Classifica


Discussioni popolari

Contenuti più votati dal 29/11/2021 in tutte le sezioni

  1. Oggi ho avuto il piacere di visitare una fonderia di alluminio in Brianza. Con stupore,,,ma non tanto, ho notato che i dipendenti erano tutti ragazzi di colore. Ho chiesto come mai, risposta, nessuno dei nostri vuole fare più questo lavoro. A questo punto mi chiedo,,,se i due FILIBUSTIERI padanofascista, vanno al governo e chiudono veramente i porti,,,faranno chiudere anche queste attività, e mi riferisco, oltre a quella citata, alle concerie, all'edilizia ecc... A meno che si organizzano per andare a casa loro, selezionarli sul posto e importarli come animali da soma. La loro concezione dell'essere umano è questa, il bianco comanda, lo schiavo lavora, e soprattutto deve tacere.
    2 mi piace
  2. Dice che se fosse un cittadino francese voterebbe per Macron . Perché può darla a bere ai compagnoni più compagnoni non si può , ma io ricordo bene quando insieme al Che Guevara di Frascati Di Battista Alessandro che il Cazzaro vorrebbe alla guida degli scappati da casa , si recò a Parigi portando la piena e convinta solidarietà ai capo dei Gilet Gialli Malenchon che proprio il giorno prima avevano tentato , con un mezzo cingolato , di buttare giù la porta di un Ministero per occuparlo . Perché io me lo ricordo bene quando , sempre accompagnato da Dibba , si recò a casa di Malenchon e quest’ultimo gli mostro’ le armi, nascoste in una rimessa , con le quali i Gilet Gialli volevano abbattere il Regime di Macron. La memoria e’ memoria !! C’e’ chi la conserva e c’è chi la perde . Quest’ultimi si accomodino pure . Io preferisco non fare per niente affidamento a questa gente qua .
    2 mi piace
  3. Prosegue “l’operazione simpatia “ della Sanchina veneta che non vuole proprio sentir ragioni ed ammettere che si e’ sporcata tutto il vestitino così come, giustamente , e ripeto il giustamente , le ha fatto notare la Signora Mariella. Quest’ultima ha avuto , anche , la pazienza di spiegarle l’errore in cui e’ caduta ma la bovara continua a strillare e , addirittura , incolpa dell’errore proprio la paziente Signora etnea. Niente di nuovo sotto il cielo . Cupo e piovoso …!! Ecche ce voi fa’. ?? (Dicono a Roma , nda)
    1 mi piace
  4. Brava Mariella, nessun nome di persona. Il testo delle parole crociate parlava di “elemento chimico”. Non è da me mancare di rispetto alle persone. Ciao Mariella, qui al nord le donne prive di cerv.ello indossano la pelliccia esterna. Quella rubata agli animali, legittimi proprietari, i soli autorizzati ad indossarla (la pelliccia).
    1 mi piace
  5. 1 mi piace
  6. 1 mi piace
  7. 1 mi piace
  8. Danimarca abbattimento 17 milioni visoni 9 novembre 2020 .La prima ministra Frederiksen il covid mutato nei visoni rappresenta un rischio per efficacia del futuro vaccino .Può avere conseguenze devastanti nel mondo .Cosi scriveva LA Stampa.Sempre 2020 ,12'000 foche Namibia , 2021Polonia mar Caspio sempre foche misteri,coincidenze con la prima variante Africana.?Oggi continuano a morire elefanti in tutta L'Africa senza un perché.Non ci sono solo gli uomini ma forse anche uccelli visto la moria inspiegabile dei pinguini spiaggiati in Sud Africa .Capisco le difficoltà del tampone ad un elefante ma non può essere un attenuante per non togliere ogni dubbio oppure siamo di fronte ad un' altra muraglia cinese come con le mutazioni nei pipistrelli e il suo mercato?Un covid più' appiccicoso potrebbe essere il fattore che lo rende più' forte, e dopo questa ondata vedremo l'immunità di gregge, io ci credo.
