ildi_vino

  • Numero messaggi

    1788
  • Registrato

  • Ultima Visita

Messaggi pubblicate da ildi_vino


  1. 10 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

    nn é necessario sbandierare ke nn aumentano tasse poiké i rincari, inutile illudersi, arriveranno dopo le elezioni regionali ke sappiamo. quindi piaccia o no, si pagherà di +.

    idem x  %ali aliq IVA: rimarranno subdolamente gli stessi valori % ma basterà aumentare l'imponibile ed ecco ke il giokino, in maniera sporca, é fatto.

    Si, pazzesco.

    Non potendo dire nulla di concreto in merito "all'aumento delle Tasse (o dei Tassi?), adesso ci si inventa pure la storiella dell'intenzionalità delle tasse. Si scopre pertanto che esistono le tasse reali e le tasse potenziali, le tasse golose e le tasse intenzionali e preterintenzionali.

    Fra un po' non si potrà neanche prescindere dalle tasse sportive e dalle tasse letterarie, da quelle potenzialmente iuventine a quelle potenzialmente intetiste o milaniste. Senza contare poi le terribili tasse potenzialmente automobilistiche tipo le tasse Ferrari, pericolosissime perché veloci come il vento. Sicuramente poi non dovrebbero mancare neanche le potenziali tasse del salto in alto, altrettanto pericolose perché sono tasse che saltano all'in su, il più in alto possibile e tendono verso il cielo. Per non parlare poi della tassa gravitazionale a cui tanto si sta applicando la sinistra e che tende verso il centro della terra.

    In sintesi, di scopre che la sinistra non faaltro che pensare alle tasse perché è m@asochista e le piace inventarsi tasse per fare un favore a Salvini (il Capitan Rublo) e permettergli di poter dire che "la sinistra preferisce mettere tasse che far l'amore".

    E poi anche perché poi è dimostrato scientificamente che...

    _____c'era la marmotta che confezionava la cioccolata.....____

    PS: ma si puote?........

     


  2. In questo momento, boxster2013 ha scritto:

    Ho notato qualche carenza , è paragonabile al contadino del forum. 

    PS , stessa scuola vero.

    Va bene. Sarà così ma direi che non c'è da preoccuparsi visto che non chiederò di specificare di quali carenze trattasi.

    Riceverei le stesse, esaurienti e precisissime risposte riguardanti "le drammatiche tasse e i drammatici balzelli".

    Per cui, ancora una volta, prendo per buone le affermazioni per fede e religione (come si fa in Chiesa con la Parola del Signore) e spero, anche in questo caso, di scoprirlo da me.

    D'altronde c'è qualcuno che afferma che essere "ermetici e non dare troppe spiegazioni" ha anche qualche suo pregio: lascia un alone di mistero e finisce per rendere la persone interessanti e...f@ighette.


  3. 30 minuti fa, boxster2013 ha scritto:

    Cosa ha letto famiglia cristiana ?????? giornale di sinistra vero

    Sinceramente e senza offesa, classica risposta da leghista, ovvero risposte zero e slogan tanti.

    Ma non fa niente, ritengo di riuscire a sopravvivere seppure in presenza di queste "te@rribili e drammatiche tasse e balzelli" che sinceramente, almeno finora, non mi hanno reso né più povero né più ricco di alcuni mesi fa (sarà che non me ne sono accorto, sarà che non devono essere state così drammatiche, altrimenti me ne sarei accorto, sarà che abbiamo scoperto che sono "tasse posdatate" per cui bisogna passare in banca per incassare ed è ovvio che basta non passarci).

    E penso di riuscire a sopravvivere anche in mancanza di risposta alla domanda molto precisa ____quali sono tutte queste tasse e questi nuovi balzelli che tolgono il sonno e riducono le persone al lastrico?____

    Si vede che sono limitato, non mi informo in maniera adeguata e non ci arrivo.

    Pazienza. In mancanza di cortese collaborazione alla mia i@gnoranza e alla mia disinformazione e alla mia limitatezza, mi rassegno e me ne faccio una ragione. Prima o poi lo scoprirò anch'io e magari riuscirò nella titanica impresa di migliorarmi.


  4. Su un fatto obiettivo però ritengo che tutti possiamo essere d'accordo.

    Nessuno può negare, in mancanza d'altro, che _____le Tasse sono le mogli, le fidanzate, le amanti, le sorelline, le cuginette, le nonne e le bisnonne dei Tassi.____

    Almeno su questo tutti i dubbi dovrebbero cadere.


