Perle Bibbiesche

42 minuti fa, lagraziaviva ha scritto:

Vedo che sei in grado di fare giudizio di quello che é stato scritto, visto che cito a caso quello che mi da piacere, ritengo che i versi citati da te sono a caso e non seguono il logico discorso. 

Levitico 26:25

Manderò contro di voi la spada, che farà vendetta per la trasgressione del mio patto; voi vi raccoglierete nelle vostre città, ma io manderò in mezzo a voi la peste e sarete dati in mano al nemico.

 

Luca 21:22

Perché quelli sono giorni di vendetta, affinché si adempia tutto quello che è stato scritto.

Vabbè, ma una risposta su Numeri 31, quando me la dai?

17 Ora uccidete ogni maschio tra i fanciulli e uccidete ogni donna che si è unita con un uomo;

18 ma tutte le fanciulle che non si sono unite con uomini, conservatele in vita per voi.

Lo capisci o no che si tratta di crimini di guerra ordinati dal macellaio biblico che tu chiami "Dio" (e che invece è solo un macellaio del quale la tua bibbia narra le gesta)?

Dio non arrostisce le persone in un improbabile "inferno", non le uccide e non le massacra. Non so perché permetta il male, ma credo che un giorno ce lo spiegherà e potremo capire le sue ragioni. Io per adesso, non avendo nessuna indicazione, non faccio alcuna ipotesi; per quello che ne so, capiremo se e quando sarà il momento. Ma non pontifico come fai tu.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

146 messaggi in questa discussione

Hai già ricevuto decine di risposte ma non ti garbano. Lo capisci o no che non é Dio a permettere il male ma é l'uomo che si crede di essere giusto,come te, a non osservare la legge di Dio?! Legge che credi nella tradizione pagana di un inferno di fuoco, cosa che non esiste, tu fai finta di non capire così credi di uscire fuori dalle responsabilità. 

Non giudicare di quello che fai finta di non sapere... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lagraziaviva ha scritto:

Hai già ricevuto decine di risposte ma non ti garbano. Lo capisci o no che non é Dio a permettere il male ma é l'uomo che si crede di essere giusto,come te, a non osservare la legge di Dio?! Legge che credi nella tradizione pagana di un inferno di fuoco, cosa che non esiste, tu fai finta di non capire così credi di uscire fuori dalle responsabilità. 

Non giudicare di quello che fai finta di non sapere... 

Questa è almeno la terza volta in cui mi dici di avermi già risposto in proposito. Ma cosa ti ci vuole a farmi un copia-incolla di una delle risposte che mi avresti dato? Se continuo a riproporti questa obiezione è proprio perché non sei stato in grado di rispondermi (né tu, né altri). Finiscila di parlare del sesso degli angeli e spiegami come si giustifica che un guerrafondaio, chiamato YAHVEH (che considerate il vostro "Dio") abbia ordinato dei crimini di guerra così pesanti ed è severamente coinvolto anche nel gravissimo reato di pe do filia. La bibbia non è altro che un libro che racconta le gesta di questo criminale che non ha nulla a che vedere con Dio. E se solo la leggeste veramente, vi rendereste conto di quanti spropositi contiene. Voi adorate un criminale, non Dio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ti è concesso di comprendere per adesso. Non ho parlato mai degli angeli. Non so a cosa ti riferiscoi.

Ma da quale pulpito giudichi?! Satana che é un bugiardo e guerragondaio fa credere che il male non va punito. 

Romani 2

Tribolazione e angoscia sopra ogni uomo che fa il male; sul Giudeo prima e poi sul Greco;

8 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

di

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, lagraziaviva ha scritto:

Non ti è concesso di comprendere per adesso. Non ho parlato mai degli angeli. Non so a cosa ti riferiscoi.

Ma da quale pulpito giudichi?! Satana che é un bugiardo e guerragondaio fa credere che il male non va punito. 