    1 mi piace
  9. POTESSI AVERLI TRA LE MANI QUESTI INVERTEBRATI , A MANI *** , NON TROVEREBBERO MATERIALE UTILE E SUFFICIENTE PER FARE IL DNA . PERSONALMENTE SONO USCITA DA UNA ESIBIZIONE DEGLI ELEFANTI , IN UNO STADIO IN THAILANDIA , CHE DIPINGEVANO E QUALCUNO DISSE " SAI LE ELEGNATE CHE GLI AVRANNO DATO " , MI SONO ALZATA DI SCATTO , HO FATTO ALZARE UNA LUNGA FILA PER GUADAGNARE L'USCITA A NARICI DILATATE . A TOLEDO SONO STATA LA SOLA A NON ENTRARE NELLA PLAZA DE TOROS !!!
    1 mi piace
  10. Buongiorno D/B. Ho sempre desiderato vivere nei piccoli paesi dove ci si conosce e ci si chiama per nome. Si è amici di tutti, o quasi, e ci si dà una mano a vicenda. Questo un tempo accadeva anche nei vicoli di Napoli, oppure nei condomini, anche in quelli più grossi con 30 o 40 famiglie. Oggi non più.
    1 mi piace
  11. Ciao e ben sentito per la prima volta. Nel Veneto siamo già a zero, come temperatura notturna. Se provi a scorrere le altre pagine di questa rubrica troverai numerosi miei scritti su ambiente e natura. Carissimo Mafenol, purtroppo certi industriali non ci pensano due volte a distruggere ciò che è naturale pur di fare soldi. Abbattono elefanti e rinoceronti per poi vendere le loro ossa come elisir di lunga vita. Prova a scrivere “orsi della luna” e troverai come vengono torturati gli orsi per il solo gusto ***. - ciao a presto da d/b … –
    1 mi piace
  12. non è assurda...è donna...la vittima intendo, ed è dà secoli che è cosi,ci sono prorogative talmente inserite nell'essere umano da condizionarne le sue decisioni, anche inconsciamente, se è la donna ad uccidere l'uomo sicuramente si muove una rabbia molto più sentita nei confronti dell'imputata...(stavolta non dico niente sui fascisti, se no la faccio troppo lunga).....
    1 mi piace
  13. 1 mi piace
  14. Ricordo che quando ero studente avevo una fame da lupo e non di rado mi facevo due file alla mensa universitaria per fare il bis. Anche perché il pranzo a mio giudizio non era male e il prezzo era stracciato (500 lire, cioè un paio di euro attuali). Questo finché un addetto mi colse in castagna e mi disse che il bis era vietato (giuro che non lo sapevo) e che alla mensa di Ingegneria le razioni erano più abbondanti di quelle dei ristoranti della zona (questo lo sapevo). Da quel giorno non mi restò che bissare, all'occorrenza, presso un vicino chiosco di panini. Il mio preferito costava 1000 lire, era anch'esso abbondante ed era a base di porchetta e peperoni fritti. L'ideale per affrontare i corsi pomeridiani. Con 200 lire in più veniva aggiunta una generosa fetta di provola fresca o affumicata. Ebbene, proprio a quel panino mi ha fatto ripensare Matteo Salvini, con le porcherie, le provolonate e l'abbondante aria fritta da lui servite ieri agli italiani con la collaborazione di tutti i tg. https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2021/11/28/manovra-salvini-chiedero-a-draghi-di-parlare-di-nucleare-green-_4bb8261a-20f0-4d59-8a17-73d7db0c8286.html Ha detto che chiederà a Draghi di togliere risorse in manovra al reddito di cittadinanza per destinarle all'alleggerimento della bolletta energetica di famiglie e imprese. Una palese porchetta... pardon, una porcheria, o una porcata se venisse attuata. Salvini vuole aizzare poveri contro poveri portando via un piatto dalla mensa dei più poveri di tutti. Ma lui dice che i percettori del Rdc sono "furbi ed evasori" che "girano in Porsche" e ai quali lo Stato "regala 9 miliardi". Questa è una palese provolonata (che fa rima con la provola affumicata). Può esserci stato, su milioni di percettori, qualche grave caso limite del genere, ma il Capitone non chiede di mandare in galera chi fa il pieno alla Porsche col Rdc (come non ha mai chiesto di mandare in galera i tanti evasori fiscali della sua "Padania" che