Classifica


Discussioni popolari

Contenuti più votati dal 05/10/2016 in tutte le sezioni

  1. Potrà sembrare strano ma , a me , l’intervento della Meloni alla Camera , mi e’ piaciuto . Solo che non ho capito a quanto le mette le Orate al chilo ...!!
    3 mi piace
  2. Infatti. ,Adesso secondo il Marziano Furbo, il Governo dovrebbe fare una zona rossa alla Basilica di Assisi ?? Covid, positivi otto frati francescani di Assisi. Otto frati francescani sono risultati positivi al coronavirus, ad Assisi. È quanto viene riportato nella rivista on-line San Francesco. Sono tutti novizi, presenti nella struttura del adiacente alla Basilica di San Francesco.
    2 mi piace
  3. I branzini ? Le sogliole ? I polpi ? Le cozze non chiedo il prezzo, poiché la signora non si vende......
    2 mi piace
  4. Fu lei anche a volere le classi pollaio ...
    1 mi piace
  5. La Gelmini sostiene che l'attuale ministra dell'Istruzione sia la peggiore di sempre. In effetti le va riconosciuto che lei si adoperò molto per la Scuola, tagliando 83 mila posti di lavoro, reintroducendo il maestro unico, introducendo la prova Invalsi nell'esame di Terza Media, inserendo il voto in condotta nella media dei voti, unificando Storia e Geografia, due materie di poco conto, in fondo, riducendo le ore di latino, cancellando gli Istituti d'Arte, riducendo le ore delle materie di indirizzo... e poi fu lei a darci la bella notizia del tunnel scavato da Ginevra al Gran Sasso.
    1 mi piace
  6. Per favore, fascioleghisti del forum, pregate il Kaporale Rosario Mojito Lamadonna di intervenire. Per bloccare gli sbarchi dei ragazzi italiani che tornano dalle vacanze ! Roma, otto ragazzi positivi al Covid dopo viaggio di una settimana a Malta. Un contagiato al rientro da Ibiza. Faenza, cinque giovani positivi al rientro dalla vacanza in Grecia. Coronavirus Padova, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia. MA SOPRATTUTTO FACCIA CHIUDERE SUBITO TUTTI I CONVENTI: Coronavirus, positivi ad Assisi otto frati francescani. In alternativa il Kaporale Rosario Mojito Lamadonna potrebbe chiudere il bus del kul, smettendola di dire kakate sui migranti e sul virus.
    1 mi piace
  7. L'integralismo religioso (o integrismo religioso) è un tipo di integralismo che, facendo riferimento a una religione e in particolare ai suoi testi sacri e dogmi, mira ad applicarne «compiutamente i principi nella vita politica, economica e sociale dlla collettività. A questo scopo si tende a eliminare il pluralismo filosofico, ideologico e d'azione, rigettando le idee differenti. (Wikipedia) Chi volesse comprendere meglio è pregato di dare una rapida lettura ai vari topic di questo forum, poi compreso l'argomento evitare di perderci tempo una seconda volta.
    1 mi piace
  8. (quasi) egregio signor ... oliviero toscani … la stampa locale ha più volte riportato le sue affermazioni offensive e lesive verso Noi Libero Popolo Veneto. Da parte mia e dei miei amici abbiamo deciso di NON acquistare più alcuno dei prodotti da ella pubblicizzati. (in modo particolare vestiario ed accessori). Ci siamo uniti e ci informiamo via via che scopriamo altri prodotti da ella pubblicizzati per cancellarli dalla lista dei nostri acquisti. Le ricordo che andare liberamente a votare e liberamente votare SI al Nostro Referendum è simbolo di partecipazione e democrazia. Lo dica anche ai suoi amici che da troppi anni la appoggiano. - oggi mercoledì cinque febbraio.
    1 mi piace
  9. Annunciato a febbraio, il divieto del burqa in pubblico è stato definitivamente approvato dal governo austriaco. L'esecutivo di grande coalizione tra popolari e socialdemocratici, si era accordato su questo punto già a inizio anno e ieri ha varato il provvedimento in Consiglio dei ministri. Oltre al burqa è vietato indossare in pubblico qualsiasi velo e copricapo che nasconda il viso delle donne. In base al capitolo dell'accordo sul tema "sicurezza e integrazione" sarà vietata in futuro anche la distribuzione del Corano e diverrà obbligatoria la frequentazione, nel primo anno di vita in Austria dei profughi, di un corso di lingua e cultura tedesca. I richiedenti asilo dovranno inoltre svolgere attività socialmente utili in modo gratuito. Chi si rifiuterà vedrà ridotti gli aiuti finanziari. Che ne pensate? La trovate una buona politica di accoglienza e, ancora di più, di integrazione? A me, francamente, il fatto che vi siano regole e discipine da rispettare non può far che piacere.