Romani 2

Tribolazione e angoscia sopra ogni uomo che fa il male; sul Giudeo prima e poi sul Greco;

 

Non fare il finto tonto: "parlare del sesso degli angeli" è un modo di dire che si riferisce a quando qualcuno parla di cose di poco conto, come quando tu e gianchi2020 avete intavolato una discussione tra voi riguardo a se il Padre e il Figlio siano nati contemporaneamente oppure uno prima e l'altro dopo.

Se ora dici che non mi è "concesso di comprendere per adesso", stai smentendo te stesso, visto che prima mi avevi detto non che non posso capire, ma che mi hai  già fornito "decine di risposte". Il problema è che sei bugiardo, non che smentisci te stesso. Insomma qual è la verità? Non posso capire o non vuoi darmi la risposta?

Inoltre, per quale motivo io non potrei capire, invece tu si? Davanti al tuo "Dio" conta la raccomandazione? Per caso sei stato sponsorizzato dal papa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Forse sei veramente tonto più di quanto vuoi non fare credere. 

Non sono cattolico non sono religioso, credo in Cristo Gesù. Non puoi credere perché non credi se non credi che bisogno hai di credere in quello che non credi?! 

Giudica te stesso se non sai giudicare perché giudichi di quello che non sai? 

Ignorante se Dio fosse nato non sarebbe Dio. Torna da dove sei venuto

Visto che non ne volevi più sapere perché sei tornato? Ti piace la Verità però ti fa paura! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, lagraziaviva ha scritto:

Forse sei veramente tonto più di quanto vuoi non fare credere. 

Non sono cattolico non sono religioso, credo in Cristo Gesù. Non puoi credere perché non credi se non credi che bisogno hai di credere in quello che non credi?! 

Giudica te stesso se non sai giudicare perché giudichi di quello che non sai? 

Ignorante se Dio fosse nato non sarebbe Dio. Torna da dove sei venuto

Visto che non ne volevi più sapere perché sei tornato? Ti piace la Verità però ti fa paura! 

Va bene, ma di Numeri 31 versetti 17 e 18, che racconta dei crimini di guerra ordinati dal tuo "Dio", me la vuoi dare o no una risposta, tu che non sei ignorante?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

BUONGIORNO LUPOGRIGIO E BENTORNATO...HO SENTITO LA TUA MANCANZA VEDO CHE NON HAI SAPUTO RESISTERE AL FASCINO DELLE NOSTRE CONVERSAZIONI E DEVO PROPRIO DIRE CHE NON HAI PERSO LO SMALTO!!!! Stai bene ? a parte la battuta scherzosa che in un periodo difficile come questo un po di umor ci tira su il morale, vorrei dire che in merito a Num. 31 avevo già dato una risposta a suo tempo e avevo anche detto che non sarei più ritornato su questo argomento molto controverso e delicato ed è ciò che ho fatto da quella risposta e intendo continuare così. Non mi permetto di giudicare nessuno in base alle proprie convinzioni tantomeno il pensiero di Dio. A volte le discussioni nel forum possono esser frivole per qualcuno ma serie per qualcun'altro. A me fa piacere se qualcuno partecipa alla conversazione, ma senza epiteti a sproposito solo perchè la si pensa diversamente. Tra me e Lagrazia non ci sono disaccordi in merito alla Bibbia ma solo opinioni diverse, come potrebbe essere con chiunque altro. Chi desidera partecipare credo che sia il benvenuto ma sempre con il rispetto delle proprie idee. Buona giornata a tutti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, gianchi2020 ha scritto:

