refusi

  • Numero messaggi

    2837
  • Registrato

  • Ultima Visita

refusi è il vincitore del giorno dicembre 2 2017

refusi ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

309 Sono il Re del Forum

2 Followers

Su refusi

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno

Visite recenti

4497 visite al profilo
  1. Non sarebbe una cattiva cosa, tu non rischi niente invece sai che puzza altrimenti.
  2. Sì forse sono pessimista, ma sei tu che sei "ottimista" a prescindere, tante belle facciate, tante belle fantasie, tante belle illusioni, tanti begli esempi, l'uomo si limita a sopravvivere, riempiendo i suoi spazi di comodità, senza degnarsi di pensare ad altro che a se stesso, almeno il 40% di quello che si definisce uomo, l'altro 60% sta in mutante, e mentre i primi se ne strafregamo per la maggioranza dei secondi, i secondi cominciano a pensare che vorrebbero e potrebbero essere come i primi, il risultato è sotto i nostri occhi. Siamo diventati animali senzienti ed egoisti, pensiano solo a noi stessi o quanto meno alla piccola o grande che sia "tribù" che ci circonda escludendo nelle maggior parte dei carsi tutto il resto, il resto non ci riguarda. Non è cosa nostra. Sopravviviamo illudendoci di vivere e riempiandoci la bocca ed il cervello di retorica nella falsa considerazione di essere degli esseri superiori, e così non è. Ci scandalizziamo per un bimba che muore (e che non avrebbe dovuto morire), annegando nell'adriatico cadendo da un barcone, ignorando, volutamente ignorando, che nel medesimo e preciso istante altri 12 bambini sono morti per denutrizione o banali malattie e altrettanti ne moriranno nell'istante successivo e nell'altro ancora e ancora e ancora per tutto il giorno, la settimana, il mese l'anno, il secolo successivo. Ma questo non fanno notizia, ci disturba ammeterlo ci farebbe riconsiderare il nostro buonismo di facciata creandoci problemi e rimorsi, ma noi non vogliamo rimorsi che diamine mica possiamo fare tutto noi no? Qualcunaltro ci deve pensare e che diamine. Qualcunaltro. L'uomo è l'unico animale che non uccide per necessità o per fame, lo fa per interesse o divertimento. Siamo l'unico animale che ha perso la coscienza di specie, abbiamo solo l'interesse singolo o di "casta", solo questo ci interessa. Ma è vero, per fortuna non siamo tutti così, fortunatamente ogni 100 anni nesce un uomo che possa considerarsi veramente tale.
  3. Lo sento che arriva mi blocco, resto muto è sempre più forte esplodo, starnuto. Ho la testa che pesa mi lacrimano gli occhi naso che cola e il fazzoletto sale ad arginar gli sbocchi. Ormai per me la vita si fa dura i medici hanno detto detto: "Non c'è nessuna cura" Ma non si tratta di virus di pollini o bacilli io sono allergico, purtroppo, agli ***. (i.m.b.e.c.illi)
  4. Ecco uno che ha subito capito tutto, . ps. Il fascismo come il nazismo sono una dimenticanza voluta, in quanto non appertengono più ai nostri tempi, anche se hanno lasciato strascichi soprattutto in quelli che continuano a gridare al lupo. Ma non ho dimenticato solo quelli ho dimenticato anche un sacco di varie dittature e staterelli vari, mi sono limitato a condiderare democrazia e comunismo in quanto prevalenti e con pretese di egemonia mondiale entrambe convinte di essere nel giusto, e potrebbero anche esserlo entrambe, peccato che ci sia sempre un difetto e come dicevano i nostri nonni... il difetto sta sempre nel manico,,, nel senso che è sempre colpa dell'utilizzatore e non dell'atrrezzo, l'uomo. ps, forse dovresti rileggere... si sa mai magari prima o poi ci arrivi, in ogni caso senza rendertene conto, non hai fatto altro che darmi una conferma.
  5. Questione di gusti, ma come fai, monti a cassetta o ti attacchi alle staffe della sella?
  6. Immagino che da anni sia in fermo posta.
  7. no, mi basta leggerti di tanto in tanto
  8. no, mi basta leggerti di tanto in tanto
  9. Mi spiace, se avessi frequentato l'ambiente malgrado le mie scarse capacità narrative avrei anche potuto provarci, ma ne sono "purtroppo" lontano, non saprei come ne da dove iniziare, ma forse lei Sig. ahaha.ha potrebbe documentermi in merito
  10. Legenda -. 1) *** p.u.t .t.a.n.e 2)*** i.m.b.e.c.i.l.l.i 3)*** idem
