Attività

Questo stream si aggiorna in automatico   

  1. Ultima ora
  2. se non sai cosa o chi è la Verità, allora a chi ti rivolgi nelle tue preghiere?! nascondi anche che Gesù per te è un angelo?! non hai ancora detto chi sia questo dio geova, e non lo hai nemmeno dimostrato . Le Scritture che cito sono sbagliate?! metti quelle giuste, vediamo...............
  3. Senti senti come si inalbera ilCazzaro di Napoli di fronte all’ennesima caga ta da lui partorita e da me scoperta. Anche i miserabili possono avere dei sussulti di coscienza . Ne prendo atto e mi auto ringrazio per aver consentito ciò’ . Peccato che la toppa dell’Ebe te partenopeo e’ peggiore del danno . 1) E’ inutile che tu derubrichi ad errore veniale l’aver scritto Blangiardi invece di Blangiardo . Sei un bugiardo seriale !! Se tu avessi scritto Blangiardi una volta soltanto si poteva pure pensare ad un errore di battitura visto che sulla tastiera la lettera I e vicina alla lettera o. Invece hai scritto Blangiardi per 3 volte nel post e questo dimostra la tua malafede perché significa che manco sai come si chiama il Presidente dell’Istat ma a te interessa solo che e’ bastata solo una indagine seria per mandare a carte quarantotto tutte le tue teorie con le quali ci hai scartavetrato i co@lioni dall’inizio del Covid ed ancora scartavetri . 2) Mai detto che Blangiardo deve Ministro dimettersi ma siccome te dici che lo avrei detto , nti sarà difficile farlo notare a me ed a tutti i forumisti. E dovrai farlo in maniera rapida e senza il beneficio del dubbio . Se non lo farai ti dimostrerai quel che sei sempre stato : un Pezzente prestato al forum e sicuramente un ometto senza arte né parte incapace di una minima sussistenza sociale. 3) Ti faccio presente , idio ta , che Blangiardo e’ stato nominato Presidente dell’Istat non da qualche pericoloso leghista bensi dal Ministro dei Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro militante nel partito , il M5S , al quale te , oltre a dare il voto , ne sei stato pure Rappresentante di lista ed aver partecipato a numerose libagioni , insieme alla tua disgraziata consorte . 4) Non e’ mia intenzione manco avvicinarmi alla questione tecnica . Non ne ho competenza e non sono un borioso stroppiante come te che aspiri a fare il tuttologo di fama mondiale e dai dall’incompetente ai Premi Nobel , a Professionisti di fama mondiale e Scienziati conosciuti nel mondo . Invece sei un Cazzaro !! Il Cazzaro Napoletano. Ma se dovessi scegliere , sulla carta , qualcuno , mi affiderei di più al Prof Blangiardo che a te che rimani un ebe te . Mi pregio di inviare , in attesa di ricevere il tuo , il Curriculum vitae del Prof Giancarlo Blangiardo. *** personli Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità Data di nascita Sesso Istruzione e formazione Carriera accademica Dal 1998 1994-1998 1981-1994 1978-1981 1975-1978 1973-1975 Esperienza lavorativa Membro e collaboratore di Enti e Istituzioni nazionali e internazionali BLANGIARDO GIAN CARLO Maschio ____ ____ ____ Italiana ____ In data 26.10.1971 Laurea in Economia e Commercio presso l'Università Cattolica del S.Cuore Milano con votazione 110/1 IO Professore ordinario di Demografia, Università degli Studi di Milano Bicocca - Facoltà di Statistica Professore ordinario di Demografia presso l'Università degli Studi di Milano - Facoltà di Scienze Politiche Professore Associato di Demografia presso l'Università degli Studi di Milano - Facoltà di Scienze Politiche Professore incaricato di Demografia presso l'Università degli Studi di Milano - Facoltà di Scienze Politiche Ricercatore di Statistica e Demografia presso l'Università degli Studi di Milano - Facoltà di Scienze Politiche Borsista di Statistica presso l'Università Cattolica del S.Cuore di Milano E' stato Coordinatore dei Corsi di !aure in scienze statistiche demografiche e sociali e in Statistica, presso l'università di Milano Bicocca; Membro del Senato accademico Integrato, Membro del CdA dell'ISU dell'Università degli Studi di Milano. Collaborazioni scientifiche a livello istituzionale (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Istituto Nazionale di Statistica Istat, Regione Lombardia, Comune di Milano); Membro del Government Expert Group on Dem;o.graphic Issues of The European Commission Bruxelles Membro del Comitato Scientifico della Fondazione Ismu (Istituto per le Iniziative e lo Studio sulla Multietnicità) e Vice coordinatore