BUONGIORNO LUPOGRIGIO E BENTORNATO...HO SENTITO LA TUA MANCANZA VEDO CHE NON HAI SAPUTO RESISTERE AL FASCINO DELLE NOSTRE CONVERSAZIONI E DEVO PROPRIO DIRE CHE NON HAI PERSO LO SMALTO!!!! Stai bene ? a parte la battuta scherzosa che in un periodo difficile come questo un po di umor ci tira su il morale, vorrei dire che in merito a Num. 31 avevo già dato una risposta a suo tempo e avevo anche detto che non sarei più ritornato su questo argomento molto controverso e delicato ed è ciò che ho fatto da quella risposta e intendo continuare così. Non mi permetto di giudicare nessuno in base alle proprie convinzioni tantomeno il pensiero di Dio. A volte le discussioni nel forum possono esser frivole per qualcuno ma serie per qualcun'altro. A me fa piacere se qualcuno partecipa alla conversazione, ma senza epiteti a sproposito solo perchè la si pensa diversamente. Tra me e Lagrazia non ci sono disaccordi in merito alla Bibbia ma solo opinioni diverse, come potrebbe essere con chiunque altro. Chi desidera partecipare credo che sia il benvenuto ma sempre con il rispetto delle proprie idee. Buona giornata a tutti.

Grazie gianchi. In effetti in questo periodo di “assenza” non ho partecipato a discussioni, ma ero comunque qui e vedevo i vostri commenti. Ho deciso di non rispondere più agli odiatori seriali, razzisti e pieni di risentimento contro il mondo intero. Qualcuno ancora cerca di trascinarmi nelle proprie polemiche, ma io  faccio del mio meglio per evitare le persone già morte e che ancora non si sono accorte di esserlo. Al contrario arrivai qui perché cercavo di trovare delle persone con le quali si potesse ragionare serenamente, anche rimanendo ognuno della propria idea . Peccato che poi ho scoperto che qui di persone di questo tipo, contando anche te, ce ne sono meno delle dita di una mano di un falegname. Sono contento che hai conservato il tuo buon umore.

Quanto a Numeri 31, non ricordo la tua risposta, ma probabilmente non la ritenni soddisfacente e convincente.

Le discussioni alle quali partecipo io per me non sono affatto frivole, ma talvolta, anzi, sono tremendamente importanti. Non metto in discussione la veridicità della Bibbia per disinteresse, ma, al contrario, lo faccio dopo avere ben ponderato le conclusioni alle quali sono giunto. Se nella Bibbia trovo dei passi che mi lasciano perplesso, è perché evidentemente ce ne sono molti altri che invece apprezzo, altrimenti neanche starei qui a parlarne. Quello che però ritengo doveroso è che si debba mettere tutto su una immaginaria bilancia e valutare se il tutto è credibile. E’ doveroso per la vita di ognuno di noi, perché, credo, nessuna persona appena appena sensata riterrebbe giusto credere in cose solo perché si vogliono credere. Personalmente credo in qualcosa perché la ritengo veritiera, non perché mi piacerebbe che fosse veritiera.

Citare versetti biblici per dire a qualcuno che è ignorante, come fa mister lagraziaviva, credo che non si sia capito neanche quel (per me poco) che c’è di buono nella Bibbia stessa. Una cosa è certa: il fanatismo religioso non è migliore dell’ateismo. E giusto per precisare, dopo la frase che ho appena scritto, non sono affatto ateo; solo che non credo in nessuna religione, né in alcun libro antico sui quali si fondano le religioni. Ritengo invece che la “religione” andrebbe praticata solo individualmente perché ognuno di noi dovrebbe rispondere personalmente a Dio (per chi ci crede), e ogni tipo di intermediario dovrebbe essere bandito. Mi dispiace per lagraziaviva, ma non è a lui che devo rispondere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me non dispiace e non debbo dar ragione a nessuno, essere ignorante vuol dire ignorare o non conoscere molte cose, certo, ognuno sarà giudicato per le proprie azioni. 

Matt24

Gesù rispose: «Guardate che nessuno vi inganni; 5 molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. 6 Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine. 7 Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; 8 ma tutto questo è solo l'inizio dei dolori. 9 Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. 10 Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda. 11 Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; 12 per il dilagare dell'iniquità, l'amore di molti si raffredderà. 13 Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato.

Pregate perché la vostra fuga non accada d'inverno o di sabato.

