ildi_vino

  • Numero messaggi

    1537
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da ildi_vino

  1. Non serviva essere dei maghi per capire le mosse del capitano di vascello. Ora Di Maio vorrebbe portare a casa la riduzione del numero dei Parlamentari. Eppure sarebbe bastato poco. Per l'esattezza, sarebbe bastato che invece di calendarizzare decreto (in)sicurezza bis, poi Tav e poi diminuzione del numero dei parlamentari, il calendario dei lavori avesse previsto una scansione diversa e cioè prima diminuzione dei parlamentari, poi decreto sicurezza e poi Tav. A quel punto il capitano cosa avrebbe fatto? Se non avesse votato la diminuzione dei Parlamentari, avrebbe rischiato di non poter presentare il suo giocattolino in campagna elettorale perché la crisi sarebbe nata in quel momento. E, a quel punto, forse avrebbe evitato anche il voto Tav. Come sia possibile che una forza politica che ha il doppio dei parlamentari, sapendo ormai per certo quali potevano essere le mosse celodure, non sia stata in grado neanche di impedire a Salvini di calendarizzare i provvedimenti a suo esclusivo vantaggio, rimane davvero un mistero. Ovvio che, dopo aver ottenuto tutto quello che voleva, era prevedibile che, appena fosse arrivato un provvedimento da intestare ai suoi "alleati" avrebbe agito in quel modo. Eppure ci sarebbe arrivato perfino il Kompagno Director. Quasi da far venire un po' di tenerezza. Anche se, a dire il vero, la tattica del Capitano era chiarissima: evitare a tutti i costi la sessione di bilancio.
  2. A dire il vero, più che parlare di ferie, sarebbe il caso di chiedersi come mai viene aperta una crisi durante la sessione di bilancio. Come dire insomma che si è scelto...un periodo a caso (peccato però che ci sia già costato 15 miliardi).
  3. Perché non scambiare alcune pedine? Per esempio, perché non provare a scambiare i ruoli e prevedere Tonelli agli Interni? Oppure anche Di Maio agli Interni e il Capitano al Lavoro (tanto anche il Capitano non ha mai lavorato in vita sua perché pare che lavorare...stanchi e lasci poco tempo per comizi e TV). I buoni allenatori sono tali se sono in grado di intervenire a partita in corso. Cominciamo a togliere il Ministero degli Interni a Salvini, tanto ha dichiarato che a lui i Ministeri non interessano.
  4. A parte quello, che è risaputo, il fatto è che per la Fornero i voti dei celannomoscio erano ininfluenti. Sarebbe passata comunque, altrimenti avrebbero votato a favore e anche correndo. Per il reddito di cittadinanza invece non era così per cui si sono precipitati a votare a favore. Dopo di che almeno....stare zittii non guasterebbe: hanno votato quindi....mosca.
  5. Quindi se ne deduce che hai fatto tutte le cose in regola e ti sta arrivando regolarmente. Una sola domanda Kompagno: come mai per la Fornero la banda celannomoscio si distinse e votò contro e in questo caso invece ha votato a favore? Tu come te la spiega questa cosa? I celannomoscio avevano una p@iatola puntata alla tempia oppure erano d'accordo. La Lega ha votato a favore Kompagno quindi si presuppone che fosse d'accordo.
  6. Kompagno Director, il tuo RDC ti sta arrivando con regolarità o ci sono dei problemi?
  7. Hanno una occasione più unica che rara. Comincino a rinunciare al Ministero degli interni.
  8. Kompagno, vorrei farti presente che il RDC è stato votato dalla Lega. Come mai il Capitano e i suoi a@ccoliti hanno votato un provvedimento che dicono di non condividere? Scusa Kompagno, com'è che la (S)ega si vanta tanto di non aver votato la Fornero (sapendo che sarebbe passata comunque per cui è stato facile fare i "t@oghi di turno) e invece si è guardata bene dal votare contro il RDC che, a quel punto poteva rischiare di essere bocciato? Dacci una spiegazione Kompagno Director.
