senzalenza

  • Numero messaggi

    207
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

20 Sono il Re del Forum

Su senzalenza

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Poi la porta si spalancò. Ed entrò quella donna. Tutto quello che posso dirvi è che ci sono miliardi di donne, sulla terra, giusto? Certune sono passabili. La maggior parte sono abbastanza belline, ma ogni tanto la natura fa uno scherzo, mette insieme una donna speciale, incredibile. Cioè, guardi e non ci puoi credere. Tutto è un movimento ondulatorio perfetto, come l’argento vivo, come un serpente, vedi una caviglia, un gomito, un seno, un ginocchio, e tutto si fonde in un insieme gigantesco, provocante, con magnifici occhi sorridenti, bocca leggermente piegata in giù, labbra atteggiate in modo che sembrano scoppiare in una risata alla tua sensazione di impotenza. E sanno vestirsi, e i loro lunghi capelli incendiano l’aria. Troppo di tutto, accidenti. (Charles Bukowski)
  2. Le donne non depilate sono belle come le altre: lo afferma un'azienda di rasoi che lancia un messaggio contro gli stereotipi. La depilazione è una scelta, non può essere un obbligo: è quello che ha scelto di comunicare un noto brand di rasoi e prodotti per la depilazione femminile. Sempre attento a lanciare messaggi di body positivity e auto accettazione di sé, il brand ha inaugurato l’estate 2019 con uno slogan che sembra essere uscito da un manuale di psicologia inversa: “Donne, non depilatevi!” La grande contraddizione delle classiche pubblicità per prodotti finalizzati alla depilazione è che, nella maggior parte dei casi, i prodotti in questione (che siano lamette, cerette o creme depilatorie) in video vengono utilizzati esclusivamente su gambe già perfettamente depilate. Il tabù dei peli femminili è talmente alto, quindi, che non si possono mostrare in video donne non depilate. Dopo aver allineato il prezzo dei rasoi femminili a quelli dei rasoi maschili, combattendo la cosiddetta pink tax, l'azienda si spinge oltre, rischiando addirittura di boicottare le proprie stesse vendite: nell’ultima campagna pubblicitaria compaiono in bella vista peli pubici e ascellari, nonché ragazze di ogni colore, forma e dimensione che li mostrano con arroganza. Lo spot ha avuto un enorme successo e i profili social dell’azienda sono stati presi d’assalto da commenti entusiastici di donne che si sentono finalmente accettate per quello che sono, peli superflui compresi. A quanto pare, quindi, questo meccanismo pubblicitario, si fonda sulla psicologia inversa (dire a qualcuno di non fare una cosa è il modo migliore per farglielo fare), che in realtà è riuscita a ribaltare completamente il pregiudizio secondo cui un corpo femminile è bello solo quando è glabro. Avranno aumentato le vendite? Io penso di si, perchè chi si depila abitualmente non smetterà per questo spot e chi volesse provare a farlo magari sceglierà i prodotti di questa azienda perchè senza pregiudizi verso le donne pelose, anzi le difende, trovo geniale questa idea e voi che ne pensate?
  3. Ma possibile che non hanno ancora capito che se li beccano pagano delle multe salatissime, sia chi ha il reddito di cittadinanza e lavora in nero, sia chi paga in nero... Succede un pò in tutta Italia, come era facilmente prevedibile, l'Italia è il paese dei "furbi", questa volta è successo in provincia di Lecco. Una donna è stata denunciata e dovrà pagare migliaia di euro di multa. Il caso è emerso dopo una serie di controlli a un ristorante. La donna, pur beneficiando del reddito di cittadinanza che si può ottenere solo se si è disoccupati, lavorava in nero nel locale. Per questo motivo è stata denunciata dai carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro del capoluogo, mentre la titolare dell'esercizio è stata multata per la mancata regolarizzazione contrattuale. Voi siete contrari o a favore del reddito di cittadinanza? Io no... proprio per questi rischi, un sacco di gente fa lavoro nero in Italia purtroppo, meglio abbassare le tasse sul lavoro e favorire l'insediamento di aziende che danno lavoro regolare, piuttosto che spendere i soldi così...
  4. Roma annega nella immondizia e con il caldo c'è anche una emergenza sanitaria, i turisti fotografano i cumuli di immondizia invece che i monumenti, la Raggi dice che la crisi sarà risolta per natale prossimo, mi sembra folle, e c'è anche chi perde la ragione, come questi tre cittadini Romani, due uomini e una donna che hanno fatto irruzione in una sede operativa dell' Ama in centro, a Trastevere, ed hanno sfogato la loro rabbia ed esasperazione per i rifiuti in strada prendendo di petto gli operatori della municipalizzata. "Un'aggressione apocalittica - racconta Silvia, una delle operatrici presenti - Abbiamo evitato di essere presi a botte accettando senza reagire tutti gli insulti e cercando di far ragionare gli aggressori". "Siete dei mangiapane a tradimento!" gli urlavano, che ne pensate? Peggio di Napoli di qualche anno fa...
