plutoneorbit

  • Numero messaggi

    269
  • Registrato

  • Ultima Visita

plutoneorbit è il vincitore del giorno giugno 15

plutoneorbit ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

33 Sono il Re del Forum

3 Followers

Su plutoneorbit

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Quest'anno tra la aspiranti miss del concorso per Miss Italia c'è Giulia Talia, la prima dichiaratamente gay, già vincitrice di Miss Cinema Roma 2020 Giulia In una intervista ha raccontato: "Mia nonna Sandra mi disse, dopo la vittoria di Miriam Leone, un giorno ci andrai anche tu" e parlando del suo amore per Barbara con la quale convive, dice: "Sono felice di poter accendere un faro su questo tema. Penso di aver avuto la consapevolezza di amare le donne da sempre, ma era relegata in un angolino, inquadrata come curiosità. Sono stata fidanzata a lungo con Andrea, che ha conosciuto i miei genitori. Poi al primo anno di università mi sono accorta che gli sguardi delle ragazze mi emozionavano come quelli dei maschi, se non di più. E allora mi sono lasciata andare. All'inizio avevo paura di essere giudicata. Poi ho capito che siamo tutti diversi e che ci sarà sempre qualcuno per il quale non vai bene. Tanto vale vivere la propria vita come si vuole, non ha senso rincorrere l’accettazione degli altri. A un certo punto ho desiderato presentare Barbara ai miei. Mia sorella Chiara, quattro anni meno di me, è stata la prima a cui l’ho confessato e non è cambiato nulla: litighiamo come prima! Mia madre mi ha detto che lo sapeva già". Bene forza Giulia, Miss Italia o meno tanti auguri per il tuo futuro! Che ne pensate? Fa bene ad essere così trasparente?
  2. «Ogni intervistatore vorrebbe sempre trovarsi di fronte candidati zelanti, che fanno domande argute, perché ciò denota proattività e interesse verso il ruolo, che sono fondamentali», assicura Robby Vanuxem, Managing Director per il Belgio della società internazionale di ricerca del personale Hays: ma alcune domande proprio non vanno fatte. La prima questione da non affrontare mai è la durata del colloquio. Può sembrare una domanda innocente, ma la risposta naturale è: "Ha qualcosa di meglio da fare?". «Anche un candidato può essere una persona impegnata, specialmente se ha già un lavoro, ma chiedendo quanto tempo dura l’intervista lo pone subito in una cattiva luce, ancor prima che questa sia iniziata», spiega Vanuxem. Attenzione, però, guardare ossessivamente l'orologio vale quanto porre la domanda. Non bisognerebbe fare nemmeno domande che denotano impreparazione: dovreste arrivare preparati, ma se non lo siete non aiutate l'intervistatore ad accorgersene. Piuttosto, rivolgete domande approfondite, per esempio per capire qual è la cultura aziendale e che tipo di opportunità di crescita ci siano. Non parlate di denaro, almeno che non vi sia fatta questa domanda esplicitamente. Ma non chiedete nemmeno la durata della pausa pranzo: ogni questione riguardante il "quanto" (aumento, promozione, ferie) va rigorosamente evitata. «Queste sono alcune delle domande peggiori che possiate rivolgere», conferma Vanuxem, «perché rischiate di dare un’idea sbagliata sulle vostre priorità, che nella prima fase devono essere esclusivamente ottenere il posto per cui siete candidati» Qui altri consigli utili http://www.businesspeople.it/Lavoro/Le-domande-da-non-fare-a-un-colloquio-di-lavoro-102579

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963