plutoneorbit

  • Numero messaggi

    144
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da plutoneorbit

  1. Come si fa a far entrare la figlia di amici? Semplice, le si fanno avere le tracce dello scritto per il concorso prima... E così dalla intercettazione della presidente della regione Umbria PD: Catiuscia Marini che urla la sua innocenza, ma nel frattempo si è dimessa, si può ascoltare questa conversazione con il direttore generale della azienda ospedaliera di Perugia Emilio Duca "Catiuscia Marini dice al suo consigliere politico Valentino Valentino di mettere le tracce della prova scritta in una busta e di portarle alla '...Marisa, quella della Lega Coop...', così da farle avere alla candidata". E' il 10 aprile 2018: Duca subito dopo l'acquisizione delle tracce, consegnate da Maria Rita Franconi (indagata) nel suo ufficio, fa sapere alla presidente che ha "i temi". Da qui l'incontro, registrato con il "trojan" inserito dai finanzieri nel telefono di Duca. Marini: "La figlia di Fascini... mettetela dentro, non lo so..." Duca: "vabbé (...) cercamo... che cosa è geometra tecnico...? qui ce so le domande, tra quelle lì... sta tranquilla (...) c'ha 5 giorni di tempo perlomeno, fa lo scritto". https://www.huffingtonpost.it/2019/04/15/nelle-intercettazioni-dellinchiesta-sulla-sanita-anche-una-telefonata-del-presidente-dellumbria-mettete-dentro-la-figlia-di_a_23711907/
  2. Il 10 aprile, la Camera dei Deputati del Parlamento italiano ha approvato una mozione bipartisan di grande rilevanza storica e culturale, con cui il governo si impegna a “riconoscere ufficialmente il genocidio armeno e a darne risonanza internazionale”. Io qualcosa ho letto, storia e testimonianze terribili di un grande e pianificato genocidio del 900 che ha preceduto di poco la Shoa e la ha ispirata per metodi e crudeltà. I Turchi hanno deciso di sterminare il popolo armeno (cristiano) cominciando dagli uomini più importanti e utili quelli socialmente più in vista, le famiglie private della difesa degli uomini, donne, vecchi e bambini hanno subito una terribile deportazione nel deserto, verso il nulla, durante il cammino violenze terribili, omicidi, morti di sete e di stenti, il lavoro sporco i Turchi lo fecero fare ai Curdi. Alcuni Armeni si sono salvati, ora hanno una loro nazione, lottano per avere riconosciuto il loro terribile passato, la Turchia arresta chi ne parla e nega il genocidio Consiglio questo libro a chi fosse interessato che spiega: "Non solo il genocidio è stato accuratamente pianificato, ma anche la sua negazione, fin dall’inizio, prima che iniziassero le deportazioni e i massacri. Un negazionismo dunque “infra-genocidario”, e non solo post genocidario. All’origine della decisione vi è in particolare l’indipendenza della Grecia, che afferma il principio di appartenenza della terra ai popoli e alle culture autoctone, invalidando il diritto di conquista. Sulla base di questo “principio greco”, i turchi non hanno più un posto loro nel mondo, essendo all’origine un popolo nomade di conquistatori provenienti dall’Asia centrale. Gli ottomani controllano un impero esteso su tre continenti, ma sono consci di non avere una cultura nazionale, una letteratura, un’arte. Dominano nell’esercito e nell’amministrazione, ma sono assenti dalle attività economiche, commerciali, finanziarie e industriali. L’impero si sgretola, la paura attanaglia il gruppo dominante. Il “principio greco” porta al distacco di serbi, macedoni, bulgari, romeni. Nell’arco di due anni, l’impero perde la Libia e quasi tutti i possedimenti europei. Ai turchi resta l’Anatolia, il ridotto baluardo di una identità nazionale tutta da inventare. Ma qui convivono forti minoranze musulmane