Classifica


Discussioni popolari

Contenuti più votati dal 05/05/2021 in tutte le sezioni

  1. Un TSO per uno sbarbatello no mask che si incatena a un banco di scuola? Mi pare una punizione esagerata. E pure costosa per il sistema sanitario. Io l'avrei lasciato lì. Dopo essermi assicurato che ci fosse un buon catenaccio e dopo avere buttato via la chiave.
    2 mi piace
  2. Penso che sia stato il più bel lavaggio del cervello a nostre spese , ed io chiederei il risarcimento danni ! Ora si é " ribattezzata " Aisha !
    2 mi piace
  3. salvini non và contro un suo elettorato ben saldo, gli imprenditori, che come si sà, non sono loro a doversene occupare ma sono gli operai che non rispettano le norme....dispiace assai che tantissimi operai siano molto più convinti a votare chi sostengono gli imprenditori che non loro...
    2 mi piace
  4. “A proposito di Rai, Report. Ieri è andato in onda un servizio che andrebbe studiato nei manuali di complottismo”. Lo scrive Matteo Renzi nella sua e-news a proposito della trasmissione che ha mandato in onda un servizio sul suo incontro con Marco Mancini, dirigente dei servizi segreti. L’autrice del video trasmesso dalla trasmissione condotta da Sigfrido Ranucci è una donna che, spiega a Report, di essersi trovata lì per caso, costretta a fermarsi per un improvviso malore della madre: “Mi fermavo in quella piazzola perché mia madre si era sentita male e mio padre era sceso per accompagnarla”. La donna dice di non riconoscere Mancini, anzi lo definisce un “tipo losco” che aveva attratto la sua attenzione ancora prima dell’arrivo dell’auto “con i vetri oscurati” da cui sarebbe sceso Matteo Renzi. E il colloquio tra il giornalista di Report e l’ex premier è la parte più importante, Renzi lo sa bene e decide di fare un proprio video che mette integralmente sui propri canali social. Nella sua Enews l’ex premier scrive: “Andiamo con ordine”: “1. Sono tra i pochi politici che risponde sempre alle domande di Report. Sempre. 2. L’intervista che ho rilasciato dura un’ora ed è stata tagliata in tutti i passaggi più significativi. Per gli appassionati, il video si trova sul mio canale YouTube. Trasparenza è la mia parola d’ordine, altro che storie. I tagli li ha fatti la redazione. 3. Non faccio incontri segreti e se devo fare un incontro riservato non lo faccio in Autogrill ma in un ufficio. Se vedo una persona al volo in Autogrill, in stazione, in aeroporto, in treno, in piazza, allo stadio, non lo definisco incontro segreto. Se qualcuno pensa che si possa organizzare un incontro segreto in un luogo pubblico, costui ha bisogno di un Tso immediato”. “4. Nella storia di Report - continua il leader di Italia Viva - ci sono molti punti oscuri. Seguite la storia. Quattro mesi fa, una donna, che di mestiere fa l’insegnante, si ferma in Autogrill perché suo padre sta male. Dispiace. Mentre il padre sta male, la signora si insospettisce perché vede un tipo ‘elegante ma losco’ che si aggira nervoso in attesa di qualcuno. Come fanno tutti quelli che hanno un padre che sta male in auto, la signora si disinteressa del padre e inizia con un telefonino a girare - senza scendere dalla sua macchina - un video del tipo ‘elegante ma losco’. A quel punto arriva una macchina: è Renzi, losco ma non elegante, e soprattutto immancabile convitato di pietra di tutti gli scandali repubblicani. Renzi e l’altro, il tipo elegante ma losco, stanno 40 minuti a chiacchierare fuori dall’Autogrill, peraltro Renzi senza cappotto il 23 dicembre, in mezzo alla gente che passa, e la signora continua a videoregistrare con sprezzo del pericolo. Complimenti alla batteria del cellulare, intanto. Dopo 40 minuti, Renzi e il signore elegante ma losco si salutano e la prof chiusa dentro la macchina riesce a registrare le parole di commiato ‘Lei sa dove trovarmi’ che sembrano quasi una minaccia. Il fatto che la signora riesca a distanza di metri, col finestrino chiuso, a sentire le parole, senza neanche leggere il labiale perché i due indossano una mascherina, è straordinario: fortunati gli studenti che possono contare su una professoressa dalle orecchie bioniche”. La ricostruzione dell’ex premier continua: “Ma non finisce qui”, prosegue Renzi, “perché a questo punto la signora