21 Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai avvenne dall'inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà. 22 E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 8/12/2020 in 13:24 , lupogrigio1953 ha scritto:

Se nella Bibbia trovo dei passi che mi lasciano perplesso, è perché evidentemente ce ne sono molti altri che invece apprezzo, altrimenti neanche starei qui a parlarne. Quello che però ritengo doveroso è che si debba mettere tutto su una immaginaria bilancia e valutare se il tutto è credibile.

E' proprio di quelli che tu apprezzi che mi piace di te, evidentemente c'è in te qualcosa che desidera conoscere la verità. Mi farebbe piacere se mi fai un qualche esempio di qualche passo della Bibbia che evidentemente ti ha colpito in positivo. E' anche vero che non sempre si riesce a capirne il vero significato se non hai una profonda fede in Dio la cui fede cresce con la conoscenza e non con la creduloneria. Tuttavia è importante conoscere a fondo le varie sfaccettature dei versetti che si leggono e non è proprio il caso di citarne a sproposito. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, gianchi2020 ha scritto:

E' proprio di quelli che tu apprezzi che mi piace di te, evidentemente c'è in te qualcosa che desidera conoscere la verità. Mi farebbe piacere se mi fai un qualche esempio di qualche passo della Bibbia che evidentemente ti ha colpito in positivo. E' anche vero che non sempre si riesce a capirne il vero significato se non hai una profonda fede in Dio la cui fede cresce con la conoscenza e non con la creduloneria. Tuttavia è importante conoscere a fondo le varie sfaccettature dei versetti che si leggono e non è proprio il caso di citarne a sproposito. 

Qualche passo della Bibbia che mi ha colpito in positivo? In realtà me ne viene in mente uno solo, ma che riassume tutto, compresi, credo "i 10 comandamenti": "Ama il prossimo tuo come te stesso". Se ami il prossimo tuo, come te stesso, non hai bisogno di un comandamento che ti dice di non rubargli la donna o la macchina o i suoi soldi. Significa invece che lo devi aiutare, lo devi mettere a suo agio, lo devi rispettare. A che serve leggere la Bibbia, e citarla, se non si mette in pratica niente? Spero solo che dopo aver scritto questo, lagraziaviva adesso non metta in pratica Numeri 31, versetti 17 e 18...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1Corinzi 13:3

Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri, se dessi il mio corpo a essere arso, e non avessi amore, non mi gioverebbe a nienteL'amore è paziente, è benevolo; l'amore non invidia; l'amore non si vanta, non si gonfia, 5 non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s'inasprisce, non addebita il male, 6 non gode dell'ingiustizia, ma gioisce con la verità;

Davvero fai quello che dici?! Ho bisogno, ti mando l'indirizzo in privato? 

Come già detto non fare il maestro, leggi la Bibbia. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/12/2020 in 16:57 , lupogrigio1953 ha scritto:

Qualche passo della Bibbia che mi ha colpito in positivo? In realtà me ne viene in mente uno solo, ma che riassume tutto, compresi, credo "i 10 comandamenti": "Ama il prossimo tuo come te stesso". Se ami il prossimo tuo, come te stesso, non hai bisogno di un comandamento che ti dice di non rubargli la donna o la macchina o i suoi soldi. Significa invece che lo devi aiutare, lo devi mettere a suo agio, lo devi rispettare.

Bene allora qualcosa di buono c'è, ma è un comandamento apparentemente semplice ma molto complesso nel metterlo in pratica, poichè richiede anche uno spirito di sacrificio verso il prossimo, considerando l'egoismo prevalente nella società umana. Poi ci vuole buone motivazioni per amare il prossimo e queste motivazioni le troviamo espresse nella Bibbia. Non so se ci credi, comunque Dio ha manifestato questa sua qualità preminente essendo stato disposto a dare la vita di suo figlio a favore dell'umanità. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, gianchi2020 ha scritto:

Bene allora qualcosa di buono c'è, ma è un comandamento apparentemente semplice ma molto complesso nel metterlo in pratica, poichè richiede anche uno spirito di sacrificio verso il prossimo, considerando l'egoismo prevalente nella società umana. Poi ci vuole buone motivazioni per amare il prossimo e queste motivazioni le troviamo espresse nella Bibbia. Non so se ci credi, comunque Dio ha manifestato questa sua qualità preminente essendo stato disposto a dare la vita di suo figlio a favore dell'umanità. 

