senzalenza

  • Numero messaggi

    192
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da senzalenza

  1. Poi dice che una deve denunciare, si vero è sempre meglio, ma nessuno ti protegge comunque, accade alle donne vittime di stalkers, così come agli uomini. Un ragazzo di 28 anni è stato sfigurato con l'acido e rischia di perdere un occhio dopo che aveva chiuso una breve storia con una donna, purtroppo lei ha cominciato a perseguitarlo, fino alla violenza terribile dell'acido potente gettato in faccia. Lui poco prima del fatto la aveva vista sotto casa, aveva chiamato i carabinieri per chiedere aiuto, dopo varie denunce, ma niente nessuno gli ha risposto, nessuno lo ha protetto, proprio come accade alle donne, che però sono molto più numerose in questa situazione https://www.iene.mediaset.it/2019/news/giuseppe-morgante-sara-del-mastro-acido-stalking-carabinieri-chiamata-112_419281.shtml
  2. mamma mia questi fissati fanno paura davvero
  3. In Italia le donne guadagnano meno e hanno spese in più degli uomini. Evidentemente il nostro governo ritiene gli assorbenti un bene di lusso e non di prima necessità e fa pagare alle donne Italiane una tassa davvero ingiusta il 22% sugli assorbenti. Poi dicono che hanno a cuore le donne... In Inghilterra si stanno predisponendo leggi che prevedono la distribuzione gratuita degli assorbenti nelle scuole, in Olanda e in Francia questa tassa è stata ridotta rispettivamente al 6% e al 5,5%, mentre in Irlanda è stata definitivamente abolita, così come in India, Libano, Nigeria o Tanzania. La Presidente della Commissione Bilancio della Camera Carla Ruocco ha spiegato che portare l’iva sui tamponi dal 22% al 10% comporterebbe un costo di 212 milioni, che salirebbe a oltre 300 qualora l’iva arrivasse al 5% Noi restiamo ancora arroccati su una posizione altamente discriminante. Quella che viene chiamata in gergo Pink Tax incide parecchio nelle tasche delle donne italiane: in media, secondo uno studio del 2015 condotto dal Department of Consumer Affairs di New York, i prodotti rivolti a consumatrici femminili costano circa il 7% in più di quelli maschili; per l’abbigliamento ci si attesta sull’8% in più, per i prodotti di bellezza si parla addirittura del 13%. In soldoni, quanto costa essere donna? Secondo un calcolo effettuato dalla testata francese Rue89 ogni mese spendiamo in media 130 euro in più di un uomo tra spese per depilazione, contraccezione, igiene intima, trucco e vestiario, eppure le donne guadagnano in Italia, il 23% in meno rispetto agli uomini. https://www.lolnews.it/home/tampon-tax-assorbenti-italia-pink-tax/
  4. Sulle pagine del settimanale “Chi” è stato pubblicato il racconto dell’ex corteggiatore di “Uomini e Donne”, Emanuele Trimarchi. Un racconto che svela un panorama a dir poco stravolgente. Emanuele ha svelato di aver collaborato per circa un anno con le agenti di Pamela Perricciolo e Eliana Michelazzo: Diventano “la tua famiglia”. Decidono chi devi frequentare, come ti devi vestire, ti rendono non rintracciabile, sei una marionetta. Io non potevo usare nemmeno il telefono. Ti fanno cambiare numero di continuo. Loro sono la paura. Per colpa delle donne è arrivato a lasciare l’ex tronista Anna Munafò che lo aveva scelto durante il programma di Maria De Filippi: Mi hanno fatto leggere alcune conversazioni, via Facebook, tra Anna e Danny Coppi, cugino di Simone Coppi, magistrato, nonché marito di Eliana. Ovviamente non esistevano né Danny, né Simone. Ma io quando ho letto le chat tra Anna e Danny ci sono cascato. Credevo anche a Simone Coppi: era un magistrato dell’antimafia che mi minacciava se non facevo quello che dicevano Eliana e Pamela. Ho tutte le chat. Mi diceva che ero seguito e intercettato. In un anno ho perso 12 chili e ho anche pensato al suicidio. E intanto Eliana mi ripeteva: “Anna sente Danny, il cugino di mio marito”. Mi mostrava le conversazioni e rideva. E su Pamela Prati spiega: Pamela è entrata nella “setta” come ho fatto io, lasciandosi andare in totale fiducia. Oggi è vittima di quel mondo “irreale” che ha massacrato anche me. Mi auguro che ne esca il prima possibile. Se questa è la verità è sconvolgente povera donna https://www.361magazine.com/news/ex-corteggiatore-di-uomini-e-donne-le-agenti-della-prati-mi-hanno-rovinato/
  5. Mai avvisare i ladri sui social, Matteo Viviani delle Iene ha avuto questa imprudenza, ha pubblicato su Instagram una foto delle sue vacanze, dicendo dove si trovava e quando è tornato a casa ha trovato la brutta sorpresa, gli hanno svaligiato casa a Milano, un ingente bottino fra orologi, gioielli e contanti per un valore di 75mila euro. http://www.milanotoday.it/cronaca/furto-casa-Matteo-viviani.html
  6. Ciao a tutti, chi di voi ha provato con Meetic o Cupido o Tinder? E come è andata? Avete trovato persone da frequentare davvero o è tutto virtuale?