sfoggia doti divinatorie e spiega che il signore elegante ma losco gira e torna a Roma, mentre Renzi va verso Firenze. Fermi, fermi: come è possibile? Se Report non ha cambiato nottetempo le regole del codice delle strada, quando ci sono due auto provenienti da Sud - ferme nell’Autogrill di Fiano Romano - entrambe sono obbligate ad andare verso Firenze, perché in autostrada non si può tornare indietro, fino a che non c’è un casello. A meno che la macchina del signore elegante ma losco non sappia volare o abbia il diritto di viaggiare contromano, questa informazione della prof tradisce la verità. Chi ha scritto il copione della signora si è dimenticato di questa piccola contraddizione (il diavolo, si sa, fa le pentole ma non i coperchi) dimostrando che siamo in presenza di un racconto falso. Non finisce qui. La signora custodisce come una reliquia il Video per quattro mesi. Poi, improvvisamente sputa il rospo e passa un video di quaranta minuti (We transfer? Aereo di Stato pagato da Renzi? Piccione viaggiatore?) alla redazione di Report perché ha riconosciuto nel signore elegante ma losco un famoso dirigente dei servizi segreti italiani, del quale non esistevano foto da anni. Ma lei lo riconosce, bravissima. Un segugio implacabile. E fortuna vuole che il padre della prof si senta male solo a Fiano Romano: se si fosse sentito male fuori da Palazzo Chigi, chissà quante volte avrebbe visto il dirigente dei servizi andare in visita da Conte. Chissà. E allora Report capisce che è il momento di dire la verità al popolo italiano”. “Meno male che c’è il servizio pubblico a svelare le trame dei politici italiani all’Autogrill. Rimane il dubbio che il giornalismo di inchiesta dovrà chiarire: è stato un Camogli o una Rustichella a segnare la dolorosa fine del Governo Conte?”, conclude Renzi. Ma non finisce qui, perché a questo punto la signora sfoggia doti divinatorie e spiega che il signore elegante ma losco gira e torna a Roma, mentre Renzi va verso Firenze. Fermi, fermi: come è possibile? Se Report non ha cambiato nottetempo le regole del codice delle strada, quando ci sono due auto provenienti da Sud - ferme nell’Autogrill di Fiano Romano - entrambe sono obbligate ad andare verso Firenze, perché in autostrada non si può tornare indietro, fino a che non c’è un casello. A meno che la macchina del signore elegante ma losco non sappia volare o abbia il diritto di viaggiare contromano, questa informazione della prof tradisce la verità. Chi ha scritto il copione della signora si è dimenticato di questa piccola contraddizione (il diavolo, si sa, fa le pentole ma non i coperchi) dimostrando che siamo in presenza di un racconto falso. Non finisce qui. La signora custodisce come una reliquia il Video per quattro mesi. Poi, improvvisamente sputa il rospo e passa un video di quaranta minuti (We transfer? Aereo di Stato pagato da Renzi? Piccione viaggiatore?) alla redazione di Report perché ha riconosciuto nel signore elegante ma losco un famoso dirigente dei servizi segreti italiani, del quale non esistevano foto da anni. Ma lei lo riconosce, bravissima. Un segugio implacabile. E fortuna vuole che il padre della prof si senta male solo a Fiano Romano: se si fosse sentito male fuori da Palazzo Chigi, chissà quante volte avrebbe visto il dirigente dei servizi andare in visita da Conte. Chissà. E allora Report capisce che è il momento di dire la verità al popolo italiano. Meno male che c’è il servizio pubblico a svelare le trame dei politici italiani all’Autogrill. Rimane il dubbio che il giornalismo di inchiesta dovrà chiarire: è stato un Camogli o una Rustichella a segnare la dolorosa fine del Governo Conte?
    2 mi piace
  5. È tutto un mondo di privilegiati e di viziati. Pensavo che il virus servisse almeno a restituire un po' di serietà e sobrietà, ma non sarà così. Stringerà la cinghia solo chi è già abituato a farlo.
    2 mi piace
  6. Attico ristrutturato con il denaro che sarebbe dovuto andare all'ospedale " Bambino Gesù " . A lavori ultimati , festeggiamenti , tra l'altro ospite Bruno Vespa !!! :::::::::::::::::::::::: CHE SCHIFO ::::::::::::::::::::::::::: Ciao d/ b e fosforo ...... gli altri hanno la memoria corta , io NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO !
