Classifica


Discussioni popolari

Contenuti più votati dal 05/12/2022 in tutte le sezioni

  1. 2 mi piace
  2. Già anni fa i miei 25 lettori avevano sostenuto che supponenza e semianalfabetismo giocano brutti scherzi all’ominide pisano che ormai blatera a vanvera su qualunque argomento gli passi davanti al naso: debito pubblico, manovre di bilancio, omicidi stradali, articoli del codice penale. Non abituato al pensiero logico per una questione genetica e per un banale virus che il ridente contadino veneto sostiene lo abbia colpito alla nascita, il poveroscemotto pisano si dimostra ogni giorno più confuso, come si evince dal post di venerdi 2-12-22 ore 11,04 in cui parlava di essere sceso da un aereo low cost in una località turistica prima ancora di essere salito sull’aereo che lo stava aspettando all’aeroporto di pisa. I miei 25 lettori premettono che non sanno specificare le cause che concorrono al quotidiano diluvio di cha.gate ad opera dell’ominide pisano dalle orecchie asinine, però avanzano alcune ipotesi: il caldo estivo, le foglie cadenti in autunno, il freddo dell’inverno, qualche bicchiere di troppo, le pene d’amore, l’attenta lettura dei periodici di approfondimento economico e giuridico come il “Lando” e “Il Tromba”. Comunque sia, i miei 25 lettori concordano, dal post ricordato in precedenza e che vado a ripetere: post delle ore 11,04 del 2-12-22 in risposta a quello del contadino veneto “dormito poco stanotte”, che l’asino pisano mark222220 non è un asino qualunque. L’asino in questione ha la straordinaria capacità di viaggiare nel tempo: proiettandosi nel futuro, atterra in una località turistica prima ancora di salire la scaletta dell’aereo che lo porterà nella località turistica da lui tanto desiderata, pur di sfuggire per un paio di giorni alle legnate che il ridente contadino veneto gli assesta di ora in ora. Ma l’asino pisano non si limita a viaggiare nel tempo, riesce a superare anche l’impossibile con la sua eccezionale verve intellettiva, con le pagine de il “Lando” e “Il Tromba” alla mano, sostiene che il povero contadino veneto abbia inserito l’art. 589bis nell’art 41 diventato legge nel 2016 per merito di Ser Renzi da Rignano. I miei 25 lettori consigliano che il ridente contadino veneto debba smettere di dare seguito alle cha.gate emanate dall’ominide pisano, sotto le quali si soffocherà da solo. Accarezzare le palle del toro, sostengono, è certamente più gradevole, che assorbire gli odori emanati dall’asino pisano.
    1 mi piace
  3. Ti racconto quello che mi è successo personalmente, frequentavo la terza elementare e avevo un carattere ribelle, la( maestra )per correggermi mi girava il banco verso il muro,risultato mi hanno fatto odiare la scuola
    1 mi piace
  4. Un anziano insegnante incontra un giovane che gli chiede: - Si ricorda di me? E il maestro gli dice di no. Allora il giovane gli dice che è stato il suo studente. E il professore gli chiede: - Ah sì? E che lavoro fai adesso? Il giovane risponde: - Beh, faccio l’insegnante. - Oh, che bello come me? gli ha detto il maestro. - Beh, sì. In realtà, sono diventato un insegnante perché mi ha ispirato ad essere come lei. L'anziano, curioso, chiede al giovane di raccontargli come mai. E il giovane gli racconta questa storia: - Un giorno, un mio amico, anch'egli studente, è arrivato a scuola con un bellissimo orologio, nuovo e io l’ho rubato. Poco dopo, il mio amico ha notato il furto e subito si è lamentato con il nostro insegnante, che era lei. Allora, lei ha detto alla classe: - L'orologio del vostro compagno è stato rubato durante la lezione di oggi. Chi l'ha rubato, per favore, lo restituisca. Ma io non l'ho