giovialon76

  • Numero messaggi

    1
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

0 Calma piatta

Su giovialon76

  • Rank
    Utente nuovo
  • Compleanno
  1. Gentile Uvabianca, ti consiglio vivamente di provare la ricettina, anche se non è del tutto vegetariana, magari a pranzo perché a cena non tutti tollerano il peperone. È una mia variante (mia moglie è creativa solo per dolci, antipasti e contorni) del classico puparuolo 'mbuttunato alla napoletana (che nel ripieno prevede il riso). Naturalmente il mio lungo preambolo culinario sottintendeva per l'appunto che le parole di un Tappetaro alla frutta valgono meno di un cappero dell'imbottitura del mio peperone. Tuttavia ieri sera il segretario del PD (Partito dei Disperati) insieme a qualche balla e a qualche enormità (es. che non sarebbe arrogante né superbo colui che manca a una promessa fatta al popolo sovrano, bensì colui che la mantiene, roba da matti!), poi qualcosa di interessante l'ha detta. La forza della disperazione dopo l'ennesima scoppola elettorale, unita alla bravura dei quattro esperti giornalisti che finalmente gli hanno posto domande vere. Il pinocchio fiorentino è riuscito talora perfino a essere sincero e a rispondere a domande scomode (per lui) con verità scomode (per lui e per il partito). Sincerità ovviamente inconsapevole o freudiana, a conferma del suo stato confusionale. Certo il Tappetaro non è abituato a confrontarsi con giornalisti come Massimo Franco, capaci di dirgli in faccia che dopo la scoppola nel referendum ha perso "lucidità politica". Per la verità il Tappetaro non era politicamente lucidissimo neppure prima. Certo che ci si può anche distrarre per un attimo dalla cena quando un disperato segretario del Pd dice che Berlusconi e Salvini si separeranno in minuto dopo le elezioni (per unirsi con chi?), o quando dice di augurarsi che Berlusconi vinca la partita a Strasburgo contro la Severino. Poveraccio: il Disperato di Rignano non sa più quel che dice. Tifa per il suo compare Berlusconi, cioè contro lo Stato italiano il cui avvocato a Strasburgo sosterrà (come è ovvio) l'incandidabilità del Frodatore Fiscale. Magari poi quello si candida e vince le elezioni con la sua coalizione, e l'incapace che gli ha regalato il Rosatellum sperando in un nuovo inciucio resta con un palmo di naso. E infine, magari, il Delinquente di Arcore finisce agli arresti domiciliari il giorno dopo aver vinto le elezioni, esattamente come è successo stamane a un neoeletto e impresentabile consigliere regionale siciliano dell'Udc. Povera Sicilia! Povera Italia! Su Di Maio sono d'accordo con te e con Travaglio: sfidando il Tappetaro moribondo (politicamente) gli ha dato una boccata d'ossigeno, dopodiché, ritirandosi, ha fatto una figuraccia che poteva benissimo evitare. Saluti