mark222220

  • Numero messaggi

    2050
  • Registrato

  • Ultima Visita

mark222220 è il vincitore del giorno ottobre 18

mark222220 ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

363 Sono il Re del Forum

Su mark222220

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno

Visite recenti

1401 visite al profilo
  1. Al quartiere Barca !! Forse
  2. POLITICA 19/10/2018 22:11 CEST | Aggiornato 14 ore fa Ritorno a Renzi Leopolda stracolma, congresso appeso alle agenzie di rating. Tra Davide Serra e Paolo Bonolis torna il tormentone del partito personale AGF Leopolda "Ritorno al futuro", è scritto sui muri. In verità è ritorno a Renzi. A prescindere. La signora Giuseppina, appena vede il taccuino, si avvicina: "Veniamo da Palermo, in tanti. Siamo qui perché crediamo un lui. Lo scriva, per favore, che questo popolo è suo e non può abbandonarlo. Suo". Si fa un capannello. E diventa un coro. "Noi siamo quelli che restano in piedi e barcollano sui tacchi che ballano", le note della toccante canzone accompagnano il tripudio dell'uomo solo al comando: Renzi sindaco, a palazzo Chigi, con Obama e Michelle. Ovazione. Leopolda numero 9, la prima senza governo e potere, nell'Italia sovranista che danza sullo spread. Stracolma, anche nel torpore del venerdì sera, con le prenotazioni raddoppiate nell'ultima settimana. Alle otto e mezza di sera fuori c'è ancora un ingorgo di macchine di gente che sta arrivando. Popolo e iscritti, parecchi iscritti, accorsi per la grande esibizione muscolare del renzismo. Orgoglio, voglia di dimostrare che non è finita. E preoccupazione. È un coro nei capannelli: "Questi sono matti, fatelo capire anche voi. Stanno facendo saltare il paese".
  3. Ahahahahahaha !! Cosa gli vuoi rispondere ad un idio ta simile ??
  4. Ahahahaha, qualcuno spieghi al Cazzaro di Napoli che sono i Grillebeti che governano e quindi sono i provvedimenti che loro stessi approvano che sono sotto la lente di ingrandimento delle agenzie indipendenti di rating. Tra pochissimo il vaffa al tuo givernicchio ed al Bibitaro glielo danno gli italiani oltre che l’alleato razzista Salvini che Giggino ha fortemente voluto con se mentre li svergognato e bugiardo Napoletano aveva sempre dichiarato che prima di allearsi con lui avrebbe voluto tornare alle urne . Ricordi Cazzaro ? Non ricordi ebe te ?? Allora te lo ricordo io ...https://www.facebook.com/sinistra.it/videos/1080565395432494/
  5. Sono tornato oggi ...😂😊😂
  6. E’ sempre un grande !! Grande politico e grande persona ...!! https://www.facebook.com/DeputatiPD/videos/2636606689702339/
  7. L’uomo scomodo e’ Giggino ...Ahahahaha https://www.facebook.com/alessiamoranipd/videos/529648560778999/
  8. Secondo il Professor Avvocato Giuseppe Conte (“Buona fortuna e buon lavoro Prof Giuseppe Conte” - Fosforo (Cazzaro di Napoli il 24/5/2018) noto anche come Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica italiana , la manovra che sta schiantando il nostro paese e’ “bellissima “. E se lo dice lui, c’è da crederci !! D’altra parte nelle stesse ore in cui Salvini e Di Maio scorrazzavano impunemente sulla credibilità dei nostri conti pubblici, lo stesso Conte da Bruxelles trasmetteva alla stampa un messaggio di perentoria impotenza: “Il capo sono io”, immediatamente compreso da tutti come “Io non conto assolutamente niente, ma abbiate la pietà di non prendervela con me”. Dentro il dramma di questi giorni c’è una storia che farebbe persino sorridere, se non fosse umiliante per le nostre istituzioni e per la nostra stessa dignità nazionale. A Palazzo Chigi siede un signore dotato di buone maniere ma di nessuna rilevanza per le sorti del governo che si trova “fortunosamente” a presiedere. Una condizione del tutto inedita nella storia della Repubblica italiana, che pure in anni lontani aveva