dell'Osservatorio Regionale per l'Integrazione e la Multietnicità Ismu-Regione Lombardia Membro delle Commissioni Istat sulla misura del Benessere Equo e Sostenibile (BES), della Commissione per la definizione delle modalità di realizzazione del Censimento continuo, della Commissione per la definizione dei Collegi elettorali 2015 Membro del Consiglio direttivo del Centro Famiglia dell'Università Cattolica del S.Cuore, Milano Membro del Comitato Tecnico Scientifico (area Sociale) della Regione Lombardia Membro del Comitato Scientifico dell'Osservatorio Nazionale sulla Famiglia presso la 2003-2009 2003-2007 1999-2005 e dal 2008- 1998-2001 e 2009-2012 1998-2000 1997-2000 1999-2002 Dal 1996 Presidenza del Consiglio Membro del Consiglio Scientifico dell'Osservatorio Regionale sull'Esclusione Sociale della Lombardia Membro del Consiglio Scientifico dell'Osservatorio Regionale sui Minori della Lombardia Membro del Comitato Scientifico del Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana Membro del Comitato per la stima della povertà assoluta e per la misura del benessere ,,Oltre il PIL" presso l'Istituto Nazionale di Statistica Istat Membro della Commissione Istat per la definizione dei Collegi elettorali plurinominali Membro del Consiglio Scientifico della Fondazione De Gasperi e della Fondazione NovaRespublica Coordinatore scientifico dell'unità italiana al progetto europeo National Integration Evaluation Mechanism. Measuring and improving integration of beneficiaries of international protection NIEM Responsabile statistico delle attività del servizio European Migration Network (EMN), Fondazione ISMU-Ministero dell'Interno Membro (prima) e Presidente (poi) del Nucleo di Valutazione dell'Ateneo di Milano- Bicocca Membro della Commissione Nazionale sull'Esclusione Sociale (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Economia Demografia e Statistica (SIEDS) e Vice Presidente dal 2011 Direttore del Dipartimento di Statistica dell'Università di Milano-Bicocca e vice direttore del Dipartimento di Statistica e Metodi Quantitativi dal 2012 al 2018 Presidente del Gruppo di Coordinamento della Demografia presso la Società Italiana di Statistica (SIS) Ricercatore presso l'Istituto di Ricerche sulla Popolazione IRP del CNR Presidente della Commissione Istat sugli aspetti tecnici e metodologici del Censimento della Popolazione 200 I Docente visiting presso l'Istituto Giovanni Paolo II della Pontificia Università Lateranense Nei primi anni '80 ha paitecipato a un gruppo di ricerca incaricato di fornire all'Ufficio Statistico delle Comunità Europee le analisi statistiche sul commercio internazionale finalizzate alla conclusione di trattati sugli scambi commerciali con: Lega Araba (1980), America Latina (1982-1984), Paesi ACP (1986 - 1987), Paesi mediterranei ( 1988). Membro della delegazione italiana alla United Nations International Population Conference a Mexico City (1984) e al Cairo (I994) e Presidente del Comitato Nazionale e organizzatore della III Conferenza Europea sulla Popolazione, Milano 1995, EAPS-IUSSP G.C. Blangiardo, Le ricerche sul campo: esperienze passate e in corso, in: AA.vv., La presenza straniera in Italia: l'accertamento e l'analisi, lstat, Roma, 2008 (ISBN 978-88-458-1603-I) G.C.Blangiardo, Gli aspetti quantitativi della presenza straniera in Italia: aggiornamenti e prospettive, , in: AA.VV., Quatlordicesimo Rapporto sulle migrazioni 2008, Fondazione I.S.MU., Franco Angeli, Milano, 2009 (ISBN 978-88-568-0518-5). G.C. Blangiardo e S. Rimoldi, Atlante statistico della povertà materiale, in: AA.vv, L'esclusione sociale in Lombardia, Guerini e Associati, Milano, 2009 (ISBN 978-88-6250-119.4) G.C.Blangiardo (a cura di), L'immigrazione straniera in Lombardia. L'ottava indagine regionale, Rapporto dell'Osservatorio Regionale per l'integrazione e la multietnicità, Fondazione J.S.MU, Milano, 2009 (ISBN 9788864470023). G.C. Blangiardo, Consistenza numerica, tendenze e problematiche della presenza straniera in Italia: il quadro di riferimento, in: B. Ghiringhelli e S.Marelli (a cura di), Accogliere gli immigrati, Carocci, Roma, 2009 Pubblicazioni recenti (ISBN 978-88-430-5138-0 G.C. Blangiardo e V. Cesareo (a cura di}, Indici di Integrazione, Franco Angeli, Milano, 2009 (ISBN 978-88- 568-1538-2). G.C. Blangiardo, La presenza straniera in Italia: dal quadro di riferimento agli scenari evolutivi, in: Quindicesimo Rapporto sulle migrazioni 