press-milano9

  • Numero messaggi

    10
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

0 Calma piatta

Su press-milano9

  • Rank
    Utente base
  • Compleanno
  1. ISTech annuncia una nuova collaborazione sul mercato svedese con Intercut, società leader nella distribuzione di macchine utensili da taglio, sia nel settore della lamiera che dell’asportazione. Azienda italiana specializzata nella produzione di segatrici a nastro produttive e affidabili, ISTech ha scelto Intercut come distributore per i suoi prodotti in Svezia, grazie alla comprovata esperienza nel settore del taglio, dalla professionalità e dalla capacità di offrire supporto nel processo di acquisto così come nel post-vendita. Fondata nel 1988, Intercut è un punto di riferimento – in Svezia – nel settore dei macchinari e dei prodotti per la lavorazione della lamiera. Oltre alla qualità della sua offerta, si distingue per il suo supporto al cliente, per la sua capacità di consigliarlo in fase di acquisto e di effettuare poi tempestivi interventi di manutenzione in caso di guasti. Nata nel 1994 da precedenti esperienze nel settore, ISTech (Italian Sawing Technology) ha come mission quella di realizzare un prodotto italiano che, per qualità e affidabilità, si ponga come migliore rispetto ai più grossi nomi del mercato internazionale delle segatrici a nastro. Ed è proprio questa continua ricerca di miglioramento che l’ha condotta verso l’eccellenza. Grazie alle costanti innovazioni, ISTech produce macchinari sempre più precisi, produttivi e affidabili, garantendo solo il meglio per i propri consumatori. I macchinari a marchio ISTech Segatrici sono pensati per rispondere ad ogni esigenza del cliente: vengono valutate le singole necessità, studiate le migliori soluzioni e fornito supporto, sia prima che dopo l’acquisto, sempre con professionalità, competenza e passione. Negli ultimi anno ISTech sta rivolgendo sempre maggiori attenzioni all’automazione di taglio, con impianti in grado di gestire l’intero processo produttivo - dal carico delle barre, alla gestione dei pezzi tagliati – e di dialogare con il software aziendale in ottica 4.0. Ed è questa sua filosofia, che ISTech vuole ora portare anche nel mercato svedese, forte della partnership con Intercut e della comune condivisione di valori e obiettivi. Per una crescita che mira sempre più al mercato europeo, e che intende offrire ad officine e aziende un prodotto dalla qualità elevata, frutto di una progettazione Made In Italy. ISTech Segatrici www.istech-segatrici.com
  2. Milano, luglio 2018 – Lo utilizziamo tutti i giorni, per i gesti più quotidiani: riporre libri e documenti, scartare un pranzo pronto o imballare una bottiglia di vino. Il cartone è uno dei materiali più diffusi, soprattutto per il packaging. Il cartone ha però anche un’altra importante caratteristica: l’essere riciclabile. Ed è proprio questa peculiarità che ha spinto ratioform, azienda milanese specializzata nella vendita di imballaggi industriali, a mettere a punto un’iniziativa davvero originale: “Arte e scatole”, un viaggio alla scoperta di come importanti artisti contemporanei hanno utilizzato il cartone come mezzo espressivo. “Arte e scatole” non ha solo l’obiettivo di portare all’attenzione del pubblico le diverse modalità tramite cui può essere impiegato il cartone (anche, appunto, per realizzare opere d’arte) ma mira anche a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di adottare uno stile di vita sostenibile. La riciclabilità del cartone, infatti, consente di utilizzarlo e ri-utilizzarlo in mille modi diversi, limitando così gli sprechi e l’impatto ambientale. Tra gli artisti intervistati nell’ambito dell’iniziativa, molti nomi di spicco del panorama artistico internazionale, da James Lake a Mark Langan, da Kiel Johnson a Carlo Casarini e Dosshaus. Pur nella diversità degli stili e delle modalità espressive, tutti gli artisti coinvolti in “Arte e scatole” presentano un comune denominatore: la capacità di riconoscere nel cartone un valore che, nella vita di tutti i giorni, scordiamo spesso di attribuirgli. Nelle differenti visioni degli artisti, il cartone si trasforma da semplice involucro a opera d’arte, da contenitore, oggetto passivo deputato alla sola funzione di ospitare ciò che realmente ci interessa, a soggetto attivo, capace di veicolare valori importanti. Che si tratti di sculture, creazioni, oggetti scenografici o complementi d’arredo, ciò che “Arte e scatole” vuole mettere in luce sono le infinite potenzialità di un materiale che non può e non deve ridursi a semplice imballaggio ma al contrario è estremamente versatile, tanto da poter essere riutilizzato nei modi più svariati. Permettendo così di stimolare la nostra creatività. E di salvaguardare l’ambiente. Le interviste pubblicate sul blog di ratioform: James Lake > leggi l’intervista qui [LINK]. Mark Langan > leggi l’intervista qui [LINK]. Kiel Johnson > leggi l’intervista qui [LINK]. Carlo Casarini > leggi l’intervista qui [LINK]. Dosshaus > leggi l’intervista qui [LINK].