  9. Quando era Ministro degli interni Beppe Pisanu, la vittoria alle elezioni era legata a 27000 voti di differenza. Si narra che Papy chiamò a rapporto Beppe Pisanu, allora Ministro degli Interni per..."controllare meglio". Siccome Pisanu era una persona seria e aveva già controllato, quei 27000 voti portarono si alla vittoria della Sinistra ma, da quel momento, Beppe Pisanu sparì dalla circolazione per sempre. Siccome però il capitano di vascello non è una persona seria come Pisanu ed è pure il Candidato premier della maldestreria singola o allargata a seconda delle convenienze, non gli può essere concesso di fare il giocatore e di fischiarsi i rigori a proprio vantaggio ordinando adririttura al portiere di spostarsi o di abbandonare la porta. Per cui serve in quel ruolo una figura di garanzia vera e non sicuramente di parte. Al limite, giusto per non offenderlo, potrebbe essere sostituito da persona indipendente e di sua fiducia quale, ad esempio, Siri, Savoini, il Trota o, ancora meglio, il Kompagno Director. Anche perché, con tutti i comizi elettorali che dovrà fare e dovendo occupare le TV di stato 48 ore su 24, potrebbe avere poco tempo a disposizione per queste cosette e inoltre gli potrebbe sfuggire....la situazione dalle mani.
  10. Scrivere un nuovo contratto con un unico punto da rispettare: mandare a fareinkulo il capitano.
  11. Chi ha più meriti per averci regalato il monocolore celoduro che di fatto esiste già senza farla troppo lunga con eventuali elezioni? Ha più meriti il PD o il m5leghe (visto che ormai, sia che si tratti di necessità o di altro, è tale). Esprimete liberamente il vostro voto.
  12. Spianare ulteriormente? Più spianata di così... La strategia di distruggere i 5s assomiglia molto alla strategia dei 5s di distruggere il PD. Salvo poi scoprire che, alla resa dei conti, si sono distrutti entrambi. Quale strategia? Quella più ovvia: rendere palesi le contraddizioni senza aver paura di tornare alle urne anche perché una cosa è certa: il PD avrebbe la stessa forza parlamentare se non di più. Ad esempio uscire dall'aula e lasciare Lega e M5S a vedersela fra loro non sarebbe una strategia sbagliata. Sicuramente, come minimo, porterebbe alla spaccatura del M5S. Cosa impedisce che lo si faccia? Cosa ci si guadagna invece ad assecondare questo gioco stucchevole? Nella storia sono sempre esistiti i momenti storici. Bene, Questa è una situazione particolare e un momento storico particolare in cui si rischia seriamente un monocolore che sa quasi di r@egime e, in tal senso, vanno prese iniziative che tengano conto della situazione contingente. Secondo me bisogna sparigliare le carte. Il M5S è in evidente difficoltà ma il paradosso è che di questa difficoltà l'unico a guadagnarci è Salvini. Per tutti gli altri è una vittoria di Pirro. Qual'e' la priorità? Distruggere i 5s, lasciando tutto il potere in mano a Salvini? Se la priorità è questa, non ci sono problemi, basta stare fermi e aspettare gli eventi. Insomma, parliamoci chiaro. La sinistra da sola, ora come ora, non ce la farà mai. Deve trovare sinergie. Con chi? Non lo so. Però starsene fermi sulla riva del fiume ad aspettare il c@adavere del nemico non so fin dove porti. Anche perché la soluzione più probabile è che ne arrivi solo uno mentre l'altro, nel frattempo, ingrassa talmente tanto che non si sogna neppure di attraversare le acque a stomaco pieno.
  13. Tutto bene però una forza politica deve avere una strategia, una strategia che abbia come fine ultimo quello di tornare al governo. Io sinceramente non vedo nessuna strategia e non capisco dove si voglia arrivare. Probabilmente si arriverà ad azzerare il M5S e poi cosa succederà? Il risultato più probabile sarà di annientare i 5s e di lasciare Salvini al governo per 30 anni fa solo, a fare e disfare. Sarà quello di avere tutte (proprio tutte) le Regioni in mano ai celoduri, a lasciargli nelle mani un potere immenso. Dopo di che, cosa ci si guadagna?
