fiorellone3

  • Numero messaggi

    5
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

0 Calma piatta

Su fiorellone3

  • Rank
    Utente nuovo
  • Compleanno
  1. Chi di noi non ha mai visto questi giovani ogni estate, alle prese con la clientela cimentarsi al mattino sulle spiagge affollate tra musica, giochi e con esercizi di ogni genere? Chi di noi almeno una volta, non ha preso parte all’appuntamento serale con gli ospiti della struttura, assistendo a spettacoli e serate gioco ? Nella stagione estiva, le strutture turistiche collocano migliaia di giovani offrendo tantissime opportunità lavorative stagionali, una di queste professioni che ha ancora un certo fascino è quella dell’animatore turistico. Sono tantissime le possibilità di lavoro estivo offerte ai giovani in questo campo, sia in località italiane ma anche estere, tour operator, organizzazioni vacanze, agenzie del settore, si fa a gara per le selezioni, ad ogni inizio stagione, il web brulica di annunci con offerte di lavoro di ogni tipo. Eppure nonostante la richiesta di personale sia alta, c’è una vera e propria carenza di organico, in parte dovuta al fatto che attorno alla figura dell’animatore turistico molti giovani storcono il naso, sono riluttanti nel prendere in esame la possibilità di lavorare in questo specifico ruolo, dall’altra parte c’è anche il fatto che sono moltissimi coloro che sottovalutano la fatica e l’impegno che richiede questa professione. Molti giovani alle prime esperienze, sono inizialmente attratti dal mito del lavorare in vacanza divertendosi e venendo anche pagati..poi però, quando si avvicina la fatidica data della partenza verso il luogo di lavoro sono già tanti coloro che hanno dei ripensamenti ed ecco che ci si inventano le scuse più assurde per rinunciare all’impegno preso “la dipartita di un parente caro, malattie infettive, catastrofi varie… e chi più ne ha più ne metta, ci si appella a qualunque scusa per la rinuncia dell’ultimo minuto…risultato? Sono centinaia le rinunce dell’ultimo momento che costringono le società del settore ogni stagione, ogni anno,a continuare affannosamente la ricerca di candidati disponibili..e non finisce qui… dopo il primo mese di lavoro ecco altri abbandoni, moltissimi ormai stremai, sconfitti, si ritirano lasciando sguarnite le equipe di animazione e in piena stagione il danno è tanto. In pratica anche a fine luglio o inizi di agosto quando la stagione estiva è ormai in pieno svolgimento, si assiste ad un rincorrere l’animatore disponibile, sui social è un continuo brulicare di annunci con offerte di lavoro dell’ultimo momento, i siti di annunci sono pressoché zeppi di inserzioni con offerte di lavoro per animatori di tutti i tipi… Insomma ormai da una decina d’anni la storia si ripete ogni anno e questo desta non poche preoccupazioni per gli operatori del settore che ogni volta devono correre ai riari, pardon devono rincorrere gli animatori di turno. A complicare la situazione già caotica, si aggiungono poi le decine e decine di truffe perpetrate ai danni dei giovani: stage a costosi, orari e salari da schiavi,truffe di ogni tipo infestano questo settore. E ormai da alcuni anni che grazie soprattutto alla rete, ai social, aumentando le pubbliche denunce e crescono i casi di sfruttamento, spesso organizzati da società pirata, gente senza scrupoli che approfitta della disperazione dei giovani alla ricerca di lavoro. Il risultato di tutto ciò? È facile prevederlo, il numero di animatori turstici che porta a termine il lavoro e rispetta l’intera durata del contratto è calato notevolmente, la qualità e la competenza del personale è drasticamente ridotta. Rispetto ad anni precedenti, dove si lavorava con passione ed impegno adesso i giovani animatori, sono per lo più mercenari poco preparati e privi di umiltà che si vendono al miglior offerente… Insomma sono ormai lontani i tempi di Fiorello, oggi si pensa di più ai soldi e meno a quello che