  3. I reati calano, ma cresce la richiesta di sistemi di sicurezza: a chi rivolgersi? Milano, Aprile 2018 - Nei primi sette mesi del 2017, i reati denunciati alle forze di polizia sono calati del 12 per cento, ha detto il ministro dell’Interno Marco Minniti. Tra questi sono in calo anche rapine e furti, due reati che aumentano spesso negli anni di crisi economica. Le rapine sono passate da 19 mila a poco meno di 17 mila. I furti sono passati da 783 mila a 702 mila. Si attendono dati aggiornati per valutare l’andamento di specifici tipi di furti, come quelli in appartamento, che nell’ultimo decennio erano quasi raddoppiati. L’Annuario statistico nazionale diffuso nel dicembre 2017 dall’Istat certifica che nel 2015 sono in calo rispetto all’anno precedente furti (-7,0%) e rapine (-10,6%). Nonostante questi numeri incoraggianti, la percezione della criminalità rimane alta tra gli italiani. Secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio europeo sulla sicurezza, pubblicato a febbraio 2017, la criminalità è la terza preoccupazione degli italiani, dopo i pericoli globali come terrorismo e disastri naturali, e dopo le incertezze economiche. In particolare, il 29% degli italiani teme di subire un furto in casa. Il settore dei sistemi di antifurto ha notato che le persone hanno una sensibilità maggiore verso il fenomeno e la crescente richiesta di sistemi di sicurezza: anche chi pensava di non avere bisogno di protezione, oggi comincia a cercare *** a riguardo, ricercando caratteristiche molto specifiche a livello tecnico. Perché, in realtà, il dato davvero incoraggiante è questo: nell’85% dei tentativi di effrazione con allarme inserito i ladri fuggono. Questo grazie ai sistemi di sicurezza ed in particolare ai sistemi di sicurezza esterni che, oltre ad impedire la minaccia alla sicurezza personale e il furto di oggetti di valore, prevengono anche il danno alla proprietà, per il mancato tentativo di scasso, poiché il ladro viene allontanato ancora prima di avvicinarsi ai muri di casa. Per conoscere la soluzione più adatta a te, GLM Security ti dà la possibilità di usufruire di una consulenza professionale, di un check up sicurezza e un’attenta analisi del rischio di casa tua. Se vuoi protezione, scegli GLM Security! GLM Security Viale Pasubio 6, Milano 800.587.645 – 02.63.47.14.60 ***@glmsecurity.it http://www.glmsecurity.it
  4. I libri durante un trasloco vanno protetti: scopri la scatola giusta per ogni volume! Milano, Febbraio 2018 – Quando si fa un trasloco, gli oggetti a cui teniamo di più corrono sempre dei rischi: tra l’atto stesso di riporli negli scatoloni al viaggio nel camion, fino al rimetterli di nuovo in ordine nella nuova casa, il pericolo che si danneggino, indubbiamente, è alto. Il momento più delicato, tuttavia, è il trasporto. Per questo motivo, è necessario rendere il loro viaggio il più possibile facile e confortevole. Cominciando dall’ABC: l’imballaggio. Nel caso dei libri, in particolare, la scelta degli scatoloni giusti dove riporli è fondamentale per farli arrivare sani e salvi nella nuova casa. Un consiglio, ad esempio, è quello di utilizzare scatole abbastanza piccole, magari contrassegnandole con un’etichetta in modo da riconoscerne immediatamente il contenuto e snellire così le operazioni di riordino. Altro accorgimento utile è “rafforzare” gli scatoloni con del nastro adesivo, anche disposto a trama incrociata, per evitare che durante il trasporto si possano rompere. Allo stesso modo, anche l’interno delle scatole deve essere adeguatamente foderato affinché i libri non subiscano danni: una buona idea può essere quella di metterci dentro della carta di giornale arrotolata, delle patatine di polistirolo o, in caso di scatoloni di grandi dimensioni, coperte o asciugamani, che possano attutire i colpi. L’alternativa a questi escamotage “fai da te” è rivolgersi a un professionista, che saprà indicarti la soluzione più adatta alle tue esigenze. ratioform, azienda leader del settore, offre diverse modalità di imballaggio per trasportare i libri in tutta sicurezza: dalle semplici scatole con alette alle scatole per archivio con maniglie, fino alle buste per spedizioni e agli imballi fustellati con adesivo autofix. Se c’è un volume a cui tieni particolarmente, ad esempio, potresti optare per una soluzione più “rinforzata”, mentre per riviste o altri volumi di poco spessore utilizzare una semplice busta di spedizione. La possibilità di avere diverse soluzioni tra cui scegliere rappresenta già un importante vantaggio per trasportare i tuoi libri senza pensieri!