e cristiane: i curdi, i greci, soprattutto gli armeni, “la più mortale delle minacce”. Occorre “eliminare ogni traccia di armenità: le vite degli armeni, i cimiteri armeni, la cultura armena, la storia armena, l’architettura armena, i nomi armeni (…) Il genocidio è un esempio tremendo e radicale di male morale”. Di Alessandro Litta Modignani https://www.ilfoglio.it/una-fogliata-di-libri/2018/12/12/news/i-peccati-dei-padri-siobhan-nash-marshall-una-fogliata-di-libri-228805/ Ma ce ne sono molti altri come: il “Diario” dell’ambasciatore americano a Costantinopoli Henry Morgenthau, il volume fotografico “Armin T. Wegner e gli armeni in Anatolia”, “La Santa Sede e lo sterminio degli Armeni nell’Impero Ottomano. Dai documenti dell'Archivio Segreto Vaticano e dell'Archivio Storico della Segreteria di Stato” di Karakhanian e Viganò “L’inquietudine della colomba. Essere armeni in Turchia” di Hrant Dink, per citarne solo alcuni. Tra le pubblicazioni più recenti, vi sono l’importante testimonianza di Hasan Cemal, nipote di Cemal Pasa, uno degli esecutori materiali del genocidio (“1915: Genocidio armeno”)
  3. Mai sottovalutare L'herpes perchè purtroppo, in rari casi, ma può portare ad una infezione cerebrale, come è successo a Veronica una giovane madre di 32 anni, uccisa da una encefalite da herpes. Veronica è morta lo scorso 6 aprile all'ospedale di Pescara dopo aver trascorsi 6 giorni in stato confusionale, assente mentalmente e con febbre alta. La 32enne è stata colpita da un edema cerebrale massivo per encefalite da herpes simplex di tipo 1, che non sarebbe stata subito diagnosticata dai medici del 'ospedale dove era stata ricoverata. Ad accorgersi che era confusa e assente mentalmente era stata la mamma Monica, ex infermiera, che subito l'aveva fatta trasferire in ospedale. Dopo essere stata sottoposta ad una serie di accertamenti, la donna, mamma di due bimbe di 9 e 3 anni, è stata dimessa. La sua situazione, però, non mostrava segni di miglioramento. Visitata anche dal medico di base il giorno seguente, le sono stati prescritti dei medicinali per farla riprendere. Le sue condizioni sono peggiorate ulteriormente. Il 3 aprile è stata di nuovo trasferita al pronto soccorso, ma questa volta è stata ricoverata prima nel reparto di Malattie infettive e poi trasferita in Neuropsichiatria, dove ha avuto una crisi epilettica, giovedì, e poi cardiaca, rimanendo "per almeno 20 minuti senza attività vitale". Da allora non si è mai più ripresa, fino al decesso, dichiarato sabato 6 aprile. L'herpes cerebrale è molto raro, ma può essere mortale, per questo non va mai sottovalutato un herpes in qualsiasi parte del corpo. https://www.fanpage.it/pescara-la-conferma-dellautopsia-mamma-veronica-uccisa-a-32-anni-da-unencefalite-da-herpes/
  4. Assurdo! Il nuovo codice della strada lascerà ai comuni la decisione se le bici possono andare contromano, così magari nel tuo comune non possono ma in quello vicino si e se metti sotto un ciclista contromano sono guai seri, ma questa è follia pura e come si fa a sapere se le bici possono andare contromano o meno, se si viaggia in macchina per lavoro o per turismo? E gli stranieri? Impazziranno! https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/codice-della-strada-le-novita-scooter-125-in-autostrada-multe-salatissime-per-chi-usa-il-telefono_3200218-201902a.shtml