questo lavoro può offrire, le opportunità che può dare. Non dimentichiamo che l’attuale crisi lavorativa in Italia, penalizza in larga parte proprio i giovani, ecco perché fare un’ esperienza come quella dell’animatore turistico, potrebbe rivelarsi molto utile per aiutare a trovare una loro occupazione futura. Bisogna riflettere sul fatto che “indossare la divisa da Animatori”, consente di entrare in contatto con tante persone, permette di conoscere e soprattutto di farsi conoscere ed apprezzare dagli altri, questo è molto importante, per chi è alla ricerca di lavoro. Vista in quest’ottica l’esperienza in animazione, va considerata come il tramite, un mezzo che può favorire incontri, ampliare le conoscenze, consentendo di aumentare le possibilità di ulteriori sbocchi lavorativi. Infatti è da diversi anni ormai, che le aziende valutano positivamente chi ha avuto esperienze nell’animazione. Insomma questa professione offre tante opportunità di entrare nel mondo del lavoro; non dimentichiamoci che lavorare come animatore forma i giovani e li preparandoli per un qualsiasi impiego futuro, proprio perché, oltre alle varie competenze che si possono acquisire, si impara a lavorare in gruppo, a relazionarsi con colleghi e *** e ad affrontare qualsiasi imprevisto che possa insorgere. Grazie all’esperienza da animatore,si acquisiscono competenze specifiche, come la comunicazione e la capacità di sviluppare relazioni interpersonali e si sviluppano caratteristiche trasversali molto importanti come: spirito di adattamento, flessibilità caratteriale, creatività e dinamiche del lavoro di gruppo. In pratica, fare l’Animatore turistico sviluppa caratteristiche molto ricercate dalle aziende! Dunque se tra voi lettori ci sono giovani disponibili per fare questo lavoro, non ci resta che invitarvi al Mercatino di annunci gratuiti di Animandia. Animandia, si trova all’indirizzo web: http://www.animandia.it tutti gli interessati possono fargli visita per sfogliare tra le inserzioni, trovare lavoro nell’animazione oppure per inoltrare direttamente allo staff la loro candidatura e tramite il comodo servizio “curriculum espresso” verrà inoltrata all’attenzione di tutte le aziende associate che ricercano personale animazione
  2. In questi anni di crisi occupazionale soprattutto giovanile, lavorare come animatore turistico si può considerare oltre che un’esperienza di vita, anche come un’occasione, utile per favorire i rapporti interpersonali e magari, può aiutare i giovani a fare il giusto incontro ed intraprendere la professione del loro futuro. E’ l’esempio di Laura, giovane laureata in scienza dell’educazione, un passato fatto di precarietà e lavori saltuari ed oggi titolare di una ludoteca di Roma ben avviata che le sta dando tante soddisfazioni. Lo staff di Animandia, il portale internet sull’animazione turistica, l’ha incontrata per conoscere la sua esperienza come animatrice mini club e la sua storia . Animandia: Laura come mai da animatrice turistica oggi ti ritrovi ad essere titolare di ludoteca? Laura: sino a qualche anno fa non ero che una dei tanti laureati in cerca di occupazione, mi capitò proprio tramite Animandia.it di trovare un lavoro stagionale presso una struttura turistica come animatrice mini club, ero la mia prima esperienza in questo, ma si lavorava con i bambini e questo volevo, perché sono i bimbi la mia passione ed il mio sogno era di lavorare con loro. Animandia: come ti sei trovata nel ruolo di animatrice turistica? Laura: Devo dire innanzitutto che si lavora tanto, poche pause ma tante soddisfazioni, è stata un’esperienza appagante e sono contenta di averla fatta. La mia maggiore soddisfazione, era quando i bambini finita la vacanza, lasciavano il villaggio, si vedeva che erano sinceramente dispiaciuti ed il momento dei saluti era spesso accompagnato da abbracci e lacrimucce. Che tenerezza, si divertivano tanto al mini club e con loro si instaura un rapporto speciale, diventi