  5. Ci rendiamo conto di questo falso mito degli e delle influencer? Persone che vengono seguite da migliaia di utenti e ci guadagnano pure tanto, ma se si sapesse chi sono veramente al di la della immagine patinata che offrono sul web! La diffusione di un audio di Stella Manente, modella e influencer, mentre imprecava contro il gay pride di Milano che le ha fatto perdere il treno, ha mostrato chi è veramente, il bello è che lo ha condiviso lei stessa su Instagram "Io sto perdendo il treno in mezzo a questa massa di ignoranti, andate a morire. Perchè Hitler non esiste più?". Queste le sue parole in una storia su Instagram. La modella ha riversato tutta la sua rabbia: "E' un ammasso di gente ignorante che sta bloccando la strada, ma la polizia dov'è? E' solo per questo che l'Italia è in rovina". Ovviamente ha ricevuto subito una marea di commenti molto arrabbiati dagli utenti, le sue parole, oltre ad aver scatenato le ire degli attivisti LGBT, hanno fatto infuriare anche i marchi per i quali la modella presta la propria immagine. L’associazione Gay Lex ha annunciato una querela contro di lei, mentre l’agenzia Caremoli Ruggeri si è “dissociata integralmente” dalla Manente. “L’agenzia gestisce una moltitudine di profili artistici e può solo non condividere o prendere posizione, ma non deve essere in alcun modo collegata a simili comportamenti o essere ritenuta responsabile di ciò che succede nella vita privata o delle posizioni filosofiche o politiche di ognuno”. Un messaggio simile è arrivato pure da Chateau d’Ax Italia, azienda per la quale la Manente ha lavorato come figurante per alcuni spot quattro anni fa. Lei si è quindi scusata ma il danno è fatto, le sue parole sono davvero inaccettabili, che ne pensate?
  6. Il caldo ha fatto le prime vittime in Italia: tre morti, in Lombardia, Marche e Veneto: un senzatetto cardiopatico a Milano, un pensionato nelle campagne di San Benedetto del Tronto e un'altra persona a Mozzecane, nel Veronese e nelle prossime ore è previsto il picco per l'emergenza caldo con 16 città da 'bollino rosso'. A Roma, unica città d'Italia ad avere il bollino rosso per tre giorni di seguito, il caldo aggrava anche l'emergenza rifiuti che non vengono raccolti, la città è piena di rifiuti per strada e con questo caldo aumenta il pericolo per la salute pubblica. In molte città, soprattutto del nord, stanno lievitando le concentrazioni di ozono nell'aria che posso creare rischi per la salute in caso di esposizione anche di breve durata per anziani, bambini, donne in gravidanza, persone affette da disturbi respiratori. Come è accaduto in Veneto, in Trentino Alto Adige e in molte province lombarde, con picchi nella provincia di Monza e in Brianza, e nel modenese. Beato chi ha l'aria condizionata, io ce l'ho solo sul posto di lavoro, ma a casa no e passo notti insonni dal caldo, senza contare il tragitto casa ufficio o quando esci per mangiare qualcosa nelle ore più calde, prendi un terribile sbalzo. Voi come fate a difendervi da questo caldo tremendo? Una mia collega gira con un ventilatorino a pile... un'altra si veste solo di bianco, un altro si bagna i polsi con l'acqua fredda del rubinetto quando rientra da pranzo... I nonni meglio che stiano a casa o vadano nei centri commerciali con aria condizionata
  7. La bambina è ricoverata da una settimana all’ospedale della Donna e del Bambino di Borgo Trento in terapia intensiva pediatrica, ha 10 anni e lotta disperata da giorni contro il tetano. I genitori no vax non hanno fatto fare a lei e alla sorella più piccola nessun vaccino anche per le malattie per le quali la legge lo impone. Per la piccola questa decisione scellerata è stata fatale: s’è sbucciata un ginocchio, è partita l’infezione, il batterio è entrato in circolo e, da quando martedì scorso è stata ricoverata, piano piano le ha tolto le principali funzioni vitali, riducendola in condizioni disperate è intubata, è sedata ed è molto peggiorata: non è più in grado di respirare da sola, non è cosciente, drenaggi ovunque e macchine sempre in funzione stanno lavorando per salvarla. E' assurdo, inconcepibile, stupido, spero tanto che la bimba si salvi ma questi genitori sono degli incoscienti, non si vaccinino loro, ma non si può mettere così a rischio la vita dei figli, gli andrebbero tolti secondo me, che ne pensate?