2009, Fondazione I.S.MU., Franco Angeli, Milano, 2009 (ISBN 978 -88 -568-1622-8). G.C.Blangiardo (a cura di}, L'immigrazione straniera in Lombardia. La nona indagine regionale, Rapporto dell'Osservatorio Regionale per l'integrazione e la multietnicità, Fondazione I.S.MU, Milano, 2010 (ISBN 97888644 70573) . G.C.Blangiardo e O.Accolla, Quanti, come e a che costo? Analisi socio-demografica dei figli nellefamiglie italiane , in P.Donati (a cura di) Il costo dei figli , Franco Angeli , Milano , 20 l O. G.C. Blangiardo, Immigrazione e criminalità: la parola ai dati statistici, Libertà Civili, Vol.l/10 (ISN 2037- 464X) G.C. Blangiardo, Le caratteristiche e numeri dell'universo immigrato, in: V.Cesareo e R.Bichi (a cura di) Per un'integrazione possibile, Franco Angeli, Milano, 2010, pp.27-40 (ISBN 9788856823806) G.C. Blangiardo e S. Rimoldi, Atlante statistico della povertà materiale, in: AA.vv, L'esclusione sociale in Lombardia, Guerini e Associati, Milano, 201 O, pp.43-58 (ISBN 978-88-6250-2 I84) G.C. Blangiardo e E. Barbiano di Belgiojoso, Ogni giorno che passa...non è uno in meno.Tendenze e problematiche di una popolazione sempre più longeva, Fondazione Carlo Erba, Atti del Convegno "Essere anziani oggi", Milano 6 aprile 2009. G.C. Blangiardo, Dimensione e caratteristiche dell'immigrazione straniera, in: Ismu, Censis, lprs (a cura di) Immigrazione e lavoro, Quaderni Ismu, 1/2010, pp.33-58 (ISBN 9788890501401) G.C. Blangiardo, Un'analisi socio-demografica, Famiglia Oggi, 3, 2010, pp. 18-24. G.C. Blangiardo, Federalismo statistico e scelte sussidiarie nelle indagini sulla realtà migratoria, in: lstat, Leggere il Cambiamento del Paese, Atti della Nona Conferenza nazionale di Statistica, Roma, 20lO(ISBN 97888458 I6468), pp.222-23 I. Blangiardo G.C., Famiglia e questione demografica, Focus, Vita e Pensiero, 4, 20 IO, pp. 79-82 (ISBN 978- 88-343-1914-7) . Blangiardo G.C. , Menonna A. , Mirabelli S.M., La componente peruvi ana nel panorama della presenza latinoamericana in Italia e in Lombardia, Quaderni del Dipartimento per lo studio delle società mediterranee, Cacucci, Bari, 20 IO. pp.61-80 (ISBN 978-88-8422-963-2). Blangiardo G.C., Una nuova fotografia dell'immigrazione straniera in Italia, in: Sedicesimo Rapporto sulle migrazioni 2010, Fondazione I.S.MU., Franco Angeli, Milano, 201O(ISBN 978-88-568-3500-7). Blangiardo G.C. (a cura di}, L'immigrazione straniera in Lombardia. La decima indagine regionale, Rapporto dell'Osservatorio Regionale per l'integrazione e la multietnicità, Fondazione I.S.MU, Milano, 201 l (ISBN 9788864470856). Blangiardo G.C., Cesareo V. (a cura di), lntegration Indexes, Quaderni lsmu 2/2011, Milano, 201 I (ISBN 9788890501425). Blangiardo G.C., Rimoldi S., Flussi ridotti e più disoccupazione: così la crisi "morde" sugli immigrati, Libertà Civili, Voi. 1/2011 (ISN 2037-464X) Blangiardo G.C. (a cura di), L'immigrato una risorsa a Milano, Guerini e Associati, 2011 (ISBN 9788862503334) . Baio G. , Blangiardo G.C. , Blangiardo M., Centre Sampling Teclmique in Foreign Migrations Surveys , Journal ofOfficial Statistics, Voi. 27, No 3, 2011 , pp.l-16 Blangiardo G.C., Italia, da Nord a Sud è allarme demografico, Vita e Pensiero, Anno XCVI, 4, Agosto 2011 (ISBN 978-88-343-2045-7) Blangiardo G.C., Rimoldi S., Atlante Statistico della povertà materiale, in: ORES, L'esclusione sociale in Lombardia. Terzo Rapporto 20 l O, Guerini e Associati , Milano , 2011 (ISBN 978-88-6250-325-9) Blangiardo G.C. e Al., Il Cambiamento demografico, Comitato per il Progetto Culturale CEI, Laterza, Bari- Rona, 2011 (ISBN 978-88-420-9774-7) Blangiardo G.C., Il linguaggio dei numeri, in: Fondazione lsmu, Diciassettesimo Rapporto sulle migrazioni 2011. Franco Angeli, Milano, 2011 (ISBN 978-88-568-4587-7) Blangiardo G.C. e Al. , Rapporto Competitività delle aree urbane italiane 20 l O, Sinloc, Padova, 2011 . Blangiardo G.C., Ortensi L., La comunità araba e pakistana in Italia e in Lombardia, in: C. Regalia e C. Giuliani (a cura di}, Esperienze di donne nella migrazione araba e pakistana, Franco Angeli, Milano 20I2 (ISBN 978-88-568-4825-0) Blangiardo G.C. (a cura di}, L'immigrazione straniera in Lombardia. Rapporto 2011, Fondazione Ismu, Milano, 2012 (ISBN 978-88-6447-104-4) Blangiardo G.C., Rimoldi S , Immagini e percorsi del "fare coppia" in Italia, aspetti demografici, in P. Donati (a cura di) La relazione di coppia oggi , Erikson , Trento, 2011 (ISBN 978-88-6137 -1 66-8) Blangiardo