mark222220

  • Numero messaggi

    7050
  • Registrato

  • Ultima Visita

Messaggi pubblicate da mark222220


  1. Così stana tutti sti assenteisti ...!! 

    Il caso dei medici assenteisti a Napoli durante l’emergenza coronavirus

      medici-assenteisti-coronavirus-napoli-cardarelli

     Pazienti sistemati sulle barelle nei corridoi e negli spazi comuni dell'ospedale Cardarelli di Napoli. (Ansa) 

    Ci siamo abituati a considerarli eroiimpegnati in prima linea nella lotta al coronavirusMedici e operatori sanitari, al lavoro tra carenze d’organico e stipendi troppo bassi (soprattutto nel caso degli infermieri). Più di 2.600 persone che lavorano negli ospedaliinfatti sono state contagiate. Poi però, come in ogni categoria, ci sono anche i furbetti. Gli assenteisti, per la precisione, che avrebbero presentato falsi certificati di malattia per scampare al rischio di infezione. È il caso scoppiato all’ospedale Cardarelli di Napoli.

    IRREGOLARITÀ DA ACCERTARE

    Dopo che si è diffusa la notizia, la direzione strategica del Cardarelli ha spiegato di «aver già disposto tramite gli uffici competenti l’avvio di un’indagine interna mirata ad analizzare ogni singolo caso di malattia» dei dipendenti. «Esaminare caso per caso servirà ad accertare le irregolarità, ma anche a tutelare quanti sono legittimamente a casa per comprovate ragioni di salute», si legge in una nota. 

     


  2. Ahahahahaha : A) lo ha detto più volte verso coloro che giudica Leopoldini . Quindi lei e’ un idio ta !! B) tutti ci informiamo. Che lei e’ un entusiasta del Cazzaro di Napoli e’ assodato visto che lei e’ a suo libro paga facente le funzioni di servetto ( da cui il nomignolo di Sancho ). Quindi lei e’ un idio ta .  C) io non ho fatto conteggi come invece ha fatto il Cazzaro di Napoli dandoci , poi , un risultato  preciso (100.000 contagi , fino a 3.000 morti ). Io ho solo affermato , prendendo spunto dai conteggi degli esperti , che i morti per il Corona Virus saranno il 20/25% dei morti totali . Quindi il Cazzaro e’ fuori strada e lei , avallando questi dati e’ un doppio idio ta .  D) Che il Cazzaro non e’ un virologo lo so bene e non ho bisogno che un servetto venga a ricordarmelo . Che però si atteggi ad esperto al punto che certifichi , indichi e consigli e’ altrettanto vero al punto che molto presto ci darà pure qualche spunto per la sperimentazione di un eventuale vaccino . Siccome lei non vede tuttocio’, lei e’ triplo idio ta . 


  3. Ahahahahahahahahahahahahahahaha!! Contrordine Compagni !!  Il Cazzaro di Napoli si e’ caga to addosso ed ora cerca disperatamente la carta igienica che non trova nonostante che il servetto Sanchino faccia di tutto per ripulire il di lui Qukulo ....!! Ahahahahagaha


  4. Ci dica immantinente da dove ha tratto la notizia che il mondo scientifico italiano, su indicazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità,  ha deciso di seguire il “Metodo Coreano “ per il trattamento del problema Corona Virus e che prevede lo Screening di massa su tutta la popolazione italiana . A supporto della sua tesi e’ consentito al Cazzaro partenopeo citare documenti ufficiali , risoluzioni, studi e quant’altro . Anche sogni del Cazzaro stesso maturati in uno dei suoi famosi dormiveglia chi cui il Pulcinella partenopeo si e’ reso famoso per la sua patologia di “  insomnia coiundi “.  Dopodiché, una volta edotti , ci spieghi pure le modalità , logistiche e meno , di come sia possibile “screeninghizzare” 60.000.000 (60 milioni ) circa di italiani in pochissimo tempo vista l’urgenza che un adempimento del genere comporta. Si allestiranno sale specifiche ?? Distretti sanitari ambulatoriali ?? Dai medici di famiglia?? La figura degli  “ scrutatori “ a chi verrà assegnata ? Quali saranno i tempi dei risultati??  Detto tutto quanto sopra perché a me risulterebbe non vera la notizia del Cazzaro napoletano e, all’uovo ‘ allego regolare documento : 

    Coronavirus, Comitato scientifico: "No a test di massa"

    ADNKronos

    Aumentare il più possibile l’identificazione e la diagnosi di coronavirus su casi sospetti e contatti sintomatici di casi confermati, ma senza effettuare screening di massa. E' questa la linea del Comitato tecnico-scientifico (Cts) per l'emergenza coronavirus, che rende note le precisazioni fornite, nella riunione di oggi, dal rappresentante dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Ranieri Guerra.

