Attività

Questo stream si aggiorna in automatico   

  1. Ultima ora
  2. Io conterò sul fatto che gli uomini di una certa età ci vedono poco.. perciò,sexxualmente non vedono una cippa..haha
  3. Oggi
  4. Parole dette da chi ? DAGLI ONESTI ma vaffff..
  5. Nogarin INDAGATO non si dimette e lo candidano alle europee. Raggi INDAGATA non si dimette. De Vito ARRESTATO non si dimette. Honestà!! ANSA.IT Arresto De Vito: a Raggi, non mi dimetto - Ultima Ora "In questo periodo ho pensato spesso, per il rispetto che ho verso l'istituzione, di dimettermi da presidente dell'Assemblea capitolina, carica che ho amato e che ritengo di avere svolto con onore e con piena cognizione dei suoi equilibri e tecnicismi dall... (ANSA)
  6. IL problema non è essere criticato ma non fare quello che ad altri addebitano . Ovvero il governo gialloverde si è dichiarato, da solo e con qualche elettore quale lei , essere più bravo nel risolvere meglio degli altri i problemi degli italiani pertanto fare peggio e poi nascondersi dietro le magagne degli altri non lo rende migliore e tanto meno risolve i problemi. ALLORA IL PIDDI non regge più... perchè appunto stanno facendo e di molto peggio
  7. Non e’ un caso che chi vuole la chiusura di Radio siano i Fascisti a 5 stesse , il giornaletto diretto da Marco Pregiudicato Travaglio e qualche profeta dello stesso come il Cazzaro di Napoli Fosforo 41. Radio Radicale Il palinsesto di Radio Radicale ruota intorno ai lavori delle due Camere del Parlamento. La radio è obbligata dalla convenzione con il Ministero delle poste e telecomunicazioni a trasmettere nel corso dell’anno almeno il 60% delle sedute delle due Camere nella fascia oraria che va dalle 8 alle 21. Nel tempo residuo, Radio Radicale tenta di documentare anche l’attività di altre istituzioni così come i congressi, i festival e le maggiori assemblee di tutti i partiti politici, le assemblee e i convegni organizzati dalle maggiori associazioni del mondo del lavoro e dell’impresa, manifestazioni o conferenze stampa di particolare interesse, dibattiti e presentazioni di libri. Esistono alcuni appuntamenti fissi nel palinsesto come la rassegna dei quotidiani Stampa e regime, i notiziari, e le rubriche. Ogni giorno i redattori della radio realizzano interviste con parlamentari, esperti e protagonisti della vita politica e civile. - Dove trasmette Su gran parte del territorio nazionale. Le nostre frequenze si possono ricercare nella pagina Come ascoltarci. - Come viene finanziato Radio Radicale riceve ogni anno poco meno di 8 milioni di euro quale corrispettivo della convenzione con lo Stato per la trasmissione delle sedute del Parlamento, e 4 milioni di euro di contributo dal fondo per l’editoria in quanto riconosciuta dalla legge 7 agosto 1990, n. 230, “Impresa radiofonica che svolge attività di informazione di interesse generale”. Radio Radicale è l’unico soggetto tra quelli che ottengono i contributi ad avere una rete nazionale (spende oltre 3,7 milioni di euro l’anno solo per la gestione tecnica della rete) ed è anche l’unica a destinare la quasi totalità del palinsesto per mandare in onda programmi di servizio pubblico. La legge 7 agosto 1990, n.230, oggi utilizzata come requisito per accedere al contributo editoria, riconosceva per il triennio 1990-1992, alle imprese radiofoniche private che svolgevano attività di informazione di interesse generale, un contributo complessivo di 20 miliardi di lire. Il contributo veniva concesso alle emittenti che nei tre anni precedenti avessero: trasmesso quotidianamente propri programmi informativi su avvenimenti politici, religiosi, economici, sociali, sindacali o letterari per non meno di nove ore comprese tra le ore sette e le ore venti ed utilizzato esclusivamente per la diffusione dei propri programmi, in ciascuno dei tre anni, almeno 60 impianti di trasmissione ubicati in almeno 35 province e in almeno 14 regioni italiane e che, quantomeno nel terzo anno, avessero esteso il numero di impianti al 50 per cento delle province e all'85 per cento delle regioni. Si trattava quindi di una norma che, di fatto, riconosceva il servizio pubblico svolto da Radio Radicale fino a quel momento. Dal 1994 Radio Radicale si è aggiudicata la gara per l’assegnazione della convenzione per la