il loro punto di riferimento, l’amica speciale alla quale confidavano anche i loro piccoli “Segreti” da non raccontare alla mamma e al papà Animandia: che tipo di segreti? Laura: mi dispiace sono confidenze private e non ne posso parlare, scherzo ovviamente, magari mi raccontavano di qualche marachella, qualche loro primo “ fidanzamento” anche i bambini si fidanzano lo sapevate? Animandia: si è vero anche noi all’asilo avevamo la fidanzata cosa credi? Comunque raccontaci in che modo questa esperienza di lavoro ti ha consentito di realizzare il tuo sogno? Laura: come ho detto da sempre ho voluto svolgere un’attività lavorativa con i bambini ed ho studiato tanto anche per questo. Non mi interessava il tipo di lavoro, piuttosto quale lavoro fare e su questo non ho mai avuto dubbi a riguardo, volevo lavorare con i bambini. Quindi proprio durante il mio lavoro come animatrice turistica, ho potuto realizzare questo mio sogno nel cassetto … l’occasione giusta è arrivata quando durante le attività del mini club, i genitori si soffermano a chiacchierare e complimentarsi con noi animatori. Sovente nascono dei rapporti tra l’animatore e i genitori, grazie al fatto che gli animatori lavorano a stretto contatto ed intensamente con i loro figli, a volte si complimentano con noi anche perché magari, notano che il loro bambino ha fatto dei progressi, vincendo in qualche modo la timidezza e vedendolo in veste di attore negli spettacolini, oppure come ballerino durante la baby dance …insomma non è raro che prorio l’animatore aiuti questi piccoli a titar fuori un po’ di grinta, di sana competizione… Animandia: dunque è grazie ai bambini che hai conosciuto i genitori .. riflettendo si può dire che sono stati proprio i bambini che tanto ami, a darti una mano nel trovare lavoro.. Laura: in un certo senso è stato così … durante uno dei miei tanti colloqui con le mamme ed i papà, mi capitò di rispondere per l’ennesima volta alla classica domanda…”Allora cosa farai da grande?” ed io Ho risposto semplicemente, che il mio sogno nel cassetto era quello di aprire una ludoteca per bambini … ebbene Sergio, così si chiama il mio socio attuale, mi ascoltava con attenzione e poi mi ha fatto una proposta di lavoro, in pratica lui era il proprietario di un locale e lo avrebbe messo a mia disposizione per aprire la ludoteca… ci siamo dati appuntamento a dopo la stagione estiva e dopo alcuni incontri questa idea si è concretizzata de è nata la ludoteca… Animandia. Che cu..che fortunata coincidenza no? Laura: si è vero ma la fortuna va aiutata, le occasioni nascono se te le crei, ecco perché ringrazio me stessa di aver fatto l’animatrice turistica, anche per questo, perché mi ha consentito d’ incontrare la persona giusta al momento giusto. Animandia. Cosa consiglieresti ai giovani in cerca di lavoro? Laura: ovvio, di non tralasciare alcuna opportunità di lavoro anche quelle che magari, possono sembrare le meno allettanti o fini a sé stesse. Io ad esempio, non nascondo il fatto che avendo studiato tanto e sgobbato sui libri di ritrovarmi poi a fare l’animatrice turistica inizialmente ( e non me ne vogliano i professionisti del settore cui va tutta la mia stima) l’avevo vissuta come una sconfitta … poi però ho visto questo lavoro nella giusta prospettiva … Animandia. Quale? Laura: in realtà fare l’animatrice turistica non era una sorta di ripiego ma un’opportunità, l’ho vissuta con la consapevolezza di considerarla come una possibilità di fare nuove amicizie ed ampliare le mie conoscenze e questo mi è servito tanto … Animandia. Laura a questo punto ci salutiamo, vuoi citare la tua ludoteca? Laura: no grazie, non ho fatto questa chiacchierata per farmi pubblicità credimi, ma per dare il mio piccolo contributo ai giovani che stanno tribolando alla ricerca di un lavoro tra delusioni e false promesse, ciò che conosco molto bene ed è a loro che mi rivolgo per esortarli a non mollare a valutare qualunque occasione, qualsiasi opportunità, sono certa che l’incontro giusto, la persona giusta, sta aspettando anche voi … Animandia. Bè allora, non mi resta che salutarti e farti un grande in bocca al lupo per la tua attività..ciao Laura… Intervista A cura Federico Meoli dello staff di Animandia <a href="//www.animandia.it"></a>
