mark222220

  • Numero messaggi

    825
  • Registrato

  • Ultima Visita

mark222220 è il vincitore del giorno giugno 19

mark222220 ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

154 Sono il Re del Forum

Su mark222220

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Cari Forumisti , ci risiamo !! Il Cazzaro di Napoli manifesta la propensione al “voltagabbanismo” a ed in ogni occasione . E’ un buffone che non solo non conosce dove stia di casa la dignità , addirittura non ne conosce nemmeno il senso etimologico . Un sintesi : per questo povero idio ta , la dignità , potrebbe pure essere un ingrediente della Pastiera . Ed allora , io che “odio” i portatori sani ed insani di questa patologia , sono costretto ad intervenire per ristabilire la verità , che , se qualcuno se ne fosse dimenticato , esiste in misura unica . Una e basta e non 3, 5 , 10 come il Cazzaro Partenopeo per darsi un tono e chiedere una personale gratificazione sul forum , sciorina a più riprese quando gli fa comodo . Ed allora , dopo aver ricordato a chi se lo fosse dimenticato che il razzista Salvini e’ il Ministro degli Interni grazie all’impegno e la costanza del suo grande concittadino Giggino Di Maio, dallo stesso Cazzaro Fosforo 31, elevato a politico di prim’ordine e di livello statosferico , dopo aver ricordato al Cazzaro di Napoli che lui stesso ha augurato tramite il Presidente del Consiglio Conte , tanti auguri e buon lavoro allo stesso Salvini come facente parte di un importante Dicastero , oggi , la testadiminkia napoletana , si indigna ( giustamente ) per le parole del Felpato razzista verso Saviano e , nel contempo , elegge , addirittura , lo scrittore , a grande Napoletano , lo mette (giustamente ) in prima fila come baluardo contro la criminalità , lo prende , addirittura come esempio , tra una schiena dritta ( napoletana ), contro una schiena piegata (milanese ). Adesso , mi direte : beh , dove sta l’anomalia ?? Dove stanno le contraddizioni del Cazzaro ?? Da dove evinci il ruolo di indecoroso e privo di dignità ?? Ve lo spiego subito così potrete giudicare : Circa un anno fa , lo scrittore Saviano , scrisse un articolo denuncia sulla situazione che viveva Napoli . Affronto’ temi come la sicurezza , il degrado urbano , i rifiuti , il lavoro , il problema abitativo , le periferie . Concludeva addossando al Sindaco De Magistris gran parte delle colpe non solo non ritenendolo all’altezza , ma anche di aver , priditoriamente e scientemente , disatteso alle promesse fatte ai Napoletani !! Apriti cielo !! Scatto’ immediatamente , sul forum ,la reazione del Cazzaro Fosforo 31, che non ebbe parole “cordiali “ verso Saviano . Lo accusò di essere un nemico della città , del Sindaco e di Napoli . Derubrico’ a falsità le parole di Sa viano smentendole una ad una . Termino’ con una chicca che , letta ora rispetto al presente post del Cazzaro , farebbe solo ridere ( o piangere , nda) : “ Oltre tutto Saviano non e’ di Napoli ( sic, nda) e non deve e non può giudicare la città dall’alto della sua permanenza nei suoi attici di New York dove vive ben protetto e scortato”. Capito ?? Ecco fate un raffronto e giudicate . Credo di essere troppo buono quando definisco il Cazzaro di Napoli un losco , un turpe , uno svergognato individuo. Saluti
  2. Cari Forumisti , ci risiamo !! Il Cazzaro di Napoli manifesta la propensione al “voltagabbanismo” a ed in ogni occasione . E’ un buffone che non solo non conosce dove stia di casa la dignità , addirittura non ne conosce nemmeno il senso etimologico . Un sintesi : per questo povero idio ta , la dignità , potrebbe pure essere un ingrediente della Pastiera . Ed allora , io che “odio” i portatori sani ed insani di questa patologia , sono costretto ad intervenire per ristabilire la verità , che , se qualcuno se ne fosse dimenticato , esiste in misura unica . Una e basta e non 3, 5 , 10 come il Cazzaro Partenopeo per darsi un tono e chiedere una personale gratificazione sul forum , sciorina a più riprese quando gli fa comodo . Ed allora , dopo aver ricordato a chi se lo fosse dimenticato che il razzista Salvini e’ il