frattalis

  • Numero messaggi

    1412
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da frattalis

  1. Studi hanno dimostrato che l'olio di cocco abbassa il colesterolo oltre a farci stare bene in salute perchè contiene l'acido laurico in una quantità altissima pari quasi al 50% e lo ritroviamo anche nel latte materno, essenziale nutriente per le difese immunitarie del neonato. Noi ne consumiamo un vasetto al mese, piace anche al canino e gli fa bene, ne spalmiamo 1/2 cucchiaini al giorno ovunque ci piaccia, è ottimo anche assieme alla marmellata ed al cioccolato, ma è saporito anche mangiarlo così per chi gradisce tale frutto. Preferibilmente scegliere quello vergine ad estrazione a freddo in modo che tutti i nutrienti sono salvaguardati. Sulla pelle massaggiato dopo la doccia rende la carnagione morbida e viene assorbito anche nell'epidermide profonda aiutando l'elasticità delle cellule, ogni tanto una maschera tenuta per pochi minuti dove le rughe fanno la prima comparsa è un toccasana. "Concluso l’esperimento, come previsto, i consumatori di burro hanno registrato un aumento medio dei livelli di LDL di circa il 10%, che è stato però in parte compensato da un aumento del 5% dei livelli di HDL. Coloro che avevano consumato l'olio d'oliva hanno visto una piccola riduzione, anche se non significativa, del colesterolo LDL e un aumento del 5% dell'HDL. L'olio d'oliva si è quindi dimostrato all’altezza della sua ottima reputazione. "Ma la grande sorpresa ha riguardato l'olio di cocco. Non solo non c'è stato alcun aumento dei livelli di LDL, che era quello che gli esperti si aspettavano visto il contenuto in grassi saturi, ma c'è stato anche un aumento particolarmente significativo del colesterolo "buono” (+ 15%)." https://www.greenme.it/mangiare/alimentazione-a-salute/26215-olio-cocco-colesterolo
  2. Le 6 fasi della consapevolezza personale: – La Vita ti accade – La Vita accade grazie a te – La Vita accade in te – La Vita accade per te – La Vita accade attraverso di te – La Vita è te Cosa significa esattamente elevare la coscienza? Cosa implica? Come fai a misurare il tuo progresso? nel link: https://www.fisicaquantistica.it/evoluzione-personale-e-consapevolezza/3-punti-chiave-per-un-radicale-salto-di-coscienza
  3. Fai quello che vuoi ma fallo bene! Che significa fallo bene? Ognuno lo sa. E se le cose non vanno come ci siamo prefissi e cambiano per strada, che si fa? Alcuni si scorano e si piangono addosso battendosi il petto, e pensano:"lo sapevo! se ascoltavo a .... se davo retta a.... se facevo come aveva detto...." Altri pensano:"E' stata tutta colpa di.... altrimenti." Oppure? Oppure si può anche prendere l'occasione al balzo per tirare le somme, capire se vi è stato uno sbaglio da parte nostra, e se non vi fosse allora si trova il filo conduttore di quella esperienza che era necessaria per insegnarci qualcosa di importante, potrebbe anche essere che l'esito che in quel momento pensiamo ci sia avverso poi ci accorgiamo nel tempo che se fosse accaduto esattamente ciò che ci eravamo prefissati di raggiungere avremo perso una occasione d'oro seguita da quella specie di fallimento momentaneo. Quante cose o persone che ci siamo perse per strada e rimpianto per tanto anzi troppo tempo poi ci hanno felicemente lasciato il posto a ben altro, molto più appagante e che non pensavamo mai che ci sarebbe piovuto come una manna dal cielo? eheheh! Provare per credere.
  4. In genere su molti forum vi sono persone che scrivono per farsi dare un parere disinteressato, ma raramente restano appagate dalle risposte degli altri, perchè vorrebbero qualcuno che capisse a fondo il loro stato d'animo, in realtà ogni testa è un mondo, e per trovare persone che la pensino esattamente come noi su dati argomenti, dovrebbero non solo condividere la nostra medesima cultura, ma perfino le varie esperienze e vicissitudini che ci hanno condotto a pensare come la pensiamo in questo momento, pertanto il migliore consiglio è quello che ci dà la nostra Coscienza, un dialogo è d'obbligo con noi stessi prima di cercarli negli altri.