Premesso che non credo a una sola riga di ciò che dice la Bibbia, "amare il mio prossimo" per me significa non fargli del male, aiutarlo se mi è possibile, non insultarlo, ecc ecc. Essendo io fatto di carne e ossa, non sempre ci riesco, ma quello che è sicuro è che non faccio del male deliberatamente. E' credibile che il "Dio" della Bibbia, lo stesso che ordinò a Mosè di mandare i suoi soldati a sterminare i popoli vicini uccidendo donne e bambini e permettendo ai soldati di tenere per sé le bambine (Numeri 31 versetti 17 e 18), diede la vita di suo figlio? Senza contare poi che questo "dare la vita" è una vera presa in giro in quanto poi lo resuscitò (almeno stando a quell'inutile libro).

Io non capisco il perché, se vuoi essere una persona migliore, e sono certo che tu voglia essere una persona migliore (così come succede a me), tu ti debba affidare a persone che ne sanno meno di te e che quasi mai sono sincere. Se un Dio esiste, non capisco perché avrebbe dovuto essere così crudele da metterti (ci) nelle mani di chi vuole approfittare di te. Quel libro, che di divino non ha un bel niente, tanto è vero che lo si può interpretare in decine di modi, ed è esattamente ciò che succede, è stato usato per scatenare guerre e legittimare una presunta superiorità, rispetto ad altri popoli, che in realtà è inesistente. L'onestà, o la disonestà, sono caratteristiche innate: uno lo sa che è una cosa ingiusta far del male al prossimo, non c'è bisogno di un libro che oltretutto non puoi capire se non ti affidi a qualcuno che approfitta di te nella quasi totalità dei casi.

Ma una cosa vorrei sapere da te: per aderire al volere di Dio, che altro dovrebbe fare esattamente una persona oltre a non far del male al proprio prossimo e possibilmente anche cercare di aiutarlo?

PS. Per amore della chiarezza, ribadisco ancora una volta che per me le religioni sono tutte una presa in giro, nessuna esclusa.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non capisco perché fai il doppio gioco. Non ci credi ma ci credi. Non ti interessa ma citi i versi e ne chiedi spiegazioni.

Dici di essere giusto, secondo il tuo metro, ma giudichi il tuo prossimo.

Dici di essere senza peccato, e chiedi perché Dio permette il male. 

Ecclesiaste 8:11

Poiché la sentenza contro una cattiva azione non è prontamente eseguita, il cuore dei figli degli uomini è pieno di voglia di fare il male.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, lagraziaviva ha scritto:

Non capisco perché fai il doppio gioco. Non ci credi ma ci credi. Non ti interessa ma citi i versi e ne chiedi spiegazioni.

Dici di essere giusto, secondo il tuo metro, ma giudichi il tuo prossimo.

Dici di essere senza peccato, e chiedi perché Dio permette il male. 

Ecclesiaste 8:11

Poiché la sentenza contro una cattiva azione non è prontamente eseguita, il cuore dei figli degli uomini è pieno di voglia di fare il male.

Ho paura che tu non sappia leggere, oppure che abbia problemi di comprendonio. Dove avrei scritto anche una sola delle cose che mi attribuisci?

Comunque ti pregherei di non intervenire più sui miei commenti, se hai intenzione di continuare a usare ragionamenti squinternati e privi di ogni logica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 1/1/2021 in 21:32 , lupogrigio1953 ha scritto:

E' credibile che il "Dio" della Bibbia, lo stesso che ordinò a Mosè di mandare i suoi soldati a sterminare i popoli vicini uccidendo donne e bambini e permettendo ai soldati di tenere per sé le bambine (Numeri 31 versetti 17 e 18), diede la vita di suo figlio? Senza contare poi che questo "dare la vita" è una vera presa in giro in quanto poi lo resuscitò (almeno stando a quell'inutile libro).