trasmissione delle sedute parlamentari. - Si tratta di un doppione di Gr Parlamento? Radio Radicale costa allo Stato poco meno di 8 milioni di euro l’anno e non può trasmettere pubblicità. Di Gr Parlamento non esiste un bilancio pubblico. E’ parte dei servizi richiesti dal contratto di servizio. ll servizio svolto da Radio Radicale è regolamentato da un contratto con il Ministero dello Sviluppo economico che prevede una percentuale minima di sedute da trasmettere, le modalità di separazione rispetto alle altre trasmissioni, l’invio mensile dei resoconti delle ore di trasmissione e la collocazione rispetto agli altri programmi. Il servizio svolto da Gr parlamento è regolato da tre righe del contratto di servizio e nessuna forma di controllo né di rendicontazione risulta essere prevista. Radio Radicale rende disponibili tutte le sedute parlamentari in audio-video sul proprio sito dal 1998. Le sedute, dopo la diretta, vengono presentate in schede che rispettano la scansione delle varie fasi dei lavori parlamentari. L’aggiornamento avviene ora per ora, in tempo reale. Sul sito di Gr parlamento sono ascoltabili solo alcune rubriche dell’emittente. Radio Radicale ha sempre svolto il servizio di trasmissione delle sedute parlamentari, molti anni prima della convenzione del 1994. Grazie a questo le prime sedute pubblicate su internet da Radio Radicale risalgono al mese di settembre del 1976. Per molti anni le registrazioni di Camera e Senato sono state realizzate solo da Radio Radicale. Il Parlamento provvedeva alla sola produzione dello stenografico e la Rai non realizzava nessuna documentazione integrale. Nelle fasce non occupate dalle sedute parlamentari, Radio Radicale, al di fuori di qualsiasi finanziamento pubblico, documenta l’attività anche delle altre istituzioni, così come i congressi e i maggiori eventi di tutti i partiti politici, i convegni organizzati dalle maggiori associazioni del mondo del lavoro e dell’impresa, manifestazioni o conferenze stampa di particolare interesse, dibattiti e presentazioni di libri. Gli eventi registrati, che solo in minima parte trovano spazio nel palinsesto, sono fruibili via internet da qualsiasi utente. Il costo della sola produzione esterna, della archiviazione e della pubblicazione integrale su internet degli eventi esterni supera i 2 milioni di euro l’anno. Nessuna attività del genere è effettuata da GR Parlamento. - Qual'è il legame con il Partito radicale? Radio Radicale è di proprietà del Centro di Produzione s.p.a. il cui socio di maggioranza è l'Associazione politica lista Marco Pannella che detiene il 51,91% delle azioni. - La musica Radio Radicale si caratterizza per l’assenza totale di spazi musicali commerciali. Gli stacchi tra un programma e l’altro sono riempiti con musica da requiem, scelta che risale alla campagna radicale contro lo sterminio per fame nel mondo, quando il Partito radicale decise di abbrunare in segno di lutto il proprio simbolo. La radio iniziò allora a trasmettere brani di messe da requiem per ricordare le centinaia di persone quotidianamente sterminate dalla fame e dalla denutrizione. Le musiche trasmesse sono quindi brani delle messe da requiem di Mozart, Verdi e Fauré.
  8. E’ perfettamente inutile , mastodontico idio ta , che tu faccia finta di non capire quel che dico e che ti limiti , bovinamente , a destreggiarti nel solito pistolotto simil post 68. Non gli spetta , chiarooo ?? Ed il motivo per cui non gli spera devi chiederlo a quella massa urlante di scappati da casa che hanno posto il certificato di residenza come condizione sine qua non per ottenerlo . Sei connesso , ora ?? “Continuano le polemiche relative al Reddito di cittadinanza. E' di Federconsumatori Campanial'ultima denuncia: "Troviamo assurdo - attacca il presidente Rosario Stornaiuolo - che in un Paese che conta 50mila senza tetto non si pensi di erogare il Reddito di cittadinanza anche a queste persone. E l'unico motivo per cui non viene dato è che i clochard non hanno residenza. Napoli è la seconda città italiana per persone che vivono in mezzo alla strada e per questo motivo appoggiamo a proposta dell'assocazione Avvocati di strada per dare anche ai senza tetto questa misura contro la povertà". Ora ti e più chiaro impareggiabile deficien te ??