  7. povera piccola e chissà la mamma come si sente per non aver pensato al dentifricio ma come si poteva immaginare!
  8. Mi chiamo Gerald, ma con il mio nome non mi ha chiamato quasi mai nessuno. Mi chiamavano muzungu, che vuol dire bianco e strano. Mi chiamavano Mario che è il nome di mio padre. Lo sapevano tutti che era lui, il missionario italiano, l’unico bianco che viveva ad Archers Post, Contea di Samburu, in Kenya. Io facevo finta di nulla quando mi chiamavano così. Oppure mi giravo ed erano botte: le davo e le prendevo. A casa non dicevo niente, nessuno diceva mai niente. Mia madre, il mio finto padre, il bambino nato dalla loro unione, un fratello che era la prova vivente che io non potevo essere figlio di quei due genitori: non ci siamo mai assomigliati in nulla. A padre Mario invece assomiglio in tutto: gli zigomi, le orecchie, l’altezza. C’è una foto in cui dà la comunione e, se non fosse perché è vecchio e ha i capelli bianchi e gli occhiali, potrei essere io. Davvero non lo so come faccia a dire che io non sono suo figlio». Se essere figli di un prete – di un segreto, di un voto rotto, di un padre che non c’è, di una vergogna sociale, dei pettegolezzi della gente, dei silenzi – è una condizione difficile, essere figli di un prete bianco in un piccolo villaggio africano è qualcosa da cui non ci si può nascondere mai: «Anche se andrai lontano dalle voci, qualsiasi pezzo di specchio o vetrina a cui cammini accanto te lo ricorderà sempre», dice Gerald Erebon, 29 anni, che si è trasferito dal suo paese a Nairobi, e non solo per studiare filosofia e insegnarla. La madre di Gerald si chiamava Sabina ed era la giovanissima cuoca della parrocchia di Archers Post: aveva 17 anni quando è rimasta incinta. Quando la pancia si è fatta evidente, padre Mario – l’uomo per cui lei cucinava ogni giorno – è stato trasferito e sostituito da un nuovo prete, e un giovane autista nero è stato assunto da un giorno all’altro. Diranno a tutti che è lui il padre, organizzeranno le nozze: quelle tradizionali, secondo il rito della tribù Turkana, e anche quelle religiose, in chiesa e con l’abito bianco. «Una messa in scena che è durata poco: sono nato e rimasto chiaro, ma non è solo il colore della pelle, sono i miei tratti a essere molto diversi da quelli della mia gente», dice Gerald. Gerald ha provato a parlare con suo padre che ormai ha 84 anni, vorrebbe essere riconosciuto, ma l'anziano sacerdote lo caccia sempre via https://www.vanityfair.it/news/storie-news/2019/04/17/io-figlio-di-un-prete-italiano-chiedo-solo-verita
  9. Più veri, più rilassati, decisamente diversi da come siamo abituati a vederli, ma sono sicura che non sono stati contenti di essere stati fotografati così... che ne pensate? Sono la Raffa nazionale e Renato Zero, d'altronde la Carrà ha 77 anni e il volto e la postura un po’ curva hanno messo in evidenza i suoi anni. Invecchiata e in abiti molto semplici la Carrà ha lasciato interdetti i fan sembrando improvvisamente invecchiata e meno energica. Discorso simile per Renato Zero, appesantito e irriconoscibile. Non è la prima volta che il cantante fa preoccupare tutti per la sua salute. Per fortuna però questi chili in più dipendono semplicemente da qualche goliardia ‘mangereccia’. https://velvetgossip.it/2019/04/14/cosa-e-successo-a-raffaella-carra-e-renato-zero-irriconoscibili/
