senzalenza

  • Numero messaggi

    193
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

18 Potrei diventare famoso

Su senzalenza

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Questa storia è surreale, è un intreccio di manovre truffaldine e abusi psicologici, due manager che costruiscono una storia per guadagnare su interviste e comparsate della Prati, lei che non si capisce quanto sia vittima o complice, ora che tutto è venuto a galla e il fidanzato, fantasma da sempre, si è dissolto come neve al sole, una delle due manager confessa che non esiste, che non lo ha mai visto, che anche lei vive da 10 anni un fidanzamento virtuale con una persona mai vista. Purtroppo i manicomi li hanno chiusi e anche le galere non si aprono tanto facilmente per chi usa e provoca tanto dolore alle persone... Comunicato stampa di mediaset: “Eliana Michelazzo, agente di Pamela Prati, cambia ancora versione: In tv ho mentito, non ho mai incontrato Mark Caltagirone, l’ho visto solo in un video di pochi secondi in cui lui è in auto con la mia socia Pamela Perricciolo. La voce di quell’uomo è diversa da quella della telefonata avvenuta nel programma “Live”. A questo punto credo non esista». Eliana rivela in lacrime di aver subito lei per prima una truffa d’amore: «Io sono stata la prima vittima di questo sistema. Da 10 anni ho un fidanzato fantasma, Simone Coppi, solo ora ho aperto gli occhi: mi mandava foto, messaggi, un anello, mi sono tatuata il suo nome. Adesso, ascoltando le storie delle altre vittime, ho capito la verità: non esiste. Preferirei non sapere chi si nasconde dietro quelle false identità… Dopo questa mia confessione ho paura, non voglio avete contatti con nessuno, dovrei andare all’estero o in un posto isolato dal mondo come un convento o la casa di “Grande Fratello”». https://www.iltempo.it/cultura-spettacoli/2019/05/19/news/la-manager-di-pamela-prati-crolla-mark-caltagirone-non-esiste-1156396/
  2. mamma mia questi fissati fanno paura davvero
  3. In Italia le donne guadagnano meno e hanno spese in più degli uomini. Evidentemente il nostro governo ritiene gli assorbenti un bene di lusso e non di prima necessità e fa pagare alle donne Italiane una tassa davvero ingiusta il 22% sugli assorbenti. Poi dicono che hanno a cuore le donne... In Inghilterra si stanno predisponendo leggi che prevedono la distribuzione gratuita degli assorbenti nelle scuole, in Olanda e in Francia questa tassa è stata ridotta rispettivamente al 6% e al 5,5%, mentre in Irlanda è stata definitivamente abolita, così come in India, Libano, Nigeria o Tanzania. La Presidente della Commissione Bilancio della Camera Carla Ruocco ha spiegato che portare l’iva sui tamponi dal 22% al 10% comporterebbe un costo di 212 milioni, che salirebbe a oltre 300 qualora l’iva arrivasse al 5% Noi restiamo ancora arroccati su una posizione altamente discriminante. Quella che viene chiamata in gergo Pink Tax incide parecchio nelle tasche delle donne italiane: in media, secondo uno studio del 2015 condotto dal Department of Consumer Affairs di New York, i prodotti rivolti a consumatrici femminili costano circa il 7% in più di quelli maschili; per l’abbigliamento ci si attesta sull’8% in più, per i prodotti di bellezza si parla addirittura del 13%. In soldoni, quanto costa essere donna? Secondo un calcolo effettuato dalla testata francese Rue89 ogni mese spendiamo in media 130 euro in più di un uomo tra spese per depilazione, contraccezione, igiene intima, trucco e vestiario, eppure le donne guadagnano in Italia, il 23% in meno rispetto agli uomini. https://www.lolnews.it/home/tampon-tax-assorbenti-italia-pink-tax/