  5. 4 minuti fa, boxster2013 ha scritto:

    Ha presente: gli assegni postdatati , li ricevi oggi ma l'incasso è domani , e fino a domani non hai nulla. è come le tasse postdatate , sai che ci sono già ma comincerai a pagarle domani , il tutto per "nasconderlo" sotto alle elezioni regionali  

    Quindi, in mancanza d'altro e in mancanza di meglio, non rimane che il processo alle intenzioni.

    Gli assegni posdatati non sono ammessi dalla legge.

    Rimangono l'Iva che non cresce, esattamente come promesso, le accise ancora tutte li (nonostante le promesse) e....tante p@ugnette perché, per evitare l'aumento dell'iva è ovvio che qualcosa bisognava pure farla. 

    ___Rimane il mistero misterioso di tutta questa caterva di ipotetiche tasse e balzelli che è difficile elencare.___

    Eppure basterebbe poco a riportare un elenco. Sarebbe una operazione semplicissima con un piccolissimo problema però.....trovare l'elenco.

    PS e NB: le due Regioni che se ne vanno bisognerà vederle il 27. Per ora è come per "la caterva di nuove tasse e di nuovi balzelli" che, in mancanza di qualcosa di meglio, sono diventati assegni posdatati e chissà se coperti in banca.

    Mai fidarsi degli assegni posdatati, non sono legali e possono presentare sorprese all'incasso.

    Due Regioni che se ne vanno? Può anche essere però sempre meglio essere prudenti e aspettare. Non si sa mai.

     


  6. 5 minuti fa, boxster2013 ha scritto:

    Fossi in lei comincerei a leggere giornali , guardare la televisione, e "NAVIGARE" sul web , troverà  risposte ! che cerca.

    PS. grazie PD x l'IVA l'unico partito in grado di evitare l'aumento ( beato lei se ci crede) 

    Ho letto tanto, ho anche guardato la televisione, ho navigato nel web eppure non ho trovato tracce di nuove tasse e nuovi balzelli. Si vede che mi sono sfuggiti.

    Qualche volta però non guasta dire le cose come stanno davvero invece di buttare la pietra e ritirare la mano. 

    Ripeto, la domanda è precisa e, se si è così certi delle cose, altrettanto precisa dovrebbe essere la risposta.

    _____Quali sono queste nuove tasse e questi nuovi balzelli?_____


  7. 1 minuto fa, ahaha.ha ha scritto:

    No! Diranno che hanno dovuto farlo perché milioni di italiani vogliono andare al processo assieme al loro kapitone.

    E allora perché non rispettare le loro giuste rivendicazioni?

    D'altra parte i celoduri dichiarano di voler guardare San Remo solo ed esclusivamente quando si esibirà Rita Pavone. A quel punto vanno diritto anche loro ad uno spettacolo a loro uso e consumo. O no?

    Per cui bisogna essere generosi e accontentare Capitan Volpe nella sua giusta rivendicazione di essere mandato a processo. Sia noi che i celoduri faremo un tifo sfrenato per lui (l'importante è che si presenti e non si nasconda come ha fatto finora per altre cosettine).


  8. È ormai accertato il vero motivo della visita di Capitan Rublo a Bibbiano che non intende affatto speculare sui bambini di Bibbiano.

    Può anche darsi che il Capitano porti qualche altra bambina che è di Como ma che intende trascorrere le vacanze a Bibbiano (cosa c'è di strano?) ma il suo vero scopo è un altro.

    Il vero scopo del Capitano è quello di proseguire la sua battaglia contro l'*** d'ufficio. Siccome sa che il Sindaco di Bibbiano è accusato di *** d'Ufficio, la sua "visita pastorale" è tutta tesa a portare solidarietà al Sindaco e, allo stesso tempo, a chiedergli una mano in tal senso.

    https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2019/05/23/salvini-chi-divide-lotta-alla-mafia-torto-paese_SdX4qEjxz9g2HzDVyiH0eJ_amp.html&ved=2ahUKEwj2vrfss4_nAhVDPFAKHVbvBY4QFjAAegQIAhAF&usg=AOvVaw3q5HywnU1VacCmUHAeTv6a&ampcf=1

    1 persona mi piace questo

  9. 4 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

    Secondo il tuo ragionamento, se tutto fosse chiaro e lineare e obiettivo come misurare un pavimento, non ci sarebbe bisogno di nessun processo. Basterebbe chiamare un geometra con una rullina senza stare a perdere troppo tempo in chiacchere.

    Il discorso però é che, spesso e volentieri, la linearità non esiste se non in casi molto rari e limitati ed altro non é che una aspirazione umana.