  5. Il narcisista patologico, è il Narcisiso che fa male e da cui è importante sapersi difendere. Perché? Perché se sei in relazione con un Narcisista patologico, così come sa farti battere il cuore e provare emozioni esaltanti, sa anche infliggere dolore e umiliazione e farti sentire inadeguata, sbagliata, continuamente non all’altezza. Nel parlare di narcisismo farò spesso riferimento al maschile. Tuttavia è importante chiarire che cambia poco: entrare in contatto con un narcisista è molto pericoloso per la tua autostima e per il tuo benessere, uomo o donna che sia. All’inizio ti sembrerà di vivere un sogno in cui tutto è possibile. Il tuo mondo si trasformerà in un bellissimo romanzo e vivrai ciò che hai sempre desiderato, a volte anche più di quanto sperato. Tutto ti sembrerà incredibile, perfetto, almeno fino a quando non arriveranno le prime critiche, come fossero rintocchi di una campana dal suono macabro. Il confine tra la bellezza dei momenti che un narcisista riesce a farti passare e la palude nella quale successivamente ti spedisce spesso è difficilmente riconoscibile, anche perché il livello di coinvolgimento, grazie alle sue doti seduttive, è molto alto. Ma capire il gioco e provare a liberarsene è possibile. Il Narciso cercherà di ammaliarti e sedurti facendoti sentire la più bella creatura, la donna più desiderabile e affascinante, la sola e unica che lui abbia mai amato. Questa è la fase in cui il ragno intesse la tela, ma subito dopo, ecco che inizia a stringerla con vigore per succhiare la tua energia vitale. Tu gli servi: sei il suo nutrimento. Ha bisogno del tuo sguardo innamorato, non per amarti a sua volta, ma per nutrirsi del tuo riconoscimento. Il narcisista non vuole sentirsi amato, ma idealizzato Questo quadro delinea aspetti patologici del disturbo di personalità, tuttavia, entrare in contatto con un narcisista farà sentire te la persona malata. Si nutrirà delle tue insicurezze per umiliarti, ridicolizzarti, abbattere la tua autostima fino a svuotarti di ogni punto di riferimento, facendoti cadere in un baratro senza fondo di cui, questo è il grande paradosso, sentirai un grande bisogno. La cosa da fare per tutelarsi, quindi, è prendere consapevolezza che l’amore, quello sano, in questo rapporto non c’è, non c’è mai stato e mai ci sarà: è un passaggio di grande dolore, ma anche il trampolino per saltare dall’altra parte e salvarsi. Se siete in questa trappola di dolore e di paura, chiedete aiuto e cercate di volervi più bene, salvarsi si può, ma più tardi lo si fà più è difficile e doloroso https://www.lucagiulivi.it/come-riconoscere-un-narcisista/
  6. La torre di Pisa ispira sempre la stessa foto, con la mano che fa finta di sostenerla, ma i turisti si inventano pose sempre più fantasiose per farla. Qualche giorno fa, un uomo ha deciso di non passare inosservato e si è messo in posa seminudo, chiappe al vento per fare la foto di rito, scappando subito dopo per non essere fermato dalla sorveglianza Eccolo qui... ma... chissà perchè lo ha fatto https://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2019/03/31/news/posa-seminudo-sotto-la-torre-di-pisa-il-blitz-in-pieno-giorno-1.30148549
  7. Per un attimo ci avevo creduto, ma stava solo scherzando, anche Greta fa il suo pesce d'Aprile, e comunica che da ora in poi il Venerdì andrà a scuola, oddio non sarebbe una cattiva idea, comunque... era solo uno scherzo https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/04/01/greta-thunberg-non-sciopero-piu-sul-clima-ma-poi-spiega/5077815/
  8. M5S, la gaffe in aula dell'onorevole Marialuisa Faro, capogruppo M5S in Commissione Bilancio della Camera, dice: "Bunchbank" al posto di "Bundesbank". Pronuncia il nome della Bundesbank che avremo tutti sentito 10.000 volte al tg, in un fantomatico inglese e quindi Bundesbank diventa la strana ed inesistente Bunchbank, beata ignoranza! Notare poi l'eleganza con la quale si presenta in aula Qui il video https://www.leggo.it/politica/5stelle/m5s_la_gaffe_in_aula_dell_onorevole_marialuisa_faro_bunchbank_al_posto_di_bundesbank_video-4385079.html#