  4. Poi dice che una deve denunciare, si vero è sempre meglio, ma nessuno ti protegge comunque, accade alle donne vittime di stalkers, così come agli uomini. Un ragazzo di 28 anni è stato sfigurato con l'acido e rischia di perdere un occhio dopo che aveva chiuso una breve storia con una donna, purtroppo lei ha cominciato a perseguitarlo, fino alla violenza terribile dell'acido potente gettato in faccia. Lui poco prima del fatto la aveva vista sotto casa, aveva chiamato i carabinieri per chiedere aiuto, dopo varie denunce, ma niente nessuno gli ha risposto, nessuno lo ha protetto, proprio come accade alle donne, che però sono molto più numerose in questa situazione https://www.iene.mediaset.it/2019/news/giuseppe-morgante-sara-del-mastro-acido-stalking-carabinieri-chiamata-112_419281.shtml
  5. Sulle pagine del settimanale “Chi” è stato pubblicato il racconto dell’ex corteggiatore di “Uomini e Donne”, Emanuele Trimarchi. Un racconto che svela un panorama a dir poco stravolgente. Emanuele ha svelato di aver collaborato per circa un anno con le agenti di Pamela Perricciolo e Eliana Michelazzo: Diventano “la tua famiglia”. Decidono chi devi frequentare, come ti devi vestire, ti rendono non rintracciabile, sei una marionetta. Io non potevo usare nemmeno il telefono. Ti fanno cambiare numero di continuo. Loro sono la paura. Per colpa delle donne è arrivato a lasciare l’ex tronista Anna Munafò che lo aveva scelto durante il programma di Maria De Filippi: Mi hanno fatto leggere alcune conversazioni, via Facebook, tra Anna e Danny Coppi, cugino di Simone Coppi, magistrato, nonché marito di Eliana. Ovviamente non esistevano né Danny, né Simone. Ma io quando ho letto le chat tra Anna e Danny ci sono cascato. Credevo anche a Simone Coppi: era un magistrato dell’antimafia che mi minacciava se non facevo quello che dicevano Eliana e Pamela. Ho tutte le chat. Mi diceva che ero seguito e intercettato. In un anno ho perso 12 chili e ho anche pensato al suicidio. E intanto Eliana mi ripeteva: “Anna sente Danny, il cugino di mio marito”. Mi mostrava le conversazioni e rideva. E su Pamela Prati spiega: Pamela è entrata nella “setta” come ho fatto io, lasciandosi andare in totale fiducia. Oggi è vittima di quel mondo “irreale” che ha massacrato anche me. Mi auguro che ne esca il prima possibile. Se questa è la verità è sconvolgente povera donna https://www.361magazine.com/news/ex-corteggiatore-di-uomini-e-donne-le-agenti-della-prati-mi-hanno-rovinato/
  6. Mai avvisare i ladri sui social, Matteo Viviani delle Iene ha avuto questa imprudenza, ha pubblicato su Instagram una foto delle sue vacanze, dicendo dove si trovava e quando è tornato a casa ha trovato la brutta sorpresa, gli hanno svaligiato casa a Milano, un ingente bottino fra orologi, gioielli e contanti per un valore di 75mila euro. http://www.milanotoday.it/cronaca/furto-casa-Matteo-viviani.html
  7. povera piccola e chissà la mamma come si sente per non aver pensato al dentifricio ma come si poteva immaginare!
  8. Mi chiamo Gerald, ma con il mio nome non mi ha chiamato quasi mai nessuno. Mi chiamavano muzungu, che vuol dire bianco e strano. Mi chiamavano Mario che è il nome di mio padre. Lo sapevano tutti che era lui, il missionario italiano, l’unico bianco che viveva ad Archers Post, Contea di Samburu, in Kenya. Io facevo finta di nulla quando mi chiamavano così. Oppure mi giravo ed erano botte: le davo e le prendevo. A casa non dicevo niente, nessuno diceva mai niente. Mia madre, il mio finto padre, il bambino nato dalla loro unione, un fratello che era la prova vivente che io non potevo essere figlio di quei due genitori: non ci siamo mai assomigliati in nulla. A padre Mario invece assomiglio in tutto: gli zigomi, le orecchie, l’altezza. C’è una foto in cui dà la comunione e, se non fosse perché è vecchio e ha i capelli bianchi e gli occhiali, potrei essere io. Davvero non lo so come faccia a dire che io non sono suo figlio». Se essere figli di un prete – di un segreto, di un voto rotto, di un padre che non c’è, di una vergogna sociale, dei pettegolezzi della gente, dei silenzi – è una condizione difficile, essere figli di un prete bianco in un piccolo villaggio africano è qualcosa da cui non ci si può nascondere mai: «Anche se andrai lontano