    2 mi piace
  7. .. Io sono la Signora CASELLATI e mi permetto di prendere l'aereo a spese degli italiani anche per andare a giocare al Bingo e anche di far sparire video e foto che mi SPUTTANANO...perché..." IO SONO IO E VOI NON SIETE UN ***....: ...e già che ci sono voglio ricordarvi che RUBY era veramente la nipote di MUBARAK....
    1 mi piace
  8. 1 mi piace
  9. IL GIUDICE CHE HA SCARCERATO I MAFIOSI SI CHIAMA Rosanna Calzolari ED È MOGLIE DI Roberto Cota LEGA NORD.
    1 mi piace
  10. oppure Giucas Casella " quando te lo dico io..." https://www.lanotiziagiornale.it/casellati-volo-di-stato/?fbclid=IwAR2VyEL9bWsM9SbBejaxWSzAWGrJvAjsNk3xPtgefOjEqEqjRGzNTue4TDg
    1 mi piace
  11. 1 mi piace
  12. Le nuove varianti mi fanno un po' paura. Non vedo l'ora di fare il vaccino. Nel frattempo sto facendo veramente del mio meglio per stare in salute. Dall'alimentazione, all'attività fisica, al sonno. https://www.vitaminexpress.org/it/opc-vital-opc-capsule Cerco anche di evitare carenze multivitaminiche e di tenere sempre il mio sistema immunitario al massimo in maniera naturale!
    1 mi piace
  13. Eravamo abituati ad una destra (o se preferiamo centrodestra, si può fare) canonicamente costituita da tre partiti principali. Per la precisione Fi di Papy, la Lega di Bossi e ora del Capitano, An di Fini e ora di Giorgia. A queste si aggiungevano altri ramoscelli maldestri tipo l'Udc ma, in fondo quelli storici sono sempre stati quei tre e, di solito, si sono presentati quasi sempre all'unisono. Allo stato attuale, per tutta una serie di vicissitudini certe volte riconducibili al mojto di Milano Marittima e altre volte a qualche capricetto, stiamo invece assistendo a una ricomposizione talvolta un po' composita di questo mosaico, sempre variopinto per carità però, forse per opportunità di sciacallaggio dovuto a questo terribile periodo pandemico, tuttavia con una narrazione un po' differente. Nessuna paura e nessuno si allarmi più del dovuto però perché ci possono essere tutto gli stravolgimenti possibili e immaginabili ma la destra (almeno quella di governo) trina era e trina è ancora. Un po' come quando si cambiò tutto levando di torno l'ICI e sostituendola con l'IMU. Era cambiato qualcosa? No. Per il semplice motivo che l'ICI fu effettivamente eliminata ma, al suo posto, arrivò....l'IMU. Sembra così ma non fu la stessa cosa perché pagare l'IMU capiscono tutti che è ed è sempre stata qualcosa di molto più piacevole. Stessa cosa si può dire sia successa all'interno della galassia maldestra. Perché? Semplice. Perché al posto di Fratelli d'Italia, almeno momentaneamente parcheggiata, la destra di governo annovera attualmente IV. Con una aggravante però rispetto alla questione ICi-IMU perché, per la precisione, almeno l'ICI sparì davvero invece Fratelli d'Italia, per ora è parcheggiata poi, a tempo debito tornerà a fare gruppo. Magari ci sarà un po' da sgomitare fra fi, celoduri, fratelli d'Italia, Toti, ciellini, IV e chi più ne ha più ne metta ma, in fondo, cambieranno gli addendi ma la somma non cambia. Tutt'al più bei amplia. Il ragionamento non torna e può essere confutato? Può essere però, seriamente parlando, c'è ancora qualcuno in grado di affermare, ad esempio, che IV, i suoi rappresentanti e i suoi simpatizzanti non difendano con o denti e con le unghie qualunque cosa provenga dalla destra (ma proprio quunwue qualunque)? Naturalmente vale anche il viceversa. A parte Fratelli d'Italia, in questo momento in altre faccende affaccendata (ma lo sta facendo con tutti, vecchi e storico alleati compresi), c'è ancora qualcuno in giro che abbia percepito anche un solo sussurro (per esempio da parte del Capitano) nei confronto del suo "nemico storico" Renzi? Se così è, si faccia avanti però. Giusto per una banalissima questione di conoscenza perché magari, chissà....qualcosa sfugge o non si coglie molto bene. Chissà.