  8. Il grande scrittore ha avuto un infarto ed è ricoverato in gravi condizioni. Camilleri negli ultimi anni non ha mai nascosto le sue idee politiche, scontrandosi con diversi leader. L’ultimo episodio proprio pochi giorni fa, quando si è rivolto al ministro dell’Interno Matteo Salvini condannando il suo gesto di baciare il rosario («Mi ha fatto vomitare», le sue parole, alle quali Salvini aveva risposto dicendogli «Scrivi che ti passa»). Sui social, al fianco di tante frasi di sostegno e preghiere perché Camilleri torni in buona salute, sono apparsi anche commenti orribili: a partire da chi gli augura che «a vegliarlo siano i migranti», che tante volte Camilleri ha difeso nelle sue dichiarazioni politiche, fino a chi esulta perché «è stato il karma». «Così impara a parlare male di Salvini», scrive un utente. Rispetto, ci vuole rispetto per chi sta combattendo fra la vita e la morte, tanti auguri al padre di Montalbano https://www.ilmattino.it/spettacoli/televisione/camilleri_insulti_choc_social_ultime_notizie_oggi-4562917.html
  9. "Io da sempre ho sempre detto che... il Movimento ha sempre detto che noi VOLESSIMO fare un referendum sull'euro" disse Di Maio in una trasmissione televisiva, e questo è solo uno dei tanti errori... ma oggi scopro che alla maturità nel 2004 a Pomigliano prese il massimo dei voti: “La notte prima degli esami l’ho passata studiando. Ci tenevo troppo per andare a divertirmi. E la mattina dopo lo dimostrai: mi presentai all’esame, unico del Liceo Vittorio Imbriani di Pomigliano, con la giacca. Sotto portavo una semplice t-shirt, ma volevo riconoscere il massimo dell’importanza a quell’appuntamento. Ai professori che mi chiesero spiegazione per quel look risposi così: è per dare autorevolezza a questa occasione”. Qui una lista dei suoi strafalcioni http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-migliori-o-peggiori-strafalcioni-linguistici-luigi-maio-1540884.html e qui i voti della maturità di alcuni personaggi del momento... https://www.tpi.it/2019/06/16/maturita-2019-voti-vip/
  10. Amanda, certo, è una «donna libera» che può fare ciò che vuole e tutti possono invitarla a un convegno, addirittura innalzandola su un podio per farci la lezioncina sui danni del «processo mediatico». Fossimo nei panni di chi ha deciso di trasformare Amanda in una «vittima» - convocata in Italia per bocciare giornalisti e giudici - avvertiremmo un qualche imbarazzo. Ma a Modena la pensano diversamente, tanto da celebrare la ragazza di Seattle come una star: un ruolo che Amanda ama da sempre, barcamenandosi da par suo tra esclusive tv, imprese editoriali, moda e showbiz. Un'operazione ad ampio raggio che Amanda è riuscita a monetizzare al meglio in termini tanto finanziari quanto di immagine; e decisivo - in questo - si è rivelato il ruolo dell'informazione. Altro che «vittima del processo mediatico»... Per trovarne conferma bastava osservare, non senza disagio, il nugolo di cronisti che ieri le ha fatto da corona al suo arrivo a Milano. Ma il clou sarà domani a Modena, quando Amanda, parlerà al Festival della giustizia. Il legale della famiglia di Meredith Kercher commenta: «Bisogna avere rispetto per la sentenza che ha definitivamente assolto Knox, ma anche per quei giudici che per due volte l'hanno condannata». Meredith venne ritrovata morta con la gola tagliata nella propria camera da letto Per «concorso in omicidio» è stato condannato in via definitiva solo il cittadino ivoriano Rudy Guede. «Concorso in omicidio». Ma con chi? Mistero. Il pm Mignini: "E' una donna libera, può andare dove vuole, ma resto perplesso. Nella sentenza definitiva è scritto chiaramente che la ragazza era sul luogo del delitto nel momento in cui si commetteva". Per me se stava a casa sua era meglio, ma l'errore lo hanno fatto a Modena ad invitarla, davvero incredibile, lei intanto se la ride al party in suo onore http://www.ilgiornale.it/news/politica/se-ora-amanda-insegna-agli-avvocati-1710845.html