Ministro degli Interni grazie all’impegno e la costanza del suo grande concittadino Giggino Di Maio, dallo stesso Cazzaro Fosforo 31, elevato a politico di prim’ordine e di livello statosferico , dopo aver ricordato al Cazzaro di Napoli che lui stesso ha augurato tramite il Presidente del Consiglio Conte , tanti auguri e buon lavoro allo stesso Salvini come facente parte di un importante Dicastero , oggi , la testadiminkia napoletana , si indigna ( giustamente ) per le parole del Felpato razzista verso Saviano e , nel contempo , elegge , addirittura , lo scrittore , a grande Napoletano , lo mette (giustamente ) in prima fila come baluardo contro la criminalità , lo prende , addirittura come esempio , tra una schiena dritta ( napoletana ), contro una schiena piegata (milanese ). Adesso , mi direte : beh , dove sta l’anomalia ?? Dove stanno le contraddizioni del Cazzaro ?? Da dove evinci il ruolo di indecoroso e privo di dignità ?? Ve lo spiego subito così potrete giudicare : Circa un anno fa , lo scrittore Saviano , scrisse un articolo denuncia sulla situazione che viveva Napoli . Affronto’ temi come la sicurezza , il degrado urbano , i rifiuti , il lavoro , il problema abitativo , le periferie . Concludeva addossando al Sindaco De Magistris gran parte delle colpe non solo non ritenendolo all’altezza , ma anche di aver , priditoriamente e scientemente , disatteso alle promesse fatte ai Napoletani !! Apriti cielo !! Scatto’ immediatamente , sul forum ,la reazione del Cazzaro Fosforo 31, che non ebbe parole “cordiali “ verso Saviano . Lo accusò di essere un nemico della città , del Sindaco e di Napoli . Derubrico’ a falsità le parole di Sa viano smentendole una ad una . Termino’ con una chicca che , letta ora rispetto al presente post del Cazzaro , farebbe solo ridere ( o piangere , nda) : “ Oltre tutto Saviano non e’ di Napoli ( sic, nda) e non deve e non può giudicare la città dall’alto della sua permanenza nei suoi attici di New York dove vive ben protetto e scortato”. Capito ?? Ecco fate un raffronto e giudicate . Credo di essere troppo buono quando definisco il Cazzaro di Napoli un losco , un turpe , uno svergognato individuo. Saluti
  3. Guarda , Cazzaro, non c’era proprio nessun dubbio sulla tua capacità di esplicitare . Se tu non l’avessi manifestata sarebbero cadute tutte le certezze di cui e’ in possesso tutto il forum . Quale ?? Quella che sei un Cazzaro creti no nonché pericoloso nemico della sinistra . Un ebe te senza dignità che hai saputo solo sparare su di un governo di sx e sui suoi elettori di sx . Ora , grazie anche agli energumeni come te , che vivono nel tanto meglio tanto peggio , non hai ancora detto una parola su questo governo razzista e fascista formatosi grazie al consenso del tuo cittadino che a più riprese hai idealizzato . Mi riferisco a Giggino Di Maio . Anzi , per la verità , una cosa l’hai detta. Vado a ripetetela , brutto e sporco fascista :” Tanti auguri ed un sincero in bocca al lupo , professor Conte”. Non ti fai skifo ??
  4. Una considerazione: il reddito di cittadinanza, così come concepito nel contratto di governo, sarà chiaramente usufruibile anche dai ROM cittadini italiani ?? Attendo delucidazioni dalla coppia di idio ti Shinycaghetta e Direttoretto dopo la cena di venerdì con Salvini. Saluti ed a risentirci !!
  5. Vado ancora avanti idio ta ?? Ma si , andiamo avanti : GOLETTE - 20 APRILE 2016 Le idee di Piercamillo Davigo sugli arresti «Nessuno viene messo dentro per farlo parlare; viene messo fuori se parla, che è una cosa diversa», dice il nuovo presidente dell'ANM Il magistrato Piercamillo Davigo, 66 anni, che negli anni Novanta lavorò alle inchieste di “Mani Pulite”, è stato eletto all’inizio di aprile presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, l’organo di rappresentanza sindacale – anche se non è ufficialmente un sindacato – dei magistrati. Davigo è noto per alcune posizioni particolarmente radicali – una volta disse che “non esistono innocenti, ma solo colpevoli che non sono stati ancora scoperti” – e intervistato martedì sera da Giovanni Floris su La7 ha confermato .