  5. Tanto divertimento e alta qualità dell'insegnamento per scoprire la bellezza di un'altra cultura. Milano, 12 Febbraio 2018 – Imparare l’inglese divertendosi: questo è l’obiettivo delle vacanze studio di Open Minds, pensate per offrire ai ragazzi dai 12 ai 18 anni non solo un corpo insegnanti di altissima qualità ma anche la possibilità di migliorare il proprio livello di inglese attraverso un’esperienza realmente formativa, vivendo la quotidianità delle famiglie inglesi che li ospitano. Per illustrare come si articolano i soggiorni studio, il 24 febbraio, dalle ore 15 alle ore 17 presso la sede di Open Minds in Piazza IV Novembre a Milano, è stato organizzato un divertente evento per presentare il programma delle vacanze in UK per il 2018 e, con l’occasione, approfondire, con leggerezza, le differenze culturali tra Italia e Inghilterra. Una delle peculiarità delle vacanze studio di Open Minds, infatti, consiste nell’organizzare i soggiorni in piccoli villaggi rurali, lontano dal traffico e dai rumori della grande città, per scoprire la “vera” Inghilterra, in cui sono ancora oggi vive tradizioni tipicamente “british”. Orari diversi (anche per i pasti) dolci mai visti in Italia e abitudini radicalmente differenti dalle nostre: venire a contatto con tutto questo, per i ragazzi, costituisce un profondo arricchimento culturale, un modo per “aprire la mente” e diventare sul serio cittadini del mondo. Attraverso un divertente quiz a premi, durante l’evento si avrà la possibilità di scoprire, in modo spiritoso, le caratteristiche del british way of life. Scopo del gioco, infatti, è mettere a confronto le abitudini e le tipicità culturali inglesi, rivelando così quanto i concorrenti – divisi in squadre - conoscano effettivamente l’Inghilterra e le sue tradizioni. La squadra vincente sarà premiata con prelibatezze britanniche, fatte arrivare appositamente sul suolo italiano per l’occasione. Da come è organizzata la scuola alle abitudini alimentari - incluso, naturalmente, il sacro rito del tè, ancora oggi rigorosamente osservato dalla maggior parte delle famiglie inglesi - fino al proverbiale sense of humor e al ménage domestico: divertendosi, tramite questo gioco si avrà la possibilità di conoscere questo e tante altre curiosità di costume tipicamente british. Per non dimenticare, infine, uno degli aspetti più importanti: la lingua. Proprio come l’italiano, infatti, anche l’inglese ha diversi accenti: conoscerli rappresenterà un valore aggiunto per i ragazzi che, in questo modo, impareranno a percepire tutte le sfumature dell’idioma diventato la lingua universale per comunicare nel mondo. Dati i posti limitati, è gradita la prenotazione al numero 02671658091. Per infornmazioni: claudia@open-minds.it http://www.open-minds.it/blog/viaggi-studio-inghilterra/vacanze-studio-in-inghilterra-vieni-a-conoscere-il-tutor-1250
  6. L'azienda ITS spiega tutte le novità riguardanti il nuovo Regolamento UE sul trattamento dei dati personali e come applicarlo. Milano, Gennaio 2018 – Mancano pochi mesi alla piena applicazione del nuovo GDPR, il Regolamento UE per la tutela dei dati personali. Dal 25 maggio 2018, infatti, la normativa dovrà essere ottemperata da tutti i titolari del trattamento di dati sensibili, adottando in formula piena le disposizioni contenute nel documento. Il nuovo GDPR è stato elaborato sulla base di un’esigenza sempre più sentita: in un’epoca in cui la gran parte delle *** personali viaggia su internet, garantire la sicurezza dei dati personali è diventata una priorità. Cyber attacchi, violazioni, furto di dati: scenari che se fino a un paio di decenni fa erano da considerarsi fantascientifici oggi rappresentano una reale minaccia alla sicurezza e alla *** di tutti noi. In questo contesto, il Regolamento UE 2016/679 (altro nome per definire il nuovo GDPR) si pone come uno strumento utile per tutti coloro che sono deputati al compito di vigilare sulla sicurezza dei dati sensibili. Nella normativa, infatti, non solo vengono specificate le diverse tipologie di data breach - come si dice in gergo tecnico - quali ad esempio la perdita, la distruzione o l’accesso non autorizzato, ma vengono enunciate anche le principali misure di sicurezza da mettere in atto per ridurre il rischio di violazioni. Dall’adozione di un Registro del trattamento dei dati a un’adeguata formazione del personale, fino ad accorgimenti più tecnici, come la cifratura dei dati o l’esecuzione di un backup sulle piattaforme cloud, il nuovo GDPR mette a disposizione del titolare del trattamento dei dati regole chiare e precise, così da difendere al meglio la *** dei propri *** e intervenire efficacemente in caso di violazione. E se qualche passaggio della normativa non è chiaro, ad accorrere in aiuto ci pensano gli esperti: ITS, da più di vent’anni leader nel settore delle telecomunicazioni, mette a disposizione dei propri *** un team preparato efficiente per fornire tutta l’*** necessaria nell’applicazione del nuovo Regolamento UE. Con l’aiuto degli esperti di Cyber Security di ITS, i dati personali della tua azienda saranno adeguatamente protetti. Garantire la sicurezza dei propri dati sensibili è la sfida del XXI secolo. E bisogna munirsi degli strumenti adatti per affrontarla al meglio. Per avere maggiori *** visita il sito di ITS: https://www.itssrl.it/