    È questo il motivo perché viene chiamata a giudicare una persona che si chiama "giudice" e non geometra. Giudicare é cosa diversa dal misurare. Chi misura compie un atto che si basa, al netto dell'errore strumentale, su un dato oggettivo, chi giudica non sempre ha a che fare solo con dati obiettivi per cui....deve appunto giudicare. Sono due aspetti del tutto differenti. Se ci si basasse solo su elementi obiettivi non servirebbero giudizi.

    E tra le tante cose "non obiettive", per esempio, c'è il fatto che tutte le toghe siano rosse.

    Perfino Capezzone, nei bei tempi andati, diceva che le toghe spesso e volentieri, per esempio, sono state....Rossonere.

    Ed ecco appunto un caso in cui, esattamente come per la "linearità maldestra", anche le "toghe rosse" (solo però quando vengono intaccati gli slogan e gli interessi maldestro), altro non sono che una "maldestra aspirazione umana".

    I fatti hanno dimostrato ormai a iosa che gli inquisiti di sinistra sono numerosi. In questo caso le toghe che colore hanno? Sono rosse o rossonere?

     

     

    PS. Fatte queste premesse di carattere metodologico, rimane ovviamente il fatto che un giudice può sbagliare e anche che, in taluni casi può perfino non essere terzo e obiettivo. Abbiamo tantissimi esempi anche eclatanti.

    Ma questa è tutta un'altra storia e un'altra religione. E non sempre è a senso unico come vorrebbe invece far credere la teoria e la sintassi maldestra e ormai troppo addestrata nel merito.

    In sintesi, storiella ormai vecchia, abusata e davvero un po' stantia.

     


  10. 52 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

    Come fanno a non concordare? bisogna distinguere quello che è oggettivo da quello che è soggettivo; mi spiego meglio se si deve stabilire quanti metri quadrati è una stanza, si misurano le pareti si fa la moltiplicazione e si trova la superficie ; se non si è d'accordo si misura di nuovo e visto che la matematica non è un opinione si trova la superficie, questa è una cosa oggettiva; se si deve decidere se un quadro e bello o è brutto si va sul soggettivo, per me può essere bello e per un altro può essere butto o viceversa...  come fanno due giudici di fronte alle stesse vicende ad essere su posizioni diverse? evidentemente sono interpretazioni soggettive, soggette cioè alla sensibilità politica di chi quelle sentenze emette;  le sentenze si rispettano ma  è diritto criticarle visto che anche i giudici sbagliano e possono sbagliare.. diciamo che alcuni anni fa fu fatto un errore, si tolse giustamente a causa di abusi che c'erano stati l'immunità parlamentare però in questo modo si alterò il rapporto di indipendenza fra i poteri dello stato nel senso che la magistratura può e deve giustamente giudicare anche i politici, ma chi giudica i magistrati?  si giudicano da soli? questa però si chiama casta, manca una autorità terza indipendente che possa giudicare se i giudici fanno politica e se  sono  sempre e solo indipendenti...il caso di giudici che lasciano la magistratura,si candidano in un partito entrano in parlamento e poi al termine della legislatura tornano a fare i magistrati fa pensare male.....

    Secondo il tuo ragionamento, se tutto fosse chiaro e lineare e obiettivo come misurare un pavimento, non ci sarebbe bisogno di nessun processo. Basterebbe chiamare un geometra con una rullina senza stare a perdere troppo tempo in chiacchere.

    Il discorso però é che, spesso e volentieri, la linearità non esiste se non in casi molto rari e limitati ed altro non é che una aspirazione umana.

    È questo il motivo perché viene chiamata a giudicare una persona che si chiama "giudice" e non geometra. Giudicare é cosa diversa dal misurare. Chi misura compie un atto che si basa, al netto dell'errore strumentale, su un dato oggettivo, chi giudica non sempre ha a che fare solo con dati obiettivi per cui....deve appunto giudicare. Sono due aspetti del tutto differenti. Se ci si basasse solo su elementi obiettivi non servirebbero giudizi.

    E tra le tante cose "non obiettive", per esempio, c'è il fatto che tutte le toghe siano rosse.

    Perfino Capezzone, nei bei tempi andati, diceva che le toghe spesso e volentieri, per esempio, sono state....Rossonere.

    Ed ecco appunto un caso in cui, esattamente come per la "linearità maldestra", anche le "toghe rosse" (solo però quando vengono intaccati gli slogan e gli interessi maldestro), altro non sono che una "maldestra aspirazione umana".