  10. La presidenza di Omar Al-Bashir, il sergente di ferro che ha guidato in modo autoritario il Sudan per gli ultimi 30 anni, si può dire ormai conclusa. Manca solo la dichiarazione ***, ma secondo Al Jazeera l’esercito avrebbe arrestato il Vice-Presidente del paese, il Ministro della Difesa ed il leader del Partito di Governo. Il Presidente avrebbe rassegnato le dimissioni e sarebbero in corso le consultazioni per eleggere un Governo di transizione. Una ragazza di 22 anni avvolta in un tobe bianco candido indossato sopra al suo hijab nero, Alaa Salah, studentessa di ingegneria dell’International University of Khartoum, si è fatta largo tra i manifestanti delle strade della capitale del Sudan che, negli ultimi giorni, sono tornati a chiedere insistentemente le dimissioni di Omar al-Bashir, il presidente che da 30 anni guida il Paese in modo autoritario ed è diventata motore e simbolo della protesta dei Sudanesi oppressi da 30 anni di dittatura. Quando le donne fanno le rivoluzioni! Brava e coraggiosa! http://www.rainews.it/dl/rainews/media/regina-nubiana-protesta-sudan-kandaka-alaa-salah-89783ff8-ee09-48bb-b6d8-89a2c81a50e7.html#foto-1
  11. Morì per l’otite curata con prodotti omeopatici. Chiesti tre mesi di condanna per i genitori di Francesco Bonifazi, il bimbo di 7 anni, di Cagli, deceduto il 27 maggio di due anni fa al Salesi dove era arrivato in gravi condizioni per una otite batterica bilaterale. Le richieste sono state formulate questa mattina dal pm Daniele Paci durante l’udienza preliminare dove si procede con il giudizio abbreviato. Al processo medico omeopata e genitori si accusano reciprocamente. Concordo, genitori irresponsabili, si sa che l'omeopatia è acqua fresca, ma c'è chi si ostina ad usarla, lo faccia su stesso ma non su un figlio che non può che affidarsi ai genitori. Che ne pensate? https://www.ilrestodelcarlino.it/pesaro/cronaca/bimbo-morto-otite-giudizio-1.4525176
  12. Rosa, che è figlia dell’imprenditore Alessandro Enginoli, ex marito della Gerini, racconta di “frequentare a Roma il liceo internazionale” e di avere una “grande passione per la recitazione”: passione che “la mamma vede con favore, mentre mio padre preferirebbe che prima di tutto studiassi”.La grande platea televisiva la conoscerà tra qualche giorno nei panni di Margherita in “L’Aquila – Grandi Promesse”, la serie evento in sei puntate diretta da Marco Risi e interpretata tra gli altri da Giorgio Tirabassi, Donatella Finocchiaro, Valentina Lodovini e Giorgio Marchesi. Margherita è una ragazzina che va a vivere a L’Aquila a un anno e mezzo dal terremoto con il padre, un costruttore interpretato da Luca Barbareschi. Segni particolari: Bellissima, vedremo se è anche brava https://www.milleunadonna.it/photogallery/gallery/rosa-enginoli-figlia-claudia-gerini-laquila-marco-risi-serie-rai1/143676/167/
  13. E' stato nominato un amministratore di sostegno per gestire i beni di Gina Lollobrigida: «non in grado di provvedere al suo cospicuo patrimonio». Il giudice tutelare aveva scelto Giovanni Maria Flick come avvocato di sostegno, ma l’ex Ministro di grazia e giustizia del governo Prodi I avrebbe rifiutato il compito. Come spiegato da Storie Italiane, il giurista ha spiegato che tecnicamente non ha rifiutato l’incarico ma, pur apprezzando la scelta del giudice per la stima, ha dovuto sottolineare di non avere quell’esperienza specifica di gestione immobiliare. L’accademico si sarebbe dovuto avvalere di altri collaboratori e avvocati, comportando una lievitazione delle spese. Cosa accadrà ora? Sarà il giudice tutelare a decidere cosa fare, ma è probabile la nomina di un’altra persona al posto di Flick. Gina Lollobrigida, che recentemente si è vista annullare il matrimonio con Javier Rigau, «decisione inoppugnabile della Sacra Rota che ha messo la parola fine a quella che era una truffa», conoscerà nelle prossime settimane la decisione del giudice tutelare: ricordiamo che riguarda unicamente la gestione patrimonio immobiliare, per quanto riguarda la gestione economica di tutti i giorni la diva può fare tutto da sé. Intervenuto a Storie Italiane, il giornalista Predella ha ammesso di averla sentita recentemente: «Lei mi ha detto di voler vivere la sua vita: già anni fa il