mark222220

  • Numero messaggi

    4196
  • Registrato

  • Ultima Visita

mark222220 è il vincitore del giorno maggio 28

mark222220 ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

703 Sono il Re del Forum

2 Followers

Su mark222220

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno

Visite recenti

2734 visite al profilo
  1. Però potrei sbagliarmi e potrebbe essere un altro Dibba . Mi scusino forumisti , allora chiedo loro non 40 minuti ma la bellezza di 75 secondi . Si può fare ?? https://youtu.be/CFZfKQd2CJ4
  2. 40 minuti ?? Scusa Cazzaro di Napoli , te chiedi 40 minuti ed io invece una ventina di secondi di attenzione . E’ lo stesso Dibba ?? https://youtu.be/nFmMGpD9ifM
  3. Ebete è fantastica Testadikazzo , ti sei dimenticato di comunicarci l’articolo del codice penale per cui e’ stato chiamato a giudizio . Sono estremamente certo che ottempererai a questa lacuna . Forse !! O forse ...no !! Ahahahaha
  4. Ebe te , a. Cagliari ed a Sassari il PD e’ il primo partito . Conosci l’italiano oppure biascichi qualcosa in moldavo ?? Ahahahaha
  5. Ahahahah a , insomma tanti bla bla bla e poi ancora bla bla bla . Però : 1)non ti sei scusato per la bufala che hai detto su Federer 2). Non hai smentito che Kachanov ha partecipato al trofeo reduce da un infortunio e presente solo per ritrovare la forma 3) Non hai smentito che tutti “fuoriclasse “ battuti dal Matteo che piace agli Italiani ( 6.000 su 60.000.000 , ndr) sono nel ranking in quelle posizioni . Tanti e tanti discorsi, come al solito , per esprimere il nulla !! Conclusioni : sei uno stratosferico Cazzaro che via via si “innamora “di qualcuno . Ergo : solo gli i bexcilli ed i men che mediocri come te amano rappresentare e rappresentarsi nel culto della personalità .
  6. Guarda idio ta bolognese . Devo confesssrti che quando mi appresto a leggere un tuo post sono assalito dalla stessa ansia che prova un padre nel sapere che ha un figlio al fronte di guerra . Stai calmino su e lucidati le corna ...!!
  7. C’ è il riconteggio ...!!
  8. Ahahahaha, non c’e niente da fare !! Quando il Cazzaro di Napoli “ cade in amore “ per qualcuno raggiunge picchi di comicita’ . Ora si inventa esperto di tennis ( chissà se da giovane avrà praticato anche questo sport , sarebbe il ventesimo ) e magari figurava al ventonovesimo posto del Campi Flegrei Tennis Club , Ahahahaha . Allora , cominciamo a prenderlo per il kukulo smontando la prima bufala . Quella in cui dice che Federer ha rinunciato per smaltire le fatiche del R. Garros . Ah siii Cazzaro ?? Allora leggi il comunicato degli organizzatori del torneo di Stoccarda dell’Aprile 2019 . “I timori degli organizzatori del torneo di Stoccarda di dover fare a meno di Roger Federer si sono infine concretizzati. Lo svizzero ha infatti deciso di non prendere parte all’edizione 2019 della Mercedes Cup e di non difendere dunque il titolo conquistato l’anno scorso. La scelta appare comprensibile e condivisibile visto che per la prima volta dal 2016 Federer tornerà a giocare sulla terra battuta e quindi molto probabilmente vuole riservarsi qualche giorno in più per effettuare la transizione dal rosso all’amata erba”. Avete riso signori forumisti ?? Bene , proseguiamo : al primo turno il Berrettini sconfigge il campione Kudla che trovasi all’ottantaquattresimo posto del ranking. Poi , e’ vero , sconfigge Khachanov che trovasi al nono , ma il Cazzaro dimentica di dire che Khachanov e’ reduce da un infortunio e partecipa a Stoccarda per riprendere la migliore condizione fisica . Poi il fuoriclasse