    "La raccomandazione Oms per quanto riguarda le persone che vanno sottoposte a test non cambia. L’esortazione del Direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus - si legge in una nota del Cts - è di aumentare il più possibile l’identificazione e la diagnosi su casi sospetti e contatti sintomatici di casi confermati, secondo la definizione Oms, aggiornata costantemente sul sito web e nelle quotidiane conferenze". Al momento invece "non viene suggerita - precisa la nota - la raccomandazione ad effettuare screening di massa".

    "Per quanto riguarda, in maniera specifica, gli operatori sanitari esposti al rischio contagio", il Comitato "raccomanda l’esecuzione dei tamponi per contenere quanto più possibile la diffusione del virus".


  5. 3 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

    Quindi quella che negava la pandemia parla di 8000 morti (in italia) per influenza non coronavirus e Burloni solo 206.

    Oggi  siamo già a 3506 morti mi pare, (lei quanti diceva sig. maggiordomo? 900?) che aumenteranno sicuramente, ma che per il momento non hanno ancora superato gli 8000 di una influenza normale. Influenza normale che colpisce inesorabilmente tutti gli stati del mondo, quindi pandemica anch'essa.

    Lei oltre che co@lione e’ uno strano personaggio :Lei e’ un seguace convinto e precursore di una strana tendenza in auge sul forum dove chi studia e sa le cose è un arrogante, mentre chi l'ha letto 5 minuti su Google come fa il Cazzaro ( di cui lei e’ un entusiasta ultra’ ) è un cittadino informato.  Lei continua a scurreggiare con il Kukulo !! Sa perché ?? Perché io non ho mai fatto conteggi come invece ha fatto il Cazzaro suo amico che ha parlato di 100.000 contagi e di 3.000 morti per corona virus . Chiaro , ebetino ?? Dopodiché , idiotello , faccia pure un’altra considerazione : per l’influenza esistono i vaccini , per il Corona invece no sempre che il noto virologo Fosforo 311 non l’abbia scoperto questa notte . 


  6. 3 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

    Quindi quella che negava la pandemia parla di 8000 morti (in italia) per influenza non coronavirus e Burloni solo 206.

    Oggi  siamo già a 3506 morti mi pare, (lei quanti diceva sig. maggiordomo? 900?) che aumenteranno sicuramente, ma che per il momento non hanno ancora superato gli 8000 di una influenza normale. Influenza normale che colpisce inesorabilmente tutti gli stati del mondo, quindi pandemica anch'essa.

    Lei oltre che co@lione e’ uno strano personaggio :Lei e’ un seguace convinto e precursore di una strana tendenza in auge sul forum dove chi studia e sa le cose è un arrogante, mentre chi l'ha letto 5 minuti su Google come fa il Cazzaro ( di cui lei e’ un entusiasta ultra’ ) è un cittadino informato.  Lei continua a scurreggiare con il Kukulo !! Sa perché ?? Perché io non ho mai fatto conteggi come invece ha fatto il Cazzaro suo amico che ha parlato di 100.000 contagi e di 3.000 morti per corona virus . Chiaro , ebetino ?? Dopodiché , idiotello , faccia pure un’altra considerazione : per l’influenza esistono i vaccini , per il Corona invece no sempre che il noto virologo Fosforo 311 non l’abbia scoperto questa notte . 


  7. Va bene sciocchino , vado avanti.,..Ahahahaha !! La Signora del Sacco ha negato la pandemia ed ha considerato il corona virus poco più di una influenza . Nota la differenza idiotino

    Coronavirus, Gismondo contro Burioni: «Sono stanca e disgustata. Ma quale pandemia...»

    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
     
     

    2
     
    Lunedì 24 Febbraio 2020 
     
    11:47
     
     

    Da un lato il virologo Roberto Burioniprofessore ordinario di virologia e microbiologia dell'Università San Raffaeleche evoca la necessità di contenere il contagio, dall'altro la collega del reparto di Microbiologia dell'ospedale Sacco di MilanoMaria Rita Gismondo che ridimensiona il caso Coronavirus: «una follia» scambiare «un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale».

    «Niente panico, ma niente bugie. Attenzione a chi, superficialmente, dà *** completamente sbagliate. Qualcuno, da tempo, ripete una scemenza di dimensioni gigantesche: la malattia causata dal coronavirus sarebbe poco più di un'influenza. Ebbene, questo purtroppo non è vero». Aveva invece detto su 'Medical Facts' il virologo Burioni.


  8. 14 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

    Burioni con i numeri non ha sbugiardato proprio nessuno e nemmeno l'ha messa a tacere.

    206 contro 8000, dia lei sig maggiordomo la spiegazione da dove proviene la differenza.