figlio tentò la strada dell’amministratore di sostegno. Spero che il figlio e lei trovino l’amore, ce lo auguriamo». Segnaliamo inoltre che la 92enne è stata sottoposta a perizia psichiatrica: è lucida, sta bene ma è facilmente suggestionabile e quindi rischia di essere raggirata. Matrimonio truffa, allontanamento del figlio, giovane assistente che faceva la bella vita con i suoi soldi, finalmente la stanno tutelando, a 92 anni pare evidente che non sia in grado e che sia facilmente raggirabile https://www.ilsussidiario.net/news/cinema-televisione-e-media/2019/2/14/gina-lollobrigida-amministratore-di-sostegno-ex-ministro-flick-rifiuta-ecco-perche/1847869/
  14. 60 idee, per stili diversi, per andare al mare con il look alla moda che preferiamo, costumi, copricostumi, scarpe, borse, cappelli, ce ne sono di sfiziosissimi per tutti i gusti ma i costumi soprattutto interi http://stream24.ilsole24ore.com/foto/moda/barocco-etnico-minimal-60-idee-stile-le-prime-spiagge/AE8Hf0zE
  15. Wanna Marchi e la figlia Stefania Nobile di nuovo in tv. Le due donne sono state invitate da Barbara D'Urso a "Live - Non è la D'Urso" per parlare della vicenda giudiziaria che le ha investite qualche anno fa. Dopo aver scontato 9 anni di carcere, ora vivono in Albania dove gestiscono un ristorante. La Marchi e la Nobile, insieme al brasiliano Mário Pacheco do Nascimento e all'ex convivente Francesco Campana, sono state arrestate, processate e condannate per bancarotta fraudolenta, truffa aggravata e associazione per delinquere finalizzata alla truffa a seguito di trasmissioni televisive in cui si raggiravano i telespettatori. La Marchi dice: "Siamo state punite per aver venduto sale a dei deficienti che ci hanno creduto". Una frase choc che ha scatenato diverse polemiche. Già... colpa di quelli che ci hanno creduto se son finite in galera... https://gds.it/articoli/societa/2019/03/21/wanna-marchi-io-e-mia-figlia-punite-per-aver-venduto-sale-a-dei-deficienti-che-ci-hanno-creduto-a84aa5bd-f6e4-43f9-802f-5ae93602381d/
  16. Ottima risposta del protagonista di Riccanza, alla madre di un ragazzo gay che lo ha accusato di essere responsabile della omosessualità del figlio, in quanto lo segue sul web e lui ostenta la sua vita da omosessuale. „“Per COLPA sua mio figlio è diventato omosessuale in quanto lei sponsorizza apertamente questo stile di vita DEVIATO e CONTRO NATURA. Non ha una coscienza? Non si rende conto del danno che fa ai ragazzini che la seguono? Si faccia un esame di coscienza e si vergogni. Rovinare le famiglie in questo modo”, si legge nel messaggio che Zorzi ha condiviso sul proprio profilo Instagram, con un semplice commento: “Italia, 2019”.“ Poi, il protagonista di Riccanza, ha replicato alla mamma: “Io penso che sia più contro natura una madre che smette di volere bene a un figlio per il suo orientamento sessuale piuttosto che un figlio che ha il coraggio di dire alla madre quello che è” Poi ha aggiunto: “Si ricordi anche che dandomi del deviato e del contro natura non sta definendo me, sta definendo sé stessa e si sta dando proprio dell’ignorante davanti a tutti. E se suo figlio ha trovato in me e non in lei la forza di urlare al mondo che è omosessuale, forse lei dovrebbe farsi qualche domanda su come è stata madre”. Come si possa pensare che un orientamento sessuale possa essere influenzato dal personaggio di un reality... Veramente vicenda incredibile e sconcertante http://www.today.it/gossip/veleni/tommaso-zorzi-accuse-mamma-figlio-gay.html
