nextext

  • Numero messaggi

    103
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

7 Calma piatta

1 Follower

Su nextext

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Isis, foreign fighter italomarocchino catturato dalle forze curde: "Pentito" voglio tornare in Italia... E' nato in Italia ma poi la famiglia si è trasferita in Germania e lui si è radicalizzato lì, ha portato tutta la famiglia in Siria e poi racconta: "Ho aspettato un mese prima che mi dessero un ruolo. Mi hanno mandato a Deir Ezzor dove sono stato 4 mesi prima di tornare a Raqqa. A Deir Ezzor facevo parte di un'unità che faceva pattugliamenti notturni. Assistevamo la gente fornendo beni di prima necessità". "A Raqqa vivevamo in una casa fornita dall'isis, mi pagavano circa 150 dollari mentre mia moglie stava a casa". A volte nelle piazze proiettavano i video degli attentati in Europa, c'era gente che stava lì a guardare e gente che invece non voleva vedere", ricorda. Poi sono iniziate le bombe della Coalizione ma soprattutto nel 2015 quelle della Russia. "Ed è tutto cambiato. Così l'anno dopo ho iniziato a pensare che forse era il caso di uscirne". "Ho conosciuto altri combattenti che hanno vissuto in Italia due o tre anni, erano marocchini o algerini". "I più feroci e freddi erano quelli che venivano dalla Russia, però comandavano sauditi e tunisini". I soldi da dove arrivavano? "Soprattutto dal contrabbando del petrolio". E ora il "combattente" vuole venire in Italia, mica tornare in Germania... ma per chi ci hanno preso? Se ne torni da dove è venuto https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/isis-foreign-fighter-italomarocchino-catturato-dalle-forze-curde-sono-pentito-_3191844-201902a.shtml
  2. Salvini va ad Afragola dove sono state fatte esplodere 8 bombe davanti a negozi, in pochi mesi e fra la folla che lo acclama, un uomo gli bacia le mani, lui non si ritrae. Che modo odioso di mostrare rispetto... https://napoli.repubblica.it/cronaca/2019/01/18/news/salvini_a_napoli_incontra_sorbillo_in_aeroporto-216877903/
  3. L'allarme si è diffuso con il passaparola tra le centinaia di famiglie che posseggono un cane in città. C'è un virus che sta seminando morte tra i cani di Sampierdarena, della Foce e del centro storico. Il sospetto è che si tratti di una forma molto aggressiva di parvovirosi canina o gastroenterite virale dovuta a una mutazione, che negli ultimi giorni ha già ucciso almeno sei cani. Le vittime sono soprattutto cuccioli o animali di giovani età e i sintomi sono affaticamento, feci acquose miste a sangue e disidratazione. La Clinica veterinaria Foce e la Clinica veterinaria Ponente confermano i decessi ma attendono gli esiti degli esami per confermare la diagnosi di Parvovirosi. Fate attenzione! Se il vostro cane non è vaccinato contro questa malattia evitate il contatto con altri cani e fatelo vaccinare! http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2019/01/17/AD8d7ZrD-settimana_sospetta_parvovirosi.shtml
  4. L'intervento di Beppe Grillo non è piaciuto agli studenti e ai docenti della Oxford Union Society, la storica istituzione inglese che organizza dibattiti con le migliori menti del pianeta e legata al prestigioso ateneo. Il fondatore di M5s ha portato avanti il suo monologo senza intoppi, affrontando diverse tematiche, dalla Brexit all'eccessivo numero di senzatetto avvistati per le vie di Oxford, senza risparmiare le bordate alla finanza. I problemi sono iniziati nella seconda fase dell'incontro riservata alle domande. A prendere per primo la parola è stato il 21enne presidente della Oxford Union Society. Alle sue domande sulle scelte e le responsabilità del M5s come forza di governo, Grillo ha preferito non rispondere in modo preciso, fatto assolutamente inedito per gli inglesi. Inutili i tentativi dello studente di riproporre i quesiti. I presenti sono rimasti tra il divertito e lo sconcertato per virare verso la contestazione quando si è toccata la posizione di Grillo sui vaccini: "Non sono contro in assoluto ma solo contro la loro obbligatorietà" ha detto. Ma anche su questo punto gli studenti non hanno gradito sostenendo con applausi il conduttore del dibattito che ribatteva punto su punto. Va ricordato che l'Università di Oxford è la più presigiosa del Regno Unito e una delle principali al mondo per qualità degli studi. Identica situazione su altri temi come la difesa della democrazia rappresentativa e il dibattito interno al M5s: alla fine dalla platea sono partiti diversi "buu", "buffone", "patetico", respinti dal mittente da Grillo con un "siete tosti" e un "non siete cortesi". Ahahahahah chi lo contesta non è cortese... https://www.tgcom24.mediaset.it/politica/grillo-a-oxford-per-una-lezione-fischiato_3185691-201902a.shtml
