vincent29264

  • Numero messaggi

    7
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

2 Calma piatta

Su vincent29264

  • Rank
    Utente nuovo
  • Compleanno
  1. saranno felici, almeno all'apparenza, ma non credo proprio che lui sia sincerò, dal mio punto di vista naturalmente
  2. penso proprio che leggerò questo libro se mi capiterò di trovarlo, volendo aggiungere qualcos'altro, devo dire che sono sconcertato dalla nostra società, dagli eventi politici e sociali che viviamo in questa epoca. Sembrerebbe assurdo, eppure, ancora oggi, nei nostri tempi che definiamo di una maggiore civilizzazione, queste ideologie assurde, distruttive e per nulla socievoli, possano serpeggiare nelle menti dei nostri simili. Avvolte, addirittura, le riscontro in soggetti cosi giovani, che ritengo assurdo possano avere una mentalità così chiusa e retrograda
  3. Avvolte, le soluzioni ai problemi si trovano in luoghi e sostanze impensabili. Il problema della nostra società è principalmente la mancanza di impegno, soprattutto politico e non meno sociale, nella ricerca scientifica. viviamo in un epoca d'oro se paragonata al passato, soprattutto in campo medico, eppure nonostante le nostre conoscenze scientifiche acquisite, l'ignoranza finisce sempre per farla da padrone. multinazionali, che invece di pensare al bene comune, attuando ricerche a tutto campo, il loro unico scopo è fare soldi, uomini di chiesa, religiosi, che invece di occuparsi del lato spirituale degli uomini, il loro unico scopo di vita è la parte materiale. insomma, tutti devono fare soldi, tutti vogliono il potere, eppure basterebbe così poco, basterebbe condividere quello che abbiamo che poi sarebbe a tutto vantaggio di noi sé stessi.
  4. Uhm una vita molto organizzata, soprattutto con idee ben chiare, da parte mia non ho mai in mente niente di concreto di quello che faro in un domani, se compro un libro da leggere, entro in libreria ma nessuna idea di quello che acquisterò. semplicemente mi limito a guardare le copertine, se trovo interessante il titolo, leggo la parte posteriore, solo così decido se ne vale la pena leggerlo. Ultimamente sono un po' fissato (curioso direi) coi classici di altri tempi ne ho letto un bel po' questi sono gli ultimi che intendo leggere in quest'inverno che verrà
  5. Non ho un genere preferenziale, di solito leggo un po' di tutto, l'unica cosa che non sopporto leggere, li trovo di una noia mortale, sono i quotidiani. Da un libro mi aspetto emozioni, che sia d'avventura, di fantascienza ma anche informativo, quello che voglio è che mi trascini nelle parole, che sia in grado di svegliare in me emozioni che non ho mai provato. Ma soprattutto che abbia la capacità di stimolare la mia fantasia fino a trascinarmi in quel mondo fantastico che viene descritto con le parole. La mia età, beh, nonostante i miei cinquantaquattro anni la voglia di leggere nuove avventure non è ancora passata.
  6. (orgoglio e pregiudizio), ho trovato il libro in un supermercato locale, avrei dovuto leggerlo questa estate ma non ho fatto in tempo, dopo la lettura di altri quattro libri: la capanna dello zio Tom, canto di Natale, il fantasma di Canterville. Tutti classici che nella mia giovinezza non avevo mai letto, il quarto, "La Città D'oro", scritto da un autore dei nostri tempi, Leonardo Gori, non è un classico di altri tempi ma anch'esso tratta di tempi lontani. quando avevo finito tutti e quattro i libri l'state era già finita. Dopo quanto ho letto nel tuo commento, la curiosità di leggerlo mi sta divorando, non vedo l'ora di trovare il tempo di farlo