Classifica


Discussioni popolari

Contenuti più votati dal 05/02/2019 in tutte le sezioni

  1. Ti sbagli, il "compromesso storico" nasce molto prima del rapimento Moro. Nasce come disegno politico elaborato da Berlinguer nei primi anni '70, poi condiviso da Moro (che parlava di "terza fase"), e trova una prima attuazione nel monocolore Andreotti del 1976 che si reggeva sull'astensione ovvero sulla "non sfiducia" del Pci. Nel precedente post mi riferivo proprio a quel governo. Caduto il quale, è lo stesso Moro, evidentemente non ancora rapito dalle Br, a mediare per formare un nuovo esecutivo, questa volta con la fiducia e l'appoggio esterno del Pci. Li ottiene ma deve superare più resistenze nel suo partito che nel Pci. Il 16 marzo 1978 il presidente della Dc stava per l'appunto recandosi a Montecitorio per il voto di fiducia quando viene rapito nel sanguinoso agguato di via Fani. Naturalmente non fu una semplice coincidenza: le BR perseguivano la via rivoluzionaria in totale antitesi con la "solidarietà nazionale" di Berlinguer e Moro. La composizione del nuovo governo non piacque ai comunisti, molti dei quali votarono la fiducia obtorto collo solo come atto di responsabilità nel drammatico frangente. Fu un governo emergenziale che durò solo un anno e che andò in crisi quando il Pci chiese una partecipazione diretta. La Dc rifiutò ma è chiaro che il veto veniva da oltre Atlantico. Con ciò si chiuse la breve stagione del compromesso storico e della solidarietà nazionale e si spianò la strada al craxismo, ai famigerati governi del CAF e alla corruzione degli anni '80. Da cui, in seguito all'incompiuta opera di pulizia della magistratura (che non riuscì o le fu impedito di risanare il sistema alla radice), scaturì il berlusconismo. E da questo il renzismo con tutti i disastri che sappiamo per il paese e per la sinistra. Disastri che hanno indotto gli elettori a votare per gli attuali populisti. Se Aldo Moro non fosse stato ucciso dalle BR e se Enrico Berlinguer non ci avesse lasciati prematuramente, la storia italiana sarebbe stata molto diversa e probabilmente molto migliore. P.s. Ai miei tempi la storia contemporanea si studiava seriamente a scuola, oggi a quanto pare molto meno. Oserei dire che non ci limitavamo a studiarla: un po' la facevamo. Basta pensare ai movimenti studenteschi del '68 e del '77. Ricordo anche certe assemblee al calor bianco nella palestra del liceo. Negli anni di piombo io abbracciai convintamente la linea della fermezza di Berlinguer contro la lotta armata. E nel mio piccolo riuscii a convincere più di un amico e più di un compagno di liceo e di università ad allontanarsi da certe idee e da certi ambienti. Pensavo di esserci riuscito anche con una ragazza sfortunata e problematica che ebbi per qualche tempo compagna di banco. La ricordo tuttora con affetto. Purtroppo qualche anno dopo il liceo vidi la sua foto sul giornale: era stata arrestata come fiancheggiatrice della colonna napoletana delle BR. Quella responsabile degli ultimi colpi di coda del brigatismo militarmente organizzato.
    2 mi piace
  2. Be ma questo è fantastico, me lo leggo! Ho sempre pensato che distrarsi fa bene e spesso parlo con me stessa, non mi faccio vedere da nessuno ovviamente se no mi prendono per folle, ma ora scopro che fa bene, da questo libro: "Il potere del cazzeggio", Centauria, scritto da Srini Pillay, neuropsichiatra, insegnante ad Harvard, speaker motivazionale e uno dei più stimati consulenti d'impresa con il NeuroBusiness Group di cui è fondatore e CEO. Secondo l'autore, nel cervello opera un complesso sistema che si attiva solo quando la mente è a riposo e soltanto un'alternanza di concentrazione e distrazione permette di trovare il proprio "ritmo cognitivo https://www.huffingtonpost.it/2017/05/19/5-mosse-per-sfruttare-il-potere-del-cazzeggio_a_22099397/
    1 mi piace
  3. 1 mi piace
  4. urka, signor shiny chi l'ha nominato santo?