G.C., Mirabelli S.M., L'orientamento del mondo cattolico su demografia e famiglia.Un indice per confrontare realtà e problematiche nel panorama europeo, Rivista Italiana di Economia Demografia e Statistica, Voi. LXVI, l, 2012. Blangiardo G.C., Menonna A., Statistiche in tema di natalità: dai numeri ai nomi, Statistica & Società, Anno l, I, 2012 (ISSN 1722-8506) Blangiardo G.C., Famiglia e demografia sostenibile, in. AA.vv, Familiarmente. Le qualità dei legami familiari, Vita e Pensiero, Milano, 2012 (ISBN 978-88-343-2178-2) Blangiardo G.C., Barbiano di Belgiojoso E., Bonomi, P., Le previsioni demografiche delle famiglie, in: P. Donati (a cura di), La famiglia in Italia. Voi. Aspetti demografici sociali e legislativi, Carocci, Roma, 2012 (ISBN 978-88-430-6306-2) Blangiardo G.C., Mirabelli S.M. (a cura di), I Vescovi Europei su Demografia e Famiglia in Europa, Cantagalli, Siena, 2012 (978-8-8272-834-2) Blangiardo G.C ., The Language of Numbers , in: The Seventeenth ltalian Report on Migrations 2011 , McGraw-1-lill, Milano, 2012, (978-88-386-7276-7) Blangiardo G.C., Rimoldi S., Atlante statistico della povertà materiale, in ORES, L'esclusione sociale in Lombardia. Terzo Rapporto 20 lO, Guerini e Associati, Milano, 2011 (978-88-6250-325-9) Blangiardo G.C., Regioni a confronto: la Lombardia nel panorama demografico italiano, Confronti, Anno XI, 2, 2012 (ISSN 1590-5853) Blangiardo G.C., La città, il lavoro e la famiglia, Statistica & Società, Anno l, 2, 2012 (ISSN 1722-8506) Blangiardo G.C., Gli aspetti statistici, in: Fondazione Ismu, Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni 20I2. Franco Angeli, Milano, 2012 (ISBN 978-88-204-1440-5) Blangiardo G.C., Discovering the Demographic GDP, Rivista Internazionale di Scienze Sociali, I, 2012, pp.45-58. Blangiardo G.C., Rimoldi S., The potential demography: a tool for evaluating differences among countries in the European Union, Genus, 3, 2012, pp.63-81 Blangiardo G.C. (a cura di), L'immigrazione straniera in Lombardia. La dodicesima indagine regionale. Fondazione lsmu, Milano, 2013 (ISBN 9788864471242) Blangiardo G.C., Statistica! Considerations, in: The Eighteenth ltalian Report on Migrations 2012, McGraw- Hill, Milano, 2012, (978-88-386-7401-3 Blangiardo G.C., Rimoldi S., Un pluralità di modi di vivere insieme, Pedagogika.it, vol.17 p.14-22 ,2013 (ISSN 1593-2559) Blangiardo G.C., Rimoldi S., The role offamilies in the population crisis, Revue Internationale de Sociologie, 2013, p. 1.18 (ISSN 0390-6701) Blangiardo G.C., Per Misurare l'integrazione, Libertà Civili, 2013, vol.2, p.24-39 (ISSN 2037-464X) Blangiardo G.C., Rimoldi S., L'invecchiamento importato nelle regioni italiane, Rivista Italiana di Economia Demografia e Statistica, 2013 , voi.LXVII n. 3/4 p.55-62 (ISSN 0035-6832) Blangiardo G.C. , Demographic trends and persona! income in ltaly in the context o f raising children , SLASKY PREZEGLAD STATYSTYCZNY, voi. 11 , 2003 , pp.49-67 (ISSN 1644-6739) Blangiardo G.C., Arcagni A., Fattore M., Mirabelli S.M., Misurare il livello di integrazione della popolazione straniera in ambito economico-lavorativo. Verso l'applicazione di una nuova metodologia, Rivista Italiana dei Economia Demografia e Statistica, 2013, voi. LXVII n.3/4, pp.15-22 (ISSN 0035-6832) Blangiardo G.C., Italians oftoday and Tomorrow: awareness ofnext scenarios and search ofnew equilibrium, Rivista Italiana dei Economia Demografia e Statistica, 2013, voi. LXVII n.2, pp.9-20 (ISSN 0035-6832) Blangiardo G.C. (a cura di), L'immigrazione straniera in Lombardia. La tredicesima indagine regionale. Fondazione Ismu, Milano, 2014 (ISBN 9788864471242) Blangiardo G.C., Gli aspetti statistici, in: Fondazione Ismu, Diciannovesimo Rapporto sulle migrazioni 2013. Franco Angeli, Milano, 2013 pp.31-46 (ISBN 978-88-204-6888-0) Blangiardo G.C., Popoli e mondializzazione: tutti ovunque? In: AaVv, I processi di mondializzazione, Centro Editorialr Dehoniano, 2013, pp. 187-191. Blangiardo, G.C., Rimoldi, S. (2014). Famiglie straniere, famiglie immigrate. In Le famiglie di fronte alle sfide dell'immigrazione (pp. 59-90), Erickson, Trento Blangiardo G.C., Gli aspetti statistici, in: Fondazione Ismu, Ventesimo Rapporto sulle migrazioni 1994-2014. Franco Angeli, Milano, 2014 pp.3 l-46 (ISBN 978-88-917-0894-6) Blangiardo G.C., Rimoldi S., Geografia della solidarietà in Italia, in: Rovati G. e Pesenti L. (a cura di) Food Poverty Food Bank, Vita e Pensiero, Milano, 20 I5 (ISBN 978-88-343-2991-7) Blangiardo G.C., Popolazione e famiglie. Tendenze, prospettive e problematiche, in Atti della 47° settimna sociale dei cattolici italiani, Torino 12-15 settembre 2013, EDB, Bologna, 2015 , pp.111-155 ((ISBN 978-88- l 0-14082-6) Blangiardo G.C., Da metropoli... a Città Metropolitana. Aspetti demografici del cambiamento nella realtà milanese, in: Fondazione Ambrosianeum Rapporto sulla Città, Franco Angeli, Milano, 2015, pp.55-69 (ISBN 978-88-917-1460-2) Blangiardo G.C., Gli aspetti statistici, in: Fondazione Ismu, Ventunesimo Rapporto sulle migrazioni. 