  5. L' analisi dello psichiatra Segatori, membro della sezione scientifica "Psicologia Giuridica e Psichiatria Forense" dell' Accademia Italiana di Scienze Forensi, è stata condivisa in Francia da personalità eterogenee. Prima ancora che lo psichiatra italiano analizzasse il profilo dell' allora candidato di En Marche, affermando che la seduzione psicologica e fisica della sua professoressa e futura moglie Brigitte aveva stoppato violentemente lo «sviluppo psichico» del ragazzino che era quando si incontrarono nell' atelier di teatro del liceo La Providence di Amiens, Rama Yade, ex ministra di Nicolas Sarkozy, dichiarò su Europe1 che uno dei criteri per essere candidati alle presidenziali doveva essere l' equilibrio psicologico. Una frase dell' analisi del professor Segatori torna puntualmente quando l' inquilino dell' Eliseo si rende protagonista di scatti nervosi assai poco istituzionali: «Vediamo le crisi isteriche di Macron nei momenti in cui l' ammirazione che ha di fronte viene meno, e quindi mette in difficoltà il suo falso sé, la sua scadente identità». Si pensi a quando il capo di Stato maggiore generale Philippe de Villiers manifestò il suo dissenso verso i tagli alla spesa militare da lui decisi, e Macron lo cacciò brutalmente urlando «c' est moi le chef!», sono io il capo. Ma anche alle accuse scomposte al governo italiano e ai suoi alleati europei perché non condividono le sue idee, «la lebbra populista che cresce un po' ovunque in Europa», Insomma se l'Italia non ride anche la Francia non sta messa molto bene... https://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/13409175/emmanuel-macron-psicopatico-deliri-onnipotenza-pasichiatra-italiano-adriano-segatori.html
  6. Questa mattina in una scuola di Aprilia un ex studente dell’Istituto si è presentato davanti agli ex compagni ed ha cominciato ad urlare. La scena ha creato del nervosismo tra i presenti che poi sono andati nel panico quando questo ha dichiarato di avere con se una bomba. I ragazzi, terrorizzati, sono scappati il più lontano possibile dalla scuola, cercando di mettersi al sicuro. Il giovane ha quindi lanciato per terra degli oggetti che hanno causato due scoppi, nessuno dei presenti è rimasto ferito. Il violento rumore generato dalle esplosioni ha messo in allarme i dirigenti scolastici che hanno immediatamente chiamato le forze dell’ordine ed i vigili del fuoco. Questi ultimi si sono occupati di spegnere le fiamme causate dagli oggetti lanciati dal ragazzo (pare si trattasse di due molotov), mentre gli agenti si sono occupati di identificare ed arrestare l’ex studente. Il giovane era facilmente riconoscibile perché portava indosso una mimetica ed è stato immediatamente portato in Caserma. La scuola nel frattempo è stata totalmente evacuata, i carabinieri stanno esaminando la struttura alla ricerca di eventuali ordigni artigianali. Ci manca solo che ora gli studenti bocciati di casa nostra cominciano ad imitare quelli Americani... https://www.viagginews.com/2018/12/20/aprilia-terrore-scuola-bombe-esplosioni/
  7. I voli interni verso destinazioni italiane sono quelli in assoluto più prenotati dai nostri connazionali nel periodo natalizio. Con partenze soprattutto alla volta di città come Milano e Catania per raggiungere le famiglie. Prendendo in considerazione le nazioni più visitate spicca al primo posto l’Italia. Ma analizzando la classifica delle singole città, le più gettonate sono invece Londra e Parigi, seguita da Barcellona. Parallelamente, le destinazioni orientali a lungo raggio sono in crescita. Già quest’estate affascinavano gli italiani, e per Natale e Capodanno il trend non si inverte, anzi. I viaggiatori che voleranno verso Sharm El Sheikh e le sue barriere coralline sono quasi quadruplicati (+287%) rispetto all’anno scorso. A seguire Istanbul, una capitale tra Asia ed Europa che si sta affermando come una delle più amate e vedrà quasi duplicare i viaggiatori in visita per Natale (+87%). Terza classificata Mosca, che ha conquistato un +65% tra le mete più in crescita. Beato chi può, bellissimi viaggi! https://www.stile.it/2018/12/17/natale-2018-trend-viaggi-id-203761/