  5. Il giorno della memoria “corta” – l’ olocausto indiano che nessuno vuole ricordare !! Gli Indiani d’America? Un Popolo libero… almeno finché non siamo arrivati noi! Il principio di base del governo indiano era sempre stato il rifiuto del governo stesso. La libertà dell’individuo era considerata praticamente da tutti gli indiani a nord del Messico come una regola infinitamente più preziosa del dovere dello stesso individuo verso la sua comunità o la sua nazione. Il fenomeno di singoli individui, o piccoli ***, che abbandonavano la tribù di origine per unirsi ad un’altra dello stesso ceppo linguistico era piuttosto comune. La mancanza di un’organizzazione statale portò gli europei a considerare i nativi americani dei selvaggi. L’uomo indiano non aveva obblighi di lavoro o di tributi verso alcun suo simile: cacciava e lavorava unicamente per soddisfare i bisogni propri e della propria famiglia, e una volta soddisfatti questi, poteva dedicare il suo tempo al riposo, alla danza, ad altre arti. Il rispetto delle regole veniva assicurato da associazioni di volontari, che erano di due tipi: di polizia e civili. Esse mantenevano l’ordine, anche durante i trasferimenti degli accampamenti, avevano funzione di sorveglianza dei campi, e di far sì che venissero rispettate le regole di caccia e sull’abbattimento degli alberi (cosa che poteva allontanare la selvaggina). Un bracconiere non veniva privato della libertà, ma gli veniva imposta la consegna delle armi e il sequestro della selvaggina. Il capo tribù non aveva alcuna autorità sui suoi membri. Durante la pace era il portavoce della comunità, un buon oratore per parlamentare con gli altri capi, ma la sua parola non aveva “forza di legge”: può persuadere solo con la parola, non ha altri mezzi di coercizione a disposizione. Era anche l’uomo più generoso della tribù, che faceva grandi dono durante le festività e faceva sì che il bottino delle scorrerie venisse spartito in maniera equa. Durante la guerra (e non è detto che il capo di pace e il capo di guerra coincidessero) rivestiva un ruolo importante, di guida e strategico. Molto spesso era un guerriero abile, in cui gli altri guerrieri avevano fiducia: si creava così una sorta di obbedienza naturale. E se il capo cercava di spingere la tribù in guerra solo per sua gloria personale, i guerrieri lo abbandonavano rifiutando di seguirlo. Era il capo ad essere al servizio della tribù, e non viceversa. Le decisioni più importanti della tribù (guerra, pace, caccia) erano prese da un “consiglio”, il più delle volte formato dagli anziani, dal capo e a volte anche dai membri delle associazioni. Per ogni decisione era necessaria l’unanimità, ma nessuna decisione poteva mai attentare alla libertà individuale di un consociato. I conflitti personali si regolavano attraverso la mediazione del capo o di un familiare. I membri del consiglio, come i capi, erano scelti da tutti gli adulti della comunità. La guerra aveva due funzioni: da una parte un significato rituale, necessario alla stabilità del gruppo, dall’altra impediva la formazione di vaste comunità, e quindi l’emergere stesso di entità politiche superiori all’individuo (statali, dunque). Lo stato di guerra era dunque permanente nella società indiana, ma non aveva come obiettivi ingrandimenti territoriali o conquiste di risorse naturali. Era connaturata al sentimento religioso – di qui il dipingersi il corpo, i canti di guerra – e nessuno era obbligato a parteciparvi. I giovani la vedevano come opportunità per ottenere prestigio. Per provare la sua bravura il guerriero indiano non doveva per forza uccidere il suo avversario, ma gli bastava vincere una prova assegnatagli dalla tribù: sciogliere e portar via un cavallo dal campo, appropriarsi dell’arco di un nemico in un corpo a corpo, colpire l’avversario con la mano (presso i Crow), rubare un fucile o la pipa da cerimonia (presso i Piedi Neri). Erano guerre lampo, la maggior parte delle volte, cui non facevano seguito prerogative di una tribù su un’altra o massacri della tribù sconfitta. Fra le diverse tribù si stringevano spesso delle alleanze, che quando diventavano durature si trasformavano in leghe. Queste leghe avevano competenza però solo per gli affari di guerra, non ledendo in alcun modo la “sovranità” delle singole tribù. Questa visione “anarchica” era presente in tutti i comportamenti, a partire dall’unità sociale più piccola, la famiglia. L’idea di padre-padrone sul continente americano fu portata dagli europei. Il genitore indiano era tendenzialmente restio a punire i figli. Le loro dimostrazioni di caparbietà erano sempre accolte come un’indicazione propizia dello sviluppo di un carattere che stava maturando. Riguardo le donne, la credenza che si diffuse tra i bianchi che uno sposo “comprasse” la moglie era falsa. Non si trattava dell’acquisto di una persona, bensì di un “risarcimento” da parte del giovane alla famiglia della ragazza, alla quale toglieva una parte importante