restituito perché non volevo farlo. Poi lei hai chiuso la porta e ci ha detto a tutti di alzarci in piedi perché avrebbe controllato le nostre tasche una per una. Ma, prima, ci ha detto di chiudere gli occhi. Così abbiamo fatto e lei ha cercato tasca per tasca e, quando è arrivato da me, ha trovato l'orologio e l'ha preso. Ha continuato a cercare nelle tasche di tutti e, quando ha finito, ha detto: - Aprite gli occhi. Ho trovato l'orologio. Non mi ha mai detto niente e non ha mai menzionato l'episodio. Non ha mai fatto il nome di chi era stato quello che aveva rubato. Quel giorno, lei ha salvato la mia dignità per sempre. È stato il giorno più vergognoso della mia vita. Non mi ha mai detto nulla e, anche se non mi ha mai sgridato né mi ha mai chiamato per darmi una lezione morale, ho ricevuto il messaggio chiaramente. E grazie a lei ho capito che questo è quello che deve fare un vero educatore. Si ricorda di questo episodio, professore? E il professore rispose: -Io ricordo la situazione, l'orologio rubato, di aver cercato nelle tasche di tutti ma non ti ricordavo, perché anche io ho chiuso gli occhi mentre cercavo. Questo è l'essenza della docenza. Se per correggere hai bisogno di umiliare, allora non sai insegnare.
    1 mi piace
  5. 1 mi piace
  6. 1 mi piace
  7. 1 mi piace
  8. 1 mi piace
  9. 1 mi piace
  10. Mentre l'Italia frana Centrodestra e M5S votano contro il ripristino di : "Missione contro dissesto idrogeologico" Emendamento opposizione: respinto. Però vogliono costruire il Ponte di Messina che è in zona sismica e ci costerà migliaia di euro che servirebbero nel sociale. Domanda? Ma chi gestirà quei soldi tenendo conto che la zona è ad alta dendità mafiosa? A chi saranno affidati i lavori? Le gare saranno fatte con chiarezza? Io ho dei dubbi e voi?
    1 mi piace
  11. sapendo che vogliono semplificare se non togliere del tutto i controlli per gli affidamenti...
    1 mi piace
  12. 1 mi piace
  13. Erano 11 anni che si aspettava il giusto adeguamento delle pensioni Nicola Caprioni LA LOTTA DI CLASSE ESISTE E MELONI E PADRONI LO SANNO BENE. Giorgia Meloni, intervenendo a un convegno di CONFINDUSTRIA “Pronta a scelte impopolari, sto con le imprese. Non disturbare chi produce. Se l’industria va bene va bene anche la nazione”. “Il mio governo fa propria la visione sociale di Confindustria”. PERFETTO! Alcuni amici che mi dicevano che il concetto di LOTTA DI CLASSE è un concetto obsoleto e superato, solo perché lo immaginavano monodirezionale e non come ogni tipo di lotta bi-direzionale, e pensavano che lo avesse inventato Karl Marx, mentre invece le lotte delle classi sono assai più vecchie e Marx si è limitato a prenderne atto e a descriverle. Ecco che GIORGIA ci ricorda cosa è la LOTTA DI CLASSE - VIA il REDDITO DI CITTADINANZA, quest’anno agli “occupabili” solo 8 mensilità invece di 12. Come camperanno negli altri 4 mesi- - Taglio della rivalutazione dell’adeguamento delle pensioni al costo della vita per quelle superiori al minimo. Furto di 1.200 euro l’anno in media a pensionato. - Taglio di 700 aule scolastiche e diminuzione dei fondi per la scuola pubblica. - Taglio ai fondi per la SANITA’ PUBBLICA. - NO al SALARIO MINIMO GARANTITO (c’è in tutti i paesi europei) - Diminuzione del 50% dell’abbattimento del costo di benzina, gasolio - L’inflazione è in ribasso ovunque tranne che in Italia. Nel frattempo, CARLO CALENDA, il suo socio Renzi lo ha seguito, si è offerto come possibile sostegno alla Meloni. D’altra parte lui era un funzionario di Confindustria del 5° piano di Viale dell’Astronomia. Un amico infornato sostiene che al 5° piano di Confindustria si sale solo con “grembiulino”.