  9. Ma allora la vogliamo eradicare dalla Chiesa la pedofili a o no? Un Arcivescovo viene condannato in Francia per omessa denuncia di un Cappellano che ha compiuto atti sessuali su minore e il Papa non solo non lo riduce allo stato laico ma rifiuta le sue dimissioni, dove sta allora questa volontà? Contro Barbarin si sono mosse personalità importanti della Chiesa. Fra queste Pierre Vignon, giudice ecclesiastico delle province di Lione e Clermond-Ferrand, da qualche mese licenziato dopo venticinque anni di servizio. È stato lui a lanciare una petizione per chiedere le dimissioni di Barbarin. Il sacerdote francese ha deciso di compiere questo passo dopo l’intervento di Francesco sui tanti casi di pedofili a in America: “Ammettiamo che non abbiamo saputo stare dove dovevamo stare – ha scritto il Pontefice –, che non abbiamo agito in tempo riconoscendo la dimensione e la gravità del danno che si stava causando in tante vite. Abbiamo trascurato e abbandonato i piccoli”. Vignon disse che “l’appello del Papa è chiaro. Il Popolo di Dio deve reagire, ed è dunque mio diritto spingere a farlo. Siamo in una di quelle ore cruciali della storia nelle quali s’impongono grandi azioni”. Forse, a differenza del tribunale Francese, il Papa pensa che sia innocente? https://www.repubblica.it/vaticano/2019/03/19/news/papa_francesco_no_accetta_le_dimissioni_di_barbarin-221996111/
  10. E' morto Pino Caruso. Palermo piange la scomparsa del grande attore, morto ieri pomeriggio a 84 anni nella sua casa di Roma. Era malato da tempo. I funerali si svolgeranno domani mattina a Borgo Pineto a pochi chilometri dalla capitale. Uno degli attori siciliani più noti assieme a Franchi e Ingrassia e Lando Buzzanca, era uno dei simboli di Palermo, che seppe esportare la comicità dell'Isola oltre lo Stretto. Si è sempre diviso tra il teatro, il cinema e la tv, soprattutto quella degli anni '70 e '80. Ha recitato al Bagaglino ed è stato protagonista di programmi Rai, ma ha anche scritto libri. È noto anche per essere stato tra i protagonisti della fiction Carabinieri su Canale 5, interpretando il maresciallo Giuseppe Capello. Addio Pino, ci hai fatto ridere con classe e tanta simpatia https://palermo.gds.it/articoli/cultura/2019/03/08/palermo-piange-la-morte-di-pino-caruso-aveva-84-anni-c07743e9-acf7-4d0a-b945-b4e6f4fe4b20/
  11. John Capparelli, diventato prete nel 1980, si era trasferito in Nevada nel 2016 dopo le accuse di abusi in New Jersey. Il prete, che ha lavorato in diverse chiese, era stato sospeso dal suo incarico dopo le accuse di violenza arrivate da diversi ragazzini e dalle loro famiglie ma aveva continuato ad avere contatti con minori come insegnante. Di recente, poi, il nome dell’ex sacerdote era comparso tra quelli che avevano abusato di bambini nella diocesi del New Jersey. Una delle presunte vittime di Capparelli che dal prete avrebbe subito abusi quando era un adolescente, ha commentato con parole dure la notizia della sua morte: “Non posso dire di essere triste per la sua morte, mi sento solo strano. Una cosa è sicura: ora che lui non c’è più, il mondo è un posto più sicuro”. Si sono fatti giustizia da soli, che ne pensate? https://www.fanpage.it/usa-ex-sacerdote-trovato-morto-in-casa-era-accusato-di-abusi-indagini-per-omicidio/