    Anche un imbexxille come lei può vedere la differenza 

    › CORONAVIRUS

    Coronavirus, lite tra virologi. Burioni: «Niente panico, ma niente bugie». Gismondo: «Pandemia? Una follia»

    •  
    •  
    •  
    •  
    •  
     
     

    13
     
    Lunedì 24 Febbraio 2020 
     
    11:47
     
     

    Da un lato il virologo Roberto Burioniprofessore ordinario di virologia e microbiologia dell'Università San Raffaeleche evoca la necessità di contenere il contagio, dall'altro la collega del reparto di Microbiologia dell'ospedale Sacco di MilanoMaria Rita Gismondo che ridimensiona il caso Coronavirus: «una follia» scambiare «un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale». 


  9. "L'Oms non ha cambiato linea sui test: non si tratta di fare screening di massa ma di aumentare il più possibile i test su tutti i casi sospetti e tutti i loro contatti per garantire che vengano messi in quarantena e seguiti dalla struttura sanitaria per amplificare la diffusione del virus". Ad affermarlo è Ranieri Guerra, Assistant Director General dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), in conferenza stampa dalla Protezione civile a Roma. "C'è una raccomandazione specifica di aumentare ulteriormente il numero di test a favore del personale sanitario esposto in prima linea. Sono persone a cui va garantito un monitoraggio continuo in modo da poterle supportare per quanto riguarda un'eventuale positivizzazione", ha concluso.


     
    a cura di Camilla Romana Bruno

     

  10. Detto ed affermato con convinzione che quelle che tu chiami offese sono in realtà diagnosi scientifiche gratuite, quello a cui ti sottopongo e’ una cura specifica che l’OMS consiglia per curare i palloni gonfiati del tuo livello . 

    • Mark 6856 messaggi
    7 ore fa, fosforo311 ha scritto:

    Nella mia discussione sulle tre possibili vie d'uscita dalla drammatica emergenza sanitaria in corso (in attesa di un vaccino o di un farmaco efficace, i quali non sappiamo se e quando si troveranno) ho definito "modello coreano" la via dello screening di massa. Ovvero il test del Covid-19 esteso (possibilmente) all'intera popolazione in modo da mettere a nudo il nemico invisibile, separare i portatori dai non portatori e consentire a questi ultimi di ritornare alle normali attività in condizioni accettabili di sicurezza. A mio avviso è la via d'uscita di gran lunga migliore, per l'Italia probabilmente l'unica. Oggi potrei definirlo modello "veneto-coreano". Ieri, infatti, il Veneto ha superato la Corea del Sud per numero di test effettuati in rapporto alla popolazione. È stato testato finora il 7,3 per mille dei veneti contro il 5,9 per mille dei coreani. Anche se va ricordato che in Corea la gran parte dei test e dei contagi è circoscritta alla città di Daegu (2,5 milioni di abitanti). In realtà i due paesi al mondo con il maggior numero di tamponi per 1000 abitanti sono gli Emirati Arabi Uniti (13) e il Bahrain (8,5) (dati aggiornati al 16 marzo). Probabilmente qualche sceicco ricco e saggio ha messo mano al portafoglio per comprare i kit e avviare lo screening di massa. Dopo Zaia in Veneto, anche i governatori di Emilia Romagna, Toscana e Campania stanno abbracciando il modello veneto-coreano. Sul Mattino di oggi leggiamo che la Campania ha deciso di acquistare 1 milione di kit cinesi per il test rapido. E io, che detesto De Luca, faccio un applauso a De Luca per questa scelta coraggiosa. Ricordo infatti che finora in Italia abbiamo fatto in totale circa 150.000 tamponi testando il 2,5 per mille della popolazione. Con 1 milione di kit potremo testare oltre 17% dei cittadini della Campania. Ma a questo punto dico: se una singola Regione è in grado di acquistare 1 milione di kit rapidi, allora il governo centrale può, e a mio avviso DEVE fare uno sforzo straordinario, ma giustificato dalla gravità della crisi, per acquistarne 60 milioni. Magari accollando ai cittadini che se lo possono permettere il costo intero dell'esame o un contributo via ticket. E non bisogna perdere tempo! È vero che la ricerca scientifica frenetica delle ultime settimane ha abbattuto il costo dei test (incrementandone nel contempo la rapidità e l'affidabilità), ma la domanda mondiale potrebbe impennarsi e con essa i prezzi. Anche l'OMS, sia pure con imperdonabile ritardo, sembra aver capito che lo screening di massa è il modello migliore da seguire. Ieri il suo direttore ammoniva i paesi membri con una efficace metafora: "non si può combattere contro il fuoco a occhi bendati" e invitava a "fare test, test, test!". Noi abbiamo adottato il modello cinese (isolamento rigido delle persone) ed è ancora presto per tirare conclusioni, ma ogni giorno che passa il rapporto costi-benefici appare sempre più difficile da sostenere. Dello screening di massa si è parlato a lungo ieri sera sia nel programma di Floris che in quello della Berlinguer. L'ipotesi prende corpo, già il 3 aprile potrebbe diventare l'ultima spiaggia se il modello cinese non avrà dato i risultati sperati. Insistere a lungo, magari inasprendo ulteriormente le restrizioni, potrebbe produrre effetti gravi e irreversibili sull'economia. La Corea è riuscita ad arginare il contagio senza zone rosse. E la situazione del Veneto oggi è assai meno drammatica di quella della Lombardia.