  9. Il fatto che un dirigente del PD si metta a ridere (sic) di fronte a un appello ad aiutare i cittadini senza fissa dimora (e senza reddito) a ottenere il Reddito di Cittadinanza cui hanno diritto, la dice lunga, cari forumisti seri, su quanto POCO O NULLA di sinistra sia rimasto in quel partito. Se i dirigenti locali dimenticano o addirittura irridono l'impegno nel sociale, non si vede cosa ci stiano a fare le sezioni di partito sul territorio, se non a spartirsi tessere e clientele. Vuol dire che i senza tetto di Napoli si rivolgeranno alla Caritas, ai volontari, ai patronati e ai MEET UP dei 5Stelle. Come ho già scritto, la residenza anagrafica non è una concessione ma un DIRITTO SOGGETTIVO del cittadino, ed è un OBBLIGO per l'impiegato comunale concederla, anche a un senza fissa dimora. Lo sancisce una sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione. https://www.fiopsd.org/la-residenza-un-diritto/
  10. Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita Sei un genitore Dai un po’ di soldi a tuo figlio, e lui per un po’ sarà contento, se li spenderà e ti dirà “caro papà”... Oppure spendi gli stessi soldi per la sua educazione, lui forse non sarà subito così contento, ma un giorno ne trarrà i frutti. Sei un governante Aiuti le imprese del paese a crescere abbassando il costo del lavoro (contributi più bassi, ad esempio...). Beni e servizi costano meno, le imprese diventano più competitive, sul mercato interno e all’estero. Si assumono lavoratori, che guadagnano, e il paese prospera. Oppure, dai un pesce al paese. Dici: “Vi abbasso le tasse con la flat tax”, così i ricchi saranno molto più ricchi, spenderanno di più e voi morti di fame potrete raccogliere le briciole. Per un po’ anche i meno abbienti potranno ricevere qualche vantaggio, e potrebbe esserci una ripresa apparente dell’economia. Ma, un po’ alla volta, un po’ di questi soldi verranno spesi all’estero. Un telefonino qua, una crociera là, e lo stato ne riscuoterà in tasse un po’ di meno. L’anno dopo lo stato potrà distribuirne di meno, e così via, fino a che ci accorgeremo che ci hanno fregati tutti (quasi tutti, in realtà...) ancora una volta.
  11. Smontiamo subito l'immancabile, quotidiana, colossale bufala del FALSARIO del forum, il quale oggi attribuisce alla radio mangiasoldi dei radicali la bellezza di "oltre 300 dipendenti". Forse il panzanaro pisano ha scambiato Radio Radicale (che dopo avere perso il 40% degli ascolti in 10 anni scendeva a 275.000 contatti giornalieri nel 2014 e da allora rifiuta il rilevamento Auditel) con RTL, di gran lunga il primo network radiofonico nazionale con quasi 8 milioni di contatti, oltre 50 milioni di fatturato, in grado di acquistare i diritti radiofonici di due Mondiali di calcio e che dichiara 350 tra dipendenti e collaboratori esterni. Dopo lunga ricerca non ho trovato in Rete un solo documento chiaro, recente e completo sul bilancio e sui dati societari di Radio Radicale (ovvero di Centro di Produzione S.p.A che è la denominazione sociale dell'emittente). Al di là degli obblighi di legge, sarebbe gravissimo per una società di capitali che vive solo di fondi pubblici sottrarsi al dovere etico della massima trasparenza. Ho trovato solo un comunicato ufficioso del comitato di redazione dell'emittente che parla di "circa 100 persone" tra dipendenti, collaboratori esterni e dipendenti dell'indotto. Di passata verrebbe da chiedersi quale sia "l'indotto" di questa piccola radio privata: il bar all'angolo che porta i caffè in redazione a spese di noi contribuenti? Mentre un sito amico di Radio Radicale parla di "53 dipendenti": https://www.editoria.tv/il-cdr-di-radio-radicale-scrive-a-di-maio-a-rischio-cento-posti-di-lavoro/ https://www.radiocolonna.it/news-da-roma/2019/04/19/radio-radicale-manifestazione-a-pasqua-contro-la-chiusura/?amp Siamo dunque lontanissimi dagli "oltre 300 dipendenti" inventati di sana pianta dallo spudorato bufalaro pisano. Sul quale stendiamo un velo pietoso perché la ricerca dei dati societari di questa radio fantasma non è stata vana. Ho scoperto di passaggio una chicca di cui vengo subito a notiziare il forum. Dovete