  12. Ferrero raccoglie le candidature di persone interessate a lavorare negli stabilimenti produttivi situati in Piemonte, Basilicata, Campania e Lombardia. I candidati ideali sono orientati al risultato e al cliente, oltre che attenti al prodotto. Sono numerose le opportunità di lavoro all’estero presso il Gruppo. Ferrero, infatti, è presente, con proprie sedi, in ben 53 Paesi del mondo. Durante l’anno, cerca sia professionisti a vari livelli di carriera che giovani anche senza esperienza, per assunzioni e tirocini a livello internazionale. Attualmente, sono aperte le selezioni per la copertura di posti di lavoro in Lussemburgo, Russia, Regno Unito, Germania e India. E ancora in Stati Uniti, Messico, Cina, Colombia e Brasile. Altre ricerche sono in corso in Spagna, Canada, Polonia, Francia e altri Paesi. Si ricercano vari profili da inserire, prevalentemente, nelle aree Marketing e Pubblicità, Amministrazione, Finanza e Controllo, e HR. Ancora, nei settori Comunicazione, Vendite, Produzione, Supply Chain, Contabilità, Finanza e Controllo, e in altre aree. La raccolta delle candidature per lavorare in Ferrero viene effettuata attraverso la sezione Ferrero Lavoro del portale web www.ferrero.it. Tramite quest’area, infatti, è possibile accedere alla piattaformariservata alle carriere del Gruppo, sulla quale vengono pubblicate le opportunità di impiego disponibili, e consultarle, effettuando anche una ricerca tematica per parole chiave, sede, categoria professionale e / o tipologia di contratto. Ottime opportunità! https://www.newslavoro.com/ferrero-assume-nuovo-personale-anche-senza-esperienza-a-tempo-indeterminato/
  13. Chiara si trova con il figlio Leone sulle giostre. I due sorridono, si divertono e si amano. Come solo mamma e figlio possono amarsi. "Bruco mela afternoon", scrive Chiara. Ma apriti cielo. I leoni da tastiera diventano delle iene e vomitano cattiverie. Perchè fra i commenti ne spuntano alcuni di vergognosi. "Non riesco a trovare un termine che definisca la tua anaffettività. Non riesci a stare mezz'ora senza quel dannato cellulare. A quel bambino, se ti va bene, gli sarai indifferente, se ti va male ti odierà", scrive un utente agguerritissimo. E un altro gli fa eco: "Tanto sappiamo che non te ne occupi tu. C'è sempre la tata". Stavolta a lei mancano le risposte... http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/tuo-figlio-ti-odier-web-vomita-cattiverie-contro-ferragni-1659331.html
  14. La Procura di Firenze ha chiuso le indagini per la morte di Davide Astori, per la quale sono indagati per omicidio colposo Giorgio Galanti, pratese, ex direttore della medicina sportiva dell'ospedale fiorentino di Careggi, e il collega Francesco Stagno di Cagliari. Davide Astori, capitano della Fiorentina, morì il 4 marzo 2018 nel ritiro prima della partita contro l'Udinese. A dicembre Galanti fu sentito nella caserma dei carabinieri di Borgognissanti: fornì la sua versione dei fatti, difendendosi in merito a quanto contestato dalla procura. Pochi giorni prima i due medici avevano ricevuto gli avvisi di garanzia. I due medici indagati avrebbero firmato le idoneità all'attività sportive del calciatore nonostante che, secondo le perizie, una serie di esami avesse evidenziato la presenza di extrasistole ventricolari nel corso delle prove da sforzo a cui era stato sottoposto il calciatore. Ai due medici gli inquirenti attribuirebbero la colpa di aver violato i «protocolli cardiologici per il giudizio di idoneità allo sport agonistico». Per la procura se la patologia fosse stata diagnosticata mentre si trovava in una fase iniziale ciò avrebbe consentito di interrompere l'attività agonistica di Astori e tramite la prescrizione di farmaci di rallentare la malattia e prevenire l'insorgenza di 'aritmie ventricolari maligne'. Insomma lo avrebbero potuto salvare e invece hanno firmato l'idoneità alla attività agonistica, ora attendiamo il processo https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/astori-morto-1.4487432