piu’ amato dagli italiani sconfigge il grande Kirgios , trentaseiesimo, e poi l’ira di Dio Struff , trentossesimo al mondo . Della finale ne abbiamo già parlato. Conclusioni : il Cazzaro e’ un idio ta anche tennistico . Altri tennisti promettevano uguale o più di Berrettini . Qualche nome : Potito Starace , Volandri e Seppi . Poi si sono fermati perché arrivare nei primi 10 al mondo ( che e’ quello che conta perche’ il resto e’ cianfrusaglia con una ventina di tennisti che fluttuano a vicenda dall’undicesimo al trentesimo e poi fino al centesimo posto ed oltre ). In Italia c’è solo un tennista di caratura internazionale . Si chiama Tommaso Fognini ed e’ mono al mondo. Lasciate perdere il Cazzaro di Napoli : ha seccato pure il pur promettente ( e niente più ) Berrettini ...!!!
  9. Sono gli stessi che non hanno avuto niente da dire e non si sono indignati nemmeno pe u caz.z.o quando un Capitano dei Carabinieri ha falsificato delle prove cercando di “incastrate” un Er Bomba antipatico ed un po’ Caudillo . Sono gli stessi che hanno “crocifisso “ una giovane donna come M.E. Boschi inventandosi responsabilità inesistenti sul caso Etruria . Sono gli stessi che hanno violato la legge morale quando hanno fiancheggiato Rosy Bindi nel tentativo di far perdere il PD in Campania . Sono quelli che più vedono correre il Paese verso l’autodistruzione , piu “adorano “ i propri carnefici . Quelli del M5S!! E si precipitano entusiasti in fondo al burrone dando la colpa a chi aveva previsto ben prima che con quelli scappati da casa ciò era il minimo ottenibile . Saluti e complimenti !!
  10. Sarebbe il secondo sconto !! Il primo lo ottenni da una moldava/napoletana trovata in una lunga e buia strada del Quartiere Barca a Bologna ...!!
  11. Questi sono i risultati e le conseguenze di avere un governo a guida leghista . Un governo voluto insistentemente e pervicacemente dal M55 che si porterà dietro in eterno questa grande responsabilità . Un movimento che non solo non ha aperto bocca verso la Lega quando ha proposto leggi chiaramente fasciste , ma , addirittura , le ha avallate tutte dalla prima all’ultima votandole tutte insieme alla Lega di Salvini . Non ci dobbiamo quindi meravigliare che in Italia nascono fenomeni di sceriffi fai da te e fenomeni e recrudescenze pseudo fasciste pericolosissime . Le responsabilità hanno un nome ed un cognome : Il M5S ed il suo capo politico Giggino Di Maio .
  12. Comunico all’elettrauto bolognese nonche scopritore di talenti femminili Moldavo/Napoletane , che il PD , a Cagliari ed a Sassari , si conferma , e di gran lunga , il partito più votato. Consiglio allo scopritore di rientrare a casa un po’ prima . Quelle lunghe e buie strade notturne sono pericolose !!
  13. E come no , Ahahahahaha . Berrettini ha vinto lo “stellare” trofeo di Stoccarda. !! Un torneo dove , nonostante che Nadal , Federer , Diokovic avessero fatto carte false per partecipare , non sono stati accettati . Ahahahaha . Al torneo non era presente nemmeno 1 dei primi 20 al mondo ed infatti Berrettini ha sconfitto il famosissimo canadese Felix Auger (per 6-4 7-6 quindi di strettissima misura) che figura al ventitresimo posto nel ranking confermandosi il vero ed unico italiano che piace agli italiani ( almeno quelli che lo Conoscono . Indagine Istat : Gli italiani che hanno una pallida idea di chi sia sono il 0,07%). Ma tranquilli , il Cazzaro Napoletano ha sentenziato : Con Berrettini gli italiani finenticheranno Panatta ( seguono 37 toccate consecutive di co@lioni dello stesso Berrettini ).
