato che Fabrizio era positivo al Naegleria fowleri, un'ameba estremamente rara, chiamata 'mangia-cervello' che uccide il 98% delle persone infettate. Per Fabrizio però era già tardi. Il 29enne era morto il giorno seguente. L'ameba mangia cervello? Incredibile quanti parassiti mortali ci possono aggredire, povero ragazzo http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2018/10/02/muore-infettato-dall-ameba-mangia-cervello_rtH4fe7wHbYBZQA02r7ueO.html
  13. L’azienda tedesca LIDL Stiftung & Co KG vanta 170mila dipendenti in tutto il mondo di cui 13mila in Italia con 600 punti vendita. Grazie alle nuove aperture entro la fine dell’anno, il gruppo ha annunciato che assumerà nuovo personale. Si ricercano, a tal proposito, laureati o diplomati in varie regioni italiane e nella sede di Arcole (Verona). Tra le ultime offerte pubblicate troviamo quelle per: -Collaboratore Contabilità Fornitori a Verona -Collaboratore *** *** – Addetto Buste Paga -Technical Manager Area Impiantistica -Responsabile Ordini Ufficio Frutta e Verdura -Responsabile area Contrattualistica, Contenzioso e Societario -Collaboratore Legale Ufficio Assicurazione Qualità Queste sono solo alcune delle offerte disponibili a Verona, presso la sede centrale. Lidl offre lavoro anche nei punti vendita sparsi in Italia e magazzini tra cui le seguenti posizioni aperte: Responsabile di Reparto del Magazzino e Responsabile Processi Operativi Logistica Direzione Regionale a Biandrate (Novara) Capi Area / Area Manager in Piemonte, Lombardia, Sicilia,, altre aree del Sud Italia, Emilia Romagna, Abruzzo, Umbria, Veneto, Trentino Addetti Vendite a Brunico (Bolzano), Roma, Viterbo, Carmagnola e Moncalieri (Torino), Torino, Mondovì (Cuneo),Cuneo, Vercelli. Assistant Store Manager a Parma, Treviso, Reggio Emilia, Bollate e Corbetta (Milano), Pordenone, Gonzaga (Monza Brianza), San Giovanni Ilarione (Verona), Cislago e Sesto Calende (Varese), Langhirano (Parma), Borgomanero (Novara), Chieri (Torino), Lagundo e Brunico (Bolzano, Feltre (Belluno), Vedelago (Treviso), Novara, Vigevano (Pavia), Spilamberto (Modena), Molinella (Bologna), Vercelli, L’Aquila, Mestre e San Donà di Piave (Venezia), Roma, Mola di Bari Si cercano anche Apprendisti Addetti Vendite, Operatori di Filiale a Civitavecchia, Rovigo, Roma, Cassino e Brunico e Store Manager. Qui trovate altri dettagli sulle giornate di reclutamento! https://www.investireoggi.it/fisco/assunzioni-lidl-2018-interessanti-offerte-lavoro-in-tutta-italia-con-giornate-di-reclutamento/
  14. Scrivere recensioni false utilizzando un'identità falsa è un crimine secondo la legge italiana. Lo ha stabilito il Tribunale Penale di Lecce, in uno dei primi casi legali nel suo genere. Il proprietario di PromoSalento, che vendeva pacchetti di recensioni false ai business dell'ospitalità in Italia, è stato condannato a 9 mesi di prigione e al pagamento di circa 8.000 Euro per spese e danni. La *** di viaggi Tripadvisor ha supportato il procedimento contro PromoSalento costituendosi parte civile e ha condiviso le prove raccolte dal suo team interno di investigazione frodi e fornito il supporto dei suoi consulenti legali italiani. http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/internet_social/2018/09/12/recensioni-false-su-tripadvisor-9-mesi-di-carcere-_f426586b-154a-47da-845f-c3ae0e560686.html Bene! Sentenza importante, potremo così da ora in poi ritenere più affidabili le recensioni su Tripadvisor