Voltaire deve essere arrivato a Napoli ...!!

  1. E deve essere rimasto affascinato nel vedere la composta ed istruttiva protesta che qualche migliaio di napoletani ha inscenato per i provvedimenti che De Luca ha intenzione di mettere in atto per combattere il Covid  nella Regione che amministra ( bene ,nda). Napoli si appende alla giacca l’ennesima medaglia . Lo fa in diretta nazionale ed in differita in tutto il mondo .  Napoli e’ ancora alla ribalta per l’ennesimo record negativo !! Hanno distrutto varie ed ampie zone della città , incendiato l’incendiabile , picchiato giornalisti e cameraman che facevano il proprio lavoro , fatto danni per decine e decine di migliaia di euro . Ed in tuttocio’ il Cazzaro Napoletano non ha speso una parola !!  Di più : il pezzodimmerda partenopeo , nell’unico post di oggi ,  non solo ha bypassato l’argomento come se non fosse successo niente , ha scritto un post dove ha avuto il coraggio di attaccare De Luca del quale si può anche non condividere alcuni provvedimenti , ma e’ l’unico che ha le idee chiare , che si prende le responsabilità di quel che fa , e’ l’unico che dimostra di non essere un “campano “ ma un “bavarese “. Ed il solito Cazzaro ha pure l’ardire di chiedersi dove sono andati a finire i finanziamenti che il governo ha dato alle regioni ed ai comuni . Il pezzodimmerda napoletano , fidandosi come sempre della scarsa informazione di tanti forumisti rimprovera a De Luca qualcosa di cui dovrebbe essere orgoglioso visto che De Luca e la Campania sono la Regione che più ha speso detti proventi . Lo chiedesse a De Magistris che ne ha fatto dei soldi dei finanziamenti . Tra i comuni Napoli  e quindi De Magistris sono tra quelli che ne hanno spesi di meno . Quel De Magistris che durante i suoi mandati ha aumentato il deficit di Napoli per 2 miliardi di euro . Rimango della mia idea : 1) Finché un solo grillino, solo uno ,  avrà una certa responsabilità operativa e legislativa , non ci sarà nessuna possibilità  di ripresa per questo martoriato Paese 2) Finché Napoli non sarà “ceduta “ alla Tunisia o all’Algeria non ci sarà nessuna ripresa al Sud Italia (metafora). 
Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

15 ore fa, fosforo311 ha scritto:

....Era una manifestazione assolutamente pacifica. Poi sono arrivatieppisti, la feccia specializzata in guerriglia urbana. Hanno fatto un po' di vandalismo, bruciato cassonetti, aSono stati arrestati solo due teppisti. Chi erano? Due baristi, due camerieri? Due parrucchieri timorosi di dover chiudere per altri due mesi? No: erano due noti pregiudicati per spaccio di droga. E allora qual è la verità? La verità è che il cosiddetto coprifuoco (parola orrenda e assolutamente impropria, come ho scritto più volte e come ha spiegato meglio di me Massimo Fini sul Fatto) danneggia alcune attività commerciali, e. Inutile aggiungere che i due teppisti sono stati processati per direttissima, condannati e rimessi in libertà. Al contrario di quanto accade nei paesi seri, dove i condannati vengono messi in carcere. Ma questo è il paese di Pulcinella, che non è Napoli ma l'Italia intera. Anche se forse si potrebbe tentare, per es. varando leggi speciali e durissime, di provare a essere seri almeno durante questa pandemia. 

Certo certo , tutto vero Cazzaro !! Poi però su viene a sapere che i due teppisti arrestati fanno parte dei Centri Sociali /Cobas . E tutto cambia , Cazzaro ?? Perché la conosciamo bene la tua antica predilezione per queste organizzazioni . Lo sappiamo bene che stai dalla parte di chi “spacca “ tutto . O meglio , stai con quelli che si dichiarano di sx spaccando tutto , non lo sei altrettanto quando a spaccare tutto sono i fascisti . Allora , ora , Cazzaro , che fai ??  Chiedi ugualmente leggi speciali o sono compagni che sbagliano? Siamo nel Paese di Pulcinella oppure famo una deroga ?? I condannati debbono stare in gattabuia o dobbiamo rimetterli in libertà ?? Ci illumini formidabile testadiminkia !! 

Napoli, centri sociali e Cobas contro la polizia: bombe carta e bottiglie contro la sede di Confindustria

172718213-db0d160b-1fe0-47c3-aada-f16c7f7ef735.jpg
 
24 OTT 2020
 
 
 
 

Ancora tensione a Napoli, dopo le scene di guerriglia urbana di venerdì sera. Nuovi incidenti sono scoppiati nella centralissima piazza dei Martiri, dove i manifestanti dei centri sociali dei Cobas, dei Carc e di altre sigle di estrema sinistra hanno fatto esplodere tre bombe carte e lanciato bottiglie contro la polizia.

 

Modificato 3 minuti fa da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963