20I5. Franco Angeli, Milano, 2015 pp.45-60 (ISBN 978-88-917-2782-4) Blangiardo G.C., Cortinovis R., Migrants and Refugees En Route Across the Mediterranean, Panorama. Insights into Asian and European Affairs, I, 2016, Kondrad Adenauer Stiftung, ISSN Ol 19520400006 Blangiardo G.C., Menonna A , L'immigrazione musulmana Milano, in Regalia C., Giuliani C., Meda S.G.(a cura di), La sfida del meticciato nella migrazione musulmana, Franco Angeli, Milano, 2016, pp.44-60 (ISBN 978-88-917-4079 .3) Blangiardo G.C., Le prospettive demografiche, in:Trabucchi M. e Melloni A.M. (a cura di), L'anziano Attivo, Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagma, 2016. Blangiardo G.C., Una rivoluzione in corso, in: Duilio L. (a cura di), La bottega dei longevi, Montabone editore, 2016 Blangiardo G.C., Gli aspetti statistici, in: Fondazione lsmu, Ventiduesimo Rapporto sulle migrazioni. 2016. Franco Angeli, Milano, 2016 pp.73-87 (ISBN 978-88-917-4454-8) Blangiardo G.C., L' Italia fa i conti con l' inverno demografico, Atlantide, 39, 2017, pp. 7-14, http:/atlantide.ilsussidiario.net (ISSN l825-2168) Blangiardo G.C. (a cura di), Sussidiarietà e ... crisi demografica, Rapporto 2016/17, Geca, Milano, 2017 (ISBN 978-88-97793-23-6). Blangiardo G.C. , Conti C. , Ortensi L. , Quattrociocchi L. , Terzera L. , Aspetti dell ' integrazione, in Strozza S. e De Santis G. (a cura di), Rapporto sulla popolazione. Le molte facce della presenza straniera. Il Mulino, 2017, pp.137-172 (ISBN 978-88-15-26798-6) Blangiardo G.C., Gaiani G., Valditara G., Immigrazione. Tutto quello che dovremmo sapere, Aracne, Canterano, 2016 pp.19-32 (ISBN 978-88-548-9913-l) Blangiardo G.C., Migrazioni. Lo scenario in cambiamento, Rivista di Scienza dell'Educazione, Anno LV, I, pp.27-42 (ISSN 0393-3849) Blangiardo G.C ., Serrano I. , Barbiano E. , Gonzalez Ferrer A , Rimoldi S. , Surveying immigrants in Southern Europe: Spanish and Italian strategies in comparative perspective, Comparative Migration Studies, 5, 2017. Blangiardo G.C., Gli aspetti statistici, in: Fondazione Ismu, Ventitreesimo Rapporto sulle migrazioni. 2017. Franco Angeli, Milano, 2017 pp.75-89. Blangiardo, G., & Terzera, L. (2017). L'intenzione di stabilirsi in Italia tra i migranti di prima generazione. Rivista Italiana di Economia, Demografia e Statistica. Blangiardo G.C., Quali milanesi e dove nella Milano di domain?, in: Lodigiani R. e Garzonio M. (a cura di), Milano 2018 Rapporto sulla città, Fondazione Ambrosianeum, Franco Angeli, Milano, 2018. Blangiardo G.C., Gli aspetti statistici, in: Fondazione Ismu, Ventiquattresimo Rapporto sulle migrazioni. 2018. Franco Angeli, Milano, 2018 pp.65-82. Blangiardo G.C. , Mirabelli S.M., li fenomeno dei rifugiati in Europa: indagine su percezione e atteggiamenti nel mondo cattolico, Rivista Italiana di Economia, Demografia e Statistica, Voi. LXXII, n,3, 2018. Blangiardo G.C., Contraccezione: impatto demografico 50 anni dopo, Anthtopotes, XXXIV, 1-2, 2018, pp .83-99. Blangiardo G.C. , Migrazioni ed economia irregolaree. Spunti di riflessione, in Cannagnani M e Pastore F. (a cura di), Migrazioni e integrazione in Italia tra continuità e cambiamento, Fondazione L.Einaudi, Leo
  4. 1Corinzi 1:21 Poiché il mondo non ha conosciuto Dio mediante la propria sapienza, è piaciuto a Dio, nella sua sapienza, di salvare i credenti con la pazzia della predicazione. 1Corinzi 2:14 Ma l'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio, perché esse sono pazzia per lui; e non le può conoscere, perché devono essere giudicate spiritualmente. 1Corinzi 3:19 perché la sapienza di questo mondo è pazzia davanti a Dio. Infatti è scritto: «Egli prende i sapienti nella loro astuzia»; la religione umana ha prodotto è produce solo sofferenza. di media credo che seducenti ingannatori dicendosi cristiani hanno ingannato sempre il mondo.