  8. È in gravi condizioni il giornalista italiano ferito nell'attentato di Strasburgo. Antonio Megalizzi, 28 anni, residente a Trento dove ha studiato all'università, è stato ferito alla testa alle 20 di martedì 11 dicembre, da un uomo, identificato poi come il 29enne Chérif Chekatt. già segnalato con il "fichè S" per radicalizzazione, in rue Orfèvres nella città francese sede del Parlamento Europeo. L'attentatore è un terrorista islamico nordafricano cresciuto in Francia ma lo chiamano "uomo radicalizzato" e pochi dicono davvero chi è https://www.repubblica.it/esteri/2018/12/12/news/strasburgo_gravissimo_il_giornalista_ferito_raggiunto_da_um_colpo_alla_testa-214052653/
  9. Tutti abbiamo potuto notare che nei primi due episodi de L’amica genialefa da sfondo alla storia di Lila e Lenù il quartiere in cui vivono le due bambine, poi adolescenti. Nel romanzo di Elena Ferrante, scrittrice misteriosa della fortunata saga, la storia si sviluppa nel Rione Luzzati, e proprio questa scelta avrebbe condotto alla scoperta della vera identità dell’autrice. Il giallo sull’identità di Elena Ferrante dura da 26 anni, dalla prima pubblicazione de L’amore molesto. Nel corso del tempo la critica ha avanzato varie ipotesi sull’identità della scrittrice senza mai arrivare a una conclusione definitiva. Attraverso il metodo comparativo gli studiosi hanno individuato alcuni possibili candidati in alcuni autori napoletani, quindi di genere maschile. Sono stati avanzati i nomo di Erri de Luca, Francesco Piccolo, Michele Prisco, ma anche autrici non partenopee come Michela Murgia e Melania Mazzucco. Nella lista, abbastanza lunga, c’è un nome che però oggi emerge con forza proprio in seguito alla messa in onda della serie tv. Si tratta di Domenico Starnone. Come ha rivelato al Mattino la cugina dello scrittore, Nunzia Mattiacci, 75 anni: “Domenico da ragazzino frequentava il rione. Veniva spessissimo a trovare i parenti, che abitavano qui… ricordo che aveva sempre con sé un quaderno sul quale disegnava e prendeva appunti di ogni tipo. Eravamo ragazzini, ma non avevamo dubbi sul fatto che da grande sarebbe diventato uno scrittore“. A favore di questa accreditata ipotesi c’è anche un altro fattore ovvero la presenza nell’ombra della moglie di Starnone, Anita Raja, traduttrice di Christa Wolf per la stessa casa editrice di Elena Ferrante. Non mancano infatti ipotesi che vedono nella Ferrante un lavoro a quattro mani dello scrittore e della moglie. https://www.vocedinapoli.it/2018/12/10/lidentita-di-elena-ferrante-lautrice-misteriosa-de-lamica-geniale/
  10. Quando fantasia e voglia di lavorare producono una bella attività Servire il caffè, preparato al momento rigorosamente con la tipica caffettiera napoletana, la cuccuma cara a Eduardo De Filippo, girando per le strade della città. Giuseppe Schisano, classe 1993, un giovane dei Quartieri Spagnoli, grazie alla sua creatività e al supporto ricevuto dall'associazione IF-Imparare.fare di Marco Rossi-Doria nell'ambito del progetto «Cambia», è riuscito a realizzare il suo sogno e divenire imprenditore : è sua l'idea di Don Cafè, un cargo-bike, una bicicletta con pedalata assistita su cui è montato un piano d'acciaio con un fornello a gas omologato. https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/napoli_spopola_il_caffe_on_the_road_preparato_al_momento-4138031.html
  11. Protagoniste due ragazzine minorenni, i quartieri della Roma "bene" si tingono di prostituzione, soldi, vestiti griffati e ideali stravolti: ecco il cocktail esplosivo in Baby, la nuova serie Netflix, liberamente ispirata dagli episodi di cronaca del 2014, che sarà in onda dal 30 Novembre in 6 episodi. La finzione della serie televisiva si sovrapporrà dunque su quelli che sono stati gli avvenimenti reali, finiti in una pagina nera della cronaca romana, quella in cui due ragazzine di 14 e 15 anni, Agnese e Angela, si prostituivano volontariamente in uno scantinato del quartiere Parioli per soldi, vestiti e cocaina. La serie, ambientata nell'immaginario Liceo Collodi, racconta la vicenda vista con gli occhi dei ragazzi. Chissa' la Mussolini come ne sarà contenta... http://www.romatoday.it/eventi/cultura/baby-serie-netflix.html