    1 mi piace
  14. Sig wronschi, se lei percorre le strade che collegano Vicenza a Treviso, a destra e sinistra, senza interruzione di continuità vedrà solo capannoni. Penso che sia la stessa cosa sulle strade che collegano i vari capoluoghi di provincia veneti. Ogni aziendina fatta da due o tre soci, invece che associarsi con altri, negli anni 1990/2000 o giù di li, preferiva mettere in piedi il proprio capannone tra i 400/1000 mq. Una enormità di mq rispetto ai pochi che ci lavoravano dentro. Già dal 2008 si vedevano chiudere diversi capannoni, poi crisi, covid, e guerra hanno dato la mazzata finale.
    1 mi piace
  15. Fanfaroni al governo, ma peggio sono quelli che ci credono
    1 mi piace
  16. 1 mi piace
  17. Elly Schlein, all'anagrafe Elena Ethel Schlein (Lugano, 4 maggio 1985), è una politica italiana con tripla cittadinanza svizzera e statunitense. Aderente a varie formazioni di centro-sinistra e di sinistra, è stata europarlamentare per l'Italia nell'VIII legislatura (2014-2019); candidatasi alle elezioni regionali in Emilia-Romagna del 2020, è stata eletta all'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna e ha svolto il ruolo di vicepresidente nella giunta regionale di Stefano Bonaccini (dal 28 febbraio 2020 al 24 ottobre 2022). Alle elezioni politiche del 25 settembre 2022 si candida alla Camera come indipendente nella lista Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista, venendo eletta deputata. Nasce a Lugano, in Svizzera, nel 1985, figlia di Melvin Schlein, un politologo e accademico statunitense di origine ebraica aschenazita (gli avi paterni della Schlein erano infatti originari della città di Leopoli, allora facente parte dell'Impero austro-ungarico e oggi situata in Ucraina, e al loro arrivo a Ellis Island mutarono il loro cognome originario, Schleyen, in quello attuale), all'epoca della sua nascita ricoprente il ruolo di professore emerito di scienza della politica e storia presso la "Franklin University" di Lugano[1], e dell'italiana Maria Paola Viviani,[2] professoressa ordinaria di diritto pubblico comparato presso la facoltà di giurisprudenza dell'Università dell'Insubria. È nipote dell’avvocato antifascista Agostino Viviani, che fu senatore del Partito Socialista Italiano e presidente della Commissione Giustizia del Senato, mentre suo fratello è il matematico Benjamin Schlein (1975)[2][3] e sua sorella Susanna Schlein (1978) è Primo Consigliere diplomatico all'ambasciata italiana ad Atene ed ex-capo della Cancelleria consolare dell'ambasciata italiana a Tirana[4][5]. Dopo aver conseguito la maturità al liceo cantonale di Lugano nel 2004, si trasferisce a Bologna dove, nel marzo 2011, si laurea con il massimo dei voti in giurisprudenza all'Università, discutendo una tesi di diritto costituzionale, avendo come relatore il professore Andrea Morrone.[6] Nel 2012 collabora alla realizzazione del documentario Anija - La nave, riguardante l'immigrazione albanese in Italia attraverso il mare Adriatico negli anni novanta, vincitore del David di Donatello come miglior documentario 2013[6]. Elly Schlein è dichiaratamente bisessuale.[7][8][9] Nel 2008 partecipa a Chicago come volontaria alla campagna elettorale di Barack Obama per le elezioni presidenziali statunitensi di quell'anno; nel 2012, sempre a Chicago, partecipa anche alla campagna di Obama per la sua rielezione alle presidenziali.[6] - il seguito su wikipedia -
    1 mi piace

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963