sapere, cari forumisti seri, perché finora nessuno dei vari giornaloni ve lo ha detto, che la radio mangiasoldi che campa coi nostri soldi, e che piange miseria al solo pensiero di perdere metà del contributo pubblico, ha alle spalle, oltre all'azionista di maggioranza che è la Lista Pannella, un socio al 25% che non è pinco pallino ma una holding finanziaria, la Lillo S.p.A., che fattura la bellezza di 2,3 miliardi di euro l'anno tramite la controllata MD (Mida Discount), nota catena di oltre 700 punti vendita nel settore dell'hard discount alimentare con ben 6300 dipendenti. Due membri della famiglia proprietaria della holding siedono nel Cda di Radio Radicale. https://www.primaonline.it/2019/04/08/287579/radio-radicale-crimi-allattacco-come-mai-il-25-della-radio-e-in-mano-a-una-holding-finanziaria-perche-teme-di-chiudere-se-ha-un-socio-che-vale-oltre-2-miliardi-di-euro/ E noi poveri contribuenti italiani dovremmo continuare a versare 14 milioni di euro l'anno (al lordo dell'IVA precisano i radicali) a un partitino politico e al suo socio miliardario per un servizio pubblico già coperto da altri? Roba da matti! Si azzeri il contributo pubblico, la Lista Pannella venda la quota di maggioranza alla holding miliardaria e Radio Privilegio, pardon Radio Radicale, impari finalmente a camminare sulle proprie gambe, magari facendo un po' di pubblicità alla catena di discount del proprietario.
  12. Ora i numeri dati da salvini non sono quelli che ha dato , ma questi sotto . Ma dove è che ci dice la verità ? FALSO E CIALTRONE Ma quanti sono davvero gli immigrati irregolari in Italia? Ora Salvini ne riduce di molto il numero, ma il M5s lo contesta.. OPEN.ONLINE «90.000!» «No 500.000!» Ora Lega e M5S litigano anche sul numero dei migranti irregolari
  13. Come si finanzia Radio RadicaleModifica Radio Radicale riceve ogni anno un finanziamento pubblico di 8,33 milioni di euro per la convenzione con lo Stato per la trasmissione delle sedute del Parlamento, e 4 milioni 431 000 euro dai fondi per l'editoria in quanto organo della Lista Marco Pannella. Nell'agosto 2008 Radio Radicale è stata l'unica emittente esclusa dal ridimensionamento dei fondi pubblici per l'editoria in quanto impresa radiofonica privata che ha svolto attività di interesse generale ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 230. La legge che riconosce le “imprese radiofoniche private che abbiano svolto attività di informazione di interesse generale” venne approvata nel 1990 per riconoscere le emittenti radiofoniche che avessero nei tre anni precedenti «trasmesso quotidianamente propri programmi informativi su avvenimenti politici, religiosi, economici, sociali, sindacali o letterari per non meno di nove ore comprese tra le ore sette e le ore venti» e avessero «esteso il numero di impianti al 50 per cento delle province e all'85 per cento delle regioni». Nello stesso anno - proprio a partire dall'esperienza di RR - è approvata la cosiddetta "Legge Mammì", che attribuisce alla RAI il compito di trasmettere le sedute parlamentari. Radio Radicale è l'unico soggetto tra quelli che ottengono i finanziamenti pubblici ad avere una rete nazionale e spende oltre 3,7 milioni di euro l'anno solo per la gestione tecnica della rete, ed è anche l'unica a destinare la quasi totalità del palinsesto per mandare in onda programmi di servizio pubblico. Nel 2007 Radio Radicale ha sostenuto costi per 2,986 milioni di euro per la produzione di programmi audio-video relativi a eventi politici di tutti i partiti, delle associazioni, delle diverse istituzioni. Queste produzioni sono state per quanto possibile trasmesse per radio, e comunque tutte archiviate e pubblicate in internet in forma integrale. Nella gran parte dei casi, la registrazione di Radio Radicale continua a essere l'unica effettuata. Quando quindi si parla dell'archivio di Radio Radicale, ormai riconosciuto da tutti un patrimonio unico, non bisogna mai dimenticare che, la mancata continuità nell'attività di produzione attuale, avrebbe come conseguenza la perdita irrecuperabile della documentazione puntuale di moltissimi degli eventi in questione.