della forza-lavoro: le donne della tribù, infatti, svolgevano mansioni come cucinare, conciare le pelli, preparare la carne dal conservare per l’inverno, e di organizzare il trasporto delle masserizie durante il trasferimento degli accampamenti. Nella società indiana vi era una grande libertà sessuale (usavano delle tisane come contraccettivo e non c’era alcun obbligo di castità prematrimoniale) e furono poche le proibizioni sociali che riguardavano le donne. Il divorzio poteva essere ottenuto semplicemente se entrambi i coniugi fossero stati d’accordo. Quando il capo Oglala Nuvola Rossa fu invitato a Washington DC per negoziare la pace con il Presidente Grant, la sua delegazione comprendeva 16 uomini e 4 donne. Le delegazioni di bianchi impegnate in politica, all’epoca e per molto tempo dopo, erano esclusivamente maschili… L’omosessualità non era uno scandalo. Gli indiani dei *** Sioux, ad esempio, avevano un grande rispetto per omosessuali ed ***: li chiamavano “mezzi uomini” (ma non c’era un senso spregiativo), e a loro veniva affidata una funzione divinatoria e cerimoniale all’interno della tribù. Le predizioni dei mezzi uomini erano tenute in molta considerazione. Questa testimonianza storica serva di lezione a tutti quelli che, imprigionati dai mezzi di comunicazione di massa, credono erroneamente che l’omosessualità sia una faccenda solo degli ultimi tempi, anche in questo caso dunque, la società “selvaggia” indiana ci da una grande lezione di umanità, ponendo massimo rispetto verso chi scegli di vivere la propria sessualità in modo diverso dalla massa. Il contatto con la “civiltà” ruppe l’incantesimo di questa società libera. Eppure molti europei, all’inizio della colonizzazione, erano estasiati dal modo di vivere libero dei nativi. Provenendo da territori dove le convenzioni statali, sociali e religiose erano opprimenti, videro nella vita con gli indiani un occasione di riscatto. In molti abbandonavano l’esercito, il villaggio, la nave e la famiglia per unirsi alle tribù. La situazione era così “grave” agli occhi delle autorità del XVII secolo, che il governatore della Virginia stabilì pene severissime per i fuggiaschi. Il missionario Sagard osservò che “i francesi divengono dei selvaggi non appena cominciano a vivere a contatto con i selvaggi”.
  6. Il futuro è magnetico: non inquina, è inesauribile, non ha preferenze di clima o territorio e soprattutto è già attuabile e non solo per i trasporti ma per sollevamento grandi pesi: basterà un clik e si potrà spostare una intera piramide. La Cina al lavoro su un nuovo treno a levitazione magnetica da 600 km/h Le ferrovie cinesi investono ancora sulla levitazioni magnetica e annunciano che entro il 2020 inizieranno i test. Obiettivo, da Shangai a Pechino in due ore Più di 1.200 km in due ore Il progetto è stato approvato nelle scorse settimane, e si inserisce nell’ambito del più generale piano di sviluppo di nuovi mezzi di trasporto che ha spinto le autorità cinesi a stanziare 9 miliardi di yuan per mettere a punto nuove tecnologie in grado di velocizzare gli spostamenti: a oggi sono in via di progettazione due treni a levitazione magnetica, uno che viaggerà a 200 km/h e l’altro, pensato per la tratta Shangai-Pechino, che raggiungerà appunto i 600. I test inizieranno nel 2020 su un percorso lungo 5 km progettato per consentire agli ingegneri cinesi di verificare velocità e spazi e tempi di accelerazione e frenata. Il principale problema legato ai maglev, infatti, riguarda le infrastrutture necessarie per supportarli: la Cina si è negli ultimi anni distinta in questo settore grazie allo Shangai Maglev, un treno adibito che si avvale di tecnologia tedesca per raggiungere i 420 km/h e accompagnare i passeggeri all’aeroporto di Pudong. La linea, in questo caso, è lunga circa 33 km, e viene percorsa in media in 7 minuti e 20 secondi. L’agenzia aerospaziale cinese: “Presto un treno in grado di viaggiare a 6.000 km/h” http://www.lastampa.it/2018/01/30/motori/tecnologia/la-cina-al-lavoro-su-un-nuovo-treno-a-levitazione-magnetica-da-kmh-kJ2KI7Xif1E2KXb27I38CM/pagina.html
  7. Pasqua questo anno viene il 1 aprile, il famoso pesce di aprile, mi raccondando fate come i miei cognati tutti fanatici religiosi cattolici, si fanno la settimana previa a pane ed acqua e poi si ingozzano per una notte intera senza sosta fino alla mattina seguente, già stanno affilando le mannaie per sgozzarli e con il loro sangue, vergineo, perchè devono essere agnelli di latte, si laveranno i peccati dell'anima per un anno intero. La Coscienza mia e di mio marito non si sporcherà di quel sangue innocente: facciamo peccato? E facciomolo stò peccato, di lasciarli vivere almeno qualche anno. Purtroppo non sono riusciti ad integrarci, anche perchè negli anni scorsi per ingozzarsi nei giorni natalizi di tutto, mio suocero anziano finì all'ospedale, e quei pochi giorni di festa di quel povero cristo di mio marito li dovemmo passare a fare le nottate in ospedale.