  14. Poi però torniamo alle dolenti note e assistiamo all'inerzia totale, senza che nessuno si preoccupi di sparigliare le carte e almeno cercare di porre fine a questo spettacolo indegno. Hanno ragione Calenda e Della Vedova. Perché, in occasione della votazione Tav, non uscire dall'aula e lasciarli soli nella decisione finale? A quel punto di 2 l'una: o passa la linea M5S e cade il governo oppure si verifica che il M5S si piega ancora una volta a Salvini e, questa volta, sul suo cavallo di battaglia. Solo che, a quel punto, sarebbe come se prendesse la tessera della lega e ammettesse pubblicamente di non esistere più se non come lega5s. È già così però, a quel punto, diventerebbe tutto più chiaro e soprattutto u@fficiale. https://www.huffingtonpost.it/entry/carlo-calenda-se-passa-la-mozione-m5s-contro-la-tav-il-governo-potrebbe-cadere_it_5d497e62e4b01ae816c8adc5?gdp&utm_hp_ref=it-homepage
  15. Si. Probabilmente è 1-1. Però con una differenza: il PD ha perso le elezioni ed è all'opposizione (ci sarebbe molto da discutere sulle scelte effettuate in prospettiva e chiedersi appunto "quale è stata e quale è la strategia"?). Il M5S invece è al Governo e ha il doppio dei deputati e senatori celoduri eppure è diventato un mero esecutore degli ordini del Capitano. A questo punto, giusto per evitare che gli vengano addossate tutte le colpe, soprattutto quelle relative ad eventuali passi falsi soprattutto in merito alle scelte economiche e non avendo voce in capitolo in nessuna decisione (prossimamente, ad esempio, dovrà ingoiare anche la scoppola sul Tav), non gli converrebbe lasciar fare tutto ai celoduri e, tutt'al più, limitarsi a un appoggio esterno? Tanto ormai non ha la forza per portare avanti una iniziativa che è una. Tanto per capirci, se ad esempio dovesse far approvare ora il reddito di cittadinanza, non ci riuscirebbe manco morto. A questo punto, cosa ci sta a fare? A reggere il moccolo a Salvini?
  16. Ieri la Nazionale di Pallavolo femminile ha battuto il Belgio 3-0, oggi invece ha battuto l'Olanda però solo per 3-0 e si è qualificata per le Olimpiadi arrivando Pra a punteggio pieno nel suo girone. Fin qui tutto bene però c'è un problema di non poco conto che fa passare in secondo piano l'impresa delle ragazze del volley. Il problema è che le migliori in campo sono state due n@egrette (nere nere come il carbone) e una terza un pochino bulgara e questo non va bene. Diciamo che per Ofelia Malimov magari si potrebbe anche vedere perché è di razza bianca ed è pure bellina ma per Paola Egonu e Miriam Sylla la questione si fa seria perché sono nere nere che più nere non si può e questa non è una cosetta di poco conto. A questo punto bisogna avvertire subito il Capitano e il Kompagno Director e toglierle immediatamente dalla squadra. Non è che il Capitano si fa in quattro per chiudere i porti alle n@egre e poi ce le troviamo nelle Nazionali e nelle competizioni internazionali come se nulla niente fosse!!! Ovvio che, a questo punto, urge una seria campagna celodura contro le n@egre e le bulgare italiane che addirittura si permettono non solo di giocare (togliendo, come succede con i vu cumpra', il lavoro alle pallanoviste italiane), ma addirittura di essere anche le migliori in campo (una vera forza della natura). A questo punto direi che è sicuramente meglio aiutarle a casa loro che proseguire con questo s@cempio. Senza trascurare poi il fatto che, se dovessero vincere medaglie, queste finirebbero addirittura per ascoltare e magari anche per cantare l'inno di Mameli e questa sarebbe davvero una situazione altrettanto inaccettabile. In questo caso il Capitano dovrebbe essere inflessibile. O Paola e Miriam vengono sostituite in Nazionale o, come minimo, che si proceda a tingerle di bianco. Altrimenti ci troviamo davanti a un caso di razzismo sportivo: due n@egre che tolgono il posto di lavoro a due bianche. Bisogna prendere immediatamente provvedimenti (celoduri) insomma e non farle più giocare. Oppure anche no. https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.oasport.it/2018/11/volley-miriam-sylla-paola-egonu-la-mia-sorella-minore-il-coming-out-giusto-ora-pronta-per-sfidarla/amp/&ved=2ahUKEwjv4LzVl-rjAhUKzKQKHWx5CiAQFjAMegQIAxAB&usg=AOvVaw2xqKcF8SILNBA1MFhCq7Z-&ampcf=1
  17. Davanti alla foto dell'americano bendato, l'arma dei carabinieri ha provveduto a trasferire all'istante il carabiniere ritenuto artefice dell'accaduto. Il Capitano invece, insieme ai soldati regolari (celoduri e affini) e a quelli di complemento in trepida attesa di propaganda continua e prolungata e in altrettanto trepida attesa di chiamata alle armi da parte del Capitano, che molto probabilmente non chiamerà (Meloni, Storace e via discorrendo) non si sono lasciati sfuggire l'occasione e sono partiti lancia in resta andando perfino contro la decisione dell'arma dei carabinieri che, seppur comprensibilmente a malincuore, visto che di tratta, in un caso e nell'altro, di un loro collega, hanno deciso di agire nell'unica maniera possibile. Anche perché forse il Capitano, i soldati regolari e quelli di completamento non ci hanno pensato ma sorge un dubbio. Che razza di validità avrebbe ai fini probatori un interrogatorio avvenuto in quelle condizioni? Quanto ci metterebbe un buon avvocato a dichiarare nulla e priva di fondamento qualsiasi dichiarazione a suo favore resa in quelle condizioni da parte dell'imputato?