girano in Porsche e simili), bensì chiede di tagliare il Rdc a tutti, cioè anche a chi non può permettersi neppure una bici. Evidentemente parte da un becero pregiudizio e vuole attizzare odio contro i poveri. Si vergogni! Peraltro, le risorse erogate annualmente non sono 9 miliardi. Leggo su Repubblica che in 23 mesi, da aprile 2019 a febbraio 2021, sono stati erogati, tra reddito e pensione di cittadinanza, 12,28 miliardi (con una media di 6,4 miliardi annui) a una platea di oltre 1 milione di famiglie e 2,3 milioni di persone. Sono quasi il 4% della popolazione ma è prevedibile, stante la crisi pandemica, che gli aventi diritto al sussidio aumentino. E non sono soldi regalati! Generalmente il percettore spende il 100% del suo Rdc mensile, quindi allo Stato ritorna, come minimo, l'IVA su tutti i beni e servizi acquistati. Inoltre, l'elevata propensione marginale al consumo di queste fasce a bassissimo reddito fa sì che questo tipo di spesa pubblica inneschi un significativo meccanismo moltiplicatore keynesiano, vantaggioso per l'intera economia nazionale, dunque anche per lo Stato. Ma veniamo ai peperoni fritti, anzi all'aria fritta di Salvini. Dice che nell'incontro con Draghi gli suggerirà di cominciare a parlare agli italiani di "nucleare green". Dice che, stante il caro bollette, l'Italia non può permettersi di rinunciare al "nucleare pulito". Balle colossali. Il nucleare green o pulito OGGI NON ESISTE. Oggi esistono i reattori a fissione di terza generazione e quelli (pochissimi) di terza generazione avanzata. Tutti producono scorie radioattive (i secondi un po' meno a parità di potenza ma più attive e pericolose). Scorie che in Italia al momento non sapremmo neppure dove mettere. Tanto è vero che non abbiamo ancora iniziato a smantellare le nostre 4 piccole centrali dismesse oltre 30 anni fa. Se Draghi iniziasse oggi a parlare di ritorno al nucleare, probabilmente smantellerebbe il suo rapporto di fiducia con gli italiani ma di certo non vedremmo un reattore in esercizio prima di una quindicina d'anni. Ovvero ben oltre quel 2030 cui ci vincolano severi impegni con l'UE in materia di emissioni di gas serra. E sarebbero necessariamente reattori del tipo suddetto, quindi niente affatto "puliti" e per giunta costosissimi. Tutte le analisi del costo livellato dell'elettricità da impianti di nuova costruzione stimano il nucleare come la fonte energetica di gran lunga più costosa. Quindi le bollette diventerebbero ancora più salate e si sottrarrebbero ingenti fondi alle fonti rinnovabili, che invece oggi sono le più economiche e i cui costi sono in ulteriore e rapida discesa se parliamo di fotovoltaico ed eolico. Certo nulla vieta di parlare di nucleare "pulito" di generazione futura, ovvero di roba che vedrà la luce del mondo, nella migliore delle ipotesi, verso il 2040, anche se con questi chiari di luna i politici dovrebbero restare coi piedi per terra. In questa remota e aleatoria prospettiva sono tre i cavalli di battaglia (o i sogni) dei nuclearisti. I reattori a fissione di quarta generazione, gli SMR (Small Modular Reactors) e la fusione nucleare. Nessuno di questi è realmente green e pulito come per esempio una turbina eolica o una centrale idroelettrica, ma è vero che il volume e la pericolosità della scorie sarebbero drasticamente ridotti. Ciò vale anche per gli SMR di quarta generazione ma non per i (rarissimi) già esistenti o in costruzione, che appartengono ancora alla terza. In questo caso i vantaggi di questi piccoli reattori modulari sarebbero legati solo alle economie di scala della produzione in serie e ai tempi di costruzione non biblici. Ma sono punti controversi. Si stima che questi reattorini sarebbero economicamente convenienti solo se il costruttore avesse commissioni per molte decine di unità; inoltre i