    1 mi piace
  5. Un altro punto a favore dei nulla facenti.....in compenso l'Italia tutta perderà ancora di più...
    1 mi piace
  6. In realtà in questa lista di 10 tra condannati (tutti in primo grado) e imputati solo tre sono membri del governo Conte, quindi non credo proprio che si possa parlare di "record". Gli altri 7 sono semplici parlamentari della Lega. A parte la bufala del "record", la cosa da sottolineare è che tra i 10 non c'è nemmeno uno dei 34 componenti pentastellati dell'esecutivo e nemmeno uno dei 331 parlamentari eletti nel M5S. E allora, vogliamo fare qualche piccolo distinguo? Vogliamo dare a Cesare quel che è di Cesare? Vogliamo dire la sacrosanta verità? E cioè che tra i grandi partiti che hanno governato l'Italia in questa Seconda Repubblica, ma pure nella Prima e pure nell'epoca monarchica, non ce n'è mai stato uno, ripeto MAI NEMMENO UNO, CON UNA PERCENTUALE DI ONESTI PARAGONABILE A QUELLA DEL M5S. E scusate se è poco. L'onestà è migliore di ogni politica Immanuel Kant
    1 mi piace
  7. Sa che ha ragione? Sono davvero in aumento i ladri !!!!
    1 mi piace
  8. Certo come no, l'importante che i dati siano a favore della propaganda maldestra altrimenti è tutto relativo sia mai. Però non mi spiego se a dirlo è capitan fracassa e senza alcun dato è tutto vero, mentre se a dirlo sono dati CERTI ci si può anche non credere e dubitare... Mah ! Comunque questo è un dato di fatto che non ha fatto nulla, il capitan fracassa , su quanto promesso. Nemmeno sulla Fornero che è lì come prima ha solo messo una mezza pezza che è peggio dello strappo. https://www.facebook.com/256835171047792/videos/342824556559790/
    1 mi piace
  9. Sento lo stridio delle tue unghie mentre cerchi di arrampicarti sugli specchi. E per cercare di aumentare il grip, non hai risposto a nessuna delle mie obiezioni. L'Expo è stato un successo perché ha raggiunto (e superato) l'obiettivo, ambizioso, di 20 milioni di visitatori, altro che «Ma chi è che viene a Rho? Ditemi!». Che ti piaccia o no, l'Expo, quanto a costi-ricavi, va valutato globalmente, insieme a tutte le altre iniziative del governo Renzi (in vigore in quel periodo); e, mi dispiace per te, anche se, purtroppo, direttamente o indirettamente, godi dei benefici derivanti, ma i dati economici globali sono positivi, come certificato dall'ISTAT e dai vari organismi internazionali, sia per quanto riguarda l’occupazione, sia per quanto riguarda il PIL. Quanto invece a eventuali lavori non pagati, è ciò che può succedere normalmente nel mondo economico/lavorativo e la competenza di limitare tali irregolarità è un compito che spetta all'autorità giudiziaria e di polizia. Tu hai il solito vezzo di criticare ogni cosa e "il bello" è che "hai sempre ragione", specialmente quando hai torto. Critiche si possono trovare in qualunque attività umana, comprese quelle che servono per permetterti di mangiare, di riscaldarti, di farti circolare con la macchina, di darti un'a s s i s t e n z a medica e di pagarti anche una pensione. Non esiste al mondo un'attività umana che a te stia bene. E' ciò che succede ai populisti pelandroni e nullafacenti che, mentre gli altri lavorano, loro criticano e basta. E quello che è peggio è che quelli che sanno e hanno voglia di lavorare se ne vanno all’estero cosicché nel Paese i populisti sono sempre di più in proporzione e si distribuiscono redditi di nullafacenza a scapito dei pochi rimasti a lavorare per mantenere voi. Ma si, vatti a documentare, prima esprimi critiche e poi ti vai a documentare. Magari troverai uno dei tanti siti populisti finanziati da nazioni straniere che hanno interesse a distruggere l'Europa dove traoverai sostegno alle tue febbricitanti farneticazioni.