conosciuto figure di capi dell’esecutivo che non brillavano per autonoma autorevolezza ma che rappresentavano autentici punti di equilibrio tra i partiti che sostenevano le diverse maggioranze. Conte non può vantare neanche questo ruolo di risulta, perché schiaffoni quotidiani gli arrivano persino da coloro che lo hanno pescato dal mazzo per metterlo su quella poltrona. E’ una novità che non può darci alcun motivo di soddisfazione, neanche nella logica di un’opposizione che sta incalzando senza soste la maggioranza gialloverde e denunciando ogni fallimento del governo. Non può venire alcuna soddisfazione dalla vergogna di avere a Palazzo Chigi niente di più che un maggiordomo di buon eloquio ma di nessuna dignità politica, perché la nullità di Conte si sta già trasformando nella nullità del nostro paese su tutti i tavoli che contano. Qua e là tornano ad affacciarsi nella mimica facciale di leader europei che commentano le dichiarazioni di Conte gli stessi sorrisetti con cui nel 2011 si chiosavano le uscite di Silvio Berlusconi. Sorrisi e battute che ci riportano ad un passato da cui ci eravamo risollevati con la fatica delle riforme dei governi PD e con i sacrifici di milioni di italiani, e che improvvisamente tornano ad infangare la credibilità internazionale del nostro paese. Tra le tante responsabilità dei nostri “sovranisti”, la più grave è forse questa: aver condotto al macello il capitale di credibilità che l’Italia aveva riconquistato con tanto impegno, danneggiando il nostro interesse nazionale con la determinazione distruttiva di una banda di sabotatori antipatriottici. In questo spettacolo misero e deprimente, Conte gioca la parte della comparsa messa a fare il palo perché incapace persino di scassinare la cassaforte. Una tragicomica figura di secondo piano, tanto quanto gli altri esponenti “tecnici” di questo governo (dall’invisibile Moavero ad un Tria che ha rapidamente disperso la credibilità tecnica di cui poteva godere agli inizi): tutti complici che si sono illusi di civilizzare la squadra di guastatori che sta banchettando sulla pelle del nostro paese. Saluti
  9. Urka la Lega e Salvini ci sono sempre in Tv nonostante i 49 milioni aumme aumme ...Non so se !!
  10. Beh almeno abbiamo capito che uno sa leggere ed uno sa scrivere (e gia' su questo vi erano dei forti dubbi). Ma il problema e' : sanno anche capire quello che leggono e scrivono? Poi abbiamo saputo che uno sa scrivere ma non sa leggere ed infine , udite udite , sappiamo pure che uno non sa ne’ leggere ne’ scrivere ma e’ stato messo lì per cercare di capire cosa scrive e cosa non capisce l’uno e/o l’altro . Se vi torna meglio , però , si può pensare anche che sia lì per scrivere quel che l’altro non capisce . Sembra macchinoso ma la famosa “manina” e’ racchiusa là dentro . Urka deh !! Che banda di avvinazzati !!
  11. Credo 10 milioni di euro
  12. E qui di tutta sta caga ta di post per abolire L’obbligatorietà della RCAuto ?? Ahahahahaha . Quando dico che se lasciassimo fare al Cazzaro ci troveremmo come nel Venezuela di Maduro sono ottimista. Sto ebe te ci riporterebbe all’eta’ della pietra . Leggi qua idio ta : 6sicuro » Blog » Assicurazioni » RC Auto » Assicurazione auto non obbligatoria: è possibile? Assicurazione auto non obbligatoria: è possibile? Tutti sognano una assicurazione auto non obbligatoria ma, anche se fosse, conviene veramente? Ecco un'analisi dei pro e dei contro. Iscriviti alla newsletterIscriviti Ho letto l'informativa *** 13 CONDIVISIONI Condividi2 Tweet Email +1 Condividi11 Sommario Assicurazione auto obbligatoria… Sempre? Sul blog di 6sicuro, come è facilmente intuibile, arrivano molti commenti riguardanti le assicurazioni. Tanti di richiesta di aiuto, *** su un specifico argomento, tra i più gettonati la Legge Bersani o cosa fare