dalle voci, qualsiasi pezzo di specchio o vetrina a cui cammini accanto te lo ricorderà sempre», dice Gerald Erebon, 29 anni, che si è trasferito dal suo paese a Nairobi, e non solo per studiare filosofia e insegnarla. La madre di Gerald si chiamava Sabina ed era la giovanissima cuoca della parrocchia di Archers Post: aveva 17 anni quando è rimasta incinta. Quando la pancia si è fatta evidente, padre Mario – l’uomo per cui lei cucinava ogni giorno – è stato trasferito e sostituito da un nuovo prete, e un giovane autista nero è stato assunto da un giorno all’altro. Diranno a tutti che è lui il padre, organizzeranno le nozze: quelle tradizionali, secondo il rito della tribù Turkana, e anche quelle religiose, in chiesa e con l’abito bianco. «Una messa in scena che è durata poco: sono nato e rimasto chiaro, ma non è solo il colore della pelle, sono i miei tratti a essere molto diversi da quelli della mia gente», dice Gerald. Gerald ha provato a parlare con suo padre che ormai ha 84 anni, vorrebbe essere riconosciuto, ma l'anziano sacerdote lo caccia sempre via https://www.vanityfair.it/news/storie-news/2019/04/17/io-figlio-di-un-prete-italiano-chiedo-solo-verita
  9. Più veri, più rilassati, decisamente diversi da come siamo abituati a vederli, ma sono sicura che non sono stati contenti di essere stati fotografati così... che ne pensate? Sono la Raffa nazionale e Renato Zero, d'altronde la Carrà ha 77 anni e il volto e la postura un po’ curva hanno messo in evidenza i suoi anni. Invecchiata e in abiti molto semplici la Carrà ha lasciato interdetti i fan sembrando improvvisamente invecchiata e meno energica. Discorso simile per Renato Zero, appesantito e irriconoscibile. Non è la prima volta che il cantante fa preoccupare tutti per la sua salute. Per fortuna però questi chili in più dipendono semplicemente da qualche goliardia ‘mangereccia’. https://velvetgossip.it/2019/04/14/cosa-e-successo-a-raffaella-carra-e-renato-zero-irriconoscibili/
  10. La presidenza di Omar Al-Bashir, il sergente di ferro che ha guidato in modo autoritario il Sudan per gli ultimi 30 anni, si può dire ormai conclusa. Manca solo la dichiarazione ***, ma secondo Al Jazeera l’esercito avrebbe arrestato il Vice-Presidente del paese, il Ministro della Difesa ed il leader del Partito di Governo. Il Presidente avrebbe rassegnato le dimissioni e sarebbero in corso le consultazioni per eleggere un Governo di transizione. Una ragazza di 22 anni avvolta in un tobe bianco candido indossato sopra al suo hijab nero, Alaa Salah, studentessa di ingegneria dell’International University of Khartoum, si è fatta largo tra i manifestanti delle strade della capitale del Sudan che, negli ultimi giorni, sono tornati a chiedere insistentemente le dimissioni di Omar al-Bashir, il presidente che da 30 anni guida il Paese in modo autoritario ed è diventata motore e simbolo della protesta dei Sudanesi oppressi da 30 anni di dittatura. Quando le donne fanno le rivoluzioni! Brava e coraggiosa! http://www.rainews.it/dl/rainews/media/regina-nubiana-protesta-sudan-kandaka-alaa-salah-89783ff8-ee09-48bb-b6d8-89a2c81a50e7.html#foto-1
  11. Morì per l’otite curata con prodotti omeopatici. Chiesti tre mesi di condanna per i genitori di Francesco Bonifazi, il bimbo di 7 anni, di Cagli, deceduto il 27 maggio di due anni fa al Salesi dove era arrivato in gravi condizioni per una otite batterica bilaterale. Le richieste sono state formulate questa mattina dal pm Daniele Paci durante l’udienza preliminare dove si procede con il giudizio abbreviato. Al processo medico omeopata e genitori si accusano reciprocamente. Concordo, genitori irresponsabili, si sa che l'omeopatia è acqua fresca, ma c'è chi si ostina ad usarla, lo faccia su stesso ma non su un figlio che non può che affidarsi ai genitori. Che ne pensate? https://www.ilrestodelcarlino.it/pesaro/cronaca/bimbo-morto-otite-giudizio-1.4525176