  14. Quello con la mano in alto è il Sig director?
  15. Tra camerati non ci si mangia infatti li ha salvati dallo sfratto a Roma... GRILLINO TI VOGLIO DIRE...TU SOSTIENI UN PREGIUDICATO,CONDANNATO PIÙ VOLTE Questo penso che sia un reato contro la nostra COSTITUZIONE , quella che i gialloverdi tanto difendevano almeno fino al referendum , poi ne hanno fatto strame e continuano a farlo
  16. Ho parlato con il mio amico Tommaso Ederoclite Presidente del PD Napoletano . Appena gli ho parlato dell’appello , magari meritorio , del Cazzaro di Napoli , si e’ messo a ridere . Ora voi vi chiederete perché e, sono sicuro , così come lo ero io in principio , che e’ veramente singolare e da persona senza dignità andare a chiedere “aiuto” ai cialtroni , amici dei camorristi , nonche’ traditori della sx quali sono i piddini . Il motivo e’ un altro : Senza C.I. ed indicazione della residenza non si può accedere al R.D.C. La cosa sarebbe bypassabile se l’amministrazione comunale di Napoli concedesse la residenza e quindi la possibilità di emettere la Carta di Identità per i senzatetto all’indirizzo dove ha sede il Comune di Napoli. Il Cazzaro chieda quindi spiegazioni al suo caro DeMa ...!!
  17. Kompagno Director sei richiamato all'ordine e, se continui a non fare retta alla Parola e agli insegnamenti del Capitano, verrai accusato di insubordinazione e cacciato via in men che non so dica dalla Sezione Padana. Giusto per evitarti ulteriori problemi dovuti probabilmente alla conclamata tua difficoltà nella lettura, di cui siamo tutti a conoscenza e che finora abbiamo accettato e sopportato, ti riportiamo integralmente la LPdC (La Parola del Capitano) che questa volta non puoi esimerti dal leggere integralmente e attentamemte (pena immediata espulsione). "Negli ultimi quattro anni e mezzo, il numero massimo stimabile degli immigrati irregolari in Italia è di circa 90mila. Una cifra importante, ma non sono le centinaia di migliaia che temevamo in molti" Nb Kompagno...... negli ultimi quattro anni e mezzzo. Ti dice qualcosa Kompagno?
  18. dal corriere della sera Dal canto nostro possiamo solo mettere in fila le aride cifre: dal 2003 al 2011 in totale sono stati assegnati a sei emittenti radiofoniche ben 88.887.128,00 euro, e altri soldi continueranno ad arrivare perché lo Stato deve ancora versare i contributi già previsti per l’anno passato e per quello in corso. Ecco la classifica provvisoria: * i dati si fermano al 2010 perché nel 2011 Radio Onda Verde non ha ricevuto contributi. Quale sarà la cifra giusta percepita da radio radical?
  19. Sulla Rai sta per arrivare la sforbiciata voluta dalla Lega. Il Carroccio di fatto dichiara guerra ai contratti faraonici alla Fazio e chiede lo stop per i compensi faraonici e non parametrati e per quelli che incassano i dirigenti inutlizzati. sottolineato più volte Matteo Salvini, tre volte di più di Bruno Vespa. La risoluzione della Lega parla chiaro: "Siamo pronti a depositare il documento già dalla prossima settimana e invitiamo gli amici 5 stelle a sostenere questa battaglia. È chiaro che conduttori, giornalisti e manager all’altezza di una Rai moderna, vincente negli ascolti e prima in qualità non avranno nulla da perdere, ma solo da guadagnare. Invitiamo infine la Rai a monitorare, alla luce del contratto nazionale aziende produttrici di beni e servizi che regola i rapporti dei dirigenti Rai, l’attuale organico dei dirigenti secondo criteri di efficienza e performance", ha affermato Alessandro Morelli, presidente della commissione Poste trasporti e telecomunicazioni della Camera e Massimiliano Capitanio, segretario della commissione di Vigilanza Rai.
  20. veramente ha risposto ( senza dare alcuna risposta) dopo 13 minuti e non un minuto dopo, sig director.
  1. Carica più attività