  6. Vado avanti .......”Ci sono persone che diventano proverbi. Piercamillo Davigo, uno dei più celebri magistrati tricolori, potrebbe essere raccontato attraverso due massime che hanno fatto il giro del mondo: «Rivolteremo l'Italia come un calzino» e l'altra, altrettanto dirompente, «non esistono politici innocenti ma colpevoli su cui non sono state raccolte le prove». O, per dirla con modi spicci, non ci sono innocenti ma colpevoli non ancora scoperti.
  7. Naturalmente il Cazzaro non prova nemmeno a mondarsi il kuletto per la figura di kacca che gli ho fatto fare ed allora vira , stramba e punta sulle mi dichiarazioni ritenendole lesive nei confronti del citato magistrato . Eccole qua , idio ta : CANALE NEWS / CRONACHE Anche gli innocenti sono colpevoli. Davigo e il rovescio dello stato di diritto
  8. Oltre ad essere un deficiente , hai pure una vita di mer da !! Ma stai tranquillo , l’importante ,così come capita a tutti i diversamente abili mentalmente , e’ non rendersene conto .
  9. L'Italia è quel grande Paese in cui un ragazzo scarsamente scolarizzato e senza alcuna particolare qualifica se non aver venduto qualche bibita al San Paolo di Napoli , n si ritrova ai vertici dello Stato, grazie ad una SRL privata, e da lì annuncia un censimento dei dipendenti pubblici "raccomandati" per premiare "il merito". Gulp , stragulp ..!! Saluti
  10. Egregio ebe te , se potesse spiegare ( ammesso che ci riesca). Lei lo sa , vero, che per votare ci vuole un documento italiano ed una tessera elettorale . Mi risponda , idio ta , lo sa ? Ecco , testadiminkia , se lo sa , può dirmi come sia possibile che i migranti siano in possesso di detta documentazione per votare ...PD ?? Per quel che riguarda lo “ spazzare via “ le rammento , co@lione”, che i voti del PD sono maggiori a quelli dei razzisti e Fascisti come te costretto a cercarti un lavoro di mer da proprio da quegli arabi che tanto disprezzi e che ti mantengono mentre quelli in Italia ti bombardano la donna ( ammesso che ne abbia una ).
  11. Esprimiamo un sincerio ringraziamenti al nuovo fascista Giggino Di Maio per aver portato al governo i peggiori razzisti d’Europa ..................,,,,........,.,,,..,,,,,...,..,...,,,...,Da Salvini avvertimento a Saviano: "Valutiamo se gli serve la scorta”.
  12. Cari forumisti , mica pensavate che la miniassenza da questi schermi del Cazzaro di Napoli fosse dipesa da una sua profonda ed intima interrogazione personale sugli strascichi che le sue continue bufale possano fare sulle menti, aime’ per loro , meno fortunate . Certo che no !! Il Cazzaro e’ sempre lo stesso e sceglie di fare la sua reentre’ Intervenendo su un argomento che gli provoca dolore sullo sfintere oramai lacerato . Lacerato dagli eventi , dalla storia !! Il Falso Quotidiano , giornalino scandalistico da oramai 20.000 copie giornaliere (in gran parte letto dagli allocchi come il Cazzaro , nda) , mesi fa si fece carico di impostare una campagna giornalistica contro Renzi tramite il padre Tiziano. Detta campagna era basata su “prove false “ , corpi dello stato menzogneri , pubblici ufficiali e carabinieri che hanno fatto man bassa di dossier modificati a uso e consumo . Carabinieri e pubblici ministeri sotto inchiesta . Insomma tutto un “ mer da io” inventato ad arte nel tentativo di smerda re Renzi al fine di disarcionarlo. Naturalmente il Cazzaro Fosforo 31 aderì prontamente ed entusiasticamente a quella campagna leccandosi i baffi, essendo , lo stesso Cazzaro Napoletano, un profondo estimatore del giudice Davigo , una testadiminkia che suole dire :” Ogni imputato e’ colpevole . Gli imputati che vengono prosciolti e quindi dichiarati innocenti sono solo fortunati perché non sono state provate a sufficienza le loro colpe “. Hai capito a che razza di demente ci troviamo di