  17. Una mamma in lacrime davanti agli investigatori a Prato, incredula alla vista di quei messaggi WhatsApp che hanno svelato che il figlio di 15 anni era diventato papà di quel bimbo concepito durante le visite alla prof 31enne che a gli impartiva delle ripetizioni di inglese quando aveva 13 anni. È stata la mamma del ragazzino a ricostruire ieri in questura la vicenda, portando in procura anche gli screenshot dei messaggi su WhatsApp e raccontando che il figlio taciturno ha svelato poco a poco quel peso che aveva dentro e che era troppo grande per lui. La mamma ha parlato di un ragazzino distrutto, troppo strano e sempre più taciturno negli ultimi tempi. Operaia, poco più grande dell'infermiera rimasta incinta di suo figlio, la donna ha svelato come, messa sull'avviso da quel sesto senso delle madri, abbia incalzato il giovanissimo papà e come lui, un po' alla volta, le abbia alla fine raccontato di quel rapporto nato durante le lezioni di inglese e, più tardi, della gravidanza comunicata dalla stessa 35enne al figlio. Questa storia ha dell'assurdo sembra che la donna che ha abusato sessualmente di un bambino di 13 anni non abbia mostrato alcun pentimento come se non si rendesse conto della gravità della cosa, è indagata per atti sessuali con minore https://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/prato_mamma_15enne_lacrime_whatsapp-4359094.html
  18. Stando ad una ricerca pubblicata sulla rivista “Human Reproduction” il DNA delle donne che partoriscono invecchia più velocemente: addirittura si parla di 11 anni. Lo stesso invecchiamento che provocherebbe il fumo e l’obesità. La ricerca ha inoltre dimostrato che il DNA invecchia mano mano aumenta il numero di figli. Un risultato piuttosto scioccante, ma che «non vuole spaventare le donne e convincerle a non avere figli per preservare la loro gioventù» ha dichiarato una delle ricercatrici. I dati raccolti, che dovranno ancora essere analizzati in altri contesti, confermano un po’ quello che ogni mamma sa: la gravidanza e la crescita dei figli mette a dura prova sia il nostro corpo che la nostra mente. Ma la gioia che ti danno i figli sa essere davvero immensa, e compensa alla grande l’invecchiamento del DNA. E comunque dobbiamo essere state bene attrezzate dalla natura, dato che le donne vivono più degli uomini https://www.tio.ch/rubriche/ti-mamme/1356146/quando-partorisci-il-tuo-dna-invecchia-di-11-anni
  19. Dopo il bambino mascherato da ebreo deportato giustificato dalla madre come una innocente goliardata, a suscitare nuove polemiche è la bambina vestita da prostituta della quale i genitori hanno postato con orgoglio le foto su Instagram ha detto Borrelli, il consigliere regionale dei Verdi che ha denunciato l'accaduto. insieme al conduttore radiofonico Gianni Simioli. Ma questi genitori si sono fumati il cervello? I figli non sono mica giocattoli... https://napoli.fanpage.it/carnevale-2019-a-napoli-regna-il-cattivo-gusto-bambina-vestita-da-prostituta/
  20. Volete sapere dove potete entrare gratis in questi giorni? Ecco il sito del ministero dove potete fare ricerche, per data, provincia, regione e vi dice tutti i musei gratuiti da visitare, una bella iniziativa da sfruttare! http://iovadoalmuseo.beniculturali.it/ Per chi ha meno di 18 anni l’accesso ai musei statali è sempre gratuito, mentre per chi ha un’età che va dai 18 ai 25 anni, quando l’ingresso nelle strutture è a pagamento, il costo del biglietto ammonta a due euro. Ma dove andare in queste giornate? Sono tantissime le strutture che permettono l’accesso gratuito. A Roma, ad esempio, i Fori imperiali e il Foro Romano riuniti: l’accesso senza biglietto sarà possibile dalle 8,30 e fino alle 17 (ultimo ingresso alle 16). Si entra all’altezza della Colonna di Traiano e poi attraverso il Foro di Nerva per giungere a quello Romano. A Torino, invece, si visitano i Musei Reali con la possibilità di ammirare, tra le altre cose, la Cappella della Sacra Sindone o Palazzo Reale. A Firenze, invece, Uffizi, Palazzo Pitti, Galleria dell’Accademia e il Giardino di Boboli, giusto per citarne qualcuno.