  12. Trystan racconta: "sono semplicemente tran s. Significa che sono nato donna e sono cresciuto come tale. Da adolescente, il modo migliore per spiegare quello che mi stava succedendo era scherzare definendomi un uomo gay intrappolato in un corpo di donna. Ho iniziato ad assumere il testosterone che mi ha dato l'aspetto che ho adesso, quello di qualunque altro uomo gay di Portland. Ma, a quanto pare, sono quel tipo di tran s a cui andava bene limitarsi agli ormoni. Ho deciso di non sottopormi ad altre operazioni: significa che ho un utero perfettamente funzionante e ovuli sanissimi, ho smesso di prendere gli ormoni e abbiamo iniziato a provare ad avere un figlio con il mio compagno e sono rimasto incinta. Noi non abbiamo mai pensato che essere un uomo in gravidanza fosse una cosa straordinaria, ma tutti gli altri sì. Non so se si dica ancora "diventare virali", ma è proprio quello che ci è successo. In pratica, da un giorno all'altro, "l'uomo incinto" era ovunque: Yahoo News, CNN, Washington Post. Credevo che fosse un bene, che la gente fosse pronta per la successiva evoluzione della condizione di tran s e del suo significato. La gente mi diceva che non ero un uomo, ma solo una donna pelosa e molto brutta, e che avrei partorito un mostro. Poi, una donna mi ha inviato un messaggio che diceva: "Da Cristiana, spero che darai alla luce un bambino morto perché per lui sarà meglio la morte che nascere da uno come te".... Sono andato avanti fino a che ho dato alla luce un bellissimo bambino." https://www.huffingtonpost.it/2018/11/16/non-credevo-che-essere-un-uomo-incinta-fosse-una-cosa-straordinaria-poi-sono-diventato-virale_a_23591215/
  13. Il ministro dei Beni culturali sta preparando un decreto per stabilire che i film italiani escano prima al cinema e poi sulle altre piattaforme, il riferimento chiaro è a Netflix che ha distribuito il film da loro prodotto, sul caso Cucchi, in contemporanea al cinema e in streaming. Ora si muovono i politici per regolare e costringere chi produce un prodotto a distribuirlo come e quando dicono loro, qualcosa di assurdo... andrà a finire che Netflix manderà tutto e solo in streaming in Italia, con buona pace di chi vive in posti dove i cinema non ci sono... e chi vorrà vedere i film prodotti da Netflix sarò costretto ad abbonarsi, così il cinema che si vuole proteggere perderà ancora più pubblico... https://www.ilfoglio.it/cinema/2018/11/14/video/prima-in-sala-e-poi-in-streaming-come-andra-a-finire-la-crociata-anti-netflix-di-bonisoli-224514/
  14. Forse sarà per il suo nome, “Oumuamua”, che può richiamare una civiltà aliena sperduta in qualche remoto angolo dell’Universo. Certamente la sua forma, un po’ particolare, di sigaro. Sta di fatto che ormai, tra le molte fantasie che spesso popolano il web, sono in molti a pensare che Oumuamua sia un oggetto alieno, una vera e propria astronave extraterrestre. Si tratta di un oggetto, classificato 2017 U1, scoperto da Rob Weryk, dal complesso di telescopi Pan-STARSS, che si trova alle Hawaii. Per una parte del popolo della rete è un oggetto alieno. Anche perché ad accendere la fantasia di coloro che credono che sia un oggetto artificiale, sono stati due astronomi dell’Harvard Smithsonian Center for Astrophysics i quali, interrogandosi sulle traiettorie, in certi momenti anomale, di Oumuamua, hanno avanzato l’ipotesi di una sua possibile origine artificiale. Sarà davvero così? Evidentemente no. Spiega Elisabetta Dotto, ricercatrice dell’Istituto nazionale di astrofisica (INAF): «Come scienziati abbiamo il compito di esplorare campi non battuti, anche avanzando ipotesi non convenzionali. Ma solitamente la soluzione più plausibile è anche quella più semplice: nel caso di Oumuamua, i suoi strani comportamenti possono essere spiegati già con l’ipotesi della cometa extrasolare, formata da ghiaccio e rivestita da una crosta scura di materiale organico. Il suo passaggio ci ha dimostrato per la prima volta che simili oggetti extrasolari possono arrivare vicino al Sole, portando materiale organico da un sistema planetario all’altro». Astronave aliena? In realtà l’unico dubbio che resta, in attesa di nuovi studi è: Oumuamua è un asteroide o una cometa? Affascinante no? https://www.lastampa.it/2018/11/07/scienza/oumuamua-fa-sognare-il-web-asteroide-o-oggetto-alieno-e3nVT2ZkkfvjjQAkHfbGSM/pagina.html