  15. Mark Hollis, leader di una delle band più importanti degli Anni Ottanta, i Talk Talk, è morto oggi a 64 anni. I Talk Talk sono rimasti in attività dal 1981 al 1992. Noti con singoli quali It's My Life e Such a Shame, i Talk Talk sono passati dal suono synth pop degli esordi a composizioni più complesse che anticipano di qualche anno il post-rock. Hollis aveva fondato la band, di cui era l’inconfondibile voce, nel 1981 con Lee Harris e Paul Webb e con loro ne aveva condiviso ascesa e declino, fino allo scioglimento nel 1991. https://www.leggo.it/spettacoli/musica/morto_mark_hollis_talk_talk_tormentone_anni_80_such_shame-4324032.html
  16. Da ieri sera sui social tutti piangono Fonzie, ma la notizia è una bufala, Henry Winkler ha 77 anni e oggi è uno scrittore di successo di una serie per ragazzi basata sulla dislessia, di cui anche lui soffre. Winkler racconta di aver scoperto la sua dislessia soltanto all'età di 31 anni. Venire a conoscenza del suo problema lo ha, sì, sollevato, ma anche fatto arrabbiare non poco: quando era piccolo, i suoi genitori incolpavano la pigrizia per il suo scarso rendimento scolastico e lo costringevano a stare lunghe ore davanti alla scrivania, per questo ha deciso di scriverne. Che queste bufale siano di buon auspicio per una lunga e serena vita https://www.giornalettismo.com/archives/2695863/fonzie-bufala-morte-henry-winkler
  17. Per V., 23 anni, studentessa italiana a Rabat, la festa di compleanno si è trasformata in un incubo. Tre uomini in auto appostati sotto casa, l'hanno molestata, strattonata fino a strapparle i pantaloni e ferita con un coltello. Era uscita per festeggiare con amici e colleghi, tutti ragazzi dello stesso ambito di studi, tra ong, dipartimenti universitari e organismi internazionali. A fine serata, erano da poco passate le due, è tornata in taxi fino all'inizio della via di casa. Per evitare agli altri di allungare la strada, è scesa 50 metri prima del portone. È a quel punto che da un'auto parcheggiata lì sotto, tre uomini hanno cominciato a molestarla. In due sono scesi per cercare di prenderla, lei ha tentato di divincolarsi e le hanno strappato il pantalone che indossava. La ragazza si è difesa, ma è stata raggiunta da quattro coltellate alla gamba sinistra. I tre aggressori sono stati messi in fuga da un abitante del quartiere che ha sentito le urla della studentessa ed è subito sceso in strada per difenderla. Soccorsa dall'ambulanza, è stata portata all'ospedale più vicino, da dove è partita la denuncia. Le ferite riportate non sono gravi, la ragazza è stata medicata con nove punti di sutura e poi dimessa.Escluso il movente terroristico o di aggressione contro stranieri; gli inquirenti pensano piuttosto a balordi di periferia che volevano fare una bravata. Non sono riusciti a rubarle nulla. Una bravata? Le hanno strappato i pantaloni e ferita a coltellate perchè si è ribellata ad una violenza sessuale e li parlano di bravata? https://www.ilmessaggero.it/mondo/studentessa_italiana_accoltellata_rabat_marocco_25_febbraio_2019-4323598.html
  18. Arrivata la sentenza definitiva per Gian Luca Rana, figlio dell'imprenditore Giovanni Rana, accusato di aver dato ripetutamente e pubblicamente del "finocchi o" a un manager del noto pastificio di famiglia. Secondo quanto riassume la Suprema Corte nell'ordinanza pubblicata ieri, dal 2001 al 2007 il legale rappresentante della ditta aveva pronunciato "ripetute offese sulla presunta omosessualità del dirigente", che come testimoniato dai colleghi era stato "sistematicamente apostrofato col termine finocchi o". Secondo i giudici questo comportamento arreca "concreto e grave pregiudizio alla dignità del lavoratore nel luogo di lavoro, al suo onore e alla sua reputazione". L'azienda, a causa della "condotta vessatoria" attuata dall'amministratore delegato Gian Luca, figlio del presidente Giovanni, dovrà risarcire il suo ex dipendente. Bel danno di immagine per l'azienda fondata dal padre che è invece così simpatico https://www.unionesarda.it/articolo/news/italia/2019/02/21/da-del-***-per-anni-a-un-suo-manager-condannato-gian-luca-r-137-838672.html