Io non capisco il perché, se vuoi essere una persona migliore, e sono certo che tu voglia essere una persona migliore (così come succede a me), tu ti debba affidare a persone che ne sanno meno di te e che quasi mai sono sincere. Se un Dio esiste, non capisco perché avrebbe dovuto essere così crudele da metterti (ci) nelle mani di chi vuole approfittare di te. Quel libro, che di divino non ha un bel niente, tanto è vero che lo si può interpretare in decine di modi, ed è esattamente ciò che succede, è stato usato per scatenare guerre e legittimare una presunta superiorità, rispetto ad altri popoli, che in realtà è inesistente. L'onestà, o la disonestà, sono caratteristiche innate: uno lo sa che è una cosa ingiusta far del male al prossimo, non c'è bisogno di un libro che oltretutto non puoi capire se non ti affidi a qualcuno che approfitta di te nella quasi totalità dei casi.

Ma una cosa vorrei sapere da te: per aderire al volere di Dio, che altro dovrebbe fare esattamente una persona oltre a non far del male al proprio prossimo e possibilmente anche cercare di aiutarlo?

Cerco di risponderti di nuovo su Numeri 31 per un'ultima volta anche se avevo detto che non ne avrei più parlato. La situazione era molto delicata in quanto il contesto del capitolo indica che i Madianiti si erano aggregati ai Moabiti assoldando il profeta pagano Balaam servendosi delle loro donne per indurre migliaia di Israeliti a commettere immoralita sessuale e idolatria in relazione ai loro dei, ovviamente con successo. Quindi Dio diede il comando di distruggere i due popoli trattenendo solo le vergini (non erano bambine ma ragazze, cosi si legge in alcune Bibbie) e non certamente per i loro scopi lascivi. Ti ricordo che le abitudini di questi popoli erano idolatria, prostituzione, sacrifici umani, omosessualità e ***. Ora lascio a te la conclusione. La tua domanda finale è molto interessante....Non fare del male al prossimo è già scritto nel nostro cuore, la nostra coscienza, ma come puoi constatare per la maggioranza delle persone questa coscienza spesso confonde il male con il bene e il bene con il male. Perciò sapere quale bene fare al prossimo non è sempre  facile. Ecco perchè nella Bibbia, che è il libro di colui che ha creato l'uomo, possiamo trovare le istruzioni perfette per fare il bene, a volte anche se non ne comprendiamo esattamente il motivo, ma sicuramente sono sempre per il nostro bene. Quindi è necessario studiare con il giusto motivo la Bibbia ma non come un romanzo ma in base a soggetti scelti. Chi interpreta la Bibbia parte già con il piede sbagliato perchè si interpreta da sola e non ha bisogno di sapienti o teologi per capirla, anche un bambino può capirla nel modo giusto. Ripeto ci vuole solo il motivo giusto, cioè quello di volerla comprendere onestamente. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/1/2021 in 16:35 , gianchi2020 ha scritto:

Cerco di risponderti di nuovo su Numeri 31 per un'ultima volta anche se avevo detto che non ne avrei più parlato. La situazione era molto delicata in quanto il contesto del capitolo indica che i Madianiti si erano aggregati ai Moabiti assoldando il profeta pagano Balaam servendosi delle loro donne per indurre migliaia di Israeliti a commettere immoralita sessuale e idolatria in relazione ai loro dei, ovviamente con successo. Quindi Dio diede il comando di distruggere i due popoli trattenendo solo le vergini (non erano bambine ma ragazze, cosi si legge in alcune Bibbie) e non certamente per i loro scopi lascivi. Ti ricordo che le abitudini di questi popoli erano idolatria, prostituzione, sacrifici umani, omosessualità e ***.