  5. i dieci comandamenti fanno conoscere la trasgressione, il peccato, e non danno la salvezza, anzi, Gesù Cristo ha inasprito la legge, dicendo: chi guarda una donna per desiderarla ha già commesso peccato. in questo modo nessuno può trovare giustificazione nella legge. E' vero che bisogna combatterla spiritualmente, nella propria mente, non desiderare nulla dei dieci comandamenti è fondamentale. si può uccidere anche con le parole, si può mancare di ogni cosa secondo il nostro comportamento...... si può privare il prossimo della propria libertà....
  6. no, non sbaglio, so benissimo che hai scritto- quale giorno santo?- so benissimo cosa credete e non credete. Tu stesso hai detto che il sabato è stato abolito poco sopra, vedi, la grassa figura la stai facendo tu. ma non discuto di questo, o di cosa credono i tdg, se tu credi , qual è il giorno che ha stabilito Dio, basta dare risposta, non c'è bisogno di tante storie.
  7. non c'è bisogno che ti dica chi sono, non ha importanza, anzi sono il peggiore che esista. la risposta dove sta?! se nessuno ha mai visto il Padre eterno, chi siete voi che dite di averlo visto e gli date un nome come se fosse un uomo?! ma intanto non dai risposta, leggi bene la bibbia,e troverai risposta. il popolo di Dio si è sempre manifestato al mondo! quale è?!
  8. Il premier giallorosso è sempre più in balia dei suoi controsensi..dal passare da Salvini a Zingaretti..all'ultima di questi giorni...col prolungamento dello stato di emergenza...una decisione che dovrebbe imporre cautela all'ingresso dei migranti (questione sui cui nn siamo d'accordo)e gli sbarchi... cioè una posizione più rigida..cioè di dx..il nostro caro..vecchio avvocato di Foggia..sembra... anzi potrebbe essere un forumista qualunque, spara a pioggia..su tutto.. x poi dire "avete visto che ci ho preso??" Un dilettante allo sbaraglio.. il quale potrebbe benissimo accodarsi ai laureati..di vecchio corso..sui social (già lo fa") e fare le sue osservazioni a dir poco ridicole..e proprio vero..in Italia se non si hanno certe caratteristiche non si arriva da nessuna parte..la faccia come il c..lo
  9. Ciao Ragazzi, so che siete bravi a farmi compagnia, ho voglia di ridere, mi aiutate a trovare le divertenti frasi sconclusionate dei simpatichi giocherelloni di Romano Prodi, Pierluigi Bersani, Nicola Zingaretti. Sono numerose, proviamo a cercarle e ridiamo assieme, in allegria, senza rancore o malizia. - il gioco inizia ... - premio - un caffè omaggio al bar sport del paese ...
  10. Lei legge sempre LIBREIDEE.ORG? Quando è che cambia psichiatra ?
  11. È troppo ripetitiva, ridicola marketta pisana, le se è consumata la lingua?
  12. Oggi
  13. Io sposterei un po' il discorso ad altro argomento, tanto come io la pensi della Bibbia lo sai bene (basta guardare la mia citazione di Numeri 31). Invece vorrei parlare delle conseguenze della Bibbia (e di altri libri di altre religioni). Nei secoli questi libri hanno solo prodotto sanguinose guerre e persone fanatiche e intransigenti come il mitico lagraziaviva. Ora tu mi dirai che non sei così. Probabilmente non lo sei perché è parte della tua indole e saresti stato la persona che sei anche senza la Bibbia, così come anche io sono la persona che sono con o senza la Bibbia. Mediamente credo che la Bibbia e le religioni abbiano peggiorato le persone.