soli due (che io sappia) SMR oggi in esercizio sono installati su una nave russa ancorata nell'Artico e videro lievitare i tempi di costruzione di un fattore 4 su quelli previsti e i costi di un fattore 6. In ogni caso la fissione di quarta generazione è di là da venire e permangono grossi punti interrogativi su questioni tecniche e sui costi. In un articolo di qualche anno fa di Scientific American si prevedevano i primi impianti operativi non prima del 2040-2050. La previsione era legata soprattutto al buon esito del progetto del più importante prototipo di quarta generazione, il reattore autofertilizzante francese Astrid, ma nel frattempo questo progetto è stato abbandonato. https://www.scientificamerican.com/article/can-sodium-save-nuclear-power/2014-10-13T112650Z_2_KCN0I20UY_RTROPTT_0_US-NUCLEAR-FUTURE.XML Anche per i sognatori della fusione nucleare arrivano cattive notizie. Nei mesi scorsi abbiamo letto titoli altisonanti sul progetto SPARC, cui lavorano il MIT e una piccola startup americana, tra i finanziatori anche ENI. Sarebbe un reattore a fusione di tipo Tokamak, cioè a confinamento magnetico, molto più piccolo ed economico del faraonico ITER in costruzione in Francia da un consorzio multinazionale. Abbiamo letto che il primo esperimento di fusione sarebbe avvenuto entro il 2025 e che nei primi anni '30 sarebbero stati immessi in rete i primi kilowattora da fusione. Purtroppo il MIT ha precisato, con un comunicato, che il guadagno di potenza previsto per SPARC si riferisce al solo plasma confinato e non all'intero reattore. In altri termini, se l'esperimento avrà successo, SPARC erogherà energia da fusione ma meno di quella che consumerà. Lo stesso vale per ITER anche se la comunicazione ufficiale tende a occultare questo dettaglio. ITER in sostanza è il più costoso esperimento di Fisica mai progettato dall'uomo. Potrebbe arrivare a costare 65 miliardi di dollari per dimostrare un guadagno di potenza (termica) relativo al plasma ma non prevede di raggiungere un guadagno netto di potenza (elettrica) complessiva. Questo sarà eventualmente l'obbiettivo di un prototipo successivo, denominato DEMO. Ebbene, una tappa fondamentale del cronoprogramma di ITER, il cosiddetto "esperimento di primo plasma", che prevedeva di usare una miscela idrogeno-deuterio e non la miscela definitiva deuterio-trizio, era previsto dopo molti rinvii per il 2025. Ma qualche mese fa era stato ancora rinviato a data da destinarsi. Ebbene, l'ultimo Consiglio direttivo di ITER, tenuto il 17 e 18 novembre scorsi, ha di fatto cancellato l'esperimento di primo plasma fissando come nuovo obbiettivo una "fusion power operation", cioè un esperimento a piena potenza da effettuarsi con una miscela deuterio-trizio entro il 2035. Naturalmente anche su questa scadenza ci sono grosse incognite. Basta pensare che non è del tutto chiaro se sulla Terra ci sarà abbastanza trizio disponibile per alimentare l'intero ciclo di esperimenti di ITER. Che sarebbe comunque molto meno di quello necessario per un eventuale reattore a fusione commerciale operante a ciclo continuo. Questo, en passant, dovrebbe anche smontare la bufala della fusione che, a differenza della fissione, impiegherebbe combustibili nucleari disponibili a basso costo e in quantità illimitate. Il che, se fosse vero, assimilerebbe in sostanza la fusione nucleare alle fonti rinnovabili. Purtroppo la cosa vale per il solo deuterio, non certo per il trizio.
    1 mi piace
  15. Senza offesa per i malati gravi, ma qui si sta dando la caccia alle streghe, per davvero, adesso è tutta colpa dei non vaccinati? dei governi passati che hanno chiuso non so quanti ospedali, no? Ma dico le persone sono così stupide oppure... non so non so nemmeno come finire la frase. Ma veramente, s'è caduto proprio nel ridicolo adesso.