fronte ?? Ma detto questo , e tornando ai fatti Consip , e’ sotto gli occhi di tutti la piega , aime negativa per i Cazzaro Partenopeo , che sta prendendo . Il teorema accusatorio si sta disgregando e polverizzando lasciando sul terreno , mer da , vergogne , falsità . Un altro e decisivo colpo all’inchiesta e’ stato dato dal testimone dell’accusa Vannoni . Un testimone di cui Calandrino è i Cazzaro contavano molto avendo dichiarato che alcune confidenze gli erano state fatte dall’ex Ministro Lotti , amico personale del Renzi . Oggi Vannoni fa chiarezza e dice perché , all’epoca disse ciò , chiama in causa pm e carabinieri che lo sentirono ( e che ora sono tutti sotto inchiesta ), che lo minacciarono di mandarlo a fare un po’ di ferie a Regina Coeli se non avesse fatto un certo tipo di dichiarazioni accusatorie . Ed ecco che allora , il Cazzaro Napoletano Fosforo 31 , sente dentro di se una “invincibile forza “ di tamponare , di mettere un freno alla deriva a cui si sta avviando la vergognosa bufala e , dimostrando per l ‘ennesima volta che per essere Bufalaro bisogna essere pure Semianalfabeti , fa sfoggio e da prova di ciò , inventandosi una “ritrattazione”. E , dopo essersi inventato che la ritrattazione non e’ punibile , cosa vera soltanto se a fine procedimento si arriverà all’assoluzione dell’imputato/i, cosa falsa in caso contrario e quindi punibile con le stesse sanzioni penali irrorate a chi viene condannato per falsa testimonianza , si inventa, comunque , una “ritrattazione “ che non esiste ma che invece sono solo una rappresentazione di “ False Dichiarazioni “ la cui differenza la capirebbe anche Direttoretto da sobrio . False dichiarazioni che Vannoni ha motivato , spiegato e chiarito davanti all’audizione . Spiego meglio tecnicamente : Il nostro ordinamento interviene a vario titolo nel sanzionare la condotta di chi, richiesto di fornire dichiarazioni nel corso di un procedimento penale, renda dichiarazioni false ovvero taccia, in tutto o in parte, ciò che sa intorno ai fatti sui quali viene sentito. In particolare gli artt. 371 bis, 371 ter e 372 c.p. prevedono, nell’ordine, ipotesi di “false dichiarazioni al pubblico ministero”, di “false dichiarazioni al difensore” e di “falsa testimonianza”. Sennonché, accanto alle figure del Pubblico Ministero, del Difensore e del Giudice, l’intervento (a più riprese del legislatore ha omesso di considerare l’ipotesi in cui destinatario di false o reticenti dichiarazioni risulti essere un altro importantissimo attore del procedimento penale, vale a dire la Polizia Giudiziaria. Ciò appare ancor più grave ed inspiegabile ove si consideri come solo in rare occasioni, nella prassi giudiziaria, il Pubblico Ministero compia personalmente atti di indagine, delegandone il più delle volte l’esecuzione proprio alla Polizia Giudiziaria. È apparso allora a taluno sostenibile che le false dichiarazioni rese a quest’ultima potessero essere ricondotte nell’ambito del delitto di “false dichiarazioni al pubblico ministero” di cui all’art. 371 bis c.p., in virtù dell’identità dei beni giuridici coinvolti, della coincidenza cronologica delle dichiarazioni rese, inserite in entrambi i casi nella fase delle indagini preliminari, della subordinazione e dell’esecutività che caratterizzano l’operato della Polizia Giudiziaria nelle ipotesi in cui essa agisca su delega del Pubblico Ministero, nonché della complessiva equiparazione processuale, quanto a regole di svolgimento dell’atto, prescrizioni di contenuto ed utilizzazione nel processo, tra le dichiarazioni rese al pubblico ministero e le dichiarazioni rese alla polizia giudiziaria, rendendo i risultati in quest’ultima ipotesi conseguiti logicamente suscettibili della medesima tutela apprestata relativamente alla falsa dichiarazione resa direttamente dinanzi al Pubblico Ministero. Chiaro , cari forumisti ?? Ecco , allora , per chi avesse già iniziato a farlo, continui pure a sputare in faccia al Cazzaro di Napoli , chi non lo avesse ancora incominciato a farlo , inizi subito senza indugio . Saluti