  18. Naturalmente poi queste cose sui giornali non si leggono.
  19. Vi informo comunque che mi ha mandato una mail riservata il Kompagno Director da cui risulta che, pur non trattandosi proprio di due nordafricani, uno pare che abbia lontane origini libanesi e l'altro pare che sia quasi certamente un nipote alla lontana di Mubarak. Per l'esattezza, si vocifera che un figlio illegittimo di Mubarak (o una figlia, questo non è stato ancora accertato) abbia fatto una vacanza in America e ne abbia profittato per consumare. Comunque una cosa è certa. Saranno pure americani ma con un po' di sangue nordafricano di sicuro. E non solo. Anche il Kompagno pare che sia stato in vacanza negli Stati Uniti però non lo ha mai confessato al Capitano.
  20. Che non li avrebbero trattati con un guanti c'era da aspettarselo ma che uscisse fuori quella foto è davvero incredibile. In casi come questi è risaputo che gli avvocati, non avendo quasi nulla a cui appigliarsi, vanno diritti proprio in quella direzione: cercano i vizi di forma e questo i carabinieri lo sanno alla perfezione. Se gli avvocati riescono a dimostrare che un imputato ha fatto dichiarazioni sotto minaccia o in condizioni di illegalità, tutte le indagini vengono dichiarate nulle. In sintesi, la propaganda permanente del Capitano e dei suoi sottoposti potrà anche aver l'effetto di fare venire l'or@gasmo a Giordano e al Kompagno Director ma potrebbe portare a risultati diametralmente opposti alle aspettative. Per l'esattezza, magari le aspettative del Capitano (il consenso di pancia) potrebbe perfino andare a buon fine, quelli relativo agli esiti del processo invece, potrebbe riservare parecchie sorprese Per cui il risultato "propagandistico" alla Director potrebbe portare ad una soluzione inattesa: il carabiniere potrebbe essere ucciso due volte di seguito, prima dall'assassino, poi dalla giustizia.
  21. Bisogna scegliere bene e non andare dappertutto. Perché la riservatezza e la mancanza di faziosità sono una ricchezza e non è così dappertutto. Non si scherza su queste cose. Che se lo ricordi la Dany per cui il consiglio disinteressato è che la prossima volta scelga bene, si faccia invitare dalla persona giusta e non vada dal primo/a arrivato/a. Stai attenta Dany. https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.nextquotidiano.it/mario-giordano-risorse-di-laura-boldrini-carabiniere-ucciso/amp/&ved=2ahUKEwjx9-mmztfjAhWqsaQKHdkfBuEQyM8BMAF6BAgBEAQ&usg=AOvVaw2bLymqsu3YgwbIDltCQl8m&ampcf=1
  22. Se Dany fosse stata più accuortabe fosse andata da Mario, si sarebbe verificato un miracolo: un monologo a due voci. Cosa avete detto? Che non è possibile per definizioni un monologo a due voci? Sbagliato. Se si tratta di Dany e Mario, non solo è possibile, ma addirittura scontato. E un'altra aspetto che forse Dany non ha considerato a sufficienza, sono gli applausi.
  23. Ci sono ancora indagini in corso per cui bisogna andarci con i piedi di piombo però si dice che almeno uno dei due potrebbe essere perfino nipote di Mubarak. Non è una cosa certa al 100% però per cui va verificata per bene. Io, per esempio, prima di prenderla per buona in maniera acritica, come minimo sentirei il parere di Giordano. Se non proprio di Giordano "il giornalista", come minimo di Giordano il calciatore.
  24. Secondo me bisognerebbe indagare meglio. Non è escluso neanche che, almeno uno degli Americani, non sia di origini Messicane e potrebbe essere che, se non proprio lui, qualche suo parente sia un clandestino che è entrato nell'America di Trump. Potrebbe essere incaricata dell'indagine proprio la mitica Dany.
  25. Ci vuole poco a immaginare chi ha votato. Una che attacca una Padana che si fa la spiritosa su un carabiniere terun non può aver votato altro che Lega. Dovrebbe essere abbastanza evidente però, se hai dei dubbi, esprimiti pure.