    1 mi piace
  16. SUBISSATI DA UN DILUVIO DI CRITICHE HANNO FATTO DIETROFRONT A GAMBE LEVATE . SI POTRA' AUGURARE BUON NATALE ! DA QUESTE PARTI , QUANDO QUALCUNO NE SPARA UNA GROSSA , SI DICE : NON AVEVA DOVE GRATTARSI LE RAMIFICAZIONI ( LEGGASI CORNA ) AHAHAHAHAH CIAO D/B BUONA SERATA
    1 mi piace
  17. 1 mi piace
  18. Elemento chimico (numero atomico 38, peso atomico 87,62, simbolo Sr ), appartenente al gruppo dei metalli alcalino-terrosi, bivalente; metallo bianco argenteo, impiegato in pirotecnica e nella preparazione di vetri per schermi televisivi; il suo isotopo radioattivo, con numero di massa 90, è uno dei componenti principali del fallout ed è particolarmente pericoloso a causa del suo lungo tempo di dimezzamento. - appunto lo "stron.zio" per definire chi ci governa dalla germania europea e detta assurde leggi a tutti gli altri.-
    1 mi piace
  19. l'europa che propone le cavallette fritte!!! inutili panzoni di sx....tripponi a 20milauero mese...ecco l'ue del prrrrofessore
    1 mi piace
  20. tanto c'è il reddito grillino che compensa.....
    1 mi piace
  21. Vecchia pellaccia non immagina quanto piacere mi hanno procurato le parole che ho letto qui sopra. Sapevo che pure lei, sotto quella pellaccia spelacchiata aveva un cuore tenero per gli immigrati e gli emigrati. Mi raccomando torni a trovarci, è sempre un piacere dialogare con lei, qualsiasi cosa lei dica.
    1 mi piace
  22. E' vero. Ed è per questo che capisco questi poveracci che sono costretti a lasciare il loro Paese e i loro cari per venire qui da noi e sperare di avere una vita migliore. E' la stessa cosa che facciamo anche noi.
    1 mi piace
  23. 1 mi piace
  24. Si, non ci vuole molto a capire chi ha scritto il Post in questione. Anche perché su questo Forum di id i oti che contemporaneamente ce l'abbiano con me ce n'è uno solo. Eppure c'è una ragione ben precisa per cui non sono convinto totalmente che sia lui. E la ragione è proprio il fatto che, essendo un id i ota, fatico a pensare che si renda conto dei rischi che corre (parlo di rischio del tutto legale, naturalmente). Dubito che il personaggio in questione si renda conto dei rischi fino a quando non riceve una raccomandata in busta verde con su scritto "Atti giudiziari". Invece il personaggio che ha scritto il Post, ti assicuro che si è cag a to sotto quando, facendo finta di aver letto distrattamente (e quindi di non aver capito che era ironico) il Post stesso, gli ho prospettato la possibilità, solo lontana possibilità, di un'azione legale. Quindi mi rimane un minimo di dubbio che sia lui, per cui non mi rimane altro che seguire la tua stessa strategia e dunque anche io mi asterrò dall'ascrivere al 100% l'azione alla "sospettata".
    1 mi piace
  25. Non è che nessuno vuol fare quel lavporo, nessuno vuol più fare un lavoro senza essere pagato come se deve, eccetto quello che vengono dall'estero, non avendo altra alternativa, non gli rimane che fare gli schivi.
    1 mi piace
  26. Perché capiscano non basta neanchePadre Pio,che fa miracoli
    1 mi piace
  27. Non sono d'accordo su nulla di ciò che hai scritto. Spesso essere troppo ossequiosi aiuta ad essere scartati. In proposito la penso come quel detto che recita: "Se per vivere devi strisciare, alzati e muori!". Ma nella vita più strisci e più dovrai strisciare, più abbassi la testa e più pretenderanno che la abbassi. Certo, per non essere ossequioso un candidato deve fare la sua parte: studiare, studiare, studiare. Ma dopo se un datore di lavoro vuole solo dei leccapiedi, che se li tenga; il lavoratore valido deve cercare altrove, ma non abbassare la testa; essere rispettosi si, ma anche pretendere rispetto. Un datore di lavoro che non accetta neanche di dirti quanto ti pagherà, è meglio perderlo che trovarlo.
    1 mi piace
  28. Eh eh eh vecchia tuttascema !! Io non so se Lupo Grigio voglia o non voglia risponderti , ma a me la sua risposta , risulta abbastanza chiara . Mi invita alla “ serenità “ visto che a me , delle idee di Di Maio , non ne piacciono nemmeno una .
    1 mi piace

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963