    1 mi piace
  10. Ciao Uva Bianca e ben tornata tra di noi, ora che ci sei, rimani e scrivi in liertà le tue idee. - firmato - d/b -
    1 mi piace
  11. 1 mi piace
  12. Scusa Marziano, ma qui ci vuole un minimo di serietà e di buon senso. Alzano e Nembro sono due paesini di neanche 14.000 abitanti, la zona rossa doveva imporla la Regione. Tanto più se è una regione amministrata da federalisti, autonomisti e antistatalisti. Molti governatori di Regione durante la fase critica hanno istituito decine di zone rosse di limitata estensione. Se c'è un focolaio a Mondragone (provincia di Caserta), interviene De Luca, mica Conte. Il governo è intervenuto quando si è trattato di chiudere insiemi di regioni o l'intero territorio nazionale. Mi sembra ovvio. Altrimenti aboliamo le Regioni, le giunte regionali e i parlamenti regionali, e facciamo un governo centrale con 40 ministri e un parlamento centrale di 1500 persone. In modo che il centro possa occuparsi anche delle questioni periferiche e locali. La verità, come tutti sanno, è che gli industriali bergamaschi erano nettamente contrari alla chiusura e Fontana e Gallera si adeguarono. L'assessore Gallera un paio di mesi dopo disse di essersi accorto in ritardo che i suoi poteri includevano anche quello di istituire zone rosse. Ma se io faccio l'assessore alla Sanità da due anni e non sono mai andato a leggermi che poteri ho, che razza di assessore sono?
    1 mi piace
  13. E' sensato quello che dici, e anche a me diverse volte è venuta la tentazione di lasciar perdere, con certi personaggi. Il problema, però, è che l'integralismo, quando non è di tipo religioso lo è ad esempio nelle discussioni di politica o addirittura di sport, almeno quando si parla di calcio. Le occasioni per le polemiche sono moltissime e se uno è qui e ha scelto questo "passatempo", purtroppo le polemiche sono inevitabili, specie con chi non ha alcuna propensione al dialogo. Del resto la perdita di tempo che avviene in questo Forum, nel recinto della Politica, credo che non abbia uguali.
    1 mi piace
  14. Quanti lampedusani hanno contratto il Covid ? Quanti di loro sono stati contagiati da migranti ? NUMERI E NON CHIACCHIERE. RISPONDA CON I NUMERI. FONTANA: QUELLO SÌ CHE HA CONTAGIATO MEZZA ITALIA !
    1 mi piace
  15. Brucia ancora il kuletto dal 1945 ?? Ve lo abbiamo proprio sfondato !!!
    1 mi piace
  16. 1 mi piace
  17. Eccola qua la ridicola marketta pisana bocca d'oro, trulla-li'trulla-la', che accusa il signor fosforo di bugie quando dovrebbe pensare alle sue che sono perfino infamanti. Ripeto, ridicola marketta, si limiti a sQulettare sul lungo Arno schioccando la lingua in cerca di clienti, che non la leggono ma la apprezzano per la sua arte di intrattenimento. Quello è il suo posto.
    1 mi piace
  18. Atti 4:12 Gesù Cristo e nessun altro può darci salvezza! Non esiste altro nome sotto il cielo che gli uomini possano invocare, per essere salvati!».
    1 mi piace
  19. https://www.avvenire.it/c/attualita/Documents/stralcioverbale16_3-3-2020.pdf La maledizione del Cazzaro Napoletano colpisce ancora. Che si tratti di Berettini o del premier, essere attenzionati dal Cazzaro Napoletano comporta inevitabilmente EPIC FAIL Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti
    1 mi piace
  20. Ma una domanda mi agita da sempre: ma le donne come fanno a votarli? Ma le donne della Lega non hanno niente da dire ai Calderoli che odiano le donne? https://www.facebook.com/cavalli.giulio/videos/615877126004505/
    1 mi piace
  21. Certo che i celoduri fanno strame della Costituzione in specie dell' articolo 54 Ieri Paragone, ex direttore della Padania e ora deputato di un nuovo partito , come se non ci fosse già tanta mangiatoia , ha lanciato una sorta di campagna dove invita ad evadere le tasse e pagare in nero nei ristoranti. Si tratta dell'ennesima pagliacciata di questo individuo. Anzi: l'ennesima pagliacciata dell'ennesimo parlamentare che ha scambiato la politica e le istituzioni per un enorme cabaret di quarto ordine. Perché ormai il nostro Parlamento è infestato da gente che starebbe meglio al baretto del villaggio turistico sul mare piuttosto che nelle istituzioni. C'è Paragone, Sgarbi, Cunial e purtroppo tanti altri: gente gonfia di becero complottismo, di teorie ridicole, grottesche, che non trova altro modo per farsi notare che urlare, schiumare e gareggiare a chi dice o fa più sciocchezze più grosse o fomenta meglio l'ignoranza delle persone. E quanto è avvilente vedere le Istituzioni così ridotte ad un bivacco, specchio di un tempo lacerato da barbarismo, Dio solo lo sa.