  8. Che non si dica che fanno discriminazioni, l'importante è che siano i vincitori? Vaticano, presidente Cei: «Dialogo con chiunque salirà al governo dopo elezioni» http://www.ilmessaggero.it/primopiano/politica/vaticano_presidente_cei_dialogo_con_chiunque_governo_dopo_elezioni-3546576.html
  9. Lassa che viene il 4 marzo.. Febbre di Lassa, 43 morti in due mesi in Nigeria Assume i contorni di una strage l'epidemia di febbre di Lassa in Nigeria: negli ultimi due mesi il bilancio delle vittime conta 43 morti e nel complesso sono stati segnalati 193 casi. Attualmente sono solo tre i laboratori che, in tutto il Paese, sono in grado di effettuare gli esami per diagnosticare la malattia. "La febbre di Lassa prima si diffondeva solo nella stagione secca, ma ora assistiamo a un fenomeno che dura tutto l'anno", ha detto Isaac Adewole, ministro della Sanità. http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2018/02/28/febbre_di_lassa_43_morti_in_due_mesi_in_nigeria-68-702438.html
  10. E allora di cosa ti preoccupi se hai già la vittoria in tasca? Goditi i risultati.
  11. E allora di cosa ti preoccupi se hai già la vittoria in tasca? Goditi i risultati.
  12. Vuoi condannarmi a morte perchè non mi piace più il partito rosso? provaci... https://www.youtube.com/watch?v=8A_YsOjMdxY
  13. La mattanza non è iniziata adesso, il tuo Renzi se non gli stavano bene le attuali Leggi le cambiava nel corso del suo mandato, compresa quella per fermare gli sbarchi suicidi- omicidi con tanti morti in mare e morti per malattie virulente rafforzate di cui non avevamo alcuna idea più, ma si vede che gli stavano bene. E comunque sono 2 mesi che stiamo discutendo chi dobbiamo votare ed ognuno mi pare sia rimasto della sua medesima idea, ciò evidenzia che il forum niente ha dato e niente ha tolto, senonchè la possibilità di poterci esprimere liberamente, le motivazioni cardine non provengono da chi vende scope forum a forum ma dalla vita reale di ognuno di noi.
  14. Al grido:"....." tirano bombe con i chiodi contro le forze dell'Ordine: deve essere bbona quella nigeriana... «Le persone che vanno a un corteo con bombe imbottite di schegge di legno e metallo - ha aggiunto il questore Messina - non sono dei dissenzienti, ma veri e propri delinquenti». http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/scontri_torino_viminale_fatti_gravissimi_abbassare_toni-3567162.html
  15. Non ho capito, i vostri polli tirano le bombe con i chiodi e sparano menate contro i Carabinieri ed io farei pena perchè non voglio sprecare un voto per Renzusconi che continua lo slalom in discesa libera?
  16. Purtroppo lo fanno anche senza una pistola di ordinanza e non è la prima volta che leggiamo sui giornali di questi orribili episodi, ci vorrebbe una Legge per fermarli appena danno i primi segni di squilibrio mentale, obbligarli ad una serie di sedute con uno specialista che accerti il loro stato, ma anche uno psicologo non potrà mai mettere la mano sul fuoco nel dare la assoluta certezza sulle azioni future di una persona con forte sofferenza psichica, tanto da proiettare sulla sua compagna problematiche dovute ad altre figure poco affettive che gli hanno generato instabilità mentale.
