refusi

  • Numero messaggi

    2996
  • Registrato

  • Ultima Visita

refusi è il vincitore del giorno gennaio 14

refusi ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

339 Sono il Re del Forum

2 Followers

Su refusi

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno

Visite recenti

6398 visite al profilo
  1. nz... gli angeli non vanno più di moda, nemmeno i diavoli a meno che non siano serie horror.
  2. chiamato Lucifero, e sì perché per chi non lo sapesse Lucifero prima di diventare demone, il famigerato Satana, era uno degli angeli prediletti da Dio. Ma questa è storia antica, ma come avvenne?? Si narra che un giorno Satana ex Lucifero stanco ed annoiato di stare ad abbronzarsi alla fiamme degli inferi decidesse di salire sulla superficie terrestre, per parlare direttamente con gli uomini e capire cose ne pensassero del suo stato. Così giunto sulla terra alla periferia di un paese si imbatté in un vecchio saggio che stava rientrando a casa e detto fatto gli si presentò come Satana, chiedendo all'uomo cose ne pensasse di lui. L'uomo che era a conoscenza della storia della cacciata di Lucifero dal paradiso, chiese a Satana come fosse potuto accadere, quali fossero state le ragioni delle sua ribellione e del castigo. Satana, soppesò un po' la domanda poi rispose. " Sarebbe troppo lungo spiegarti tutta la storia, ma forse posso farti un esempio, intanto ora io vado a sedermi la sopra e tu mi giri attorno cantando le mie lodi" Detto a fatto Satana si appollaiò sopra a un monumento e l'uomo cominciò a girare attorno cantando, ogni volta che l'uomo accennava a fermarsi Satana lo esortava a continuare. A un certo punto l'uomo stanco di quella situazione, e non riuscendo a comprendere il significato, si rivolse a Satana dicendogli: "Senti ora sono veramente stanco, diamoci il cambio, scendi un po' tu che salgo io" "Ecco appunto, - rispose allora Satana - la stessa cosa che ho detto io."
  3. Come non detto, continua a sommare pere e mele sostenendo che una pera + mela danno come risultato 2. Ma rimangono sempre una pera e una mela. Continui a confrontare e a paragonare fatti e situazioni che non si possono nemmeno correlare fra di loro, fai pure, mi chiedo chi tu stia cercando di convincere con esempi banali a livello di asilo, me no di sicuro, forse te stesso? By
  4. Io… sono dio e a nessuno è consentito affermare il contrario. Sono un dio univoco ed un dio binario. Io sono il dio delle mie gioie dei miei dolori, della mie paure e… dei miei errori. Sono il dio benevolo dei miei difetti, sono in dio irascibile dei miei sospetti sono il dio che accusa e che che non perdona sono il dio che soffre e che da dolore sono il dio che nasce mille volte e mille volte muore nelle mie sfaccettature nei miei cambiamenti. sono il dio che non tollera gli altrui pentimenti. Sono il dio del bene e sono il dio del male a seconda di ciò che più mi conviene che in quel tempo vale. Sono il dio del riso sono il dio del pianto, reiterato nell’errore e nel pentimento. Io sono dio, dio di me stesso e per quanto conta sono un dio anche adesso… ref
  5. .... ecilli? Dalla presunzione, dall'assenza di autocritica, dall'assoluta mancanza e comprensione dell'ironia. A volte basta il nick. Buon anno a tutti.