    Presidente Conte, per cambiare strada servono razionalità e coraggio: a lei non mancano.    

     

     

    Mi domando e chiedo quanto sia possibile continuare a tollerare un idio ta che senza aver nessun titolo e competenza , ma solo per soddisfare la sua patologia di strompiaggine da pallone gonfiato , continua ad infestare il forum . Sto ebe te manco sa interpretare le notizie che poi , copiaincollate , riversa nei suoi post. Vediamo quel che scrive sopra : “ Finalmente ci stiamo incamminando verso il modello Coreano ( che ho sempre definito la migliore via d’uscita per l’Italia). Questo modello prevede lo Screening di massa , ovvero il test di massa da estendere a tutta la popolazione italiana . Finalmente anche l’OMS , anche se con colpevole ritardo, sembra averlo capito e consiglia test test test “. Avete letto ?? Bene !! Il Cazzaro di Napoli e’ un imbexxille patentato , testato e posto sul mercato commerciale. L’OMS  dice tutto l’opposto e specifica che agli screening di massa vanno sottoposti solo e soltanto gli operatori ospedalieri : Medici , Infermieri , Addetti alla pulizia dei Padiglioni , Tecnici nell’ambito ospedaliero.  Stop !! Ecco e concludo : un kretino di tale portata andrebbe accolto a pernacchie tutte le volte apre bocca e sommerso di umana comprensione . 

    Coronavirus, Comitato scientifico: "No a test di massa"

    ADNKronos

    Aumentare il più possibile l’identificazione e la diagnosi di coronavirus su casi sospetti e contatti sintomatici di casi confermati, ma senza effettuare screening di massa. E' questa la linea del Comitato tecnico-scientifico (Cts) per l'emergenza coronavirus, che rende note le precisazioni fornite, nella riunione di oggi, dal rappresentante dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Ranieri Guerra.

    "La raccomandazione Oms per quanto riguarda le persone che vanno sottoposte a test non cambia. L’esortazione del Direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus - si legge in una nota del Cts - è di aumentare il più possibile l’identificazione e la diagnosi su casi sospetti e contatti sintomatici di casi confermati, secondo la definizione Oms, aggiornata costantemente sul sito web e nelle quotidiane conferenze". Al momento invece "non viene suggerita - precisa la nota - la raccomandazione ad effettuare screening di massa".

    "Per quanto riguarda, in maniera specifica, gli operatori sanitari esposti al rischio contagio", il Comitato "raccomanda l’esecuzione dei tamponi per contenere quanto più possibile la diffusione del virus".


  11. Ahahahaha , guarda guarda il Cazzaro di Napoli come reagisce quando lo smer di !! Classica reazione dei pallo ni gonfiati quando mandi la loro autostima sotto i tacchi...!! 

    "L'Oms non ha cambiato linea sui test: non si tratta di fare screening di massa ma di aumentare il più possibile i test su tutti i casi sospetti e tutti i loro contatti per garantire che vengano messi in quarantena e seguiti dalla struttura sanitaria per amplificare la diffusione del virus". Ad affermarlo è Ranieri Guerra, Assistant Director General dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), in conferenza stampa dalla Protezione civile a Roma. "C'è una raccomandazione specifica di aumentare ulteriormente il numero di test a favore del personale sanitario esposto in prima linea. Sono persone a cui va garantito un monitoraggio continuo in modo da poterle supportare per quanto riguarda un'eventuale positivizzazione", ha concluso.


     
    a cura di Camilla Romana Bruno

    17 marzo 2020

     

     


  12. Affatto !! Della Gismondo non ho una stima infinita . Burioni , sbagliando con le parole , ma con i numeri , l’ha sbugiardata e messa  a tacere . Io non farò nessun pellegrinaggio perché  non essendo un “luminare “ come crede di esserlo un idio ta partenopeo,  bensì un semplicissimo astante mi rimetto a quel che dicono i luminari veri . 


  13. L’onestà intellettuale e’ quella di prendere atto di una azione positiva ed utile per la collettività a prescindere da chi la compie e senza sminuirla . Le viene chiesto questo e non la prova perché lei non possa fare altrettanto . Stop !! Tutto il resto e’ fanfaluca . 