    1 mi piace
  10. Ambiente e natura - Sono tornato a visionare i filmati di Maurizio Crozza e Andrea Zalone dedicati a “Massimiliano Fuffas” e li ho trovati divertenti ed istruttivi. Attorno ad “expo milano quindici” rimangono alcune ombre. Una grossa differenza tra il numero di biglietti stampati ed il numero degli ingressi paganti. Un certo divario tra costi complessivi e ricavi reali. Una non rispondenza tra progetto ipotizzato e quanto effettivamente realizzato. Varie cose sono state stranamente “dimenticate” oppure realizzate a metà. Alcuni strani crolli e/o rotture in corso d’ opera o durante lo stesso svolgimento della expo. Cosa dire poi che diversi di coloro che hanno effettivamente lavorato fornendo materiali ed altro aspettano ancora di essere retribuiti. I ruderi di quanto abbandonato sono ancora li oppure sono stati rimossi (dove e come sono stati portati) … nutrire il mondo … per il momento è stato distrutto terreno utile alla agricoltura. Della agricoltura di sopravvivenza di certi popoli e popolazioni africane distrutta per lasciare posto ad altri interessi ne ho già parlato e scritto. Domattina andrò a documentarmi a nuove fonti e canali. Nel frattempo chi è interessato si documenti su quanto da me esposto. Cordiali saluti e buona serata – domenica tre febbraio.
    1 mi piace
  11. L'Islanda è il secondo Paese in Europa che sforna il maggior numero di modelle famose in rapporto al numero di abitanti.Gli islandesi hanno una leggenda per spiegare la bellezza delle loro donne, la quale è dovuta al fatto che i vichinghi, durante le loro razzie in Gran Bretagna , rapivano le donne più belle per farle schiave e le portavano via con loro;esse sarebbero state presenti durante la colonizzazione dell'Islanda avvenuta alla fine del nono secolo (prima l'Islanda era scarsamente abitata da eremiti irlandesi) e avrebbero avuto figli dai loro rapitori. Questa leggenda ha trovato parziale smentita in un recente studio genetico (Mitochondrial DNA variation in the Viking age population of Norway)che ha confrontato i resti dei norvegesi antichi con quelli moderni provenienti da Islanda e Gran Bretagna;gli studiosi hanno appurato che, sebbene negli islandesi vi sia una presenza significativa di aplogruppi materni di origine britannica, la maggior parte di essi è scandinava, a riprova del fatto che i Vichinghi portavano con loro le donne del proprio gruppo etnico durante le loro incursioni nella varie isole, e quindi anche in Islanda.Viene ridimensionato quindi l'influsso britannico nel ramo materno degli islandesi, presente sì ma non in concentrazioni così elevate come si immaginava, mentre cade uno dei più comuni miti sui vichinghi, ovvero l'assenza di donne durante le loro scorrerie. L'endogamia forzata dovuta al tipo di vita isolana, ha portato l'Islanda ad avere una forte omogeneità genetica.Frequenti sono i matrimoni fra cugini di terzo grado e, al di là di quello che si pensa comunemente, questo non compromette la salute degli abitanti, che invece sono tra i più sani al mondo e ai primi posti per speranza di vita. La genetica islandese viene studiata continuamente nel tentativo di cercare cure per le malattie, ad esempio l'1% degli islandesi ha uno speciale gene che li rende praticamente immuni dall'Alzheimer e lo studio di questa caratteristica potrebbe portare in futuro nuovi progressi nel trattamento della malattia. In conclusione, la popolazione islandese moderna rispecchia fondamentalmente la storia medievale del Paese.Una particolare combinazione di influssi scandinavi e britannici, associata all'effetto del fondatore, ha creato una popolazione peculiare e omogenea, dalla bellezza impareggiabile e unica nel suo genere. https://www.ilredpillatore.org/2017/09/islanda-isola-di-bellezza.html
    1 mi piace