  14. SEZIONI Accedi PRIMO PIANO EDITORIALE COMMENTI POLITICA ECONOMIA CRONACA ITALIA MONDO CULTURA SPORT AMBIENTE CINEMA FATTI & MISFATTI IL FATTO ECONOMICO INCHIESTA MA MI FACCIA IL PIACERE SOCIETÀ SPETTACOLO STORIA DI COPERTINA STORIE VIGNETTE BUONO! LA CATTIVE» COMMENTI domenica 16/06/2019 E poi la pesca degli Storioni . “Sarri indietro ‘tuta’. La Juve è l’ennesimo tradimento a Napoli” Vil danaro - Un allenatore rivoluzionario alla Che Guevara diventato un santino intoccabile della città e della sinistra di Fabrizio d'Esposito | 16 Giugno 2019 | Il commento più tagliente, di chi ha amato senza condizioni e poi è stato tradito, è stato questo: “Comandante pensavamo fossi il nuovo Che Guevara e invece eri Matteo Renzi”. Geniale, da tanti punti di vista. Il Comandante in questione si chiama Maurizio Sarri, l’allenatore che per tre anni ha fatto innamorare Napoli senza vincere nulla. Una passione cresciuta con la sola forza dell’Estetica della Grande Bellezza, nella città italiana dove il mito della diversità e della via calcistica al riscatto sociale è una malapianta inestirpabile. E così Napoli, città appunto di passioni irrazionali (ah, i lumi perennemente spenti della Repubblica del Novantanove), vive l’ennesimo tradimento: Sarri va alla Juve. Stavolta però non si tratta di un tradimento “solamente” calcistico, modello Altafini e Higuain. Stavolta è qualcosa di più profondo e ancestrale, laddove l’antropologia del popolo napoletano abbraccia l’ideologia comunista. Un incrocio fatale. Ché in una città orfana della sinistra tradizionale da decenni – la città di Bordiga, indi dello stalinismo di destra di Amendola e Napolitano nonché dell’operaismo di Bassolino – Sarri ha incarnato un rinnovato movimentismo alla Che Guevara. Di qui la trasfigurazione in santino intoccabile, nonostante i suoi errori sul campo – il dogma ottuso dei titolarissimi senza ricorrere all’intera rosa – e il piagnonismo tipico dei condottieri populisti: “Abbiamo perso lo scudetto in albergo”, in riferimento alla mancata espulsione del bianconero Pjanic un anno fa in Inter-Juve e che consegnò lo scudetto alla “Rubentus”. Sarri ha sempre accarezzato la pancia della folla (da Masaniello a oggi non mancano gli esempi) e da semplice allenatore è stato elevato al rango di Santo patrono e Comandante della rivoluzione. Un miracolo che non accadeva da trent’anni, dai tempi di Lui, cioè Maradona (che però rifiutò la Juve), e che è stato canonizzato da un sito diventato quasi partito politico: Sarrismo, gioia e rivoluzione. E lì che oggi si riversa l’infinito quaderno delle doglianze di un popolo tradito, come il messaggio sul neorenzismo di Sarri. Altro esempio: “Se vai in quella squadra lì sposi il motto ‘vincere è l’unica cosa che conta’, e tu non sei questo, tu non sei così. Conta anche il modo. Conta soprattutto il modo. Conta la bellezza. Conta la gioia collettiva. Ce l’hai insegnato tu. Non puoi tradire te stesso. Io non ci voglio credere”. Un dolore banale e fin troppo noto, con frasette amene e strappalacrime oppure di rabbia per il tradimento. Nell’ultimo mese, da quando è partita l’estenuante trattativa tra la Juve e Sarri, anche le élite cittadine si sono confrontate con questo improvviso lutto. Il sindaco Luigi De Magistris ha riferito proprio al Fatto di “gastrite” da Sarri. I delusi vanno da Nino D’Angelo a Maurizio De Giovanni, giallista ma anche tifosissimo del Napoli (una delle sue opere più belle racconta l’epica vittoria degli azzurri a Torino contro la Juve, uno a tre, nel novembre del 1986, la