  13. Cari forumisti , mica pensavate che la miniassenza da questi schermi del Cazzaro di Napoli fosse dipesa da una sua profonda ed intima interrogazione personale sugli strascichi che le sue continue bufale possano fare sulle menti, aime’ per loro , meno fortunate . Certo che no !! Il Cazzaro e’ sempre lo stesso e sceglie di fare la sua reentre’ Intervenendo su un argomento che gli provoca dolore sullo sfintere oramai lacerato . Lacerato dagli eventi , dalla storia !! Il Falso Quotidiano , giornalino scandalistico da oramai 20.000 copie giornaliere (in gran parte letto dagli allocchi come il Cazzaro , nda) , mesi fa si fece carico di impostare una campagna giornalistica contro Renzi tramite il padre Tiziano. Detta campagna era basata su “prove false “ , corpi dello stato menzogneri , pubblici ufficiali e carabinieri che hanno fatto man bassa di dossier modificati a uso e consumo . Carabinieri e pubblici ministeri sotto inchiesta . Insomma tutto un “ *** io” inventato ad arte nel tentativo di smerda re Renzi al fine di disarcionarlo. Naturalmente il Cazzaro Fosforo 31 aderì prontamente ed entusiasticamente a quella campagna leccandosi i baffi, essendo , lo stesso Cazzaro Napoletano, un profondo estimatore del giudice Davigo , una testadiminkia che suole dire :” Ogni imputato e’ colpevole . Gli imputati che vengono prosciolti e quindi dichiarati innocenti sono solo fortunati perché non sono state provate a sufficienza le loro colpe “. Hai capito a che razza di demente ci troviamo di fronte ?? Ma detto questo , e tornando ai fatti Consip , e’ sotto gli occhi di tutti la piega , aime negativa per i Cazzaro Partenopeo , che sta prendendo . Il teorema accusatorio si sta disgregando e polverizzando lasciando sul terreno , mer da , vergogne , falsità . Un altro e decisivo colpo all’inchiesta e’ stato dato dal testimone dell’accusa Vannoni . Un testimone di cui Calandrino è i Cazzaro contavano molto avendo dichiarato che alcune confidenze gli erano state fatte dall’ex Ministro Lotti , amico personale del Renzi . Oggi Vannoni fa chiarezza e dice perché , all’epoca disse ciò , chiama in causa pm e carabinieri che lo sentirono ( e che ora sono tutti sotto inchiesta ), che lo minacciarono di mandarlo a fare un po’ di ferie a Regina Coeli se non avesse fatto un certo tipo di dichiarazioni accusatorie . Ed ecco che allora , il Cazzaro Napoletano Fosforo 31 , sente dentro di se una “invincibile forza “ di tamponare , di mettere un freno alla deriva a cui si sta avviando la vergognosa bufala e , dimostrando per l ‘ennesima volta che per essere Bufalaro bisogna essere pure Semianalfabeti , fa sfoggio e da prova di ciò , inventandosi una “ritrattazione”. E , dopo essersi inventato che la ritrattazione non e’ punibile , cosa vera soltanto se a fine procedimento si arriverà all’assoluzione dell’imputato/i, cosa falsa in caso contrario e quindi punibile con le stesse sanzioni penali irrorate a chi viene condannato per falsa testimonianza , si inventa, comunque , una “ritrattazione “ che non esiste ma che invece sono solo una rappresentazione di “ False Dichiarazioni “ la cui differenza la capirebbe anche Direttoretto da sobrio . False dichiarazioni che Vannoni ha motivato , spiegato e chiarito davanti all’audizione . Spiego meglio tecnicamente : Il nostro ordinamento interviene a vario titolo nel sanzionare la condotta di chi, richiesto di fornire *** nel corso di un procedimento penale, renda dichiarazioni false ovvero taccia, in tutto o in parte, ciò che sa intorno ai fatti sui quali viene