Quindi 'sto "popolo eletto" non era tutto 'sto granché, visto che rispettava i comandamenti di "Dio" solo perché gli è stata tolta la materia prima.

Su Numeri 31 vengono definite "fanciulle che non avevano avuto rapporti sessuali". Se non erano destinate a "scopi lascivi", perché i bambini maschi venivano uccisi, anche se in culla? E i bambini in culla che genere di immoralità sessuale o idolatria avrebbero commesso?

Inoltre sterminare un popolo e poi dire "ama il tuo prossimo come te stesso", mi pare un po' contraddittorio. Ma poco eh!?

Ora lascio a te la conclusione. La tua domanda finale è molto interessante....Non fare del male al prossimo è già scritto nel nostro cuore, la nostra coscienza, ma come puoi constatare per la maggioranza delle persone questa coscienza spesso confonde il male con il bene e il bene con il male.

Succede molto di più chi legge la Bibbia ed altri libri antichi dello stesso genere di confondere il male con il bene e viceversa. La Bibbia più che la soluzione mi sembra la causa.

Perciò sapere quale bene fare al prossimo non è sempre  facile. Ecco perchè nella Bibbia, che è il libro di colui che ha creato l'uomo, possiamo trovare le istruzioni perfette per fare il bene, a volte anche se non ne comprendiamo esattamente il motivo, ma sicuramente sono sempre per il nostro bene. Quindi è necessario studiare con il giusto motivo la Bibbia ma non come un romanzo ma in base a soggetti scelti. Chi interpreta la Bibbia parte già con il piede sbagliato perchè si interpreta da sola e non ha bisogno di sapienti o teologi per capirla, anche un bambino può capirla nel modo giusto. Ripeto ci vuole solo il motivo giusto, cioè quello di volerla comprendere onestamente. 

Che anche un bambino può capire la Bibbia, è semplicemente una cosa non vera: neanche tu e altri che la leggono siete d'accordo tra di voi, segno evidente che non è stata dettata da Dio perché altrimenti non ci sarebbero interpretazioni diverse per ognuno. Comunque ognuno è responsabile del proprio destino. A me sembra solo che stiate facendo una fatica inutile, a essere buoni.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 8/1/2021 in 19:23 , lupogrigio1953 ha scritto:

Che anche un bambino può capire la Bibbia, è semplicemente una cosa non vera: neanche tu e altri che la leggono siete d'accordo tra di voi, segno evidente che non è stata dettata da Dio perché altrimenti non ci sarebbero interpretazioni diverse per ognuno. Comunque ognuno è responsabile del proprio destino. A me sembra solo che stiate facendo una fatica inutile, a essere buoni.

 

Il 8/1/2021 in 19:23 , lupogrigio1953 ha scritto:

Succede molto di più chi legge la Bibbia ed altri libri antichi dello stesso genere di confondere il male con il bene e viceversa. La Bibbia più che la soluzione mi sembra la causa.

Il fatto che non siamo d'accordo tra di noi mi sembra una cosa abbastanza normale ma questo non esclude che sia stata dettata da Dio, semmai siamo noi a capirla o ad interpretarla male. Come ho gia detto altre volte la Bibbia non ha bisogno di interpreti, ciò che ho sempre detto l'ho sempre sostenuta con le prove della stessa Bibbia e per parcondicio ho fatto riferimento anche ad altre traduzioni per non dare l'impressione che solo la nostra sia quella giusta. Non mi sembra che altri abbiano fatto la stessa cosa. La Bibbia non è mai stata la causa del male, ma chi l'ha strumentalizzata a proprio favore. Molte guerre sono state fatte nel nome della Bibbia come per esempio due guerre mondiali dove i soldati sia da una parte che dall'altra dicevano che combattevano per il Dio della Bibbia. E' facile dare la colpa a Dio o alla Bibbia quando non si vuole conoscere bene il contenuto e ci si ferma solo davanti ad un versetto poco comprensibile. La Bibbia è formata da 66 libri, penso che ci sia altre *** utili oltre a quelle poche di cui abbiamo parlato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Giovanni 15:10

Se osservate i miei comandamenti, dimorerete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e dimoro nel suo amore.