stagione del primo scudetto). Addirittura un docu-film sul Comandante è stato bloccato dagli stessi autori, tra cui la “voce” dell’attore Massimiliano Gallo. E i sarristi di Gioia e rivoluzione hanno praticamente mandato al macero le copie del libro Fino al Palazzo. Ché è finita con il Comandante che si mette il vestito buono con la cravatta e anziché conquistare il Palazzo, si mette borghesemente a bussare e chiedere permesso agli odiati padroni di Torino. E dire che questa storia del mito di Sarri rivoluzionario era cominciata per gioco. Sul Napolista diretto da Massimiliano Gallo, ex Riformista, apparve una parodia dell’Urss, Unione delle Repubbliche socialiste sarrite, firmata Zdanov, e quella fu la scintilla che scatenò l’incendio. Nacque Sarrismo, gioia e rivoluzione e dopo un po’ al sito irruppe il commissario politico Sandro Ruotolo, che diede una connotazione ideologica e seria al fenomeno, al punto che fino a poco fa si è parlato persino di una lista sarrista alle Amministrative di Napoli. Da quel momento in poi, l’operazione Sarri comunista è stata il manganello per dare addosso agli allenatori riformisti tipo Benitez e Ancelotti e per alimentare la contestazione al presidente “romano” Aurelio De Laurentiis(qui siamo sul fronte del “papponismo” ma non deviamo). Adesso che tutto è crollato, su queste macerie della presunta diversità napoletana, vale la pena riportare le parole di Vittorio Zambardino sul Napolista, dove scrive anche Guido Ruotolo, in dissenso dal fratello Sandro: “È stata una sporca operazione ideologica di massa, alla quale Napoli ha abboccato, e averla protratta fino a ieri dimostra che il veleno a Napoli si vende a poco prezzo e piace a molti”.
  15. E continua ....!! Quindi il Comunista Comunitarista diventa il capo della squadra dei ladri ?? “ in chisto mondo addavveni’ baffone “. Ma sono sicuro che “Maurizio “ ( così il Cazzaro Fosforo chiama confidenzialmente il compagno Sarri) , da Comunista tutto di un pezzo , chiederà la cancellazione dei 2 scudetti ed una penalizzazione di punti da scontare nel prossimo campionato . Ahahahahaha , che ebe te !! fosforo41 106 1311 messaggi Inviata 22 aprile (modificato) · Come ho scritto anch'io, in Italia non scende in campo la Juve, scende in campo la juve+1, dove l'1 interviene con discrezione, solo all'occorrenza. Mentre ai tempi di Moggi, detto Lucky Luciano, l'intervento era più frequente e diretto, altrimenti dopo la partita si rischiava di restare chiusi a chiave nello spogliatoio. A proposito di quegli scudetti RUBATI, sul sito uffi.ciale della Juventus F.C. fino a ieri venivano conteggiati 36 scudetti, da oggi questi LADRI svergognati ne contano 37. In realtà erano 34 e oggi sono 35. Conteggiano anche i due scudetti rubati e annullati dalla giustizia sportiva. E la Federazione continua a chiudere ambedue gli occhi e a non intervenire nonostante le ripetute segnala.zioni di questa vergogna. È come se Berlusconi si candidasse al Parlamento europeo dicendo di essere incensurato. Una federazione seria intimerebbe al club bianconero di correggere quel dato FALSO e gli infliggerebbe come minimo due punti di penalizzazione da scontarsi nel prossimo campionato. Ma è inutile parlare: una federazione seria un club fraudolento come la Juve di Moggi, Bettega e Giraudo non lo avrebbe retrocesso in B, lo avrebbe RADIATO. Avrebbe detto: cari signori Agnelli ed Elkann, cambiate la denominazione sociale e i colori del vostro club, chiedete scusa ai tifosi e ripartite in grazia di Dio dalla Terza Categoria Dilettanti.