  3. In una situazione di crisi occupazione come questa che stiamo vivendo, soprattutto per i giovani, è utile prendere in esame tutte le opportunità e gli sbocchi occupazionali che ci offre la nostra società odierna. Molteplici occasioni lavorative sono offerte dal comparto dell’animazione, visto e considerato che la stessa animazione si adatta a vari contesti lavorativi sia in campo turistico quanto in quello sociel. L’animazione infatti, agisce in un panorama sia turistico che sociale assai vario ed articolato, si va infatti dalla semplice organizzazione di feste, cerimonie, meeting, all’intrattenimento di ospiti di strutture turistiche, al servizio *** e gestione del tempo libero presso istituti scolastici e di pena, comunità, centri per anziani, circoli ricreativi, parrocchie ecc. Si può quindi affermare che essa opera ovunque ci sia una particolare situazione finalizzata al divertimento collettivo e spesso l’animazione assume caratteri educativi e formativi. Non sempre si lavora in gruppo ma si può trovare anche l’animatore single, ovvero colui che da solo, si interessa del tempo libero di determinate categorie di utenti ( si pensi all’animazione per bambini o in discoteca ) oppure abbiamo il gruppo, la cosiddetta équipe animazione. Dovendo espletare le sue funzioni in contesti estremamente diversi fra loro, l’équipe sarà composta da un numero di animatori difficilmente quantizzabile poiché muterà in base alla tipologia di servizio richiesta. Le iniziative di animazione sono molto diffuse, tuttavia in alcuni casi si tratta di particolari momenti che iniziano e si concludono in un brevissimo spazio di tempo e che quindi non assumono alcun valore rilevante sotto l’aspetto socio - educativo. Ben altra funzione assume invece l’animazione nel comparto turistico o nel tessuto sociale, che non esaurisce la sua durata nel giro di poche ore o di un giorno, ma che nell’arco di mesi, raggiunge obiettivi di maturazione e di crescita oltre che puramente socio-ricreativi. Si pensi ad esempio alle numerose attività di gioco dedicate ai bambini e ai giovanissimi ed al loro valore altamente educativo, come alle numerose iniziative nel sociale rivolte ai disabili, alla terza età, ai soggetti a “rischio” o emarginati, dove l’animazione ricopre l’importante funzione di attivare i processi di coinvolgimento, comunicazione singola e di gruppo, rimuovendo i condizionamenti e le diverse insicurezze imposte dall’ambiente sociale, sollecitando lo spirito di appartenenza ad un gruppo. Quando si parla di animatore, abbiamo visto che non si tratta solo di quello turistico, la possibilità di poter lavorare in questo campo sono tante, vi sono numerosi tipi di animatori e quindi di animazione, si va dall’animatore turistico a quello di comunità, dall’animatore sociale dell’area anziani a quello teatrale, da quello agrituristico a quello ambientalista, cui si aggiungono gli animatori da discoteca, quelli per le feste private, i centri commerciali e tanti altri. L’animazione è un fenomeno in continua evoluzione e si adatta da un lato, alle più disparate esigenze degli utenti e dall’altro, alle incessanti richieste del mercato, offrendo in tal modo, una diversificazione di offerte lavorative dove un giovane può trovare una sua collocazione anche in base alle sue attitudini personali. Utile dire che Tutte queste professioni hanno però un elemento in comune, operano soprattutto con un’utenza collettiva ( ***, comunità, istituti, centri sociali ecc.) si adoperano tecniche ludiche, culturali, teatrali, rendendo gli utenti protagonisti delle attività. Questo sta a significare che un animatore qualunque