Giovanni 14:21

Chi ha i miei comandamenti e li osserva, è uno che mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio; e io lo amerò e mi manifesterò a lui».

Giacomo 2:10

Chiunque infatti osserva tutta la legge, ma viene meno in un sol punto, è colpevole su tutti i punti.

1Giovanni 2:4

Chi dice: «Io l'ho conosciuto», e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e la verità non è in lui.

Spiegate voi cosa dice. 

Bisogna osservare la sua santa legge oppure no?! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, gianchi2020 ha scritto:

 

Il fatto che non siamo d'accordo tra di noi mi sembra una cosa abbastanza normale ma questo non esclude che sia stata dettata da Dio, semmai siamo noi a capirla o ad interpretarla male. Come ho gia detto altre volte la Bibbia non ha bisogno di interpreti, ciò che ho sempre detto l'ho sempre sostenuta con le prove della stessa Bibbia e per parcondicio ho fatto riferimento anche ad altre traduzioni per non dare l'impressione che solo la nostra sia quella giusta. Non mi sembra che altri abbiano fatto la stessa cosa. La Bibbia non è mai stata la causa del male, ma chi l'ha strumentalizzata a proprio favore. Molte guerre sono state fatte nel nome della Bibbia come per esempio due guerre mondiali dove i soldati sia da una parte che dall'altra dicevano che combattevano per il Dio della Bibbia. E' facile dare la colpa a Dio o alla Bibbia quando non si vuole conoscere bene il contenuto e ci si ferma solo davanti ad un versetto poco comprensibile. La Bibbia è formata da 66 libri, penso che ci sia altre *** utili oltre a quelle poche di cui abbiamo parlato.

Forse sarà normale per voi il fatto che non siate d'accordo. Ma il risultato che voi non siate d'accordo è dovuto al fatto che quello non è, come affermate voi, il libro scritto da Dio. Io stesso, e molti altri, non saprei da che parte schierarmi. E infatti ci sono molte religioni che sono basate sulla Bibbia, ma ce ne fossero due uguali tra loro! E naturalmente ognuno dice che è lui ad avere la verità in tasca. Ribadisco che se uno vuole essere una persona migliore, non è necessario che segua una religione o un libro antico; anzi, farebbe meglio a starne lontano, come si è visto e come si vede in tantissime occasioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

esiste una facoltà universitaria  di teologia con decine di esami,  se si pretende di leggere da soli la bibbia  si rischia di interpretarla male e di  fare come i testimoni di Geova che interpretandola letteralmente non si fanno fare  le trasfusioni di sangue...  la  bibbia scritta nel corso dei secoli narra la storia di Israele, le persecuzioni, le infedeltà,  le guerre,  il tutto  in vista della futura venuta del messia   https://youtu.be/oLbjB01onVk

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ho mai visto una strada senza indicazioni, non si é mai sentito di popolo senza legge, non ho sentito di gente veramente senza legge. La legge fa conoscere il peccato verso Dio. Ognuno si crede di essere giusto verso se stessi, ma chi stabilisce se si é giusti verso Dio, - il prossimo -?! 

La bibbia é per tutti gli uomini di ogni razza. 

1Corinzi 2:11

Chi tra gli uomini, infatti, conosce le cose dell'uomo, se non lo spirito dell'uomo che è in lui? Così pure nessuno conosce le cose di Dio, se non lo Spirito di Dio.

Bisogna interpretare questa Scrittura o bisogna credere a cosa dice? Il fatto è che pochi ci credono... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quale è questa religione che si basa sulla bibbia? 

Chi osserva il sabato? 

Chi osserva la vera Pasqua di commemorazione di Gesù Cristo? 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963