  14. Fra me e Berlusconi  ci sono 100. 000 km di distanza e anche un accogliente cella nelle patrie galere , ma oggi,  Berlusconi,  ha donato 10 milioni di euro per contribuire  a costruire un ospedale a Milano. Su questo non c'è distinguo che tenga e va detto. L’onestà intellettuale , se posseduta o meno, si riconosce da questo . 


  15. 5 ore fa, fosforo311 ha scritto:

    Nella mia discussione sulle tre possibili vie d'uscita dalla drammatica emergenza sanitaria in corso (in attesa di un vaccino o di un farmaco efficace, i quali non sappiamo se e quando si troveranno) ho definito "modello coreano" la via dello screening di massa. Ovvero il test del Covid-19 esteso (possibilmente) all'intera popolazione in modo da mettere a nudo il nemico invisibile, separare i portatori dai non portatori e consentire a questi ultimi di ritornare alle normali attività in condizioni accettabili di sicurezza. A mio avviso è la via d'uscita di gran lunga migliore, per l'Italia probabilmente l'unica. Oggi potrei definirlo modello "veneto-coreano". Ieri, infatti, il Veneto ha superato la Corea del Sud per numero di test effettuati in rapporto alla popolazione. È stato testato finora il 7,3 per mille dei veneti contro il 5,9 per mille dei coreani. Anche se va ricordato che in Corea la gran parte dei test e dei contagi è circoscritta alla città di Daegu (2,5 milioni di abitanti). In realtà i due paesi al mondo con il maggior numero di tamponi per 1000 abitanti sono gli Emirati Arabi Uniti (13) e il Bahrain (8,5) (dati aggiornati al 16 marzo). Probabilmente qualche sceicco ricco e saggio ha messo mano al portafoglio per comprare i kit e avviare lo screening di massa. Dopo Zaia in Veneto, anche i governatori di Emilia Romagna, Toscana e Campania stanno abbracciando il modello veneto-coreano. Sul Mattino di oggi leggiamo che la Campania ha deciso di acquistare 1 milione di kit cinesi per il test rapido. E io, che detesto De Luca, faccio un applauso a De Luca per questa scelta coraggiosa. Ricordo infatti che finora in Italia abbiamo fatto in totale circa 150.000 tamponi testando il 2,5 per mille della popolazione. Con 1 milione di kit potremo testare oltre 17% dei cittadini della Campania. Ma a questo punto dico: se una singola Regione è in grado di acquistare 1 milione di kit rapidi, allora il governo centrale può, e a mio avviso DEVE fare uno sforzo straordinario, ma giustificato dalla gravità della crisi, per acquistarne 60 milioni. Magari accollando ai cittadini che se lo possono permettere il costo intero dell'esame o un contributo via ticket. E non bisogna perdere tempo! È vero che la ricerca scientifica frenetica delle ultime settimane ha abbattuto il costo dei test (incrementandone nel contempo la rapidità e l'affidabilità), ma la domanda mondiale potrebbe impennarsi e con essa i prezzi. Anche l'OMS, sia pure con imperdonabile ritardo, sembra aver capito che lo screening di massa è il modello migliore da seguire. Ieri il suo direttore ammoniva i paesi membri con una efficace metafora: "non si può combattere contro il fuoco a occhi bendati" e invitava a "fare test, test, test!". Noi abbiamo adottato il modello cinese (isolamento rigido delle persone) ed è ancora presto per tirare conclusioni, ma ogni giorno che passa il rapporto costi-benefici appare sempre più difficile da sostenere. Dello screening di massa si è parlato a lungo ieri sera sia nel programma di Floris che in quello della Berlinguer. L'ipotesi prende corpo, già il 3 aprile potrebbe diventare l'ultima spiaggia se il modello cinese non avrà dato i risultati sperati. Insistere a lungo, magari inasprendo ulteriormente le restrizioni, potrebbe produrre effetti gravi e irreversibili sull'economia. La Corea è riuscita ad arginare il contagio senza zone rosse. E la situazione del Veneto oggi è assai meno drammatica di quella della Lombardia.

    Presidente Conte, per cambiare strada servono razionalità e coraggio: a lei non mancano.    

