vincent29264

  • Numero messaggi

    367
  • Registrato

  • Ultima Visita

vincent29264 è il vincitore del giorno dicembre 19 2020

vincent29264 ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

120 Sono il Re del Forum

1 Follower

Su vincent29264

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Non esisteva, finora, una tecnica così "semplice" per ottenere in laboratorio un 'simil-embrione', ossia una struttura del tutto simile a quella di un embrione umano a pochi giorni dalla fecondazione, sulla quale studiare come si sviluppa un embrione umano, gli incidenti di percorso che possono portare a non attecchire nell'utero, causando aborti spontanei oppure il fallimento degli interventi di fecondazione assistita, o ancora gli errori fatali che possono dare origine a malattie. Articolo ANSA: Ottenuto in provetta un embrione umano di 6 giorni A sinistra l'embrione ottenuto in laboratorio, a destra un embrione naturale (fonte: University of Exeter)RIPRODUZIONE RISERVATA
  2. Quando è morto aveva quasi tre anni e chi viveva con lui si è preoccupato di dargli una sepoltura, scavando una tomba in un luogo protetto dalle intemperie: è la storia raccontata dalla tomba di 78.000 anni fa, scoperta in una grotta in Kenya ed è la sepoltura intenzionale più antica di un Homo Sapiens, cioè dell'uomo moderno, mai trovata in Africa. Articolo ANSA: La tomba di un Sapiens in Africa, di 78.000 anni fa Ricostruzione artistica della posizione in cui Mtoto era stato sepolto (fonte: Fernando Fueyo)RIPRODUZIONE RISERVATA
  3. Ciao d/b, beh, speriamo. Continuiamo a sperare che ci permettano di uscire senza doverci infilare nulla nel naso o che ci devono controllare al temperatura, sempre sperando che si limitino a solo quella esterna Si, speriamo in una estate libera di uscire e andare dove più ci piace, speriamo.
  4. L'articolo che sto per pubblicare in questa discussione è stato pubblicato in un sito di *** chiamato Univero7, forse non si può definire un blog attendibile, tanto meno scritto e gestito da enti scientifici, studiosi universitari ma lo seguo da parecchio, nonostante gli argomenti trattati, come ufologia e misteri vari, vi assicuro che ha una certa... - forse non definibile attendibilità - ma di certo serietà. Nel trattare gli argomenti, di qualunque natura siano, non dà affermazioni ma tratta l'argomento con i dovuti interrogativi, per tale motivo lo seguo e ne leggo alcuni articoli che torvo interessanti, come quello che mi accingo a pubblicare inerente all'argomento trattato nella discussione ( Perle bibbiesche ), quella verità sull'argomento religione, come il cristianesimo, che molti, nella loro - avvolte più che assurda rasenta addirittura l'inverosimile - fede difendono a spada tratta, come se quello che è scritto in quei libri, non solo pretendono, affermano che sia stata scritta dal così detto creatore, venendo spacciati come verità assoluta. L'articolo indica che il nuovo testamento, nonché il vecchio, non sono il totale numero di manoscritto presenti nel mondo che trattano della religione cristiana ed ebraica, ma che vi sono molti altri volumi, mai pubblicati dalla chiesa cattolica romana poiché definiti non idonei a rappresentare il dio che la religione fondata da Pietro ai tempi dell'impero romano predicavano. Manoscritti che vennero travati da archeologi e ricercatori, in anfore nelle grotte del deserto nei pressi del mar morto. Quello che io mi chiedo, è, con quale criterio questi personaggi che fondarono la chiesa cattolica, con tutto gli annessi e connessi, ovvero tutto il potere temporale che assune nei primi secoli, stabilire che alcuni vangeli erano idonei e altri no? Dato che questo sono stati scritti nella stesa epoca, soprattutto non dai personaggi che tali vangeli rappresentano? Articolo di univero7: Nel 1684 il Vaticano a rimosso molti libri della bibbia senza una vera spiegazione
  5. Di cosa si muore realmente in iatalia? è una domanda interessante, non tanto per sapere cose... come dire, macabre? Insomma, il fatto è che negli ultimi mesi non si fa altro che parlare di morti per pandemia, a quanto pare, però, se qualcuno fa delle indagini giornalistiche, ecco che i soliti dati, cominciano a essere alquanto insoliti, o perlomeno contraddittorie nell'essere confrontati. A parlare sono sempre specialisti nel settore ma quanto pare ognuno dice la sua, o perlomeno dice la stessa cosa ma dal proprio punto di vista. Quindi la domanda che ci si pone è sempre la stessa: di cosa si muore attualmente in Italia in questi mesi? Indubbiamente di covid-sars-2 si muore, nessuno lo nega ma appena si chiede l'attendibilità dei dati, ovvero il convalidare il numero esatto dei decessi, sempre riferendoci alla pandemia attuale, tutti cominciano a torcere il naso. ma la cosa interessante, detto dall'epidemiologo Stefano Petti che i dati relativi ai reali morti da COVID_19 saranno disponibili solo fra due anni. Ma allora tutti questi morti che in questi mesi ci hanno sconvolto ? Articolo de il blog Giornale.it : Di cosa si muore
  6. A rischio il futuro di 250 milioni di bambini per inquinamento e obesità Viviamo nel ventunesimo secolo, eppure sui media si leggono ancora titoli come quello riportato sopra, come possiamo definire le nostre civiltà evolute se non riusciamo a garantire ai nostri figli un mondo adatto alla sopravvivenza? Quello che mi chiedo, soprattutto, se ci sono così tante organizzazioni private e pubbliche che si interessano di intervenire raccogliendo fondi - soprattutto donazioni volontarie - a non debellare problemi come la fame, le carestie e quant'altro? Viviamo in un mondo veramente pazzo, dove esistono luoghi in cui gente si ammala e muore perché mangia eccessivamente e soprattutto in modo inadeguato, altri luoghi in cui si ammalano e muoiono perché non hanno di che mangiare. L'unica spiegazione di tali fenomeno sociali è che nessuno realmente si interessa di risolverli, a nessuno interessa di quello che accade se non allo scopo di ottenere propri benefici, fregandosene chiaramente se il problema con tale intervento si risolva oppure no. a questo punto, mi chiedo, continuando di questo passo come sarà il futuro della nostra civiltà? non solo problemi si condizioni ambientali e di salute pubblica che si presentano, non dimentichiamoci che nessuno sembra risolvere quello energetico di cui l'articolo che posterò non discuto. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2020/02/19/a-rischio-il-futuro-di-250-milioni-di-bambini-per-inquinamento-e-obesita_9a6b0de1-bed9-4a6b-a5e1-c7ef7bac629d.html

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963