  14. Con tono sommesso mi preme sottolineare che non ho fatto altro che riassumere quanto si legge nella sentenza 1/2014 della Corte Costituzionale https://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2014&numero=1 Questa Corte ha da tempo ricordato che l’Assemblea Costituente, «pur manifestando, con l’approvazione di un ordine del giorno, il favore per il sistema proporzionale nell’elezione dei membri della Camera dei deputati, non intese irrigidire questa materia sul piano normativo, costituzionalizzando una scelta proporzionalistica o disponendo formalmente in ordine ai sistemi elettorali, la configurazione dei quali resta affidata alla legge ordinaria» (sentenza n. 429 del 1995). Pertanto, la «determinazione delle formule e dei sistemi elettorali costituisce un ambito nel quale si esprime con un massimo di evidenza la politicità della scelta legislativa» (sentenza n. 242 del 2012; ordinanza n. 260 del 2002; sentenza n. 107 del 1996). Il principio costituzionale di eguaglianza del voto – ha inoltre rilevato questa Corte – esige che l’esercizio dell’elettorato attivo avvenga in condizione di parità, in quanto «ciascun voto contribuisce potenzialmente e con pari efficacia alla formazione degli organi elettivi» (sentenza n. 43 del 1961), ma «non si estende […] al risultato concreto della manifestazione di volontà dell’elettore […] che dipende […] esclusivamente dal sistema che il legislatore ordinario, non avendo la Costituzione disposto al riguardo, ha adottato per le elezioni politiche e amministrative, in relazione alle mutevoli esigenze che si ricollegano alle consultazioni popolari» (sentenza n. 43 del 1961). Non c’è, in altri termini, un modello di sistema elettorale imposto dalla Carta costituzionale, in quanto quest’ultima lascia alla discrezionalità del legislatore la scelta del sistema che ritenga più idoneo ed efficace in considerazione del contesto storico. Il sistema elettorale, tuttavia, pur costituendo espressione dell’ampia discrezionalità legislativa, non è esente da controllo, essendo sempre censurabile in sede di giudizio di costituzionalità quando risulti manifestamente irragionevole (sentenze n. 242 del 2012 e n. 107 del 1996; ordinanza n. 260 del 2002). Ti invito a prendere contatto con la Corte Costituzionale ***@cortecostituzionale.it e a fare presente la delicata questione. Non mancare di farci sapere cosa ti hanno risposto. Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti
  15. Penso che sia giusto mettere in discussione alcuni brani della Bibbia specialmente se non si comprendono, (con tutto rispetto). Un proverbio dice : solo gli stupidi non cambiano mai opinione. Perciò trovò giusto fare confronti. Infatti i primi cristiani si associavano insieme in congregazioni proprio a questo scopo in modo da pervenire all’unita’ della fede. E poi tieni conto che che non si può fare di tutte le erbe un fascio.
  16. Confesso che in questa dotta dissertazione statistica mi sfugge qualcosa. Per come insegnano la statistica nelle facoltà di economia, possiamo assimilare la questione a un esperimento: si estraggono casualmente 20 residenti da un'urna che contiene la popolazione residente totale (l'ordine di estrazione non conta, ogni estrazione è indipendente dalle altre). La probabilità che questo campione NON contenga soggetti entrati in contatto con Covid19 è (n!)/((n-k)! x k!)) x (p alla ventesima potenza) dove n = popolazione residente (circa 60 milioni) k = 20 p = 0,975 sulla base dello studio ISTAT https://www.istat.it/it/files//2020/08/ReportPrimiRisultatiIndagineSiero.pdf Poiché 20 è effettivamente molto minore della popolazione residente (circa 60 milioni), trascuriamo k nel coefficiente binomiale e quindi possiamo assumere il valore del coefficiente binomiale pari a 1 . Segue che la probabilità cercata è 0,6027 , che possiano arrotondare a 0,60. Concludiamo che la probabilità di avere un campione di 20 individui che contenga almeno un individuo con IgG positivo, come specificato nello studio ISTAT, è pari a 0,40 (che non è molto minore di 0,50). E fino a qui nulla quaestio. Assunto che in Italia il 2,5% della popolazione è stato in contatto con il virus (stima a mio avviso errata per difetto, ma qui soprassediamo). Va bene. Assumiamo una stima leggermente superiore: 2.074.800 residenti (pari al 3,5% della popolazione totale) sono entrati in contato con Covid19. Rifacendo i calcoli con p = 0,965 otteniamo che la probabilità di avere un campione con almeno un soggetto entrato in contatto con Covid19 è pari a 0,51 . Quindi devi spiegare cosa abbia detto Blangiardo di tanto scellerato, anche tenendo conto che qualche tempo fa qualcuno ha affermato pubblicamente che è "pura follia nello scambiare un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale". Poi ci sarebbe la questione dell'allarmismo. Se non ricordo male, il 23 febbraio 2020 allo scopo di contenere il diffondersi di Covid19 è stato pubbicato un decreto legge palesemente incostituzionale, che ha reso necessario un nuovo decreto legge (il decreto legge n.19 del 25 marzo 2020) che lo abrogasse (eccetto l'articolo 3, comma 6-bis, e 4). Con Covid19 non si scherza, dovrebbe essere chiaro perfino a Marattin https://www.istat.it/it/files//2020/07/Report_ISS_Istat_Cause-di-morte-Covid.pdf e non solo per l'impatto sulla mortalità. Abbiamo anche la questione dell'impatto di Covid19 sul PIL dell'Italietta nostra https://www.istat.it/it/files//2020/07/FLASH_20q2.pdf Se non sei spaventato allora non hai letto oppure non capisci un ozzac. Ancora sicuro che Blangiardo abbia fatto allarmismo? Quasi dimenticavo: Blangiardo è stato proposto dal pentastellato Riccardo Fraccaro, al tempo ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta del governo retto dal premier serio Conte. Il CV di Blangiardo è questo https://www.istat.it/it/files//2017/07/CurriculumVitae_Blangiardo.pdf Valuta liberamente se Fraccaro ci ha azzeccato o meno ed eventualmente avanza la tua autocandidatura. Non mancare di farci sapere cosa hanno risposto da Roma. Buona futura opposizione di inquisiti di sinistra a tutti
  17. Penso che sia giusto mettere in discussione alcuni brani della Bibbia specialmente se non si comprendono, (con tutto rispetto). Un proverbio dice : solo gli stupidi non cambiano mai opinione. Perciò trovò giusto fare confronti. Infatti i primi cristiani si associavano insieme in congregazioni proprio a questo scopo in modo da pervenire all’unita’ della fede. E poi tieni conto che che non si può fare di tutte le erbe un fascio.