sia il suo ruolo e la sua propensione lavorativa, dovrà avere delle attitudini personali verso un’attività che resta altamente socializzante oltre che educativa. Spiccate attitudini interpersonali, flessibilità caratteriale, propensione al lavoro di squadra,capacità di lavorare in team,spirito di adattamento…sono questo alcuni dei requisiti richiesti a coloro che intendono lavorare nell’ambito dell’animazione.. a questo va poi ad aggiungersi il titolo di studio adeguato : laurea o Diploma istruzione di II grado o brevetti/qualifiche, attinenti il ruolo professionale per il quale ci si candida. Importante: se ci sono interessati a lavorare nel settore dell’animazione, invitiamo tutti a fare una visitina su http://www.animandia.it su Animandia c’è il mercatino, ricco di annunci vari anche con tante offerte di lavoro per gli appassionati dell’ animazione. Se vuoi candidarti usa anche il comodo servizio gratuito “curriculum espresso” invii alla redazione di Animandia la tua richiesta di lavoro e verrà sottoposta all’attenzione di tutte le aziende associate, con una sola email contatti simultaneamente tantissime aziende, aumentando le tue opportunità di trovare subito impiego.
  4. Se si vuol lavorare come animatore turistico una valida risorsa è Animandia, sul portale vi sono risorse gratuite e servizi che possono rivelarsi molto utili, sia per coloro che cercano lavoro come animatori ma anche per privati o aziende che intendono promuovere gratuitamente i loro servizi e promuovere la loro attività imprenditoriale. Animandia website è nato oltre 16 anni con l’impegno di sostenere e favorire il lavoro nel turismo in generale, ma in particolare nel comparto dell’animazione. Su Animandia grazie agli annunci contenenti offerte di lavoro si favorisce la comunicazione diretta tra chi cerca e chi propone non solo lavoro,ma anche chi vende articoli e propone servizi di vari natura in questo specifico ambito dell’intrattenimento. Infatti grazie al Mercatino della *** di Animandia, disponibile gratuitamente per tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di animazione è possibile visionare o pubblicare, tantissime offerte di lavoro da parte di (tour operator, organizzazioni vacanze, agenzie e strutture turistico ricettive) che selezionano il personale da impiegare nelle strutture turistiche da loro gestite. Su Animandia dunque vi sono ampie disponibilità di assunzioni stagionali presso associati: strutture turistiche , tour operator, aziende di servizi turistici e organizzazioni vacanze, la destinazioni sono presso strutture turistiche dislocate su tutto il territorio Nazionale. In generali si offre contratto stagionale con fisso mensile, vitto e alloggio incluso. La ricerca è indirizzata alle seguenti figure: animatori/ci per bambini (baby e miniclub) istruttori ballo e fitness si ricercano anche animatori tutti i ruoli: capo villaggio capo animatori, pianobar, DJ, istruttori sportivi, vari ruoli (Fitness, zumba fitness, aerobica, acquajim, ecc.) istruttori di tennis,vela (optimist) tiro con arco,ecc. baby e Mini club ( animatori, educatori, ***.infanzia per animazione con i bambini) animatori di Contatto (polivalenti) fonici (tecnico suono/luci) ballerine/i anche di balli latinoamericani, balli caraibici e brasiliani scenografi ***.bagnati ( con relativo brevetto) Coreografi Hostess Istrutt.Balli latinoamericani, balli di gruppo Fotografi per strutture turistiche con attrezzatura propria Animandia ci preme ricordalo, offre anche un utilissimo servizio gratuito chiamato “curriculum espresso” in pratica, inviando a mezzo posta elettronica un loro breve curriculum, la redazione di animandia *** provvederà ad inoltrarlo automaticamente a tutte le imprese associate che ricercano personale.email. candidato@animandia.it Se dunque si è alla ricerca di occasioni ed offerte di lavoro come animatori turistici, anche alla prima esperienza, si può fare visita a http://www.Animandia.it &nbsp;