  11. Elisa negli ultimi periodi ha preferito mostrarsi sui social in tutta la sua bellezza naturale, senza filtri o Photoshop, è stata spesso apprezzata proprio per questa scelta, controcorrente rispetto a quanto fanno molte colleghe. Ma, ciò per cui è stata elogiata, è lo stesso motivo per cui molti, ahimè, le si sono rivoltati contro prendendo di mira la sua forma fisica. Bellissima in costume intero nero e cappellino abbinato, Elisa Isoardi si è mostrata sulla spiaggia di Sabaudia mentre guarda, con complicità, l’amica. Uno scatto naturale, che mostra un personaggio pubblico in tutta la sua bellezza senza artifici. Eppure, gli utenti più agguerriti non hanno perso occasione per farle notare quanto sia "ingrassata". “Quando ti scattano una foto senza filtri e senza Photoshop e ti rendi conto che sei una plus size chiatta col *** basso ... e con i polpacci da cinghiale”, ha commentato con violenza un hater, “Perché sei ingrassata così tanto?”, “Ma è brutta!”, “Sbaglio o sei un pochino ingrassata?”, hanno continuato a commentare gli hater. Se i più cattivi, però, hanno dispregiato la silhouette della Isoardi, molti si sono complimentati con lei, bella e genuina come poche. http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/elisa-isoardi-mare-e-web-nota-sei-ingrassata-1705385.html
  12. Mette il cavo del caricabatterie in bocca e muore folgorata. Una bambina indiana di appena 2 anni è morta mentre era a casa con i nonni, per aver messo il filo del caricabatterie del telefono in bocca, proprio mentre era attaccato alla presa. Qualcuno, dopo aver caricato il telefono, ha dimenticato di staccare il caricabatterie e la bimba, curiosando per la casa, ha messo il filo in bocca facendo partire la scossa. La piccola è stata portata subito in ospedale, ma i medici non hanno potuto fare altro che dichiarare il decesso. Povera piccola e poveri nonni che si sentiranno in colpa per tutta la vita https://www.leggo.it/esteri/news/caricabatterie_telefono_attaccato_bimba_2_anni_muore_folgorata-4510531.html
  13. La nona puntata di "Ciao Darwin" riserva soddisfazioni alla platea femminile: questa volta infatti non sarà una fascinosa modella a scendere la scalinata con fare leggiadro bensì un ragazzo dal fisico perfetto, moro e dai capelli lunghi come la sua barba. Filippo Melloni è il "Padre Natura" di questa edizione, pronto a far perdere la testa a tutte le donne dello studio, mentre gli uomini dovranno attendere la prossima puntata per potersi rifare gli occhi. Di Filippo sappiamo che è un modello e un influencer: il suo profilo Instagram ha raggiunto 221mila follower, un successo che alcuni attribuiscono alla sua somiglianza con l'attore americano Jason Momoa, recentemente protagonista del film Aquaman. Studia inoltre medicina e come si può intuire dal suo fisico, pratica molto sport. In effetti! Uomo di grande bellezza pensate un pò un giorno di trovarvi davanti a un medico così... si guarisce subito ;-) https://www.tgcom24.mediaset.it/televisione/-ciao-darwin-e-la-volta-di-padre-natura-il-modello-filippo-melloni-conquista-il-pubblico-femminile_3209213-201902a.shtml
  14. Questa storia è surreale, è un intreccio di manovre truffaldine e abusi psicologici, due manager che costruiscono una storia per guadagnare su interviste e comparsate della Prati, lei che non si capisce quanto sia vittima o complice, ora che tutto è venuto a galla e il fidanzato, fantasma da sempre, si è dissolto come neve al sole, una delle due manager confessa che non esiste, che non lo ha mai visto, che anche lei vive da 10 anni un fidanzamento virtuale con una persona mai vista. Purtroppo i manicomi li hanno chiusi e anche le galere non si aprono tanto facilmente per chi usa e provoca tanto dolore alle persone... Comunicato stampa di mediaset: “Eliana Michelazzo, agente di Pamela Prati, cambia ancora versione: In tv ho mentito, non ho mai incontrato Mark Caltagirone, l’ho visto solo in un video di pochi secondi in cui lui è in auto con la mia socia Pamela Perricciolo. La voce di quell’uomo è diversa da quella della telefonata avvenuta nel programma “Live”. A questo punto credo non esista». Eliana rivela in lacrime di aver subito lei per prima una truffa d’amore: «Io sono stata la prima vittima di questo sistema. Da 10 anni ho un fidanzato fantasma, Simone Coppi, solo ora ho aperto gli occhi: mi mandava foto, messaggi, un anello, mi sono tatuata il suo nome. Adesso, ascoltando le storie delle altre vittime, ho capito la verità: non esiste. Preferirei non sapere chi si nasconde dietro quelle false identità… Dopo questa mia confessione ho paura, non voglio avete contatti con nessuno, dovrei andare all’estero o in un posto isolato dal mondo come un convento o la casa di “Grande Fratello”». https://www.iltempo.it/cultura-spettacoli/2019/05/19/news/la-manager-di-pamela-prati-crolla-mark-caltagirone-non-esiste-1156396/