  17. Marina Ripa di Meana santa subito!!!! Il Vaticano benedice la sedazione profonda e incoraggia la pratica delle cure palliative La Chiesa benedice la sedazione profonda che accompagna la morte, e incoraggia la pratica delle cure palliative per alleviare la sofferenza dei malati gravi, per i quali le altre terapie risultano ormai inutili. Il tema del fine vita è ancora una volta al centro di una riflessione generale. Stavolta ad intervenire è stato il segretario di Stato, Pietro Parolin in un messaggio molto articolato inviato a nome del Papa in occasione di un congresso internazionale dal titolo «Palliative Care: everywhere & by everyon». Tra distinguo e precisazioni, Parolin sottolinea che pur accettando anche la possibilità della «sedazione profonda» che accompagna alla morte, la Chiesa raccomanda di considerarla solo «come estremo rimedio, dopo aver esaminato e chiarito con attenzione le indicazioni». http://www.ilmessaggero.it/primopiano/vaticano/eutanasia_cure_palliative_vaticano_sedazione_profonda_morte_vaticano_parolin-3577394.html
  18. Siamo in tanti gli italiani che non possiamo assumere medicinali o quasi di alcun genere, compresi bambini allergici, ed inoltre tanti microbi e virus che stanno diffondendosi nel mondo e che provengono dai paesi a rischio sono diventati inattaccabili a qualunque rimedio chimico che oggi ci offre il mercato, vedi la nuova TBC, pertanto, non mi azzarderei mai a fare un viaggio in questi paesi alquanto pericolosi per la mia incolumità, ma se mi portano PER FORZA fino sotto casa i virus maligni, senza mettere tali migranti in quarantena, cosa posso fare per salvarmi la vita? Di tutto, la mia vita vale quanto quella di tutti gli altri. https://www.youtube.com/watch?v=zYwdzYC3uUc
  19. Infatti non stò affatto scherzando, farla Santa per aver messo ko la diffusione sul nostro territorio del suicidio in Svizzera, è stata lei con il suo esempio molto coraggioso che l'ha fermato, la amo infinitamente Maria Ripa di Meana e ne ho profondo Rispetto.
  20. Ha ragione Gentiloni anche gli italiani sono terroristi, vedi le manifestazioni con le bombe ai chiodi.
  21. E non è il primo padre di famiglia che non accetta la separazione dalla moglie. Mio nonno era Carabiniere e l'ho sempre adorato, un padre ed un marito esemplare, ma era molto rigido anche in famiglia e molto legato a quei Valori tradizionali che ci hanno insegnato, ora siamo in un momento di transizione e la famiglia come istituzione stà crollando dovunque.
  22. Non centra? E cosa centra uno che si risposa con la Chiesa cattolica quando sa benissimo che il suo secondo matrimonio è contro il Dio di tale setta? E' come uno che inneggia al Duce e poi vuole essere candidato nel PD e li vuole denunziare perchè ne avrebbe diritto. Quale diritto e quale rovescio vanta costui? Se il sacerdote dopo averlo confessato ritiene che abbia serie intenzioni di non andare MAI più a letto con la sua seconda moglie e che non si sia già reso Reo altrettante volte, può darsi che accetta di dargli la Comunione, altrimenti no.
  23. Sarà per questo che qualunque mafioso riceve normalmente la comunione in chiesa e perfino la sacra unzione? Potrebbe insospettirsi la Polizia e la gente presente al fatto? Vedi quel pe-do-filo che ultimamente si è impiccato dopo aver approfittato che la figlia era a letto con la febbre per stuprarla, ed infatti il sacerdote nella messa funebre lo ha Innalzato al Cristo crocifisso....dalla figlia cattiva asssatanata che lo aveva sedotto con 40 di febbre e lo avrebbe detto alle maestre.
  24. Penso che tramite confessione i sacerdoti lo sanno se i divorziati cattolici ci fanno le "cosesporche" con le nuove mogli o mariti.
  25. Il divorziato può ricevere la comunione a patto che non faccia mai l'amore con la sua nuova moglie/marito, altrimenti non fa parte della Chiesa Cattolica perchè VIOLA il Sacramento del matrimonio che può essere concesso per una sola volta in tutta la vita, solo chi resta vedovo/a può risposarsi in Chiesa.