    I fatti hanno dimostrato ormai a iosa che gli inquisiti di sinistra sono numerosi. In questo caso le toghe che colore hanno? Sono rosse o rossonere?

     

     


  11. I poveri prelati erano costretti a traslochi forzati, forse perfino alloro spese.

    Lasciando li i loro affetti. Tra cui, oltre ai fanciulli e alle fanciulle, anche la perpetua a cui, ovviamente, avevano finito per affezionarsi.

    Dopo di che vogliamo tenere conto o no che fare nuove amicizie e trovare nuovi affetti poteva rappresentare un problema?

    (Tra l'altro,i traslochi costano).


  12. A dire il vero però non risponde a verità che, prima di Bergoglio, la Chiesa non abbia mai fatto nulla nei confronti dei p@reti p@edofili, questo non corrisponde a verità.

    È risaputo infatti che la Chiesa è sempre stata rigidissima al riguardo e ha sempre provveduto a pene esemplari.

    Per la precisione, la pena più pesante consisteva nel cambio di Parrocchia.

    Del tipo che, a quel punto, il povero p@rete o arcivescovo veniva trasferito e portava nella sua nuova sede...il verbo divino ai suoi nuovi fanciulli e alle sue nuove fanciulle.

    Non si capisce bene perché i maldestro e gli addestrati non riescano a perdonare a Bergoglio il fatto di essersi finalmente occupato (nei fatti e non a parole) di questo piccolo....problemino.


  13. 1 minuto fa, cortomaltese-*** ha scritto:

     

    SI, ECCO IL SUO VERO PAPA, QUELLO CHE PRENDEVA DOLLARI DAI CARDINALI BULICCI ??

     

     

    Dal cardinale McCarrick (colpevole di abusi) donazioni a Giovanni Paolo II e Benedetto XVI

    di Serena Sartini 28 Dicembre 2019 - 09:04 - Il Giornale

    Soldi alla Curia Vaticana dal porporato statunitense. Per coprire le accuse?

     

    Avrebbe finanziato Giovanni Paolo II e poi Benedetto XVI per coprire gli abusi sessuali di cui veniva accusato. L'ex cardinale statunitense, Theodore McCarrick, primo porporato della storia dimesso dallo stato clericale perché riconosciuto colpevole di abusi sessuali contro minori e adulti, avrebbe versato centinaia di migliaia di dollari a importanti ecclesiastici, tra i quali anche consiglieri papali e due pontefici, nel corso di quasi vent'anni. A riferirlo è stato il Washington Post, che ha pubblicato i dati finanziari. Donazioni registrate proprio negli anni durante i quali le autorità della chiesa cattolica avrebbero ignorato le accuse di molestie sessuali rivolte a McCarrick.

    Secondo il quotidiano americano, l'allora cardinale avrebbe inviato assegni per un totale di 600.000 dollari a ecclesiastici in Vaticano e altrove; molti degli oltre 100 destinatari degli assegni sarebbero stati direttamente coinvolti nella valutazione delle accuse contro McCarrick, secondo documenti e interviste citati dal Washington Post.

    McCarrick avrebbe inviato 90mila dollari a Giovanni Paolo II dal 2001 al 2005; Papa Ratzinger avrebbe invece ricevuto 291.000 dollari, di cui 250.000 dollari con un unico assegno nel maggio 2005, appena un mese dopo l'elezione al Soglio. Pontificio.

    Sei il solito antipatico. Come al solito, mi hai preceduto.


  14. 6 minuti fa, director12 ha scritto:

    Benedetto XVI con il suo intervento sul celibato dei sacerdoti “ha voluto rassicurare le decine di milioni di cristiani fedeli che si sentono disorientati”. Lo afferma in una intervista a Le Figaro il card. Robert Sarah che ha firmato con Ratzinger il libro che tratta della questione del celibato. Sarah sottolinea anche che “la Chiesa della crisi è impressionante”.

    Il portavoce vaticano Matteo Bruni sottolinea che “la posizione del Santo Padre sul celibato è nota. Nel corso della conversazione con i giornalisti al ritorno da Panama, Papa Francesco ha affermato: ‘Mi viene alla mente una frase di San Paolo VI: ‘Preferisco dare la vita prima di cambiare la legge del celibato’. E aggiungeva: ‘Personalmente penso che il celibato sia un dono per la Chiesa. Io non sono d’accordo di permettere il celibato opzionale, no. Soltanto rimarrebbe qualche possibilità nelle località più remote – penso alla Isole del Pacifico… quando c’è necessità pastorale, lì, il pastore deve pensare ai fedeli'”.