  21. Francia, il nunzio apostolico Luigi Ventura accusato di "molestie sessuali". il vescovo Ventura sarebbe accusato di aver importunato un giovane della delegazione generale per le relazioni internazionali (DGRI) del municipio di Parigi, responsabile dell'accoglienza durante la cerimonia. si indaga su presunti approcci al giovane dirigente del municipio di Parigi, che lo ha accolto durante una cerimonia all'Hôtel de Ville, come scrive oggi Le Monde. Fra gli incarichi più prestigiosi della diplomazia vaticana, la nunziatura a Parigi è spesso l'anticamera della nomina a cardinale, ricorda Le Monde. Secondo un giurista citato dal giornale, la vicenda dell'inchiesta "è complessa" perché monsignor Ventura potrebbe avvalersi dell'immunità diplomatica. Troppi! Sono davvero troppi a fare queste cose nella Chiesa http://www.affaritaliani.it/cronache/francia-ambasciatore-del-papa-in-francia-preso-di-mira-da-indagine-per-588093.html
  22. Incidente stradale per Piero Fassino In Toscana nelle vicinanze di Orbetello. Il parlamentare Pd si è fratturato lo sterno. E' stato lo stesso Fassino a darne notizia su Facebook. "So che alcuni hanno saputo che sono stato coinvolto in un incidente d’auto. Sono stato portato all’Ospedale di Orbetello e dimesso qualche ora dopo con la diagnosi di una frattura dello sterno e con una prognosi di 20 giorni. A parte il forte dolore causato dalla frattura, sto bene e sto tornando a Roma. Fassino ha 70 anni, non si sa cosa abbia provocato l'incidente https://www.today.it/citta/incidente-stradale-fassino.html
  23. E' proprio conoscenza di base, da scuola elementare direi... La conduttrice del Dopofestival di Sanremo 2019 ha scritto su una lavagnetta un messaggio con un errore grammaticale. Un orrore, per il popolo di Twitter, che l’ha bersagliata. Quell’apostrofo tra “qual” ed “è” è stato condannato dai più e qualcuno ha tirato in ballo – simpaticamente, eh – anche l’Accademia della Crusca. La frase incriminata è la seguente: “Qual’è il tallone di Achille?”. L’ortografia non è un optional e immediatamente le hanno fatto notare – attraverso un mare di tweet! – che si scrive “qual è”. La Foglietta ha chiesto umilmente scusa. E che non lo farà mai più. Quella lavagnetta ci riserverà altre (brutte) sorprese? https://www.gossipetv.com/dopofestival-sanremo-2019-gaffe-anna-foglietta-in-diretta-395672
  24. La piccola Matilda rifiutava di prendere il latte dal seno destro. Così Claire ha scoperto di avere un tumore alla mammella. Lo strano comportamento della bimba ha fatto insospettire la donna, che si è subito sottoposta ai controlli medici. Gli esami hanno evidenziato la presenza di una grossa massa tumorale grnde 10 centimetri che, durante la gravidanza, non era stata diagnosticata. Il cancro si trovava proprio dietro alla mammella dalla quale Matilda rifiutava il latte. Inizialemnte, i medici avevano parlato di un nodulo benigno ma, dopo una serie di indagini più approfondite, la situazione si era rivelata più grave. Il tumore, infatti, si era già diffuso a 31 dei 33 linfonodi e la notizia aveva lasciato la madre sotto choch, secondo quanto riporta il Daily Mail. Claire, dopo una masectomia e sei cicli di chemioterapia e radioterapia aggressiva, iniziati ad aprile dello scorso anno, è riuscita a sconfiggere il tumore e ora sta bene La bambina la ha davvero salvata e non è il primo caso! http://www.ilgiornale.it/news/mondo/neonata-rifiuta-latte-cos-mamma-scopre-tumore-seno-1638388.html