     

     

    Mi domando e chiedo quanto sia possibile continuare a tollerare un idio ta che senza aver nessun titolo e competenza , ma solo per soddisfare la sua patologia di strompiaggine da pallone gonfiato , continua ad infestare il forum . Sto ebe te manco sa interpretare le notizie che poi , copiaincollate , riversa nei suoi post. Vediamo quel che scrive sopra : “ Finalmente ci stiamo incamminando verso il modello Coreano ( che ho sempre definito la migliore via d’uscita per l’Italia). Questo modello prevede lo Screening di massa , ovvero il test di massa da estendere a tutta la popolazione italiana . Finalmente anche l’OMS , anche se con colpevole ritardo, sembra averlo capito e consiglia test test test “. Avete letto ?? Bene !! Il Cazzaro di Napoli e’ un imbexxille patentato , testato e posto sul mercato commerciale. L’OMS  dice tutto l’opposto e specifica che agli screening di massa vanno sottoposti solo e soltanto gli operatori ospedalieri : Medici , Infermieri , Addetti alla pulizia dei Padiglioni , Tecnici nell’ambito ospedaliero.  Stop !! Ecco e concludo : un kretino di tale portata andrebbe accolto a pernacchie tutte le volte apre bocca e sommerso di umana comprensione . 

    Coronavirus, Comitato scientifico: "No a test di massa"

    ADNKronos

    Aumentare il più possibile l’identificazione e la diagnosi di coronavirus su casi sospetti e contatti sintomatici di casi confermati, ma senza effettuare screening di massa. E' questa la linea del Comitato tecnico-scientifico (Cts) per l'emergenza coronavirus, che rende note le precisazioni fornite, nella riunione di oggi, dal rappresentante dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Ranieri Guerra.

    "La raccomandazione Oms per quanto riguarda le persone che vanno sottoposte a test non cambia. L’esortazione del Direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus - si legge in una nota del Cts - è di aumentare il più possibile l’identificazione e la diagnosi su casi sospetti e contatti sintomatici di casi confermati, secondo la definizione Oms, aggiornata costantemente sul sito web e nelle quotidiane conferenze". Al momento invece "non viene suggerita - precisa la nota - la raccomandazione ad effettuare screening di massa".

    "Per quanto riguarda, in maniera specifica, gli operatori sanitari esposti al rischio contagio", il Comitato "raccomanda l’esecuzione dei tamponi per contenere quanto più possibile la diffusione del virus".


  16. 8 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

    Guardi, sig. Mark. Alla fine della storia arrivare a 100.000 infettati e 2/3.000 morti non mi pare così impossibile.

    Vedremo.

    Nella malaugurata ipotesi che ciò accadesse, le toccherebbe un pellegrinaggio a piedi da Napoli a Pompei in compagnia del sig. Zolfanello Partenopeo.

    Lo sa ?

    Vedremo , vedremo . Se arriveremo a 100.000 infettati lo vedremo . Arrivare a 2/3.000 morti per Coronavirus pure !! Io credo che il Cazzaro il pellegrinaggio a Pompei lo farà’ da solo. 


  17. 7 ore fa, fosforo311 ha scritto:

    Il trio Lescano dei tragicomici pennivendoli della destraccia (Feltri, Belpietro, Sallusti) non sa più cosa inventarsi per continuare a fare il proprio squallido mestiere (la propaganda politica becera e faziosa) mentre il Paese è in lutto. Giuseppe Conte è il leader che sta guidando l'Italia con polso fermo,  autorevolezza e responsabilità, in una battaglia difficilissima, che potrebbe trasformarsi in un'ancora più dura e logorante guerra di trincea contro un nemico invisibile. Un leader senza partito, ma un leader vero, il presidente del Consiglio di tutti gli italiani, mandato dalla Provvidenza e scovato dal M5s. Una persona pragmatica e laboriosa della società civile, un uomo di poche parole e molti fatti, l'esatto contrario dei mestieranti e dei piazzisti che hanno semidistrutto l'Italia e il suo sistema sanitario negli ultimi decenni. C'è da tremare al solo pensiero che al posto del nostro premier oggi potevamo avere un Berlusconi, un Renzi, un Salvini. Il Cielo ce ne scampi e liberi!  Per non parlare di quelle macchiette di governatori (dei miei stivali) come Fontana, Zaia, De Luca. Ma ve lo immaginate, cari forumisti seri, un presidente del Consiglio che, durante un discorso alla Nazione, si copre maldestramente la faccia con una mascherina, o attacca i cinesi come un popolo di untori e mangiatori di topi vivi, o esalta la fucilazione come "strumento terapeutico" per chi non si attiene alle restrizioni? Personalmente io spenderei tutti i pochi soldi che ho per noleggiare un motoscafo e riparare con la mia famiglia in Africa. Ma ci vuole altro che un virus per estirpare la faziosità, il gattopardismo e in definitiva l'imbecillità in questo sfortunato Paese. Dove non è strano che sia proprio Giuseppe Conte il bersaglio dei faziosi, dei gattopardi, degli imbe.cilli.