  12. Rosa, che è figlia dell’imprenditore Alessandro Enginoli, ex marito della Gerini, racconta di “frequentare a Roma il liceo internazionale” e di avere una “grande passione per la recitazione”: passione che “la mamma vede con favore, mentre mio padre preferirebbe che prima di tutto studiassi”.La grande platea televisiva la conoscerà tra qualche giorno nei panni di Margherita in “L’Aquila – Grandi Promesse”, la serie evento in sei puntate diretta da Marco Risi e interpretata tra gli altri da Giorgio Tirabassi, Donatella Finocchiaro, Valentina Lodovini e Giorgio Marchesi. Margherita è una ragazzina che va a vivere a L’Aquila a un anno e mezzo dal terremoto con il padre, un costruttore interpretato da Luca Barbareschi. Segni particolari: Bellissima, vedremo se è anche brava https://www.milleunadonna.it/photogallery/gallery/rosa-enginoli-figlia-claudia-gerini-laquila-marco-risi-serie-rai1/143676/167/
  13. E' stato nominato un amministratore di sostegno per gestire i beni di Gina Lollobrigida: «non in grado di provvedere al suo cospicuo patrimonio». Il giudice tutelare aveva scelto Giovanni Maria Flick come avvocato di sostegno, ma l’ex Ministro di grazia e giustizia del governo Prodi I avrebbe rifiutato il compito. Come spiegato da Storie Italiane, il giurista ha spiegato che tecnicamente non ha rifiutato l’incarico ma, pur apprezzando la scelta del giudice per la stima, ha dovuto sottolineare di non avere quell’esperienza specifica di gestione immobiliare. L’accademico si sarebbe dovuto avvalere di altri collaboratori e avvocati, comportando una lievitazione delle spese. Cosa accadrà ora? Sarà il giudice tutelare a decidere cosa fare, ma è probabile la nomina di un’altra persona al posto di Flick. Gina Lollobrigida, che recentemente si è vista annullare il matrimonio con Javier Rigau, «decisione inoppugnabile della Sacra Rota che ha messo la parola fine a quella che era una truffa», conoscerà nelle prossime settimane la decisione del giudice tutelare: ricordiamo che riguarda unicamente la gestione patrimonio immobiliare, per quanto riguarda la gestione economica di tutti i giorni la diva può fare tutto da sé. Intervenuto a Storie Italiane, il giornalista Predella ha ammesso di averla sentita recentemente: «Lei mi ha detto di voler vivere la sua vita: già anni fa il figlio tentò la strada dell’amministratore di sostegno. Spero che il figlio e lei trovino l’amore, ce lo auguriamo». Segnaliamo inoltre che la 92enne è stata sottoposta a perizia psichiatrica: è lucida, sta bene ma è facilmente suggestionabile e quindi rischia di essere raggirata. Matrimonio truffa, allontanamento del figlio, giovane assistente che faceva la bella vita con i suoi soldi, finalmente la stanno tutelando, a 92 anni pare evidente che non sia in grado e che sia facilmente raggirabile https://www.ilsussidiario.net/news/cinema-televisione-e-media/2019/2/14/gina-lollobrigida-amministratore-di-sostegno-ex-ministro-flick-rifiuta-ecco-perche/1847869/
  14. Wanna Marchi e la figlia Stefania Nobile di nuovo in tv. Le due donne sono state invitate da Barbara D'Urso a "Live - Non è la D'Urso" per parlare della vicenda giudiziaria che le ha investite qualche anno fa. Dopo aver scontato 9 anni di carcere, ora vivono in Albania dove gestiscono un ristorante. La Marchi e la Nobile, insieme al brasiliano Mário Pacheco do Nascimento e all'ex convivente Francesco Campana, sono state arrestate, processate e condannate per bancarotta fraudolenta, truffa aggravata e associazione per delinquere finalizzata alla truffa a seguito di trasmissioni televisive in cui si raggiravano i telespettatori. La Marchi dice: "Siamo state punite per aver venduto sale a dei deficienti che ci hanno creduto". Una frase choc che ha scatenato diverse polemiche. Già... colpa di quelli che ci hanno creduto se son finite in galera... https://gds.it/articoli/societa/2019/03/21/wanna-marchi-io-e-mia-figlia-punite-per-aver-venduto-sale-a-dei-deficienti-che-ci-hanno-creduto-a84aa5bd-f6e4-43f9-802f-5ae93602381d/