    1 mi piace
  14. Domanda legittima, ridicola marketta pisana, ma una normodotata come lei, si risponderebbe che M5S ha ricevuto il mandato dagli elettori indipendentemente se il garante è stato condannato per omicidio colposo (cosa questa che può succederà a tutti noi in qualsiasi momento, specialmente se siamo alla guida di un auto con delle persone a bordo, anche se famigliari). E poiché lei, ridicola marketta pisana si dice garantista, dovrebbe smetterla di citare la condanna di Grillo, visto che seppur condannato, per colpa, poté usufruire del beneficio della condizionale e della non iscrizione. A questo punto le rivolgo una domanda leggittima pure io: Italia viva è quella cosa quasi morta, che ha più rappresentanti in senato (voti ricevuti come piddini) che gradimento fra gli italiani? Il loro leader è quel signore che si è fatto portare i wafer romagnoli (che gli piacciono tanto) in un casello autostradale ed è rimasto 40 minuti al freddo per ringraziare il donatore di simili bontà?
    1 mi piace
  15. Ciao R.d.M. - un saluto alle galline - come fai a definire "uomo" colui il quale è solamente uno "scarabocchiato"
    1 mi piace
  16. Legaiolidemerda condivido completamente...anche se mi permetto di aggiungere ai fascisti in genere....
    1 mi piace
  17. Apprendiamo che la signora Casellati, non paga delle polemiche dei giorni scorsi e infischiandosene altamente del principio di sobrietà che in questo periodo di grave crisi sanitaria ed economica dovrebbe ispirare ogni rappresentante delle istituzioni, continua imperterrita a usare come un taxi un lussuoso aereo di Stato per i suoi spostamenti da Padova a Roma (via Venezia). E siamo a 128 voli in meno di un anno per un costo stimabile nell'ordine del milione di euro a carico dei contribuenti. La signora, a quanto sembra, non vuole usare il treno né l'aereo di linea per non rischiare di contagiarsi. E pazienza per gli altri parlamentari e per i comuni mortali che non hanno il privilegio dell'aereo di Stato e devono arrangiarsi e rischiare la salute per andare a lavorare. A questo punto lancio una proposta. Perché non affittiamo alla pendolare di Stato un bell'attico spazioso, lussuoso e luminoso, a due passi da palazzo Madama in modo da risparmiare pure l'auto blu? La signora potrebbe decidere, bontà sua, di passarvi almeno qualche weekend facendoci risparmiare qualche volo di Stato. Non scherzo affatto, anzi penso che chi è preposto alla gestione oculata della spesa pubblica, immagino il ministero dell'Economia, abbia il dovere di proporre questa cosa alla signora Casellati. Non sarebbe male, anzi sarebbe opportuno, anche un monito del capo dello Stato. https://www.lanotiziagiornale.it/casellati-volo-di-stato/
    1 mi piace
  18. dicasi moglie di Roberto Cota , se non erro quello delle mutande verdi...
    1 mi piace
  19. Nel 2021 si può morire a 22 anni fagocitati da un telaio? La risposta è sì, e ha un nome e un cognome, Luana D’Orazio, morta in una fabbrica tessile in provincia di Prato. Questo il fatto: ci sono due operai, stanno lavorando, a un tratto uno di loro si gira e scopre che la giovanissima collega non c’è più, è stata inghiottita dalla macchina. E poi? Poi basta. Semplicemente, abbiamo nel terzo millennio un essere umano risucchiato dentro un macchinario, come 85 anni fa avveniva a Charlie Chaplin nella celebre sequenza di “Tempi moderni”. A febbraio, sempre in provincia di Prato, sempre in una fabbrica tessile, aveva perso la vita, schiacciato dalla pressa, un altro ragazzo di 22 anni: il suo nome era Sabri Jaballah. Visto che gli ultimi mesi di pandemia sono trascorsi nel segno della sicurezza sanitaria sul posto di lavoro, perché continuiamo a sommare morti su morti per scarsa manutenzione? Il concetto di salute vale solo per il virus killer o anche per il telaio killer? L’espressione "morti bianche" si deve al fatto che mancherebbe il criminale braccio armato dell’assassino: ma siamo così certi che davvero non ci sia un colpevole? Vogliamo continuare a chiamarle morti bianche mentre sono molto rosse?
    1 mi piace
  20. nessuno ricorda più Tenco ehhhh non ci sono più i cantanti di una volta.