    Oggi i faziosi giornaletti della destraccia dileggiano un consulente del premier, reo di avere portato una nota di ottimismo segnalando un dato positivo: in seguito alle misure restrittive alla mobilità, come già era accaduto in Cina, sta diminuendo in modo sensibile l'inquinamento dell'aria. Lo evidenziano le immagini satellitari, lo misurano gli strumenti, lo constatiamo noi residenti nelle grandi città. Un'aria così pulita qui a Napoli (che non è tra le città più inquinate) non ce l'avevamo nemmeno ai tempi dell'austerity degli anni '70, quando a causa della crisi petrolifera la domenica c'era il blocco totale del traffico. Per non parlare dell'inquinamento acustico. Sembra quasi di vivere in aperta campagna. Che pace! Ma i giornalacci dileggiano il consulente di palazzo Chigi. Ma come, scrivono, con 300 e passa morti al giorno per il virus, questo qui ci consola con il calo dello smog? I giornalacci esistono per vendere copie agli ignoranti e per lasciarli nella loro ignoranza, ben sapendo che gli ignoranti sono il maggiore serbatoio di voti per certi politicanti. Le persone serie e informate sanno invece che, secondo l'Agenzia Europea per l'Ambiente, in Italia registriamo oltre 200 morti premature al giorno a causa dell'inquinamento dell'aria, preceduti di poco solo dalla Germania in questa triste classifica europea. In particolare le vittime sono causate dalle polveri sottili e dal famigerato biossido d'azoto emessi dai motori termici (specie i diesel). Dunque, se le misure restrittive antivirus abbattono l'inquinamento dell'aria, è giusto e doveroso segnalarlo. Anche a futura memoria, affinché, finita l'epidemia virale, si adottino tutte le misure necessarie e urgenti per porre fine alla strage silenziosa causata dall'inquinamento. 

    https://www.truenumbers.it/inquinamento-morti-smog/

     

     

    Ma Conte chi ??  Quello che aveva detto che avrebbe lasciato la politica appena si fosse esaurito l’iter del governo Di Maio - Salvini ?? E’ quel Conte li ?? Ahahahahaha , chissà dove il Cazzaro vede differenza tra quel che disse Renzi e quel che disse Giuseppi . Volete  scommettere che non dirà niente ( il Cazzaro di Napoli , dico). Giuseppi e’ quel palloncino gonfiato che manipola i suoi curriculum e che attesta sue esperienze in Inghilterra dove non lo conosce nessuno ??  Giuseppi e’ quello che si fa “preparere” i concorsi e dove il Presidente della Commissione esaminatrice e’ colui con il quale divide lo Studio Professionale ?? Giuseppi e’ lo stesso che acquisiva contratti e relazioni iperpagate sempre grazie al socio non occulto ?? Giuseppi chi ?? Quello che era nello staff legale di Autostrade di Benetton da cui e’ stato profumatamente pagato ?? Giuseppi chi ?? Quel fantoccino a cui preparano persino i discorsi che deve pronunciare accontentabdo prima uno e poi l’altro componente dell’esecutivo ??  Giuseppi chi ?? Quello di quel video buffonata con la Merkel ?? Giuseppi chi ?? Quello privo di personalità decisionale che sta lì solo a prendere ordini da riferire solo perche, da avvocato , ha una buona dialettica ?? Sento di paragoni con Cincinnato . L’unico che poteva avere l’ardire di farlo non poteva che essere il Cazzaro di Napoli !! Ahahahahaha “ Ue’ guaglio’ mica e’ fesso Giuseppi”.  E’ passato da dichiarare 120.000 euro a 400.000 ... !! A Fatiga’ ci manda il Cazzaro partenopeo !! 

     

    “Lascio la politica”: il premier Conte annuncia l’addio a fine mandato 

    Di Daniele Nalbone 
    Pubblicato il 24 Mar. 2019 alle 13:19Aggiornato il 24 Mar. 2019 alle 13:21 
     
    conte-lascia-politica-fine-governo.jpg
     

    Conte annuncia l’addio alla politica a fine mandato. Il premier del governo giallo-verde, evidentemente stremato dopo un solo anno da primo ministro, ha annunciato, a margine di una visita al centro di ricerca CNR di Lecce, la sua decisione.

    “Io personalmente l’ho detto, non ho la prospettiva di lavorare a una nuova esperienza di governo. La mia esperienza di governo termina con questo”.

    Il premier ha poi precisato che la sua decisione non è in alcun modo legata alle tensioni che ci sono all’interno del governo gialloverde: “In questo momento abbiamo una grande chance, siamo al governo”.

    Il momento, per Conte, è qui e ora: “Non si può passare in una prospettiva di governo futura, gli italiani ci renderanno conto di cosa abbiamo fatto oggi, ieri, domani mattina. Non bisogna pensare come la vecchia politica e iniziare a lavorare per un domani sarebbe una prospettiva completamente sbagliata”.