  11. Sulla camorra, per la verità e non ha scritto nulla che non fosse già di conoscenza pubblica, non ha scritto novità, non ci sono rivelazioni, non ha fatto nomi e non ha accusato personaggi, solo il sistema. Poi ciliegina sulla torta ha ralizzato una serie televisiva utilizzando manovalanza della camorra. Che strano. Ora vive in un albergo a N Y con scorta armata a spese dello stato, quindi a spese nostre inoltre per ogni comparsata in TV si becca dai 100.000 ai 400.000 eurini... vero poveretto proprio un eroe..., una vittima.
  12. Deriva . Corrente marina lenta e superficiale prodotta da venti di direzione costante. Andare alla deriva. Lasciarsi trascinare dalla corrente – abbandonarsi, subire passivamente gli eventi. Ecco, ho deciso di parlarvi di deriva, no non della deriva dei continenti, già preoccupante di per sé soprattutto per chi abita in alcune zone della crosta terreste. No voglio parlare delle deriva di quanto ci sta sopra la crosta terrestre, di noi, di tutti noi. Bene, noi stiamo andando alla deriva. Noi, noi tutti volenti o nolenti siamo parte passiva in un immenso ammasso fluttuante sulla superficie del pianeta in costante moto verso il disfacimento finale. Indifferenti alle suppliche dei pochi anche perché confuse e quasi sempre in contraddizione. Detto volgarmente signori, stiamo andando a ***, con filosofi capaci di affermare tutto e il contrario di tutto nel arco di pochi anni. Economisti incapaci di vedere al di là del proprio naso o al soldo di intessi immediati che non considerano un futuro che reputano a torto lontano. Affaristi che si arricchiscono ogni giorno sulle spalle di milioni di *** pronti a tutto pur di avere un attimo di notorietà, o truffando altri *** vendendo fumo in rete. Nessuno si vuole rendere conto (possibile?) che a torto o a ragione, di destra o di sinistra questa economia sta andando verso lo sfascio. Non si sarà crescita, non ci sarà ripresa, impossibile rinfrescare un mercato saturo e stanco, sempre più debole, incapace di assorbire quella massa di prodotti il più delle volte superflui che le produzioni industriali riversano sul mercato, quindi, meno mercato, meno lavoro. Meno lavoro meno soldi in circolazione, meno possibilità di acquisto e.. meno mercato e meno lavoro. Si tratta di un semplice processo endemico che non ha nulla di virtuale, che si ritorce su se stesso e che, purtroppo, di questo passo potrà risolversi con una sola soluzione. Basta osservare il passato, basta guardarsi attorno per capire quale, non è difficile basta non essere idioti. Abbiamo fallito questa civiltà ha fallito. Le religioni hanno fallito, troppo prese a celebrare se stesse in inutili e stantie cerimonie nascondendo agli occhi dei più le lordure contenute al proprio interno, o tese a rivendicare la propria supremazia con feroci quanto in utili stragi e rappresaglie. La democrazia ha fallito, come ha fallito il comunismo, termini vaghi soggetti alle interpretazioni di uomini di potere, e al potere dei singoli o delle lobbie. L’uomo ha fallito, forse cresciuto troppo in fretta, forse incapace di gestire istinti animali amplificati dalla ragione e dall’interesse incapace di porsi dei limiti o di sottostare a quelle stesse leggi e regole che si era imposto e condiviso. L’economia ha fallito, ha fallito nell’attimo stesso in cui ha permesso che la finanza sopravanzasse l’industria o l’agricoltura. Ha fallito quando ha permesso che l’interesse di pochi sopravanzasse l’interesse dei più. Ha fallito quando ha consentito facili ed immediati guadagni ai pochi e che il più delle volte si sono tramutati in dolorose perdite per i più, col semplice movimento di capitale e non con un reale investimento sul lavoro. Ha fallito, favorendo e santificando le borse e la speculazione. Ora stiamo gridando al lupo, al lupo, ci preoccupiamo, molto a parole e decisamente poco nella realtà dei fatti, della salute del pianeta. Da veri ipocriti perché decisamente al pianeta non gliene può fregare di meno, al pianeta basteranno qualche migliaio di anni, un respiro per quello che lo riguarda, per rimettere le cose a posto come già accaduto in passato, ma questa volta non saremo noi a raccontare come è andata. E se un dio lassù esiste osservando quanto sta accadendo probabilmente sarà dispiaciuto, pensando peccato è stato un bel tentativo. Prima i rettili, poi i mammiferi, avanti, ora tocca agli insetti.
  13. Rosicare?? Ma a me fanno solo un effetto lassativo. Sono sempre stato indeciso se classificarli come para.uli o come paracarri, poi dedotto che si tratti dei primi sedfuti sopra ai secondi. ahahah.ah non ridere di spalle, non hai un bell'aspetto.