in caso di tamponamento. Ci sono anche tante lamentele riguardanti il costo per assicurare la propria auto, tra questi ce n’è uno che voglio riportare come esempio: “L’assicurazione auto è una truffa legalizzata ai danni dei cittadini sempre più sotto pressione da parte del governo e di tutte le forme di schiavitù quali petrolio e suoi derivati, fonti energetiche e quant’altro. Vogliamo evitare le truffe assicurative (immensa bufala creata ad arte dai signori delle assicurazioni per far continuare a lievitare il prezzo dei premi assicurativi), vogliamo trovare il modo di decimare il costo delle polizze?Eliminiamo l’obbligo assicurativo, i costi sarebbero costretti a scendere fino a decimarsi, e dopo un anno al massimo due vi faccio vedere che tutti avranno una polizza acquistata a prezzi modici. E’ assurdo che l’Italiano non si ribelli ad una truffa così grande quale quella delle polizze assicurative, i costi in 20 anni sono cresciuti in maniera esponenziale, la gente non lavora più in questo balordo paese e la macchina oggi è diventato un bene di prima necessità il più delle volte“. Non ho toccato una riga. L’ho letto e riportato. Ora immaginiamo per un attimo lo scenario inseguito e sperato da questo lettore del blog. CALIFORNIA ALMONDS SCORRI PER CONTINUARE LA LETTURA Se l’assicurazione auto smettesse di essere obbligatoria, cosa succederebbe? Potrebbe accadere che tutti quelli che hanno una assicurazione auto cara smetterebbero di pagare creando quindi una sproporzione di entrate che, in un mercato libero e sano (supponendo che il nostro lo sia), non porterebbe a nessun calo delle tariffe assicurative. Perché dovrebbero calare i premi se ci sono meno assicurati? Molto probabilmente l’effetto potrebbe essere addirittura il contrario: le auto assicurate circolerebbero in un mare di auto non assicurate, in caso di incidente, la gestione della pratica sarebbe alquanto complicata. Inoltre aumenterebbero le richieste di risarcimento al fondo delle vittime della strada che, come sai, è finanziato da tutti noi con una quota di circa il 2,5% del nostro premio assicurativo, percentuale che sarà inevitabilmente destinata a salire – e non di poco – in un simile scenario. Immagina le situazioni che si verrebbero a creare se dovessi circolare senza assicurazione: se tamponi una Fiat Panda ok, ma se se tamponi una Lamborghini Diablo? Se malauguratamente investi un pedone o un ciclista? In questi casi le “vittime” si rifarebbero su di te, personalmente, ottenendo due tristi risultati: tu e la tua famiglia sarete economicamente rovinati per generazioni e le “vittime” non riusciranno a rientrare forse nemmeno delle spese sostenute. Probabilmente le compagnie assicuratrici vorranno attirare a sé anche coloro che hanno deciso di non assicurarsi, creando quindi delle offerte allettanti. Ma per fare ciò dovranno eliminare tutti i rischi di impresa attuali e quindi tra tutti cause civili e truffe. Immagino “pacchetti assicurativi” in cui l’assicurato è obbligato all’installazione della scatola nera ed accettare un tetto massimo di risarcimento e la rinuncia ad azioni legali in caso di contenzioso, uno degli aspetti che fa lievitare maggiormente i prezzi attuali. Assicurazione auto non obbligatoria: è possibile? CLICK TO TWEET Conclusioni Diciamo che non esistono i termini per fare si che le assicurazioni calino di prezzosemplicemente eliminando l’obbligatorietà delle stesse o almeno non è così certo, anzi probabilmente avremmo ulteriori disagi. L’unica cosa certa è che tutti richiediamo con forza la riduzione delle tariffe assicurative e tanto si può fare in merito: home insurance, scatola nera, contratto base, convenzione carrozzieri e tanto altro. Purtroppo però si va veramente a rilento.
  13. Andrà in eurovisione , scemo !! Informati meglio !!