londonercity

  • Numero messaggi

    58
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

14 Potrei diventare famoso

Su londonercity

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno aprile 21

Visite recenti

1677 visite al profilo
  1. Mi chiamo David Mc Evans (DvMcEv), sig. Dune Buggy. In verità ho il doppio nome David Louis, ma una parte viene omessa perché tendo a ridurre spazi e tempi per tante altre cose. Con il sig. Lelotto non ho un "rapporto" duraturo come il suo. Da parte mia, mi fa piacere scambiare idee e conoscenze, seguendo basilari regole di educazione e rispetto. Altre forme di conversazione non ne conosco. Saluti sig. Dune Buggy
  2. Sig. Lelotto, un qualsiasi ministro è chiamato a dirigere un comparto dello Stato, della vita pubblica, quindi dei cittadini. Auspicare l'applicazione del principio di competenza non mi sembra una pretesa stravagante, visto che la nomina di collaboratori e membri di comitati o commissioni ministeriali si basa proprio su questo. Il titolo di studio in se, non giova a nessuno, se non sta ad indicare competenze specifiche e attribuzioni istituzionali ad esso collegate da poter mettere a disposizione della collettività. In più, la vasta esperienza cui fa riferimento, se permette, non esiste, se non in rari casi. La spiegazione sul perchè esistono i ministri "incoerenti" con il proprio ufficio è semplice: è politica. L'esempio di poltrona, come viene intesa dai nemici della casta o tra avversari politici, è fornito proprio da un politico qualunque che viene fatto accomodare in un ambiente a lui sconosciuto, ma sul gradino più alto, con la consapevolezza che il lavoro verrà portato avanti da quelli che possiedono le competenze richieste (es. i direttori generali). Le Commissioni o i Comitati sono previsti non solo per elaborare pareri, snellire procedimenti e migliorare la qualità degli interventi statali, ma anche per fornire una giustificazione alla divergenze funzionali dei ministri. Questa, però, è storia, sig. Lelotto. Storia delle Istituzioni. Tutto ciò che viviamo oggi ha motivazioni e sviluppi collegate a generazioni e fatti precedenti. Io credo che non sia difficile reperire, all'interno dei partiti, figure idonee per competenza o affinità intellettuali da "distribuire" nei vari posti di comando. Almeno, potrei parlare di poltrone specialistiche e coerenti con la funzione da svolgere. DvMcEv
  3. Sig. Lelotto, posso assicurarle di non aver espresso opinioni a posteriori. Le mie considerazioni sulla pandemia le ho esposte sempre con un certo anticipo rispetto alla sua evoluzione, ma in luoghi che, evidentemente, non frequentiamo in comune. Inoltre, il senno di poi non ha per tutti la stessa efficacia, perché bisogna partire dal presupposto che ci sia almeno una predisposizione al ragionamento, quindi all'elaborazione di fatti e notizie che dovrebbero tramutarsi in opinione personale, qualunque essa sia. In sostanza, uno stolido non ragiona neanche "dopo". Riguardo la pratica di far rimbalzare colpe, meriti, intenzioni o fatti reali (tipicamente politica, ma non tipicamente italiana), non l'ho mai presa in considerazione, per un semplice fatto: io discuto le differenze e non le similitudini. Quindi, se il tema è una prassi comune a tutte le forze politiche e questa viene applicata quando, indistintamente e alternativamente, vanno al governo, per me cambia molto poco; perché mi limiterei (se necessario) a condannarla, a disapprovarla senza distinzione partitica. A me interessano le differenze e non le comunanze. Concludo con l'ultimo punto. Se i discorsi scritti da altri sono cosa ovvia, visto che (come ha lei riportato) un "laureato in filosofia non può giocare a fare il virologo", forse bisognerebbe chiedersi perché ad occuparsi di Sanità non c'è un laureato in medicina. Se ho il mal di denti, sig. Lelotto, vado da un dentista e non da un notaio. DvMcEv
  4. La ex fidanzata non è certamente migliore di Genovese. E' una cerchia di squallore.
  5. E' un consigliere ministeriale che non sortisce effetti. Va ripetendo e va illuminando, mentre il ministro Speranza Auspicio e Buona Sorte continua a manifestarsi come banditore e speaker con discorsi ufficiali scritti da altri e frequentando lezioni quotidiane c/o il CTS. Un nuovo lockdown sarebbe stato più logico farlo prima oppure, meglio ancora, prolungare il primo. Inoltre, una semplice considerazione: se il Ricciardi "consiglia" pubblicamente ed il governo non recepisce, mi viene da pensare che voglia salvaguardare la propria posizione rispetto alle decisioni del ministro e del governo, che vanno in senso contrario (o quasi). Come dire: "Io l'avevo detto. Sono loro che non lo hanno fatto". DvMcEv

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963