  19. Parlando dalle colonne della rivista ufficial e della FIA, Auto, il secondogenito del recordman di vittorie in Formula 1, ha rilasciato alcune dichiarazioni su cosa significa essere figlio di un pilota diventato nel corso della sua carriera una leggenda del motorsport. “Sono felice di essere il figlio del più grande pilota di Formula 1 di tutti i tempi” – ha dichiarato Schumi Jr – “Sono contento che sia diventato quel tipo di campione e lo ammiro moltissimo anche se a volte può essere difficile. Ci sono lati positivi e negativi. Nonostante questo, avere il supporto di tante persone in giro per il mondo non può essere affatto una cosa negativa e sono grato per questo”. https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/mick-schumacher-difficile-essere-figlio-del-piu-grande-418522.html
  20. Volete fare un figurone stasera? Ecco il menu e i costi di due famosi ristoranti, quello di Cracco a Milano (solo per under 35 anni) in galleria e quello di Cannavacciulo sul lago d'Orta a Villa Crespi. Nel ristorante di Carlo Cracco (Galleria Vittorio Emanuele II, Milano) il costo per due persone è di 250 € con menu che prevede un aperitivo, in cui saranno serviti sfoglie di riso croccanti, un mini arancino di riso allo zafferano e ragù, focaccia al vapore con ketchup di carote e aneto, olive all’ascolana, crema di patate e uovo di quaglia fondente e una meringa al lime, salmone marinato e shiso con un calice di bollicine, questi sono gli antipasti, come cena si prosegue con tuorlo fritto con capesante, crema di zucca, arancia bruciata e spinaci, ravioli all’astice con fondo di crostacei, puntarelle e olive, il carrè di vitello in sfoglia con salsa di mela rossa e zenzero e infine il dolce di San Valentino. La cena nel ristorante Villa Crespi (sul lago d’Orta) di Antonino Cannavacciulo costa 440 € a coppia con dieci portate : scampi di Sicilia alla “pizzaiola”, acqua di polpo, Insalata di polpo, verdure cotte all’olio, caviale di aceto, gnocchetti di baccalà, alghe marine, tartufo di mare, Tagliatelle di fagioli, cacio e pepe, tartufo nero; triglia, patate, cime di rapa e colatura di provola affumicata, maialino da latte, zucca e castagne. A seguire un pre dessert e un dessert Villa Crespi. Io non ce li spenderei mai, ma scommetto che faranno il tutto esaurito https://www.361magazine.com/cucina/quanto-costa-la-cena-san-valentino-carlo-cracco/
  21. Corona pubblica una foto su Instagram con due pistole in mano e una collezione di fucili automatici dietro le spalle. L'ex re dei paparazzi in versione gangster macho scrive anche un messaggio: "Giustizia! Ma non quella che il nuovo governo prova a far passare, che porterebbe solo danni e guerra inutile, ma giustizia cercata e ottenuta grazie alla determinazione e alla lotta per i propri diritti!". Quindi chiarisce: "Le pistole sono la metafora delle mie parole".... Un messaggio in realtà molto confuso che non si capisce bene cosa voglia dire, ma certo questa immagine e le armi non sono una bella cosa https://gossip.fanpage.it/fabrizio-corona-posa-con-pistole-e-fucili-chiedo-giustizia/