    In pratica, si potrebbe fare un parallelo fra un ex Papà e un ex Ministro degli Interni.

    Ambedue ex e ambedue dimissionari. Con qualche punto a vantaggio del Ministro però. Se non altro perché il Ministro, a differenza del Papa, era anche Capitano (Capitan Rublo) e anche per il fatto che il Ministro-Capitano ha avuto la possibilità di proporre il suo diretto superiore (Di Maio Presidente del Consiglio). Ha ricevuto una p@ernacchia ma almeno ha potuto fare la sua proposta. Il povero Papà Ratzinger invece ha dovuto prendersi un capo scelto dagli altri senza neanche poter fare proposte.

    Se ne deduce che l'ex Ministro-Capitano è nettamente superiore all'ex Papa per il semplice fatto che, se lo avessero lasciato fare, lui il suo Capo ideale (Di Maio) lo avrebbe fatto eleggere eccome. Invece Ratzinger non ha potuto neanche tentare di far eleggere il suo Capo preferito.


  15. 5 minuti fa, director12 ha scritto:

    Benedetto XVI con il suo intervento sul celibato dei sacerdoti “ha voluto rassicurare le decine di milioni di cristiani fedeli che si sentono disorientati”. Lo afferma in una intervista a Le Figaro il card. Robert Sarah che ha firmato con Ratzinger il libro che tratta della questione del celibato. Sarah sottolinea anche che “la Chiesa della crisi è impressionante”.

    Il portavoce vaticano Matteo Bruni sottolinea che “la posizione del Santo Padre sul celibato è nota. Nel corso della conversazione con i giornalisti al ritorno da Panama, Papa Francesco ha affermato: ‘Mi viene alla mente una frase di San Paolo VI: ‘Preferisco dare la vita prima di cambiare la legge del celibato’. E aggiungeva: ‘Personalmente penso che il celibato sia un dono per la Chiesa. Io non sono d’accordo di permettere il celibato opzionale, no. Soltanto rimarrebbe qualche possibilità nelle località più remote – penso alla Isole del Pacifico… quando c’è necessità pastorale, lì, il pastore deve pensare ai fedeli'”.

    .....Il vero Papà? E da quando Ratzinger è "il vero Papa?

    Sbaglio o e il vero"ex Papa"? Ovvero uno che deve rispetto al vero Papa.


  16. In questo momento, director12 ha scritto:

    Benedetto XVI con il suo intervento sul celibato dei sacerdoti “ha voluto rassicurare le decine di milioni di cristiani fedeli che si sentono disorientati”. Lo afferma in una intervista a Le Figaro il card. Robert Sarah che ha firmato con Ratzinger il libro che tratta della questione del celibato. Sarah sottolinea anche che “la Chiesa della crisi è impressionante”.

    Il portavoce vaticano Matteo Bruni sottolinea che “la posizione del Santo Padre sul celibato è nota. Nel corso della conversazione con i giornalisti al ritorno da Panama, Papa Francesco ha affermato: ‘Mi viene alla mente una frase di San Paolo VI: ‘Preferisco dare la vita prima di cambiare la legge del celibato’. E aggiungeva: ‘Personalmente penso che il celibato sia un dono per la Chiesa. Io non sono d’accordo di permettere il celibato opzionale, no. Soltanto rimarrebbe qualche possibilità nelle località più remote – penso alla Isole del Pacifico… quando c’è necessità pastorale, lì, il pastore deve pensare ai fedeli'”.

    .....Il vero Papà? E da quando Ratzinger è "il vero Papa?

    Sbaglio o e il vero"ex Papa"? Ovvero uno che deve rispetto al vero Papa.


  17. 9 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

    risposta ke vorrebbe esser spiritosa ...  ovvio ke sulla piazza ed in basilica si può entrare altrimenti nn ci sarebbe pubblico x la solita nenia dell'accogliete. 

    cmq, se x lei nn ci son le mura leonine a delimitare il territorio vaticano, le sarà facile accedervi  magari varcando il cancello piantonato dalle guardie svizzere e  soffermarsi oltre gli orari consentiti e trascorrere alcuni giorni nel residence domus sanctae marthae  riservato a cardinali o sacerdoti in attesa incontro papale e poi, se trovato in loco, le sarà facile affermare  ke é suo diritto rimanervi xké le mura sono un'invenzione.

    Ok. E posso sapere cosa c'è di diverso rispetto agli altri pontificati? Con Ratzinger, per esempio, era diverso?