    1 mi piace
  21. Di inquinamento luminoso non se ne parla molto. Non tutti sanno che l’inquinamento luminoso è concausa anche di cancro, depressione e obesità. L’inquinamento luminoso ha inoltre effetti dannosi anche per gli animali migratori, come le tartarughe o gli uccelli. Studi scientifici hanno accertato che sono tutte queste luci cittadine a fargli perdere la bussola. È come se non ricordassero più la rotta giusta.
    1 mi piace
  22. Concerto Primo Maggio: "Mai più Fedez in Rai finché non chiede scusa" - Il video della telefonata Sono sempre le vittime a dover chiedere scusa, su questo non c'è dubbio, soprattutto quando alzano la testa, quando dicono la loro, quando non vogliono più essere colpevole, allora devono chiedere scusa. Si, perché in una società dove essere civile è solo quella facciata per nascondere tutto il marciume su cui si regge, allora le vittime non possono che essere colpevoli, dei misfatti dei loro stessi carnefici. Non sono sicuro che centro molto con la questione Fedez, la mia esternazione, citata sopra ma il nocciolo del discorso è sempre quello, se a dire la verità è uno qualunque, va beh, si è sfogato, se a dirlo è un giornalista allora le cose cambiano, bisogna controbattere magari bacchettarlo, ma se a parlare è un artista... a quanto pare è una vera e propria catastrofe per tutti coloro che non possono fare a meno che censurare a nascondere i loro misfatti, addirittura minacciare un artista di non volerlo più ospitare nel proprio network. Non sono certo che sia proprio il Fedez a perderci a tal punto. Articolo quotidiano GDS:Concerto Primo Maggio: "Mai più Fedez in Rai finché non chiede scusa" - Il video della telefonata
    1 mi piace
  23. 1 mi piace
  24. 1 mi piace
  25. Definirli morti bianche equivale ad una diminutio , funzionale per chi ha fatto poco o nulla perché non si ripetano queste tragedie . Da incriminare il responsabile del reparto e il proprietario , o solo quest'ultimo , perché prevenire , ripeto queste tragedie ha un costo in denaro , ma per il dipendente é la vita ! Che immensa pena !!!
    1 mi piace
  26. Navi quarantena, nuovo noleggio: per 5 mesi di servizio si potrà arrivare a quasi 37 milioni di euro. Nessuno stop al servizio di navi-quarantena per accogliere i migranti e fargli fare il periodo di sorveglianza sanitaria anti-Coronavirus. Il ministero dei Trasporti s’è già mosso, infatti, con un bando pubblicato lo scorso 19 aprile, per il noleggio di cinque navi da impiegare appunto per i migranti soccorsi in mare. Navi che, nella maggior parte dei casi, sono in rada dell’Agrigentino, ma non soltanto naturalmente. Nel bando, il Mit ha specificato i costi e i requisiti previsti per le navi quarantena che devono avere, ad esempio, un preciso numero di cabine per l’accoglienza dei migranti compreso tra 361 e 460. La durata del nuovo affidamento va dal primo maggio al 30 settembre 2021.
    1 mi piace
  27. TEMPERANZA - mi sorge un dubbio - sarebbe la abilità nel "temperare" le matite, oppure la proprietà dei metalli a lasciarsi "temprare" per sopportare meglio gli urti e gli sbalzi termici ....
    1 mi piace
  28. Ahahahaha! Buona idea. Poi lei è una fervente cattolica. Il cardinale potrebbe istruirla sulla virtù cardinale della temperanza. Oppure chissà... magari dovrebbero istruirsi a vicenda....
    1 mi piace
  29. Il signor Bertone cardinale Tarcisio, andando in pensione si è fatto riservare in Vaticano un super attico di gran lusso. Potrebbe condividerlo con la “padovana” … lui la ospita gratis e lei in cambio prepara il pranzo, lava, stira e tiene rigovernata la casa. Per le spese di bollette luce, gas, telefono, riscaldamento, spesa per alimenti ed altro … da bravi amici e conviventi, faranno a metà ciascuno. Solo amici conviventi … dormire in camere separate, anche perché dopo una certa età il russare su tonalità diverse potrebbe turbare il sonno di entrambi. - E' chiaro che la mia è solo una battuta scherzosa … bellunesi e padovani non sono mai stati in armonia, noi della montagna mal sopportiamo i “pianeggianti” della pianura afosa e calda.
    1 mi piace
  30. si , mi capita, quando lavo la macchina, o la porto a lavare, né io, né quelli dell'auto lavaggio ricordiamo mai di raddrizzarlo
    1 mi piace
  31. 1 mi piace

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963