sentito. In particolare gli artt. 371 bis, 371 ter e 372 c.p. prevedono, nell’ordine, ipotesi di “false *** al pubblico ministero”, di “false dichiarazioni al difensore” e di “falsa testimonianza”. Sennonché, accanto alle figure del Pubblico Ministero, del Difensore e del Giudice, l’intervento (a più riprese del legislatore ha omesso di considerare l’ipotesi in cui destinatario di false o reticenti dichiarazioni risulti essere un altro importantissimo attore del procedimento penale, vale a dire la Polizia Giudiziaria. Ciò appare ancor più grave ed inspiegabile ove si consideri come solo in rare occasioni, nella prassi giudiziaria, il Pubblico Ministero compia personalmente atti di indagine, delegandone il più delle volte l’esecuzione proprio alla Polizia Giudiziaria. È apparso allora a taluno sostenibile che le false *** rese a quest’ultima potessero essere ricondotte nell’ambito del delitto di “false *** al pubblico ministero” di cui all’art. 371 bis c.p., in virtù dell’identità dei beni giuridici coinvolti, della coincidenza cronologica delle dichiarazioni rese, inserite in entrambi i casi nella fase delle indagini preliminari, della subordinazione e dell’esecutività che caratterizzano l’operato della Polizia Giudiziaria nelle ipotesi in cui essa agisca su delega del Pubblico Ministero, nonché della complessiva equiparazione processuale, quanto a regole di svolgimento dell’atto, prescrizioni di contenuto ed utilizzazione nel processo, tra le *** rese al pubblico ministero e le dichiarazioni rese alla polizia giudiziaria, rendendo i risultati in quest’ultima ipotesi conseguiti logicamente suscettibili della medesima tutela apprestata relativamente alla falsa dichiarazione resa direttamente dinanzi al Pubblico Ministero. Chiaro , cari forumisti ?? Ecco , allora , per chi avesse già iniziato a farlo, continui pure a sputare in faccia al Cazzaro di Napoli , chi non lo avesse ancora incominciato a farlo , inizi subito senza indugio . Saluti
  14. Il Csm stabilirà a metà luglio l’esito del procedimento disciplinare a carico dei pm napoletani Henry John Woodcock e Celeste Carrano in relazione alla famosa inchiesta Consip (di cui tra parentesi si vorrebbe sapere più o meno la tempistica). Ieri c’è stata un’udienza importante, purtroppo oggi un po’ nascosta dai giornali, che ha visto in campo due versioni diverse: da una parte l’ex consigliere economico di Palazzo Chigi Filippo Vannoni (“Feci il nome di Lotti solo per cavarmi di impaccio”), dall’altro l’ex capitano del Noe Giampaolo Scafarto – quello che aveva manomesso i brogliacci delle intercettazioni, prima sospeso dal servizio e poi riammesso – che al contrario ha detto che non vi fu da parte sua nessuna intimidazione nei confronti del Vannoni. Ma se da una parte è perfettamente logico che Scafarto ribadisca che l’interrogatorio fu da lui condotto in stile assolutamente british, è difficile spiegare quale interesse avrebbe Vannoni a insistere sulla sua versione. Che oltre tutto è ricca di particolari, a partire da quello già reso mesi fa dall’ex consigliere economico e sostanzialmente ribadita ieri: “All’inizio dell’interrogatorio il pm Woodcock mi invitò a guardare dalla finestra il carcere di Poggioreale, chiedendomi se volessi fare una vacanza”. E ancora: “Mi dicevano ‘confessi, confessi'”. La cosa è inquietante non poco. Mentre il tempo passa, e l’inchiesta Consip sembra più un sufflé che un processo allo Stato – o per meglio dire al governo Renzi -, abbiamo di fronte uno dei principali “testimoni d’accusa” che si ritrae e contrattacca. Aspettiamo con ansia di vedere come va a finire. A differenza di Antonella Mascali del Fatto noi non diciamo “non è vero niente”. Noi non siamo la buca delle lettere di alcuno e le sentenze non le emettiamo. Le attendiamo. Democratica 20/6/2018