     

     


  18. Per le sigarette , con il Monopolio , e’ lo Stato che incassa . Per il resto non e’ stato “abolito “ niente . Lo sfogo delle tabaccherie serve anche per non andare ad affollare uffici postali ed enti pubblici . 


  19. 2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

    siamo sicuri che i numeri dicano sempre la verità?

    Mi spiego meglio:

    1) Luca Ricolfi, (non il "cazzaro" ) apprezzato statistico, in riferimento al corona virus calcolava una propagazione del virus superiore a 3 persone ogni infettato. 

     Andrea Crisanti, virologo dell' Università di Padova, è arrivato a ipotizzare un tasso di 4 o 5 contagiati per infettato.

    Facendo alcuni calcoli si potrebbero verificare migliaia e migliaia di morti.

    2) Burioni Roberto, ( virologo di riferimento del maggiordomo) dati alla mano ci dice che l'anno scorso sono morte 206 persone per influenza  (non coronavirus quindi)

    Rita Gismondo, (virologo di riferimento del "cazzaro" cifre alla mano  dice che invece sono 8000.

    Non possiamo fare calcoli o crediamo a Burioni o crediamo a Gismondo: in attesa di sapere come abbiano contato quei morti.

    Sicuramente la colpa non è delle persone, ma dei numeri. Numeri che poi i divulgatori scientifici, in base alla loro corrente politica, propagheranno nel mondo mandandolo in confusione. Ekkekaxzo!

    Giusto Sancho !! Però poi succede che quel che dice un divulgatore  si avvera , quel che dice un altro/a invece no . Ergo : tra i divulgatori ci sono differenze , ma i migliori sono quelli le cui previsioni si  rivelano esatte . 


  20. Il mondo spende ancora 1820  miliardi in armamenti per prepararci ai rischi presunti di guerre. Eravamo pronti a spendere 4000 miliardi per i rischi di  presunti catastrofi climatiche dopo il 2050. Ci siamo privati dei benefici dell'energia nucleare per i rischi presunti che i suoi rarissimi incidenti creerebbero nel lunghissimo periodo. Concentrati e ossessionati dai rischi presunti non abbiamo investito sui rischi reali, ravvicinati e plausibili. Quello che sta succedendo lo aveva previsto, nel 2015,  Bill Gates, uno che investe in tecnologia, ambiente ed energia nucleare. Spiego', come molto probabile, in un mondo che aveva investito molto in armi e poco nella lotta contro i virus, una pandemia avrebbe potuto fare più morti di una guerra. Gates spiegava che abbiamo investito pochissimo in un sistema che possa fermare un'epidemia. Che non eravamo  pronti per la prossima epidemia. Oggi scopriamo, appunto, che la fragilita' verso il virus non e' la sua ( prevedibile ) contagiosita' eletalita' ( essendo un virus che si trasmette per vie aeree e' scontata la elevata contagiosita'). Il dramma vero e' la nostra impreparazione in termini di posti letto, presidi sanitari, dotazione di strumenti di terapia per le crisi respiratorie.   E si poteva prevedere quello che lamentano oggi Ilaria Capua e Roberto Burioni : una decisione di standards di comportamenti ( dettati dall'Oms e, anche, delle istituzioni europee ) di fronte a una pandemia virale. Purtroppo al virus fanno un caz.z.o  i confini. E, forse, era prevedibile ( specie dopo la Sars e altre epidemie virali degli ultimi 30 anni) dedicare alla ricerca biologica e molecolare, genetica e sui vaccini e farmacologica, parte delle risorse che dedichiamo ad altre "presunte" rischiosita' .  Invece ci siamo concentrati, come novelli Cazzari napoletani ,  sulle idiozie e sulle stracagate degli *** contro il vax, le multinazionali, la Big Pharma. Ad avercela avuta di piu' una Big Pharma contro i rischi virali. Dopo che saremo sopravvissuti al virus, dobbiamo sperare davvero che il mondo cambi l'agenda. E si volga a combattere i rischi reali  e presenti, oltre quelli presunti. Saluti


  21. Oggi nessuno ha ricordato che era l’anniversario del rapimento di Moro , l’uccisione della scorta ed il primo attacco allo Stato dei compagni che sbagliavano e però tanto cari e simpatici al Cazzaro di Napoli. Il 16 marzo del 78 io me lo ricordo. Ricordo le sirene della polizia, il rumore delle grandi manifestazioni. Oggi sento il silenzio delle città. La gente che sta in casa cercando di fermare il virus. Oggi come allora c’è un popolo che non si arrende e combatte. 
    Ricorderemo questi giorni come oggi ricordiamo il rapimento di Aldo Moro e, come allora, vinceremo anche questa sfida !! 

    1 persona mi piace questo