  18. Ti avevo già detto che con il culto cattolico non ho niente da spartire e quindi non ho mai parlato di una presunta “domenica” dedicata al culto di Dio. E anche per quanto riguarda le profezie del futuro il fatto che tu dici che non ci credo è solo una tua invenzione. Ti ho citato Riv.21:3,4 che mi sembra molto evidente che parla del futuro, pure della risurrezione dei morti che avverrà nel futuro ecc... Penso che hai studiamo male i TdG o ti hanno riferito molto male. Faresti meglio a leggere e ricordare quello che ho postato così eviteresti di dire delle cose sbagliatissime sul nostro conto facendo anche una magra figura.
  19. Qui non ci sono i saputelli ma se è come dici tu allora dovrei mettere in dubbio tutte le traduzioni della Bibbia compresa quella o quelle che usi tu...allora dimmi tu quale Bibbia dovrei usare per essere sicuro di averne una tra le mani che sia veritiera. Tu misuri tutti e tutto solo dal tuo punto di vista, ma tu chi sei? Chi rappresenti? No perché io devo ancora capirlo...o sei l’unico su questa faccia della terra a dire di avere il giusto intendimento delle Scritture? Il popolo di Dio in tutti i tempi si è sempre manifestato al mondo...e tu a chi appartieni?
  20. Scusa? Ma di quale verità stai parlando? Io mi sono offeso sentendo la TUA verità? Ma quando mai....io là verità la conosco da 45 anni e non è certo quella che mi dici tu, anzi ti ho dimostrato in tanti modi con le scritture che quello che dici è sbagliato e tu continui a dire il contrario, libero di farlo, ma poi te la devi vedere tu con Dio. E poi chi sarebbe questo NOSTRO presunto Angelo Salvatore ??? Guarda che mi sono già convertito al vero Dio GEOVA e non intendo proprio ora cambiare solo perché ci sei tu, unico su tutta la terra a dire il contrario.
  21. Scusa? Ma di quale verità stai parlando? Io mi sono offeso sentendo la TUA verità? Ma quando mai....io là verità la conosco da 45 anni e non è certo quella che mi dici tu, anzi ti ho dimostrato in tanti modi con le scritture che quello che dici è sbagliato e tu continui a dire il contrario, libero di farlo, ma poi te la devi vedere tu con Dio. E poi chi sarebbe questo NOSTRO presunto Angelo Salvatore ??? Guarda che mi sono già convertito al vero Dio GEOVA e non intendo proprio ora cambiare solo perché ci sei tu, unico su tutta la terra a dire il contrario.
  22. Sei un consapevole e svergognato FALSARIO. Fa bene l'amico Ahaha a orinarti in testa tutti i giorni. Io NON HO MAI SCRITTO che il M5S ebbe più voti del Pd, ho scritto che ne ebbe di più nei collegi nazionali, quelli che determinavano il bonus (incostituzionale) di maggioranza che premiò il Pd SOLO grazie ai voti di coalizione. Incamerati il bonus e i seggi, il Pd tradì platealmente sia la coalizione che il relativo programma elettorale, prima con il governo Letta con l'impunito Berlusconi e poi con il governo Renzi con il camaleonte Alfano. Il tutto con una maggioranza frutto di un bonus incostituzionale. E che per giunta si azzardò a manomettere 47 articoli della Costituzione. La più vergognosa, la più infame legislatura nella storia della Repubblica. La più lunga e profonda notte della democrazia dai tempi del fascismo, illuminata solo da uno scatto d'orgoglio del popolo sovrano il 4 dicembre 2016.
  23. Consiglio la ridicola marketta pisana monolaureata di continuare a dedicarsi allo sQulettamento sul lungo Arno e lasciar stare i calcoli matematici con carta e penna, se non è in grado di farlo. Su tre calcoli ne sbaglia due. Pirlona.
  24. Vero, lei invece ridicola marketta sculettante si fa inQulare ogni giorno.
  25. MI RIFERIVO A VERSIONI SU "CARCASSA" VOLKSWAGEN MAGGIOLINO
  1. Carica più attività