  22. La piccola Genesis Butler, 12 anni, attivista per i diritti animali e la tutela ambientale è la persona più giovane mai salita su un palco della rassegna TEDx ed è l'ambasciatrice di una campagna globale che punta a contrastare i cambiamenti climatici attraverso un cambiamento alimentare. "Million Dollar Vegan", l'organizzazione che cura la campagna, offre un milione di dollari al Santo Padre - in nome di Genesis - qualora accetti di praticare una dieta vegana per l'intera Quaresima. Se il Papa accetterà, Million Dollar Vegan devolverà il milione in beneficenza in favore delle cause che il Papa stesso vorrà premiare. Sono curioso di vedere come risponderà il Papa, se lo farà... https://www.repubblica.it/economia/2019/02/06/news/la_bambina_che_offri_un_milione_al_papa_ma_devi_osservare_una_dieta_vegana_-218417598/
  23. Per la prima volta c’è un funzionario, Antonio Di Bon a, responsabile dell’archivio e dell’inserimento dei dati del sistema online dell’ufficio tecnico, che in cambio di favori non chiede prestazioni sessuali a donne, ma, in linea con la sua attitudine, li chiede ed ottiene da uomini. Con intercettazioni e video in mano agli inquirenti, per esempio, è stata scoperta la prestazione grazie alla quale una costruzione di volumetria aggiuntive dell’immobile viene spacciata per ristrutturazione, ed è stata ricompensata con una prestazione non economica ma sessuale. Stesso discorso per un’altra vicenda che coinvolge sempre Antonio Di Bon a stavolta, però, insieme a un geometra appartenente a quella pletora di tecnici sempre pronti a bussare alle porte degli uffici comunali per ottenere permessi a costruire in sanatoria, leggasi condono. Uomini che si saranno sentiti come le tante donne alle quali purtroppo è capitato di avere queste richieste https://casertace.net/sesso-nel-comune-di-castel-volturno-storico-per-una-volta-favori-e-prestazioni-non-riguardano-una-donna-ma-un-funzionario-gay-che-li-chiede-e-li-ottiene/
  24. Il ministero dell’Interno ha tolto la scorta al giornalista napoletano Sandro Ruotolo, che l’aveva dal 2015 quando aveva ricevuto delle minacce dal boss dei casalesi Michele Zagaria per via delle sue inchieste sul traffico di rifiuti tossici in Campania. La notizia è stata diffusa sabato dall’ex ministro della Giustizia Andrea Orlando, che ha detto che farà un’interrogazione parlamentare in merito, sostenendo che la scelta sia legata anche agli articoli scritti da Ruotolo sulla campagna elettorale del ministro dell’Interno Matteo Salvini. Giela hanno tolta davvero per motivi politici secondo voi? https://www.ilpost.it/2019/02/03/tolta-scorta-sandro-ruotolo/
  25. "Se la buona letteratura è quella che riesce a esprimere lo “spirito del tempo”, senza dubbio Michel Houellebecq deve essere considerato un grande scrittore. Come ha notato Pierluigi Battista, Houellebecq è particolarmente “fortunato” nel riuscire a pubblicare i suoi romanzi in concomitanza con eclatanti episodi di cronaca, sorprendentemente correlati ai fatti e personaggi narrati. Troppo fortunato, perché la coincidenza possa essere considerata casuale. Era già accaduto con Piattaforma (2001) e Sottomissione (2015) usciti in contemporanea con le stragi in una discoteca di Bali e nella redazione di Charlie Hebdo; si ripete ora con questo scioccante Serotonina, pubblicato mentre la Francia è sconvolta dalla protesta violenta dei gilet gialli. Florent è un uomo maturo e depresso, schiacciato – prima ancora che dai fallimenti esistenziali e sentimentali – dal suo stesso, cupo cinismo. Il tono dell’io narrante è amaro e sarcastico, un distillato di solitudine e sofferenza che scorre ininterrotto e che non risparmia nulla e nessuno, spietato con il pensiero conformista ma soprattutto con se stesso...." Scrive il recensore di questo libro molto atteso dopo il successo dei primi due romanzi, leggerò anche questo sicuramente https://www.ilfoglio.it/una-fogliata-di-libri/2019/01/30/news/serotonina-michel-houellebecq-una-fogliata-di-libri-235248/