    1 mi piace
  22. Non è che non sento il caldo. È che in confronto ad altri anni si fa sentire meno. Comunque non è ancora finita l estste. Chissà magari vicino a te prenderei fuoco...😛🔥
    1 mi piace
  23. Perdonami d/b, il tuo umorismo è sempre sobrio e gradevole, ma in questo caso il tema è molto serio. Molte migliaia di insegnanti e personale ausiliario rischieranno la vita per riaprire le scuole e dare un'istruzione a giovani e giovanissimi che rischieranno molto meno. Naturalmente la cosa peggiore è la strumentalizzazione politica che hanno fatto i partiti e i giornali di opposizione sugli sforzi del governo e della ministra dell'Istruzione, e sulle inevitabili difficoltà incontrate, per arrivare al traguardo, assai impegnativo, della riapertura a settembre nelle migliori condizioni di sicurezza possibili. La scuola pubblica italiana viene da decenni di degrado e di trascuratezza da parte dei governi. L'attuale deve farsi carico anche delle colpe e delle mancate promesse pregresse. Saluti https://infosannio.com/2020/08/06/la-banda-del-bando/
    1 mi piace
  24. Buongiorno agli amici Ahaha e d/b. La storia di quel carico di nitrato di ammonio è davvero sconcertante. Sarà bene avviare un'attenta indagine sui depositi di questo materiale, largamente usato, presenti in Italia.
    1 mi piace
  25. Abbiamo tutti negli occhi le terribili immagini dell'esplosione che ha devastato la città di Beirut, l'ultimo di una storica serie di disastrosi e tragici incidenti legati al nitrato d'ammonio, un fertilizzante normalmente sicuro ma esplosivo in particolari condizioni, spesso causate dall'incuria. Nella zona portuale della capitale libanese è esploso un deposito di 2750 tonnellate di nitrato. Il boato è stato percepito fino a Cipro, a 160 km di distanza, e ha provocato una scossa tellurica di magnitudo 3,3. L'ultimo provvisorio bilancio parla di 137 morti, 5000 feriti e oltre 300.000 sfollati. Il TNT equivalente del nitrato d'ammonio, ovvero il suo potere esplosivo rapportato a quello del tritolo, è molto controverso e variabile, dipendendo da vari fattori come il grado di purezza e lo stato di conservazione. In letteratura ho trovato stime dal 3% al 56%. Jeffrey Lewis, esperto californiano di armi nucleari e convenzionali, in base all'onda sismica e al diametro del cratere (124 metri) ha stimato un equivalente tra 200 e 500 tonnellate di tritolo. Little Boy la bomba atomica sganciata su Hiroshima, esplose liberando l'energia equivalente di circa 16 kiloton, ovvero 16.000 tonnellate di tritolo. Ora immaginate l'onda d'urto di un'esplosione da 32 a 80 volte quella di Beirut. Cui vanno aggiunti gli effetti termici spaventosi (la "tempesta di fuoco" che si abbatté su Hiroshima 20 minuti dopo la deflagrazione distrusse più edifici di quest'ultima), il micidiale lampo di radiazione ionizzante e il successivo fallout radioattivo, i cui effetti letali, cancerogeni e mutageni, si protrassero per anni. Anni di sofferenze inenarrabili, orrende mutilazioni e lenta agonia, per decine di migliaia di innocenti. Per lo più donne, vecchi e bambini. Oggi sono passati esattamente 75 anni da quel giorno nefasto. Il fuoco radioattivo è ormai spento, non il fuoco della rabbia e non il fremito dell'indignazione negli uomini liberi per il più scellerato e abominevole crimine contro l'umanità fino ad allora mai perpetrato, ma barbaramente bissato tre giorni dopo a Nagasaki. Indignazione e rabbia accresciute dalla tetra assurdità e inutilità di quei massacri. Nell'agosto del '45 il Giappone era militarmente ed economicamente in ginocchio. Oggi sappiamo che prima delle due bombe aveva già offerto la resa incondizionata, con la sola eccezione della persona dell'imperatore (clausola che poi fu accolta nell'atto finale di resa). Ma il criminale di guerra Truman volle ugualmente sperimentare la nuova arma su una popolazione civile inerme. Anzi su due. Meritava di finire impiccato insieme ai gerarchi nazisti. Quelle due bombe furono una cinica prova muscolare, un avvertimento all'alleato comunista. Alleato ancora per poco. Non furono l'ultimo atto della Seconda Guerra Mondiale, ormai tecnicamente vinta da mesi, ma il primo atto della Guerra Fredda. Forse esiste una giustizia superiore: 75 anni dopo, un microbo proveniente dall'Asia ha mietuto in quello che è tuttora il peggiore Stato terrorista e canaglia del pianeta praticamente lo stesso numero di vittime di Hiroshima (160.000). Ma non bastano, c'è da saldare il conto di Nagasaki. Come per l'Olocausto degli ebrei, nessuno è autorizzato a dimenticare. La foto di quel bambino di Hiroshima che reca in spalla il cadavere del fratellino morto è scolpita nella Storia.
    1 mi piace